Sconfitto Matteo ATP, Copertina

Masters 1000 Indian Wells, Matteo Berrettini lotta ma cede in tre set a Daniil Medvedev

11/03/2018 03:04 65 commenti
Matteo Berrettini classe 1996
Matteo Berrettini classe 1996

Giornata nefasta per i colori azzurri. Matteo Berrettini, ripescato nel main draw del Masters 1000 di Indian Wells per via del forfait di Nick Kyrgios, cede il passo a Daniil Medvedev e vede sfumare la prima vittoria in un torneo di suddetta categoria. Il russo vince in rimonta col punteggio di 6-7(6) 7-5 6-4 in 2 ore e 41 minuti di gioco recuperando un set, un break e annullando ben 5 chance di doppio break al romano di cui tre di fila nel corso del quinto gioco del secondo parziale. Una ghiotta chance mancata dall’azzurro che ha dimostrato di poter tranquillamente giocare al livello del suo rivale odierno ma di peccare in esperienza e concretezza nei momenti chiave dell’incontro. Il moscovita accede così al terzo turno dove affronterà il vincente dell’incontro tra Horacio Zeballos e Pablo Carreno Busta.

PRIMO SET

Il set d’apertura si apre con Berrettini alla battuta. L’azzurro si aggiudica senza problemi il game d’apertura del match lasciando intendere chiaramente di volersi affidare ai colpi di inizio giocando aggredendo non appena ne ha la possibilità. Medvedev fatica e non poco nel game successivo ma risponde presente al romano. I servizi predominano, l’impressione è che il set si possa giocare su pochi punti. Le prime palle break affiorano nel quinto game e sono a favore del russo. Matteo è bravo ad annullarle entrambe prima con un servizio vincente e poi con una smorzata molto ben calibrata. L’azzurro sbroglia una situazione decisamente critica e viene a capo di un game giocato con grande personalità. L’approccio tattico al match di Berrettini è inappuntabile: scardinare i colpi piatti e penetranti del moscovita attraverso il back di rovescio direzionato sul dritto di Medvedev nel tentativo di fargli giocare tante palle basse e soprattutto mettergli pressione verticalizzando verso la rete il più possibile. Si procede on serve senza particolari indugi almeno sino al dodicesimo gioco con Daniil Medvedev al servizio. Matteo ha una ghiotta chance di incamerare il primo set ma il russo fa muro. La lotteria del tie-break, come si suole dire, è l’epilogo più giusto nonostante ai punti Berrettini abbia meritato qualcosina in più. A questo punto succede l’inverosimile. L’avvio nel tie-break è pessimo per l’azzurro che vede scappar via il moscovita di due minibreak. Un vincente del russo sembra il preludio per una frazione oramai ai titoli di coda quando invece accade l’imponderabile. Avanti 6-1 il russo inizia a tremare, fa harakiri e viene rimontato da Berrettini che ha il merito di non gettare la spugna e rimanere incollato a giocare punto a punto. L’azzurro si assicura il set e il tie-break col punteggio di 8-6 ottenendo mettendo a referto sette punti consecutivi e chiudendo con un vincente pauroso col dritto incrociato in arretramento da almeno tre metri dalla riga di fondo.

SECONDO SET

Daniil Medvedev comincia al servizio e parte con la testa avanti. Matteo Berrettini non solo tiene la battuta con estrema disinvoltura ma piazza anche il break attraverso una risposta profonda al centro di rovescio che gli consente di attaccare la rete e di chiudere con una volée ottimamente dosata. Chiamato a servire per consolidare il vantaggio, il giovane romano cancella dapprima una palla del controbreak grazie al servizio per poi salire sul 3-1. L’azzurro è scatenato e in fiducia tanto da procurarsi altre tre palle break consecutive per cercare di ipotecare l’incontro: il russo, dal canto suo, non fa una piega e si issa ai vantaggi cancellando successivamente altre due chance di break a favore di Berrettini che ne spreca in particolare una in malo modo con una palla corta un po’ troppo pretenziosa.  L’allievo di Santopadre subisce il contraccolpo e cede il break di vantaggio nel sesto game. Rientrato disperatamente in carreggiata, Daniil Medvedev opera il sorpasso sul 4-3 riuscendo ancora una volta a neutralizzare una palla break ad un Berrettini tutt’altro che cinico. Il russo opta sempre più spesso per la soluzione servizio esterno da destra e rovescio anticipato verso il lato sinistro del campo di Berrettini. Si procede seguendo l’ordine dei servizi sino al fatale 12° game: l’azzurro è troppo frettoloso e poco lucido e più di una volta attacca col dritto sul rovescio del russo. Una gran risposta di dritto in diagonale chiudere la seconda frazione a favore di Medvedev che fa suo il secondo set col punteggio di 7-5 e rimanda ogni discorso al terzo e decisivo parziale.

TERZO SET

L’inizio di frazione non è dei più incoraggianti per Matteo. Il moscovita infatti parte subito forte assicurandosi il turno di battuta inaugurale del set e il break nel game successivo. Tradito l’azzurro dal suo marchio di fabbrica, ovvero un dritto di cui perde totalmente il controllo e che sembra lo stia facendo sprofondare nella più totale sfiducia. Quando la partita sembra ormai incanalata nella direzione di Medvedev, Matteo reagisce con grande personalità riprendendosi il maltolto e ricucendo lo strappo sul 2-2 non prima di aver rimontato da 0-40. Nel corso del game Berrettini si dimostra poco avveduto spostandosi sul lato sinistro per incidere col dritto inside-out esponendosi al rovescio lungolinea del russo ma al contempo rimedia giocando palle più cariche col dritto ingaggiando un duello sulla diagonale di destra col dirimpettaio russo.Entrambi tengono i rispettivi turni di battuta senza troppi grattacapi concedendo un punto a testa ciascuno sino al nono game. Berrettini si incita, gioca con determinazione e si va a guadagnare una preziosa palla break che se sfruttata gli consentirebbe di andare a servire per il match. Svanita la prima, il romano se ne procura una seconda che sciupa sciaguratamente col dritto lungolinea con tutto il cross lasciato scoperto dal moscovita. Daniil Medvedev salva la pelle, tiene il servizio e si issa sul 5-4. Chiamato a servire per rimanere nel match, Berrettini si irrigidisce e patisce particolarmente il momento di pressione. Il russo, arrivato a palla match, attacca intelligentemente sul rovescio e conquista l’accesso al terzo turno del Masters 1000 di Indian Wells superando col punteggio di  6-7(6) 7-5 6-4 un buon Matteo Berrettini.

