Italiani-Argentini Copertina, Generica

Francisco Bahamonde italiano per contratto

05/08/2015 07:20 93 commenti
Francisco Bahamonde classe 1996, n.663 ATP
Francisco Bahamonde classe 1996, n.663 ATP

Francisco Bahamonde, ha da poco avuto la cittadinanza italiana, dopo aver firmato un contratto con la Federtennis Italiana.

Francisco però non si sente italiano e fa sapere che per lui l’Argentina viene al primo posto ed ha scelto l’Italia solo perchè ha avuto delle buone proposte di natura economica.
Il suo cuore è in Argentina.

Bahamonde ha anche dichiarato di voler giocare nei prossimi anni la Coppa Davis con l’Argentina e il suo cambio di nazionalità dipende solo dai vantaggi economici che la Federtennis italiana gli ha riservato.

Se un giorno dovrà giocare la Davis con l’Italia lo farà solo perchè è un professionista.


Camillo Santini


TAG: ,

93 commenti. Lasciane uno!

tommaso (Guest) 06-08-2015 00:34

Scritto da Shuzo

Scritto da Carlo

Scritto da renzopi

Scritto da Elio
E andres gabriel Ciurletti come si sente lui ? Italo Argentino, Italiano ? Chi lo sà ?
E la Samsonova ?

che centra: la samsonova è nata e cresciuta in Italia. Da grande potrebbe decidere di giocare per la Russia, ma è un caso limite. Lei è metà russa e metà italiana . la Giorgi idem ed ha scelto l’italia.Ricordate la Muguruza? é meta venezuelana e metà spagnola. ama tutti i due paesi ed è stata difficile la scelta. Balotelli, okaka. Grimalska sono italiani a tutti gli effetti Bahmonde è argentino e sfrutta un antenato per prendersi la cittadinanza, ma chiaramente lui vuole l’Argentina, che Italiano é? a me non piace per esempio la nazionale di calcio a 5 ? l’avete vista? è una vergogna! Cosa vuol dire che anche gli altri lo fanno? a me non piace.

Sbagliato: la Samsonova è nata in Russia, ed ha acquisito la nazionalità italiana a 15 anni, l’ann0 scorso, quando già faceva tornei ITF.

Le affermazioni di questo ragazzo, per quanto legittime e sincere, non ho potuto fare a meno di trovarle di cattivo gusto. La Samsonova, la Grymalska e la Giorgi non hanno mai fatto simili dichiarazioni. Non so se hanno ricevuto dei soldi per prendere la nazionalità italiana ma se li hanno ricevuto, hanno avuto la decenza di tacere.

Perché mai la Giorgi avrebbe dovuto PRENDERE la nazionalità italiana? LA GIORGI E’ ITALIANA!!!

93
Giuseppe 05-08-2015 23:17

E’ un giovane ragazzo a cui una federazione (in questo caso italiana) ha offerto dei vantaggi economici importanti che possono portarlo ad una carriera professionista seria nello sport che ama. Ha fatto benissimo ad accettare e, sentendosi argentino, se e quando riuscirà a sfondare (grazie ai soldi della federazione italiana), tornerà argentino (da quanto leggo nell’articolo)… Dal suo punto di vista è un ottimo affare. Ovviamente a me sfugge il motivo per cui una federazione debba fare queste cose. Non si possono utilizzare quei soldi per i propri ragazzi? Non sarebbe possibile saperlo? Sarebbe molto interessante avere una dichiarazione ufficiale in proposito. So che altre federazioni che fanno cose simili fanno firmare dei contratti con obblighi (tipo Coppa Davis, Fedcup, ecc.), non fanno fare ai giocatori quello che vogliono.

92
renzopi (Guest) 05-08-2015 16:59

Scritto da Miiiiiii

Scritto da renzopi
è di secondaria importanza dov’è nata. è venuta piccolina in Italia ed è ,nata e cresciuta tennisticamente in Italia; avendo i genitori russi , ovvio che fosse cittadina russa, ma è praticamente italiana non come bahlmonnde, o tantissimi altri, che una mattina si svegliano e decidono di diventare italiani. Quando Ludmilla sarà più grandicella potrebbe decidere di giocare per la russia e secondo me non sarebbe scandaloso visto appunto che è metà russa e metà italiana. comunque è solo questione di gusto, a me non piacciono questi ” acquisti”

tutto giusto, solo che non è che “si svegliano e decidono di diventare italiani”. c’è qualcuno che “li sveglia” e gli propone/offre di diventare italiani.

hai ragione, ed è anche molto peggio

91
Miiiiiii (Guest) 05-08-2015 16:43

Scritto da Gianfranco
Parente del “Caudillo” ?

no quello era Francisco (Franco y) Bahamonde

90
Gianfranco (Guest) 05-08-2015 16:35

Parente del “Caudillo” ?

89
Miiiiiii (Guest) 05-08-2015 16:21

Scritto da renzopi

è di secondaria importanza dov’è nata. è venuta piccolina in Italia ed è ,nata e cresciuta tennisticamente in Italia; avendo i genitori russi , ovvio che fosse cittadina russa, ma è praticamente italiana non come bahlmonnde, o tantissimi altri, che una mattina si svegliano e decidono di diventare italiani. Quando Ludmilla sarà più grandicella potrebbe decidere di giocare per la russia e secondo me non sarebbe scandaloso visto appunto che è metà russa e metà italiana. comunque è solo questione di gusto, a me non piacciono questi ” acquisti”

tutto giusto, solo che non è che “si svegliano e decidono di diventare italiani”. c’è qualcuno che “li sveglia” e gli propone/offre di diventare italiani.

88
massimo (Guest) 05-08-2015 16:13

tornaci subito in argentina….
ma davvero siamo ridotti cosi’ male da offrire un contratto a sto pellegrino?

87
campos (Guest) 05-08-2015 16:06

Non mettiamo in mezzo la Oprandi,per favore.

