Circuito Challenger Challenger, Copertina

Challenger Trieste: Prima finale challenger in carriera per Riccardo Bonadio. Lorenzo Musetti avanti nel terzo set per 3 a 1 subisce un parziale di cinque game consecutivi (Video)

29/08/2020 14:40 313 commenti
Riccardo Bonadio nella foto
Riccardo Bonadio nella foto

Challenger Trieste: Prima finale challenger in carriera per Riccardo Bonadio. Lorenzo Musetti avanti nel terzo set per 3 a 1 subisce un parziale di cinque game consecutivi (Video).



ITA Challenger Trieste CH | Terra | e88.520 – Semifinali



Center Court (Giorgi) – Ora italiana: 10:00 (ora locale: 10:00 am)
1. Mario Vilella Martinez ESP vs [Q] Riccardo Bonadio ITA

CH Trieste
Mario Vilella Martinez
6
2
Riccardo Bonadio
7
6
Vincitore: R. BONADIO

2. [WC] Lorenzo Musetti ITA vs [Q] Carlos Alcaraz ESP (non prima ore: 11:30)

CH Trieste
Lorenzo Musetti
5
6
3
Carlos Alcaraz
7
2
6
Vincitore: C. ALCARAZ







Court 3 – Ora italiana: 10:00 (ora locale: 10:00 am)
1. [1] Ariel Behar URU / Andrey Golubev KAZ vs Hugo Gaston FRA / Tristan Lamasine FRA F
CH Trieste
Ariel Behar / Andrey Golubev [1]
6
6
Hugo Gaston / Tristan Lamasine
4
2
Vincitori: BEHAR / GOLUBEV


TAG: , , ,

313 commenti. Lasciane uno!

Serra (Guest) 31-08-2020 00:14

Musetti gran giocatore

313
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Spider 99 (Guest) 30-08-2020 10:45

Scritto da Borg

Scritto da Tibur
Mi sembra che si vogliano trovare per forza ragioni a questa sconfitta. Semplicemente ha vinto il piu forte.
Musetti ha avuto le sue chance, se fosse andato 4-1 nel terzo probabilmente avrebbe vinto. Ma nel complesso lo spagnolo e’ stato superiore.

Esattamente. Garfia tira più forte. Musetti ha una gran mano però se la palla viaggia diventa difficile. Lo spagnolo da fondo è già a livello atp. Se mette a posto il servizio può fare molta strada.

Ragazzi ha perso 75 26 63 e al terzo era sopra. Il livello dei due giocatori è identico ed altissimo, speriamo mantengano le promesse e facciano una carriera di alto livello. Garfia potrebbe soffrire il paragone con nadal?? Per Lorenzo speriamo bene, ha tutto per entrare nei 25-30.

312
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: ibson
cataflic (Guest) 30-08-2020 09:10

Scritto da Ago69
A me il torneo di Musetti è piaciuto.
Ha vinto e convinto fino in semifinale dove ha trovato un avversario quadrato più forte in questo momento ed è andato vicino a batterlo.
Ha recuperato senza mollare dal 2-5 e quasi arrivava al tie-break, aveva la palla del 4-1 nel terzo set e poi si è spenta la luce.
Tutte cose che possono succedere, soprattutto a 18 anni.
Dal suo box sentivo solo parole di incoraggiamento e lui spesso ripeteva degli “Alè” per caricarsi, quindi essere in fiducia è importante e su questo ha tanto tempo per migliorarsi.
Penso che Alcaraz andava aggredito ma non si può tirare a 1000 ogni singola palla e Lorenzo ci è riuscito a tratti.
Secondo me poteva osare di più sulla seconda dell’avversario.
Poi ho visto che Etcheverry verso la fine del quarto di finale perso contro Alcaraz si spostava sempre più a sinistra nella battuta di servizio verso destra per sfruttare lo schema battuta esterna e lungolinea nell’angolo opposto, è uno schema redditizio anche quando diventa scontato? Oppure è un’arma da ultima spiaggia?