La partita punto per punto

ATP Indian Wells
Daniil Medvedev
6
7
6
Matteo Berrettini
7
5
4
Vincitore: D. MEDVEDEV

D. Medvedev RUS – M. Berrettini ITA
02:41:14

6 Aces 7
5 Double Faults 5
53% 1st Serve % 56%
45/66 (68%) 1st Serve Points Won 45/61 (74%)
34/58 (59%) 2nd Serve Points Won 23/47 (49%)
10/12 (83%) Break Points Saved 6/10 (60%)
17 Service Games Played 17
16/61 (26%) 1st Return Points Won 21/66 (32%)
24/47 (51%) 2nd Return Points Won 24/58 (41%)
4/10 (40%) Break Points Won 2/12 (17%)
17 Return Games Played 17
79/124 (64%) Total Service Points Won 68/108 (63%)
40/108 (37%) Total Return Points Won 45/124 (36%)
119/232 (51%) Total Points Won 113/232 (49%)

57 Ranking 108
22 Age 21
Moscow, Russia Birthplace Rome, Italy
Monte Carlo, Monaco Residence Rome, Italy
6’6″ (198 cm) Height 6’4″ (193 cm)
179 lbs (81 kg) Weight 187 lbs (85 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
2014 Turned Pro 2015
8/3 Year to Date Win/Loss 1/2
1 Year to Date Titles 0
1 Career Titles 0
$1,171,135 Career Prize Money $193,541


Luca Fiorino


TAG: , , ,

65 commenti. Lasciane uno!

John (Guest) 12-03-2018 09:38

Contina a migliorare un gradino la volta ed è quasi ai livello di un TOP 50 perchè questa partita un anno fa l’avrebbe persa in due set,vediamo il Chaellenger di Irving che se ben giocato intanto lo proietterebbe nei top 70-80;ma quando inzia?Grazie

65
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
jorginho (Guest) 12-03-2018 00:23

Giocatore ad’ora limitato per il grande livello.

64
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Shuzo (Guest) 11-03-2018 22:54

Scritto da Tifoso degli italiani

Scritto da luigi

Scritto da Giambi.
La vita , lo sport e sopratutto il tennis è così, un dettaglio e cambia tutto a partire dai giudizi. Berrettini sfrutta uno dei 3 break consecutivi , va a servire sul 4/1 e probabilmente batte il n 50 al mondo in un master 1000. Un Dio il nuovo Messia. Invece…. Consiglio un po’ di moderazione nei giudizi , è vero è un gran peccato avere perso questa occasione, ma fa parte di questo tremendo sport. Ma a me resta in mente il recupero pazzesco nel tiebreak, piccola impresa non da molti. Il ragazzo c’è e tra non molto sarà il n2 in Italia. Un anno fa gli avevo pronosticato la top 100 quando era intorno alla 700.ma posizione , credo di non sbagliarmi neanche adesso. Ovvio che sono rimasto malissimo ma si volta pagina, una esperienza in più e si va avanti, in fin dei conti ha almeno 10/12 anni di carriera davanti o no?
</blockquo

Berretto ha avuto un progresso notevolissimo negli ultimi tempi, ancora più ecclatante se paragonato agli striminziti miglioramenti (a volte nemmeno quelli, ahi Donati…) degli altri giovani italici.
a breve sarà il numero 2 in talia, facile pronostico
un carriera intorno al 50 del mondo è alla sua portata

Lo scorso anno iniziò con una vittoria in un future, un quarto a Bergamo, una mancata qualificazione ad un challenger cinese e la finale in quello successivo… quest’anno si è qualificato a Doha e ha battuto Troicki, ha giocato nel tabellone principale nello slam australiano da LL, ha vinto il challenger di Bergamo e ha giocato da LL a IW…
I passi in avanti sono enormi da un anno all’altro… a me vengono un po’ le vertigini a pensare dove può essere tra un anno, se continua a progredire così…

Diciamo che è lecito sperare che Matteo sia un ragazzo predisposto a esprimere il meglio del suo potenziale. Poi se il suo potenziale non sia quello di un futuro vincitore di titoli dello Slam, non è una colpa.
Però ha il potenziale per arrivare tra i top ten.

63
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tifoso degli italiani (Guest) 11-03-2018 22:10

Scritto da luigi

Scritto da Giambi.
La vita , lo sport e sopratutto il tennis è così, un dettaglio e cambia tutto a partire dai giudizi. Berrettini sfrutta uno dei 3 break consecutivi , va a servire sul 4/1 e probabilmente batte il n 50 al mondo in un master 1000. Un Dio il nuovo Messia. Invece…. Consiglio un po’ di moderazione nei giudizi , è vero è un gran peccato avere perso questa occasione, ma fa parte di questo tremendo sport. Ma a me resta in mente il recupero pazzesco nel tiebreak, piccola impresa non da molti. Il ragazzo c’è e tra non molto sarà il n2 in Italia. Un anno fa gli avevo pronosticato la top 100 quando era intorno alla 700.ma posizione , credo di non sbagliarmi neanche adesso. Ovvio che sono rimasto malissimo ma si volta pagina, una esperienza in più e si va avanti, in fin dei conti ha almeno 10/12 anni di carriera davanti o no?
</blockquo

