Wimbledon 2017 Copertina, Generica

Wimbledon: Stefano Travaglia “Dopo tre ore e mezza in campo sono deluso ma passerà”

05/07/2017 08:14 30 commenti
Stefano Travaglia nella foto
Stefano Travaglia nella foto

Stefano TravagliaITA: “Dopo tre ore e mezza in campo sono deluso ma passerà, intanto ho avuto la conferma di potermela giocare ad alti livelli. Devo prendere gli aspetti positivi.
Vado oltre anche se il nastro finale è stato davvero fortunato, sarei andato 30-40 al servizio e avrei annullato un altro match point. Oppure commettevo doppio fallo e finiva lì. Il match si è deciso su pochi punti, come spesso accade sull’erba. Almeno così mi dicono visto che questa superficie per me è una novità assoluta”.

“Quel che ho passato lo considero un percorso di crescita. Mi ha fatto maturare e cambiare atteggiamento in campo. Prima mi arrabbiavo, spaccavo racchette, ero musone quando rientrato a casa. Ho capito che non serve a nulla.
Non sono d’accordo alle parole di Tomic, proprio ripensando a quanto ho passato per me il tennis è una passione. Quando non potevo giocare mi sentivo vuoto, mi mancava qualcosa. Avrei potuto scegliere di fare il maestro, ma ho tenuto duro”.

“Ora mi alleno a Foligno e siamo un bel gruppo con Fabbiano e Vanni. Se ce l’hanno fatto loro posso farcela anche io, per me allenarmi con loro è uno sprone a migliorare. Perché fortuna può essere prendere un nastro, ma entrare nei top 100 è solo frutto del lavoro e dei sacrifici”. E Steto, come lo chiamano gli amici, è pronto”.


TAG: , ,

30 commenti. Lasciane uno!

ska (Guest) 05-07-2017 16:24

@ mirko.dllm (#1889112)

Aldilà di quello che serve ai tifosi italiani, Travaglia deve fare il Travaglia.
Ora, la parte del suo cognome l’ha fatta, perchè la carriera è stata Travagliata.

Ora deve solo fare STETO, ed arrivi dove può.

A parte che sarei contento di un altro 32 ATP , non possiamo dimenticare che Steto è uscito nonostante una valanga di vincenti, e Paolino è dentro con molti vincenti di meno.

In realtà non lo sa neanche lui dove potrà arrivare.

Ne riparliamo tra un anno

30
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
mirko.dllm (Guest) 05-07-2017 14:08

Scritto da lallo

Scritto da mirko.dllm

Scritto da lallo
la parola d’ordine è PROGRAMMAZIONE CORRETTA. Vanni, ad esempio, h completamente sbagliato, per un anno, la programmazione, giocandosi il bonus finale SanPaolo. Bisogna alternare Challenger e quali atp laddove il livello sia basso.

I migliori coach hanno sempre detto che se un tennista ha ambizioni serie,e vuole migliorare in modo deciso il proprio gioco e,di conseguenza vuole diventare sempre più forte e bravo,deve preferire i tornei dove ci sono dei campioni,perchè confrontandosi con loro si impara e si cresce di più.Qua invece mi sembra che non pochi utenti suggeriscano ai nostri tennisti sempre la via più facile,che però,a mio avviso,alla lunga non porta a nulla,o si rivela inefficace,se l’obiettivo è togliersi delle gran belle soddisfazioni,come per esempio sorprendere un campione o un tennista molto quotato,in modo tale che quella vittoria rimanga nella memoria di tutti noi appassionati di tennis,in particolare di quello italiano.

