Francesca Schiavone: “Oggi scelgo, per il 2016, di voler fare cose straordinarie. Voglio il record dei grand slam giocati, 62 consecutivi, e giocare anche i tornei piccoli, con lo zainetto in spalla”

26/11/2015 10:23 63 commenti
Francesca Schiavone classe 1980, n.113 del mondo
Francesca Schiavone classe 1980, n.113 del mondo

Questa una bella intervista che Francesca Schiavone ha concesso al giornalista Paolo Rossi di Repubblica.

E oggi, a 35 anni, che fa? Si ritira?
“Vi posso già dare il titolo: io non mi ritirerò mai”.




Ma la Pennetta, la Vinci…
“Flavia l’aveva già deciso. E Robertina… lo voglio vedere”.




Ma quei capelli bianchi…
“Assai… ma da due anni…”.




E non si ritira, neanche dopo un 2015 mogio mogio.
“Qualcuno mi ha detto: gli artisti hanno il 250% in più delle frustrazioni della vita. Tocchi il cielo, ma vivi anche questo”.




Cosa ha vissuto?
“Sono stati anni così tosti, così duri, che si mi guardo allo specchio oggi mi stringo la mano, me la batto sulla spalla”.




Vincere uno Slam, e poi…
“Una volta realizzato il sogno devi essere bravo a trovare un altro. A trovare nuove motivazioni “.




Com è cominciato?.
“Piano piano, che quasi non te ne accorgi. Difficoltà mie personali, poi scelte sbagliate”.




E la classifica ne risente.
“La classifica scende. Poche partite vinte, il livello di frustrazione sale alle stelle”.




E i rimedi? Quali sono?
“Ci sono due modi di vivere questo: il primo: sono 125 del mondo, ma cosa sto facendo? Guarda dov’ero… chi me lo fa fare, ho 35-36 anni, non mi va di vivere in hotel così, risentire quella frustrazione, giocare per dodici persone”.




E il secondo?
“Tornare a sentire te stessa, giocare con emozione, sentire il tuo sudore. Desiderare di farlo in pace con te stessa. Perché non è un numero che fa differenza, la differenza la faccio io, nel momento in cui sento che mi emoziono “.




Immagino che abbia scelto la seconda opzione.
“Non so quante persone sarebbero oggi qui. Ad affrontare un torneo da 100mila dollari. A volersi mettere lo zainetto sulle spalle e giocare una qualificazione di uno Slam”.




Una scelta non di comodo.
“Oggi scelgo, per il 2016, di voler fare cose straordinarie. Voglio il record dei grand slam giocati, 62 consecutivi, e giocare anche i tornei piccoli, con lo zainetto in spalla”.




Cos’è successo?
“Succede che riordini la tua vita, cambi team e persone nuove, con la gioventù che porta energia. Energia pura”.




Un bel messaggio.
“Il tennis mi ha dato tantissimo. È arrivato il momento di trasmettere di dare ciò che conosco e ho ricevuto. Una cosa bellissima “.




Le è scattato un clic.
“Me ne sono resa conto a luglio: iniziavo a guardare l’altro dall’altra parte della rete. La cosa mi ha stuzzicato, e mi si è aperto un mondo. L’accorgermi dei difetti ha fatto venire la voglia di allenare “.




Allenare…
“Dovessi iniziare un progetto, penso che dal ragazzino vada tirato il meglio. E poi la forza fisica, far vedere al ragazzo il campo a 360°”.




Si avverte la passione.
“Sono cose stupende, di cui prima non m’accorgevo. Ecco, io riparto con questa visione. E voglio prima di tutto amare me stessa, e poi quello che faccio”.


Fonte: La Repubblica


TAG: , ,

63 commenti. Lasciane uno!

Maxi (Guest) 27-11-2015 10:59

Chiamarla come quarta per la sfida di Fed Cup con la Francia?

63
pinkfloyd 27-11-2015 10:24

@ Sandro G. (#1494289)

Non devi prenderterla con me, ti ho detto che Flavia ha subito due interventi chirurgici al polso in carriera, è un dato oggettivo.
Nonostante quello (e insieme ad altri problemi che qualunque giocatore ha) è andata avanti, è scesa, è precipitata (perché l’intervento ti porta via mesi tra inattività e riabilitazione, come ben sai) ha stretto i denti, ha mostrato gli attributi e s’è rialzata.
Ha vinto pure uno Slam, pensa. E prima anche il Mandatory più prestigioso. Più gli altri piazzamenti Slam, anche quelli significativi.

Vogliamo fare anche e ancora questa battaglia stupida?
Ti dico che la Schiavone non è mai stata ferma per problemi così grossi, non mi sembra difficile da capire.
Ed è un bene per lei, visto che può continuare a giocare con un fisico quasi integro, al netto di acciacchi fisiologici che chiunque ha.

Mica è una provocazione o un pretesto, sono dati reali.

Poi io sono rilassato, figurati, almeno finché non si scrivono inesattezze o provocazioni marcate e pretestuose.
E non lo dico a te in particolare ma capita di leggere fesserie e allora uno interviene.
D’altronde qua si potrebbe andare d’amore e d’accordo e parlare solo di tennis, tecnicamente, ma non sempre accade, come vedi.

62
Fighter 90 27-11-2015 08:46

La Schiavone per la passione che ancora possiede nel giocare a tennis, in palcoscenici che non le competono, ha tutta la mia ammirazione e stima.

Probabilmente la migliore tennista italiana di sempre, che lotta e combatte, con tanta umiltà e determinazione per raggiungere nuovi traguardi, magari meno prestigiosi del passato, ma per lei molto importanti.
Chi ha una passione del genere per quello che fa’ quotidianamente,e sopratutto la trasmette ad altri magari più giovani, non può che avere solo ammirazione e rispetto. :wink:

61
Sandro G. 27-11-2015 02:53

Scritto da jolly
@ Sandro G. (#1494243)
veramente sandro, a me sembra che rispetto a flavia qui dentro sia esattamente all’opposto, cioè la si critica in modo smisurato e fuori luogo, anche quando non ce ne sarebbe motivo! ho letto decine di critiche per il fatto di essersi ritirata troppo presto (ha quasi 34 anni!!) come se l’esser competitiva ancora anzichè una nota di merito sia un motivo per criticarla. ho semplicemente ricordato che la henin si è ritirò a 26 ann nel 2008 da n,1 del mondo (e non mi sembra che avesse particolari problemi fisici visto che aveva appena fatto finale agli au open ed era appunto n.1 ed aveva 26 anni!!! se critichiamo la pennetta che si è ritirata ancora competitiva a 34 cosa dovremmo dire della henin che era n.1 e di anni ne aveva 26? dovevamo fucilarla forse? non mi sembra di aver letto alcuna critica invece. quindi rovescio il tuo discorso e dico che è esattamenta al contrario. molte più critiche a prescindere per flavia, ora la criticate per il fatto che si ritira troppo presto mentre due anni fa le davate della ex giocatrice (non tu certo, ma qualcuno che ora la critica per essersi ritirata nel 2013 la criticava per non essersi ancora ritirata quando a causa dell’intervento chirurgico al polso era n.160. ricordi?
saluti

