Campionato Serie A1 Copertina, Generica

Campionato Serie A1 Maschile: I risultati completi della prima giornata

16/10/2016 22:27 19 commenti
Matteo Donati, alessandrino classe 1995, ha iniziato bene la sua Serie A1 sconfiggendo in due set l'ex top 30 Potito Starace (foto GAME)
Matteo Donati, alessandrino classe 1995, ha iniziato bene la sua Serie A1 sconfiggendo in due set l'ex top 30 Potito Starace (foto GAME)

Bagna con un successo lo storico esordio in serie A1 maschile il Circolo Tennis Massa Lombarda. La matricola romagnola, che nel giugno del 2015 ha centrato la promozione nel massimo campionato (16 le formazioni partecipanti, suddivise in quattro raggruppamenti), nella giornata di apertura del girone 4 all’italiana, con incontri di andata e ritorno, ha superato per 4-2 il Tennis Club Sinalunga nell’incontro disputato sui campi di Villa Bolis, a Barbiano di Cotignola (sede degli incontri casalinghi).

La squadra capitanata da Michele Montalbini ha saputo sopperire ancora una volta con la forza del gruppo all’assenza di una pedina importante come il 19enne Julian Ocleppo, specie alla luce del regolamento che impone l’utilizzo di due giocatore definiti ‘vivaio’ del circolo. I numeri uno e due del team targato Oremplast, Stefano Napolitano e Stefano Travaglia (reduce da due titoli ITF consecutivi conquistati a Santa Margherita di Pula), hanno concesso le briciole rispettivamente a Pietro Licciardi (mancino ravennate che difende i colori del club toscano) e Giovanni Galuppo, mentre l’under 18 Samuele Ramazzotti ha ceduto all’esperienza di Daniele Bracciali. Molto importante per spostare gli equilibri dalla parte dei padroni di casa è stato dunque il successo di Enej Bonin sul pari classifica Nahuel Fracassi, consentendo al Ct Massa Lombarda di chiudere i singolari avanti 3-1. Ed era poi la coppia Napolitano-Travaglia a cogliere il punto che valeva la prima affermazione in A1, rendendo ininfluente la sconfitta del duo Ramazzotti-Bonin
Ecco il dettaglio dei risultati:

“Direi che possiamo ritenerci soddisfatti di questo debutto nel massimo campionato – commenta il presidente Fulvio Campomori – In qualche elemento della squadra c’era anche un po’ di tensione ed emozione per questa prima volta, ma alla fine siamo riusciti a cogliere un risultato importante, che dà fiducia al gruppo in vista dei prossimi impegni. Proprio la compattezza e l’unione della nostra squadra può essere il valore aggiunto per raggiungere l’obiettivo salvezza, pur sapendo che non sarà semplice, specie se l’assenza di Ocleppo dovesse protrarsi. E in tal senso partire con il piede giusto aveva un certo valore”.

Domenica 23 ottobre il Circolo Tennis Massa Lombarda affronterà la prima trasferta del campionato, rendendo visita al Due Ponti Roma, formazione che nella giornata di apertura è stata sconfitta 4-2 sui campi del Tc Crema. Nella rosa del team capitolino figurano lo spagnolo Pere Riba Madrid (1.12) e giocatori esperti come l’ex Davisman Potito Starace, Giulio Di Meo, Stefano Tarallo e Leonardo Azzaro.



Il tennis è di per sé uno sport che di scontato ha ben poco, ma la teoria diventa quasi legge se applicata ai campionati a squadre, specialmente di massimo livello come la Serie A1. Così può capitare che una giornata in cui tutto sembra filare liscio, con tre vittorie in due set per salire sul 3-0, si complichi fino a diventare terribilmente sofferta. Ma alla fin ciò che conta è solamente il risultato finale, così il brivido ha reso ancor più gustosa la prima vittoria del 2016 del Tennis Club Crema, conquistata all’esordio, in casa contro i romani del Due Ponti Sporting Club.