Berretto ha avuto un progresso notevolissimo negli ultimi tempi, ancora più ecclatante se paragonato agli striminziti miglioramenti (a volte nemmeno quelli, ahi Donati…) degli altri giovani italici.
a breve sarà il numero 2 in talia, facile pronostico
un carriera intorno al 50 del mondo è alla sua portata

Lo scorso anno iniziò con una vittoria in un future, un quarto a Bergamo, una mancata qualificazione ad un challenger cinese e la finale in quello successivo… quest’anno si è qualificato a Doha e ha battuto Troicki, ha giocato nel tabellone principale nello slam australiano da LL, ha vinto il challenger di Bergamo e ha giocato da LL a IW…

I passi in avanti sono enormi da un anno all’altro… a me vengono un po’ le vertigini a pensare dove può essere tra un anno, se continua a progredire così…

62
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
luigi (Guest) 11-03-2018 19:08

Scritto da Giambi.
La vita , lo sport e sopratutto il tennis è così, un dettaglio e cambia tutto a partire dai giudizi. Berrettini sfrutta uno dei 3 break consecutivi , va a servire sul 4/1 e probabilmente batte il n 50 al mondo in un master 1000. Un Dio il nuovo Messia. Invece…. Consiglio un po’ di moderazione nei giudizi , è vero è un gran peccato avere perso questa occasione, ma fa parte di questo tremendo sport. Ma a me resta in mente il recupero pazzesco nel tiebreak, piccola impresa non da molti. Il ragazzo c’è e tra non molto sarà il n2 in Italia. Un anno fa gli avevo pronosticato la top 100 quando era intorno alla 700.ma posizione , credo di non sbagliarmi neanche adesso. Ovvio che sono rimasto malissimo ma si volta pagina, una esperienza in più e si va avanti, in fin dei conti ha almeno 10/12 anni di carriera davanti o no?
</blockquo

Berretto ha avuto un progresso notevolissimo negli ultimi tempi, ancora più ecclatante se paragonato agli striminziti miglioramenti (a volte nemmeno quelli, ahi Donati…) degli altri giovani italici.
a breve sarà il numero 2 in talia, facile pronostico
un carriera intorno al 50 del mondo è alla sua portata

61
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
luigi (Guest) 11-03-2018 17:42

l’articolo comnicia con Giornata nefasta per i colori azzurri. 😡
farebbe supporre ad una serie di brutte sconfitte dei nostri: in realtà poi si parla di un’unica partita, una partita contro un giocatore assai più quotato del nostro, e persa in extremis dopo una lotta.

Luca, dai scegli meglio le parole 😉

60
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
DelPo Fan (Guest) 11-03-2018 17:26

Mi risultano diversi forfait a Irving (tra cui Bedene, Tiafoe, Vesely…), Berrettini dovrebbe entrare (notizia però da confermare, l’ho letto da un forum, non una fonte ufficiale).

59
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Shuzo (Guest) 11-03-2018 16:50

Scritto da sasuzzo
Molto soddisfatto dei progressi di Berrettini. Ottimo servizio e dritto, sicurezza negli scambi prolungati, mobilità migliorata, così come il rovescio anche in recupero. Se lascia andare il braccio con più sicurezza (il tie break recuperato insegna), lo step da top 50 sarà completato. La partita è girata su quella terza palla break non sfruttata (palla corta non necessaria a campo aperto) nel quinto game. Ora deve fare di tutto per giocare quasi solo atp.

Condivido pienamente quello che hai scritto. Non condivido invece i commenti di chi critica Matteo in quanto ha giocato meno bene dell’avversario nei momenti topici del match. Se da una parte è sicuramente vero che sia soprattutto la capacità di giocare meglio i punti importanti a fare la differenza tra il livello di un giocatore e quello di un altro, è sicuramente vero che sarebbe assurdo esaltarsi perché Matteo ha giocato alla pari con il numero 57 del mondo, come pure se lo avesse battuto, dall’altra si dimentica che Matteo ha meno esperienza del russo nei tornei ATP, in particolare nei Master 1000.
Quello che mi piace di Matteo è la sua capacità di apprendere da ogni sconfitta e anche i progressi compiuti sul piano tecnico e fisico (insieme a quelli psicologici).
La sua capacità di capitalizzare all’esperienza che fa, spinge a un certo ottimismo. Non dimentichiamo che l’anno scorso iniziò l’anno giocando ancora tornei futures da $ 15.000, per riuscire poi a farsi valere anche a livello challenger, dove si prese anche il lusso di battere qualche top 100. Vedere che adesso si fa rispettare anche a livello ATP, non può che rincorare, soprattutto considerando gli ampi margini di progresso.
Se senza dubbio sul piano mentale deva ancora migliore (e non solo lì), nessuno negherà che ha una testa assai migliore confrontata a quella di Fognini, Seppi e Bolelli quando questi dovevano ancora compiere 22 anni. Considerando che oggi ci si può allenare anche sul piano mentale (e Matteo lo sta facendo), mi sembra assolutamente sbagliato attaccare Matteo solo perché non è riuscito subito a fare centro. Nella vita si impara anche dalle sconfitte e dagli errori e finalmente abbiamo un giocatore capace di farlo.

58
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tifoso degli italiani (Guest) 11-03-2018 16:35

Scritto da Vennera
Era prevedibile che Berrettini diventasse l’atleta di punta della sua generazione?

No. Da under 18 i più forti erano Napolitano e Donati tra i ’95 e Quinzi e Baldi tra i ’96.