chiedo scusa…. ma vi state accanendo su una singola persona che ripeto non è detto sia fan della Schiavone.. probabilmente (anche se va rispettata la libertà di opinione altrui) lui ha detto ho fatto – parole/paragone fuori luogo.. io non ricordo il nick name… ma voi provate a parlargli magari si renderà conto da solo che ha esagerato e si ritorna all’articolo… io ci son rimasto male del ritiro di Flavia fino a quando non ha detto le motivazioni di tale gesto.. a quel punto seppur a malincuore ho accettato la sua scelta ringraziandola per tutto! quindi io non ho nessun problema nei suoi confronti… semmai c’è l’ho avuto per un’attimo con Pink F. quando ha menzionato il discorso infortuni… dicendo Francesca non ne ha avuto ed invece si ne ha avuti pure lei… la Henin appena tornata a gareggiare si fece male al polso destro se ricordo… tempo 1 anno e si ritirò.. ecco perché ma mio avviso sbagliò a ritornare in campo…. poi sul discorso critiche devo dire che alla pennetta gliene stanno facendo sopratutto ora che si è ritirata e non mi sembra giusto… ma in tanti anni che seguo vari siti sportivi credimi la questione del giorno era sempre una : la Schiavone… perché esteticamente brutta – nel tennis conta … perché dicevano era arrogante con un pessimo carattere O_o perchè in quel 2011 ha lasciato da sola la nazionale di fed cup… : vuol prepararsi meglio per Parigi HA HA – ma davvero spera di farcela di nuovo? ha avuto solo c..lo l’anno scorso.. – eppure in quell’Italia di allora c’erano errani e vinci… (ma non ancora famose) mi rispose un tizio :roll: perché è un scheletro morto che si trascina di torneo in torneo – letto sul Fan Club num. 1 della Pennetta su FB , ci litigai di brutto quel giorno tanto che tolsi il mio like… pochi giorni dopo (non potevo crederci) assistevo ad un match della Schiavo su SuperTennis quando la Farina disse : sembra una morta che cammina e poi ti fa certi recuperi…. potrei andar avanti per ore… ma lo stesso potresti fare anche tu con Flavia ne avresti pieno diritto… ora comprendi perché sono diventato un suo strenuo difensore… in quanto sebbene la Pennetta siè sempre saputa difendere benissimo da sola (una sua qualità che ammiro è il suo mentale solido) Francesca invece no non reagiva se non sparendo dalla circolazione per mesi… da li la decisione che ci avrei pensato io per lei… questo anni fa ma ancora adesso amo farlo… tutto qui ;) cmq bel confronto ragazzi.. sopratutto con te Jolly.. ti ringrazio! ciao.

60
andrew (Guest) 27-11-2015 00:30

Scritto da jolly
@ Pinkfloyd, caro pink, non vale la pena perderci tempo, se hanno un briciolo di coscienza sanno anche loro quanto ha sofferto flavia e quali infortuni VERI sottolineo VERI ha avuto quella ragazza.
Se nonostante tutto ciò è riuscita a fare le imprese che ha fatto, è proprio grazie all’amore per il tennis che ha sempre avuto altro che storie. e se ora a 34 anni decide di fermarsi è perchè a quest età diventa sempre più difficile restare ai livelli massimi, in più lei giustamente vuole fare una famiglia QUALCHE BUONTEMPONE VUOLE FORSE IMPEDERGLIELO PER DECRETO?!?
ora, io ho sempre criticato anche quelli che insultano chi viceversa, decide legittimamente di continuare a giocare nonostante il declino evidente, tipo schiavone o per fare un caso clamoroso kimiko date, ma sentire che i tifosi della schiavone, anzichè limitarsi a incitare la loro beniamina ne approfittano, fuori tema tra l’altro per, criticare chi ha scritto la storia del tennis come unica tennista italiana ad esser stata in grado di vincere al di fuori della terra e la criticano, sia chiaro a tutti, per il nulla, allora mi vien voglia di accodarmi a quei tanti che deridono chi “si trascina con pena nel circuito come un pugile suonato e non sa uscire di scena con dignità”. Ogni riferimento a questo punto, non sarà casuale CHIARO!!!

beh, guarda quel giorno ero davanti alla tv, quando flavia dichiarò il ritiro, e in quel preciso istante rimasi colpito… ma, tempo neanche 10 secondi, che dissi tra me: ”ma no, flavia ma fai benissimo” per tutte le sue ovvie ragioni, che compresi ben prima di tantissimi suoi grandi fan… ciò detto, per certi lati che fanno parte di me, ammiro in maniera molto particolare francesca, anche di più… già nel primo post, avevo scritto RISPETTO FLAVIA!Poi se non posso dire che, per mio gusto personale, trovo ancor più ammirevole francesca, e questo non significa automaticamente disprezzo o ritengo insignificante o non ritengo degna di rispetto per quello che ha ottenuto flavia, beh, problemi vostri, allora!!!

59
jolly (Guest) 27-11-2015 00:27

@ Sandro G. (#1494243)

veramente sandro, a me sembra che rispetto a flavia qui dentro sia esattamente all’opposto, cioè la si critica in modo smisurato e fuori luogo, anche quando non ce ne sarebbe motivo! ho letto decine di critiche per il fatto di essersi ritirata troppo presto (ha quasi 34 anni!!) come se l’esser competitiva ancora anzichè una nota di merito sia un motivo per criticarla. ho semplicemente ricordato che la henin si è ritirò a 26 ann nel 2008 da n,1 del mondo (e non mi sembra che avesse particolari problemi fisici visto che aveva appena fatto finale agli au open ed era appunto n.1 ed aveva 26 anni!!! se critichiamo la pennetta che si è ritirata ancora competitiva a 34 cosa dovremmo dire della henin che era n.1 e di anni ne aveva 26? dovevamo fucilarla forse? non mi sembra di aver letto alcuna critica invece. quindi rovescio il tuo discorso e dico che è esattamenta al contrario. molte più critiche a prescindere per flavia, ora la criticate per il fatto che si ritira troppo presto mentre due anni fa le davate della ex giocatrice (non tu certo, ma qualcuno che ora la critica per essersi ritirata nel 2013 la criticava per non essersi ancora ritirata quando a causa dell’intervento chirurgico al polso era n.160. ricordi?
saluti

58
Sandro G. 26-11-2015 22:57

@ Golden Lady (#1494233)

@ pinkfloyd (#1494240)

grazie per la precisazione… ps, lo dico a te pinkfloyd ma mi rivolgo un po a tutti.. rilassatevii :cool: come ho detto al caro Jolly , noi discutiamo e ci confrontiamo … ma finisce li la cosa.. è solo tennis come dico spesso io.. nel senso che : per loro tennisti/ste è un lavoro ovvio sia così… ma per noi fans dovrebbe esser visto come un piacevole passatempo e nulla piu.. Flavia si è ritirata va bene.. Francesca vuol continuare? va bene lo stesso… ognuna di loro e libera di agire come meglio crede… così come noi siam liberi di tifare solo Italia – o col resto del mondo.. o solo stranieri :wink: ciao.

57
jolly (Guest) 26-11-2015 22:32

@ Pinkfloyd, caro pink, non vale la pena perderci tempo, se hanno un briciolo di coscienza sanno anche loro quanto ha sofferto flavia e quali infortuni VERI sottolineo VERI ha avuto quella ragazza.
Se nonostante tutto ciò è riuscita a fare le imprese che ha fatto, è proprio grazie all’amore per il tennis che ha sempre avuto altro che storie. e se ora a 34 anni decide di fermarsi è perchè a quest età diventa sempre più difficile restare ai livelli massimi, in più lei giustamente vuole fare una famiglia QUALCHE BUONTEMPONE VUOLE FORSE IMPEDERGLIELO PER DECRETO?!?
ora, io ho sempre criticato anche quelli che insultano chi viceversa, decide legittimamente di continuare a giocare nonostante il declino evidente, tipo schiavone o per fare un caso clamoroso kimiko date, ma sentire che i tifosi della schiavone, anzichè limitarsi a incitare la loro beniamina ne approfittano, fuori tema tra l’altro per, criticare chi ha scritto la storia del tennis come unica tennista italiana ad esser stata in grado di vincere al di fuori della terra e la criticano, sia chiaro a tutti, per il nulla, allora mi vien voglia di accodarmi a quei tanti che deridono chi “si trascina con pena nel circuito come un pugile suonato e non sa uscire di scena con dignità”. Ogni riferimento a questo punto, non sarà casuale CHIARO!!!

