Circuito ATP ATP, Copertina, Entry List

ATP Ginevra e Lione: Entry list Qualificazioni. Berrettini a Ginevra

02/05/2017 11:33 24 commenti
Matteo Berrettini classe 1996
Matteo Berrettini classe 1996

Settimana (22-28 Maggio 2017)
GENEVA SUI (CL) €482,060 /28 Q16
LYON FRA (CL) €482,060 /28 Q16


(Clicca per vedere l'entry list)
Geneva Q Inizio torneo: 22/05/2017 | Ultimo agg.: 19/05/2017 19:30

Main Draw (cut off: 261 - Data entry list: 01/05/17 - Special Exempts: 0/0)

  • 32. Zverev
  • 77. Kukushkin
  • 100. Giraldo
  • 166. Janowicz
  • 170. Gulbis
  • 188. Chiudinelli
  • 217. Ramanathan
  • 237. Michnev
  • 248. Hernandez-Fernandez
  • 249. Ghem
  • 251. Berrettini
  • 253. Riba
  • 260. Altmaier
  • 261. Clezar
  •  

Alternates

  • 1. Falla (278)
  • 2. Linzer (290)
  • 3. Ward (300)*pr
  • 4. Dodig (311)
  • 5. Michon (320)
  • 6. Collarini (324)
  • 7. Sonego (325)
  • 8. Marcora (325)*pr
  • 9. Skugor (326)
  • 10. Leshem (330)
  • 11. Zampieri (331)
  • 12. Cipolla (336)*pr
  • 13. Giner (340)
  • 14. Stebe (341)
  • 15. Jankovic (342)
  • 16. Vilella Marti (343)
  • 17. Matosevic (344)
  • 18. Puetz (344)*pr
  • 19. Desein (344)*pr
  • 20. Krstin (345)
  • 21. Viola (346)
  • 22. Brkic (349)
  • 23. Nedelko (350)
  • 24. Langer (351)
  • 25. Boutillier (354)
  • 26. Lazov (355)
  • 27. Mertl (357)
  • 28. Couacaud (358)
  • 29. Marti (359)
  • 30. Gakhov (360)
  • 31. Lopez San Mar (361)
  • 32. Ungur (364)
  • 33. Moraing (365)
  • 34. Konecny (366)
  • 35. Mina (368)
  • 36. Banes (370)
  • 37. Harrison (371)
  • 38. Barrere (372)
  • 39. Eremin (377)
  • 40. Galan (378)
  • 41. Trusendi (380)
  • 42. Bachinger (391)
  • 43. Guez (392)
  • 44. Paul (393)
  • 45. Shyla (396)
  • 46. Willis (399)
  • 47. Torebko (429)
  • 48. Kapas (432)
  • 49. Horansky (443)
  • 50. Pavic (446)
  • 51. Bortolotti (448)
  • 52. Lock (453)
  • 53. Pellegrino (456)
  • 54. Ward (468)
  • 55. Karlovskiy (469)
  • 56. Giacalone (474)
  • 57. Serdarusic (484)
  • 58. Mektic (485)
  • 59. Puetz (491)
  • 60. Basso (496)
  • 61. Blancaneaux (502)
  • 62. Toledo Bague (505)
  • 63. Pichler (512)
  • 64. Jankovic (541)
  • 65. Zhurbin (557)
  • 66. Saavedra-Corv (558)
  • 67. El Amrani (559)
  • 68. Sakamoto (567)
  • 69. Yang (572)
  • 70. Igoshin (595)
  • 71. Bossel (617)
  • 72. Kalenichenko (626)
  • 73. Nikles (636)
  • 74. Negritu (661)
  • 75. Desein (670)
  • 76. Pasha (725)
  • 77. Petrone (738)
  • 78. Molteni (750)
  • 79. Marcora (774)
  • 80. Margaroli (786)
  • 81. Moroni (823)
  • 82. Rochette (889)
  • 83. Martin (953)
  • 84. Venturino (1328)
  • 85. Cordonnier (1469)
  •  
  •  




(Clicca per vedere l'entry list)
Lyon Q Inizio torneo: 22/05/2017 | Ultimo agg.: 19/05/2017 19:17

Main Draw (cut off: 196 - Data entry list: 01/05/17 - Special Exempts: 0/0)

  • 41. Edmund
  • 78. Chung
  • 80. Tiafoe
  • 82. Albot
  • 89. Olivo
  • 90. Estrella Burgos
  • 93. Kicker
  • 97. Bagnis
  • 107. Elias
  • 129. Polansky
  • 131. Halys
  • 133. Fratangelo
  • 134. Sandgren
  • 196. Lamasine
  •  

