Out Seppi ATP, Copertina

Australian Open: un buon Seppi cede a Wawrinka perdendo tre tiebreak (di M. Mazzoni)

22/01/2017 08:38 24 commenti
Andreas Seppi classe 1984, n.89 ATP
Andreas Seppi classe 1984, n.89 ATP

Andreas Seppi gioca un buon tennis ma non sufficiente a superare il campione 2014 Stan Wawrinka. Una partita tirata (quasi 3h di gioco in soli tre set), dominata dal servizio, e risolta in tre tiebreak in cui lo svizzero è stato più freddo, potente e preciso. Un match deciso su pochi punti, su pochi momenti, in cui è venuta fuori la maggior classe di Stan, la capacità di spingere la palla giusta e cogliere l’attimo. Ad essere sinceri, per tutto il match non si è mai avvertita la sensazione che l’azzurro potesse scappare via, a meno di un calo di Wawrinka che non c’è stato. Lo svizzero non è stato perfetto: a volte lento nel cercare la palla coi piedi, forse fin troppo conservativo nella posizione alla risposta, con troppo campo da difendere – e qua bravissimo Andreas ad entrare molte volte col dritto dopo aver piazzato una prima solida. Però Stan ha servito bene, sempre nei momenti decisivi e trovato un ritmo travolgente col dritto. Un Wawrinka che diventa sempre più pericoloso, vista anche la clamorosa eliminazione di Murray avvenuta stamani.

Seppi ha confermato tutto il buono mostrato in questo torneo. Reattivo e continuo fisicamente, è stato per tutto il match estremamente lucido, presente, e tatticamente perfetto. Ha cercato di tenere ritmi alti, di non restare inchiodato nella diagonale di rovescio, di far correre Stan, aprendo spesso per primo il campo. Ha servito molto bene, restando aggrappato alla partita anche quando l’avversario riusciva a tenere i suoi turni di servizio con molta facilità e metteva pressione alla risposta. Unica vera pecca tecnica di Seppi è il non essere mai riuscito ad incidere alla risposta, soprattutto per merito del servizio di Stan, ma anche sprecando alcune occasioni che avrebbero potuto consentirgli di allungare il match, e chissà… Resta un eccellente torneo per Andreas, che in molti davano un po’ in disarmo dopo il recente matrimonio, ma che invece si è presentato down under in splendida condizione psico fisica. Ecco la cronaca del match

 

Si inizia alle 5.48, ora italiana, con Wawrinka che scarica una botta ingestibile al servizio. Altro Ace, ma Andy si fa trovare pronto. Lavora bene dal centro, risponde aggressivo e strappa subito una palla break, che Stan annulla con una prima al centro molto pesante. Arriva una seconda chance per l’azzurro grazie ad un passante “maligno” in back che sorprende lo svizzero. E’ quella buona, errore di Wawrinka e break per Seppi, avanti 1-0. Stan stenta a prendere ritmo col dritto, non trova sicurezza (lungo, corto, in rete). Andreas gioca sicuro dal centro, mena le danze e viene pure a rete in contro tempo a prendersi il punto del 2-0. Pulito, sicuro, un eccellente Seppi all’avvio. Stan trova un paio di dritti finalmente precisi, vince il suo primo game del match, ma è ancora imballato, lento nell’arrivare sulla palla, poco preciso quando accelera, perdendo a volte il campo nettamente. Seppi avanza sicuro, 3-1. Wawrinka trova ritmo al servizio, a zero resta in scia, 3-2. Sesto game, Stan intensifica la spinta, Andreas commette un paio di errori in difesa, ed è “punito” da un nastro beffardo che gli costa il 15-40, e prime due palle break per lo svizzero. Se la gioca bene Wawrinka, che dal centro fa correre l’azzurro cambiando più volte ritmo, fino a provocare l’errore con uno slice senza peso sul dritto, affossato in rete da Andy. Break Wawrinka, 3 pari e 4-3 in un amen, grazie al servizio adesso molto ficcante. Il set segue i servizi, senza particolari sussulti, con Wawrinka a forzare di più e Seppi attento a tenere ritmi alti e la prima in campo. 6 pari, è tiebreak. Parte forte Stan, prima angolata e botta di dritto, 1-0. Coraggio Seppi, prima al corpo e smorzata, vedendo lo svizzero ben lontano dietro. Ace al T, 2-1 Seppi. Wawrinka spinge a tutta, 3-2 per lui. Primo scambio del tiebreak, lo vince Stan attaccando bene la rete in contro tempo e chiudendo di volo. 4-2 Wawrinka, e poi 5-2 con l’ennesima accelerazione imprendibile di diritto (qua troppo corto il palleggio dell’azzurro). Chiude 7-2 Stan. Un set equilibrato, ma in cui Wawrinka dopo la lentezza dell’avvio ha preso ritmo con la prima e col dritto, diventando sempre più dominante nei suoi turni di battuta. E le statistiche dicono che ha fatto il doppio dei vincenti dell’altoatesino.