A me sembra che nessuno citi il fatto che Musetti (quando)vince perchè sbaglia poco…tutti a dire che non ha testa, ha una gran mano, questo e quello…ma alla base c’é che sbaglia poco. È quando lo tirano fuori da quella zona di confort che ad oggi non ha armi…speriamo domani…gli avversari seri non si battono da soli, te la devi andare a prendere.

311
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ibson
mauro59 (Guest) 30-08-2020 08:53

Scritto da rosinaldo
Confermo quello che ho scritto ieri. Purtroppo Alcaraz mi sembra più solido e pronto alle battaglie dei nostri.
Non posso dire male Musetti, ma se devo scommettere 100 euro su un nuovo top ten (tra 3 anni) li scommetto sullo spagnolo

Basta un challenger vinto a 17 anni per pronosticare gia’ un top ten? Sinner e De Minaur allora saranno i nuovi Del Potro e Federer.

310
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Gigi (Guest) 29-08-2020 23:46

@ tacchino freddo (#2582036)

Gasquet tipico esempio di giocatore che non ha saputo sfruttare a pieno le sue potenzialita. Sul fisico concordo ma anche la tenuta mentale non era un fulmine di guerra.idem x fognini

309
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Dany (Guest) 29-08-2020 23:45

Scritto da Grande Slam

Scritto da Gigi
@ V.D. (#2581879)
Alcazar intanto ha 17 anni quindi un anno è tanta roba

Si ma un anno fa a 16 giocava uguale con Sinner mi aveva impressionato a maggio anno scorso adesso molto meno. Addirittura il servizio mi sembra peggiorato la partita con Sinner me la ricordo serviva in kick sul rovescio di Sinner lo buttava fuori dal campo per poi chiudere di diritto. Sinner stanchissimo veniva da una serie di tornei vinti iniziata a Bergamo arrivato il giorno prima e crollato nel 3 set. Se vediamo i progressi di Sinner in un anno rispetto ad Alcatraz non c’è paragone…

Assolutamente vero, poi vedo in Sinner grande forza mentale!!

308
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ago69 29-08-2020 23:07

A me il torneo di Musetti è piaciuto.
Ha vinto e convinto fino in semifinale dove ha trovato un avversario quadrato più forte in questo momento ed è andato vicino a batterlo.
Ha recuperato senza mollare dal 2-5 e quasi arrivava al tie-break, aveva la palla del 4-1 nel terzo set e poi si è spenta la luce.
Tutte cose che possono succedere, soprattutto a 18 anni.

Dal suo box sentivo solo parole di incoraggiamento e lui spesso ripeteva degli “Alè” per caricarsi, quindi essere in fiducia è importante e su questo ha tanto tempo per migliorarsi.

Penso che Alcaraz andava aggredito ma non si può tirare a 1000 ogni singola palla e Lorenzo ci è riuscito a tratti.
Secondo me poteva osare di più sulla seconda dell’avversario.

Poi ho visto che Etcheverry verso la fine del quarto di finale perso contro Alcaraz si spostava sempre più a sinistra nella battuta di servizio verso destra per sfruttare lo schema battuta esterna e lungolinea nell’angolo opposto, è uno schema redditizio anche quando diventa scontato? Oppure è un’arma da ultima spiaggia?

307
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Napol ti amo
Robyp (Guest) 29-08-2020 19:58

