Djokovic vince il quarto Masters 1000 del 2015 ATP, Copertina

Djokovic inarrestabile: domina Federer in due set, vince il quarto titolo a Roma e quarto Masters 1000 in stagione (Video)

17/05/2015 19:14 77 commenti
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo

Inarrestabile, impressionante. Imbattibile. La lista dei superlativi ideali a descrivere il livello di tennis toccato da Djokovic nella finale di Roma (…e negli ultimi mesi) potrebbe esser smisurato, tendente all’infinito. Il n.1 del mondo vince il suo quarto titolo degli Internazionali BNL d’Italia sconfiggendo Roger Federer con il punteggio di 6-4 6-3. Una finale di buon livello nel primo set, finché lo svizzero ha tenuto percentuali altissime col servizio, fino ad arrivare sul 4 pari a palla break in suo favore. Un’occasione incredibile per Roger, che non è riuscito a trasformare. La più classica delle “sliding doors”: Djokovic si salva e nel gioco seguente c’è lotta, tira una risposta pazzesca che lo porta a set point. Lo trasforma, e di fatto chiude qua il match. Il secondo set è scivolato via fin troppo in fretta, per la delusione del pubblico che sperava in una finale più lunga e combattuta. Il serbo pareva in crescita, ma non ancora al top; Federer aveva mostrato contro Berdych e Wawrinka un tennis stellare per qualità. Inoltre quando queste due leggende si affrontano il livello dello spettacolo è mediamente molto alto, c’è un’eccellente compatibilità tecnica tra i due a produrre scambi notevoli per varietà e qualità. Purtroppo la finale ha scritto una storia diversa, confermando che Djokovic in questo momento è superiore, a tutti. E’ capace di cogliere l’attimo ed elevare il suo livello diventando dominante, quasi inattaccabile. Eppure Federer è l’avversario teoricamente “migliore” per batterlo, quello che può scardinare il pressing del serbo con la magia della sua racchetta. E’ stato l’ultimo a riuscirci, lo dicono le statistiche, ma sul veloce e contro un Djokovic non così totale. Federer avrebbe forse dovuto tenere percentuali assolute con la prima di servizio, superiori al 75%, e cogliere ogni minimo spiraglio entrando con le sue accelerazioni e variazioni. Forse avrebbe dovuto tagliare più i suoi colpi, insistere sul dritto di “Nole” sfidandolo appena possibile, e non accettare mai lo scambio. Non c’è riuscito, ma non possiamo non applaudire ugualmente questo mito della racchetta che a quasi 34 anni riesce ancora a produrre un tennis magnifico e battagliare ad armi pari contro il “Robcop” con racchetta”.

22 vittorie di fila per il serbo, 4° Masters1000 in stagione (tutti quelli a cui ha partecipato!), e 19° successo contro Roger nella loro 39a sfida, curiosamente la prima in una finale sul rosso. “Sto giocando il miglior tennis della mia carriera” ha dichiarato un “Nole” raggiante, con la coppa in mano, nel suo italiano clamoroso. Un Djokovic forse superiore a quello del 2011, quando pareva perfetto. Oggi forse è ancor più consapevole, sa gestire meglio le sue forze ed i momenti del match. Serve meglio, con migliori percentuali e trovando qualche punto diretto fondamentale nei momenti più caldi. Nel 2011 spingeva sempre e comunque, ed impressionava; adesso pare decidere lui quando e come vincere il match, quando forzare i tempi e scappare via, dando ancor più una sensazione di superiorità. Soffre qualche pausa in campo, ma forse sono solo momenti in cui prova qualcosa, oppure in cui cerca di vincere non tirando a tutta, risparmiando energie fisiche e mentali che gli serviranno nei grandissimi appuntamenti. Tra 7 giorni scatterà il Roland Garros, pare esser arrivato nel momento top della sua stagione in uno stato di forma eccezionale, come ha dimostrato nella finale di oggi.

Alle 17 Djokovic inizia al servizio. Prima esterna e risposta lunga di Federer. Seguono due attacchi verso la rete del serbo. Evidente il piano tattico del n.1: non farsi aggredire, prendere l’iniziativa. 1-0 Djokovic. Si cambia campo, serve Roger e nei primi 5 punti scende sempre a rete dopo un attacco. La partita ha uno sviluppo iniziale molto verticale, in modo quasi sorprendente visto che siamo sulla terra battuta. Roger in sicurezza, 1 pari. Scambi veloci, grandi rischi. 2-1 Djokovic. Nel quarto gioco Federer sbaglia una comoda volée, forse disturbato dal gioco delle ombre sul centrale, è 0-30. Scatta il primo allarme, ma il servizio lo sostiene trovando 2 Ace. Si arriva per la prima volta ai vantaggi. Sono passati 10 minuti ed il match si è già spostato sul fattore chiave: il servizio di Roger vs. la risposta di Djokovic. La sensazione è che chi riuscirà a prevalere in questa sfida nella sfida, alzerà la coppa degli Internazionali. Federer tiene il servizio, 2 pari. Arrivano le prime smorzate, bellissime e millimetriche, dal rovescio di Djokovic, che non cede di un millimetro e sembra giocare sciolto, in controllo, volando 3-2. Risponde Roger, non solo con servizi precisi (al momento 75% di prime palle) ma anche con una smorzata di dritto in avanzamento deliziosa, imprendibile. L’equilibrio dei servizi regge, 3 pari e poi 4-3 Djokovic. Interessante notare come il serbo al servizio preferisca non tirare prime a grande velocità ma lavorare il colpo generando traiettorie esterne con rimbalzi alti, il tutto per non offrire una palla veloce e consistente che Federer potrebbe impattare secca e potenzialmente imprendibile. L’equilibrio non si spezza, 4 pari.