86
renzopi (Guest) 05-08-2015 15:51

Scritto da Carlo

Scritto da renzopi

Scritto da Elio
E andres gabriel Ciurletti come si sente lui ? Italo Argentino, Italiano ? Chi lo sà ?
E la Samsonova ?

che centra: la samsonova è nata e cresciuta in Italia. Da grande potrebbe decidere di giocare per la Russia, ma è un caso limite. Lei è metà russa e metà italiana . la Giorgi idem ed ha scelto l’italia.Ricordate la Muguruza? é meta venezuelana e metà spagnola. ama tutti i due paesi ed è stata difficile la scelta. Balotelli, okaka. Grimalska sono italiani a tutti gli effetti Bahmonde è argentino e sfrutta un antenato per prendersi la cittadinanza, ma chiaramente lui vuole l’Argentina, che Italiano é? a me non piace per esempio la nazionale di calcio a 5 ? l’avete vista? è una vergogna! Cosa vuol dire che anche gli altri lo fanno? a me non piace.

Sbagliato: la Samsonova è nata in Russia, ed ha acquisito la nazionalità italiana a 15 anni, l’ann0 scorso, quando già faceva tornei ITF.

è di secondaria importanza dov’è nata. è venuta piccolina in Italia ed è ,nata e cresciuta tennisticamente in Italia; avendo i genitori russi , ovvio che fosse cittadina russa, ma è praticamente italiana non come bahlmonnde, o tantissimi altri, che una mattina si svegliano e decidono di diventare italiani. Quando Ludmilla sarà più grandicella potrebbe decidere di giocare per la russia e secondo me non sarebbe scandaloso visto appunto che è metà russa e metà italiana. comunque è solo questione di gusto, a me non piacciono questi ” acquisti”

85
Massimiliano (Guest) 05-08-2015 15:35

@ Shuzo (#1414381)

Solo una precisazione sulla Giorgi (mai stata in Argentina) che è nata in Italia da genitori con doppia cittadinanza italiana ed Argentina a sua volta figli di italiani ritornati in Italia. Ora non capisco solo il paragone tra la Giorgi e l’opportunista!!

84
tennislove (Guest) 05-08-2015 15:17

siamo veramente dei stupidi, gli italiani sanno solo… tutto, anche quel poco che ci rimane della nostra dignità, ci siamo messi in mano ad uno staff argentino che invece di far lavorare gli italiani in casa nostra fa lavorare gli argentini, solo perchè qualcuno ha un suo tornaconto in argentina puahhh
viva la france

83
Alessandromonky 05-08-2015 15:04

Un caso simile è quello della Kudryatseva

82
Koko (Guest) 05-08-2015 14:57

Scritto da rovescioinback
Probabilmente perchè “CE LO CHIEDE L’EUROPA”

Non è che ce lo chiede qualche coach Argentino che lavora per noi?

81
Shuzo (Guest) 05-08-2015 14:37

Scritto da Carlo

Scritto da renzopi

Scritto da Elio
E andres gabriel Ciurletti come si sente lui ? Italo Argentino, Italiano ? Chi lo sà ?
E la Samsonova ?

che centra: la samsonova è nata e cresciuta in Italia. Da grande potrebbe decidere di giocare per la Russia, ma è un caso limite. Lei è metà russa e metà italiana . la Giorgi idem ed ha scelto l’italia.Ricordate la Muguruza? é meta venezuelana e metà spagnola. ama tutti i due paesi ed è stata difficile la scelta. Balotelli, okaka. Grimalska sono italiani a tutti gli effetti Bahmonde è argentino e sfrutta un antenato per prendersi la cittadinanza, ma chiaramente lui vuole l’Argentina, che Italiano é? a me non piace per esempio la nazionale di calcio a 5 ? l’avete vista? è una vergogna! Cosa vuol dire che anche gli altri lo fanno? a me non piace.

Sbagliato: la Samsonova è nata in Russia, ed ha acquisito la nazionalità italiana a 15 anni, l’ann0 scorso, quando già faceva tornei ITF.

Le affermazioni di questo ragazzo, per quanto legittime e sincere, non ho potuto fare a meno di trovarle di cattivo gusto. La Samsonova, la Grymalska e la Giorgi non hanno mai fatto simili dichiarazioni. Non so se hanno ricevuto dei soldi per prendere la nazionalità italiana ma se li hanno ricevuto, hanno avuto la decenza di tacere.
Certo, anche la Oprandi e la Caversazio hanno cambiato nazionalità diventando svizzere soltanto per soldi. Come loro anche tanti atleti olimpici hanno fatto la stessa cosa. Però nessuno ha mai messo una nazione al di sopra delle altre. Solo Bahamonde lo ha fatto. In tal caso, visto che i suoi sentimenti a favore dell’Argentina sono tanto più elevati rispetto a quelli per l’Italia da non poter fare a meno di dichiararlo apertamente, credo che avrebbe fatto meglio a restare argentino, dove tutto sommato avrebbe anche avuto maggiori chance di sfondare nel tennis.

80
gianluca (Guest) 05-08-2015 14:10

Lode alla fit e ai suoi dirigenti sempre più fenomeni, le 80/100mila euro di costi per l’argentino tanto li pagheranno i nostri giovani a cui verranno tagliati una buona parte dei contributi.Cosi è l’Italia, semplicemente tutto gestito da incapaci.

79
iox (Guest) 05-08-2015 13:32

Quello che non va bene, secondo me,sono gli alti costi che i genitori devono affrontare per far fare tennis di “alto livello” quando si è ormai consapevoli che il settore tecnico italiano vale veramente poco. I sintomi sono molteplici,dai numerosi top italiani che si allenano all’estero,all’assegnazione del settore tecnico giovanile ad un non italiano(non è nazionalismo ovviamente ma constatazione di mancanza italiana)Quinzi adesso pare che si farà seguire da uno staff tedesco.Conclusione maestri e dirigenti del tennis italiano vergognatevi di chiedere tutti stì soldi ai genitori creduloni….

