Roberta Vinci: “Ora voglio entrare nella Top-10. Non ci sono mai arrivata, due anni fa ci fui molto vicina”

20/09/2015 16:38 48 commenti
Roberta Vinci classe 1983, n.19 del mondo
Roberta Vinci classe 1983, n.19 del mondo

Nonostante i trentadue anni, Roberta Vinci non sembra accontentarsi della finale appena raggiunta agli U.S. Open.

L’italiana, la cui corsa a Flushing Meadows si è arrestata soltanto di fronte all’amica Flavia Pennetta, in un’intervista ha affermato di avere già ben chiari i nuovi obiettivi. “Una settimana fa giocavo da numero 50 e ad un tratto di ritrovo al 19° posto. Cerco sempre di migliorarmi ed ora voglio entrare nella Top-10. Non ci sono mai arrivata, due anni fa ci fui molto vicina (11°)”, ha detto la tarantina.

In riferimento alla strabiliante performance newyorkese, la Vinci intende ancora godersi l’eco dell’impresa. “E’ stato un momento pazzo della mia vita, non mi sarei mai aspettata un’emozione del genere. In Italia è stata una valanga continua di elogi, foto, messaggi, complimenti.. le cose inaspettate sono sempre il doppio più piacevoli”, ha sottolineato Roberta.


Edoardo Gamacchio


TAG: , ,

48 commenti. Lasciane uno!

andreandre 21-09-2015 14:10

Scritto da Luca Balduini
@ Pako (#1454512)
Nessuno aveva previsto la riduzione del seno

non credo proprio si sia ridotta il seno…è solo dimagrita tanto

48
pinkfloyd 21-09-2015 11:09

Scritto da gas
@ circ80 (#1454317)
Secondo me roberta è e verrà ricordata almeno quanto la pennetta per la vittoria su serena.basta vedere le attenzioni mediatiche dedicate in italia e in usa come se avesse vinto

Diciamo che nell’albo d’oro figura una giocatrice sola e questa è la vincitrice.
Ed è lei che fa la storia. In ogni occasione.
Ed è ricordata negli anni. In generale.
Poi in Italia logicamente ha fatto scalpore la finale tutta italiana (soprattutto) visto che il tennis è piuttosto sconosciuto alle masse. E vorrei vedere poi, visto che è una situazione praticamente unica e irripetibile.

E come se dicessimo che, nel 2010, la vincitrice è stata la Stosur, che aveva fatto fuori non solo Serena Williams ma anche una certa Henin, tra le altre, prima di approdare in finale.
Vincitrice morale? Non esiste, in nessuno sport.

Questo “gioco” delle eliminazioni fa parte dello sport tennis, ma come non ha vinto la Stosur nel 2010, così non ha vinto la Vinci nel 2015. E forse, chissà, meritavano entrambe, allora come ora, ma può vincere solo una.

E lo dico con estremo rispetto e con tanto di cappello verso Roberta in questo caso, che, ripeto, ha dato lezione di sportività al mondo intero.
E penso che nessuna, italiana e non, si sarebbe comportata così in questa occasione.

47
circ80 (Guest) 21-09-2015 08:06

@ gas (#1454366)

Su questo hai ragione in effetti. È l’unica che potrà dire di avere fermato serena a 2 passi dal grande slam.

46
Luca Balduini (Guest) 21-09-2015 02:48

@ Pako (#1454512)

Nessuno aveva previsto la riduzione del seno

45
Pako (Guest) 21-09-2015 01:36

Ricordo tanti ma tanti stolti che dicevano che in singolare non poteva più giocare ad alti livelli,che aveva già fatto fin troppo,che doveva giocare solo il doppio,che non disponeva più della potenza necessaria per vincere contro le giocatrici forti,che sarebbe uscita dalle cento a breve etc. etc.Tutto questo per un 2014 giocato male in singolare perchè in doppio invece era n 1,dopo 2 anni giocati alla grande in entrambe le specialità cosi da spremerla fino all’osso,dopo tutto questo ci sta di rifiatare in singolare.Ed infatti Robertina c’è,gioca bene sul cemento americano,e A New York gioca un torneo da sogno,con un gioco di altri tempi fatto di talento e di ricami a rete,di cambi di ritmo che tagliano le gambe a tutte pure alla quasi imbattibile S. Williams alla ricerca del grande slam.Ora sogna di entrare nelle 10,perchè no?Forza ROBERTA FACCI SOGNARE.

44
fedex (Guest) 21-09-2015 01:22

se sfatasse il tabu di giocare sempre il rovescio in back !!!
nella finale con flavia ogni rovescio coperto le ha sempre dato il punto….forse e’ tardi….ma i coach a cosa servono ???
Non dovrebbero colmare le lacune ????