quando sei al 150 atp il problema è fare il salto in avanti in classifica. tra un 150 ed un 80\90 spesso l’unica differenza è la possibilità di giocare i tornei e quindi di fare punti. Il tuo discorso vale ad un livello più alto. Quando puoi scegliere con un minimo di agio. Per essere chiari: già il provare quali ATP è dimostrazione dell’attitudine che tu giustamente enfatizzi. Per un 150 però non può ssere la norma pena il rischio di non trovare continuità di risultati e di partite giocate

lallo,però c’è da considerare che,data l’età,Travaglia rischia di diventare al massimo un altro Lorenzi se la sua crescità non avrà una decisa accelerata,mentre ciò che serve come il pane al nostro tennis,è trovare il più presto possibile gli eredi dei vari Fognini e Seppi,e cioè tennisti che possono giocarsela,e magari anche vincere contro tennisti decisamente quotati.Può darsi benissimo che sarò io che avrò dei pregiudizi contro il pur bravo Paolo Lorenzi,ma faccio davvero fatica a ricordare una sua impresa,e una sua vittoria contro un tennista altamente quotato.

29
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
grandepaci 05-07-2017 14:04

parole che capisco soprattutto quelle riguardo tomic ..come si dice chi ha il pane non ha i denti

28
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Effetto Roger 05-07-2017 13:22

Scritto da stankosky
grande Steto, adesso vai sul cemento e prepara gli US Open!!!

ha chiesto l’iscrizione al challenger di casa, san benedetto del tronto. Se non altro un torneo senza spese.. mentre per andare in america sono belle spese..

27
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
tommaso3 (Guest) 05-07-2017 13:00

Bravo Steto!

26
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
lallo (Guest) 05-07-2017 12:41

Scritto da mirko.dllm

Scritto da lallo
la parola d’ordine è PROGRAMMAZIONE CORRETTA. Vanni, ad esempio, h completamente sbagliato, per un anno, la programmazione, giocandosi il bonus finale SanPaolo. Bisogna alternare Challenger e quali atp laddove il livello sia basso.

I migliori coach hanno sempre detto che se un tennista ha ambizioni serie,e vuole migliorare in modo deciso il proprio gioco e,di conseguenza vuole diventare sempre più forte e bravo,deve preferire i tornei dove ci sono dei campioni,perchè confrontandosi con loro si impara e si cresce di più.Qua invece mi sembra che non pochi utenti suggeriscano ai nostri tennisti sempre la via più facile,che però,a mio avviso,alla lunga non porta a nulla,o si rivela inefficace,se l’obiettivo è togliersi delle gran belle soddisfazioni,come per esempio sorprendere un campione o un tennista molto quotato,in modo tale che quella vittoria rimanga nella memoria di tutti noi appassionati di tennis,in particolare di quello italiano.

quando sei al 150 atp il problema è fare il salto in avanti in classifica. tra un 150 ed un 80\90 spesso l’unica differenza è la possibilità di giocare i tornei e quindi di fare punti. Il tuo discorso vale ad un livello più alto. Quando puoi scegliere con un minimo di agio. Per essere chiari: già il provare quali ATP è dimostrazione dell’attitudine che tu giustamente enfatizzi. Per un 150 però non può ssere la norma pena il rischio di non trovare continuità di risultati e di partite giocate

25
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
pierluigi (Guest) 05-07-2017 12:28

Sono contentissimo per le dichiarazioni di Stetone!Ci sono tennisti di valore che con match persi cosi’ non sono piu’ tornati ai loro livelli(vedi Mathieu)..ieri ,dopo aver lasciato il livescore alla fine del 4 set in parita’ ed aver visto successivamente il risultato finale sul televideo della Rai non mi vergogno a dire che ho pianto…

24
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Almeno UNO 05-07-2017 12:24

Bravo Stetone!!!
Sei forte.
Continua così.
Queste sconfitte fanno crescere.
Prendiamo i lati positivi.
Hai dei colpi che fanno male.
Usali bene ed il gioco è fatto

23
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcus91 05-07-2017 12:09

Dichiarazioni lucide e oneste. A me sto giocatore piace sempre di più, forza Stefano!!! 😎

22
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ASHTONEATON 05-07-2017 11:18

Scritto da Fede-rer

Scritto da smiccio

Scritto da ASHTONEATON
Steto è un grande uomo…. sta diventando anche un grande tennista!!!
Proprio un gran bel gruppo si è creato a Foligno!!!
Lucone, Thomas, Steto ed ora anche Quinzi… tutti bravi ragazzi, coraggiosi e gran lavoratori che sanno giocare a Tennis molto bene!!!