78
Sander (Guest) 05-08-2015 13:29

Bahamonde e’ stato furbo a venire in Italia col metodo del doppio passaporto,e si e’ anche fatto un contratto con la FIT, ora e’stato sincero a dire quello che sente e pensa,in questo modo ora la FIT e’ con le spalle al muro, non puo’ piu’ rinnovargli il contratto, a meno che non voglia fare beneficenza per il tennis Argentino o magari come ho scritto prima c’e’ dell’altro…

77
Carlo (Guest) 05-08-2015 13:28

Scritto da renzopi

Scritto da Elio
E andres gabriel Ciurletti come si sente lui ? Italo Argentino, Italiano ? Chi lo sà ?
E la Samsonova ?

che centra: la samsonova è nata e cresciuta in Italia. Da grande potrebbe decidere di giocare per la Russia, ma è un caso limite. Lei è metà russa e metà italiana . la Giorgi idem ed ha scelto l’italia.Ricordate la Muguruza? é meta venezuelana e metà spagnola. ama tutti i due paesi ed è stata difficile la scelta. Balotelli, okaka. Grimalska sono italiani a tutti gli effetti Bahmonde è argentino e sfrutta un antenato per prendersi la cittadinanza, ma chiaramente lui vuole l’Argentina, che Italiano é? a me non piace per esempio la nazionale di calcio a 5 ? l’avete vista? è una vergogna! Cosa vuol dire che anche gli altri lo fanno? a me non piace.

Sbagliato: la Samsonova è nata in Russia, ed ha acquisito la nazionalità italiana a 15 anni, l’ann0 scorso, quando già faceva tornei ITF.

76
Palmeria (Guest) 05-08-2015 13:26

Scritto da Loracolo
Per una volta che uno dice quello che pensa invece di nascondersi dietro i calcistici “mi sento italiano da sempre e bla bla bla…”

Quotone!
nei miei confronti ha guadagnato punti!

75
tommaso (Guest) 05-08-2015 13:23

Scritto da Octagon
Sarò controcorrente, ma la dichiarazione di Bahamonde mi piace e la apprezzo.
Ha detto semplicemente la verità, nuda e cruda.
Volevate una dichiarazione ipocrita e falsa, tipo “ho sempre desiderato di rappresentare l’Italia, sono sempre stato italiano dentro”?
Qulacuno gli avrebbe creduto?
Ha detto la verità, da professionista ha dichiarato di aver fatto questa scelta solo per soldi. Qualcuno se ne stupisce? L’abbiamo sempre saputo.
Ha il difetto, ma per me è il merito, di aver spu…nato la FIT, e magari ne subirà le conseguenze.
Giusto così, avessero sempre tutti il coraggio di dire le cose come sono.

Sono totalmente d’accordo con te per quanto riguarda le parole del ragazzo. Per quanto riguarda la FIT, invece, mi stupisco (o forse non dovrei) del fatto che abbiano dato tali vantaggi economici – che stando alle parole del ragazzo immagino siano investimenti di un certo tenore – e mi domando se questo può essere il nuovo Federer. Perché in caso contrario veramente non si spiega questa mossa della FIT…

74
Octagon 05-08-2015 13:09

Sarò controcorrente, ma la dichiarazione di Bahamonde mi piace e la apprezzo.
Ha detto semplicemente la verità, nuda e cruda.
Volevate una dichiarazione ipocrita e falsa, tipo “ho sempre desiderato di rappresentare l’Italia, sono sempre stato italiano dentro”?
Qulacuno gli avrebbe creduto?

Ha detto la verità, da professionista ha dichiarato di aver fatto questa scelta solo per soldi. Qualcuno se ne stupisce? L’abbiamo sempre saputo.

Ha il difetto, ma per me è il merito, di aver spu…nato la FIT, e magari ne subirà le conseguenze.

Giusto così, avessero sempre tutti il coraggio di dire le cose come sono.

73
fg (Guest) 05-08-2015 12:50

Se è vero quello che è stato riportato e detto , se ne torni in Argentina questo mercenario….. queste compavendite di nazionalità sono uno SCHIFO

72
sasa83 05-08-2015 12:48

se non sbaglio bahamonde 4-5 anni fa si allenava con la spedizione italiana in argentina, i vari quinzi portaluri, micolani, ecc

71
Sc Hermulheim 05-08-2015 12:11

Scritto da Lucabigon

Scritto da Sc Hermulheim

Scritto da Max
Vorrei invitare alla calma ed alla moderazione: concordo che collezionare finti italiani in giro per il mondo è una brutta cosa sotto svariati piani etici e sportivi, condivido che la mossa della FIT è incomprensibile (salva l’ipotesi di fare un favore ad Infontino) visto che se devi fare “campagna acquisti” almeno comprati qualcosa di serio (i nostri vicini svizzeri per esempio sono bravissimi), ma… si tratta di una lunga intervista ad un sito argentino (http://www.diariouno.com.ar/ovacion/El-futuro-de-Panchito-tiene-acento-italiano-20150609-0082.html), di cui l’articolo sopra prende il peggio del peggio e lo mette insieme tutto di fila. Non sappiamo quanto il giornalista spagnolo ha “interpretato”, non sappiamo quanto il ragazzo ha voluto “lisciarsi” i tifosi argentini. Aspettiamo di vedere cosa dice qui, prima di dare giudizi definitivi.
Redazione, perché non proporgli un’intervista? Facciamo PaoloZ che sta lì giornalista per un giorno? (a proposito, grazie per i resoconti di ieri)

Condivido il tuo commento e di norma sono il primo a scrivere le stesse cose.Io l’intervista l’ho letta stamattina (grazie all’ottimo santopadre) e mi sembra che il concetto sia molto chiaro.
Se poi si rivelasse falsa o venisse smentita sarebbe molto grave e dovremmo chiedere scusa a Bahamonde,ma temo proprio che le cose stiano proprio come tutti abbiamo intuito ,e che il ragazzo abbia solo ingenuamente dichiarato quello che tutti pensano e nessuno dice.

Ma vedi qui nessuno pretende che un giovane di un’altra nazionalità si lanci in lodi sperticate per l’Italia. Il ragazzo è argentino ed è giusto che si senta tale ma che bisogno c’è, se comunque ricevi aiuti economici (l’Italia che benefici ne avrà??), di andare a dire in giro che appena puoi torni argentino? Camoranesi era e si sentiva argentino però non è di certo andato a dire in giro queste cose…ha pure vinto un Mondiale!