43
Tifoso degli italiani (Guest) 21-09-2015 00:32

Scritto da circ80
@ Mats (#1454251)
Per flavia e Francesca è giusto: le ricorderemo x aver vinto indiano Wells US open e Roland Garros… Ma per Roberta e sara, che ricorderemo per il career slam di doppio, a livello di singolare le ricorderemo x il ranking e non per le finali…la gente si ricorda sempre dei vincitori e mai dei secondi (lo disse Alonso quando era in Ferrari ed effettivamente aveva ragione…chi si ricorda dei vice-campioni?)

Chiedo scusa se urto qualcuno col paragone calcistico, ma se si chiedesse qual è stata la partita più bella della storia del calcio, molti risponderebbero Italia-Germania 4-3 dei mondiali del ’70. Partita che è diventata leggenda. Era “solo” una semifinale, arrivammo solo secondi perdendo ( e malamente) la finale. Come Robertina! 😉
La sua vittoria contro Serena rimarrà nella storia e non solo del tennis azzurro.

42
gas (Guest) 20-09-2015 22:20

@ circ80 (#1454317)

Secondo me roberta è e verrà ricordata almeno quanto la pennetta per la vittoria su serena.basta vedere le attenzioni mediatiche dedicate in italia e in usa come se avesse vinto

41
Mats 20-09-2015 22:15

Scritto da circ80
@ Mats (#1454251)
Per flavia e Francesca è giusto: le ricorderemo x aver vinto indiano Wells US open e Roland Garros… Ma per Roberta e sara, che ricorderemo per il career slam di doppio, a livello di singolare le ricorderemo x il ranking e non per le finali…la gente si ricorda sempre dei vincitori e mai dei secondi (lo disse Alonso quando era in Ferrari ed effettivamente aveva ragione…chi si ricorda dei vice-campioni?)

a livello nazionale sono tutte delle “prime” donne avendo infranto molti tabù (e di fatto scrivendo la storia del tennis italico). Sara è stata la prima – se non erro – a raggiungere i quarti all’AO e le semi all’USO, a qualificarsi a due master di fila in singolo e doppio; prima italiana dell’era open a raggiungere la finale al foro. Roberta è stata la prima a vincere un torneo sull’erba ed è l’unica italiana ad avere vinto un titolo su ogni tipo di superficie (terra battuta indoor inclusa), l’unica giocatrice non compresa tra le teste di serie a battere a livello di semifinale la #1 del ranking. Insomma c’è dell’altro da ricordare oltre al ranking

40
gianni (Guest) 20-09-2015 21:51

e noi tiferemo forza roberta che se sei costante col gioco ultimo che stai giocando non sarà così tanto difficie

39
circ80 (Guest) 20-09-2015 21:29

@ Mats (#1454251)

Per flavia e Francesca è giusto: le ricorderemo x aver vinto indiano Wells US open e Roland Garros… Ma per Roberta e sara, che ricorderemo per il career slam di doppio, a livello di singolare le ricorderemo x il ranking e non per le finali…la gente si ricorda sempre dei vincitori e mai dei secondi (lo disse Alonso quando era in Ferrari ed effettivamente aveva ragione…chi si ricorda dei vice-campioni?)

38
diegus 20-09-2015 21:28

Scritto da Walter83
@ diegus (#1454255)
poi si hai ragione non basta essere 1:80 per essere ai vertici del tennis mondiale, Karin knapp per esempio che io stimo molto, potrebbe essere molto più incisiva con il servizio, ma spesso si incarta, si incarta anche proprio durante lo scambio perchè se è in giornata magari diventa quasi ingiocabile con giocatrice più basse nel ranking o più o meno pari, altrimenti perde, poi se riuscisse a essere più fluida negli spostamenti potrebbe essere una potenziale campionessa, prendiamo il primo set contro la Kerber agli US OPEN nel primo set era avanti 3:1 con due palle per il 4 a 1 stava prendendo a pallate la tedesca poi ha iniziato una serie di errori uno di seguito all’altro e si è disunita, errori proprio di fretta, banali

Ce ne sono a bizzeffe di giocatrici come Karin.
Bisogna essere bravi a tirare pallate sulle righe COSTANTEMENTE.
Karin ha un gran bel potenziale, ma spesso cede anche mentalmente.
Speriamo sia l’ennesima italiana che matura verso i 30 anni 😉

37
drummer 20-09-2015 21:10

..e noi tiferemo per te, sperando che l’obiettivo venga centrato

36
andrew (Guest) 20-09-2015 20:56

glielo auguro!!!!!