Sui campi in terra battuta di via del Fante sembrava tutto apparecchiato per un avvio in grande stile, grazie ai primi tre punti tutti finiti nelle mani dei lombardi. All’1-0 siglato da Adrian Ungur, a segno con un facile 6-1 6-0 su Federico Teodori, è seguito il raddoppio di Alessandro Coppini (7-5 6-0 a Cristiano Compagnone) e il tris di Matteo Donati, che con tanta attenzione, la giusta tattica e maggior abitudine all’attività ha tenuto a bada Potito Starace, “stella” del team laziale in virtù dei trascorsi fra i primi 30 giocatori del mondo. Tuttavia, malgrado sia comunque riuscito a vincere per 6-3 6-4, l’incontro ha lasciato in eredità al giovane alessandrino un piccolo risentimento muscolare sotto al ginocchio destro, che l’ha escluso dai doppi, dando un primo aiuto agli ospiti. Il secondo, invece se lo sono presi da soli grazie a uno splendido Giulio Di Meo, 34enne che non ha mai puntato troppo sull’attività internazionale, ma che “in giornata” può battere avversari di spessore.

Se n’è accorto il kazako Andrey Golubev, all’esordio col Tc Crema, sconfitto per 6-4 7-5 in un match che pareva scontato, e invece ha riacceso le speranze dei capitolini. Speranze che sono diventate ancor più vive quando la coppia Compagnone/Teodori ha sorpreso Alessandro Coppini e Riccardo Sinicropi (in campo al posto di Donati) in un doppio lungo e combattuto, chiuso al fotofinish per 7-5 3-6 11/9. E quando il duo Golubev/Ungur è andato sotto per 4-2 nel tie-break del secondo set contro Di Meo/Starace, e poi ha mancato due match-point di fila sul 6-4, lo spauracchio di un altro super tie-break pareva alle porte. Invece i cremaschi hanno stretto i denti, guadagnato una terza palla-match e chiuso per 6-3 7-6, siglando il punto decisivo. “Il tennis è questo – ha detto il capitano del Tc Crema Armando Zanotti -, ed essere favoriti sulla carta non significa nulla: conta solo ciò che succede in campo. Bisogna lottare per andare a prendersi le vittorie. Fortunatamente nei momenti delicati dell’ultimo doppio Ungur e Golubev sono riusciti a fare la differenza, regalandoci il successo”. Archiviata la prima giornata è già tempo di guardare alla seconda, fra 7 giorni sui campi del Ct Sinalunga (Siena), sconfitto per 4-2 all’esordio a Massa Lombarda. “Ci presenteremo al completo – chiude Zanotti – per evitare passi falsi che alla lunga possono costare molto cari”.



Ottimo risultato per la formazione capitanata da Gianluca Rossi e Antonio Cotugno che espugna Vigevano Tc Selva Alta per 4-2 grazie alle vittorie in singolare di Jacopo Stefanini dello straniero Mertl che sconfigge 36 63 64 Cecchinato e dell’affermazione del giovanissimo Lorenzo Sonego che ha sconfitto 63 64 Garcia Medina. Poi nel doppio è il duo Mertl-Sonego a conquistare il punto decisivo. “Un grande inizio soprattutto tra i maschi che hanno espugnato un campo difficilissimo con due grandi partite di Mertl e Sonego – spiega il ds Franco Mazzoni – ora avremo in caso il Canottiere Aniene Roma per continuare a sognare. Tra le donne c’è la conferma che la squadra è molto unita e l’innesto di Gaia Sanesi è stato molto positivo”.





GIRONE 1

Sporting Club Selva Alta Vigevano – Tennis Club Prato A.S.D. 2-4
G.A. Claudio Mangiacasale; arbitri: Bisello, Provasi, Salvi

Circolo Canottieri Aniene A.S.D. – Tennis Club Triestino A.S.D. 6-0
Gianluigi Quinzi (Aniene) b. Luca Giacomini (Triestino) 64 63
Matteo Berrettini (Aniene) b. Matteo Zorzin (Triestino) 62 62
Riccardo Di Nocera (Aniene) b. Francesco Piscopello (Triestino) 61 60
Riccardo Perin (Aniene) b. Davide Cannone (Triestino) 62 63
Jacopo Berrettini/Gianluigi Quinzi (Aniene) b. Luca Giacomini/Davide Cannone 60 63
Matteo Berrettini/Ludovico Scerrati (Aniene) b. Francesco Olivo/Matteo Zorzin 60 60
G.A. Diego Testa; arbitri: Valerio Polimanti, Lidia Avena, Lorenzo Chiurazzi





