Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Ashleigh Barty: ritorno al futuro

14/06/2016 08:25 5 commenti
Ashleigh Barty classe 1996
Ashleigh Barty classe 1996

Nel giorno del ritiro della campionessa cinese Li Na, una giovane australiana piuttosto tormentata decise di prendersi una pausa dal tennis a tempo indeterminato, scioccando il mondo perché all’epoca solo 18enne e alludendo a problemi di stress e a una difficoltà nel gestire le tante aspettative che un intero Paese sembrava riporre su di lei: si tratta dell’australiana Ashleigh Barty, ritiratasi nel 2014 quando i risultati conseguiti stavano diventando davvero importanti (3 finali Slam in doppio in coppia con la Dellacqua e una quasi top100 in singolare) ma incapace di mantenere un rapporto sano con il mondo del tennis.

In quelle settimane i tabloid aussie si sbizzarrirono: la Barty che si rifugia in famiglia, la Barty che si converte in giocatrice di cricket, la Barty che vive male la propria omosessualità…illazioni belle e buone, per una verità che solo la simpatica tennista conserva da allora dentro di sé, il luogo più sicuro dove nascondere i propri turbamenti.

Grandi rimpianti per gli addetti al lavoro, per i tanti appassionati australiani, per chi in generale riponeva in Ashleigh il desiderio di ritrovare una campionessa australiana dopo un’attesa lunga un’eternità: eppure ultimamente, il circuito ha ritrovato il sorriso della Barty, senza troppo clamore, in silenzio, perché così con la discrezione con cui si era allontanata adesso è tornata.

La lieta novella si è verificata sui verdi prati di Nottingham, dove da qualificata si è convertita nella sorpresa del torneo, con un risultato tanto inatteso quanto piacevole: l’augurio che le possiamo rivolgere è che Ashleigh abbia riscoperto l’amore per il tennis e per tutto ciò che ruota attorno ad esso, riuscendo a cogliere il bello della popolarità e relativizzando la pressione e gli aspetti negativi che derivano dal ricoprire il suo ruolo. Tira un sospiro di sollievo l’Australia che si (ri)affida a un nuovo teenager tennistico: il futuro è decisamente roseo nella terra dei canguri, speriamo lo sia soprattutto per la Ashleigh Barty persona.


Alessandro Orecchio


TAG: ,

5 commenti

cataflic (Guest) 14-06-2016 12:03

Era una promessa crack da prime 10 wta, forse un po’ leggerina.

5
Losvizzero 14-06-2016 11:37

😳 😳 😳

4
Perché le cellule simultanee si chiamano così??.#mafuoriceilsole (Guest) 14-06-2016 09:58

@ radar (#1622992)

Si eastbourne, mi sono confuso…

3
radar 14-06-2016 09:16

Sull’erba gioca alla grande: nell’ITF di Eastbourne semifinale persa con l’altra “erbivora” Riske, a Nottingham si è arresa solo alla Pliskova nei quarti.

In entrambi i casi ha perso dalla vincitrice del torneo: 11 W e 2 L.

A caccia della wc australiana per Wimbledon, nella cui corsa è in pole position: bentornata!

2
Perché le cellule simultanee si chiamano così??.#mafuoriceilsole (Guest) 14-06-2016 08:44

Allora itf di surbinton e arrivata in semi perdendo dalla riske 7/6(5) 7/5 e ricordo che la riske sulla erba è forte.
Poi a Nottingham, ha passato le quali ( battendo gente come goncalves e paszek,). Nel md ha battuto 6/2 6/1 la peng e la hlavachkova 6/0 4/6 6/2 prima di cedere lottando contro la tds 1 la pliskova col punteggio di 7/6 ( 6) 7/6 ( 7) ed adesso e tornata subito 588 wta.
Questa settimana, invece, giocherà l itf di ilkley

1