35
ILSanto (Guest) 20-09-2015 20:48

Scritto da Carlo
Mi viene spontanea una considerazione che non mi sembra sia stata fatta, o comunque discussa a fondo.
Se Roberta non avesse battuto Serena, quante probabilità ci sarebbero state per Flavia di vincere in finale?
Sì lo so, inutile parlarne perchè non ci sono controprove, però il pensiero che nella vittoria di Flavia ci sia anche una bella fetta di merito di Roberta non me lo tolgo dalla mente.
E secondo me Roberta è stata, più che l’ultimo ostacolo, la prima alleata.
Non dico che dovrebbero spartirsi il cumulo del montepremi, però gioco di squadra c’è stato, per quanto casuale e spontaneo.

Giusto il Tuo ragionamento, ma Flavia poteva vincere contro Serena Williams al 50% / 60% .

Mi chiedo se la Bravissima Roberta, poteva arrivare in finale se incontrava le tenniste che Flavia ha sconfitto per giungere in finale. Agli ottavi di Finale la Stosur, nei quarti di finale la Kvitova N° 5 al Mondo, e in semifinale la Halep N° 2 al mondo. La Vinci poteva sconfiggerle tutte e non, ma come scrivi nel Tuo commento non ci sono controprove. Il risultato finale è che e una Grandissima Flavia ha sconfitto una Splendida Roberta che ha giocato da Top Ten

34
goldrust 20-09-2015 20:42

Grande Roberta! Ti auguro davvero di toglierti questa soddisfazione. Te lo meriti. Forza…alla conquista top 10!

33
silviuzz (Guest) 20-09-2015 20:40

Dai Roberta, se ci credi allora ce la farai! Io tifo per te! 😉

32
groucho (Guest) 20-09-2015 20:37

Se Roberta mantiene la forma fisica (asciutezza) di Flushing Meadows può prendersi delle belle soddisfazioni. Secondo me a New York si muoveva con una velocità e una leggerezza che non ha mai avuto, nemmeno da ragazza. Anche se la sua palla resta un po’ leggera, la mobilità che ha trovato può fare la differenza: arriva molto bene sulla palla e riesce a colpire bene dando profondità. La testa era già migliorata negli ultimi tre anni, ora si tratta di gestire il fisico.

31
Walter83 20-09-2015 20:31

@ diegus (#1454255)

🙂 poi si hai ragione non basta essere 1:80 per essere ai vertici del tennis mondiale, Karin knapp per esempio che io stimo molto, potrebbe essere molto più incisiva con il servizio, ma spesso si incarta, si incarta anche proprio durante lo scambio perchè se è in giornata magari diventa quasi ingiocabile con giocatrice più basse nel ranking o più o meno pari, altrimenti perde, poi se riuscisse a essere più fluida negli spostamenti potrebbe essere una potenziale campionessa, prendiamo il primo set contro la Kerber agli US OPEN nel primo set era avanti 3:1 con due palle per il 4 a 1 stava prendendo a pallate la tedesca poi ha iniziato una serie di errori uno di seguito all’altro e si è disunita, errori proprio di fretta, banali

30
diegus 20-09-2015 20:24

Scritto da Walter83
@ diegus (#1454227)
No Diegus non dico che non sia un talento, ma secondo me gli approcci a rete, la tecnica del gesto delle varie bielorusse, russe ed americane nei dropshot, nelle palle corte e negli approcci a rete e meno naturale, più impacciato. viene fatto quasi per necessità nello scambi, ma non perché quel determinato colpo è nelle corde di queste giocatrici, poi per esempio magari la Giorgi imparasse anche lei a variare un po il gioco invece di tirare solo pallate anche a rischio di apparire un poco impacciata

Ah ok, non avevo afferrato il concetto 😉
Allora concordo 😛

29
Mats 20-09-2015 20:19

@ Maury (#1454239)

Anch’io questa valenza del ranking non la sento molto. Francesca e Flavia hanno fatto la storia vincendo quello che hanno vinto; che poi abbiano raggiunto questo o quel ranking non credo che aggiunga molto alle loro carriere. Idem per Sara e Roberta

28
Walter83 20-09-2015 20:16

@ diegus (#1454227)

No Diegus non dico che non sia un talento, ma secondo me gli approcci a rete, la tecnica del gesto delle varie bielorusse, russe ed americane nei dropshot, nelle palle corte e negli approcci a rete e meno naturale, più impacciato. viene fatto quasi per necessità nello scambi, ma non perché quel determinato colpo è nelle corde di queste giocatrici, poi per esempio magari la Giorgi imparasse anche lei a variare un po il gioco invece di tirare solo pallate anche a rischio di apparire un poco impacciata 😆