56
Gabriele da Ragusa 26-11-2015 22:15

Di slancio, a chi contesta qst scelta verrebbe da chiedere simpaticamente, cm direbbe Moratti, ma ” una carrettata di c…zi vostri mai?”. Ma capisco che magari a muovere qst quasi delusione verso la scelta di continuare e’ l’immagine di una schiavone vincente e quindi addolcisco e provo ad argomentare.
Molti utenti di qst sito evidentemente sconoscono una parola, una fantastica parola, che risponde al nome di passione. La schiavona ha evidentemente una straordinaria passione dentro di se che la porta a nn vedere tt cio cm un sacrificio o quanto meno cm un sacrificio eccessivo il continuare a fare qst vita anche in tornei meno prestigiosi.
Sta un po tornando agli inizi cm ognuno di noi che ha fatto sport agonisticamente, gioca per divertirsi e per competere. Per il piacere di farlo.
Io nn capisco davvero qst eccessivo malumore che qst scelta ha generato.
Voglio dire fa la tennista, ha fatto del proprio sport e passione un lavoro. E’ semplicemente una ragazza che ama molto fare cio che fa, punto e fine della trasmissione.

55
Sandro G. 26-11-2015 22:06

Scritto da jolly
@ Sandro G. (#1494152)
Scusa sandro, mi rivolgo a te da un alto perchè di stimo perchè ti ritengo corretto ma anche perchè mi sembra che avalli coloro i quali più sotto deridevano la scelta legittima di flavia di ritirarsi (magari mi sbaglio)
ti ricordi sandro quando nel 2008, sottolineo nel 2008!! la henin si è ritirata di punto in bianco mentre era addirittura numero uno del mondo?
Se oggi c’è chi critica la pennetta che si ritira a quasi 34 anni!!! perchè è ancora competitiva, allora cosa avremmo dovuto dire non tanto della bartolì (che peraltro di anni ne aveva solo 29!! non 34!! ma addirittura della henin che ne aveva 26 ed era n.1 del mondo?? Io non ricordo di aver letto cosi tante critiche. Che ne pensi?
aggiungici il fatto non secondario che flavia, da sempre desidera legittimemente, e ci mancherebbe che qualche bontempone voglia impedirglielo, diventare madre!! è un suo diritto di provare a coronarsi al cento per cento come donna oppure a lei non è concesso?

scusami Jolly ho letto solo ora la tua riposta.. grazie per le parole … ti dirò non critico il ritiro di flavia… e non avallo le teorie di nessuno.. me la son presa con chi è accondiscendente con la sua scelta salvo però criticarla qual’ora venga fatta da una tennista straniera sol perché magari non rientra nelle loro grazie tutto qui! l’esempio che ho riportato della Bartoli ne è un’esempio…. dico solo che se dobbiamo essere obiettivi noi tutti allora dobbiamo esserlo fino in fondo e non a metà… della Henin io ero suo estimatore prima che di Francesca si ci sono rimasto male quando lei si è ritirata la prima volta.. ma lo sono stato ancor di piu quando è ritornata sui suoi passi… era meglio se non lo faceva… visto che così facendo aveva aggravato ancor di piu il suo infortuno al polso… sai cosa qualcuno parla di odio tra tifoserie o tra tenniste… io non odio nessuna… si ho un paio di tenniste che mi son antipatiche compresa qualche Italiana… ma in generale non c’è lo con nessuna neanche con la Serena che a volte mi sta pure simpatica :lol: ne discutiamo – ne parliamo – le tifiamo o le andiamo contro.. sono convinto che non bisogna per forza tifare in base alla nazionalità.. le giudichiamo per il loro comportamento in campo che fuori… ma poi finisce la.. e non è detto che una tennista che mal sopportiamo non possa per una volta andarci a genio :wink: alla fine tutto rimane su questo sito… chiuso il PC c’è una vita da vivere per tutti penso sia così … ciao.

54
pinkfloyd 26-11-2015 22:02

@ Sandro G. (#1494206)

Lei ha dichiarato che aveva già deciso di ritirarsi, l’ha detto durante la premiazione a New York.
Il fatto che abbia vinto uno Slam ha probabilmente influito ancora di più su questa decisione. Questo è probabile.
E poi un anno in più di attività avrebbe fatto poca differenza e penso lei fosse già contenta della sua carriera da ex top ten e da vincitrice di Indian Wells, tra le altre cose, che non era poco comunque (come ha scritto anche Golden Lady qui sotto).
Se una persona ha già in testa un futuro in famiglia e con figli, difficilmente cambierà idea.
E 34 anni, per questo, sono ancora una età buona.

Magari altre giocatrici, la Schiavone o la Williams per esempio, non hanno ancora questo desiderio di famiglia o di maternità oppure non ci pensano nemmeno, no so.

Ma penso che criticare una giocatrice che si ritira a 34 anni sia davvero folle.
Chiunque essa sia.

53
Golden Lady (Guest) 26-11-2015 21:49

Scritto da Sandro G.

Scritto da pinkfloyd
@ Sandro G. (#1494152)
Chiunque ha problemi tra giocatrici e giocatori, chi più chi meno, ma davvero chiunque ed anche peggiori, tipo malattie vere e proprie, per esempio.
Ma l’intervento chirurgico è un’altra cosa rispetto a un infortunio smaltito in breve tempo o tenuto sotto controllo.
E se ne subisci due, più gli altri problemi “normali” a caviglie e quant’altro, diventano molto grossi come problemi.
Anche perché devi stare fermo per mesi e poi ripartire ogni volta e non è certo bello.
L’intervento chirurgico è un’altra cosa, se permetti.
Il fatto è che questa è realtà, non sono le stupide diatribe tra tifosi, ma capisco per molti è difficile o utopica l’oggettività delle cose.
Chi poi inscena queste diatribe non sono certo i tifosi della Pennetta, tutt’altro, basta vedere il tenore delle “conversazioni” di taluni tifosi della Schiavo.
Più qualcuno che si diverte sempre a stuzzicare, continuando a tirare in ballo Flavia anche quando davvero non ce n’è bisogno.
Tipo in questo caso.
Poi è chiaro che scatta la “diatriba” e il botta e risposta, ma basta usare una certa intelligenza ed arrivare ad una certa oggettività, che tutto si risolve (almeno fino alla prossima inutile e provocatoria distriba).

