Esce di scena Fabio ATP, Copertina

Doppio 6-3 per Zverev su Fognini. L’azzurro saluta Roma agli ottavi di finale

18/05/2017 13:40 118 commenti
Fabio Fognini classe 1987, n.29 ATP
Fabio Fognini classe 1987, n.29 ATP

Sconfitta in due set per Fabio Fognini negli ottavi di finale del Masters 1000 di Roma (€ 4.273.775, terra).

L’azzurro è stato superato dal giovane talento tedesco Alexander Zverev, 20 anni, Nr. 17 Atp, con il punteggio di 6-3 6-3 in un’ora e 19 minuti di gioco.

Forse il match contro Murray aveva suscitato troppo entusiasmo, di sicuro la sconfitta di oggi è dolorosa per Fabio, dominato nel gioco, nel punteggio e nel fisico da Zverev. A proposito, che bravo il giocatore tedesco! Sicuro protagonista negli anni a venire ma validissimo outsider già da quest’anno negli slam.

Di seguito il dettaglio dell’incontro.

Primo set: parte contratto Fognini, sorpreso dalla grande verve del teutonico.
Zverev è implacabile al servizio mentre il ligure deve cedere il passo quasi subito.
Avviene già al quarto gioco, un gioco combattuto, dove Fabio sbaglia qualcosina di troppo e si trova costretto a cedere il servizio. Alla terza palla a disposizione l’avversario passa e si porta così sul 4-1.
E’ la svolta che spacca il parziale. I due tennisti infatti si equivalgono e tengono agevolmente i turni di battuta, rendendo vani altri tentativi di rottura.
Si giunge così al nono gioco per trovare qualche emozione, con Zverev al servizio per il set. Il tedesco va avanti 40-15, Fabio annulla due set point consecutivi ma deve cedere il passo sul terzo. E’ 6-3 per il teutonico in 32 minuti di gioco.

Secondo set: inizio negativo per i colori azzurri.
Il tennista italiano dapprima perde nuovamente il servizio, ceduto a 15 nel primo gioco, successivamente riesce finalmente a procurarsi una palla break ma non la sfrutta. Zverev è abile a tenere un lottatissimo secondo game, vero e proprio spartiacque del match.
Fabio soffre per l’occasione perduta e il gioco successivo ne paga le conseguenze. Troppi errori, troppo nervosismo e troppa poca fiducia nei suoi colpi lo portano a subire un nuovo break nel terzo gioco.
E’ 3-0 pesante per il teutonico dopo 17 minuti di gioco.
Fognini trova la forza per non perdere nuovamente il servizio nel quinto gioco ma ha difficoltà a creare problemi a Zverev sul suo servizio.
Vi riesce finalmente a un passo dal baratro, con un break tutto grinta e orgoglio nell’ottavo gioco.
Purtroppo è una speranza vacua e il game successivo lo dimostra. Avanti 40-15, l’azzurro si fa rimontare e chiude la sua partita con due colpi in rete, un rovescio corredato da racchetta lanciata a terra, e un diritto d’attacco.
E’ 6-3 per Zverev in 47 minuti di gioco.

La partita punto per punto

ATP Rome
Fabio Fognini
3
3
Alexander Zverev [16]
6
6
Vincitore: A. ZVEREV

F. Fognini ITA – A. Zverev DEU
01:18:10
9 Vincenti 14
27 Gratuiti 17

1 Aces 0
6 Double Faults 1
54% 1st Serve % 57%
25/33 (76%) 1st Serve Points Won 23/31 (74%)
8/28 (29%) 2nd Serve Points Won 15/23 (65%)
4/8 (50%) Break Points Saved 1/2 (50%)
9 Service Games Played 9
8/31 (26%) 1st Return Points Won 8/33 (24%)
8/23 (35%) 2nd Return Points Won 20/28 (71%)
1/2 (50%) Break Points Won 4/8 (50%)
9 Return Games Played 9
33/61 (54%) Total Service Points Won 38/54 (70%)
16/54 (30%) Total Return Points Won 28/61 (46%)
49/115 (43%) Total Points Won 66/115 (57%)

