Mondo Junior Copertina, Generica, Junior

Mondo junior: Dalla Valle e Berrettini super in Francia, bene Guerrieri in Bulgaria. In esclusiva le parole di Fonio e Dalla Valle. Nel femminile eliminata Tatiana Pieri

13/04/2016 09:59 28 commenti
Nella foto Giovanni Fonio
Nella foto Giovanni Fonio

Avvio di settimana roseo per i giovani azzurri impegnati nei tornei itf under 18 di grado 2 in corso di svolgimento in Francia e Bulgaria. All’Open d’Istres di Francia, avanzano al turno successivo cinque italiani su sette.

Eliminato Riccardo Balzerani. Il reatino è stato sconfitto 6-2 6-2 dallo spagnolo Barranco Cosano, ma è stato vittima di un problema alla spalla che gli ha impedito di servire bene e quindi di essere al 100% e lo ha costretto a rinunciare ai quarti di finale di doppio in coppia con Dalla Valle. Un infortunio che non ci voleva per l’italiano alla ricerca dei punti che gli permetterebbero di entrare nel tabellone principale del Roland Garros junior. Eliminato anche il veneto Mattia Bedolo battuto dalla tds n°3 del seeding Guell Bartrina per 4-6 6-2 6-0.

Jacopo Berrettini è la sorpresa più bella del primo turno. Il romano ha battuto il forte francese Added, n°5 del seeding, con un netto 6-3 6-2. Buone vittorie anche per i giovani Ramazzotti (2-6 6-1 6-0 al qualificato Blanchet) e Fonio (6-3 6-1 al francese Angel), mentre continua l’ottimo momento di forma Enrico Dalla Valle, che elimina il francese Louis Tessa, testa di serie n°4 del tabellone per 6-2 6-4. Avanza anche il calabrese Corrado Summaria. La tds n°2 sconfigge l’americano Ayeni 7-6 6-1.

In campo femminile unica azzurra ad accedere al secondo turno è Lucrezia Stefanini, che batte 6-1 6-3 la francese Bozinovic. Salutano il torneo francese invece la Bilardo, che si ritira nel terzo set del match con la russa Kazionova, e Tatiana Pieri, tds n°4, eliminata dalla Leonard per 2-6 7-6 7-6.

In Bulgaria, alla Plovdiv Cup 2016, passa il primo turno Andrea Guerrieri. Il reggiano, dopo un periodo di lieve appannamento, sembra essere tornato quello di inizio stagione. La vittoria per 6-3 7-5 contro il britannico Alastair Gray ne è la prova. Al secondo turno l’azzurro sfiderà la WC bulgara Palazov.

In esclusiva livetennis, le parole dei giovani Enrico Dalla Valle e Giovanni Fonio, impegnati nell’Open d’Istres.

Dalla Valle: “Contro Tessa ho giocato una buonissima partita, giocando in maniera aggressiva cercando sempre il punto visto che il francese è un giocatore solido. Sono riuscito a gestire bene il vento che qui ad Istres è molto forte e sono molto contento della partita giocata e del livello di gioco espresso. E’ un periodo molto positivo per me, sono stato molto felice anche di aver raggiunto la finale a Cap D’Ail . È stato davvero un bel torneo perché partendo dalle qualificazioni sono riuscito ad arrivare fino alla finale, giocando molte partite di livello. Per questo torneo l’obiettivo è sicuramente quello di fare bene, migliorarmi ed esprimere il mio tennis. Sinceramente non lo so se riuscirò a qualificarmi per le qualificazioni del Roland Garros, questo è solamente il terzo torneo a livello junior, sto giocando bene e spero di continuare in questo modo. Nel caso avrò la possibilità di poter giocare il Roland Garros sarà fantastico”.

Fonio: “La partita contro il francese è stata caratterizzata da un forte vento, per fortuna sono stato in grado di gestire meglio le condizioni rispetto al mio avversario e quindi a vincere la partita, la prossima sfida giocherò contro il canadese Lin, che è un giocatore solido da fondo, che gioca di ritmo ed ha due buoni fondamentali, sarà una partita lottata nella quale sarà necessario essere aggressivo ed avere in mano il gioco. Nelle prossime settimane giocherò Beaulieu-sur-Mer e i tornei junior in Italia per cercare la qualificazione agli slam”.