guarda che chi ha tirato in ballo la Pennetta penso sia solo un appassionato di tennis in generale .. poi se è fans di una o di entrambe le tenniste sinceramente non cambia nulla.. sai cosa io da fan di Francesca sono anni che sento dire le stesse cavolate.. perché Flavia ha avuto infortuni seri allora merita tutto perché se l’e sudato.. Francesca che non ne ha avuti ( ma non potete saperlo) per lei si tratta solo di fortuna o botta di…. visto che ha in fisico perfetto.. ma lo sai quale la prima cosa che noto ultimamente durante i suoi match? e la rotazione che fa col braccio destro – toccandosi la spalla prima o subito dopo aver fatto un servizio o a fine punto… che a me fa preoccupare infatti sono in ansia già per la prox stagione.. che a voi altri dica poco sol perché non si tratta di cose serie beh diamine mi fa incavolare eccome.. che poi tutta sta storia e lo dico a malincuore visto che ripeto le seguo entrambe.. e iniziata semmai dai fan della Pennetta che prima di dello slam americano pur di far risaltare la propria tennista a tutti i costi sulle altre Italiane : mettevano in mezzo i suoi infortuni.. e bene allora la Knapp? cosa deve dire? e la Petkpovic che avrà varie cicatrici sparse su tutte e due le gambe? Serena che per una sua distrazione rischiava di di lasciarci la pelle dissanguata? propri come dici tu ci sono atleti di tutto il mondo che ogni giorno subiscono infortuni di vario genere.. e trovo assurdo classificarli in base al grado di gravità.. son infortuni punto! poi ripeto ci son quei tennisti che tendono a non dirlo perchè non lo ritengono necessario ai fini del loro tennis anche dopo che qualcuno ne ha diffuso impropriamente la notizia.. e chi invece lo dichiara a tutta stampa tranquillamente magari anche per attirar attenzione (e non è il caso di flavia) però c’è chi lo fa… la Pennetta ha fatto bene a ritirarsi se si è sentita di farlo buon per lei che ha il sogno di metter su famiglia.. ma l’avrebbe fatto anche senza uno slam vinto? butto così questo dubbio che ogni tanto mi pervade…senza creare discussioni eh . ve lo dico… cordialmente!

Sì si sarebbe ritirata lo stesso, in varie interviste ha ribadito che aveva già preso la decisione di ritirarsi a metà anno e che era molto soddisfatta della sua carriera. Il suo obiettivo prima dello slam era disputare un buon US e lasciare un buon ricordo di sè nel suo torneo preferito, poi la Vittoria ha reso tutto più speciale.
Non capisco poi che diritto noi abbiamo di giudicare le
Scelte altrui, se Franscesca che è un atleta straordinaria vuole ancora competere nonostante l’età e i risultati altalenanti è liberissima di farlo, nessuno metterà in dubbio tutte le bellissime vittorie che ha ottenuto, così come Flavia è liberissima di ritirarsi e coronare il suo legittimo sogno di avere una famiglia.
Noi non siamo nessuno per criticare

52
Sandro G. 26-11-2015 21:06

Scritto da pinkfloyd
@ Sandro G. (#1494152)
Chiunque ha problemi tra giocatrici e giocatori, chi più chi meno, ma davvero chiunque ed anche peggiori, tipo malattie vere e proprie, per esempio.
Ma l’intervento chirurgico è un’altra cosa rispetto a un infortunio smaltito in breve tempo o tenuto sotto controllo.
E se ne subisci due, più gli altri problemi “normali” a caviglie e quant’altro, diventano molto grossi come problemi.
Anche perché devi stare fermo per mesi e poi ripartire ogni volta e non è certo bello.
L’intervento chirurgico è un’altra cosa, se permetti.
Il fatto è che questa è realtà, non sono le stupide diatribe tra tifosi, ma capisco per molti è difficile o utopica l’oggettività delle cose.
Chi poi inscena queste diatribe non sono certo i tifosi della Pennetta, tutt’altro, basta vedere il tenore delle “conversazioni” di taluni tifosi della Schiavo.
Più qualcuno che si diverte sempre a stuzzicare, continuando a tirare in ballo Flavia anche quando davvero non ce n’è bisogno.
Tipo in questo caso.
Poi è chiaro che scatta la “diatriba” e il botta e risposta, ma basta usare una certa intelligenza ed arrivare ad una certa oggettività, che tutto si risolve (almeno fino alla prossima inutile e provocatoria distriba).

guarda che chi ha tirato in ballo la Pennetta penso sia solo un appassionato di tennis in generale .. poi se è fans di una o di entrambe le tenniste sinceramente non cambia nulla.. sai cosa io da fan di Francesca sono anni che sento dire le stesse cavolate.. perché Flavia ha avuto infortuni seri allora merita tutto perché se l’e sudato.. Francesca che non ne ha avuti ( ma non potete saperlo) per lei si tratta solo di fortuna o botta di…. visto che ha in fisico perfetto.. ma lo sai quale la prima cosa che noto ultimamente durante i suoi match? e la rotazione che fa col braccio destro – toccandosi la spalla prima o subito dopo aver fatto un servizio o a fine punto… che a me fa preoccupare infatti sono in ansia già per la prox stagione.. che a voi altri dica poco sol perché non si tratta di cose serie beh diamine mi fa incavolare eccome.. che poi tutta sta storia e lo dico a malincuore visto che ripeto le seguo entrambe.. e iniziata semmai dai fan della Pennetta che prima di dello slam americano pur di far risaltare la propria tennista a tutti i costi sulle altre Italiane : mettevano in mezzo i suoi infortuni.. e bene allora la Knapp? cosa deve dire? e la Petkpovic che avrà varie cicatrici sparse su tutte e due le gambe? Serena che per una sua distrazione rischiava di di lasciarci la pelle dissanguata? propri come dici tu ci sono atleti di tutto il mondo che ogni giorno subiscono infortuni di vario genere.. e trovo assurdo classificarli in base al grado di gravità.. son infortuni punto! poi ripeto ci son quei tennisti che tendono a non dirlo perchè non lo ritengono necessario ai fini del loro tennis anche dopo che qualcuno ne ha diffuso impropriamente la notizia.. e chi invece lo dichiara a tutta stampa tranquillamente magari anche per attirar attenzione (e non è il caso di flavia) però c’è chi lo fa… la Pennetta ha fatto bene a ritirarsi se si è sentita di farlo buon per lei che ha il sogno di metter su famiglia.. ma l’avrebbe fatto anche senza uno slam vinto? butto così questo dubbio che ogni tanto mi pervade…senza creare discussioni eh . ve lo dico… cordialmente!

51
jolly (Guest) 26-11-2015 20:52

@ Sandro G. (#1494152)

Scusa sandro, mi rivolgo a te da un alto perchè di stimo perchè ti ritengo corretto ma anche perchè mi sembra che avalli coloro i quali più sotto deridevano la scelta legittima di flavia di ritirarsi (magari mi sbaglio)
ti ricordi sandro quando nel 2008, sottolineo nel 2008!! la henin si è ritirata di punto in bianco mentre era addirittura numero uno del mondo?
Se oggi c’è chi critica la pennetta che si ritira a quasi 34 anni!!! perchè è ancora competitiva, allora cosa avremmo dovuto dire non tanto della bartolì (che peraltro di anni ne aveva solo 29!! non 34!! ma addirittura della henin che ne aveva 26 ed era n.1 del mondo?? Io non ricordo di aver letto cosi tante critiche. Che ne pensi?
aggiungici il fatto non secondario che flavia, da sempre desidera legittimemente, e ci mancherebbe che qualche bontempone voglia impedirglielo, diventare madre!! è un suo diritto di provare a coronarsi al cento per cento come donna oppure a lei non è concesso? :lol:

50
pinkfloyd 26-11-2015 20:47

@ Sandro G. (#1494152)

Chiunque ha problemi tra giocatrici e giocatori, chi più chi meno, ma davvero chiunque ed anche peggiori, tipo malattie vere e proprie, per esempio.
Ma l’intervento chirurgico è un’altra cosa rispetto a un infortunio smaltito in breve tempo o tenuto sotto controllo.
E se ne subisci due, più gli altri problemi “normali” a caviglie e quant’altro, diventano molto grossi come problemi.
Anche perché devi stare fermo per mesi dopo l’intervento e poi ripartire ogni volta e non è certo bello.
L’intervento chirurgico è un’altra cosa, se permetti.