27
Mats 20-09-2015 20:11

@ Carlo (#1454191)

sicuramente Roberta ha tolto una cliente scomoda a Flavia ma questo fa parte dei sorteggi, dei tabelloni e… del tennis

26
Maury 20-09-2015 20:10

Te lo meriti ampiamente, grandissima persona, dietro a una classe d’altri tempi. Anche se secondo me 11(gia avuto) o 10 cambia poco, rimani una meraviglia

25
Mats 20-09-2015 20:08

matematicamente con la finale di new york Roberta potrebbe farcela ma deve 1) essere cattiva 2) non tremare nel momento topico come ha già fatto in passato.
vero che ha pochi punti da difendere fino alla prossima estate ma ormai non vedo più la Vinci fare strada sulla terra. spero che nella primavera continui a giocare sul cemento.
ora poi dopo la sbornia della finale e tutta l’attenzione mediatica dovrà trovare subito la concentrazione e non sarà facile

24
Coro Springtime (Guest) 20-09-2015 20:02

Quanti punti difende Roberta fino alla fine dell’anno?

23
diegus 20-09-2015 20:01

Scritto da Walter83
Io la penso diversamente ovvero Schiavone, Vinci, Pennetta ed Errani non hanno vinto tanto quanto certe loro colleghe per un fatto puramente fisico, mi spiego, tecnicamente le quattro moschettiere azzurre hanno un bagaglio tecnico tennistico superiore e più vario rispetto alle varie Azarenka, Williams, Sharapova, Kvitova e intendo palle corte, smorzate, fantasia, gioco a rete naturale, mentre le loro colleghe quando vanno a rete o tentano colpi di fioretto sono molto più impacciate, la differenza la fa l’altezza, la potenza del servizio, la pesantezza di palle, la generazione delle nostre quattro moschettiere è una generazione di tenniste leggere, delle bravissime farfalle con una racchetta in mano, poi sono quattro talenti naturali, diverse tra loro, io perssonalmente ho sempre avuto un debole per schiavone e Vinci e non ho mai avuto una predilezione assoluta per Sara Errani, ma anche lei grazie al doppio con Robertina, ha acquisito una manualità, una tecnica e un tocco di palla di grande bellezza estetica, ma purtroppo il suo servizio non le permette mai di comandare il servizio indi per cui è diventata una delle più forte ribattitrici del circuito, insieme alla Kerber, quindi il discrimine è questo per me la forza fisica, la pesantezza di palla e nonostante quel gap, il risultato dice che in un decennio abbiamo vinto due slam..svariate finali, semi e quarti

Guarda,anche io preferisco 3 volte il gioco delle nostre rispetto al gioco delle varie Azarenka,Williams ecc… ,però non puoi dire che le nostre hanno più talento delle varie americane,bielorusse ecc…
Tirare costantemente la pallina sulla riga a 150 km/h rimane un grande talento. Non bello? Siamo d’accordo, però rimane un talento.
Ognuno sfrutta le qualità che ha. Non basta essere alti 1.80 per tirare pallate costantemente sulle righe. 😉

22
Walter83 20-09-2015 19:47

Io la penso diversamente ovvero Schiavone, Vinci, Pennetta ed Errani non hanno vinto tanto quanto certe loro colleghe per un fatto puramente fisico, mi spiego, tecnicamente le quattro moschettiere azzurre hanno un bagaglio tecnico tennistico superiore e più vario rispetto alle varie Azarenka, Williams, Sharapova, Kvitova e intendo palle corte, smorzate, fantasia, gioco a rete naturale, mentre le loro colleghe quando vanno a rete o tentano colpi di fioretto sono molto più impacciate, la differenza la fa l’altezza, la potenza del servizio, la pesantezza di palle, la generazione delle nostre quattro moschettiere è una generazione di tenniste leggere, delle bravissime farfalle con una racchetta in mano, poi sono quattro talenti naturali, diverse tra loro, io perssonalmente ho sempre avuto un debole per schiavone e Vinci e non ho mai avuto una predilezione assoluta per Sara Errani, ma anche lei grazie al doppio con Robertina, ha acquisito una manualità, una tecnica e un tocco di palla di grande bellezza estetica, ma purtroppo il suo servizio non le permette mai di comandare il servizio indi per cui è diventata una delle più forte ribattitrici del circuito, insieme alla Kerber, quindi il discrimine è questo per me la forza fisica, la pesantezza di palla e nonostante quel gap, il risultato dice che in un decennio abbiamo vinto due slam..svariate finali, semi e quarti 😉