Il nono gioco sarà quello decisivo. Novak inizia sbagliando 3 servizi di fila, a cui segue una seconda corta che Roger taglia con un back maligno, mal rigiocato dal n.1. 0-30, per la prima volta Djokovic è in difficoltà al servizio. Non trema “Nole”, spara due Ace, più precisi che potenti, segno di enorme concentrazione e presenza sul campo. Per la prima volta il turno di servizio di Novak arriva ai vantaggi. Federer, chiamato al palleggio, comanda con colpi molto lunghi e cambiando effetti. Stecca un dritto in corsa Djokovic e concede la prima palla break del match. Non entra la prima, finita a mezza rete; si scambia sulla seconda, comanda Roger ma Novak riesce a mettere i piedi in campo, cambiando la diagonale e forzando col dritto sul rovescio dello svizzero, che sbaglia il recupero. Occasione sprecata per Federer, un punto l’avrebbe mandato a servire per il primo set. Djokovic si salva, 5-4 per lui, ora la pressione è su Roger, e l’avverte. Federer va sotto 15-30, e si prende un rischio pazzesco con un serve & volley degno dei migliori australiani, chiuso con una volée di dritto fantastica per reattività e precisione. Si arriva di nuovo ai vantaggi, e qua l’equilibrio si rompe. Djokovic si prende un rischio incredibile tirando una risposta vincente in cross di dritto, davvero vicina per qualità, velocità e precisione a quella grazie a cui annullò un match point nella semifinale di US Open proprio a Roger. E’ set point per il n.1. Non entra la prima di servizio, si scambia e conduce Novak, che porta lo svizzero all’errore di rovescio. 6-4 Djokovic. Un set tiratissimo, che si è giocato su tre punti: la palla break non trasformata da Federer, gli ultimi due punti vinti da Djokovic.

Il serbo inizia alla battuta il secondo parziale e la tendenza del finale del primo set non si inverte. “Nole” serve bene, preciso, chirurgico; Federer ci prova ma non sfonda, anzi, accusa il colpo. 1-0, tre giochi di fila per il n.1. Sul 15 pari Federer scivola avanzando a metà campo, 15-30. Segue uno scambio durissimo in ritmo, dominato dal serbo. E’ 15-40, due palle break delicatissime che Federer annulla con un gran servizio ed un rovescio da cineteca tirato da fuori del corridoio che pizzica in lungo linea l’unico angolo del campo scoperto, suscitando anche l’applauso di Novak per la difficoltà del colpo. Djokovic però ha alzato al massimo il suo livello, entra in modalità “dominator” spingendo di ritmo come una macchina, trovando angoli e profondità. Federer non riesce ad uscire dallo scambio perché adesso la prima non lo aiuta più. Altra palla break, la trasforma. 2-0 e poi 3-0 Djokovic, in un amen. 5 giochi di fila per lui, è la zampata decisiva. Novak è inattaccabile, in totale controllo. Finché il servizio ha sostenuto Roger al massimo c’è stata partita; nel secondo set Roger è sceso con la prima sotto al 40%, ed appena il gioco s’è spostato sullo scambio è venuta fuori la maggior consistenza del serbo, la sua incredibile presenza “fisica” sul campo. Adesso Novak arriva troppo bene sulla palla, la anticipa e governa ogni diagonale; cerca il rovescio di Federer in corsa, e sul rosso la difesa dello svizzero non può esser così efficace come sul rapido, dove può giocare sul tempo.

Reagisce d’orgoglio lo svizzero, tiene il primo servizio del set di rabbia, 3-1. Roger prova a spingere fin dalla risposta, a scendere a rete, ad accorciare i tempi di gioco; ma la reazione del serbo è precisa, fredda. Una sentenza. 4-1 Djokovic e poi 5-2. Non molla Roger, sale 5-3, e con tutto l’orgoglio del campione tira tutto nell’ultimo gioco, provando a mettere pressione al rivale. Troppo larghe le spalle di Novak, troppo in fiducia per crollare ad un passo dal traguardo. Chiude 6-3 in 1h e 15 minuti di buon tennis, in cui ha dimostrato di essere in questo periodo storico nettamente il più forte. Ha fatto tutto al meglio per arrivare a Parigi al top, e vincere l’ultimo grande titolo che gli manca. Il suo sprint è iniziato al Foro Italico. Sarà difficilissimo fermare questo treno.

 

Marco Mazzoni

@marcomazz



Match Point

La Partita

La partita punto per punto

ATP Rome
Novak Djokovic [1]
6
6
Roger Federer [2]
4
3
Vincitore: N. DJOKOVIC

N. Djokovic SRB - R. Federer SUI
01:15:34
5 Aces 7
1 Double Faults 1
72% 1st Serve % 63%
32/38 (84%) 1st Serve Points Won 30/39 (77%)
10/15 (67%) 2nd Serve Points Won 8/23 (35%)
1/1 (100%) Break Points Saved 3/5 (60%)
10 Service Games Played 9
9/39 (23%) 1st Return Points Won 6/38 (16%)
15/23 (65%) 2nd Return Points Won 5/15 (33%)
2/5 (40%) Break Points Won 0/1 (0%)
9 Return Games Played 10
42/53 (79%) Total Service Points Won 38/62 (61%)
24/62 (39%) Total Return Points Won 11/53 (21%)
66/115 (57%) Total Points Won 49/115 (43%)


TAG: , , , , ,

77 commenti. Lasciane uno!

Jose mourinho (Guest) 18-05-2015 15:16

D’accordo con Alessandra, ero presente ed è’ stata una vergogna…lui e la Pericoli devono sparire, dovrebbero farli premiare da qualcun altro….altra vergogna di cui nessuno ha parlato è stato premiare il vincitore alla Boschi….che più che insulti non si è presa e direi giustamente…x fortuna poi nole ha iniziato a parlare e non hanno più fischiato e insultato…

77
OriginalGiulio (Guest) 18-05-2015 13:55

@ fighter90 (#1346318)

D’accordo con te,a riprova di quanto dici c’è il fatto che Nadal ha vinto tutti gli Slam esistenti nel sistema solare,Wimbledon incluso. Considerarlo solo un terraiolo è da incompetenti.

76
alexalex 18-05-2015 13:51

Scritto da alexalex
Io non ho visto nulla… a parte Novak che si è scappato lo champagne in faccia…cos’ha combinato Pietrangeli??

Scusate ho letto sotto…ci siamo fatti riconoscere anhe stavolta…dopo le buche in campo…

75
alexalex 18-05-2015 13:00

Io non ho visto nulla… a parte Novak che si è scappato lo champagne in faccia…cos’ha combinato Pietrangeli??

74
rosinaldo 18-05-2015 12:33

Che vergogna Pietrangeli. Basta ora, non deve premiare più.

Il rispetto prima di tutto

73
Papero 18-05-2015 12:29

Difficile essere nel pieno della maturazione atletica dopo aver massacrato il tuo fisico per tutti questi anni. Ergo, il fisico di Nadal è più vecchio di quelli effettivi. Detto questo, lo do ancora come favorito a Parigi.