29 Ranking 17
29 Age 20
Sanremo, Italy Birthplace Hamburg, Germany
Arma di Taggia, Italy Residence Monte-Carlo, Monaco
5’10” (177 cm) Height 6’6″ (198 cm)
163 lbs (74 kg) Weight 189 lbs (85 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
2004 Turned Pro 2013
13/11 Year to Date Win/Loss 21/9
0 Year to Date Titles 2
4 Career Titles 3
$8,462,574 Career Prize Money $2,709,694



Davide Sala


TAG: , , ,

118 commenti. Lasciane uno!

Haas78 (Guest) 19-05-2017 09:25

@ Virgili Federer 6-1 6-0 (#1848665)

Ah, allora non me lo sono sognato 😛 😆 😉

118
Haas78 (Guest) 19-05-2017 09:24

@ Carl (#1848751)

Così tuttavia non si vincono i tornei, ameno che non si vinca una partita e si usufruisca del ritiro di tutti gli altri 😛

117
Haas78 (Guest) 19-05-2017 09:22

@ Giambi. (#1849047)

In effetti, mi sa un pò troppo di scusante

116
Haas78 (Guest) 19-05-2017 09:21

@ ealesia (#1848595)

Come, a detta di tanti esperti doveva vincere, su terra è dietro solo allo spagnolo 😉

115
Haas78 (Guest) 19-05-2017 09:19

@ io (#1849026)

A ‘sto punto sempre e solo forza Paolino

114
Haas78 (Guest) 19-05-2017 09:19

@ keope77 (#1849049)

Penso che il problema sia chi esalta FF, e chi continua ad affermare che può tranquillamente vincere tornei quali il Ns, passeggiando ed essendo superiore a tutti gli avversari.
Quando senti questo, unito all’atteggiamento indolente che spesso ha in campo FF, ti viene da criticare quello che vedi, a forza di sentir ‘ste boiate uno non ne può più

113
LMEG (Guest) 18-05-2017 22:57

@ Luca Martin (#1848864)
@ Luca Martin (#1848864)

Fino al 1976, suo anno d’oro e in cui aveva 26 anni, Panatta conduceva negli H2H con Borg per 4-2. Da quel momento in poi fino al 1982, anno del ritiro praticamente di entrambi, Borg vinse gli ultimi 5 incontri. In ogni caso, AP era avanti negli scontri diretti con il dominatore di allora per tutta la prima parte della sua carriera, in un periodo in cui rifilava a quasi tutti gli altri delle biciclette seriali (il povero Barazzutti ancora ricorda il 6-0 6-1 6-0 in semifinale al RG 1978…).

112
Giuseppespartano (Guest) 18-05-2017 21:09

Scritto da mauro
Siamo onesti,tutta colpa dell’ orario e poi faceva pure troppo caldo,poi il campo non era proprio ben tirato,c’era anche una marea di pubblico che metteva troppa pressione,e di Layani cosa si puo’ dire?Eppoi quelle hostess vestite di rosso che ti tolgono la concentrazione,che gia’ e’ scarsa perche’ ha la testa da un altra parte,il rumore delle sirene delle ambulanze sempre nelle orecchie.Come se non bastasse un avversario che non e’ venuto a Roma a farsi una passeggiata troppo poco anglosassone ed esageratamente germanico.Al netto di tutto questo sarebbe stata un’ altra partita…

😀

111
Alecon (Guest) 18-05-2017 20:21

Fognini ci ha regalato un bel successo contro Murray, si è fermato contro Zverev perchè l’avversario in una giornata media ha colpi più efficaci di lui, soprattutto al servizio, per ovvie ragioni, c’è un abisso tra i due. Fognini doveva evitare di ricadere nel suo solito errore, ossia entrare e uscire dal match con troppa facilità, ma ormai conosciamo questo suo limite che si palesa soprattutto quando la partita prende una piega a lui non congeniale. Adesso sotto con il Rolando.
P.s.: il problema del tennis italiano non è Fognini, che oramai conosciamo nel bene e nel male, il problema è che dopo di lui non c’è nessuno in questo momento in grado di giocare a questi livelli. Siamo un movimento da challenger con la speranza di diventare a breve qualcosa di meglio.

