Roland Garros 2018 Copertina, Generica

Roland Garros: Marco Cecchinato “Ora desidero solo staccare un po’ la spina per un paio di giorni e poi tornare a lavorare duro”

08/06/2018 17:36 28 commenti
Marco Cecchinato classe 1992
Marco Cecchinato classe 1992

“Sentire il mio nome scandito dal pubblico del Philippe Chatrier è stato magico. Giocavo contro un top ten ed erano tutti per me. Che belli tutti quegli applausi. Ho fatto match pari per due set con il numero due sulla terra dietro Nadal. Certo c’è un po’ di rammarico – ammette – oggi in tanti erano venuti qui da Palermo. Volevo regalare a tutti una bella impresa”.

“Ora desidero solo staccare un po’ la spina per un paio di giorni e poi tornare a lavorare duro. Le emozioni di queste due settimane devo ancora assimilarle, ci vorrà qualche giorno. Vado via con tanti pensieri positivi. Da lunedì sarò nei top 30, vedermi lì con tutti i migliori era il mio sogno da bambino. Ma so che posso ancora crescere, c’è tanto da lavorare”.

“Ho avuto le mie chance. Nel primo set ho recuperato il break di svantaggio iniziale, quando forse ho pagato un po’ la tensione. Non avevo mai giocato prima sul Philippe Chatrier. La svolta è stato quel tie break infinito del secondo set. Ho avuto tre set point dopo averne annullati altrettanti. Lui però li ha giocati da campione, peccato per quella riga sul rovescio quando ero avanti 8-7. Avessi vinto il secondo set gli avrei messo pressione e la partita ricominciava daccapo. Certo poi ho avuto un calo ad inizio del terzo, ma dopo due ore combattute in quel modo ci può stare. Il livello era altissimo. Ma questa esperienza mi servirà. Mi porto via la consapevolezza di poter fare match alla pari con i più forti. Ora lo se e non mi voglio più fermare. Preparerò Wimbledon meglio degli anni passati giocando i tornei sull’erba che lo precedono. Ora la mia classifica mi permette una programmazione di alto livello. Poi ci saranno Umago e Amburgo, altri due tornei sulla terra. Quindi il cemento americano sino agli US Open. E anche su quella superficie so di poter dire la mia”.


TAG:

28 commenti. Lasciane uno!

magilla 09-06-2018 10:47

per me i problemi di marco da ieri….non saranno ne il cemento ne l’erba…….ma quelli di gestire il suo nuovo ruolo nel tennis italiano…..prima non veniva considerato da nessuno…..ora è sotto il mirino di tutti per aspettative e quindi anche tante critiche!……basti vedere come è cambiata qua la considerazione NEI SUOI CONFRONTI dove ognuno di noi già’ pensa a quello che dovrà’ fare puntando ovviamente molto in alto!….se rimarrà’ con i piedi per terra senza ascoltare nessuno E’ FATTA!!!!

28
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: alexalex, sasuzzo
Agatone (Guest) 09-06-2018 09:49

Scritto da cataflic
Per me Parigi è stato un assolo, ma spero che la sua sia una maturazione “alla spagnola” dove i pezzetti vanno a posto un po’ alla volta ed abbia davvero agganciato un nuovo livello di gioco.

Un po’ lo temo anch’io che sia la settimana della vita. Però sentire che sa di dover migliorare in molte cose è una bella base di partenza. Sul cemento il servizio secondo me deve tirarlo di più anche costo di abbassare le percentuali, deve perdere meno campo e non è facile farlo.
E d’ora in poi giocheranno contro di lui con molta più attenzione.
Secondo me gli ci vorrà un po’ per assorbire il passaggio, ma tecnicamente mi piace per la completezza. Ha una bella mano e quindi possibilità di migliorare

27
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
luigi (Guest) 09-06-2018 09:42

Ormai è il secondo nostro davisman

26
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
mauro59 (Guest) 09-06-2018 08:56

L’unica semifinale giocata, a parte il terzo set, e’ stata la sua. Del Potrò poco più di uno sparring partner per Rafa. Chi ha creato qualche grattacapo allo spagnolo e’ stato Swartzman e Bolelli. Credo che deve fare una pianificazione oculata, pochi tornei e buoni adesso che fortunatamente lascerà da parte quei diavolo di challenger che non gli competono più.