Alternates

  • 1. de Minaur (228)
  • 2. Eysseric (241)
  • 3. Falla (278)
  • 4. Linzer (290)
  • 5. Hamou (300)
  • 6. Ward (300)*pr
  • 7. Dodig (311)
  • 8. Michon (320)
  • 9. Collarini (324)
  • 10. Sonego (325)
  • 11. Marcora (325)*pr
  • 12. Skugor (326)
  • 13. Leshem (330)
  • 14. Zampieri (331)
  • 15. Cipolla (336)*pr
  • 16. Giner (340)
  • 17. Stebe (341)
  • 18. Jankovic (342)
  • 19. Vilella Marti (343)
  • 20. Matosevic (344)
  • 21. Puetz (344)*pr
  • 22. Desein (344)*pr
  • 23. Krstin (345)
  • 24. Viola (346)
  • 25. Brkic (349)
  • 26. Nedelko (350)
  • 27. Langer (351)
  • 28. Boutillier (354)
  • 29. Lazov (355)
  • 30. Mertl (357)
  • 31. Couacaud (358)
  • 32. Marti (359)
  • 33. Gakhov (360)
  • 34. Lopez San Mar (361)
  • 35. Ungur (364)
  • 36. Moraing (365)
  • 37. Konecny (366)
  • 38. Mina (368)
  • 39. Banes (370)
  • 40. Harrison (371)
  • 41. Barrere (372)
  • 42. Eremin (377)
  • 43. Galan (378)
  • 44. Trusendi (380)
  • 45. Bachinger (391)
  • 46. Guez (392)
  • 47. Paul (393)
  • 48. Shyla (396)
  • 49. Willis (399)
  • 50. Nys (403)
  • 51. Rungkat (417)
  • 52. Torebko (429)
  • 53. Kapas (432)
  • 54. Horansky (443)
  • 55. Pavic (446)
  • 56. Bortolotti (448)
  • 57. Lock (453)
  • 58. Pellegrino (456)
  • 59. Ward (468)
  • 60. Karlovskiy (469)
  • 61. Giacalone (474)
  • 62. Mektic (485)
  • 63. Puetz (491)
  • 64. Basso (496)
  • 65. Blancaneaux (502)
  • 66. Toledo Bague (505)
  • 67. Pichler (512)
  • 68. Jankovic (541)
  • 69. Zhurbin (557)
  • 70. Saavedra-Corv (558)
  • 71. El Amrani (559)
  • 72. Yang (572)
  • 73. Igoshin (595)
  • 74. Kalenichenko (626)
  • 75. Negritu (661)
  • 76. Desein (670)
  • 77. Pasha (725)
  • 78. Petrone (738)
  • 79. Molteni (750)
  • 80. Marcora (774)
  • 81. Margaroli (786)
  • 82. Moroni (823)
  • 83. Rochette (889)
  • 84. Martin (953)
  • 85. Venturino (1328)
  • 86. Cordonnier (1469)
  •  


TAG: , , , ,

24 commenti. Lasciane uno!

teo78 (Guest) 03-05-2017 06:56

@ Koko (#1831022)

tanta fantasia.

24
DelPo fan (Guest) 02-05-2017 19:52

@ Koko (#1830935)

(e @ gli altri che hanno fatto discorsi simili)

Il ragionamento ci sta di sicuro ma si applica più a giocatori con ambizioni più modeste di quelle che deve avere un talento di prospettive straordinarie come Berrettini, non me ne vogliano Caruso e Bellotti a cui auguro ogni bene ma per loro ha senso sfruttare ogni mezza occasione che si presenta per entrare in un torneo ATP perché non sai mai se e quando ti potrà ricapitare… Con Matteo il discorso è molto diverso, mi spiace di leggere che non si ponga obiettivi di classifica perché ritengo invece fondamentale scalare al più presto quel centinaio di posizioni che serve per entrare costantemente nelle quali almeno dei 250: credo che sia possibilissimo perché fino a settembre non ha nemmeno un punto da difendere, ma servono proprio i tanto vituperati challenger più che delle quali ATP che a mio parere (e sarei contentissimo di sbagliarmi) gli daranno pochissimo a livello di punti e non molto anche a livello di esperienza. Sarà poi nella stagione sul cemento che dovrà puntare a tutti gli ATP in cui può entrare, e sono certo che l’exploit ci scapperà; però prima deve guadagnarsi la possibilità di giocarseli, e non solo sperare nel colpo di fortuna di un cut-off altissimo. Con una programmazione del genere, un po’ di fortuna e qualche grande prestazione, non sarei così stupito di vederlo nel main draw già dai prossimi Australian Open, ma finché non si fanno i punti questi restano solo sogni…

Invece citare Lorenzi come esempio di programmazione in negativo si commenta da solo, quando è proprio il sapersi programmare alla perfezione che l’ha portato, un passo alla volta, a ottenere risultati straordinari a discapito di mezzi tecnici relativamente limitati per un top 50. Se contro giocatori più forti e in giornata non ha quasi mai scampo non crederete mica che la colpa sia di una presunta scarsa esperienza ad alti livelli, no?