21
Dex86 20-09-2015 19:45

Scritto da Andrea not Petkovic

Scritto da Carlo

Scritto da goran2001

Scritto da ILSanto
Questo è il momento di cavalcare l’onda e guadagnare punti nei prossimi tornei. Roberta si merita di entrare tre le prime 10 e vincere un Premier. Adesso ha acquistato più sicurezza e autostima. Un altro anno l’aspetto negli slam (e Roberta può vincerne almeno uno). Purtroppo è la nostra Federazione Tennis che è insufficiente. Se Pennetta, Schiavone, Vinci e Errani nascevano in Svizzera oppure in Belgio : la Pennetta avrebbe vinto 4/5 Slam, la Schiavone 3 /4 Slam (se non uguale alla Pennetta), la Vinci 2/3 Slam e la Errani 1 /2 Slam. La nostra Federazione si è trovata tra le mani quattro grandissime tenniste di grandissimo livello (che non gli capiterà Mai più di ritrovare nel tennis Italiano), e le ha gestite in maniera dilettantistica. Questo vale anche a livello maschile. La Nostra Federazione è da smantellare e rifondare

Scusa, senza polemica ma con curiosità, perchè dici così? Le nostre migliori 4 si allenano tutte all’estero, sono cresciute tennisticamente all’estero, chi in Spagna e chi in America; i loro allenatori sono tutti stranieri; posto che a me la federazione sta ben poco simpatica, ma cosa avrebbe potuto fare di diverso?

Ti dai la risposta da solo.
Perchè sono dovute andare all’estero? Perchè ci hanno messo tanto a maturare?
L’attività ed il sostegno di una federazione non serve quando una professionista è ormai affermata ed “arrivata”, serve prima, quando deve fare un salto di qualità.
Bencic e Muguruza, oltre alle loro doti, hanno un supporto organizzativo, tecnico ed anche economico che le nostre, alla loro età, non si sarebbero neanche sognato, e loro sono già mature per vincere slam, ed in un certo senso a restituire l’investimento di risorse di cui hanno beneficiato.
Su quali giovani la FIT sta scommettendo ed investendo, e con che risultati?

Mi sa tanto che hai ragione..

io credo che però su questo sito si parli tanto ma con pochi dati tra le mani. Vorrei che qualcuno dicesse quanti soldi precisi ha stanziato la federazione per la crescita delle quattro, se davvero sono zero, se sono pochi o molti per la dispon ibilità economica della federazione, Io sinceramente, nonostante sia un gran tifoso delle nostre, non credo affatto che potessero vincere 10 slam insieme in questi anni, per me hanno fatto più o meno quello che dovevaqno fare avendo chi più chi meno, chi in potenza chi in gioco chi in carattere qualche difettuccio.

20
leopoldoeugenio (Guest) 20-09-2015 19:44

Anche se glielo auguro non credo proprio che Vinci riuscirà ad entrare in Top Ten;una rondine(U.S.Open) non fa primavera,e lei di primavere ne ha ,ma sopratutto,esegue pressochè sempre il rovescio slice e questo non la agevola!

19
Carlo (Guest) 20-09-2015 19:13

Mi viene spontanea una considerazione che non mi sembra sia stata fatta, o comunque discussa a fondo.

Se Roberta non avesse battuto Serena, quante probabilità ci sarebbero state per Flavia di vincere in finale?

Sì lo so, inutile parlarne perchè non ci sono controprove, però il pensiero che nella vittoria di Flavia ci sia anche una bella fetta di merito di Roberta non me lo tolgo dalla mente.

E secondo me Roberta è stata, più che l’ultimo ostacolo, la prima alleata.

Non dico che dovrebbero spartirsi il cumulo del montepremi, però gioco di squadra c’è stato, per quanto casuale e spontaneo.