57
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Luca96 11-03-2018 16:25

Il russo ha più esperienza a questi livelli ed è dovuta a questa la vincita del match…Matteo dimostra a questi livelli di giocarsela e ci starà tra poco. Sotto con Irving ora 😉

56
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Koko (Guest) 11-03-2018 15:48

La speranza è data dal fatto che con alcuni colpi che sono suoi cavalli di battaglia molto fallosi come la prima di battuta e il dritto incrociato a chiudere (sempre in corridoio contro il Russo) ha comunque fatto partita pari con un buon tennista sul piano strettamente tecnico anche se Medvedev è molto psicologico-scacchista come tennista con un aria furbamente distratta e non mi fa impazzire a livello di fisico perchè sembra spesso uno scoppiatone. Ha l’atteggiamento dimesso alla Klizan furbone in area germanica favorevole a lui (si è il banale discorso della Lebensraum tedesca) che quasi rinuncia al match ma se ti fogninizzi con stupidate tutte latine evitabili (l’assistenzialismo pseudocattolico al “ferito” crocerossato invece dello sbranamento darwinistico del più debole) ti salta addosso battendoti con il tripudio ed il sorrisino dei germanici: uno di loro area per una volta è apparso anche furbo e scugnizzo contro il geneticamente solo furbo! Torneo di area Germanica fondamentale per far quello perchè a Roma Klizan sarebbe stato subissato di fischi come al simulatore con maglia a strisce che si lascia cadere in area mentre li l’atmosfera generale gli era complice!

55
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
LorenzoViola (Guest) 11-03-2018 14:50

Scritto da drummer

Scritto da pazzodicamila
I punti che contano sono quelli importanti. Uno li ha sempre fatti, l’ altro sempre persi. La caratura diversa, confermata dal ranking, si vede tutta. Purtroppo.

sì certo.. infatti sull’ 1-6 del tie-break l’altro li ha fatti tutti i punti..
ma mi chiedo, ok, commentate senza guardare le partite, è evidente, ma almeno prendetevi 5 sec di tempo per leggere lo svolgimento del punteggio, prima di scrivere sciocchezze colossali.. non ci vuole tanto, no?

Stra-quoto! Se avesse visto la partita non avrebbe potuto commentare così, a meno che non segua un’altro sport

54
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
drummer 11-03-2018 14:22

Scritto da pazzodicamila
I punti che contano sono quelli importanti. Uno li ha sempre fatti, l’ altro sempre persi. La caratura diversa, confermata dal ranking, si vede tutta. Purtroppo.

sì certo.. infatti sull’ 1-6 del tie-break l’altro li ha fatti tutti i punti..

ma mi chiedo, ok, commentate senza guardare le partite, è evidente, ma almeno prendetevi 5 sec di tempo per leggere lo svolgimento del punteggio, prima di scrivere sciocchezze colossali.. non ci vuole tanto, no?

53
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sasuzzo (Guest) 11-03-2018 14:16

Molto soddisfatto dei progressi di Berrettini. Ottimo servizio e dritto, sicurezza negli scambi prolungati, mobilità migliorata, così come il rovescio anche in recupero. Se lascia andare il braccio con più sicurezza (il tie break recuperato insegna), lo step da top 50 sarà completato. La partita è girata su quella terza palla break non sfruttata (palla corta non necessaria a campo aperto) nel quinto game. Ora deve fare di tutto per giocare quasi solo atp.

52
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: mazingaz
DYLAN1998 11-03-2018 13:50

Scritto da Ermy
Non si capisce bene perchè Matteo non avendo sfruttato 3 palle break sul 3-1 sia un ingenuo, mentre Medvedev avendo perso un Tie Break da 6-1 sia invece un esperto professionista. Boh.

Finalmente. Tu sia lodato!

51
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ibson 11-03-2018 13:40

Scritto da Elios

Scritto da ibson

Scritto da Rudy
Sembra sempre la solita storia dell’Italrugby….sconfitti ma a testa alta….

Ma cosa caspiterina c’ entra l’ italrugby. Ma da dove le tirate fuori ste perle? Io un’ idea ce l’ ho ma è meglio che non la scrivi

Che alla fine perde sempre questo tipo di partite giocando bene.

Ma tu hai idea di cosa sia l’ italrugby? L’ hai mai vista giocare? Sono 20 anni che colleziona figure barbine in giro per il mondo, non c’ entra assolutamente nulla di nulla

50
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Giambi. (Guest) 11-03-2018 13:39

La vita , lo sport e sopratutto il tennis è così, un dettaglio e cambia tutto a partire dai giudizi. Berrettini sfrutta uno dei 3 break consecutivi , va a servire sul 4/1 e probabilmente batte il n 50 al mondo in un master 1000. Un Dio il nuovo Messia. Invece…. Consiglio un po’ di moderazione nei giudizi , è vero è un gran peccato avere perso questa occasione, ma fa parte di questo tremendo sport. Ma a me resta in mente il recupero pazzesco nel tiebreak, piccola impresa non da molti. Il ragazzo c’è e tra non molto sarà il n2 in Italia. Un anno fa gli avevo pronosticato la top 100 quando era intorno alla 700.ma posizione , credo di non sbagliarmi neanche adesso. Ovvio che sono rimasto malissimo ma si volta pagina, una esperienza in più e si va avanti, in fin dei conti ha almeno 10/12 anni di carriera davanti o no?

49
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: mazingaz
Simone (Guest) 11-03-2018 13:26

Abbiamo un ragazzo di 21 anni che, in un circuito ATP dove a 34-35 anni sei ancora competitivo, si Issa sulla soglia dei 100 e siamo capaci di lamentarci.
Questo se imbrocca una settimana buona in un 250 sul cemento magari entra negli 80 prima di settembre.
Italiani mai contenti e sempre lamentosi

48
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: mazingaz
DelPo Fan (Guest) 11-03-2018 13:25

Scritto da Antonio
Dai raga adesso potrà andare a Irving con calma sperando di non dover giocare le quali ma già ho contato 6 forfait certi ne mancano altri 5

Chi sono i forfait certi? A me risultano solo Medvedev e Kicker ancora in corsa a IW.