GIRONE 2

Park Tennis Club Soc. Coop. Sp. – Circolo del Tennis Palermo ASD 5-1
Omar Giacalone (Palermo) b. Gianluca Mager (Park) 64 75
Gianluca Naso (Park) b. Claudio Fortuna (Palermo) 76 63
Luca Prevosto (Park) b. Ferdinando Bonuccelli (Palermo) 60 60
Alessandro Ceppellini (Park) b. Andrea Trapani (Palermo) 64 64
Gianluca Mager/Gianluca Naso (Park) b. Giorgio Passalacqua/Andrea Trapani (Palermo) 63 63
Luca Prevosto/Alessandro Ceppellini (Park) b. Omar Giacalone/Claudio Fortuna (Palermo) 26 62 10-7
G.A. Renzo Pietro Gatto; arbitri: Daniel Esposito, Benedetta Demicheli, Fausto Marchesini

Tennis Club Parioli ASD – Tennis Club Schio S.C.S.D. ARL 5-1
Miljan Zekic (Parioli) b. Lorenzo Giustino (Schio) 46 76(7) 61
Gian Marco Moroni (Parioli) b. Riccardo Ghedin (Schio) 62 67(7) 61
Matteo Fago (Parioli) b. Pietro Pettinà (Schio) 60 61
Francesco Bessire (Parioli) b. Matjaz Jurman (Schio) 64 06 62
Miljan Zekic/Matteo Fago (Parioli) b. Matjaz Jurman/ Pietro Pettinà (Schio) 61 60
Lorenzo Giustino/ Riccardo Ghedin (Schio) b. Gian Marco Moroni/Francesco Bessire (Parioli) 36 62 10-7
G.A. Lamberto Mattei; arbitri: Fabio Pellei, Andrea Cavallo, Nello Sbergamo

CLASSIFICA
3 (1) Park Tennis Club Genova
3 (1) Tennis Club Parioli
0 (1) Tennis Club Palermo
0 (1) Tennis Club Schio





GIRONE 3

Tennis Club Italia S.S. DIL. R.L.- Associaz. Sportiva AMP ASD Pavia 6-0
Filippo Volandri (Tc Italia) b. Riccardo Maiga (Pavia) 62 62
Matteo Viola (Tc Italia) b. Giorgio De Rossi (Pavia) 61 63
Matteo Marrai (Tc Italia) b. Alberto Comasco (Pavia) 61 63
Walter Trusendi (Tc Italia) b. Federico Chiesa (Pavia) 60 60
Filippo Volandri/Matteo Viola (Tc Italia) b. Uros Vico/Mattia Livraghi (Pavia) 64 62
Walter Trusendi/Matteo Marrai (Tc Italia) b. Federico Chiesa/Alberto Comasco (Pavia) 61 61
G.A. Giuseppe Bertoncini; arbitri: Alessandro Parlini, Simone Calandra Sebastianella, Igor Gradi

Società Tennis Bassano A.S.D. – Tennis Club Genova 1893 1-5
Edoardo Eremin (Genova) b. Tom Kocevar Desman (Bassano) 62 63
Matwe Middelkop (Genova) b. Francesco Salviato (Bassano) 62 60
Francesco Picco (Genova) b. Tommaso Gabrieli (Bassano) 61 75
Matteo Siccardi (Genova) b. Mattia Bedolo (Bassano) 06 61 75
Tom Kocevar Desman/ Francesco Salviato (Bassano) b. Francesco Picco/Matteo Siccardi (Genova) 63 75
Matwe Middelkop/Alessandro Motti (Genova) b. Tommaso Gabrieli/ Mattia Bedolo (Bassano) 76(5) 76(2)
G.A. Deri De Stefani; arbitri: Luigi Enzo Teti, Antonio Casa, Alberto Liverani