23
Carmelo (Guest) 02-05-2017 18:23

Berrettini ha da poco dichiarato in un’intervista che scalare la classifica non è il suo primo obiettivo (mira a entrare nei 200 quest’anno). Gli obbiettivi principali nel breve-medio termine sono: rafforzamento fisico (visti gli infortuni passati) e miglioramento tecnico (sta lavorando su servizio e gioco di rete). Quindi in questo processo di crescita secondo me è più sensato andare a confrontarsi subito con giocatori forti e con il livello di un ATP250, piuttosto che cercare punti nei posti più lontani.

22
adecor 02-05-2017 18:22

Scritto da Anni80FanClubVanni

Scritto da adecor

Scritto da mirko.dllm
Certo che siete proprio fissati con i challenger,e con i punti da fare a tutti i costi,specialmente se ottenuti nel modo più facile possibile.Invece un vero tennista con sacrosante ambizioni di giocare il prima possibile ai tornei importanti e che hanno fatto la storia del tennis,opta senza pensarci ad entrare nel tennis vero degli ATP,attraverso le qualificazioni,che spesso sono disputate dagli stessi avversari che incontrerebbe in un qualsiasi challenger,e in più otterrebbe enormi vantaggi nell’approcciare il vero tennis,innanzitutto in esperienza fondamentale,che gli tornerà utile molto prima di quanto si pensi.Altrimenti si creeranno inevitabilmente dei nuovi Lorenzi,con il solito sistema di partecipare ai challenger ad oltranza,e quando capiterà loro di partecipare ad un ATP importante,o addirittura ad uno Slam,non sapranno che pesci pigliare e come superare gli inevitabili momenti di difficoltà in partita,contro avversari più forti e magari pure più giovani.

Lorenzi non saprebbe che pesci pigliare in un Atp? Spero che tu stia scherzando, parliamo di un giocatore che ha vinto un Atp 250 e fatto altre finali (mi sembra 2) oltre che recentemente terzo turno agli Us Open dove ha tolto un set a Murray. Dimmi se questo è non saper che pesci pigliare anche contro i migliori.

Vedo che molti ancora sottolineano che Lorenzi preferiva challenger sudamericani ai vari atp 250 sul rosso europeo…Ma, come da stesse e ripetute dichiarazioni di Lorenzi, la sua scelta di giocare lontanto per fare quello che voi chiamate “punti facili” è sempre stata detta da suoi problemi fisici ( allergia ai pollini mi sembra) che nella rarefatta aria dei Ch. ad esempio colombiani destavano meno problemi… Difatti come i calendari ATP hanno incominciato ad aggiungere tornei come SanPaolo indoor,o Quito in altura …Paolino ha cambiato i suoi itinerari e questo avviane già da due-tre anni!!!O sbaglio io qualcosa???
Oltretutto ce ne fossero in Italia atleti cosi bravi a programmarsi come Lorenzi!

Concordo con te, non c’entra moltissimo con il mio discorso perché non ho parlato dei challenger ma ho sottolineato come Lorenzi abbia ottenuto dei risultati a livello Atp. In più dimenticavo che ha raggiunto il suo best ranking grazie ai tornei Atp, nei suoi migliori risultati c’è solo un risultato challenger (tra l’altro vittoria di un €106500).

21
cips (Guest) 02-05-2017 16:09

Ma Sonego e Marcora hanno la stessa posizione in classifica?

20
Koko (Guest) 02-05-2017 16:07

Scritto da gisva
Sei sicuro che se andava a Trento poi faceva la finale in Cina? Senza quella alle quali del RG non ci sarebbe arrivato lo stesso. Poi l’obiettivo delle quali raggiunte per il rotto della cuffia lo abbiamo forse più noi tifosi che gli stessi tennisti. Altrimenti si sarebbe iscritto a qualche challenger in questa settimana…

Scritto da Koko
L’errore è stato semmai non adare a Trento coprendo uno 0 con un indoor finale perchè vincendo quel futurone a lui adatto nella settimana in cui fu eliminato nelle quali del prematuro torneo outdoor in Cina ad oggi sarebbe a Parigi quali. In Cina si andava infatti non per incontrare fantomatici tennisti forti e fare esperienza (li vanno mestieranti e giovani medio/forti come Quinzi ed Halys) ma in definitiva solo per i punti! Quindi tanto valeva incassare subito un gruzzolo di punti importante a casa nei mesi prima dei 2 slam prima di partire.