25
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
zedarioz 09-06-2018 01:07

Scritto da Primaopoiesceilcampione

Scritto da zedarioz
Non mi aspetto niente sull’erba, ma ad Umago ed Amburgo sarà una bella prova del nove. Sarà testa di serie ed uno dei favoriti, per la prima volta avrà la pressione del favorito da gestire.
Se supererà questo ostacolo le cose si metteranno bene per lui.
Poi speriamo che dal prossimo inverno lavori seriamente per migliorare sul cemento outdoor dove si giocano 5 master 1000 e due slam ed un top 30 ci deve saper giocare. Come hanno imparato i vari Ferrer, Robredo, Carreno ecc ecc.

Zedarioz come sempre molto acuto e competente, condivido in Totò la tua disamina , soprattutto L osservazione relativa al fatto che persino la maggior parte degli spagnoli hanno imparato a giocare sul cemento partendo dalla terra ,.. ecco L unica cosa che mi permetto di osservare è che il Ceck per poter avere un rendimento anche sul cemento deve necessariamente accorciare le aperture , anticipare i colpi e giocare meno dietro , appoggiandosi più di piatto soprattutto in risposta.. solo così potrà ottenere buoni risultati . Lavorando sodo come è abituato a fare le possibilità ci sono.
Comunque abbiamo trovatoun giocatore finalmente competitivo e consapevole di essersi ricavato un posto nei piani alti del tennis.
Forza Ceck e buon Italtennis a tutti

Siamo d’accordo . Infatti ho parlato di lavoro invernale. Non ci si improvvisa polivalenti se hai sempre giocato sulla terra, ci vuole lavoro specifico. Però la nuova consapevolezza dei suoi mezzi e l’obbligo data la classifica di giocare i master 1000, saranno uno stimolo importante nel crederci di più. E se lavori con convinzione, i risultati arrivano. Uno col braccio così e una mano così educata, dovrebbe poter giocare ovunque.

24
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Cristian
-1: deuce
magilla 09-06-2018 00:10

saggio!

23
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Roberto (Guest) 08-06-2018 23:02

@ yuja’s smile (#2130199)

22
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
cataflic (Guest) 08-06-2018 21:58

Per me Parigi è stato un assolo, ma spero che la sua sia una maturazione “alla spagnola” dove i pezzetti vanno a posto un po’ alla volta ed abbia davvero agganciato un nuovo livello di gioco.

21
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
marvar (Guest) 08-06-2018 20:19

Felicissimo di aver trovato un tennista italiano di livello che puo giocare assieme ai grandi…oltre a Fognini.. Grazie ceck per le emozioni..

20
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 08-06-2018 19:39

Scritto da zedarioz
Non mi aspetto niente sull’erba, ma ad Umago ed Amburgo sarà una bella prova del nove. Sarà testa di serie ed uno dei favoriti, per la prima volta avrà la pressione del favorito da gestire.
Se supererà questo ostacolo le cose si metteranno bene per lui.
Poi speriamo che dal prossimo inverno lavori seriamente per migliorare sul cemento outdoor dove si giocano 5 master 1000 e due slam ed un top 30 ci deve saper giocare. Come hanno imparato i vari Ferrer, Robredo, Carreno ecc ecc.

Concordo. Se farà benino sull’erba tanto meglio, ma il vero banco di prova, dopo la sbornia parigina, sarà l’estate sul rosso europeo. Lì mi aspetto che confermi i progressi e faccia bene.

19
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 08-06-2018 19:37

Scritto da David
Se si giocava adesso italia francia in coppa david sulla terra…

Sì, peccato davvero. in questo momento il Ceck sulla terra è inferiore solo ovviamente a Rafa, Thiem e il miglior Zverev A., per il resto se la gioca alla grande con tutti e con i francesi, tutti, avrebbe avuto grandi chance di portare a casa due punti.
E anche contro gli spagnoli, concedendo i due punti al marziano, gli altre ce li saremmo giocati in casa con Fognini-Ceck singolaristi e un doppio che non partiva sconfitto, magari provando BBB.

18
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
lallo (Guest) 08-06-2018 19:33

consiglio vivamente di allenarsi a servire al 100% nei tiebreak (e non all’80%,come contro Thiem, per non rischiare di dover giocare la seconda). Se no non si vincono….

