Giorni da Future Copertina, Future

Giorni da Futures: buon inizio per gli azzurri. All’interno i commenti di Ornago e Di Nicola

08/06/2016 22:28 1 commento
Nella foto Fabrizio Ornago
Nella foto Fabrizio Ornago

Dopo circa un mese di assenza, torna la rubrica dedicata agli azzurri impegnati nel difficile circuito dei tornei Futures. Dopo un inizio di stagione così così, finalmente i nostri tennisti italiani, negli ultimi 30 giorni, stanno vincendo con regolarità Futures. Gli ultimi, in ordine di tempo, sono stati Di Nicola a Frascati (prima volta per il ventenne di Avezzano), Crepaldi a Pula, Quinzi in Bosnia e Bellotti a Padova e due volte in Croazia.
Questa settimana il Futures italiano si gioca a Bergamo al Tennis Club CittĂ  dei Mille.
Buone risposte sono giunte dai giovani Pellegrino (’97) e Stefanini (’96), approdati ai quarti del torneo lombardo eliminando rispettivamente Pietro Rondoni (6-3 6-4 il parziale finale) e il giĂ  citato Gianluca Di Nicola, sconfitto a sorpresa 6-1 6-3. Nei migliori otto del torneo troviamo anche Riccardo Bellotti, una sicurezza a questi livelli, in attesa di Adelchi Virgili, impegnato contro il portoghese Gonçalo Oliveira, n°8 del seeding.

In Turchia, al solito Futures organizzato ad Antalya su cemento outdoor, esordio positivo per tre dei quattro azzurri impegnati. Bonadio, Fortuna e Vilardo passano agevolmente il primo turno, mentre Lorenzo Frigerio, fresco di best ranking (n°754 Atp), si fa sorprendere dal britannico Paris in tre set lottati.

Julian Ocleppo si è qualificato per i quarti del Futures su cemento organizzato in Mozambico. Il 18enne italiano non ha avuto grossi problemi a superare i primi due turni, e affronterĂ  per l’accesso in semifinale lo statunitense John Lamble, 24enne n°1034 Atp. L’avversario è alla portata di Ocleppo che, in caso di successo, guadagnerebbe 6 punti in classifica che gli darebbero la possibilitĂ  di poter accedere ai tabelloni principali di molti Futures in calendario. Programmazione intelligente che al momento sta dando i frutti sperati.

Roberto Marcora è l’unico azzurro presente nel tabellone principale del Futures F5 di Romania. Il tennista lombardo, testa di serie n°1 del tabellone, è alla ricerca del primo acuto stagionale e il torneo rumeno può essere l’occasione giusta. Il 26enne tennista di Milano affronterĂ  al secondo turno il tedesco Florian Fallert, dopo aver sofferto nel primo turno contro il 28enne serbo Katic, avversario in salute e reduce dalla finale persa in Bosnia contro il nostro Quinzi.

Le sorprese fino a questo punto della settimana, per motivi differenti, sono sicuramente Antonio Mastrelia e Fabrizio Ornago. Il 21enne tennista di Torre del Greco, torna a vincere un match del main draw di un Futures a distanza di un anno e mezzo dall’ultima volta (dicembre 2014 primo turno del Futures F13 d’Iran contro il malese Merzuki). Il campano, dopo aver superato i tre turni di qualificazione, ha sconfitto il macedone Durguti con il risultato netto di 7-5 6-0, regalandosi la sfida al secondo turno contro la tds n°1 Dimitar Kuzmanov, giocatore di livello ammirato nei Challenger di Napoli e Barletta.
Sorprende anche la crescita continua del milanese Ornago che sta disputando una buona stagione che gli sta permettendo di scalare la classifica mondiale. Il tennista classe 1992 ha centrato i quarti di finale del Futures F3 di Polonia, che si sta disputando sui campi in terra battuta del Tenis Club di Sopot, partendo dalle qualificazioni e battendo due giovani classe 1998 nei primi due turni. Vittoria contro pronostico è certamente l’ultima contro il tedesco Altmaier, uno dei migliori under18 europei attualmente in circolazione e giĂ  n°683 Atp.

Proprio il tennista lombardo commenta per i lettori di livetennis.it la vittoria contro Daniel Altmaier e il buon momento di forma che sta attraversando ultimamente.
Ornago: “sto lavorando tanto col mio team e credo che a lungo termine partite come quelle contro Altmaier arriveranno con piĂą costanza, non è facile mettere insieme tutti i pezzi fin da subito, infatti qualche match un po’ così c’è stato ma sono fiducioso. Contro il tedesco ho cercato di stare il piĂą possibile attaccato al punteggio e al risultato, con un atteggiamento propositivo e mai passivo. Ci tenevo e sentivo di poter fare bene. Spero di portare quest’attitudine anche nei prossimi match”.

Da Bergamo abbiamo contattato l’abruzzese Gianluca Di Nicola, abbastanza deluso dopo la sconfitta contro il connazionale Jacopo Stefanini.
Di Nicola: “non sono affatto soddisfatto della partita. Senza togliere meriti al mio avversario, che ha disputato un buon match, ho avuto molte difficoltĂ  ad adattarmi al campo indoor, che era ai limiti della regolaritĂ . Purtroppo la pioggia ci ha impedito di giocare outdoor e giocare su quel campo è stato parecchio complicato. Mi dispiace molto essere stato eliminato dal torneo soprattutto dopo aver giocato davvero bene contro Crepaldi nel primo turno. Pazienza, spero vada meglio il prossimo torneo.”


Antonio Galizia


TAG:

1 commento

orazio (Guest) 09-06-2016 08:54

C’era un motivo per cui Di Nicola ha perso con Stefanini..

1

Lascia un commento