47
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
BennyLions 11-03-2018 13:21

Resterà negli occhi il clamoroso recupero nel tie-break del primo set, bravo.

46
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Sandro (Guest) 11-03-2018 13:07

sottoscrivo tutto quello che ha scritto stefan

45
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Antonio (Guest) 11-03-2018 13:00

Dai raga adesso potrà andare a Irving con calma sperando di non dover giocare le quali ma già ho contato 6 forfait certi ne mancano altri 5

44
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
DelPo Fan (Guest) 11-03-2018 12:49

Scritto da pazzodicamila
I punti che contano sono quelli importanti. Uno li ha sempre fatti, l’ altro sempre persi. La caratura diversa, confermata dal ranking, si vede tutta. Purtroppo.

Quindi i 5 set point consecutivi del primo set non erano importanti? 😀

43
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Stefan (Guest) 11-03-2018 12:47

@ pazzodicamila (#2052777)

Erano importanti anche quelli del tb e li ha vinti lui

42
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
pazzodicamila 11-03-2018 12:27

I punti che contano sono quelli importanti. Uno li ha sempre fatti, l’ altro sempre persi. La caratura diversa, confermata dal ranking, si vede tutta. Purtroppo.

41
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Stefan (Guest) 11-03-2018 12:20

@ Elios (#2052758)

Può essere ma se il numero 50 fosse nettamente più forte non sarebbe arrivato a vincere 6-4 al terzo

40
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Cristian (Guest) 11-03-2018 12:01

Scritto da Gabriele da Firenze
Tutte le volte che Berrettini perde (ovviamente parlo del livello Atp e non challenger dove invece spesso fortunatamente vince) tutti a scrivere che perdere gli serve da lezione e che quindi dall’aver perso imparererà a vincere…mah, quando gioca a questo livello vedo sempre gli stessi problemi da mesi, problemi che chi lo guida evidentemente non riesce a migliorare e che sono sempre il solito rovescio (Medverev appena poteva gli giocava lì e sistematicamente faceva sempre punto) e la mobilità, sempre molto problematica. In questa partita, inoltre, il servizio non gli è stato di grande aiuto e quando a uno servizio-dipendente come lui gli cala il servizio ovviamente entra in crisi. Stanotte, poi, nei momenti topici non ha avuto la lucidità (o cattiveria) necessaria a gestire ciò che invece avrebbe dovuto fare, a dare la zampata decisiva, e sto parlando dell’ormai famoso 3-1 del secondo set quando era in vantaggio 40-0 sulla battuta del russo, momento in cui avrebbe potuto mettere una seria ipoteca sul match se solo avesse saputo sfruttare una delle cinque palle break avute a disposizione. Lì è stata la svolta dl match, il russo si è risvegliato, ha alzato il livello mentre Matteo ha cominciato ad arrancare. Peccato. Tutti scrivono che tutto questo fa esperienza, speriamo che tutta questa esperienza prima o poi gli faccia fare il salto che merita. Io con molta perseveranza e cocciutaggine continuo ad amarlo e a sperarci. Forza Matteo, crediamoci.

lo ami? ad ogni match che sta perdendo ci vai giù pesante, non si direbbe.
Sbaglio o Matteo si sta affacciando ora al circuito ATP? secondo te si fa il salto dai challenger continuando a vincere come nulla fosse?? non pensi ci sia un periodo di stallo? un periodo per abituarti ad altri tipi di giocatori, emozione di giocare determinati tornei che hai visto solo in televisione, con gente più rodata ed esperta che sa come impallinarti. Matteo ieri ha giocato una buonissima partita, non è stato cosi scandaloso neanche di rovescio come dici, ieri specialmente il back funzionava alla grande e dava grattacapi al russo, perché non riusciva a spingere e giocare di ritmo, Santopadre sta facendo un ottimo lavoro, le smorzate e i back sono merito suo, e potranno rivelarsi una grande arma in molte partite. Andateci cauti con i commenti, i giocatori non sono belli e bravi solo quando vincono, e basta analizzare di più il match o semplicemente averlo visto, per capire quanto il nostro abbia giocato bene, anche con il rovescio e in risposta stavolta.

39
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: drummer, circ80
Elios (Guest) 11-03-2018 11:59

Scritto da ibson

Scritto da Rudy
Sembra sempre la solita storia dell’Italrugby….sconfitti ma a testa alta….

Ma cosa caspiterina c’ entra l’ italrugby. Ma da dove le tirate fuori ste perle? Io un’ idea ce l’ ho ma è meglio che non la scrivi

Che alla fine perde sempre questo tipo di partite giocando bene.

38
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Stefan (Guest) 11-03-2018 11:58

Vado a memoria, più di un anno fa oltre la posizione 500, ora alle soglie dei primi 110. Ieri ha giocato alla pari con un coetaneo che però è già un paio danni che si esprime a buoni livelli, intorno alla posizione 50. Nel primo set sotto 6-1 nel tb ha vinto 8-6 dando dimostrazione di carattere notevolissimo. È vero, ha perso, ma 6-4 al terzo, purtroppo ci può stare, ma da qui a dire che è un perdente o uno che nn può fare una buona carriera nn è corretto. Il nostro movimento esprime questo ed è già tanto. I nostri primi tre giocatori sono over 30, due più vicini ai 40 che ai 30, avere un ragazzo così giovane, migliorato tanto negli ultimi due anni e con buoni margini di miglioramento per me è tanta roba.

37
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: circ80
Rod (Guest) 11-03-2018 11:55

Peccato..bravo comunque

36
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sander (Guest) 11-03-2018 11:41

Bisogna dire bravo a Matteo perche’ e’ li, se la gioca con tutti ed e’ in crescita.
Detto questo voglio fare un copia e incolla di quello che avevo scritto dopo la semi di Bergamo contro Zopp….deve imparare a gestire la tensione della sindrome dell’arrivo alla sua meta importante.