CLASSIFICA
3 (1) Tennis Club Italia Forte dei Marmi S.S. DIL. R.L
3 (1) Tennis Club Genova 1893
0 (1) Società Tennis Bassano A.S.D.
0 (1) Associaz. Sportiva AMP ASD Pavia





GIRONE 4

A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema – Due Ponti S.S.D. ARL 4-2
Matteo Donati (Crema) b. Potito Starace (Due Ponti) 63 64
Giulio Di Meo (Due Ponti) b. Andrey Golubev (Crema) 76(4) 64
Adrian Ungur (Crema) b. Federico Teodori (Due Ponti) 61 60
Alessandro Coppini (Crema) b. Cristiano Compagnone (Due Ponti) 75 60
Adrian Ungur/Andrey Golubev (Crema) b. Potito Starace/Giulio Di Meo (Due Ponti) 63 76(7)
Federico Teodori/Cristiano Compagnone (Due Ponti) b. Riccardo Sinicropi/Alessandro Coppini (Crema) 64 36 11-9
G.A. Luigi Bisi; arbitri: Francesca Balzaretti, Andreas Granata, Marco Caravaggi

Circolo Tennis Dil. Massa Lombarda – Tennis Club Sinalunga A.S.D. 4-2
Stefano Napolitano (Massa Lombarda) b. Pietro Licciardi (Sinalunga) 61 62
Stefano Travaglia (Massa Lombarda) b. Giovanni Galuppo (Sinalunga) 62 60
Daniele Bracciali (Sinalunga) b. Samuele Ramazzotti (Massa Lombarda) 64 62
Enej Bonin (Massa Lombarda) b. Nahuel Fracassi (Sinalunga) 64 75
Daniele Bracciali/Dawid Olejniczak (Sinalunga) b. Enej Bonin/Samuele Ramazzotti (Massa Lombarda) 62 63
Stefano Napolitano/Stefano Travaglia (Massa Lombarda) b. Nahuel Fracassi/Giovanni Galuppo (Sinalunga) 62 63
G.A. Andrea Rinaldi; arbitri: Emanuele Capra, Gianrico Sandonnini, Andrea Bellelli

CLASSIFICA
3 (1) A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema
3 (1) Circolo Tennis Dil. Massa Lombarda
0 (1) Due Ponti Roma S.S.D. ARL
0 (1) Tennis Club Sinalunga A.S.D.


TAG: ,

19 commenti. Lasciane uno!

solotifo (Guest) 17-10-2016 17:18

Ragazzi qua non abbiamo un top 10 da 40 anni e pensiamo ai tornei del dopolavoro 😯

19
serra (Guest) 17-10-2016 16:42

Scritto da Marco

Scritto da Becuzzi_style
@ Marco (#1715651)
Perchè una cosa viene fatto anche in Germania, non significa che sia giusta….ma come diavolo è le cose sbagliate le copiamo..le cose che invece andrebbero fatte…no? andiamo mica bene così….
Ripeto, personalmente non sto dicendo che questa competizione, seppur inutile, vada eliminata…ma studiare una formula più smart sarebbe il minimo…ma la mentalità da provinciali che ci attanaglia non farà cambiare nulla…dal canto suo poi il tennista per forza di cose è obbligato a fare sti tornei che non vorrebbe mai fare…perchè ricavano un bel po di soldi…ma si continuiamo così…tanto non ci sarai mai fine al peggio….toccato il fondo…si continua a scavare

mamma mia.. teste allo sbando..
La serie A è una competizione a squadre tra circoli, non è stata “copiata” dagli altri paesi, ha un’origine ormai centenaria.
Per capire meglio puoi pensare al calcio e alle varie serie.
Ma tu hai mai frequantato un circolo? Se ti affacci, scoprirari che nel circolo sotto casa tua ci sono dei soci che la domenica vogliono giocare la serie D2! Magari per puntare alla promozione in D1.
Quelli cha hanno la squadra in serie C, già provano ad acquistare un giocatore forte da mettere in squadra per puntare alla serie B (competizione dalla quale gli arbitri cominciano a chiamarti il “tempo”, è stata una strana sensazione per me ).
E attenzione, quel giocatore forte interpellato NON è “per forza di cose obbligato” a venire a giocare nella tua squadra.
Ma la competizione fra circoli è il “sale” dei giocatori di circolo..

