Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Sam Groth è stato contattato per perdere una partita di tennis: “Mi hanno offerto tanti soldi, ma non è stata una tentazione per me perché gioco da molto tempo e io rispetto il tennis”

11/07/2017 07:03 6 commenti
Sam Groth nella foto
Sam Groth nella foto

Sam Groth ha confermato molti dei sospetti che ci sono sul tennis professionistico.
L’australiano ha ammesso di essere stato contattato per perdere una partita volontariamente dopo che alcune persone gli avevano promesso tantissimi soldi, ma l’australiano non ha accettato.
In un’intervista a Herald Sun il tennista australiano ha rivelato di aver ricevuto un’offerta in denaro per perdere una partita al Challenger di Nottingham lo scorso mese.

“Mi hanno offerto tanti soldi, ma non è stata una tentazione per me perché gioco da molto tempo e io rispetto il tennis, non ho voluto buttare via tutto per una partita.
Ormai viaggia tutto attraverso l’online. Non è che ti chiamano per telefono, ti mandano un messaggio sui social”.


TAG:

6 commenti

Luca Martin (Guest) 11-07-2017 11:30

In effetti visto il suo palmares è molto più facile pagarlo per perdere. Non fa nessuna fatica… 😛

6
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Elio 11-07-2017 10:55

Non dovrebbe essere cosi complicato di rintracciarli allora… 💡 Ma forse non vogliono farlo… 💡 👿

5
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Giuseppespartano (Guest) 11-07-2017 09:31

Scritto da luigi
Anche a me quando affrontai Federer

Hauhauha dai 😀

4
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
luigi (Guest) 11-07-2017 08:35

Anche a me quando affrontai Federer

3
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
alessandro zijno (Guest) 11-07-2017 07:55

ma va?

2
Replica | Quota | -3
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Fede-rer 11-07-2017 07:51

Non ho capito se lo abbia solo raccontato ai giornalisti o se lo abbia anche denunciato alle autorità competenti. Nel primo caso la sua ammissione vale poco, nel secondo caso si sarebbe comportato in modo corretto. Se ne parlò già diffusamente tempo fa: molti tennisti in sede di interviste hanno ammesso “di sfuggita” di essere stati contattati: tutto ciò lascia il tempo che trova..

1
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!