Secondo set, Seppi al servizio. Serve bene, si porta avanti 1-0, ma la “brutta notizia” per lui è che Stan continua a martellare con la battuta, trovando addirittura un Ace con la seconda, che gli vale il punto dell’1 pari. Inoltre Andreas continua a soffrire quando, nello scambio, Wawrinka lavora col back spezzando il ritmo, sempre sul duo dritto, colpo in cui va spesso in difficoltà affrontando palle senza peso. La sensazione è che se lo svizzero non scende nei suoi turni di battuta, per il nostro è una impresa quasi impossibile. Il secondo parziale avanza seguendo i servizi, anche con qualche game più complicato ai vantaggi, ma senza palle break. Wawrinka veleggia su velocità altissime col dritto, vincendo quasi tutti gli scambi sulla diagonale, entrando alla prima palla più corta dell’altoatesino. Non si scambia molto, visto che anche Seppi serve preciso e dal centro muove bene Stan, provocando errori. Wawrinka non sempre è dinamico alla risposta, e parte da una posizione abbastanza arretrata che gli apre fin troppo il campo. 4 pari, con alcuni rovesci da cineteca dello svizzero a svegliare il pubblico, non molto coinvolto da un match tecnicamente non brutto ma fin troppo lineare. Di fatto sul servizio di Stan non si gioca, oltre il 70% di punti vinti, sia con la prima che con la seconda; non tanto inferiori i numeri di Seppi, molto attento al servizio. Undicesimo game, prima scossa del set. Wawrinka aggredisce alla risposta, e la prima di Andy si perde. 15-40, due palle break delicatissime. Niente prima, un nastro beffardo chiama Stan avanti, passato da un lob perfetto. Una solida prima al centro cancella la seconda chance. Arriva una terza palla break (nastro stavolta sfortunato), cancellata da uno schema servizio e dritto perfetto. Si salva Seppi, grazie ad un rovescio in totale accelerazione lungo linea spettacolare. 6-5 Seppi. A quindici lo svizzero tiene il servizio, ancora il tiebreak a decidere il set. Grande scambio di Andreas nel terzo punto, grazie ad un improvviso rovescio lungo linea che prende in contropiede Stan e lo costringe in difesa, sbagliando. 2-1 Seppi, che però commette un brutto errore in scambio, perdendo il mini break. 3-2 Seppi, poi 4-3 Wawrinka. L’azzurro esagera nella spinta del cross di rovescio sul 4 pari, scelta tattica corretta (campo aperto) ma esecuzione errata. 5-4 Wawrinka e servizio, che con un paio di botte delle sue (accelerazione di rovescio splendida) chiude il secondo set. Altro parziale equilibrato, dominato dai servizi, con Stan più attento e potente al momento decisivo.