72
alessandra (Guest) 18-05-2015 12:23

@ STEnnis (#1346316)
Riassumendo in poche righe: ha detto che non gli fregava niente del “ragazzo” che aveva vinto,gli interessava solo parlare con Federer, della cena fatta con lui e tanti tanti slurp slurp!!!!! e anche quando stavano premiando Djokovic, lui,pietrangeli, (sul palco) si intratteneva parlando dei cacchi suoi con federer, lasciando il “vincitore degli internazionali” solo e quando qualcuno gli ha detto di dire qualcosa, il biascicone ha preso il microfono e ha detto che non sapeva che dire. Quella era una cerimonia di premiazione e lui era il cerimoniere e doveva avere un comportamento consono, anche se djokovic non gli piace. Ci si comporta cosi’ da cafoni al bar o a casa propria, non in un momento ufficiale come quello. Mi sono sentita a disagio, ho trovato Pietrangeli villano, maleducato e cafone.
E voglio sottolineare che non sono una fan di Djokovic, ma una a cui piace il tennis e tutti i suoi campioni.

71
sarita (Guest) 18-05-2015 12:23

Scritto da ExcaliburErrani
ma la tizia che ha cantato ieri, Milena Pericoli mi pare, era ovviamente la nipote di Lea?

mi stupirei del contrario :lol:

cmq la Pericoli è un’altra che deve sparire.

quando la schiavo si ritirerà, deve toccare a lei la premiazione.

VERA CAMPIONESSA.

70
Nadaliano (Guest) 18-05-2015 12:16

Scritto da erebus
A leggere certi commenti qui sembra che Nadal sia vecchio, guardate che è ancora un ventottenne, ne deve ancora compiere 29, tennisticamente parlando si trova nel pieno della maturità atletica. Eppure anche a Roma abbiamo visto che fatica fa a spingere con le gambe anche dopo solo un ora e mezza di gioco. Nadal fino ad un anno fa è stato un unicum nella storia del tennis, il giocatore piu potente, veloce e resistente che si sia mai visto su un campo da tennis. Potenza,velocità e resistenza al massimo livello tutte concentrate nella stessa persona, una cosa mai vista. O Nadal è (era) un mutante o si aiutava, e anche parecchio, e adesso non lo può piu fare. Decidete voi quale vi sembra l’ipotesi piu probabile.

Nadal ha avuto diversi infortuni e periodi di stop. Questo capita a molti atleti, quelli come Federer e Djokovic che stanno al top con cali minimi sono una rarità. Pensa a i vari Tsonga, Monflis, Del Potro, Soderling etc…tutti giocatori che hanno avuto periodi ad altissimo livello e poi si sono spenti per un motivo o per un altro.

69
ExcaliburErrani (Guest) 18-05-2015 12:08

ma la tizia che ha cantato ieri, Milena Pericoli mi pare, era ovviamente la nipote di Lea?

68
fighter90 (Guest) 18-05-2015 11:58

@ OriginalGiulio (#1346195)

Ma chi parla male di Nadal non ha seguito il tennis nell’ultimo decennio. Qui parliamo di una leggenda di questo sport che ha segnato un epoca, ed é riduttivo considerarlo il più grande terraiolo di tutti i tempi.

67
STEnnis (Guest) 18-05-2015 11:55

Scusate,ieri non ho visto la premiazione dopo la finale…Potete dirmi cosa ha detto Pietrangeli?Grazie…

66
alessandra (Guest) 18-05-2015 11:38

@ Jim Courier (#1346211)

D’accordissimo con te!
Mi ha stupito,invece, non leggere nessun commento da parte di “giornalisti sportivi” sul disdicevole comportamento di Pietrangeli

65
fighter90 (Guest) 18-05-2015 11:33

Bellissimo articolo di Marco, ma penso che ancora oggi Nadal sia favorito per il RG, per un semplice motivo lo spagnolo ha perso appena una partita nello slam parigino e sappiamo tutti che al meglio dei cinque set su terra, Nadal è quasi imbattibile. Unco giocatore che può batterlo è djokovic ma deve giocare con grande intensità per almeno tre ore, e in passato non lo ha dimostrato.

64
Haas78 (Guest) 18-05-2015 11:24

@ Marco (#1346273)

Obbiettivamente, a meno di fattori concomitanti e di exploit di qualche tennista in un singolo incontro, vedo il serbo decisamente favorito nella corsa al RG, e probabilmente lo merita, pur non essendo un tennista che mi piace e che stimo molto.
Non so, non vedo ostacoli reali alla sua vittoria, tolte eventuali coincidenze e fattori negativi, cali istantanei di forma e concentrazione, e prestazioni di antagonisti di turno che possano minarne le percentuali di massimo risultato

63
alexalex 18-05-2015 11:16

Ciò che eockquote>Scritto da erebus
A leggere certi commenti qui sembra che Nadal sia vecchio, guardate che è ancora un ventottenne, ne deve ancora compiere 29, tennisticamente parlando si trova nel pieno della maturità atletica. Eppure anche a Roma abbiamo visto che fatica fa a spingere con le gambe anche dopo solo un ora e mezza di gioco. Nadal fino ad un anno fa è stato un unicum nella storia del tennis, il giocatore piu potente, veloce e resistente che si sia mai visto su un campo da tennis. Potenza,velocità e resistenza al massimo livello tutte concentrate nella stessa persona, una cosa mai vista. O Nadal è (era) un mutante o si aiutava, e anche parecchio, e adesso non lo può piu fare. Decidete voi quale vi sembra l’ipotesi piu probabile.

Ciò che è certo è che il suo fisico ha pagato dazio a tutta questa potenza e resistenza esercitate negli anni con infortuni vari da usura. Quindi, finchè non verrà messo nero su bianco in merito (squalifiche o ammissioni) Nadal rimane un super atleta che ha sfruttato al massimo il suo corpo per 10 anni e sarà difficile dimostrate che questo calo non sia fisiologico! Tutto il resto sono chiacchiere!

62
alessandra (Guest) 18-05-2015 11:12

@ Marco (#1346273)

Di “mentalmente fuso” per il momento vedo qualcun’altro, non certo Djokovic……..

61
erebus (Guest) 18-05-2015 10:47

A leggere certi commenti qui sembra che Nadal sia vecchio, guardate che è ancora un ventottenne, ne deve ancora compiere 29, tennisticamente parlando si trova nel pieno della maturità atletica. Eppure anche a Roma abbiamo visto che fatica fa a spingere con le gambe anche dopo solo un ora e mezza di gioco. Nadal fino ad un anno fa è stato un unicum nella storia del tennis, il giocatore piu potente, veloce e resistente che si sia mai visto su un campo da tennis. Potenza,velocità e resistenza al massimo livello tutte concentrate nella stessa persona, una cosa mai vista. O Nadal è (era) un mutante o si aiutava, e anche parecchio, e adesso non lo può piu fare. Decidete voi quale vi sembra l’ipotesi piu probabile.

