Chiudiamo con le pagelle il torneo romano Copertina, Generica

Internazionali d’Italia 2017: il bilancio italiano.

25/05/2017 08:31 14 commenti
Fabio Fognini classe 1987, n.29 ATP
Fabio Fognini classe 1987, n.29 ATP

Maluccio per i colori azzurri l’edizione 2017 degli Internazionali d’Italia, tanto fra le donne quanto fra gli uomini. Le pre quali non hanno convinto neppure quest’anno e le wild card arrivate nel main draw (ma anche quelle per le quali) purtroppo, non hanno messo a segno vittorie. Il movimento al maschile si muove ed è certamente più vivo di quello femminile ma la sensazione è che…un’occasione per battere cassa (di punti e non…) sia stata persa.

Fabio Fognini: voto 8. Il derby stravinto contro Berrettini (WC pre-quali voto 5.5 d’incoraggiamento per un debutto tanto pesante sulle spalle quanto bello) e soprattutto la vittoria contro il numero 1 al mondo Andy Murray, non possono di certe essere dimenticati a fronte del duplice 6-3 subito dal futuro vincitore Alexander Zverev. La condizione psicologica con cui ha giocato al Foro Italico Fabio non era di certo delle più tranquille, in attesa di una telefonata che gli avrebbe fatto lasciare tutto e fare le valigie in fretta e furia. Fognini è il nostro presente ma anche il nostro futuro prossimo: volente o nolente, atteggiamenti in campo discutibili o meno, è l’unico tennista al momento in grado di regalarci grandi exploit. Fabio ha ancora diversi anni di tennis davanti a sé: speriamo la paternità gli regali una tranquillità zen invidiabile che possa contribuire a fargli ottenere qualcosa di importante nei prossimi impegni. Prima di accompagnare idealmente i giovanissimi nel mondo dei grandi.

Stefano Napolitano: WC (pre-quali) voto 6+. Peccato per Stefano! Contro Troicki al primo turno le occasioni non sono di certo mancate ma alla fine…è mancato quel qualcosa in più. Il serbo non è più quel giocatore che arrivò anni fa alle porte della top10 ma resta comunque sempre un signor tennista: per molti, fra i nostri giovani Stefano è quello più maturo pertanto rimane una strana sensazione in bocca di agrodolce. Se avesse superato lo scoglio serbo Stefano avrebbe potuto compiere definitivamente il famigerato salto di qualità: peccato, ma le occasioni di certo non tarderanno ad arrivare nuovamente.

Andreas Seppi: WC voto 5. Da Andreas c’era da aspettarsi di più. Purtroppo dopo l’Australia di inizio anno l’altoatesino è sceso notevolmente nelle sue prestazioni e a Roma contro Nico Almagro è sembrato ancora una volta in questo 2017 scarico e con poche energie, tanto fisiche quanto psicologiche. Andreas deve rialzarsi, non si devono di certo ascoltare i gufi che incitano al ritiro: il vero Seppi non è quello visto a Roma e c’è ancora un forte bisogno del suo tennis.

Gianluca Mager: (WC pre-quali) voto 6.5. Mager ha potenziale, tantissimo potenziale e le ultime uscite stanno dando segnali confortanti su una forza mentale decisamente in crescita. A Roma ha messo alle corde un tennista on fire come Bedene, prima di alzare bandiera bianca nel parziale decisivo. Amaro in bocca, perché Mager sembrava essere decisamente sul pezzo: le pre quali superate agilmente avevano già fatto ben sperare e la sensazione è che la vittoria contro Bedene…sia stata davvero vicina. Speriamo che Roma in un certo senso abbia sbloccato Gianluca, bravo a fermarsi a pensare e riflettere quando necessario, per ritrovarsi e cercare di spiccare definitivamente il volo.

Roberta Vinci: voto 4. Male, malissimo la tarantina. Con Roma il feeling non è mai sbocciato e anche quest’anno è arrivata una prestazione no sense, con una sconfitta (contro la russa Makarova) rapida e dolorosa. Quella vista a Roma non è la vera Vinci: se di solito i giocatori nei tornei di casa si esaltano, i nostri fanno fatica bloccati da una pressione psicologica logorante. La Vinci ne è l’esempio perfetto.