Altro che competizione da niente , ricordo che per un Ungur-Bedene c’erano più di 800 persone . Neanche negli Atp 250 fanno questi spettatori.

18
Marco (Guest) 17-10-2016 13:06

Scritto da Becuzzi_style
@ Marco (#1715651)
Perchè una cosa viene fatto anche in Germania, non significa che sia giusta….ma come diavolo è le cose sbagliate le copiamo..le cose che invece andrebbero fatte…no? andiamo mica bene così….
Ripeto, personalmente non sto dicendo che questa competizione, seppur inutile, vada eliminata…ma studiare una formula più smart sarebbe il minimo…ma la mentalità da provinciali che ci attanaglia non farà cambiare nulla…dal canto suo poi il tennista per forza di cose è obbligato a fare sti tornei che non vorrebbe mai fare…perchè ricavano un bel po di soldi…ma si continuiamo così…tanto non ci sarai mai fine al peggio….toccato il fondo…si continua a scavare

mamma mia.. teste allo sbando..
La serie A è una competizione a squadre tra circoli, non è stata “copiata” dagli altri paesi, ha un’origine ormai centenaria.

Per capire meglio puoi pensare al calcio e alle varie serie.

Ma tu hai mai frequantato un circolo? Se ti affacci, scoprirari che nel circolo sotto casa tua ci sono dei soci che la domenica vogliono giocare la serie D2! Magari per puntare alla promozione in D1.
Quelli cha hanno la squadra in serie C, già provano ad acquistare un giocatore forte da mettere in squadra per puntare alla serie B (competizione dalla quale gli arbitri cominciano a chiamarti il “tempo”, è stata una strana sensazione per me :mrgreen: ).

E attenzione, quel giocatore forte interpellato NON è “per forza di cose obbligato” a venire a giocare nella tua squadra.
Ma la competizione fra circoli è il “sale” dei giocatori di circolo..

17
Becuzzi_style (Guest) 17-10-2016 11:11

@ Marco (#1715651)

Perchè una cosa viene fatto anche in Germania, non significa che sia giusta….ma come diavolo è le cose sbagliate le copiamo..le cose che invece andrebbero fatte…no? andiamo mica bene così….
Ripeto, personalmente non sto dicendo che questa competizione, seppur inutile, vada eliminata…ma studiare una formula più smart sarebbe il minimo…ma la mentalità da provinciali che ci attanaglia non farà cambiare nulla…dal canto suo poi il tennista per forza di cose è obbligato a fare sti tornei che non vorrebbe mai fare…perchè ricavano un bel po di soldi…ma si continuiamo così…tanto non ci sarai mai fine al peggio….toccato il fondo…si continua a scavare

16
obione (Guest) 17-10-2016 10:48

GIRONE 1
Sporting Club Selva Alta Vigevano – Tennis Club Prato A.S.D. 2-4
Jan Mertl (Prato) b. Marco Cecchinato (Selva Alta) 36 63 64
Lorenzo Sonego (Prato) b. Jhonson Daniel Garcia Medina (Selva Alta) 63 64
Filippo Baldi (Selva Alta) b. Matteo Trevisan (Prato) 61 61
Jacopo Stefanini (Prato) b. Alessandro Bordone (Selva Alta) 60 61
Marco Cecchinato/Filippo Baldi (Selva Alta) b. Jacopo Stefanini/Carlo Donato (Prato) 75 61
Lorenzo Sonego/Jan Mertl (Prato) b. Jhonson Daniel Garcia Medina/Alessandro Bordone 4-3 rit.
G.A. Claudio Mangiacasale; arbitri: Simone Bisello, Alessandro Provasi, Davide Salvi

15
Marco (Guest) 17-10-2016 10:33

Scritto da Evolution

Scritto da Solotifo
Ma che roba è questo campionato a squadre? A che serve? Perché i nostri giovani perdono tempo per questa roba???