60
Marco (Guest) 18-05-2015 10:07

Scritto da Luca Supporter del Tennis Italiano
Grande Slam per Nole quest’anno!

non credo, ha vinto troppo fino ad ora, la “fame” inconscia di vittorie si è inevitabilmente ridotta, fra un pò sarà mentalmente fuso e dovrà prendersi un’ulteriore pausa

59
massimo (Guest) 18-05-2015 09:52

Scritto da Nick Barrett

Scritto da pantera96
Comunque a prescindere dal tifo di ognuno di noi oggi secondo me è una data importante.
Nole comincia ad entrare sempre più nel mito del tennis affiancando il re Roger.
Oggi definitivamente ha superato federer nei master 1000 e Roger per anagrafica non potrà più risuperarlo.
Noi commentiamo ci divertiamo domani riandiamo al lavoro ma i giorni passano e Nole secondo me sta incamerando settimane e settimane di numero uno cosa pensate che ci voglia a raggiungere federer e sampras??
Voglio dire che piano piano sta riscrivendo la storia ed i numeri del tennis di sempre e sfido chiunque io stesso non ci credevo se solo 10 anni fa qualcuno mi avesse detto che i record di Roger potessero essere anche solo sfiorati io personalmente l’avrei preso per il culo invece la realtà è questa quindi attenzione.

Calma, per quest’anno e magari l’anno prossimo Nole riuscirà a fare grandi cose, ma ci sono giovani che stanno emergendo e quindi non lo vedo favorito per i prossimi 5 anni. Zverev (2 challenger oggi) , Coric, Kokkinakis (1 challenger oggi), Kyrgios, Chung (malgrado abbia perso la finale challenger oggi) stanno crescendo alla grande. Qunindi attenzione.

Aggiungerei anche Rublev fra i giovani forti a me quello che mi piace di più in prospettiva è Zverev

58
Nadaliano (Guest) 18-05-2015 09:43

Scritto da Nick Barrett

Scritto da pantera96
Comunque a prescindere dal tifo di ognuno di noi oggi secondo me è una data importante.
Nole comincia ad entrare sempre più nel mito del tennis affiancando il re Roger.
Oggi definitivamente ha superato federer nei master 1000 e Roger per anagrafica non potrà più risuperarlo.
Noi commentiamo ci divertiamo domani riandiamo al lavoro ma i giorni passano e Nole secondo me sta incamerando settimane e settimane di numero uno cosa pensate che ci voglia a raggiungere federer e sampras??
Voglio dire che piano piano sta riscrivendo la storia ed i numeri del tennis di sempre e sfido chiunque io stesso non ci credevo se solo 10 anni fa qualcuno mi avesse detto che i record di Roger potessero essere anche solo sfiorati io personalmente l’avrei preso per il culo invece la realtà è questa quindi attenzione.

Calma, per quest’anno e magari l’anno prossimo Nole riuscirà a fare grandi cose, ma ci sono giovani che stanno emergendo e quindi non lo vedo favorito per i prossimi 5 anni. Zverev (2 challenger oggi) , Coric, Kokkinakis (1 challenger oggi), Kyrgios, Chung (malgrado abbia perso la finale challenger oggi) stanno crescendo alla grande. Qunindi attenzione.

Speriamo, ma raggiungere i livelli di Djokovic – Nadal – Federer è difficilissimo. Pensa a quanti giovani promettenti si sono arenati ben prima…ad esempio Dimitrov e Tomic esprimevano un tennis ottimo già a 18-19 anni eppure dopo 4 e passa anni di tennis che conta son sempre li, e ormai i margini di miglioramento sono ridotti.

57
alexalex 18-05-2015 08:03

@ RF87 (#1346152)

Ps: nemmeno Nishikori mi sembra all’altezza. l’anno scorso allo us open ha sprecato un’occasione incredibile! E poi fisicamente è un po fragile…

56
alexalex 18-05-2015 07:39

Scritto da RF87
Il livello di Nole è salito leggermente.Quello di Roger è calato per limiti di età (difficilmente potrà vincere un altro Slam anche se me lo auguro) Nadal è sotto fisicamente e sfiduciato.Queste ultime due cose non hanno fatto altro che aumentare la fiducia del serbo,difficile capire chi lo possa fermare allo stato attuale.Murray dei cosiddetti Fab4 è il meno campione,se gli altri giocano sempre e solo per vincere,lui dopo Londra 2013 non si capisce se abbia ancora motivazioni o meno.Le giovani leve potrebbero forse contrastare Nole? Bah.I vari Dimitrov e Raonic non l’hanno fatto fino ad oggi,gli altri sono troppo piccolini..
A meno che non risorga Nadal,non compia un miracolo Federer o Nole non si batta da solo,mi sembra facilmente pronosticabile che i prossimi 4-5 slam almeno sono in mano al serbo..

Sono d’accordo con te. E non bisogna fare l’errore di credere che raggiungere il livello di Federer, Nadal e Djokovic e mantenerlo negli anni come hanno fatto loro sia facile. Nessuno allo stato attuale può rivaleggiare con Nole, se non in una partita. Ma non sono neppure sicuro che possa continuare a giocare così per tutta la stagione, perchè anche il gioco di Novak è piuttosto dispendioso e già lo scorso anno allo Us Open ha dimostrato che anche lui deve tirare il fiato ogni tanto. Chi potrà metterlo in difficoltà? Per quest’anno ci potrà riuscire solo chi approfitterà di un suo calo fisiologico eventuale. In futuro, invece, non credo ci potranno riuscire nè Dimitrov (elegante ma poco grintoso) nè Raonic (troppo limitato e incompleto). Forse uno fra i ventenni emergenti, ma per farcela dovranno fare un salto notevole.

55
alexalex 18-05-2015 00:14

Scritto da donato
non vedo alcuna richiesta di ritiro allo svizzero,semplicemente perchè n2 a 34 anni ….ho detto tutto,come non vedo analogie tra la profonda crisi di nadal ,ormai n7 a 29 anni,che invece potrebbe in caso di ulteriori delusioni costringerlo all’abbandono.
pertanto solo per onesta intellettuale si dovrebbe dire che uno lotta spesso vincendo” contro acciacchi (forse ti riferivi al solo nadal)e rivali sempre più giovani”,l’altro nonostante più giovane di 5 anni lotta contro…..ma non vince!