Deborah Chiesa: Wc (pre-quali) voto 6.5. La Chiesa ha vinto il suo torneo superando il contorto meccanismo delle pre-quali e arrivando in un incredibile main draw. Eppure soprattutto nel primo set contro la Tsurenko, Deborah ha giocato un tennis ai limiti della perfezione, prima che la caratura dell’avversaria venisse fuori e la mettesse alle corde. Dal Foro Deborah deve ripartire con una ritrovata passione per il tennis: senza infortuni deve puntare tutto sulla racchetta. Dopo Roma tale scommessa non sembra così folle…

Sara Errani: voto 4.5. Come per la Vinci e altri connazionali, a Roma non abbiamo visto la migliore versione di Sara Errani. Nella partita contro la francese Cornet sono scese in campo due tenniste alla disperata ricerca di una vittoria scaccia crisi: ha vinto la francese che tanto bene al Foro ha fatto in passato, mentre la Errani è uscita ridimensionata per l’ennesima volta in stagione. Peccato perché Roma poteva essere un gran trampolino di (ri)lancio. Speriamo che a Parigi scenda in campo una Errani differente…


Alessandro Orecchio


TAG: , , ,

14 commenti. Lasciane uno!

Giuseppespartano (Guest) 25-05-2017 13:52

Scritto da Andre77

Scritto da Giuseppespartano

Scritto da Andre77

Scritto da Grande
Troppo lodato Fognini, 8 è un voto eccessivo. Per il resto è conforme al mio giudizio.

Tu pensi che contro Zverev avrebbe potuto fare molto di più? Djokovic ha ottenuto un game più di Fogna, forse avesse tirato fuori la giornata ideale poteva arrivare al tiebreak ma il tedesco serve troppo bene, e gioca troppo bene in questo periodo.

Isner e Anderson (due giocatori non da terra), contro zverev, hanno ottenuto di più rispetto a fognini, Djokovic e gli altri. Hanno conquistato un set,portando appunto, la partita almeno al terzo set.
Comunque per me fognini di più non poteva fare. Troppo forte zverev,nonostante fosse la superficie ideale dell’italiano e non del tedesco.
È stato bravo ad approfittare e a vincere contro Murray.
Ovviamente in questo torneo è stato il migliore tra le donne e uomini italiani.
voto : 7,5
Lasciando da parte, il pessimo comportamento in campo contro il tedesco.

Concordo sul 7,5 però dissento sui due set persi contro Anderson e Isner, secondo me giocatori che servono come questi due danno quasi sempre fastidio su ogni superficie ed a qualunque giocatore, Anderson è stato top 10, ha avuto qualche infortunio ma se vedi i risultati sta risalendo, ed Isner pur giocndo meglio sul veloce sulla terra lo devi cmq battere, Bravo Zverev a metterli tutti in riga, e Fogna cmq a reglarci un torneo di Roma discreto.

Beh in effetti si. Il tuo ragionamento sul sudafricano e lo statunitense ed il loro relativo servizio, ci sta tutto.
E comunque questo non va a “cozzare” ( 😀 ) se ci pensiamo con quello che io ho scritto. Nel senso che tra tutti i giocatori che zverev ha battuto per vincere a Roma, chi gli ha dato più difficoltà sono stati proprio Anderson ed isner,appunto. Rispetto a djokovic incontrato in finale,o fognini o troicki.

14
Giuseppespartano (Guest) 25-05-2017 13:46

Scritto da Reax
@ Giuseppespartano (#1855148)
Sempre garbato e misurato negli interventi!

Grazie. Che gentile

13
Andre77 (Guest) 25-05-2017 12:04

Scritto da Giuseppespartano

Scritto da Andre77

Scritto da Grande
Troppo lodato Fognini, 8 è un voto eccessivo. Per il resto è conforme al mio giudizio.

Tu pensi che contro Zverev avrebbe potuto fare molto di più? Djokovic ha ottenuto un game più di Fogna, forse avesse tirato fuori la giornata ideale poteva arrivare al tiebreak ma il tedesco serve troppo bene, e gioca troppo bene in questo periodo.