Certo,sono d’accordo.Anzi,ti dico che secondo me le ragioni di Camoranesi erano molto più nobili,prettamente agonistiche.
La maggioranza degli atleti che cambia nazionalità non lo fa tanto per soldi,ma per cercare “gloria” sportiva che altrimenti sarebbe preclusa.
Per fare alcuni esempi:Amauri voleva giocare il mondiale in “casa” e sapeva che con il Brasile non avrebbe avuto chance,il pattinatore Contesti (francese con chiare origini italiane)ha cambiato nazionalità solo dopo essere stato ingiustamente escluso dalla squadra nazionale,il fiorettista Minuto,italianissimo,sapeva che non avrebbe mai avuto chance di entrare in nazionale(pur essendo uno dei migliori 30/40 al mondo)e ora gareggia per la Turchia,ma solo per inseguire il traguardo di ogni atleta,l’olimpiade,così come la sciatrice Coletti,che ora gareggia per Monaco e il pallanotista Cupido(che però forse potrebbe tornarci utile tra qualche anno).
Potrei farne tanti altri di esempi,i mercenari “alla Bahamonde” sono per fortuna la minoranza tra quelli che cambiano casacca.

70
Elio (Guest) 05-08-2015 11:56

Comunque tifo Ciurletti e la Samsonova come tiferei per Quinzi e Donati o Giorgi ecc…
Bahamonde se è vero quello che ha detto, andasse a quel paese…(cioè Argentina). Quello che non capisco è che non è il più bravo dei suoi coetanei… Italiani, quindi xchè questa scelta? Aiutiamo i nostri no ?
Quello che vediamo in serie A non insegna ?

69
Luciano.N94 05-08-2015 11:46

È una cosa vergognosa che un tennista si venda,per non usare una parola offensiva,ad un altro stato solo per soldi.Ama l’Argentina?Allora che torni argentino,perché questo fai se ami il tuo stato,anzi non doveva cambiare stato!Quando giocherà io non tirò mai per lui perché anche se ha il doppio passaporto,non è italiano.

68
Loracolo (Guest) 05-08-2015 11:38

Per una volta che uno dice quello che pensa invece di nascondersi dietro i calcistici “mi sento italiano da sempre e bla bla bla…”

67
renzopi (Guest) 05-08-2015 11:36

Scritto da Elio
E andres gabriel Ciurletti come si sente lui ? Italo Argentino, Italiano ? Chi lo sà ?
E la Samsonova ?

che centra: la samsonova è nata e cresciuta in Italia. Da grande potrebbe decidere di giocare per la Russia, ma è un caso limite. Lei è metà russa e metà italiana . la Giorgi idem ed ha scelto l’italia.Ricordate la Muguruza? é meta venezuelana e metà spagnola. ama tutti i due paesi ed è stata difficile la scelta. Balotelli, okaka. Grimalska sono italiani a tutti gli effetti Bahmonde è argentino e sfrutta un antenato per prendersi la cittadinanza, ma chiaramente lui vuole l’Argentina, che Italiano é? a me non piace per esempio la nazionale di calcio a 5 ? l’avete vista? è una vergogna! Cosa vuol dire che anche gli altri lo fanno? a me non piace.

66
gianfranco (Guest) 05-08-2015 11:31

Scritto da Elio
E andres gabriel Ciurletti come si sente lui ? Italo Argentino, Italiano ? Chi lo sà ?
E la Samsonova ?

La Samsonova si sentirà come un “trolley” della Samsunite. 😆

65
paolo (Guest) 05-08-2015 11:29

Provo a rifare la domanda, ma la federazione cosa ci guadagna?

64
Luka (Guest) 05-08-2015 11:00

Su Twitter ribatte spesso il concetto che lui è argentino che rappresenta l’Italia non cambia nulla quello che conta è dopo quando avrà sfondato

63
Lucabigon 05-08-2015 10:55

Scritto da Fighter 90

Scritto da Sc Hermulheim
Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

Sono completamente d’accordo con il tuo pensiero. Poi non capisco abbiamo tanti giovani più interessanti e di prospettiva da valorizzare, e andiamo a spendere soldi inutilmente con un argentino opportunista che ovviamente tiene alla sua bandiera. Poi c’è gente che non comprende le wild card a Quinzi. Ma se non lo aiutiamo adesso questo ragazzo, in un momento difficile della sua carriera, quando dovremmo aiutarlo.

Il discorso WC a Quinzi, adesso, è diverso. La cosa che gli serve di più è avere una guida tecnica stabile e ripartire dal basso per trovare fiducia e soprattutto migliorare il suo gioco ed il suo approccio alle partite. Se continua con le WC nei challenger a perdere al 1° turno si perde del tutto… 🙁

62
Lucabigon 05-08-2015 10:54

Scritto da Sc Hermulheim

Scritto da Max
Vorrei invitare alla calma ed alla moderazione: concordo che collezionare finti italiani in giro per il mondo è una brutta cosa sotto svariati piani etici e sportivi, condivido che la mossa della FIT è incomprensibile (salva l’ipotesi di fare un favore ad Infontino) visto che se devi fare “campagna acquisti” almeno comprati qualcosa di serio (i nostri vicini svizzeri per esempio sono bravissimi), ma… si tratta di una lunga intervista ad un sito argentino (http://www.diariouno.com.ar/ovacion/El-futuro-de-Panchito-tiene-acento-italiano-20150609-0082.html), di cui l’articolo sopra prende il peggio del peggio e lo mette insieme tutto di fila. Non sappiamo quanto il giornalista spagnolo ha “interpretato”, non sappiamo quanto il ragazzo ha voluto “lisciarsi” i tifosi argentini. Aspettiamo di vedere cosa dice qui, prima di dare giudizi definitivi.
Redazione, perché non proporgli un’intervista? Facciamo PaoloZ che sta lì giornalista per un giorno? (a proposito, grazie per i resoconti di ieri)

Condivido il tuo commento e di norma sono il primo a scrivere le stesse cose.Io l’intervista l’ho letta stamattina (grazie all’ottimo santopadre) e mi sembra che il concetto sia molto chiaro.
Se poi si rivelasse falsa o venisse smentita sarebbe molto grave e dovremmo chiedere scusa a Bahamonde,ma temo proprio che le cose stiano proprio come tutti abbiamo intuito ,e che il ragazzo abbia solo ingenuamente dichiarato quello che tutti pensano e nessuno dice.