Le richieste di ritiro io le ho letto sotto l’articolo del live. Ci sono delle frasi nel tuo commento che non capisco, forse perché ti hanno oscurato dei termini. Ricorda il Federer del 2013, che di acciacchi ne aveva eccome e se non sbaglio ha vinto solo Halle. Sembrava finito, e invece… Certo se consideriamo finito uno che non vince più 2-3 slam e 4-5 1000 a stagione come era abituato a fare prima, allora è finito già da diversi anni… per fortuna non è così! E anche se non potrà più vincere quanto prima, continua a regalare partite spettacolari e qualche successo importante lo coglie ancora!

54
Jim Courier (Guest) 18-05-2015 00:03

Complimentissimi a Nole e anche a Roger per il bel tennis di questi giorni. Il torneo invece, come organizzazione è da rivedere, magari con qualche buca (e qualche Pietrangeli) in meno :evil:

53
alexalex 17-05-2015 23:51

@ alessandra (#1346197)

Non sono un giornalista e i pensieri squallidi saranno magari i tuoi, se pensi che un campione che attraversa un momento difficile debba ritirarsi perché secondo te vederlo è triste. Ho visto sul centrale la partita di Roger contro Wawrinka e ti assicuro che sia stata tutt’altro che triste. Ho visto l’allenamento di Nadal venerdì pomeriggio e davvero non è stato triste.

52
alessandra (Guest) 17-05-2015 23:08

@ GIANCA5152 (#1346174)

D’accordo al 100%

51
LuchinoVisconti (Guest) 17-05-2015 23:06

Scritto da mauro

Scritto da genie_roger

Scritto da mauro

Scritto da genie_roger
L’immagine di Pietrangeli che dietro Djokovic alza al cielo gli occhi sconsolato
dopo che il serbo ha appena vinto il primo set conferma quanto sia il torneo di Roma (e non Roger) a perderci da questa sconfitta dello svizzero. Probabilmente a Roger mancheranno sempre Roma e Montecarlo tra i 1000, così come a Nadal mancano Miami e Bercy (e Shanghai). Djokovic, che probabilmente supererà anche Nadal in quanto a numero di 1000 vinti, può già fregiarsi del titolo di “re dei 1000″ tra i Big3, ma lo scettro degli Slam -i veri appuntamenti importanti- spetta a Roger: per di più qualora Djokovic non dovesse vincere a Parigi, le vittorie di Montecarlo e Roma non sarebbero una consolazione ma al contrario contribuirebbero a rendere ancora più bruciante l’eventuale sconfitta: scommetto che pure lui scambierebbe quattro-cinque 1000 su terra per un Roland Garros. L’appuntamento importante è quello. Se non vince sarebbe una beffa per lui. E i 1000 vinti pressoché inutili.

Mancano anche le Olimpiadi nel singolo…

E a te anche le Finals…

Ah già anche quella ricca ed inutile esibizione di fine anno. Hai ragione.

Inutile forse per te, finchè non avrai i requisiti per parteciparvi.
A proposito, la sai la favoletta della volpe e dell’uva o vuoi che te la racconti prima di andare a letto? :mrgreen:

50
alessandra (Guest) 17-05-2015 23:06

@ alexalex (#1346154)

accidenti che pensieroni-oni!!!!!!!!!!!
Queste sono le classiche frasi retoriche, un po’squallide e superficiali che sento spesso da certi giornalisti sportivi faziosi e un po’ di serie B. I quali a loro volta, purtroppo,influenzano il pensiero di quelle persone che tifano per giocatori non piu’ vincenti,e che pur di non guardare in faccia alla realta’, credono a tutte quelle sciocchezze.
Per me, vedere come gioca nadal in questi ultimi tempi e’ triste……

49
OriginalGiulio (Guest) 17-05-2015 23:01

Scritto da alexalex
Chi chiede il ritiro di Federer o di Nadal per me non capisce nulla e si merita Raonic! Se due campioni così, che hanno vinto più di quello che ogni tennista sogna di vincere, sono ancora lì, a lottare contro età, acciacchi e rivali sempre più giovani vanno solo ammirati, per la passione con cui si allenano e l’umiltà con cui si rimettono in discussione ogni volta!

D’accordissimo..aggiungo che per molti le vere icone di quest’era tennistica rimarranno sempre Rafa e Roger,indipendentemente da quanto Djokovic riuscirà a vincere.
Lunga vita a queste due leggende del tennis

48
francesco l. (Guest) 17-05-2015 22:31

Nole imbattibile grande slam probabile

47
donato (Guest) 17-05-2015 22:20

non vedo alcuna richiesta di ritiro allo svizzero,semplicemente perchè n2 a 34 anni ….ho detto tutto,come non vedo analogie tra la profonda crisi di nadal ,ormai n7 a 29 anni,che invece potrebbe in caso di ulteriori delusioni costringerlo all’abbandono.
pertanto solo per onesta intellettuale si dovrebbe dire che uno lotta spesso vincendo” contro acciacchi (forse ti riferivi al solo nadal)e rivali sempre più giovani”,l’altro nonostante più giovane di 5 anni lotta contro…..ma non vince!

46
GIANCA5152 (Guest) 17-05-2015 21:51

@ sarita (#1346167)

Assolutamente d’accordo. Basta con queste icone del 800 . Quanto è ridicolo con quelli occhiali. Un altro che crede di essere sempre giovane. BASTA. Voglio ADRIANO PANATTA.

45
Lupu (Guest) 17-05-2015 21:51

Attenzione che l’anno scorso dopo la finale di Roma si dicevano le stesse cose e poi Djokovic non ha vinto ne il RG ne gli Us open…è impensabile mantenere questo livello per tutta la stagione

44
sarita (Guest) 17-05-2015 21:39

Scritto da ginglegel
Perché Djokovic gioca vestito da benzinaio?!?

LA SO MA NON FA RIDERE.

43
sarita (Guest) 17-05-2015 21:38

Pientrangeli sempre più simile a Paolo Villaggio.

nella forma e nei contenuti.

42
alexalex 17-05-2015 21:14

Chi chiede il ritiro di Federer o di Nadal per me non capisce nulla e si merita Raonic! Se due campioni così, che hanno vinto più di quello che ogni tennista sogna di vincere, sono ancora lì, a lottare contro età, acciacchi e rivali sempre più giovani vanno solo ammirati, per la passione con cui si allenano e l’umiltà con cui si rimettono in discussione ogni volta!