Si, non capisco però perchè non l’abbia nominato… speriamo che il buon Gian non sia già pronto a cambiare di nuovo

Non c’è anche Giannessi? Mi sbaglio?

Che io sappia il Gianna è allenato da Infantino … Tirrenia con sortite in Argentina a Tandil…
magari qualcuno è più aggiornato di me!!
Quinzi si è aggiunto di recente, per questo Steto non lo nomina…

21
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Fede-rer 05-07-2017 10:55

Scritto da smiccio

Scritto da ASHTONEATON
Steto è un grande uomo…. sta diventando anche un grande tennista!!!
Proprio un gran bel gruppo si è creato a Foligno!!!
Lucone, Thomas, Steto ed ora anche Quinzi… tutti bravi ragazzi, coraggiosi e gran lavoratori che sanno giocare a Tennis molto bene!!!

Si, non capisco però perchè non l’abbia nominato… speriamo che il buon Gian non sia già pronto a cambiare di nuovo

Non c’è anche Giannessi? Mi sbaglio?

20
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
oscar rabago 05-07-2017 10:51

Bravo Steto #vamospormas

19
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
stankosky 05-07-2017 10:46

grande Steto, adesso vai sul cemento e prepara gli US Open!!!

18
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ale98 (Guest) 05-07-2017 10:34

@ smiccio (#1888930)

Immagino perché lui volesse riferirsi a due ragazzi, cioè Fabbiano e Vanni che senza avere armi straordinarie sono comunque arrivati in top 100 e quindi se ci sono riusciti loro perché non lui.. Se non ha nominato Gian è perché lui è ancora, purtroppo, lontano da quelle posizioni di classifica. Io l’ho interpretata così speriamo non ci sia un altro cambiamento all’orizzonte, perché Gian, parentesi erbivora, a parte da quando ha cambiato allenatore sta ottenendo buoni risultati ed è giusto continuare a lavorare con questo gruppo.

17
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
mirko.dllm (Guest) 05-07-2017 10:30

Scritto da lallo
la parola d’ordine è PROGRAMMAZIONE CORRETTA. Vanni, ad esempio, h completamente sbagliato, per un anno, la programmazione, giocandosi il bonus finale SanPaolo. Bisogna alternare Challenger e quali atp laddove il livello sia basso.

I migliori coach hanno sempre detto che se un tennista ha ambizioni serie,e vuole migliorare in modo deciso il proprio gioco e,di conseguenza vuole diventare sempre più forte e bravo,deve preferire i tornei dove ci sono dei campioni,perchè confrontandosi con loro si impara e si cresce di più.Qua invece mi sembra che non pochi utenti suggeriscano ai nostri tennisti sempre la via più facile,che però,a mio avviso,alla lunga non porta a nulla,o si rivela inefficace,se l’obiettivo è togliersi delle gran belle soddisfazioni,come per esempio sorprendere un campione o un tennista molto quotato,in modo tale che quella vittoria rimanga nella memoria di tutti noi appassionati di tennis,in particolare di quello italiano.

16
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Andre77 (Guest) 05-07-2017 10:15

Dai! avanti cosi! ti vogliamo vedere alla grande anche sul Cemento ora!

15
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
smiccio (Guest) 05-07-2017 09:56

Scritto da ASHTONEATON
Steto è un grande uomo…. sta diventando anche un grande tennista!!!
Proprio un gran bel gruppo si è creato a Foligno!!!
Lucone, Thomas, Steto ed ora anche Quinzi… tutti bravi ragazzi, coraggiosi e gran lavoratori che sanno giocare a Tennis molto bene!!!