Il fatto è che questa è realtà, non sono le stupide diatribe tra tifosi, ma capisco per molti è difficile o utopica l’oggettività delle cose.

Chi poi inscena queste diatribe non sono certo i tifosi della Pennetta, tutt’altro, basta vedere il tenore delle “conversazioni” di taluni tifosi della Schiavo.
Più qualcuno che si diverte sempre a stuzzicare, continuando a tirare in ballo Flavia anche quando davvero non ce n’è bisogno.
Tipo in questo caso.

Poi è chiaro che scatta la “diatriba” e il botta e risposta, ma basta usare una certa intelligenza ed arrivare ad una certa oggettività, che tutto si risolve (almeno fino alla prossima e inutile e provocatoria diatriba).

49
jolly (Guest) 26-11-2015 20:40

Ma perchè in un articolo sulla schiavone si deve leggere di qualcuno che critica la pennetta?
Possibile che solo in italia ci sia questa sorta di guelfi e ghibellini continua. per cui se si ama coppi bisogna odiare bartali e viceversa?
Ma non riuscite proprio a dire grazie a flavia pennetta per le sue imprese inarrivabili al di fuori della terra battuta per nessun italiano all time, male or female, anche se siete tifosi di francesca schiavone?
La pennetta a quasi 34 anni ha fatto benissimo a fermarsi (ricordo a tutti che oggi 26 novembre in top 100 flavia è la terza giocatrice più anziana (e le due che la precedono si chiamano williams, non so se mi spiego) quindi williams a parte oggi flavia è la più vecchia top 100 in classifica. penso che abbia tutto il diritto di dire basta adesso. poi se c’è chi la pensa diversamente e vuol giocare fino a 50 anni come becuzzi, non li critico certo. Chi sono io, chi siamo noi, per scegliere per loro?
Ma soprattutto, perchè criticare una atleta che a 34 anni decide di fermarsi tra l’altro con il sacrosano e naturalissimo desiderio di voler metter su famiglia???
GRAZIE DI TUTTO FLAVIA, ANCHE E SOPRATTUTTO DEL MODO CHE HAI SCELTO DI USCIRE DI SCENA!!

48
pinkfloyd 26-11-2015 18:44

Scritto da christian
@ pinkfloyd (#1494004)
senza dubbio non possiamo decidere per lei ovviamente….ho solo detto che a livello sportivo ritirarsi quando vinci uno slam (o in generale una grande competizione ) è clamorosamente assurdo e sbagliato….proprio perchè avendo raggiunto il massimo dal tuo tennis puoi vincere ancora e invece ti ritiri poi avrà avuto i suoi motivi, ma ripeto io sto parlando a livello di sport e non di considerazioni sulla vita privata che obiettivamente a noi appassionati fregano poco…ciao

Ma tu non consideri minimamente l’età.
Questo è il punto.
Sai quanti anni ha la Pennetta?
Lei aveva già deciso prima di New York, perché aveva considerato che per lei poteva bastare, per quello che vuol fare lei, una famiglia, dei figli, una vita sua oltre il tennis, in pratica. Una vita.
Magari altre non hanno questo desiderio ma lei, a quasi 34 anni, ha tutto il diritto di fare figli o avere una famiglia o vivere una vita diversa. O no?

Il fatto che sia ancora competitiva è vero, ma non è ora all’apice della forma o della forza, lo era nel 2009, al massimo, lì si che aveva anche continuità e 6-7 anni in meno soprattutto.
Un’altra lunga stagione probabilmente non era nei suoi piani e, comuque, non avrebbe aggiunto niente a quello che di straordinario ha fatto finora. Comunque.
Ciao :wink:

47
Sandro G. 26-11-2015 18:40

chiedo scusa se mi intrometto : però perché quando una Certa Bartoli si è ritirata dopo aver vinto il suo primo slam Wimbledon… perché si sentiva già appagata di suo.. alla soglia dei 30 anni.. molti di voi l’avete criticata con parole tipo : si ritira solo perché ha paura di far brutte figure… :roll: cioè non facciamo due pesi e due misure vi prego… in base alle proprie preferenze perché o si ha la stessa opinione per tutti oppure meglio non dire niente …

e cmq sta storia che la Schiavone non ha avuto infortuni e alquanto irrispettoso… eh evidente che molti di voi la seguono solo superficialmente… quante volte scherzando mi è venuto da pensare : Schiavo ma perché ogni tanto non ti sloghi una caviglia? così giusto per far vedere che anche tu ti infortuni -_- e pensare che lei ha sofferto di schiena è stata in cura per un’anno in un centro specialistico in Toscana – ha avuto anche problemi di respirazione con bronchite varie sopratutto nel periodo dei tornei su Erba.. basta fare una ricerca anno 2012 Wimbledon match contro Kvitova per rendervi conto in che stato si trovava col viso tutto rosso aveva anche la febbre… e negli ultimi tempi ha un problema alla spalla destra infatti sta avendo problemi al servizio … mah siccome Francesca è sempre stata una persona (aim’è) fin troppo riservata .. lei è come Federer – entrambi son convinti che raccontare i propri malanni fisici equivale a trovar scuse , se magari si è giocati male o si è perso un match… infatti preferiscono non dire niente e lo fanno pur sapendo che per questo motivo saranno visti come dei tennisti integri o super fortunati … quando invece non è così.. io sinceramente tra chi nelle varie interviste subito dice : c’è da dire che io avevo – e colpa di… preferisco chi non dice niente ma anzi si fa auto-critica… questo e il mio parere! lo dico da fan di Francesca e di Flavia.. alkle due non fa bene questo dualismo contro! grazie

46
christian (Guest) 26-11-2015 18:26

@ Marcomp (#1494024)

assolutamente lungi da me criticare una campionessa come flavia che ammiro tanto….ho solo osservato che per me è incredibile e del tutto sciagurato ritirarsi da uno sport quando sei al massimo delle tue potenzialità come lo è flavia ora…tutto qui :wink:

45
christian (Guest) 26-11-2015 18:24

@ andrew (#1494018

Scritto da andrew

Scritto da christian
grande schiavone…..una volta che vinci uno slam puoi morire in pace e quindi te ne freghi se scendi in classifica…sei stata il top, nessuno te lo puo togliere….altro che pennetta che si è ritirata all’apice…mai scelta fu piu sbagliata e insensata a livello sportivo..

che poi, da un certo punto di vista, sottolineo da un CERTO punto di vista, per quanto possa essere molto intelligente ritirarsi all’apice, d’altra parte è fin troppo facile e oserei dire ”vile”… troppo facile, chiunque potrebbe non sporcarsi più di tanto ritirandosi al suo primo slam tardivo, molto più onorevole rimanere lì dopo averlo vinto, dovere affrontare un tentativo di riconferma, la pressione per il ranking alto, accettare il declino, i primi turni, le sconfitte impreviste, un probabile crollo in classifica, e nonostante tutto ciò reagire con positività, opponendo all’età, alla 113 posizione e al passato, sempre nuove motivazioni e stimoli per continuare… rispetto flavia, ed ho sempre detto che comunque non ha assolutamente sbagliato a ritirarsi, ma ammiro tante volte di più francesca, che ha scelto una strada assai più impervia, dimostrando un amore sconfinato tutto e solo per il suo sport!!!!!!!!!