Isner e Anderson (due giocatori non da terra), contro zverev, hanno ottenuto di più rispetto a fognini, Djokovic e gli altri. Hanno conquistato un set,portando appunto, la partita almeno al terzo set.
Comunque per me fognini di più non poteva fare. Troppo forte zverev,nonostante fosse la superficie ideale dell’italiano e non del tedesco.
È stato bravo ad approfittare e a vincere contro Murray.
Ovviamente in questo torneo è stato il migliore tra le donne e uomini italiani.
voto : 7,5
Lasciando da parte, il pessimo comportamento in campo contro il tedesco.

Concordo sul 7,5 però dissento sui due set persi contro Anderson e Isner, secondo me giocatori che servono come questi due danno quasi sempre fastidio su ogni superficie ed a qualunque giocatore, Anderson è stato top 10, ha avuto qualche infortunio ma se vedi i risultati sta risalendo, ed Isner pur giocndo meglio sul veloce sulla terra lo devi cmq battere, Bravo Zverev a metterli tutti in riga, e Fogna cmq a reglarci un torneo di Roma discreto.

12
Reax (Guest) 25-05-2017 11:20

@ Giuseppespartano (#1855148)

Sempre garbato e misurato negli interventi!

11
rino (Guest) 25-05-2017 10:50

i vostri voti sona pari alla scuola italiana, basta conoscere il titolo di un libro di testo per avere un bel 6

10
Reax (Guest) 25-05-2017 10:48

Valutazioni corrette, forse quella di Mager troppo alta

9
Giuseppespartano (Guest) 25-05-2017 10:28

Scritto da Andre77

Scritto da Grande
Troppo lodato Fognini, 8 è un voto eccessivo. Per il resto è conforme al mio giudizio.

Tu pensi che contro Zverev avrebbe potuto fare molto di più? Djokovic ha ottenuto un game più di Fogna, forse avesse tirato fuori la giornata ideale poteva arrivare al tiebreak ma il tedesco serve troppo bene, e gioca troppo bene in questo periodo.

Isner e Anderson (due giocatori non da terra), contro zverev, hanno ottenuto di più rispetto a fognini, Djokovic e gli altri. Hanno conquistato un set,portando appunto, la partita almeno al terzo set.
Comunque per me fognini di più non poteva fare. Troppo forte zverev,nonostante fosse la superficie ideale dell’italiano e non del tedesco.
È stato bravo ad approfittare e a vincere contro Murray.
Ovviamente in questo torneo è stato il migliore tra le donne e uomini italiani.
voto : 7,5
Lasciando da parte, il pessimo comportamento in campo contro il tedesco.

8
Carl 25-05-2017 10:25

Scritto da Haas78
@ Grande (#1855104)
Per uno che doveva arrivare facile in finale (a detta di tanti esperti che si esprimono a sproposito) al max avrei dato 7

Il solito errore di valutare un giocatore in base ad aspettative ed a pareri estemporanei e non per la prestazione in sé.

7
Phoedrus (Guest) 25-05-2017 10:12

Non credo che Fognini fosse in condizioni particolari. E’ nervoso sempre, non cerchiamo scuse.
Pero’ ha fatto due primi turni molto buoni e l’8 ci puo’ stare, anche perche’ Zverev era obbiettivamente troppo forte per lui.
Gli lascerei l’8 anche se il comportamento in campo era al limite della squalifica. Ma, come detto, tipico del suo stile.

6
magilla (Guest) 25-05-2017 09:50

per la prima volta concordo i voti di orecchio….forse quello di fognini è un po’ altino…..ma il divari tra lui e il resto d’Italia questo è!!!!!

5
Haas78 (Guest) 25-05-2017 09:31

@ Grande (#1855104)

Per uno che doveva arrivare facile in finale (a detta di tanti esperti che si esprimono a sproposito) al max avrei dato 7

4
Andre77 (Guest) 25-05-2017 09:19

Scritto da Grande
Troppo lodato Fognini, 8 è un voto eccessivo. Per il resto è conforme al mio giudizio.

Tu pensi che contro Zverev avrebbe potuto fare molto di più? Djokovic ha ottenuto un game più di Fogna, forse avesse tirato fuori la giornata ideale poteva arrivare al tiebreak ma il tedesco serve troppo bene, e gioca troppo bene in questo periodo.

3
Elio 25-05-2017 08:43

Fognini 8 😮 ❓ 😆

2
Grande (Guest) 25-05-2017 08:38

Troppo lodato Fognini, 8 è un voto eccessivo. Per il resto è conforme al mio giudizio.

1