Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Olimpiadi: I big hanno chiesto di non assegnare i punti?

02/06/2016 07:45 9 commenti
David Haggerty è il Presidente dell'ITF
David Haggerty è il Presidente dell'ITF

Secondo Christopher Clarey, noto giornalista, il presidente della ITF David Haggerty ha dichiarato che le Olimpiadi non danno punti ATP perchè sono stati i migliori giocatori a farne richiesta durante le assemblee a loro dedicate.


Lorenzo Carini


TAG:

9 commenti. Lasciane uno!

franco64 (Guest) 03-06-2016 12:11

Scritto da Salvo

Scritto da Carl
Ho sempre ritenuto giusto che le Olimpiadi fossero una isola più o meno felice, per quanto possibile disaccoppiata dai circuiti professionistici ATP e WTA.
Diciamo che è già una forzatura che sia presente ai giochi con i suoi multimilionari rappresentanti.
Per fare un parallelo nella boxe i professionisti non sono ovviamente ammessi.
Fino al 1988 il tennis non era ammesso, e per me era giusto, ma sono un nostalgico, mi piace ancora ricordare quando alle Olimpiadi gli Stati Uniti mandavano le squadre di basket dei college.

La boxe è l’ultimo sport olimpico in cui i professionisti non sono ammessi.

boxe pro — Proprio oggi l’Aiba, la federazione internazionale di boxe, ha approvato a Losanna in un congresso straordinario il cambiamento dello statuto che permetterà ai professionisti la partecipazione olimpica. La votazione ha visto 84 voti a favore su 88. Una decisione storica (che era stata in parte già avviata tre anni fa quando l’Aiba aveva aperto ai pro’ con meno di 15 incontri la possibilità di competere per i Giochi). Questo permette a qualunque pugile professionista di tentare la qualificazione a Rio nel prossimo mese in Venezuela. Ma quanti saranno? “Difficile prevederlo, non molti ma qualche professionista ci sarà”, ha detto il presidente Fiba, Wu. Secondo gli osservatori, a 10 settimane dai Giochi pochissimi professionisti possono programmare la partecipazione. In Inghilterra capitale della boxe contemporanea si sono espressi contro la decisione l’ex-campione del mondo Frampton, Hatton, Woodhall. Il commento più salace è di Frampton: “E’ come mettere un giocatore di badminton contro uno di tennis. Sono due sport differenti”.

9
Salvo (Guest) 02-06-2016 23:37

Scritto da Carl
Ho sempre ritenuto giusto che le Olimpiadi fossero una isola più o meno felice, per quanto possibile disaccoppiata dai circuiti professionistici ATP e WTA.
Diciamo che è già una forzatura che sia presente ai giochi con i suoi multimilionari rappresentanti.
Per fare un parallelo nella boxe i professionisti non sono ovviamente ammessi.
Fino al 1988 il tennis non era ammesso, e per me era giusto, ma sono un nostalgico, mi piace ancora ricordare quando alle Olimpiadi gli Stati Uniti mandavano le squadre di basket dei college.

La boxe è l’ultimo sport olimpico in cui i professionisti non sono ammessi.

8
circ80 02-06-2016 21:32
7
Carl 02-06-2016 20:40

Ho sempre ritenuto giusto che le Olimpiadi fossero una isola più o meno felice, per quanto possibile disaccoppiata dai circuiti professionistici ATP e WTA.

Diciamo che è già una forzatura che sia presente ai giochi con i suoi multimilionari rappresentanti.
Per fare un parallelo nella boxe i professionisti non sono ovviamente ammessi.
Fino al 1988 il tennis non era ammesso, e per me era giusto, ma sono un nostalgico, mi piace ancora ricordare quando alle Olimpiadi gli Stati Uniti mandavano le squadre di basket dei college.

6
Salvo (Guest) 02-06-2016 18:07

Scritto da Kaprof
Mi sembra molto strano

Anche a me sembra strano.
Anzi, è proprio la mancanza di punti (tra le altre cose) a far scegliere a qualche giocatore di saltarle.

5
Blaze92 02-06-2016 12:10

Non me lo aspettavo da Notorious (B.I.G)

4
gianfranco (Guest) 02-06-2016 10:59

Se è vero (e solo Giacobbo -fra 7269 anni- nei suoi “Voyager”ci dirà se è vero) i “migliori giocatori” hanno davvero poco cervello. :oops:

3
lallo (Guest) 02-06-2016 10:28

Se è vero (penso lo sia) è una cosa estremamente intelligente. Alle olimpiadi non sono ammessi tutti i potenziali top 60\70 causa abbondanza di alcune nazioni tipo francia, spagna etc Ciò priverebbe i giocatori potenzialmente iscrivibili per classifica ma non per nazionalità (avendone davanti altri 3) di raccogliere punti pesanti in quella manifestazione. dunque è molto più equo che non ci siano punti in palio (tanto a giocare ci vogliono andar tutti -o quasi- lo stesso, malgrado qualcuno sostenga il contrario)

2
Kaprof (Guest) 02-06-2016 09:51

Mi sembra molto strano

1

Lascia un commento