Antonio Galizia


TAG:

28 commenti. Lasciane uno!

marcos (Guest) 14-04-2016 00:36

A me pare normale che un 18enne di 1.90cm per 85kg, che gioca dalla mattina alla sera da quando ha 10 anni, sia più avanti di un 18enne di 1.75 per 60kg, che gioca dalla mattina alla sera da quando ne ha 15. Avere tanti 18/20enni italiani che calcano i campi di santa margherita o sharm per conquistare un punto atp non significa avere in mano i campioni del futuro. E’ vero che ci sono 4/5 giovanissimi stranieri già in grado di giocare a livello pro: questi sono stati numeri uno nell’Itf U18 negli ultimi anni. E’ anche vero che mediamente il top del proprio tennis si raggiunge ormai dopo i 24/25 anni: l’età media dei migliori sta avanzando, per diverse ragioni. Si allenano, riposano, si curano e si alimentano meglio dei loro predecessori. L’età non è un indicatore corretto per ipotizzare il futuro di un tennista. L’indicatore migliore è il tempo impegnato ad allenarsi seriamente (intendo mattina e sera, tutti i giorni): tolti gli infortuni, 5/6 anni di lavoro duro sono necessari per capire dove potrai arrivare…e, magari, al tuo meglio arrivi dopo 10 anni di dura gavetta. Se inizi a 12 anni a lavorare duramente (perchè il fisico te lo consente e decidi di saltare scuola), allora a 18/20 puoi ipotizzare il tuo futuro. Se inizi dopo, arriverai dopo. Non è detto, però, che chi parte prima arriva più in alto.

28
lina (Guest) 13-04-2016 22:21

Che ne dite di frinzi forti Iannaccone tutti 99

27
Luciano.N94 13-04-2016 22:09

Forza Summaria!Orgoglio della Calabria a livello junior!Mi sa che quando sono a Reggio Calabria devo fare una passeggiatina al Polimeni per vedere se incontro lui o il suo staff per scoprire qualcosa in più sui prossimi obiettivi,tornei,cosa vuole migliorare ecc.

26
Roberto (Guest) 13-04-2016 20:10

@ Mithra (#1572820)

Purtroppo è la verità.. Immagino sia contento binaghi ..

25
Elio 13-04-2016 16:50

Scritto da Elio
Lucrezia Stefanini, brekkata nel terzo vs Emily Appleton (GB) tds 3.
Siamo 67 62 43 per la Britannica. Brava lo stesso la nostra.

GRANDE Lucrezia !!! 😀 Ha vinto rimontando il break e non lasciando più un gioco alla Appleton: 76 26 64 ! Avanti cosi. 😎
Al turno successivo (Quarti) vs Oana Gavrila (Rom) tds 6. Come on!

24
Elio 13-04-2016 16:33

Lucrezia Stefanini, brekkata nel terzo vs Emily Appleton (GB) tds 3.
Siamo 67 62 43 per la Britannica. Brava lo stesso la nostra. 🙂

23
Elio 13-04-2016 16:31

Bedolo/Berrettini passano il turno. Bravi.

22
Elio 13-04-2016 16:13

Fonio fuori ! 63 61. Vince il canadese Lin tds 8. 🙁

21
17luca17 13-04-2016 15:13

Un grazie alla redazione per questi articoli quotidiani sui nostri junior in giro per il mondo. Quando i grandi latitano bisogna affidarsi ai più piccoli!

20
Elio 13-04-2016 14:44

@ g.t (#1572813)

E con questo ??? 😯 🙄 Dimostra solo che ha carattere e voglia di vincere e basta. Poi non è una isterica, quindi ?… 😛

19
Mithra 13-04-2016 14:42

Scritto da Polly
Ma secondo voi è giusto che questi giovani classe 1998 s’impegnano per cercare di giocare uno slam a livello juniores quando tutti i classe 1998 delle altre nazioni giocano già stabilmente a livello pro?