Terzo set, Wawrinka inizia alla battuta, e subito mette la testa avanti in scioltezza. Seppi non molla niente, a 15 tiene il servizio. Anche il terzo set avanza, un po’ stancamente, senza sussulti, seguendo i servizi. Andreas è bravo a variare tra botte al centro e servizi più lavorati esterni, e nemmeno Wawrinka trova grande ritmo alla risposta. Settimo gioco, Seppi è molto aggressivo, un paio di rovesci mettono in difficoltà lo svizzero, ma sul 30 pari Andy sciupa una piccola occasione affossando una risposta banale in rete. Stan ringrazia, servizio esterno imprendibile, 4-3 avanti. Ottavo game, Wawrinka rompe gli indugi. Risponde a tutto braccio, e trova un paio di impatti dei suoi. L’azzurro subisce, crolla 0-30, e la prima non l’aiuta. Stan lo aiuta, sciupando malamente una chance sul 15-30, con un rovescio in back che vola via. 30 pari. Bravo però Wawrinka ad uscire con un dritto lungo linea perfetto da uno scambio con entrambi fuori posizione. 30-40, prima palla break del set, che manderebbe Stan a servire per il match. Si scambia, a basso ritmo, e lo svizzero sbaglia per primo un back, lento nella ricerca della palla con i piedi. C’è bagarre, uno dei pochi game davvero lottati dell’intero incontro. Seppi esce male dal servizio e fuori equilibrio rischia un rovescio lungo linea, che vola largo. Altra palla break per lo svizzero, …e va bene ad Andreas, perché una chiamata errata ferma Wawrinka, prontissimo a sparare una delle sue bordate di rovescio. Bravo Seppi a cogliere l’occasione, e cancellare la chance con un Ace, ma rovina tutto con un doppio fallo. Otto minuti, due palle break cancellate, Seppi impatta sul 4 pari. Wawrinka non si scompone per le occasioni mancate, serve alla grande (16esimo Ace) e sale 5-4. Andy, chiamato a restare in partita, resta lucido. La prima funziona, il rovescio meno. Si va ai vantaggi. Lo svizzero gioca un passantino di rovescio in corsa delizioso, una delle esecuzioni più belle dell’intero match; l’azzurro non molla, tenendo il campo con le unghie, restando solido e tatticamente perfetto. 5 pari. Wawrinka strappa un paio di colpi, lunghi, 0-30, situazione inedita nel set per lui. La battuta non lo tradisce, Ace, grandi botte, …ma anche un regalo clamoroso, una volee spinta con troppo impeto, a campo aperto, che gli costa il 30-40, e palla break! Seppi può affrontare la seconda, ci prova spingendo il dritto, ma rischia troppo perché la palla era lunga e veloce, affossando in rete. La lotta continua, altro scambio con vari cambi di ritmo, e stavolta è Stan a perdere la misura. Altra palla break per l’azzurro, ed il break arriva! Bravo Andy a prendere possesso del centro del campo, e scaricare un dritto cross imprendibile. 6-5, va a servire per il terzo set. Sfrutta al meglio la prima esterna, aprendosi il campo ed entrando col dritto, ma avverte la tensione, scomponendosi in un paio di esecuzioni. 30 pari. Il 12esimo Ace gli vale il primo set point, sciupato per un errore di scambio. Wawrinka lo punisce, aggredendo un servizio troppo docile e scaricando la potenza del dritto. Palla break Wawrinka. Bravo Seppi a trovare un servizio vincente al centro, ma sbaglia un dritto all’uscita dal servizio, e ne concede un’altra. Si prende un rischio Stan, col dritto, ma finisce di poco larga. Parità. Andreas si butta con coraggio in avanti, ma finisce corto, ed il rivale lo castiga. Stavolta la prima non lo aiuta, un rovescio vola via lungo… break Wawrinka, 6 pari, altro tiebreak. Inizia malissimo l’azzurro, con uno smash disastroso. Si riprende punendo un attacco corto di Wawrinka, 1 pari e 2-1 Seppi. 3-1 Andreas, con un errore dello svizzero, quindi 3-2. Stan inchioda Seppi sulla diagonale di rovescio, scaricando un colpo più pesante dell’altro, si gira sul 3 pari. Stan coglie il momento, fa sentire la sua presenza in campo, spinge a tutta e strappa un altro punto, 4-3 e 5-3. Ormai gioca sul velluto, un altro winner straordinario lo porta 6-3, tre match point. Un rovescio in risposta da cineteca sul 6-4 è quello decisivo, 7-4 e vittoria per lo svizzero, che continua la sua corsa in quest’Australian Open delle sorprese. Con Djokovic e Murray clamorosamente out, attenzione anche a Stan per il titolo.