Ma vedi qui nessuno pretende che un giovane di un’altra nazionalità si lanci in lodi sperticate per l’Italia. Il ragazzo è argentino ed è giusto che si senta tale ma che bisogno c’è, se comunque ricevi aiuti economici (l’Italia che benefici ne avrà??), di andare a dire in giro che appena puoi torni argentino? Camoranesi era e si sentiva argentino però non è di certo andato a dire in giro queste cose…ha pure vinto un Mondiale!

61
Fighter 90 05-08-2015 10:52

Scritto da Sc Hermulheim
Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

Sono completamente d’accordo con il tuo pensiero. Poi non capisco abbiamo tanti giovani più interessanti e di prospettiva da valorizzare, e andiamo a spendere soldi inutilmente con un argentino opportunista che ovviamente tiene alla sua bandiera. Poi c’è gente che non comprende le wild card a Quinzi. Ma se non lo aiutiamo adesso questo ragazzo, in un momento difficile della sua carriera, quando dovremmo aiutarlo.

60
O_o (Guest) 05-08-2015 10:47

C’è solo una cosa da dire… SOLDI BEN SPESI!!!!! xD

59
Sc Hermulheim 05-08-2015 10:46

Scritto da Max
Vorrei invitare alla calma ed alla moderazione: concordo che collezionare finti italiani in giro per il mondo è una brutta cosa sotto svariati piani etici e sportivi, condivido che la mossa della FIT è incomprensibile (salva l’ipotesi di fare un favore ad Infontino) visto che se devi fare “campagna acquisti” almeno comprati qualcosa di serio (i nostri vicini svizzeri per esempio sono bravissimi), ma… si tratta di una lunga intervista ad un sito argentino (http://www.diariouno.com.ar/ovacion/El-futuro-de-Panchito-tiene-acento-italiano-20150609-0082.html), di cui l’articolo sopra prende il peggio del peggio e lo mette insieme tutto di fila. Non sappiamo quanto il giornalista spagnolo ha “interpretato”, non sappiamo quanto il ragazzo ha voluto “lisciarsi” i tifosi argentini. Aspettiamo di vedere cosa dice qui, prima di dare giudizi definitivi.
Redazione, perché non proporgli un’intervista? Facciamo PaoloZ che sta lì giornalista per un giorno? (a proposito, grazie per i resoconti di ieri)

Condivido il tuo commento e di norma sono il primo a scrivere le stesse cose.Io l’intervista l’ho letta stamattina (grazie all’ottimo santopadre) e mi sembra che il concetto sia molto chiaro.
Se poi si rivelasse falsa o venisse smentita sarebbe molto grave e dovremmo chiedere scusa a Bahamonde,ma temo proprio che le cose stiano proprio come tutti abbiamo intuito ,e che il ragazzo abbia solo ingenuamente dichiarato quello che tutti pensano e nessuno dice.

58
De foffo. (Guest) 05-08-2015 10:46

Questa dichiarazione non mi fa arrabbiare, mi fa pena: io se fossi un tennista professionista e mi chiedessero di cambiare nazionalità anche per tutto l’oro del mondo rifiuterei perché io sono e sarò per sempre italiano, ma evidentemente questo giocatore se fa questa scelta non è né argentino né italiano, appartiene al mondo del merchandising stato che molti scelgono oggi. Non lo seguirò e per questo ringrazio il sito per non aver riportato il suo risultato di ieri.

57
Lucabigon 05-08-2015 10:41

Scritto da Elio
E la samsonova xchè è Italiana ?

Vive in Italia da quando aveva 1 anno per via del lavoro del padre…non mi sembra esattamente la stessa cosa di Ciurletti e Bahamonde. Avete mai parlato con un italiano di seconda generazione figlio di emigranti italiani in Belgio? Secondo voi essendo cresciuto in quel paese insieme a coetanei francofoni o di lingua fiamminga, si sentirà più belga o italiano?

56
fabio (Guest) 05-08-2015 10:40

Io da persona molto pacata quale sono dico:”NOn è molto edificante forse collezionare tennisti in giro per il Mondo ,se si ha una visione ancora romantica per così dire dello sport,ma la sincerità del giocatore ci da l’esatto polso della situazione ,è un circuito di giocatori professionisti,il romanticismo è tramontato da tempo

55
Elio (Guest) 05-08-2015 10:37

E andres gabriel Ciurletti come si sente lui ? Italo Argentino, Italiano ? Chi lo sà ?
E la Samsonova ?

54
Lucabigon 05-08-2015 10:36

Scritto da jeanlolita
Secondo me alla Davis ci arriverà e giocherà per l’ Italia. E sarà contento di farlo, poi che ami l’ Argentina perchè ci è nato e cresciuto mi sembra logico e la voce di un ragazzino, con tanto talento, deve essere presa un po’ con le pinze…sia da parte del giornalista che scrive sia da parte di chi di commenta….
Ai supernazionalisti del ..ga dico di guardare bene in TUTTI gli altri sport dove è molto peggio, ed è il mondo intero che va in questa direzione….e la cosa personalmente la vedo bene….
Sarà tra 20/30 anni che l’ uomo valuterà meglio tutto.
Relativizzare un poco penso sia la cosa migliore…

Ma non è questione di essere nazionalisti. Ma non esiste che ricevi aiuti economici e te ne esci con queste dichiarazioni. Questo, se sfonda, ridiventa argentino al volo. Mi dici l’Italia tennistica che ci guadagna?

53
Max 05-08-2015 10:14

Vorrei invitare alla calma ed alla moderazione: concordo che collezionare finti italiani in giro per il mondo è una brutta cosa sotto svariati piani etici e sportivi, condivido che la mossa della FIT è incomprensibile (salva l’ipotesi di fare un favore ad Infontino) visto che se devi fare “campagna acquisti” almeno comprati qualcosa di serio (i nostri vicini svizzeri per esempio sono bravissimi), ma… si tratta di una lunga intervista ad un sito argentino (http://www.diariouno.com.ar/ovacion/El-futuro-de-Panchito-tiene-acento-italiano-20150609-0082.html), di cui l’articolo sopra prende il peggio del peggio e lo mette insieme tutto di fila. Non sappiamo quanto il giornalista spagnolo ha “interpretato”, non sappiamo quanto il ragazzo ha voluto “lisciarsi” i tifosi argentini. Aspettiamo di vedere cosa dice qui, prima di dare giudizi definitivi.
Redazione, perché non proporgli un’intervista? Facciamo PaoloZ che sta lì giornalista per un giorno? (a proposito, grazie per i resoconti di ieri)

52
Elio (Guest) 05-08-2015 10:13

E la samsonova xchè è Italiana ?