Scritto da sander
Riguardando la partita:0-0 Lorenzo parte teso , sotto 5-2. A quel punto avendo meno responsabilità gioca più rilassato, recupera fino al 5-5. Una volta che può mettere il “muso” avanti si ri-intesisce. Se guardate sul 5-5 40 pari gioca un rovescio lungolinea “pregno di tensione” senza anima e mente ma tirato solo sotto soffocamento di tensione. Con quel presupposto la palla è andata sui teloni. Perso il set il secondo è chiaramente meno responsabilizzante, sei sotto, quello che puoi ottenere è rimetterti gomito a gomito con lo Spagnolo, lo fa, gioca più rilassato, un buon tennis e vince bene il set. Sulle ali dell’entusiasmo arriva al 3-1 nel terzo, ora è il momento che il toro De Spagna mette sul campo le pelotas simili Nadal, dall’altra parte il nostro pittore toscano, come tutti gli artisti ha cuore ma manca un po’ di forza mentale, quell’emisfero simpatico del cervello che è fondamentale per ottenere vittorie in serie. Di lì si è spento, lo scontro gomito a gomito lo ha visto sciogliersi all’ultimo sole triestino di agosto. Nell’ultimo game al servizio ha fatto anche un po’ finta di avere qualche dolore muscolare, niente di tutto questo, manca ancora della necessaria forza mentale. L’idea chiara che mi sono fatto di Musetti è che senta molto la tensione e la responsabilità del suo ruolo di giovane tennista di livello importante. A questo reagisce facendo il duro, molti suoi atteggiamenti da duro visto in certe partite sono in realtà una maschera per coprire la paura che lo attanaglia che in certi frangenti gli fa regalare le partite senza più lottare, vedasi molte partite che gli ho visto giocare. Avere un competitor come Alcatraz per il Muso può essere un vantaggio, un’unità di misura sulle sue forze e debolezze. Lorenzo oggi ha fatto vedere che il talento e il tennis per fare bellissime cose c’è l’ha, crescerà ancora molto, l’unico “colpo” che gli manca è quello caratteriale, il più importante, si chiama umiltà. Il suo staff deve essere consapevole di questo e lavorarci come priorità, spero abbia un mental coach di livello, per lui è fondamentale. Trovando l’umiltà, troverà se stesso e la serenità che in questo momento in campo manifesta solamente a tratti e li potrà veramente mettere le ali.
</blo 😐 ckquote

Analisi quasi perfetta che mi trova anche d’accordo per molti aspetti, la conclusione non la condivido, non è una questione di umiltà ma di fiducia nei propri mezzi e sicurezza, la metterà su con il tempo che è tutto dalla sua parte. Si reagisce da duri se si maschera un po’ di insicurezza non se manca umiltà, almeno questo è il mio punto di vista. Complimenti comunque davvero haI colto aspetti molto sottili 🙂

306
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
PaneCiok (Guest) 29-08-2020 19:50

Scritto da Stefan Navratil

Scritto da PaneCiok
La partita l’ha avuta in mano più lo spagnolo fin dall’inizio. Poi un po’ si è incartato da solo e un po’ è stato bravo Musetti a non fargli ritrovare troppo presto il ritmo a lui gradito. Ma appena Alcaraz ha rimesso in ordine il suo gioco Lorenzo è un po’ sparito dal campo, sembrava anche aver perso smalto e lucidità e difatti ha concluso malamente con un doppio fallo. Peccato. C’è ancora da lavorare tanto per entrambi, ma Lorenzo ha meno tempo.

Ti prego, va bene tutto ma dire che Lorenzo ha meno tempo perchè ha già 18 anni anche no! L’evoluzione dei due giocatori seguirà tappe e velocità particolari per i due ragazzi, dire chi potrà fare meglio da giocatori/uomini fatti, e quando lo saranno, al momento credo nessuno possa farlo (anche se Alcaraz è talmente maturo, soprattutto fisicamente, chissa come fanno questi spagnoli ,che mi sembra abbia meno margini di miglioramento, a parte il servizio davvero deficitario per le alte classifiche).
Pensiano a Berrettini e Shapovalov: il canadese a 18 anni batteva Nadal, mentre Matteo non aveva neanche un punto ATP. Matteo ora è top ten e Shapo non si schioda da una buona ma non esaltante classifica e vista la (non)evoluzione degli ultimi anni del gioco di Shapo, non è detto che il canadese all’età di Matteo sarà in top ten.

Intendevo dire che ha meno tempo se vuole arrivare ai traguardi che dice di volersi porre: dichiara di puntare alle quali del Roland Garros quest’anno, quindi deduco anche degli atp per entrare nei tabelloni che contano. Visto oggi, a mio avviso, manca ancora qualcosa. Se poi ci arriva tra 2 o 3 anni per noi va bene, ma andrà bene per lui? La frustrazione può giocare brutti scherzi. Poi gli auguri il meglio ovviamente!