 

Marco Mazzoni

@marcomazz



La partita punto per punto

GS Australian Open
S. Wawrinka [4]
7
7
7
A. Seppi
6
6
6
Vincitore: S. Wawrinka

S. Wawrinka SUI – A. Seppi ITA
17 Aces 12
2 Doubles Faults 3
52 Winners 37
41 Unforced Errors 40
13/24 (54%) Net Points Won 14/19 (74%)
56% 1st Serves In 62%
53/66 (80%) 1st Serve Points Won 62/84 (74%)
34/51 (67%) 2nd Serve Points Won 26/51 (51%)
2/4 (50%) Break Points Saved 7/9 (78%)
73/135 (54%) 1st Return Pts Won 64/117 (55%)
25/51 (49%) 2nd Return Pts Won 17/51 (33%)
2/9 (22%) Break Points Won 2/4 (50%)
87/117 (74%) Total Service Pts Won 88/135 (65%)
47/135 (35%) Total Return Pts Won 30/117 (26%)
134/252 (53%) Total Points Won 118/252 (47%)
163 mins Duration 163 mins
184 kph / 114 mph Avg. 1st Serve Speed 184 kph / 114 mph
154 kph / 96 mph Avg. 2nd Serve Speed 144 kph / 90 mph
211 kph / 131 mph Fastest Serve 198 kph / 123 mph


TAG: , , ,

24 commenti. Lasciane uno!

Grande (Guest) 22-01-2017 21:40

Grazie Andreas! Hai fatto molto di più di quello che si aspettavano tutti.

24
lesser 22-01-2017 15:38

almeno uno dei tiebrek aver vinto si poteva anche mettere dei dubbi allo svizzero,comunque vai fuori a testa alta ma almeno giocare così anche nei prossimi tornei che da questo australian open ho visto un seppi che può giocarsela con chiunque mi raccomando vincerne di partite ed anche qualche torneo px non vorrei che da questo australian open dopo più nulla e no è

23
Luciano.N94 22-01-2017 15:09

Peccato,l’importante è che se la sia giocata alla pari,ed è stato fatto.Bisogna solamente essere contenti del torneo disputato e proseguire con fiducia la stagione.Forza Adre!

22
Giuseppespartano (Guest) 22-01-2017 14:15

Scritto da FST
Tra i motivi per cui ricordare questo AO, Andreas ha anche quello di essere diventato l’italiano che dal 1968 ad oggi ha disputato più partite negli slam.
Prima del torneo era a pari con un certo Adriano Panatta a quota 92 partite, ora lo stacca e diventa primo con 96 partite, curiosamente ed equamente divise in 48 vinte e 48 perse. Segue Adriano con 92 (62 vinte e 30 perse) e terzo é Fognini a quota 70 (34-36). Poi Pozzi (65), Sanguinetti (58) e Barazzutti (51)

Grazie per questi dati. Molto interessanti

21
gisva 22-01-2017 14:04

Bravissimo Seppi. Veniva dato in disarmo per il suo 2016, non tanto per il matrimonio. Se sta bene e si può allenare i risultati li ottiene…

20
fabio (Guest) 22-01-2017 11:25

Buona partita ,non poteva fare di più,anche se qualcuno ci sperava

19
Fabio (Guest) 22-01-2017 11:16

Occhio a Raonic

18
no_comment (Guest) 22-01-2017 11:06

Scritto da Luca Martin
Credevo in una stesa tipo ‘raccolta di soli 10 game’ e invece Andreas ha combattuto in ogni set.
Avendo visto WaW contro Klizan, mi sembrava almeno un livello superiore rispetto al nostro Seppi visto contro Darcis.
Ormai a ‘sto punto Wawrinka lo do favorito assieme a Federer, in questo Australian Open 2017.
Buona Notte anche a Murray.

Lo penso anche io. Uno dei possibili favoriti alla vittoria finale, insieme a Federer e Nadal.

17
Luca Martin (Guest) 22-01-2017 10:33

Credevo in una stesa tipo ‘raccolta di soli 10 game’ e invece Andreas ha combattuto in ogni set.
Avendo visto WaW contro Klizan, mi sembrava almeno un livello superiore rispetto al nostro Seppi visto contro Darcis.
Ormai a ‘sto punto Wawrinka lo do favorito assieme a Federer, in questo Australian Open 2017.
Buona Notte anche a Murray.