17
Replica | Quota | -2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: MartinJorgensen, Cristian
Primaopoiesceilcampione (Guest) 08-06-2018 19:17

Scritto da zedarioz
Non mi aspetto niente sull’erba, ma ad Umago ed Amburgo sarà una bella prova del nove. Sarà testa di serie ed uno dei favoriti, per la prima volta avrà la pressione del favorito da gestire.
Se supererà questo ostacolo le cose si metteranno bene per lui.
Poi speriamo che dal prossimo inverno lavori seriamente per migliorare sul cemento outdoor dove si giocano 5 master 1000 e due slam ed un top 30 ci deve saper giocare. Come hanno imparato i vari Ferrer, Robredo, Carreno ecc ecc.

Zedarioz come sempre molto acuto e competente, condivido in Totò la tua disamina , soprattutto L osservazione relativa al fatto che persino la maggior parte degli spagnoli hanno imparato a giocare sul cemento partendo dalla terra ,.. ecco L unica cosa che mi permetto di osservare è che il Ceck per poter avere un rendimento anche sul cemento deve necessariamente accorciare le aperture , anticipare i colpi e giocare meno dietro , appoggiandosi più di piatto soprattutto in risposta.. solo così potrà ottenere buoni risultati . Lavorando sodo come è abituato a fare le possibilità ci sono.
Comunque abbiamo trovatoun giocatore finalmente competitivo e consapevole di essersi ricavato un posto nei piani alti del tennis.
Forza Ceck e buon Italtennis a tutti

16
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
alexalex 08-06-2018 19:10

Spero tanto che sia un inizio…

15
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
pazzodicamila 08-06-2018 19:09

Vedremo…

14
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Albcors84 (Guest) 08-06-2018 19:08

E speriamo non sia una meteora ma una bella realtà! Il tennis nelle sue corde c è tutto la voglia e l ambizione di crescere e fare sempre meglio..pure!! Forza Ceck

13
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tomax (Guest) 08-06-2018 19:02

@ Aziz (#2130223)

Punti che deve e può benissimo fare nei 2 tornei su terra a luglio. E sopratutto fino ad aprile prossimo tiene in cascina semi a Parigi e titolo a budapest praticamente 1000 punti

12
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Aziz
paul440 (Guest) 08-06-2018 18:59

Grazie Marco!

11
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
David (Guest) 08-06-2018 18:55

Se si giocava adesso italia francia in coppa david sulla terra…

10
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
mimmo0179 08-06-2018 18:53

Desiderio legittimo oltre che scelta intelligente. Per la prima volta si trova catapultato, con merito perché i numeri non mentono, in una dimensione a lui sconosciuta. Il difficile è ripetersi, in bocca al lupo

9
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Rod (Guest) 08-06-2018 18:44

Tanto di cappello a questo giocatore.

8
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
marco65 08-06-2018 18:31

Grande in tutto, ha svoltato, è convinto dei suoi mezzi, lo ha dimostrato contro 4/5 giocatori top10 che nn può essere un caso…avanti così!

7
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Trend is your friend (Guest) 08-06-2018 18:20

“Scommetto” che continuerà a fare bene quest’anno.

6
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Gualtiero
Aziz 08-06-2018 18:19

Ricordando che ha solo 240 punti da difendere fino alla fine dell’anno.

5
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ubauba (Guest) 08-06-2018 17:52

grande Ceck,sei entrato nei nostri cuor……….

4
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tomax (Guest) 08-06-2018 17:50

Con Amburgo e umago ma soprattutto Amburgo se becca buoni tabelloni si avvicina ai 20 e poi via a braccio libero sul cemento

3
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
zedarioz 08-06-2018 17:48

Non mi aspetto niente sull’erba, ma ad Umago ed Amburgo sarà una bella prova del nove. Sarà testa di serie ed uno dei favoriti, per la prima volta avrà la pressione del favorito da gestire.
Se supererà questo ostacolo le cose si metteranno bene per lui.
Poi speriamo che dal prossimo inverno lavori seriamente per migliorare sul cemento outdoor dove si giocano 5 master 1000 e due slam ed un top 30 ci deve saper giocare. Come hanno imparato i vari Ferrer, Robredo, Carreno ecc ecc.

2
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Mats
yuja’s smile (Guest) 08-06-2018 17:47

Bravo Marco! Ti voglio convinto dei tuoi mezzi e con tanta voglia di lavorare da subito per migliorare. Sei un grande e puoi darci ancora un sacco di soddisfazioni. Tutto dipende da te e dalla voglia che hai di applicarti senza mai sentirti arrivato. Prendi Rafa come esempio. Ha vinto tutto ma è ancora lì a sudare sul campo ore e ore al giorno. Lui sa che si può sempre migliorare. Se vuoi il massimo devi dare il massimo senza mai risparmiarti!

1
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Anni80