Il torneo di Milano Challenger, Copertina

Azzurri, quant’ è dolce l’esordio a Milano. Donati Show e Basso vince con dedica

20/06/2016 18:53 2 commenti
Buona la prima per l'azzurro Edoardo Eremin che ha lasciato solo 4 giochi allo spagnolo Carballes Baena, n.3 del seeding milanese - Foto Francesco Peluso
Buona la prima per l'azzurro Edoardo Eremin che ha lasciato solo 4 giochi allo spagnolo Carballes Baena, n.3 del seeding milanese - Foto Francesco Peluso

È un lunedì che si tinge d’azzurro sui campi milanesi dell’Harbour Club in questo day 1 dell’Aspria Tennis Cup 2016 – Trofeo Milano Vip. Tutti promossi gli italiani impegnati nel primo turno del Challenger Atp da 42.500 euro di montepremi.

Il big match del giorno è quello tra Matteo Donati e il belga Kimmer Coppejans, programmato per il tardo pomeriggio. Il talento piemontese non delude, anzi, vince e convince in un incontro quasi a senso unico dominato grazie a un tennis frizzante che ha strappato molti applausi agli spettatori. Avanti 3-1 nel primo parziale, il tennista azzurro sa impressionare anche con le sue discese a rete spettacolari e ormai non più usuali soprattutto su questa superficie: sul centrale di via Cascina Bellaria è spettacolo e alla fine è 6-1 6-2 in favore del baby azzurro che la scorsa settimana è arrivato in finale nel Challenger di Caltanissetta. Convincenti anche i debutti di Gianluca Mager ed Edoardo Eremin. Il primo, ligure allenato da Diego Nargiso, ha superato il 24enne argentino Agustin Velotti con il punteggio di 6-3 7-5. Buona la prima anche per Eremin: il tennista di Acqui Terme, reduce dalla semifinale a Vicenza, si è sbarazzato dello spagnolo Roberto Carballes-Baena (n.3 del seeding milanese) con un doppio 6-2. Più difficile il compito per Matteo Viola: il veterano mestrino deve recuperare subito un break di svantaggio al colombiano Alejandro Gonzalez prima di imporsi per 7-6 6-3.

Quella di lunedì è stata una giornata dolce per i colori azzurri fin dalla mattinata, quando si sono disputati gli ultimi incontri di qualificazione. Ottima prova di Andrea Basso che contro il finlandese Patrik Niklas-Salminen conquista per la prima volta in carriera l’accesso al main draw di un Challenger. Una vittoria convincente, che ha una dedica particolare per il 22enne ligure: “È per il mio amico Giancarlo, che ha tifato per me tutto il tempo, ma anche per Diego Nargiso, che mi allena da due anni, e per la mia famiglia che ha sempre creduto in me. Dopo tanti infortuni posso finalmente dar loro qualche soddisfazione”. Per Basso il cammino è subito in salita visto che l’urna milanese lo oppone al 1° turno a Rogerio Dutra-Silva, prima testa di serie del torneo e finalista nel 2015. Martedì torna in campo anche Lorenzo Sonego, che ha superato Daniele Capecchi e che esordirà nel main draw contro Filippo Volandri, vincitore qui a Milano nel 2013. Martedì sarà anche il giorno di Gianluigi Quinzi che farà il suo debutto contro uno dei super favoriti della vigilia, l’argentino Carlos Berlocq reduce dalla conquista del Challenger di Blois in Francia. Un test impegnativo contro un “brutto cliente”, ma che potrà dire molto sulle ambizioni del talento marchigiano allenato dall’austriaco Ronnie Leitgeb, già coach di Andrea Gaudenzi e dell’ex n.1 mondiale Thomas Muster. In campo anche Marco Cecchinato con l’argentino Juan Ignacio Londero.

I RISULTATI
Main draw, 1° turno – Y. Reuter (Bel) b. R. Stanek (Cze) 7-5 6-3; E. Eremin (Ita) b. R. Carballes Baena (Esp) 6-2 6-2; G. Mager (Ita) b. A. Velotti (Arg) 6-3 7-5; M. Viola (Ita) b. A. Gonzalez (Col) 7-6(2) 6-3; M. Zekic (Srb) b. G. Lama (Chi) 6-3 6-7(1) 6-4; M. Donati (Ita) b. K. Coppejans (Bel) 6-1 6-2. Qualificazioni, 3° turno – L. Sonego (Ita) b. D. Capecchi (Ita) 6-4 6-2; A. Basso (Ita) b. P. Niklas-Salminen (Fin) 6-3 7-5; V. Safranek (Cze) b. F. Baldi (Ita) 6-4 7-5; N. Jarry (Chi) b. J. Galarza (Arg) 6-2 6-2.


TAG: , , , ,

2 commenti

e-team (Guest) 20-06-2016 23:48

@ GIANCA5152 (#1627151)

Verissimo….Basso è forte davvero e spero risalga la classifica….io lo vedo nei 400 entro fine anno se sta bene….certo domani è una mission impossible….in bocca al lupo

2
GIANCA5152 (Guest) 20-06-2016 22:13

Incoraggiare l’amico Andrea era il minimo che potessi fare. Sta giocando alla grandissima, l’infortunio sembra un vecchio ricordo, speriamo in bene, perché merita tutto il ns affetto . E’ certamente in credito con la fortuna. Un grandissimo in bocca al lupo.

1

Lascia un commento