bravo….giusto soprattutto la prima parte del tuo discorso, diciamo fino alla parola continuare :wink:

44
christian (Guest) 26-11-2015 18:23

@ pinkfloyd (#1494004)

senza dubbio non possiamo decidere per lei ovviamente….ho solo detto che a livello sportivo ritirarsi quando vinci uno slam (o in generale una grande competizione ) è clamorosamente assurdo e sbagliato….proprio perchè avendo raggiunto il massimo dal tuo tennis puoi vincere ancora e invece ti ritiri :shock: poi avrà avuto i suoi motivi, ma ripeto io sto parlando a livello di sport e non di considerazioni sulla vita privata che obiettivamente a noi appassionati fregano poco…ciao :wink:

43
christian (Guest) 26-11-2015 18:20

@ Paolo (#1494002)

è un luogo comune sbagliatissimo quello del ritirarsi all’apice!!!!!!! come ora che hai vinto uno slam e quindi hai raggiunto il tuo massimo, invece di continuare e magari vincere ancora qualcosa di importante ti ritiri? :shock: è contro la logica!!!!!! ve ne rendete conto? :shock: come se uno a calcio fa una doppietta in finale di champions league e al primo tempo chiede di essere sostituito!!!!!!!! vi prego dai…siamo seri :wink:

42
BOMBARDERO 26-11-2015 18:19

…non sono mai stato un grande ammiratore della giocatrice, ma devo dire che l’amore, la passione e la dedizione che ha nei confronti di questo sport le fa onore!!!

41
christian (Guest) 26-11-2015 18:18

@ Ken_Rosewall (#1493973)

senza dubbio….infatti io ho specificato che quella della pennetta è una scelta sbagliata solo a livello sportivo :wink:

40
BOMBARDERO 26-11-2015 18:17

Complimenti a Francesca…non

39
pinkfloyd 26-11-2015 17:49

@ andrew (#1494087)

Lo Slam lo ha vinto a 33 anni e 7 mesi, avesse avuto i 30 anni della Schiavone avrebbe continuato senza problemi, mettendosi e rimettendosi in gioco come sempre.
D’altronde ha chiuso a quasi 34 anni, ed è un’età più che giusta, anche troppo e non è scappata, ha scelto così ed, anzi, è riuscita a stare in alto (o molto in alto) fino a questa età, nonostante tutto.
Schiavone ha fatto una scelta diversa, era ancora giovane dopo lo Slam (rispetto a lei) per giocare ancora…ed infatti ha continuato ed è lì che gioca, tranquillamente, seppur i suoi risultati sono andati in decrescendo, ma può non smettere mai, come dice lei, nessuno le dice niente.

38
andrew (Guest) 26-11-2015 17:35

Scritto da pinkfloyd
@ andrew (#1494018)
Ma guarda che Flavia è scesa al n°160 nel 2013, ha fatto anche le quali in alcuni tornei, lei conosce la vera sofferenza degli infortuni in serie, non bruscolini, ed è stata capace di ritornare in alto alla grande, prima con IW e poi addirittura con lo Slam, tra le altre cose.
Non inscenate la retorica dell’umiltà e del sacrificio, perché la Pennetta ne può essere maestra.
Schiavo non s’è mai infortunata, fortunata lei, e se è lì sotto è solo a causa del suo rendimento.
Mi fa piacere che la Schiavo continui, perché è una sua decisione, ma non scrivete falsità e banalità (per chi le scrive).
Poi Flavia li ha già affrontati gli alti e bassi, le insidie del ranking e le sfide ad alti livelli, la top ten e poi la discesa e poi la risalita ancora.
E se non è stata costante è stato anche, soprattutto per problemi fisici.
Ora si vuol ritirare, fa benissimo perché lo decide lei e in modo perentorio e autonomo, ma non ha niente da invidiare alla Schiavone e a tutta questa retorica spicciola.
Ma proprio niente.

Quindi la retorica spicciola non farmela tu… scusa, posso dire che preferisco chi possiede questa visione? Chi si è dovuta confrontare con la difesa del titolo, con la gloria del n.4 del mondo, e poi con l’anonimato di una 113esima posizione? E ciononostante riesce a trovare altri nuovi stimoli? Pochissimi campioni slam hanno dovuto affrontare un 113esimo posto, come tu dici raggiunto in discesa addirittura senza infortuni, per me è importante, perché significa andare aldilà del ranking, delle uscite ai prime turni, degli itf, dei 36 anni e di tutto ciò che c’è di concreto, fidanzato, casa, figli ecc.ecc. adoro questo tipo di persone che per splendere hanno solo il lavoro e per questo lo svolgono con estrema abnegazione, perché è la priorità, perché quando perdono e vanno a casa non hanno partner o figli a consolarli, posso dirlo a devo subire il tuo attacco di fan pennettiano sfegatato che neanche legge ciò che in realtà ho scritto?

37
Marcus91 (Guest) 26-11-2015 17:35

Io non posso che fare i complimenti a questa immensa atleta e donna che con umiltà e amore, tanto amore per lo sport di cui lei ha vissuto e che ha ricevuto tanto, decide di continuare ripartendo anche dai piccoli tornei.
Questa diatriba poi tra la Schiavone e la Pennetta non la capisco, ognuno deve decidere con la propria testa, con i propri obiettivi e con le rispettive vite tennistiche ed in base a questo e mi assoccio all’utente pinkfloyd, entrambe hanno preso, per me, la decisione più giusta e quella che non me le farà mai rimpiangere. Grazie ragazze

36
andrew (Guest) 26-11-2015 17:16

Scritto da pinkfloyd
@ andrew (#1494018)
Ma guarda che Flavia è scesa al n°160 nel 2013, ha fatto anche le quali in alcuni tornei, lei conosce la vera sofferenza degli infortuni in serie, non bruscolini, ed è stata capace di ritornare in alto alla grande, prima con IW e poi addirittura con lo Slam, tra le altre cose.
Non inscenate la retorica dell’umiltà e del sacrificio, perché la Pennetta ne può essere maestra.
Schiavo non s’è mai infortunata, fortunata lei, e se è lì sotto è solo a causa del suo rendimento.
Mi fa piacere che la Schiavo continui, perché è una sua decisione, ma non scrivete falsità e banalità (per chi le scrive).
Poi Flavia li ha già affrontati gli alti e bassi, le insidie del ranking e le sfide ad alti livelli, la top ten e poi la discesa e poi la risalita ancora.
E se non è stata costante è stato anche, soprattutto per problemi fisici.
Ora si vuol ritirare, fa benissimo perché lo decide lei e in modo perentorio e autonomo, ma non ha niente da invidiare alla Schiavone e a tutta questa retorica spicciola.
Ma proprio niente.

Ma cavolo, hai letto quello che ho scritto? Ho scritto DOPO lo slam vinto, mica in generale, lo so benissimo cosa ha dovuto superare in passato!!!

35
pinkfloyd 26-11-2015 15:33

@ andrew (#1494018)

Ma guarda che Flavia è scesa al n°160 nel 2013, ha fatto anche le quali in alcuni tornei, lei conosce la vera sofferenza degli infortuni in serie, non bruscolini, ed è stata capace di ritornare in alto alla grande, prima con IW e poi addirittura con lo Slam, tra le altre cose.
Non inscenate la retorica dell’umiltà e del sacrificio, perché la Pennetta ne può essere maestra.
Schiavo non s’è mai infortunata, fortunata lei, e se è lì sotto è solo a causa del suo rendimento.