41
RF87 17-05-2015 21:12

@ pantera96 (#1346139)

Vero,però dopo due-tre anni di dominio Federeriano,sono venuti fuori dei giovanotti niente male.Uno gli ha dato del filo da torcere da subito,specie sulla terra dove non gli ha mai concesso nulla,poi anche su cemento ed erba.Successivamente sono arrivati gli altri,questo Nole,Murray ecc
Dipenderà tanto o tutto dal ricambio generazionale

40
Nick Barrett 17-05-2015 21:05

Scritto da pantera96
Comunque a prescindere dal tifo di ognuno di noi oggi secondo me è una data importante.
Nole comincia ad entrare sempre più nel mito del tennis affiancando il re Roger.
Oggi definitivamente ha superato federer nei master 1000 e Roger per anagrafica non potrà più risuperarlo.
Noi commentiamo ci divertiamo domani riandiamo al lavoro ma i giorni passano e Nole secondo me sta incamerando settimane e settimane di numero uno cosa pensate che ci voglia a raggiungere federer e sampras??
Voglio dire che piano piano sta riscrivendo la storia ed i numeri del tennis di sempre e sfido chiunque io stesso non ci credevo se solo 10 anni fa qualcuno mi avesse detto che i record di Roger potessero essere anche solo sfiorati io personalmente l’avrei preso per il culo invece la realtà è questa quindi attenzione.

Calma, per quest’anno e magari l’anno prossimo Nole riuscirà a fare grandi cose, ma ci sono giovani che stanno emergendo e quindi non lo vedo favorito per i prossimi 5 anni. Zverev (2 challenger oggi) , Coric, Kokkinakis (1 challenger oggi), Kyrgios, Chung (malgrado abbia perso la finale challenger oggi) stanno crescendo alla grande. Qunindi attenzione.

39
ginglegel 17-05-2015 21:05

Perché Djokovic gioca vestito da benzinaio?!?

38
LuchinoVisconti (Guest) 17-05-2015 21:03

Avrei preferito una vittoria di Roger ma, oltre a dire che Nole ha ampiamente meritato, è sotto gli occhi di tutti la figura da cafone che Pietrangeli ha fatto e fatto fare all’Italia.
Forse (forse?) non ha tutti i torti Panatta ad avercela con certi personaggi. Anche se è ovvio che per il torneo sarebbe stata preferibile una vittoria di Roger, è giusto che nello sport vinca il migliore, e oggi il migliore è stato Nole! Pietrangeli poteva, anzi doveva, avere un comportamento più sportivo e professionale, e a questo punto, anche se Nole è stato in signore, dubito fortemente che tornerà a Roma.

37
mauro (Guest) 17-05-2015 21:02

Scritto da Luca Supporter del Tennis Italiano
Grande Slam per Nole quest’anno!

Sempre grandi commenti tecnici da parte tua.

36
mauro (Guest) 17-05-2015 21:01

Scritto da genie_roger

Scritto da mauro

Scritto da genie_roger
L’immagine di Pietrangeli che dietro Djokovic alza al cielo gli occhi sconsolato
dopo che il serbo ha appena vinto il primo set conferma quanto sia il torneo di Roma (e non Roger) a perderci da questa sconfitta dello svizzero. Probabilmente a Roger mancheranno sempre Roma e Montecarlo tra i 1000, così come a Nadal mancano Miami e Bercy (e Shanghai). Djokovic, che probabilmente supererà anche Nadal in quanto a numero di 1000 vinti, può già fregiarsi del titolo di “re dei 1000″ tra i Big3, ma lo scettro degli Slam -i veri appuntamenti importanti- spetta a Roger: per di più qualora Djokovic non dovesse vincere a Parigi, le vittorie di Montecarlo e Roma non sarebbero una consolazione ma al contrario contribuirebbero a rendere ancora più bruciante l’eventuale sconfitta: scommetto che pure lui scambierebbe quattro-cinque 1000 su terra per un Roland Garros. L’appuntamento importante è quello. Se non vince sarebbe una beffa per lui. E i 1000 vinti pressoché inutili.

Mancano anche le Olimpiadi nel singolo…

E a te anche le Finals…

Ah già anche quella ricca ed inutile esibizione di fine anno. Hai ragione.

35
pantera96 17-05-2015 20:55

Comunque a prescindere dal tifo di ognuno di noi oggi secondo me è una data importante.
Nole comincia ad entrare sempre più nel mito del tennis affiancando il re Roger.
Oggi definitivamente ha superato federer nei master 1000 e Roger per anagrafica non potrà più risuperarlo.
Noi commentiamo ci divertiamo domani riandiamo al lavoro ma i giorni passano e Nole secondo me sta incamerando settimane e settimane di numero uno cosa pensate che ci voglia a raggiungere federer e sampras??
Voglio dire che piano piano sta riscrivendo la storia ed i numeri del tennis di sempre e sfido chiunque io stesso non ci credevo se solo 10 anni fa qualcuno mi avesse detto che i record di Roger potessero essere anche solo sfiorati io personalmente l’avrei preso per il culo invece la realtà è questa quindi attenzione.

34
RF87 17-05-2015 20:53

@ Gabriele da Firenze (#1346059)

??????

33
RF87 17-05-2015 20:50

Il livello di Nole è salito leggermente.Quello di Roger è calato per limiti di età (difficilmente potrà vincere un altro Slam anche se me lo auguro) Nadal è sotto fisicamente e sfiduciato.Queste ultime due cose non hanno fatto altro che aumentare la fiducia del serbo,difficile capire chi lo possa fermare allo stato attuale.Murray dei cosiddetti Fab4 è il meno campione,se gli altri giocano sempre e solo per vincere,lui dopo Londra 2013 non si capisce se abbia ancora motivazioni o meno.Le giovani leve potrebbero forse contrastare Nole? Bah.I vari Dimitrov e Raonic non l’hanno fatto fino ad oggi,gli altri sono troppo piccolini..
A meno che non risorga Nadal,non compia un miracolo Federer o Nole non si batta da solo,mi sembra facilmente pronosticabile che i prossimi 4-5 slam almeno sono in mano al serbo..

32

Grande Slam per Nole quest’anno!