305
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
spalazzi (Guest) 29-08-2020 19:34

partita di livello juniores

304
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tennista da strapazzo (Guest) 29-08-2020 19:26

Scritto da Puffo65

Scritto da Gigi
Musetti si deve fare allenare da Piatti!!

Non è che Piatti abbia la bacchetta magica. E poi guardate Berrettini. Molti a dire che doveva cambiare allenatore, che con Santopadre non sarebbe arrivato da nessuna parte….

Sante parole….le messe su Santopadre, si potessero estrapolare dai fedeli commentatori, di 4/5 anni fa…

303
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Borg (Guest) 29-08-2020 19:18

Scritto da Tibur
Mi sembra che si vogliano trovare per forza ragioni a questa sconfitta. Semplicemente ha vinto il piu forte.
Musetti ha avuto le sue chance, se fosse andato 4-1 nel terzo probabilmente avrebbe vinto. Ma nel complesso lo spagnolo e’ stato superiore.

Esattamente. Garfia tira più forte. Musetti ha una gran mano però se la palla viaggia diventa difficile. Lo spagnolo da fondo è già a livello atp. Se mette a posto il servizio può fare molta strada.

302
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Mauriz70 29-08-2020 19:07

Scritto da tacchino freddo

Scritto da mauro59

Scritto da tacchino freddo

Scritto da mauro59

Scritto da El Kid di Las Vegas
Nonostante la sconfitta io da questa partita sono soddisfatto, volevo vederlo come si cimentava contro questo fantomatico fenomeno e la prova l’ha superata a pieno, ovviamente alcaraz è molto forte ma tra i due i più grandi margini di miglioramento ce l’ha Musetti lo spagnolo è già bello che fatto le caratteristiche fisiche sono quelle ovviamente metterà altri kili di massa ma sono quelle anche a livello tecnico è già ben che definito, migliorerà il servizio ma non so quanto dato che di altezza non ne ha molta…cmq complimenti a tutte e due bella partita

Diciamo che a livello challenger e’ una partita al top. A livello Atp c’e’ ancora margine e molto per entrambi. Auger Aliassime e Bautista Agut erano gia’ maturi a 17 anni e si capiva che avrebbero raggiunto eccellenti risultati. Per quanto riguarda Musetti e’ la giovane eta’ che determina i black out con la connessa paura di vincere, ma da questa partita deve prendere un solo insegnamento: la forza mentale di Alcaraz e’ nel giocare la prima palla del game ed sul 40 0, con la stessa concentrazione. Giocare bene solo dallo 0 30, o addirittura sulle palle break e’ un atto di presunzione che nel tennis ci puo’ stare ma meglio che emerga in questi momenti che piu’ in la’ come piu’ volte avvenuto con nostri giovani che si sono perduti poi strada facendo. Forza Lorenzo, da domani e’ un altro giorno.

Bautista Agut a 17 anni???

Scusa volevo parlare di Carreno Busta, uno junior che poi ha confermato tra i big le prospettive gia’ emerse a livello giovanile.

Neppure Carreño Busta è un esempio corretto per le tue affermazioni. A livello junior arrivò al numero 6,ma senza risultati negli Slam. All’età di Musetti viaggiava tra il n.600 e 700 atp, ed a 20anni giocava ancora i future (vincendone un buon numero). L’esplosione l’ebbe nel 2013, quindi a 22 anni, quando vinse il premio per la miglior scalata nel ranking, passando dal 650 circa (era stato operato alla schiena) al n.65; lo vidi giocare le qualificazioni nell’allora Atp500 di Valencia, dove poi perse al primo turno del maindraw contro lo sfortunato Janowicz, e ricordo come lo speaker lo presentò enunciando la sua scalata.
Dai! Provaci con un altro

Carreno proprio scarso non lo è per niente..semifinale Slam e top10..magari avercene tanti

301
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!