18
Slazenger (Guest) 20-09-2015 19:06

Bravissima Roby continua così che raggiungerai altri traguardi grandiosi 🙂

17
Andrea not Petkovic 20-09-2015 19:03

Scritto da Carlo

Scritto da goran2001

Scritto da ILSanto
Questo è il momento di cavalcare l’onda e guadagnare punti nei prossimi tornei. Roberta si merita di entrare tre le prime 10 e vincere un Premier. Adesso ha acquistato più sicurezza e autostima. Un altro anno l’aspetto negli slam (e Roberta può vincerne almeno uno). Purtroppo è la nostra Federazione Tennis che è insufficiente. Se Pennetta, Schiavone, Vinci e Errani nascevano in Svizzera oppure in Belgio : la Pennetta avrebbe vinto 4/5 Slam, la Schiavone 3 /4 Slam (se non uguale alla Pennetta), la Vinci 2/3 Slam e la Errani 1 /2 Slam. La nostra Federazione si è trovata tra le mani quattro grandissime tenniste di grandissimo livello (che non gli capiterà Mai più di ritrovare nel tennis Italiano), e le ha gestite in maniera dilettantistica. Questo vale anche a livello maschile. La Nostra Federazione è da smantellare e rifondare

Scusa, senza polemica ma con curiosità, perchè dici così? Le nostre migliori 4 si allenano tutte all’estero, sono cresciute tennisticamente all’estero, chi in Spagna e chi in America; i loro allenatori sono tutti stranieri; posto che a me la federazione sta ben poco simpatica, ma cosa avrebbe potuto fare di diverso?

Ti dai la risposta da solo.
Perchè sono dovute andare all’estero? Perchè ci hanno messo tanto a maturare?
L’attività ed il sostegno di una federazione non serve quando una professionista è ormai affermata ed “arrivata”, serve prima, quando deve fare un salto di qualità.
Bencic e Muguruza, oltre alle loro doti, hanno un supporto organizzativo, tecnico ed anche economico che le nostre, alla loro età, non si sarebbero neanche sognato, e loro sono già mature per vincere slam, ed in un certo senso a restituire l’investimento di risorse di cui hanno beneficiato.
Su quali giovani la FIT sta scommettendo ed investendo, e con che risultati?

Mi sa tanto che hai ragione..

16
Slazenger (Guest) 20-09-2015 19:03

Brava Roby continua così che farai altri grandi imprese tennistiche 🙂

15
peppe78 20-09-2015 18:59

Grande questa Roberta ambiziosa, finalmente!

14
l Occhio di Sauron 20-09-2015 18:46

poi se si ritira la campionessa degli US open c’è un posto in meno da scalare.. (magra consolazione)

13
ILSanto (Guest) 20-09-2015 18:22

Scritto da Carlo

Scritto da goran2001

Scritto da ILSanto
Questo è il momento di cavalcare l’onda e guadagnare punti nei prossimi tornei. Roberta si merita di entrare tre le prime 10 e vincere un Premier. Adesso ha acquistato più sicurezza e autostima. Un altro anno l’aspetto negli slam (e Roberta può vincerne almeno uno). Purtroppo è la nostra Federazione Tennis che è insufficiente. Se Pennetta, Schiavone, Vinci e Errani nascevano in Svizzera oppure in Belgio : la Pennetta avrebbe vinto 4/5 Slam, la Schiavone 3 /4 Slam (se non uguale alla Pennetta), la Vinci 2/3 Slam e la Errani 1 /2 Slam. La nostra Federazione si è trovata tra le mani quattro grandissime tenniste di grandissimo livello (che non gli capiterà Mai più di ritrovare nel tennis Italiano), e le ha gestite in maniera dilettantistica. Questo vale anche a livello maschile. La Nostra Federazione è da smantellare e rifondare

Scusa, senza polemica ma con curiosità, perchè dici così? Le nostre migliori 4 si allenano tutte all’estero, sono cresciute tennisticamente all’estero, chi in Spagna e chi in America; i loro allenatori sono tutti stranieri; posto che a me la federazione sta ben poco simpatica, ma cosa avrebbe potuto fare di diverso?

Ti dai la risposta da solo.
Perchè sono dovute andare all’estero? Perchè ci hanno messo tanto a maturare?
L’attività ed il sostegno di una federazione non serve quando una professionista è ormai affermata ed “arrivata”, serve prima, quando deve fare un salto di qualità.
Bencic e Muguruza, oltre alle loro doti, hanno un supporto organizzativo, tecnico ed anche economico che le nostre, alla loro età, non si sarebbero neanche sognato, e loro sono già mature per vincere slam, ed in un certo senso a restituire l’investimento di risorse di cui hanno beneficiato.
Su quali giovani la FIT sta scommettendo ed investendo, e con che risultati?