Mi fa piacere che la Schiavo continui, perché è una sua decisione, ma non scrivete falsità e banalità (per chi le scrive).

Poi Flavia li ha già affrontati gli alti e bassi, le insidie del ranking e le sfide ad alti livelli, la top ten e poi la discesa e poi la risalita ancora.
E se non è stata costante è stato anche, soprattutto per problemi fisici.

Ora si vuol ritirare, fa benissimo perché lo decide lei e in modo perentorio e autonomo, ma non ha niente da invidiare alla Schiavone e a tutta questa retorica spicciola.
Ma proprio niente.

34
Marcomp (Guest) 26-11-2015 15:27

Scritto da pinkfloyd
@ christian (#1493956)
Pennetta non s’è ritirata all’apice (magari fosse accaduto nel 2009 sarei rimasto sorpreso anch’io) né perché ha raggiunto l’apice con lo Slam vinto.
Ma perché, a 33 anni e 9 mesi, è giusto così.
Per lei.
E poi l’aveva già deciso prima di raggiungere quell’apice.
E’ giusto così per come la vede e la pensa LEI, non certo tu ed io che, difficilmente, possiamo entrare nella testa degli altri e decidere per conto loro.
Almeno io non lo faccio, cerco di rispettare la gente, chiunque essa sia.
Anche se è stata la mia tennista italiana preferita, io rispetto questa decisione.
E chi non la rispetta non è né tifoso né uomo…ed io rispetto anche chi non la rispetta, pensa, pur non essendo d’accordo, chiaramente.

Sono d’accordo con tutti quelli che apprezzano le scelte dei vari giocatori/trici, motivate e ovviamente diverse l’una dall’altra: ognuno ha avuto, ha e avrà una vita differente, a prescindere dai risultati agonistici; quindi perchè criticare? accettiamole ed eventualmente godiamo di una Schiavone che ancora continua con passione, e gioiamo di una Pennetta che ha trovato evidentemente stimoli diversi per cambiare vita. Per me il concetto principale è che nella vita tutto cambia, nulla rimane immutato, figuriamoci negli sport agonistici! :wink:

33
andrew (Guest) 26-11-2015 15:14

Scritto da christian
grande schiavone…..una volta che vinci uno slam puoi morire in pace e quindi te ne freghi se scendi in classifica…sei stata il top, nessuno te lo puo togliere….altro che pennetta che si è ritirata all’apice…mai scelta fu piu sbagliata e insensata a livello sportivo..

che poi, da un certo punto di vista, sottolineo da un CERTO punto di vista, per quanto possa essere molto intelligente ritirarsi all’apice, d’altra parte è fin troppo facile e oserei dire ”vile”… troppo facile, chiunque potrebbe non sporcarsi più di tanto ritirandosi al suo primo slam tardivo, molto più onorevole rimanere lì dopo averlo vinto, dovere affrontare un tentativo di riconferma, la pressione per il ranking alto, accettare il declino, i primi turni, le sconfitte impreviste, un probabile crollo in classifica, e nonostante tutto ciò reagire con positività, opponendo all’età, alla 113 posizione e al passato, sempre nuove motivazioni e stimoli per continuare… rispetto flavia, ed ho sempre detto che comunque non ha assolutamente sbagliato a ritirarsi, ma ammiro tante volte di più francesca, che ha scelto una strada assai più impervia, dimostrando un amore sconfinato tutto e solo per il suo sport!!!!!!!!!

32
Bounty 26-11-2015 14:55

Contenta lei… Contenti tutti!

31
pinkfloyd 26-11-2015 14:52

@ christian (#1493956)

Pennetta non s’è ritirata all’apice (magari fosse accaduto nel 2009 sarei rimasto sorpreso anch’io) né perché ha raggiunto l’apice con lo Slam vinto.
Ma perché, a 33 anni e 9 mesi, è giusto così.
Per lei.
E poi l’aveva già deciso prima di raggiungere quell’apice.

E’ giusto così per come la vede e la pensa LEI, non certo tu ed io che, difficilmente, possiamo entrare nella testa degli altri e decidere per conto loro.
Almeno io non lo faccio, cerco di rispettare la gente, chiunque essa sia.

Anche se è stata la mia tennista italiana preferita, io rispetto questa decisione.
E chi non la rispetta non è né tifoso né uomo…ed io rispetto anche chi non la rispetta, pensa, pur non essendo d’accordo, chiaramente.

30
Paolo (Guest) 26-11-2015 14:50

@ christian (#1493956)

ma cosa dici? Meglio trascinarsi in una lenta agonia secondo te? Invece ottima la scelta della Pennetta molto meglio ritirarsi all’apice che finire in modo triste la carriera e questo vale in tutti gli sport

29
Sandro G. 26-11-2015 14:47

spero finalmente che con questa intervista lei metta a tacere tutte quelle persone che continuano ad invocare il suo ritiro… infatti per rispondere a qualcuno : si lei si rende conto benissimo di ciò che dice e non ha più paura di essere giudicata anche perché e da una vita che lo fate.. se non le pesa viaggiare – se ancora non ne ha abbastanza di tutti questi tornei… se ha finalmente imparato ad accettarsi come tennista con i suoi limiti e a volersi bene di più .. tutto il discorso vittorie – premi – statistiche varie passa in secondo piano… alla sua età le priorità sono diverse da una ventenne che gioca affannosamente tanti tornei uno dietro l’altro perché vuol entrare a tutti costi tra le prime 10 al mondo… Francesca ha avuto la fortuna di poter raggiungere quei traguardi che non tutti possono realizzare… ha vinto uno slam + finale dell’anno dopo – è stata in top ten addirittura raggiungendo la posizione num.4 .. ha vinto tre fed cup con la nazionale… fatto il record di partita 4 ore 44min… a cui si aggiungerà il record presenze slam.. è stata alla pari di molte sue colleghe top ten .. ha fatto tutto questo nella sua lunga carriera, cosa volete di più da lei? si è accontentata sapendo che non poteva andare oltre… ha avuto tutto sommato una piu che bella e soddisfacente carriera tennistica.. ad oggi ciò che vuole fare è continuare a giocare ancora un’altro po per il circuito tennistico pensando piu a divertirsi che al risultato in se… e voi dovete rispettare la sua scelta ed anzi ammirarla per questo suo coraggio… altre tenniste avrebbero già mollato (vedere una Bartoli)… brava Schiavo (complimenti) sei grande :wink:

ps, di recente ha postato una foto di lei su un campo da ring in modalità Boxe – è instancabile Francesca :grin: le ha risposto la tennista Francese C. Garcia tutta contenta nel sapere che lei avrebbe giocato anche l’anno prossimo… ecco il post condiviso… https://instagram.com/p/-eKGHVort1 – come vedete le colleghe la stimano e vogliono ancora vederla in azione tra i campi… un motivo coi sarà no? (meditate)

carogarcia @ francescaschiav1 / fa che tu si continua a giocare nel tour WTA prossimo anno ???? grande campione grande combattente

francescaschiav1 @ carogarcia/”Sono un sopravvissuto
Non sto ancora per rinunciare
Non sto ancora per fermarmi
Sono per lavorare di più
Sto andando farlo
Sopravviverò…

28
Mats 26-11-2015 14:39

Scritto da Ken_Rosewall

Scritto da Angelmax57
Non c’è niente da fare! la sua straordinaria passione per il tennis non gliela toglie nessuno.