31
ragaxxo (Guest) 17-05-2015 20:18

Scritto da genie_roger
L’immagine di Pietrangeli che dietro Djokovic alza al cielo gli occhi sconsolato
dopo che il serbo ha appena vinto il primo set conferma quanto sia il torneo di Roma (e non Roger) a perderci da questa sconfitta dello svizzero. Probabilmente a Roger mancheranno sempre Roma e Montecarlo tra i 1000, così come a Nadal mancano Miami e Bercy (e Shanghai). Djokovic, che probabilmente supererà anche Nadal in quanto a numero di 1000 vinti, può già fregiarsi del titolo di “re dei 1000″ tra i Big3, ma lo scettro degli Slam -i veri appuntamenti importanti- spetta a Roger: per di più qualora Djokovic non dovesse vincere a Parigi, le vittorie di Montecarlo e Roma non sarebbero una consolazione ma al contrario contribuirebbero a rendere ancora più bruciante l’eventuale sconfitta: scommetto che pure lui scambierebbe quattro-cinque 1000 su terra per un Roland Garros. L’appuntamento importante è quello. Se non vince sarebbe una beffa per lui. E i 1000 vinti pressoché inutili.

Scusa , ma oggi ha vinto il giocatore migliore, più completo e più forte mentalmente e fisicamente, Federer ha giocato alla pari fino al 4 pari ( grazie al servizio ) dopodichè non c’è stata partita

30
luigi120 17-05-2015 20:18

Le vittorie consecutive sono 23 compresa la vittoria in Davis contro Delic per 3-0 del 6 marzo.

29
pastaldente 17-05-2015 20:17

Impressionante NOLE, se mantiene questo stato di forma per i prossimi 4 mesi, rischia davvero di fare il Grande Slam.

28
commerciale (Guest) 17-05-2015 20:17

Sarebbe una sorpresa che djokovic non facesse il grande slam quest’anno. A Parigi cmq tifo rogerio :mrgreen:

27
rafael (Guest) 17-05-2015 19:32

La prossima volta per far vincere federer, a djokovic fanno aprire lo spumante prima della partita non dopo!!!

26
genie_roger 17-05-2015 19:29

Scritto da mauro

Scritto da genie_roger
L’immagine di Pietrangeli che dietro Djokovic alza al cielo gli occhi sconsolato
dopo che il serbo ha appena vinto il primo set conferma quanto sia il torneo di Roma (e non Roger) a perderci da questa sconfitta dello svizzero. Probabilmente a Roger mancheranno sempre Roma e Montecarlo tra i 1000, così come a Nadal mancano Miami e Bercy (e Shanghai). Djokovic, che probabilmente supererà anche Nadal in quanto a numero di 1000 vinti, può già fregiarsi del titolo di “re dei 1000″ tra i Big3, ma lo scettro degli Slam -i veri appuntamenti importanti- spetta a Roger: per di più qualora Djokovic non dovesse vincere a Parigi, le vittorie di Montecarlo e Roma non sarebbero una consolazione ma al contrario contribuirebbero a rendere ancora più bruciante l’eventuale sconfitta: scommetto che pure lui scambierebbe quattro-cinque 1000 su terra per un Roland Garros. L’appuntamento importante è quello. Se non vince sarebbe una beffa per lui. E i 1000 vinti pressoché inutili.

Mancano anche le Olimpiadi nel singolo…

E a te anche le Finals…

25
alessandra (Guest) 17-05-2015 19:25

@ genie_roger (#1346073)

replica a genie roger!!!!!!!
il tuo discorso e’ come la favola della volpe e l’uva!!!!!!!
rosichi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

24
ste (Guest) 17-05-2015 19:24

@ LUCA (#1346031)

iMPensierire

23
mauro (Guest) 17-05-2015 19:22

Scritto da genie_roger
L’immagine di Pietrangeli che dietro Djokovic alza al cielo gli occhi sconsolato
dopo che il serbo ha appena vinto il primo set conferma quanto sia il torneo di Roma (e non Roger) a perderci da questa sconfitta dello svizzero. Probabilmente a Roger mancheranno sempre Roma e Montecarlo tra i 1000, così come a Nadal mancano Miami e Bercy (e Shanghai). Djokovic, che probabilmente supererà anche Nadal in quanto a numero di 1000 vinti, può già fregiarsi del titolo di “re dei 1000″ tra i Big3, ma lo scettro degli Slam -i veri appuntamenti importanti- spetta a Roger: per di più qualora Djokovic non dovesse vincere a Parigi, le vittorie di Montecarlo e Roma non sarebbero una consolazione ma al contrario contribuirebbero a rendere ancora più bruciante l’eventuale sconfitta: scommetto che pure lui scambierebbe quattro-cinque 1000 su terra per un Roland Garros. L’appuntamento importante è quello. Se non vince sarebbe una beffa per lui. E i 1000 vinti pressoché inutili.

Mancano anche le Olimpiadi nel singolo…

22
alessandra (Guest) 17-05-2015 19:22

sono d’accordo con il commento di angie.
Pietrangeli e’ stato veramente cafone,maleducato,ignorante e impresentabile. mi vergogno un po’ di essre italiana come lui.
se fossi stata al posto di Novak non sarei riuscita a far finta di niente, invece lui e’ stato grande e intelligente.

21
mauro (Guest) 17-05-2015 19:08

Pietrangeli dovrebbe andare in un ospizio. Secondo me ha l’ Alzheimer.

20
genie_roger 17-05-2015 19:08

L’immagine di Pietrangeli che dietro Djokovic alza al cielo gli occhi sconsolato
dopo che il serbo ha appena vinto il primo set conferma quanto sia il torneo di Roma (e non Roger) a perderci da questa sconfitta dello svizzero. Probabilmente a Roger mancheranno sempre Roma e Montecarlo tra i 1000, così come a Nadal mancano Miami e Bercy (e Shanghai). Djokovic, che probabilmente supererà anche Nadal in quanto a numero di 1000 vinti, può già fregiarsi del titolo di “re dei 1000″ tra i Big3, ma lo scettro degli Slam -i veri appuntamenti importanti- spetta a Roger: per di più qualora Djokovic non dovesse vincere a Parigi, le vittorie di Montecarlo e Roma non sarebbero una consolazione ma al contrario contribuirebbero a rendere ancora più bruciante l’eventuale sconfitta: scommetto che pure lui scambierebbe quattro-cinque 1000 su terra per un Roland Garros. L’appuntamento importante è quello. Se non vince sarebbe una beffa per lui. E i 1000 vinti pressoché inutili.

19
angie (Guest) 17-05-2015 19:06

@ Dre (#1346046)

direi che non era preparato nel parlare su djokovic, solo che si e’ trovato col microfono sotto il naso da parte di no1e, e ha fatto la figura di un balbuziente, ripetendo “federer” 20 volte.