Concordo in pieno con il Tuo commento

12
Carlo (Guest) 20-09-2015 18:12

Scritto da goran2001

Scritto da ILSanto
Questo è il momento di cavalcare l’onda e guadagnare punti nei prossimi tornei. Roberta si merita di entrare tre le prime 10 e vincere un Premier. Adesso ha acquistato più sicurezza e autostima. Un altro anno l’aspetto negli slam (e Roberta può vincerne almeno uno). Purtroppo è la nostra Federazione Tennis che è insufficiente. Se Pennetta, Schiavone, Vinci e Errani nascevano in Svizzera oppure in Belgio : la Pennetta avrebbe vinto 4/5 Slam, la Schiavone 3 /4 Slam (se non uguale alla Pennetta), la Vinci 2/3 Slam e la Errani 1 /2 Slam. La nostra Federazione si è trovata tra le mani quattro grandissime tenniste di grandissimo livello (che non gli capiterà Mai più di ritrovare nel tennis Italiano), e le ha gestite in maniera dilettantistica. Questo vale anche a livello maschile. La Nostra Federazione è da smantellare e rifondare

Scusa, senza polemica ma con curiosità, perchè dici così? Le nostre migliori 4 si allenano tutte all’estero, sono cresciute tennisticamente all’estero, chi in Spagna e chi in America; i loro allenatori sono tutti stranieri; posto che a me la federazione sta ben poco simpatica, ma cosa avrebbe potuto fare di diverso?

Ti dai la risposta da solo.
Perchè sono dovute andare all’estero? Perchè ci hanno messo tanto a maturare?
L’attività ed il sostegno di una federazione non serve quando una professionista è ormai affermata ed “arrivata”, serve prima, quando deve fare un salto di qualità.

Bencic e Muguruza, oltre alle loro doti, hanno un supporto organizzativo, tecnico ed anche economico che le nostre, alla loro età, non si sarebbero neanche sognato, e loro sono già mature per vincere slam, ed in un certo senso a restituire l’investimento di risorse di cui hanno beneficiato.

Su quali giovani la FIT sta scommettendo ed investendo, e con che risultati?

11
ILSanto (Guest) 20-09-2015 18:06

Scritto da goran2001

Scritto da ILSanto
Questo è il momento di cavalcare l’onda e guadagnare punti nei prossimi tornei. Roberta si merita di entrare tre le prime 10 e vincere un Premier. Adesso ha acquistato più sicurezza e autostima. Un altro anno l’aspetto negli slam (e Roberta può vincerne almeno uno). Purtroppo è la nostra Federazione Tennis che è insufficiente. Se Pennetta, Schiavone, Vinci e Errani nascevano in Svizzera oppure in Belgio : la Pennetta avrebbe vinto 4/5 Slam, la Schiavone 3 /4 Slam (se non uguale alla Pennetta), la Vinci 2/3 Slam e la Errani 1 /2 Slam. La nostra Federazione si è trovata tra le mani quattro grandissime tenniste di grandissimo livello (che non gli capiterà Mai più di ritrovare nel tennis Italiano), e le ha gestite in maniera dilettantistica. Questo vale anche a livello maschile. La Nostra Federazione è da smantellare e rifondare

Scusa, senza polemica ma con curiosità, perchè dici così? Le nostre migliori 4 si allenano tutte all’estero, sono cresciute tennisticamente all’estero, chi in Spagna e chi in America; i loro allenatori sono tutti stranieri; posto che a me la federazione sta ben poco simpatica, ma cosa avrebbe potuto fare di diverso?

Appunto sono andate all’estero (e hanno fatto bene) cosa che le tenniste Svizzere Belghe o Francesi non fanno di solito. Con una Federazione forte, avrebbero vinto di più. Sono andate all’estero perché le loro Famiglie sono milionarie (per fortuna). Ma le tenniste Italiane di grande talento, che non hanno dietro Famiglie che possono mandarle all’estero. Cosa fanno ? Forse la Vinci è l’unica che si allena in Italia in quel di Palermo

10
andreandre 20-09-2015 17:52

Scritto da goran2001

Scritto da ILSanto
Questo è il momento di cavalcare l’onda e guadagnare punti nei prossimi tornei. Roberta si merita di entrare tre le prime 10 e vincere un Premier. Adesso ha acquistato più sicurezza e autostima. Un altro anno l’aspetto negli slam (e Roberta può vincerne almeno uno). Purtroppo è la nostra Federazione Tennis che è insufficiente. Se Pennetta, Schiavone, Vinci e Errani nascevano in Svizzera oppure in Belgio : la Pennetta avrebbe vinto 4/5 Slam, la Schiavone 3 /4 Slam (se non uguale alla Pennetta), la Vinci 2/3 Slam e la Errani 1 /2 Slam. La nostra Federazione si è trovata tra le mani quattro grandissime tenniste di grandissimo livello (che non gli capiterà Mai più di ritrovare nel tennis Italiano), e le ha gestite in maniera dilettantistica. Questo vale anche a livello maschile. La Nostra Federazione è da smantellare e rifondare