Forza Francesca!

27
mcgyver (Guest) 26-11-2015 14:32

Meriterebbe una Wild Card al R.G. per tutta la vita.

26
Ken_Rosewall 26-11-2015 13:48

@ christian (#1493956)

Non sono d’accordo.è da elogiare l’entusiasmo della schiavone e la scelta ponderata e autonoma della Pennetta.sono due teste pensanti, semplicemente hanno diverse opinioni (e condizioni fisiche differenti)

25
re&fa (Guest) 26-11-2015 13:46

“…allenare…”: Francè, sei proprio tu, ovvero la Francesca Schiavone tennista professionista con tutto quello che quest’ultima trasmette, lì ad “allenare indirettamente” già da tempo chiunque sia minimamente allerta e recettivo, tennisticamente parlando e non, in qualsivoglia ambito in cui interesse profondo, coinvolgimento emotivo, passione sfegatata e/o intrigamento viscerale che dir si voglia, giochi un ruolo centrale nell’esistenza di un individuo a dispetto della “opportunità” di tale condizione. La gente di cui parlo, e di cui mi pregio di far parte, dipendentemente dal momento e dalla situazione, ti ama, ti odia, ti benedice, ti maledice, ti bacerebbe i capelli sudati, ti prenderebbe a calci nel sedere… per farla breve “si misura” con te pur non conoscendoti personalmente… tu, “alleni” di già tutta ‘sta gente.

24
Elio 26-11-2015 13:32

Intramontabile Francesca ! Vai, togliti le ultime soddisfazioni !

23
brizz 26-11-2015 13:19

grandissima leonessa, la sua voglia e la sua volontà dovrebbe essere da esempio a qualche nostro/a giovane tennista

22
goldrust 26-11-2015 13:14

Grandissima francesca! Ti seguiremo sempre

21
christian (Guest) 26-11-2015 13:11

grande schiavone…..una volta che vinci uno slam puoi morire in pace e quindi te ne freghi se scendi in classifica…sei stata il top, nessuno te lo puo togliere….altro che pennetta che si è ritirata all’apice…mai scelta fu piu sbagliata e insensata a livello sportivo.. :shock:

20
Golden Lady (Guest) 26-11-2015 12:49

Scritto da Andrea not Petkovic

Scritto da pazzodicamila
Peccato aver omesso la domanda a mio avviso più importante e la risposta più “divertente”. Obiettivo del 2016: “essere la rivale di Serena”

Pensa che ci sono padri di giocatrici che affermano in maniera convinta di come la figlia sia dietro solo a Serena e Petra… Essere rivale di Serena è difficile, ma comunque sia l’ha già battuta, come la terra. ( )

:D :D

19
fabious (Guest) 26-11-2015 12:41

Tra un po’ andra’ a giocare i 10000 dollari

18
pallabreak (Guest) 26-11-2015 12:20

L’entusiasmo di questa “ragazzina” di 35 anni è straordinario: dovrebbe essere un esempio per tutti, non solo a livello tennistico. Complimenti sinceri, da uno che forse a volte è fin troppo critico nei suoi giudizi ma apprezza enormemente questo modo di pensare e di vivere.

17
davide (Guest) 26-11-2015 12:09

Datele GQ immediatamente :D

16
Andrea not Petkovic 26-11-2015 11:57

Scritto da pazzodicamila
Peccato aver omesso la domanda a mio avviso più importante e la risposta più “divertente”. Obiettivo del 2016: “essere la rivale di Serena”

Pensa che ci sono padri di giocatrici che affermano in maniera convinta di come la figlia sia dietro solo a Serena e Petra… Essere rivale di Serena è difficile, ma comunque sia l’ha già battuta, come la terra. ( :mrgreen: )

15
Gaz (Guest) 26-11-2015 11:52

La vogliamo trionfante in quel di Santa margherita di pula con il suo record di partecipazione negli slam che in contraltare abbassera’ la sua media di partite vinte/perse.

14
ste289 (Guest) 26-11-2015 11:47

@ occre (#1493906)

ovviamente non è rivolto a gente come me e te, ma a tutte quelle professioniste che non abbasserebbero mai il loro “livello” da un torneo dello slam vinto, a un torneo da “soli” 100000 dollari

13
fabio 26-11-2015 11:44

Francesca è e sarà sempre un affascinante mondo di cui è difficile fare a meno

12
gruff79 (Guest) 26-11-2015 11:43

@ occre (#1493906)

hai fatto davvero un commento molto stupido…e’ riferito ai tennisti che magari hanno vinto uno slam e poi si ritrovano a giocare le qualificazioni in tornei minori…se non ricordo anche la pennetta che dopo l’infortunio se non avesse fatto un ottimo risultato al roland garros si sarebbe ritirata in quanto sprofondata oltre la 100 posizione non avesse nessuna voglia di partecipare a tornei itf

11
Yes2.0 26-11-2015 11:34

Io la seguirò sempre, anche se giocherà il torneo del circolo sotto casa.
Straordinaria Schiavo. Nelle sue vene scorre terra rossa.

10
occre (Guest) 26-11-2015 11:19

A parte le motivazioni e considerazioni personali, poteva risparmiarsi la frase: “non so quante persone sarebbero oggi qui, ad affrontare un torneo da 100.000 dollari.. mettersi lo zaino sulle spalle e giocarsi una qualificazione slam”.

Qui siamo proprio alla dissociazione totale dal mondo delle persone normali, che fanno fatica a tirare avanti non facendo magari un lavoro che gli piace.

Chissà che fatica per lei, girare con lo “zaino sulle spalle”. D’altronde in carriera ha un prize money di soli dieci milioni e mezzo di dollari… poraccia, non potrà permettersi neanche un facchino all’aereoporto.

9
pazzodicamila 26-11-2015 11:04

Peccato aver omesso la domanda a mio avviso più importante e la risposta più “divertente”. Obiettivo del 2016: “essere la rivale di Serena”

8
pinkfloyd 26-11-2015 11:00

La vera fortuna della Schiavo è che non ha mai avuto problemi fisici significativi e quindi può ancora zompettare allegramente in un campo da tennis come una ragazzina all’esordio.
Poi sprizza entusiasmo da tutti i pori, è questo che la fa andare avanti.

Poi l’aspetto tecnico e dei risultati è un’altra cosa, ma se lei vuol giocare “per sempre” non è un problema.
Chi la segue la seguirà fino a 40 anni e oltre, è una bella notizia per i suoi tifosi e appassionati.

Lei decide per se stessa, ognuno è diverso dall’altro e lei ce l’ha questa forza e anche questo fisico integro e giovane, per andare avanti.

7
Ken_Rosewall 26-11-2015 10:50

Scritto da Angelmax57
Non c’è niente da fare! la sua straordinaria passione per il tennis non gliela toglie nessuno.

Forza Francesca!

6
Andrea not Petkovic 26-11-2015 10:48

La mia stima per questa donna non ha limiti e cresce sempre di più.

5
dino (Guest) 26-11-2015 10:46

La sostanza di questa intervista e non già la vittoria in uno slam, la rende, per me, mitica ed anche unica.
Con il suo zainetto in spalla la tiferò e seguirò quanto mai.

4
Angelmax57 26-11-2015 10:35

Non c’è niente da fare! la sua straordinaria passione per il tennis non gliela toglie nessuno.

3
Ktulu 26-11-2015 10:30

Rispetto

2
Paolo (Guest) 26-11-2015 10:29

Non ho commenti :shock:
M a si rende conto?

1

Lascia un commento