51
jeanlolita (Guest) 05-08-2015 10:08

Secondo me alla Davis ci arriverà e giocherà per l’ Italia. E sarà contento di farlo, poi che ami l’ Argentina perchè ci è nato e cresciuto mi sembra logico e la voce di un ragazzino, con tanto talento, deve essere presa un po’ con le pinze…sia da parte del giornalista che scrive sia da parte di chi di commenta….
Ai supernazionalisti del ..ga dico di guardare bene in TUTTI gli altri sport dove è molto peggio, ed è il mondo intero che va in questa direzione….e la cosa personalmente la vedo bene….
Sarà tra 20/30 anni che l’ uomo valuterà meglio tutto.
Relativizzare un poco penso sia la cosa migliore…

50
Sc Hermulheim 05-08-2015 10:07

@ zedarioz (#1414132)

La pensiamo allo stesso modo,forse mi sono espresso male.
Il punto è che uno come Bahamonde a parte le implicazioni morali non serve a nulla anche dal punto di vista agonistico,perché abbiamo molti giovani più”futuribili”,mentre al femminile il discorso è molto diverso.Ma comunque”comprare” giocatori non servirebbe a molto,anzi.

49
paoloz (Guest) 05-08-2015 10:06

Scritto da Miiiiiii
Ma cosa ve la prendete con un ragazzetto argentino che si vede offrire un’opportunità insperata e forse irripetibile? L’assurdo è mettere a contratto il cambio di nazionalità in cambio dell’aiuto. E poi si critica il Khazakistan, quando noi facciamo lo stesso.

che io sappia, l’argentina non ha alcuna difficoltà a lanciare tennisti, se ha le capacità da argentino ci riuscirebbe benissimo. poi basta sentire le dichiarazioni sue che ti poni inevitabilmente una domanda: ma in federazione cosa diavolo stanno pensando di fare?

48
mirko.dllm (Guest) 05-08-2015 10:03

Scritto da Lucabigon

Scritto da mirko.dllm

Scritto da Sc Hermulheim
Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

Sc Hermulheim,sono d’accordo con la tua prima frase,anche se io la adatterei anche a parecchi tennisti italiani,per esempio quando antepongono i loro impegni e ricchi ingaggi nei vari campionati a squadre in giro per l’Europa,ad una sacrosanta e giusta ambizione di farsi largo nel ranking,che passa innanzitutto partecipando alle qualificazioni dei tornei ATP più importanti,cosa che i nostri,finora,si sono ben guardati dal fare.

La carriera del tennista è individuale e non deve dare conto di ciò a nessuno, tantomeno a te.

Ti sfugge il fatto che si spendono soldi pubblici per la loro formazione? Quindi per far tornare indietro l’impegno economico nei loro confronti,questi nostri tennisti dovrebbero essere obbligati dalla nostra federazione a seguire la miglior programmazione possibile,perchè con l’organizzazione attuale del nostro tennis,è assurdo avere dei professionisti che a 30 anni,non hanno mai partecipato ad un solo primo turno di Slam,e magari non hanno mai disputato un solo incontro al meglio dei cinque set in tutta la loro carriera.In un certo senso,per me dovrebbero esssere obbligati,considerando i soldi pubblici spesi per loro,a diventare dei professionisti migliori possibili,per magari poterli poi utilizzare anche in Coppa Davis.

47
Miiiiiii (Guest) 05-08-2015 09:58

Ma cosa ve la prendete con un ragazzetto argentino che si vede offrire un’opportunità insperata e forse irripetibile? L’assurdo è mettere a contratto il cambio di nazionalità in cambio dell’aiuto. E poi si critica il Khazakistan, quando noi facciamo lo stesso.

46
Paperona (Guest) 05-08-2015 09:58

Veramente una vergogna signor Binaghi.

45
Anni80 05-08-2015 09:56

Appello a chi si trova a Cortina: “Bombardatelo di fischi” a questo mercenario….

44
Anni80 05-08-2015 09:54

Scritto da Sc Hermulheim
Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

QUOTO

43
Lucabigon 05-08-2015 09:54

Scritto da mirko.dllm

Scritto da Sc Hermulheim
Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

Sc Hermulheim,sono d’accordo con la tua prima frase,anche se io la adatterei anche a parecchi tennisti italiani,per esempio quando antepongono i loro impegni e ricchi ingaggi nei vari campionati a squadre in giro per l’Europa,ad una sacrosanta e giusta ambizione di farsi largo nel ranking,che passa innanzitutto partecipando alle qualificazioni dei tornei ATP più importanti,cosa che i nostri,finora,si sono ben guardati dal fare.

La carriera del tennista è individuale e non deve dare conto di ciò a nessuno, tantomeno a te.

42
Sc Hermulheim 05-08-2015 09:53

Scritto da mirko.dllm

Scritto da Sc Hermulheim
Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

Sc Hermulheim,sono d’accordo con la tua prima frase,anche se io la adatterei anche a parecchi tennisti italiani,per esempio quando antepongono i loro impegni e ricchi ingaggi nei vari campionati a squadre in giro per l’Europa,ad una sacrosanta e giusta ambizione di farsi largo nel ranking,che passa innanzitutto partecipando alle qualificazioni dei tornei ATP più importanti,cosa che i nostri,finora,si sono ben guardati dal fare.

Non credo che si possano paragonare le due cose.
Quello di cui parli,che piaccia o meno,e’ un effetto collaterale del professionismo,e può essere sintomo di scarsa ambizione,ma trattandosi appunto di professionisti,che con il tennis devono vivere,hanno il pieno diritto di preferire”l’uovo oggi alla gallina domani”,non rubano niente a nessuno e non devono rendere conto della propria carriera.
Vendere le proprie radici e la propria appartenenza ad un popolo,peraltro a tempo determinato,andandone anche fieri,per me non ha nulla a che fare con il professionismo,ma rappresenta una totale mancanza di etica e moralità.