16
ilpallettaro (Guest) 22-01-2017 10:23

seppi dovrebbe continuare a giocare sul cemento rapido e abbandonare la terra

15
fisherman (Guest) 22-01-2017 10:15

Onore alle Armi..
Bravissimo Andreas…eccellente comunque..ottimo torneo e fiducia x il prosieguo della stagione appena cominciata.

14
M_campione 22-01-2017 09:55

Molto bravo. Ha perso in tre set combattuti. Avrebbe meritato di vincere almeno un set, comunque la partita è stata decisa da pochi punti e questo è un merito. Ottimo torneo, speriamo possa confermarsi nei prossimi.

13
FST (Guest) 22-01-2017 09:54

Tra i motivi per cui ricordare questo AO, Andreas ha anche quello di essere diventato l’italiano che dal 1968 ad oggi ha disputato più partite negli slam.
Prima del torneo era a pari con un certo Adriano Panatta a quota 92 partite, ora lo stacca e diventa primo con 96 partite, curiosamente ed equamente divise in 48 vinte e 48 perse. Segue Adriano con 92 (62 vinte e 30 perse) e terzo é Fognini a quota 70 (34-36). Poi Pozzi (65), Sanguinetti (58) e Barazzutti (51)

12
Silviuzz (Guest) 22-01-2017 09:44

È stato un grande!

11
arnaldo (Guest) 22-01-2017 09:33

Grazie Andreas!!!! Ottimo inizio d anno.

10
Much (Guest) 22-01-2017 09:15

Giusto, Marco, la lucidità e l’attenzione di Seppi si è vista anche nel chiamare il hawk eye: le prime quattro volte che lo ha fatto aveva sempre ragione, cambiando l’assegnazione del punto!

9
no_comment (Guest) 22-01-2017 09:10

La partita è stata nettamente giocata meglio da Stan, ma si è visto un Seppi in una grande forma, che se l’ha giocata fino all’ultimo contro un top 3. Sicuramente un po’ di amarezza per il terzo set, ma per una serie di fattori (bravura dell’avversario, stanchezza, caldo) ci può anche stare. Pazienza, lo stesso chapeau a Seppi, che in queste condizioni secondo me un Cilic lo avrebbe battuto

8
ASHTONEATON 22-01-2017 09:09

Gran bell’inizio di stagione!!!
Quest’ anno ci farà divertire…
Aleeeee Andreas, vogliamo un ritorno alla vittoria in un torneo atp!!!!

7
luca (Guest) 22-01-2017 09:08

Andreas e’ un campione degno di un top five come ha gia dimostrato.
Forza che quest anno voglio vedere Una bella Vittoria in un atp 500 (magari sull erba di Halle)

6
Much (Guest) 22-01-2017 09:03

Oggi purtroppo Seppi non ha del tutto trovato la misura dei suoi colpi, a parte nei primi venti minuti del match (dove ha giocato alla grande). Poi ha retto grazie al servizio ma mancavano i suoi vincenti da fondo campo.
Peccato, perchè non era un Waw superbo anche se alla fine del terzo il suo rovescio maestoso è venuto fuori. Certo, se al set point ad Andreas fosse entrata la prima magari nel quarto sarebbe riuscito a ritrovare il suo gioco. Comunque anche uno Stan cosí cosí nei momenti clou si è andato a prendere i punti con autorità, bravo lui. In questo la sua vittoria è stata più netta di quanto non dica il risultato.
Comunque speravo in un match più bello, ma forse per via del caldo non era possibile oggi.
Bravo Andreas, torneo da protagonista!

5
S.re10 22-01-2017 08:49

@ Sottile (#1754430)

Si invece.. il 3 poteva vincerlo, ma come ho scritto nell articolo precedente va bene così,ha fatto comunque un grandissimo torneo

4
VIKTOR 22-01-2017 08:47

Io direi un ottimo Seppi.
Grazie Andreas.

3
Sottile 22-01-2017 08:43

Non poteva fare di più !

2
gido 22-01-2017 08:42

grazie Andreas, telento e umiltà: un esempio !

1