È qui purtroppo che si denota la differenza con altre nazioni dove i tennisti piu dotati vengono indirizzati a giocare e confrontarsi nrl circuito Pro in modo da arrivare almeno attorno a 20 anni nel tennis che conta.
In Italia invece la Fit “costringe” i propri giovani (x ovvie ragioni egoistiche) a giocare negli Juniors fino a 20anni 😀

E

18
g.t (Guest) 13-04-2016 14:40

@ Elio (#1572543)

Ora io mi domando, solo chi è presente al torneo o i genitori diquesti ragazzi possono sapere che la Pieri ha fracassato una racchetta, quindi la mia domanda è:non hanno altro da fare che mettere in piazza una cosa così…benedetta invidia

17
bYE (Guest) 13-04-2016 13:59

Scritto da zedarioz

Scritto da Polly
Ma secondo voi è giusto che questi giovani classe 1998 s’impegnano per cercare di giocare uno slam a livello juniores quando tutti i classe 1998 delle altre nazioni giocano già stabilmente a livello pro?

Della Valle e Guerrieri hanno già giocato parecchi ITF da 10000 sin dall’anno scorso. Se vogliono avere l’emozione di calcare l’erba di Wimbledon anche se giocando da junior mi sembra una cosa bella. Chi a 18 anni gioca solo a livello pro o è troppo ambizioso o troppo forte per il livello junior e quindi valuta che nel giro di pochi anni sarà a giocare gli slam tra i professionisti. I Della Valle e Guerrieri non sembrano dei predestinati alla Zverev e non si sa neanche se diventeranno professionisti di valore nel tennis, quindi perché dovrebbero privarsi dell’emozione di giocare uno slam junior? Magari resteranno a livello ITF come tantissimi altri (ne sfonda 1 su 100 a livello pro) e se rinunciassero poi si mangerebbero le mani.

Beh, Guerrieri è il nuovo Nadal

16
bYE (Guest) 13-04-2016 13:54

@ Filo (#1572526)

E non hai detto Fritz

15
Elio 13-04-2016 12:17

Scritto da Kiko
Oggi in campo solo Fonio in Francia (alle 13 sul campo 1) e Guerrieri in Bulgaria (terzo match sul campo 1 non prima delle 11.30)

In Francia gioca oggi, anche la Stefanini e il doppio Bedolo/Berrettini

14
Kiko (Guest) 13-04-2016 11:49

Oggi in campo solo Fonio in Francia (alle 13 sul campo 1) e Guerrieri in Bulgaria (terzo match sul campo 1 non prima delle 11.30)

13
Filo (Guest) 13-04-2016 11:45

Scritto da luca14

Scritto da Filo

Scritto da luca14
con tutto il rispetto, ma leggere “in esclusiva le parole di Fonio e della Valle” suscita davvero imbarazzo..

Luca poverini, sempre giovani “promettenti” sono… anzi Dalla Valle sta anche facendo molto bene, è il miglior prospetto 98 che abbiamo

Il concetto è che un’esclusiva è una notizia per la quale si paga per poterla pubblicare prima o a scapito della concorrenza. Può essere un’intervista di Obama, o il matrimoni 😆 o della Marcuzzi .
Che Fonio e Della Valle concedano l’esclusiva per le loro interviste suscita tenerezza..

con l’esempio della Marcuzzi mi hai spezzato le gambe 😆 😆

comunque tecnicamente hai ragione tu, esclusiva vuol dire concessa solo ad uno. Forse Dalla Valle e Fonio vogliono legarsi esclusivamente a livetennis… 😀

12
luca14 (Guest) 13-04-2016 11:42

Scritto da Elio

Scritto da luca14
con tutto il rispetto, ma leggere “in esclusiva le parole di Fonio e della Valle” suscita davvero imbarazzo..

Invece a me suscita interesse ! Grazie Redazione.

evidentemente non riesco a spiegarmi, colpa mia ovviamente..