41
Anni80 05-08-2015 09:53

Scritto da Sander
Ormai la compravendita di persone per il cambio casacca e’ lo sport Nazionale, dopo la politica anche il tennis…
Mi chiedo io, almeno la capacita’ di parlare con il giocatore e capire se “vuole” essere italiano o meno.
Tra l’altro in questo modo toglie spazio ai veri italiani.
Federazione lasciate perdere la campagna acquisti e cercate di pensare come si fa a creare in casa propria un campione.
Se no ho capito male, e’ un contratto che si rinnova di anno in anno.
mandategli pure gia’ la lettera di non avere l’intenzione di rinnovare….a meno che non sia un “favore” a Infantino…

LETTERA DI ADDIO IMMEDIATA …QUOTO AL MASSIMO
le sue sono dichiarazioni senza pudore… se vuole ci sono i ..si degli stadi da pulire, non saranno all’altezza del suo talento tennistico, ma come proposta è ben al di sopra del suo bagaglio umano e civile…
Mi chiedo, al di fuori del favore ad Infantino, perche vengono buttati i soldi in questo modo, e poi noi scriviamo centinaia di post sul povero GQ. Date le WC a sto pejones… ed appoggiate economicamente il quinzi di turno ITALIANO DOC. Che si invertano le regole please!! 😈

40
andy (Guest) 05-08-2015 09:44

Tranquillo che in davis non ci giocherai mai :mrgreen:

39
Fabblack 05-08-2015 09:41

@ Sc Hermulheim (#1414113)

“potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400”: e chi ci dice che non sarà la prossima mossa?

38
iox (Guest) 05-08-2015 09:39

Rassegnatevi signori. Il problema è che la FIT non ha tecnici italiani da inserire nel proprio settore tecnico (settori importanti ovvio) e quindi se il tecnico del settore giovanile ti chiede un favore…losi concede,é normale.

37
zedarioz 05-08-2015 09:33

Scritto da sospiridalmare
@ Sc Hermulheim (#1414113)
Disamina assolutamente esemplare.

Forse tranne l’ultima frase. Non abbiamo bisogno di naturalizzare nessuna ragazza Russa. Non darebbe lo stesso lustro ad un lavoro fallimentare dei nostri centri tecnici federali. Serverebbe solo da specchio per distogliere l’attenzione dai tanti fallimenti. Ma la sostanza resterebbe.

36
zedarioz 05-08-2015 09:31

Scritto da mirko.dllm

Scritto da Sc Hermulheim
Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

Sc Hermulheim,sono d’accordo con la tua prima frase,anche se io la adatterei anche a parecchi tennisti italiani,per esempio quando antepongono i loro impegni e ricchi ingaggi nei vari campionati a squadre in giro per l’Europa,ad una sacrosanta e giusta ambizione di farsi largo nel ranking,che passa innanzitutto partecipando alle qualificazioni dei tornei ATP più importanti,cosa che i nostri,finora,si sono ben guardati dal fare.

Non c’entra nulla, il tennis è sport individuale e ognuno fa della propria carriera quello che vuole. Mica si sono venduti la nazionalità dichiarando di farlo per soldi. Sono scelte professionali, discutibili se vuoi, ma le devi rispettare. Con Bahamonde il tuo paragone c’entra 0.

35
Alessandro Sartori (Guest) 05-08-2015 09:30

Mi sembrano soldi pubblici ben spesi….

34
stellario74 (Guest) 05-08-2015 09:29

rispediamolo in argentina

dichiarazioni vergognose

33
zedarioz 05-08-2015 09:28

Sintesi: una federazione mediocre e piena di nominati incapaci, ha scelto un tecnico federale molto scarso e usa metodi ridicoli per avere risultati nulli. Bahamonde, voluto da infantino, è l’ultima di una serie di scelte che descrive perfettamente le capacità e i metodi della nostra amata federazione.

32
gianfranco (Guest) 05-08-2015 09:27

Perché non lo barattiamo con Del Potro che lui per l’Argentina non vuol più giocare? 😳

31
sospiridalmare 05-08-2015 09:26

@ Sc Hermulheim (#1414113)

Disamina assolutamente esemplare.

30
mirko.dllm (Guest) 05-08-2015 09:25

Scritto da Sc Hermulheim
Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

Sc Hermulheim,sono d’accordo con la tua prima frase,anche se io la adatterei anche a parecchi tennisti italiani,per esempio quando antepongono i loro impegni e ricchi ingaggi nei vari campionati a squadre in giro per l’Europa,ad una sacrosanta e giusta ambizione di farsi largo nel ranking,che passa innanzitutto partecipando alle qualificazioni dei tornei ATP più importanti,cosa che i nostri,finora,si sono ben guardati dal fare.

29
diego (Guest) 05-08-2015 09:24

Come se non bastassero i punti del primo turno regalati dalla FIT anche la “sorte” gli ha dato in dono il qualificato più scarso per un secondo turno comodo comodo.

28
Mario (Guest) 05-08-2015 09:23

Torna in Argentina, non abbiamo bisogno di te, mercenario !!

27
virescit85 05-08-2015 09:19

La FIT ha pure soldi da buttare adesso? 😡

26
jampy6401 (Guest) 05-08-2015 09:16

Rimandatelo in Argentina…..non abbiamo bisogno di mercenari.

25
paolo (Guest) 05-08-2015 09:11

Ma la federazione cosa guadagna da tutto questo?

Ps Ciurletti stessa storia o differente?

24
galimba (Guest) 05-08-2015 09:05

Scritto da terranovas
Lui fa bene….
Quello che non si capisce è perché la Federazione italiana investe soldi su di un talento che già ti dice che appena può ti darà il due di picche…

Esatto lui fa bene! E’ la federazione che non capisco quali vantaggi possa avere da una situazione del genere. Che cosa brutta! Veramente brutta!