24-02-2018 21:04
Grande Berrettini, come detto precedentemente lo vedo come un ragazzo molto serio che ha fame di risultati, ha fame di arrivare e questa e’ una grande qualita’.
A livello mentale noto che quando il match si gioca gomito a gomito riesce spesso a dare qualcosa in piu’ rispetto all’avversario.
Il problema che invece ho notato piu’ di una volta e’ quando l’avversario e’ pronto a gettare la spugna per andare sotto la doccia, Matteo si irrigidisce e perde lucidita’.
Lo ricordo anche nella finale di San Benedetto con Djere dove sul 40-0 e servizio e’ andato in “agitazione” rischiando di compromettere il match.
A mio modo di vedere il motivo di questa tensione e’ dovuto al fatto che si ritrova solo all’ultimo passo prima di una meta importante (vittoria challenger o finale)e in quel momento la tensione agonistica usualmente positiva che lo contraddistingue si porta a dei picchi esagerati andando in over facendogli perdere la barra dell’equilibrio.
E’ molto bello avere un tennista giovane che ha cosi’ voglia di arrivare, a tutti i costi, ma bisogna anche imparare ad aggiungere un pizzico di serenita’ in piu’ in certi momenti, il suo staff dovra’ indirizzarlo in questo senso.
131

35
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Vennera 11-03-2018 11:40

Era prevedibile che Berrettini diventasse l’atleta di punta della sua generazione?

34
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 11-03-2018 11:39

Non ho visto la partita, però conosco Medvedev, che non sarà un fenomeno ma è un tennista di tutto rispetto e il punteggio parla di una sfida equilibratissima. Certo, c’è il rammarico per un’occasione persa, ma se sarà una tappa per una crescita mentale e tecnica significativa anche la sconfitta può essere benvenuta. Il problema dei nostri tennisti di “seconda fascia” è che questo non sempre avviene e le sconfitte tirate rimangono lì, come le occasioni più ghiotte perse nel corso della stagione. Speriamo che non sia il caso di Berrettini, che credo farà bene a puntare soprattutto su questo tipo di superficie, trascurando un po’ la nativa terra, che non mi pare confacente alle sue caratteristiche fisiche e tecniche.

33
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
DelPo Fan (Guest) 11-03-2018 11:27

Scritto da ibson

Scritto da Rudy
Sembra sempre la solita storia dell’Italrugby….sconfitti ma a testa alta….

Ma cosa caspiterina c’ entra l’ italrugby. Ma da dove le tirate fuori ste perle? Io un’ idea ce l’ ho ma è meglio che non la scrivi

Che poi in realtà l’Italrugby il tempo delle sconfitte onorevoli lo rimpiange amaramente, negli ultimi tempi la prendono sempre a sberle…

32
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Andre77 (Guest) 11-03-2018 11:10

Vorrei dare un consiglio a tutti gli appassionati che seguono questo sito ed il tennis italiano in generale, cerchiamo nel limite del possibile di non essere troppo umorali nei commenti, vediamo un po più le cose come realmente stanno, Fogna probabilmente ha sofferto oltre che un buon avversario (non una pippa come qualcuno ha scritto) un po di pressione in più per il nuovo avvicinamento alla top ten, a tal proposito eviterei di creare eccessive aspettative in tal senso, ha davanti giocatori forti e non è facile scalare ancora il rangking, mentre Berrettini ha giocato una ottima partita contro un giocatore forte e molto più avanti di lui, Medvedev è almeno 2-3 anni che gioca prevalentamente Atp, Berrettini sta iniziando adesso.. Cerchiamo di essere più equilibrati nel bene e nel male.

31
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Nevskij (Guest) 11-03-2018 11:04

Un match molto solido di Berrettini contro un avversario che quest’anno a Sidney ha dato stese in fila a Lorenzi e Fognini. Prima volta che seguo bene un match del romano. Cosa dire? Ottimo fisico, giocatore moderno dotato di gran servizio e dritto efficace. Abbastanza rapido negli spostamenti. Di soddisfazioni in carriera se ne toglierà tante. Può chiudere già da secondo miglior giocatore italiano l’anno, anche intorno al 50. A questi livelli conta mettere su partite e ore di gioco. Va bene così con Medvedev, chi parla di occasioni perse che non ricapiteranno ha capito poco del gioco.

30
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
DelPo Fan (Guest) 11-03-2018 10:59

Pensando ai prossimi impegni, domani partiranno le quali a Irving (main draw martedì). Non so se Matteo possa entrare in md dato che le entry list non sono ancora aggiornate, ma spero che vada in ogni caso, per riprendere a vincere qualche partita in vista di Miami. A Miami bisogna centrare il tabellone principale senza “aiutini”.

29
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sandro (Guest) 11-03-2018 10:44

Il salto di qualità negli ultimi dodici mesi c’è stato ed è molto alto. I vari step dei quali ad esempio parla Gabriele verranno sicuramente, ma ci vuole tempo. Il russo di ieri sera, così come altri giocatori del 96 e del 97, sono da più tempo nel circuito che conta e questo per adesso fa la differenza. Faccio notare che comunque ha recuperato un set praticamente perso facendo sette punti conseguitivi. Purtroppo non ha saputo capitalizzare il vantaggio.

28
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tifoso degli italiani (Guest) 11-03-2018 10:40

@ Ermy (#2052676)

Concordo. Aggiungo che mi sembra anche assurdo non notare i miglioramenti negli altri fondamentali: risposta e rovescio sono e saranno sempre più deboli di servizio e dritto, ma è evidente che ci stiano lavorando. Inoltre sempre bello vedere sia le diverse soluzioni che riesce a trovare (palla corta, pallonetto…) in attacco e in difesa sia alcune belle discese a rete… anche qui non è stato perfetto al 100%(si ricordano due/tre errori gravi), ma è importante avere nel bagaglio anche queste armi.