11
Elio 13-04-2016 11:26

Scritto da luca14
con tutto il rispetto, ma leggere “in esclusiva le parole di Fonio e della Valle” suscita davvero imbarazzo..

Invece a me suscita interesse ! Grazie Redazione. 😉 😀

10
Marco (Guest) 13-04-2016 11:25

Ho giocato ormai due anni fa con Jacopo berrettini, perdendo nettamente.. molto bravo a colpire gli angoli del campo

9
luca14 (Guest) 13-04-2016 11:18

Scritto da Filo

Scritto da luca14
con tutto il rispetto, ma leggere “in esclusiva le parole di Fonio e della Valle” suscita davvero imbarazzo..

Luca poverini, sempre giovani “promettenti” sono… anzi Dalla Valle sta anche facendo molto bene, è il miglior prospetto 98 che abbiamo

Il concetto è che un’esclusiva è una notizia per la quale si paga per poterla pubblicare prima o a scapito della concorrenza. Può essere un’intervista di Obama, o il matrimonio della Marcuzzi :mrgreen: .

Che Fonio e Della Valle concedano l’esclusiva per le loro interviste suscita tenerezza..

8
Elio 13-04-2016 10:56

La Pieri incavolatissima, Ha anche fracassato una racchetta nel terzo set. 😮

7
Kiko (Guest) 13-04-2016 10:53

Ahi, ecco il motivo del ritiro della coppia Balzerani-Dalla Valle nel doppio. Speriamo che per Riccardo non sia nulla di grave, con Caruana e Summaria erano i tre azzurri con più possibilità di raggiungere la qualificazione al tabellone principale di uno slam già dal Roland Garros.

6
zedarioz 13-04-2016 10:34

Scritto da Polly
Ma secondo voi è giusto che questi giovani classe 1998 s’impegnano per cercare di giocare uno slam a livello juniores quando tutti i classe 1998 delle altre nazioni giocano già stabilmente a livello pro?

Della Valle e Guerrieri hanno già giocato parecchi ITF da 10000 sin dall’anno scorso. Se vogliono avere l’emozione di calcare l’erba di Wimbledon anche se giocando da junior mi sembra una cosa bella. Chi a 18 anni gioca solo a livello pro o è troppo ambizioso o troppo forte per il livello junior e quindi valuta che nel giro di pochi anni sarà a giocare gli slam tra i professionisti. I Della Valle e Guerrieri non sembrano dei predestinati alla Zverev e non si sa neanche se diventeranno professionisti di valore nel tennis, quindi perché dovrebbero privarsi dell’emozione di giocare uno slam junior? Magari resteranno a livello ITF come tantissimi altri (ne sfonda 1 su 100 a livello pro) e se rinunciassero poi si mangerebbero le mani.

5
Filo (Guest) 13-04-2016 10:31

Scritto da Polly
Ma secondo voi è giusto che questi giovani classe 1998 s’impegnano per cercare di giocare uno slam a livello juniores quando tutti i classe 1998 delle altre nazioni giocano già stabilmente a livello pro?

Purtroppo non puoi paragonare i nostri azzurri con Paul Tiafoe Mmoh Kozlov, che se noti sono tutti americani. Prepariamoci ad un dominio USA nella top 20

4
Filo (Guest) 13-04-2016 10:23

Scritto da luca14
con tutto il rispetto, ma leggere “in esclusiva le parole di Fonio e della Valle” suscita davvero imbarazzo..

Luca poverini, sempre giovani “promettenti” sono… anzi Dalla Valle sta anche facendo molto bene, è il miglior prospetto 98 che abbiamo

3
Polly (Guest) 13-04-2016 10:21

Ma secondo voi è giusto che questi giovani classe 1998 s’impegnano per cercare di giocare uno slam a livello juniores quando tutti i classe 1998 delle altre nazioni giocano già stabilmente a livello pro?

2
luca14 (Guest) 13-04-2016 10:15

con tutto il rispetto, ma leggere “in esclusiva le parole di Fonio e della Valle” suscita davvero imbarazzo..

1