23
benux (Guest) 05-08-2015 09:04

che pessime dichiarazioni 😈

22
Sc Hermulheim 05-08-2015 09:03

Credo che Bahamonde abbia un’idea di professionismo piuttosto distorta e molto molto triste.
Un tennista professionista,soprattutto se ha un livello tale da giustificarne”l’acquisto” deve si vivere di tennis,ma grazie ai propri risultati,i prize money e gli sponsor,non vendendo le proprie radici e la dignità(si evince inequivocabilmente da queste dichiarazioni).Credo che i “kazaki” su cui si può dire di tutto quantomeno non si sognerebbero mai di dichiarare che sarebbero disposti a tornare in Russia (e in molti casi i russi ne avrebbero avuto un enorme bisogno)sia perché dal Kazakistan ce li rispedirebbero immediatamente,sia per dignità.
Detto ciò,una federazione che va a comprare un giocatore fuori dai primi 20 soltanto del proprio anno di nascita dichiara,neanche troppo implicitamente,il proprio fallimento.
Se proprio dovevano andare al mercato(cosa dal mio punto di vista disgustosa che ha ammazzato il concetto di “nazionale” in altre discipline) potevano prendere una qualunque 18enne russa n.400,perché probabilmente sarebbe stata più seria di questo Bahamonde(vedi russe passate ad altre nazioni,nessuna e’ mai tornata indietro)e sicuramente ne avremmo avuto molto più bisogno.
Che schifo!

21
renzopi (Guest) 05-08-2015 09:03

non sopporto questo cambio di nazionalità per pura convenienza. Va bene il doppio passaporto, gli serve per muoversi meglio in giro per il mondo, ma lui dice chiaramente di sentirsi argentino e la scelta è meramente economica. Le federazioni di molti sport stanno “investendo” in nuovi italiani comprandoli…Non va per niente bene, un giocatore quando diventa maggiorenne dovrebbe dire di che nazionalità è una volta per sempre. Odio le naturalizzazioni: sono false. Va bene per avere delle facilitazioni come fanno molto oriundi che grazie ad un trisnonno prendono la cittadinanza ( per me comunque ridicolo) ma la maglia azzurra la deve indossare chi è veramente italiano, per esempio Balotelli, Okaka, Giorgi e non Camoranesi , Mauri o tutti quei brasiliani del calcio a 5

20
sponghi 05-08-2015 09:00

Per me rimane argentino , io continuo a tifare i nostri giocatori

19
Tennis (Guest) 05-08-2015 08:56

Azzardo..E’ possibile che con Giustino e la federazione spagnola sia avvenuta la stessa cosa?

18
mirko.dllm (Guest) 05-08-2015 08:49

Dopo questa notizia,immagino,ci saranno ancora svariati utenti,alcuni dei quali che si sono autodefiniti competenti ed esperti,che continueranno imperterriti a difendere l’operato della FIT.Io che ne ho sempre criticato l’operato,e un certo spreco di soldi pubblici,dati a giovani che poi si sono rivelati del tutto privi di talento,grinta e altro,tuttavia,non immaginavo che la loro politica comprendesse anche questo.Inutile dire che la nostra cara federazione agisce molto peggio di quello che pensavo. 👿 Il caso di Vassallo Arguello non gli è bastato,evidentemente.Ciò che non mi va giù,è questo perseverare negli errori,che,in certi casi,mi sembrano proprio voluti.

17
Real Tennis (Guest) 05-08-2015 08:46

Soldi spesi bene dai…. dopotutto è il numero 663 del mondo mica della sola Argentina…. Per carità…. I soldi vanno investiti nei settori giovanili e nelle scuole di sport!!!!

16
Lucabigon 05-08-2015 08:33

Perfetto, massimo rispetto per il pensiero di Bahamonde ma per me non è italiano e quindi non seguirò i suoi match come se fosse italiano.

15
rovescioinback (Guest) 05-08-2015 08:33

Probabilmente perchè “CE LO CHIEDE L’EUROPA”

14
Sander (Guest) 05-08-2015 08:32

Ormai la compravendita di persone per il cambio casacca e’ lo sport Nazionale, dopo la politica anche il tennis…
Mi chiedo io, almeno la capacita’ di parlare con il giocatore e capire se “vuole” essere italiano o meno.
Tra l’altro in questo modo toglie spazio ai veri italiani.
Federazione lasciate perdere la campagna acquisti e cercate di pensare come si fa a creare in casa propria un campione.
Se no ho capito male, e’ un contratto che si rinnova di anno in anno.
mandategli pure gia’ la lettera di non avere l’intenzione di rinnovare….a meno che non sia un “favore” a Infantino…

13
radar 05-08-2015 08:25

Scritto da terranovas
Lui fa bene….
Quello che non si capisce è perché la Federazione italiana investe soldi su di un talento che già ti dice che appena può ti darà il due di picche…

Infatti non si capisce.
Fosse che noi in casa non avessimo talenti su cui investire..

12
terranovas 05-08-2015 08:18

Lui fa bene….

Quello che non si capisce è perché la Federazione italiana investe soldi su di un talento che già ti dice che appena può ti darà il due di picche…

11
paoloz (Guest) 05-08-2015 08:16

tremendo, dopo ciurletti ora lui
sta cosa di acquistare giocatori è incredibile.

10
darios80 (Guest) 05-08-2015 08:11

ma che se ne vada pure e la federazione con tutti i giovani italiani veri che ci sono sta dietro a questo !….

9
Angelos99 05-08-2015 08:10

“ha scelto l’Italia solo perché ha avuto delle buone proposte di natura economica”. Mha…

8
Io tifo caruso (Guest) 05-08-2015 08:06

Sembrerebbe un ragazzo di sani principi. 😯

7
Pollicino (Guest) 05-08-2015 08:03

Soldi buttati.

6
Serve&Volley (Guest) 05-08-2015 07:57

Che se ne stia in Argentina, qualcuno mi spiega che cosa la FIT gli ha offerto e a che scopo? Misteri italici, soldi publici da gettare, mafia, camorra, ngrangheta… mah?

5
Radames 05-08-2015 07:53

Urge smentita. L’intervista dice proprio questo, forse il giornalista ha male interpretato?

4
grandepaci (Guest) 05-08-2015 07:49

ma che vada a ciapar i rat rimandatelo in argentina uno non puo´fare dichiarazioni cosi e restre italiano 😉

3
Michele (Guest) 05-08-2015 07:46

I valori dello sport insomma…

2
Vamos 05-08-2015 07:43

Scusate ma cosa l’hanno preso a fare??? 😈 :mrgreen:

1