Forza Matteo!

27
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Betafasanone (Guest) 11-03-2018 10:40

L’ultimo game l’ha regalato all’avvesario…se avesse tenuto l’altro era cotto!!

26
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Betafasanone (Guest) 11-03-2018 10:33

Grande occasione che difficilmente capiterà ancora in un 1000 pt!! Spero vai renda conto per il futuro che deve mantenere la concentrazione alta nei punti importanti della partita, cosa che ha fatto poco!!!

25
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
makko (Guest) 11-03-2018 10:31

Io, Berrettini non lo conosco personalmente per cui non posso parlare con cognizione di causa, ma per qualche atleta l’ottica con cui lui viene guidato di non.pensare ai risultati immediati e di vedere tutto in una prospettiva a medio-lungo termine, puo’ essere deleteria, gli toglie quella fame che nello sport è fondamentale.Dico questo perché a fronte di progressi tecnici che si avvertono, io rilevo un’involuzione da un punto di vista agonistico, in origine il suo tratto distintivo, che mi preoccupa assai.

24
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Mf 11-03-2018 10:31

Bravo berretto, che anche non standomi a cuore, oggi riconosco che ha fatto una ottima prestazione.
Le palle break non sfruttate? Anche a livello challenger é successo spesso, poi in molti casi é riuscito lo stesso a vincere con grande grinta o per pochezza degli avversari, qui c’era Medvedev, uno che ha battuto a WB un certo Wawrinka.
Io direi che se hai 5 palle per il doppio break e tutte e 5 le giochi male tu , stranamente vuol dire che sei moolto in pressione e ciò é abbastanza strano essendo lo sfavorito, anche vero che nelle partite l’esperienza generale conta.
Se non sbaglio, nel terzo ha avuto un PB sul 4 pari , poi in precedenza ha sbagliato un passante in un punto fondamentale girandosi sul dritto. Nell’insieme ha giocato molto bene, peccato per le risposte affossate con il rovescio…
Appena saprá gestire meglio i momenti del match,se ne vedranno delle belle.
Però ha buttato LUI la partita, Medvedev é salito sì, ma sul 1-3 0-40 , era nel pallone e sembrava Berrettini il 57…

23
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Gabriele da Firenze 11-03-2018 10:25

Tutte le volte che Berrettini perde (ovviamente parlo del livello Atp e non challenger dove invece spesso fortunatamente vince) tutti a scrivere che perdere gli serve da lezione e che quindi dall’aver perso imparererà a vincere…mah, quando gioca a questo livello vedo sempre gli stessi problemi da mesi, problemi che chi lo guida evidentemente non riesce a migliorare e che sono sempre il solito rovescio (Medverev appena poteva gli giocava lì e sistematicamente faceva sempre punto) e la mobilità, sempre molto problematica. In questa partita, inoltre, il servizio non gli è stato di grande aiuto e quando a uno servizio-dipendente come lui gli cala il servizio ovviamente entra in crisi. Stanotte, poi, nei momenti topici non ha avuto la lucidità (o cattiveria) necessaria a gestire ciò che invece avrebbe dovuto fare, a dare la zampata decisiva, e sto parlando dell’ormai famoso 3-1 del secondo set quando era in vantaggio 40-0 sulla battuta del russo, momento in cui avrebbe potuto mettere una seria ipoteca sul match se solo avesse saputo sfruttare una delle cinque palle break avute a disposizione. Lì è stata la svolta dl match, il russo si è risvegliato, ha alzato il livello mentre Matteo ha cominciato ad arrancare. Peccato. Tutti scrivono che tutto questo fa esperienza, speriamo che tutta questa esperienza prima o poi gli faccia fare il salto che merita. Io con molta perseveranza e cocciutaggine continuo ad amarlo e a sperarci. Forza Matteo, crediamoci. 🙂

22
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ermy (Guest) 11-03-2018 10:20

Non si capisce bene perchè Matteo non avendo sfruttato 3 palle break sul 3-1 sia un ingenuo, mentre Medvedev avendo perso un Tie Break da 6-1 sia invece un esperto professionista. Boh. Io credo che Berrettini abbia fatto una ottima partita. Si sono visti miglioramenti soprattutto in risposta. Il suo gioco è basato sul servizio e sul dritto, e con questi 2 fondamentali può andare lontano. Deve riuscire ad essere meno attaccabile sul rovescio (non ha un passante sicuro) e migliorare a rete. Si può fare. Vai Matteo, sei al momento la nostra migliore speranza.

21
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Steonex (Guest) 11-03-2018 10:19

Peccato! Sul secondo se 1-3 0-40 se lo doveva mangiare! Medved stava giocando con superficialità… grande occasione ben costruita per impegno e concentrazione e poi sprecata per mancanza di un po’ di cattiveria ed esperienza a stare ad alti livelli! Speriamo metta in cascina e serva per il futuro.
Comunque a prescindere da possibili o no miglioramenti tecnici mi sembra un ragazzo serio e disciplinato che merita. Buona domenica a tutti

20
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Luca Fiorino 11-03-2018 09:58

@ Vinny68 (#2052617)

Hanno la stessa età ma non la stessa esperienza nel circuito e questo è innegabile. Sono convinto che un Matteo più maturo, magari un Matteo con alle spalle altre 10 partite ATP, questa partita l’avrebbe gestita meglio. C’è rammarico ma soprattutto consapevolezza che partite come questa fanno crescere tanto.