110
Giambi. (Guest) 18-05-2017 20:01

Sempre per quanto riguarda il discorso campo ricordiamoci che Darcis che non è campione ma solo un buon tennista ha battuto questo ragazzo in casa sua in Davis su un campo velocissimo.

109
keope77 (Guest) 18-05-2017 19:51

Leggo commenti raccapriccianti, magari di utenti esaltati dopo la vittoria con Murray.
C’è chi preferisce Lorenzi, chi preferisce Cecchinato, Travaglia e compagnia.
Bene…nessuno obbliga a seguire Fognini.
Ah…a breve gioca Giustino, è la vostra occasione per seguire il tennis che conta!
Siamo in una situazione in cui in questi Internazionali d’Italia, escluso Fognini, abbiamo racimolato tra uomini e donne una sola vittoria nelle qualificazioni per 7-6 al terzo con Arnaboldi.
E che si fa? Si spara a zero su Fognini perché, dopo aver battuto il numero 1 del mondo, ha perso contro il numero 17, per altro in grande ascesa.
Probabilmente il “tifoso” medio italiano è da challenger, così come gli altri giocatori!

108
Giambi. (Guest) 18-05-2017 19:48

Certo bisognava accontentare il nostro n 1 e farlo giocare di sera con il campo molle ci sarebbe stata più battaglia. Però a certi livelli bisogna reagire ed adattarsi a tutte le avversità.

107
Giambi. (Guest) 18-05-2017 19:42

Scritto da M_campione
Ha vinto Zverev con merito e non ci piove. Però sulla storia del campo per me Fognini .ha ragione. ML’altra settimana Nadal aveva l’otite e lo hanno fatto giocare un giorno dopo e magari pure all’ora richiesta. A Parigi i campioni francesi di certo li mettono in campo quando preferiscono. Intanto poi Nadal ha vinto il torneo e se giocava di martedì magari perdeva…..che gli vuoi dire agli spagnoli? Se Zverev o chi per lui deve giocare anche il doppio, state pur certi che in altri tornei avrebbero trovato un modo per mettere la partita di sera per favorire il loro. Noi invece abbiamo un solo giocatore in corsa e cosa fanno? Lo mettono all’orario per lui peggiore. Forse a Roma sono più professionali e dalle altre parti più furbi ma anche più vincenti.

Scritto da M_campione
Ha vinto Zverev con merito e non ci piove. Però sulla storia del campo per me Fognini ha ragione. L’altra settimana Nadal aveva l’otite e lo hanno fatto giocare un giorno dopo e magari pure all’ora richiesta. A Parigi i campioni francesi di certo li mettono in campo quando preferiscono. Intanto poi Nadal ha vinto il torneo e se giocava di martedì magari perdeva…..che gli vuoi dire agli spagnoli? Se Zverev o chi per lui deve giocare anche il doppio, state pur certi che in altri tornei avrebbero trovato un modo per mettere la partita di sera per favorire il loro. Noi invece abbiamo un solo giocatore in corsa e cosa fanno? Lo mettono all’orario per lui peggiore. Forse a Roma sono più professionali e dalle altre parti più furbi ma anche più vincenti.

Ma ti meravigli? Noi siamo la nazione molto furba che nel 1990 ha spostato la semifinale dei mondiali di calcio da Roma a Napoli contro l’Argentina di Maradona facendo giocare Maradona praticamente a casa sua!