Perchè in Italia si devono cercare sempre competizioni stile calcistico con “squadre” locali.
Lo capirei per giocatori ormai sul ritiro o giu di li, ma ci son anche tutti i nostri giovani migliori, mentre nel mondo si gioca il tennis che conta, da noi si rispettano (giustamente eh sia chiaro) i contratti siglati, mentalità da provincialotti come sempre!

informarsi prima di scrivere..
le competizioni a squadre le fanno anche in Germania, in Francia, ecc.
Tanti giocatori italiani per esempio hanno giocato nella Bundesliga

14
Marco (Guest) 17-10-2016 10:29

Scritto da Becuzzi_style
Donati,Napolitano, Mager, Eremin e Quinzi tutti insieme non si vedevano da tempo…

tutti insieme a pranzo appassionatamente, nella pausa tra singolari e doppi :mrgreen:

13
Marco (Guest) 17-10-2016 10:27

Scritto da kalle4
Mitico Giulio di Meo..un peccato non ci abbia mai provato seriamente!

ci ha provato, per alcuni mesi..

12
e-team (Guest) 17-10-2016 09:11

@ Solotifo (#1715509)

per intascare qualche soldo….

11
Evolution 17-10-2016 08:58

Scritto da Solotifo
Ma che roba è questo campionato a squadre? A che serve? Perché i nostri giovani perdono tempo per questa roba???

Perchè in Italia si devono cercare sempre competizioni stile calcistico con “squadre” locali.
Lo capirei per giocatori ormai sul ritiro o giu di li, ma ci son anche tutti i nostri giovani migliori, mentre nel mondo si gioca il tennis che conta, da noi si rispettano (giustamente eh sia chiaro) i contratti siglati, mentalità da provincialotti come sempre!

10
Becuzzi_style (Guest) 17-10-2016 08:50

Scritto da Solotifo
Ma che roba è questo campionato a squadre? A che serve? Perché i nostri giovani perdono tempo per questa roba???

Girano un bel po di soldini e pertanto tutti i giocatori per far quadrare i bilanci personali sono “costretti” a giocare questa inutile competizione, tra l’altro lunghissima…ho letto varie interviste, ricordo esempio di Vagnozzi, in cui i tennisti raccontavano praticamente che nessuno gioca volentieri questa competizione, che va fortemente a discapito dell’attività internazionale…tutti ne farebbero a meno….ma i soldi sono soldi….con questo non voglio dire che non debba sussistere un campionato a squadre, ma ci sono modi e modi…una competizione che dura oltre 2 mesi e i in cui i tennisti più importanti non danno mai il 100% e seguita solo da una nicchia e un avvenimento un pò così…in italian-style..giusto per far girare un pò di soldi , ma che in realtà non serve ad un kaiser a nessuno…i soldi potrebbero essere spesi in maniera migliore…ma tant’è, questa è l’Italia del tennis….

9
Vamos 17-10-2016 08:25

@ Solotifo (#1715509)

Soldi, soldi e ancora soldi 😉

8
darios80 (Guest) 17-10-2016 08:23

Scritto da Solotifo
Ma che roba è questo campionato a squadre? A che serve? Perché i nostri giovani perdono tempo per questa roba???

x soldi visto che ne prendono molti di piu rispetto a quando fanno tornei itf

7
Solotifo (Guest) 17-10-2016 00:06

Ma che roba è questo campionato a squadre? A che serve? Perché i nostri giovani perdono tempo per questa roba???

6
Fabiofogna 16-10-2016 23:34

Ma come Matteo si è fatto male giocando sto torneaccio?!
Mannaggia…

5
Simo00 16-10-2016 23:32

Speriamo non sia nulla per Donati, che martedì ha un incontro previsto nel challenger di Brest 😐

4
Becuzzi_style (Guest) 16-10-2016 23:10

Donati,Napolitano, Mager, Eremin e Quinzi tutti insieme non si vedevano da tempo…

3
LuchinoVisconti (Guest) 16-10-2016 22:44

Starace-Bracciali? 😯
Ma non erano attesi in tribunale?

2
kalle4 (Guest) 16-10-2016 22:39

Mitico Giulio di Meo..un peccato non ci abbia mai provato seriamente!

1