19
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
El kid di Las Vegas (Guest) 11-03-2018 09:54

Ghiotta Occasione persa

18
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Vinny68 (Guest) 11-03-2018 09:48

Tutti che gli fanno i complimenti, il tennis è uno sport molto particolare, si deve vincere e basta sfruttando le occasioni che ti capitano, poi c’è un avversario che quasi sempre ti darà la possibilità di infilarti nella strada giusta . E’ quello il momento dei punti pesanti, il tennista vero si vede in quei momenti, a questi livelli tutti sono fortissimi e la differenza si fa nei punti importanti e Matteo nel secondo set nel 3 a 1 ,0 40 è riuscito nei punti decisivi per mandare a casa il russo a mandare in rete tre diritti, il russo non ha fatto un punto suo, poi ha preso fiducia , ma questo è normale, RIPETO son tutti forti, sono tra i primi cento al mondo , tecnicamente la differenza è minima, è la testa che fa la differenza, poi non mi parlate di esperienza perché sono coetanei, sono molto dispiaciuto.

17
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
mauro59 (Guest) 11-03-2018 09:48

Scritto da Tutto Dritto
Cmq Bravo

Io pronosticato Berrettini perché lo ritenevo e ritengo tuttora superiore al russo che per me resta un discreto tennista e niente più. Medvedev è un cinico l’ho visto in moltissimi match dove era morto quando l’avversario giocava bene, ma è stato capace di rimanere in partita è buttarsi sui momenti di crisi altrui.

16
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Teuz (Guest) 11-03-2018 09:46

Diciamo che sul 31 0-40 ha sprecato malissimamente una delle tre pb, poteva chiudere un dritto abbastanza comodo dal centro invece ha fatto una smorzata che è appena arrivata alla rete… ad ogni modo è stato miracoloso il primo set vinto, quindi pochi rimpianti ma un po’ di amaro in bocca…

15
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ibson 11-03-2018 09:38

Scritto da Rudy
Sembra sempre la solita storia dell’Italrugby….sconfitti ma a testa alta….

Ma cosa caspiterina c’ entra l’ italrugby. Ma da dove le tirate fuori ste perle? Io un’ idea ce l’ ho ma è meglio che non la scrivi

14
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tutto Dritto (Guest) 11-03-2018 08:58

Cmq Bravo

13
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Fighter 90 11-03-2018 08:56

Scritto da Grande
Bravissimo Berrettini, ma purtroppo ha perso per inesperienza, ma ha dimostrato di poter combattere ad alti livelli con tennisti di levatura nettamente superiore. Per me entro l’anno può già entrare nei Top 50.

Direi che la top50 per quest’anno è altamente improbabile. Se chiudesse nei 100 sarebbe già un grandissimo traguardo,per nulla scontato.

Berretto è senza dubbio un grande talento del tennis italiano,insieme ad altri che stanno uscendo fuori dal guscio,ma è inutile parlare di traguardi irrealizzabili quantomeno a breve termine. Devono ancora fare diversi step tecnici,tattici e mentali.

12
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Giorgio69 (Guest) 11-03-2018 08:47

Guardate che giocare alla pari con Medvedev e tanta roba. Il livello e5 molto alto.

11
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Becuzzi_style (Guest) 11-03-2018 08:45

@ Rudy (#2052553)

🙂 🙂

10
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Rudy (Guest) 11-03-2018 08:32

Sembra sempre la solita storia dell’Italrugby….sconfitti ma a testa alta….

9
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Gabriele da Firenze
Elios (Guest) 11-03-2018 08:20

Scritto da oreste
Sul 2 set tanto rammarico per quel 0-40 su servizio medvedev quando si era sul 3-1 per berrettini…da quel momento in poi medvedev è salito tantissimo..bravo comunque matteo a lottare fino alla fine

È stato berrettini che è calato vistosamente. Medvedev era morto tennisticamente. Matteo si è rilassato e ne ha pagato le conseguenze. Spero che gli serva da lezione per le prossime uscite, con zopp gli era andata bene , però quando la asticella si alza succede questo.

8
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tennismania (Guest) 11-03-2018 08:16

L’ho visto molto migliorato anche con il rovescio, l’unica pecca evidente ora mi sembra nella mobilità, dovuto anche all’altezza, in generale ottima prova, la partita come ha detto qualcuno è girata nel secondo set, ma anche Fognini giocatore con tutt’altra esperienza, l’ha persa in modalità simile non concretizzando nel secondo set ben due break a suo vantaggio, ….concludendo il ragazzo si farà ottima esperienza!

7
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Elios (Guest) 11-03-2018 08:12

Rammarico rammarico. Sempre ingenui quando si tratta di andare ad ammazzare un match.

6
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
oreste (Guest) 11-03-2018 07:52

Sul 2 set tanto rammarico per quel 0-40 su servizio medvedev quando si era sul 3-1 per berrettini…da quel momento in poi medvedev è salito tantissimo..bravo comunque matteo a lottare fino alla fine

5
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
drummer 11-03-2018 07:51

Qualche errore di troppo, con scelte rivedibili, nei momenti chiave, soprattutto sull’ 1-3 0-40 del secondo set, per me l’ha persa lì. Per il resto è evidente che quello è un livello dove ci sta benissimo, questione di (poco) tempo.

4
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Beppe (Guest) 11-03-2018 07:26

Bravissimo da segnalare per correttezza e signorilità spero di vederlo al più presto.ti prego rimani lontano da personaggi negativi vedi ilFOGNA

3
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: NexGenItaly
Elio 11-03-2018 07:03

Ancora uno che vede un top 50 dopo una “buona” sconfitta. Ma basta ❗ 🙄

2
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ffedee
Grande (Guest) 11-03-2018 03:50

Bravissimo Berrettini, ma purtroppo ha perso per inesperienza, ma ha dimostrato di poter combattere ad alti livelli con tennisti di levatura nettamente superiore. Per me entro l’anno può già entrare nei Top 50.

1
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: Elio