Scusa, senza polemica ma con curiosità, perchè dici così? Le nostre migliori 4 si allenano tutte all’estero, sono cresciute tennisticamente all’estero, chi in Spagna e chi in America; i loro allenatori sono tutti stranieri; posto che a me la federazione sta ben poco simpatica, ma cosa avrebbe potuto fare di diverso?

non scrivere TUTTE dato che Roby si allena a Palermo e ha un allenatore italiano

9
goran2001 20-09-2015 17:42

Scritto da ILSanto
Questo è il momento di cavalcare l’onda e guadagnare punti nei prossimi tornei. Roberta si merita di entrare tre le prime 10 e vincere un Premier. Adesso ha acquistato più sicurezza e autostima. Un altro anno l’aspetto negli slam (e Roberta può vincerne almeno uno). Purtroppo è la nostra Federazione Tennis che è insufficiente. Se Pennetta, Schiavone, Vinci e Errani nascevano in Svizzera oppure in Belgio : la Pennetta avrebbe vinto 4/5 Slam, la Schiavone 3 /4 Slam (se non uguale alla Pennetta), la Vinci 2/3 Slam e la Errani 1 /2 Slam. La nostra Federazione si è trovata tra le mani quattro grandissime tenniste di grandissimo livello (che non gli capiterà Mai più di ritrovare nel tennis Italiano), e le ha gestite in maniera dilettantistica. Questo vale anche a livello maschile. La Nostra Federazione è da smantellare e rifondare

Scusa, senza polemica ma con curiosità, perchè dici così? Le nostre migliori 4 si allenano tutte all’estero, sono cresciute tennisticamente all’estero, chi in Spagna e chi in America; i loro allenatori sono tutti stranieri; posto che a me la federazione sta ben poco simpatica, ma cosa avrebbe potuto fare di diverso?

8
ILSanto (Guest) 20-09-2015 17:39

Questo è il momento di cavalcare l’onda e guadagnare punti nei prossimi tornei. Roberta si merita di entrare tre le prime 10 e vincere un Premier. Adesso ha acquistato più sicurezza e autostima. Un altro anno l’aspetto negli slam (e Roberta può vincerne almeno uno). Purtroppo è la nostra Federazione Tennis che è insufficiente. Se Pennetta, Schiavone, Vinci e Errani nascevano in Svizzera oppure in Belgio : la Pennetta avrebbe vinto 4/5 Slam, la Schiavone 3 /4 Slam (se non uguale alla Pennetta), la Vinci 2/3 Slam e la Errani 1 /2 Slam. La nostra Federazione si è trovata tra le mani quattro grandissime tenniste di grandissimo livello (che non gli capiterà Mai più di ritrovare nel tennis Italiano), e le ha gestite in maniera dilettantistica. Questo vale anche a livello maschile. La Nostra Federazione è da smantellare e rifondare

7
max (Guest) 20-09-2015 17:23

Lavora,fatica,impegno,sudore,grinta,determinazione,talento,e tanto tantissimo cuore grande ROBY!!!!!!!

6
Luca (Guest) 20-09-2015 17:16

Te la meriti tutta Roberta! Sarebbe il coronamento di una grande carriera…basta crederci e i sogni si avverano 😉

5
fabious (Guest) 20-09-2015 17:14

Roby se la meriterebbe alla grande!!!!!!!!! Dal punto di vista tecnico è sicuramente fra le prime 3, l’unica riserva è dettata dall’anagrafe, ma si puo’ sicuramente ben sperare.

4
andreandre 20-09-2015 16:59

Scritto da Michele
La top 10 è a circa 600 punti. Si può fare e se la meriterebbe pure. Confesso che quest’anno continuare a leggere “Roberta Vinci sconfitta al primo turno del torneo…” mi aveva fatto perdere le speranze su un suo ritorno al top ma poi sappiamo cosa ha combinato a NY.

più che altro ha in saccoccia per un anno 1300 punti e, considerando che fino alla prossima estate americana ha poco da difendere, ce la può fare!Forza Roby!

3
Michele (Guest) 20-09-2015 16:57

La top 10 è a circa 600 punti. Si può fare e se la meriterebbe pure. Confesso che quest’anno continuare a leggere “Roberta Vinci sconfitta al primo turno del torneo…” mi aveva fatto perdere le speranze su un suo ritorno al top ma poi sappiamo cosa ha combinato a NY.

2
pazzodicamila 20-09-2015 16:55

Auguri di cuore. La top 10 ti aspetta a braccia aperte sicurissima di accoglierti.

1