Si, non capisco però perchè non l’abbia nominato… speriamo che il buon Gian non sia già pronto a cambiare di nuovo

14
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
lallo (Guest) 05-07-2017 09:53

la parola d’ordine è PROGRAMMAZIONE CORRETTA. Vanni, ad esempio, h completamente sbagliato, per un anno, la programmazione, giocandosi il bonus finale SanPaolo. Bisogna alternare Challenger e quali atp laddove il livello sia basso.

13
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
albcors84 (Guest) 05-07-2017 09:43

Adesso fa i challenger di Perugia e San Benedetto e poi? Ha la classifica per le quali a Cincinnati? forza STETO PUNTI SU PUNTI SU PUNTI..OBIETTIVO MAIN DRAW DIRETTO A NEW YORK!

12
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sognodisole 05-07-2017 09:28

un applauso enorme steto !

11
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ASHTONEATON 05-07-2017 09:26

Steto è un grande uomo…. sta diventando anche un grande tennista!!!
Proprio un gran bel gruppo si è creato a Foligno!!!
Lucone, Thomas, Steto ed ora anche Quinzi… tutti bravi ragazzi, coraggiosi e gran lavoratori che sanno giocare a Tennis molto bene!!!

10
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Fabri (Guest) 05-07-2017 09:23

Bravissimo…..spesso anche le sconfitte aiutano a crescere, a migliorare….

9
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Luca Martin (Guest) 05-07-2017 09:22

Bravo STETO!
Solo con questi pensieri si CRESCE.
Non con quelli di Tomic, che per me soffre un po’ di depressione.

8
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alberto (Guest) 05-07-2017 09:05

…un po’ di sfortuna ma va preso come un gradino verso la piena maturità. intanto si porta a casa un po’ di punti e i top 100 non sono così lontani. Dai Steto, grinta!

7
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Denis (Guest) 05-07-2017 09:02

Preferisco avere un Travaglia a rappresentare l’Italia, che mille Tomic! Tomic avrà anche talento, ma come dice lui stesso questo sport non lo rispetta proprio.
Daje Ste!

6
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alex81 05-07-2017 09:00

Bravissimo comunque… lottare così contro un ottimo giocatore su erba come Rublev può far solo ben sperare. Non arrenderti e presto ti toglierai grandi soddisfazioni.

5
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Fede-rer 05-07-2017 08:57

Dichiarazioni condivisibili fino alle virgole.

Ci sono sconfitte che possono lasciare il segno per molto tempo. Mi viene in mente quella di Dimitrov contro Nadal a Melbourne: ho l’impressione che il bulgaro non si sia ancora del tutto ripreso da quella partita.

La sconfitta di ieri di Travaglia non deve lasciargli strascichi. E’ vero, era un’occasione, ma era già un miracolo essere lì a giocarsela: in primis per tutto quello che ha dovuto passare, poi perchè era alla sua prima gita sull’erba, poi perchè aveva già fatto un miracolo a passare le quali ed a vincere un match simile al quinto set al suo ultimo turno di quali.
Ieri giocava con un giocatore di qualità ed ha perso per un’inezia. Non deve restare tanto la delusione (comunque fisiologica) per la sconfitta quanto la convinzione di poter giocare stabilmente a questi livelli e con questi avversari.
A Stefano non manca nulla: fisico, colpi, carattere, umiltà, propensione al lavoro…

Coraggio!

4
Replica | Quota | 3
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Palmeria (Guest) 05-07-2017 08:39

Grande Steto!
Complimenti e puntiamo alla top 100.

3
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Elio 05-07-2017 08:38

Vai Steto, un gradino alla volta. hai ancora tempo per salire, ma non ti perdere per strada. Forza ❗ 😉 😎

2
Replica | Quota | 3
Bisogna essere registrati per votare un commento!
S.re10 05-07-2017 08:19

ragazzo fantastico
l’ anno prossimo ti vogliamo vedere nel tabellone principale, ma questa volta senza dover giocare le quali..forza stetoo

1
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!