106
fabio (Guest) 18-05-2017 19:30

Scritto da Luca
Sempre il solito Fognini…illude e poi delude….ma e’ il comportamento in campo che innervosisce…oggi fin dal primo set era svogliato e poi quando le cose si mettono male cerca sempre qualcuno con cui prendersela…Davin dovrebbe prima cosa insegnare come ci si comporta in un campo da tennis…ricordo bene anni fa che offendeva spudoratamente l’avversario contro cui giocava solo perché aveva fatto un vincente…30 anni e nn sentirli ihihihihi

straquoto,ma è il comportamento di molti italiani passati e presenti,forse la colpa è di chi ha esaltato certa gente si sono convinti di essere veramente campioni

105
Gas (Guest) 18-05-2017 19:27

@ mauro (#1848997)

Doveva giocate di sera. Ma soprattutto perché lo aveva chiesto. Giusto si lamenti

104
Goergestuttalavita (Guest) 18-05-2017 19:25

Scritto da Luca Martin

Scritto da LMEG
Gran parte dei commentatori del forum esprime giudizi basati su classifiche di ranking, su “potenzialità”, su simpatie/antipatie e simili incongruenze. Chi ha fatto sport sa che esistono dei valori assoluti in tutti gli sport (= c’è gente che fa le cose meglio di un altro e per questo è più forte: punto e basta!) per cui Virgili non batterà MAI Murray, Fognini SPESSO. Poi ci sono le peculiarità tecniche (= chi sa giocare con i “difensori”, chi gioca bene con la palla sotto la spalla, chi ha movimenti troppo ampi, etc.) per cui Fognini che è un attaccante da fondo campo avanzato che colpisce benissimo sopra la spalla e con la palla davanti ai piedi si troverà SEMPRE bene con le palle alte di Nadal e con le rimesse da fondo campo di Murray ma perderà SEMPRE con Feliciano Lopez o con Alexander Zverev perchè lo attaccano e gli tolgono il tempo! Adriano Panatta batteva spesso Borg sulla terra (ed era praticamente l’unico a farlo con un H2H attivo!) ma perdeva con Jauffret, un francese che seguiva a rete anche…il terzo servizio e che ad alto livello batteva praticamente solo AP! Poi ci sono altri aspetti da considerare come la desterità (mancino contro destro, mancino contro mancino, etc.), l’esperienza, il momento di forma reciproco, la stanchezza accumulata negli incontri precedenti, la sudditanza psicologica, la superficie, l’ambiente di gioco (in casa, fuori casa, al coperto, al chiuso, etc.), tutte cose che costituiscono le variabili che portano ad un risultato tra due professionisti così come a due quarta categoria. In conclusione: nulla di eccezionale per Fognini che batta Murray e perda con Zverev: per come è lui l’eccezionalità sarebbe stata il contrario!

Adriano Panatta ha vinto 6 volte e perso 9 contro Borg. Tre volte ha vinto battendo un Borg diciasettenne (17). Poi una vittoria quando lo svedese aveva 19 anni e due a 20.
La vittoria più importante di Adriano Panatta fu nei Quarti di Finale al Roland Garros del 1976. In quella precedente del ’73 Bjorn Borg aveva (come detto) appena 17 anni!

Borg lo ha battuto anche Franchitti. Ma non fa testo@ Luca Martin (#1848864)

103
io (Guest) 18-05-2017 19:24

Scritto da Panettone
Il nostro migliore tennista è Fognini tutto qui

E hai detto tutto sulla nostra disastrosa situazione….

102
Luca (Guest) 18-05-2017 19:14

Sempre il solito Fognini…illude e poi delude….ma e’ il comportamento in campo che innervosisce…oggi fin dal primo set era svogliato e poi quando le cose si mettono male cerca sempre qualcuno con cui prendersela…Davin dovrebbe prima cosa insegnare come ci si comporta in un campo da tennis…ricordo bene anni fa che offendeva spudoratamente l’avversario contro cui giocava solo perché aveva fatto un vincente…30 anni e nn sentirli ihihihihi

101