18
_Carlo (Guest) 17-05-2015 19:02

Scritto da sarita

Scritto da Nadaliano
Ormai chi può fermare Djokovic?

i tappi di champagne

:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

17
angie (Guest) 17-05-2015 18:59

Bravo Novak!! Congratulazioni! Questo ragazzo umile ha avuto un altissimo livello di concentrazione, forza, determinazione…e alla fine, anche la simpatia e intelligenza di ignorare la maleducazione del grande grezzone Nicola Pietrangeli che si e’ preso il campo centrale di Roma come suo cortile privato.
Che gestaccio chiacchierare con Federer proprio nel momento quando il vincitore alza la coppa, come se volesse sminuire il campione. Che brutta immagine e mancanza di stile per uno sport nobile come tennis.

16
Raul Ramirez (Guest) 17-05-2015 18:59

L’unico dubbio Grande Slam per Nole, secondo me, è a Londra. Parigi e New York sono praticamente certe.

15
“ho combattuto solo come fossi un esercito” Roger Federer la storia del tennis (Guest) 17-05-2015 18:58

federer non può a 34 anni battere djokovic sulla terra ma vi dico che il RG2015 lo vincerà nadal e non il serbo e sarà il suo decimo titolo vedrete, il re può vincere wimbledon

14
Gabriele da Firenze 17-05-2015 18:57

Quando nascerà da noi un campionissimo così?
Oddio, detto fra noi mi accontenterei anche di uno anche leggermente inferiore, tipo Federer… :mrgreen:

13
OriginalGiulio (Guest) 17-05-2015 18:54

Impressionante,Nole quest’anno non ha rivali.

12
chrolli 17-05-2015 18:51

Nole da fondo campo è devastante,non vedo chi tra i big possa davvero impensierirlo.Per il bene del tennis spero che qualche giovane possa salire di livello,altrimenti prevedo un dominio per quest’anno.
Ovviamente se Nole resta su questi livelli,se scende un po’ di rendimento a Parigi e Wimbledon può rischiare qualcosa.Sul cemento non vedo chi possa batterlo.
Per quanto riguarda la finale di oggi,Roger ha fatto anche meglio di ciò che credevo,Nole non sbagliava mai e ha servito benissimo.Altro non poteva fare.Mi dispiace per Roger,probabilmente era l’ultima occasione per vincere Roma.

11
sarita (Guest) 17-05-2015 18:49

Scritto da Nadaliano
Ormai chi può fermare Djokovic?

i tappi di champagne

10
ale98 (Guest) 17-05-2015 18:49

Un saldo vincenti/errori impressionante da parte di Djokovic, Roger nel primo set veramente bene, infatti il set poteva anche vincerlo se avesse sfruttato quella palla break, nel secondo non c’è stato match è vero ma purtroppo ha subito il colpo.. Nole ha meritato sia ben chiaro ma un Roger così può ottenere un buon piazzamento al RF e poi viene la sua stagione e vediamo come va.. Sempre forza Roger!

9
sarita (Guest) 17-05-2015 18:48

GOD MODE

8
eunosio (Guest) 17-05-2015 18:46

il primo set Nole era un pò teso e non del tutto sicuro di vincere..

la pallina è rotonda anche nel tennis, molto molto probabile che vinca al RG ma non è detto

7
Dre (Guest) 17-05-2015 18:44

Cos’hanno detto a pietrangeli quando ha iniziato a premiare djokovic?

6
Nadaliano 17-05-2015 18:41

Ormai chi può fermare Djokovic?

5
zedarioz 17-05-2015 18:37

Scritto da LUCA
IL MIO PARERE È UNO SOLO, AL GIORNO DI OGGI IL VERO PROBLEMA È CHE SE VOLESSIMO CONSIDERARE UNA SCALA DA 1 a 100 DI STATO DI FORMA DEI GIOCATORI, MENTRE PRIMA I VARI FEDERER NADAL ERANO APPAIATI A 100 INSIEME A NOLE, ORA LUI E RIMANSTO A 100 MA GLI ALTRI DUE SONO CALATI E SCESI AL DI SOTTO DI UN BEL PO ED È PER QUESTO CHE NON C’È NESSUNO CHE ARRIVA A 100 DA POTER INPENSIERIRE NOLE. SUNTO DEL DISCORSO A MIO AVVISO È CHE È IL LIVELLO DEGLI ALTRI AD ESSERE SCESO TROPPO IN BASSO NON CERTAMENTE LUI AD ESSERE SALITO RISPETTO LA NORMA ED È PER QUESTO CHE C’È A MIO AVVISO QUESTO DOMINO ASSOLUTO.
IO SONO CONVINTO AL 100% CHE QUEST’ANNO ARRIVERÀ IL GRAND SLAM.

Oggi Federer nel primo set ha giocato alla grande. Nadal comunque al RG tira sempre fuori qualcosa di speciale. Secondo me è l’unico che può battere nole sulla terra. Però attenzione anche alla tensione che nole potrebbe sentire proprio perché sente odore di grande slam. Lo sa anche lui che è il grande favorito…

4
francesco (Guest) 17-05-2015 18:34

Match incredibile di Nole! Too good

3
utente registratissimo (Guest) 17-05-2015 18:31

E Federer, oltre alla delusione per avere perduto, si é dovuto sorbire la cantante. Povero Roger…

2
LUCA (Guest) 17-05-2015 18:29

IL MIO PARERE È UNO SOLO, AL GIORNO DI OGGI IL VERO PROBLEMA È CHE SE VOLESSIMO CONSIDERARE UNA SCALA DA 1 a 100 DI STATO DI FORMA DEI GIOCATORI, MENTRE PRIMA I VARI FEDERER NADAL ERANO APPAIATI A 100 INSIEME A NOLE, ORA LUI E RIMANSTO A 100 MA GLI ALTRI DUE SONO CALATI E SCESI AL DI SOTTO DI UN BEL PO ED È PER QUESTO CHE NON C’È NESSUNO CHE ARRIVA A 100 DA POTER INPENSIERIRE NOLE. SUNTO DEL DISCORSO A MIO AVVISO È CHE È IL LIVELLO DEGLI ALTRI AD ESSERE SCESO TROPPO IN BASSO NON CERTAMENTE LUI AD ESSERE SALITO RISPETTO LA NORMA ED È PER QUESTO CHE C’È A MIO AVVISO QUESTO DOMINO ASSOLUTO.
IO SONO CONVINTO AL 100% CHE QUEST’ANNO ARRIVERÀ IL GRAND SLAM.

1

Lascia un commento