Era una programmazione diversa più in profondità quella a cui mi riferisco: Trento minimo finale=punti copri zero–si salta il primo torneo Cinese e si arriva per il secondo torneo Cinese e li si rimane non facendo Francavilla ma il 150k Cinese. Con Otte Berrettini compete nel festival degli aces e stronca il Teuronico e magari anche Halys! Quindi anche se si fosse fatto meno nel secondo torneo Cinese affrontando due altri Challengeroni Cinesi anche su terra magari il saldo darebbe stato molto più positivo. Trento + magari una semi Cinese+ 2 quarti di 125k 150k non è da buttare e ti manda a Parigi.

19
sasuzzo (Guest) 02-05-2017 15:54

Fa benissimo ad andare a Ginevra considerato che quella settimana molti saranno impegnati nelle quali del Roland garros.

18
Anni80FanClubVanni (Guest) 02-05-2017 15:54

Scritto da adecor

Scritto da mirko.dllm
Certo che siete proprio fissati con i challenger,e con i punti da fare a tutti i costi,specialmente se ottenuti nel modo più facile possibile.Invece un vero tennista con sacrosante ambizioni di giocare il prima possibile ai tornei importanti e che hanno fatto la storia del tennis,opta senza pensarci ad entrare nel tennis vero degli ATP,attraverso le qualificazioni,che spesso sono disputate dagli stessi avversari che incontrerebbe in un qualsiasi challenger,e in più otterrebbe enormi vantaggi nell’approcciare il vero tennis,innanzitutto in esperienza fondamentale,che gli tornerà utile molto prima di quanto si pensi.Altrimenti si creeranno inevitabilmente dei nuovi Lorenzi,con il solito sistema di partecipare ai challenger ad oltranza,e quando capiterà loro di partecipare ad un ATP importante,o addirittura ad uno Slam,non sapranno che pesci pigliare e come superare gli inevitabili momenti di difficoltà in partita,contro avversari più forti e magari pure più giovani.

Lorenzi non saprebbe che pesci pigliare in un Atp? Spero che tu stia scherzando, parliamo di un giocatore che ha vinto un Atp 250 e fatto altre finali (mi sembra 2) oltre che recentemente terzo turno agli Us Open dove ha tolto un set a Murray. Dimmi se questo è non saper che pesci pigliare anche contro i migliori.

Vedo che molti ancora sottolineano che Lorenzi preferiva challenger sudamericani ai vari atp 250 sul rosso europeo…Ma, come da stesse e ripetute dichiarazioni di Lorenzi, la sua scelta di giocare lontanto per fare quello che voi chiamate “punti facili” è sempre stata detta da suoi problemi fisici ( allergia ai pollini mi sembra) che nella rarefatta aria dei Ch. ad esempio colombiani destavano meno problemi… Difatti come i calendari ATP hanno incominciato ad aggiungere tornei come SanPaolo indoor,o Quito in altura …Paolino ha cambiato i suoi itinerari e questo avviane già da due-tre anni!!!O sbaglio io qualcosa???
Oltretutto ce ne fossero in Italia atleti cosi bravi a programmarsi come Lorenzi!

17
gisva 02-05-2017 15:41

Sei sicuro che se andava a Trento poi faceva la finale in Cina? Senza quella alle quali del RG non ci sarebbe arrivato lo stesso. Poi l’obiettivo delle quali raggiunte per il rotto della cuffia lo abbiamo forse più noi tifosi che gli stessi tennisti. Altrimenti si sarebbe iscritto a qualche challenger in questa settimana…

Scritto da Koko
L’errore è stato semmai non adare a Trento coprendo uno 0 con un indoor finale perchè vincendo quel futurone a lui adatto nella settimana in cui fu eliminato nelle quali del prematuro torneo outdoor in Cina ad oggi sarebbe a Parigi quali. In Cina si andava infatti non per incontrare fantomatici tennisti forti e fare esperienza (li vanno mestieranti e giovani medio/forti come Quinzi ed Halys) ma in definitiva solo per i punti! Quindi tanto valeva incassare subito un gruzzolo di punti importante a casa nei mesi prima dei 2 slam prima di partire.

16
adecor 02-05-2017 15:10

Scritto da mirko.dllm
Certo che siete proprio fissati con i challenger,e con i punti da fare a tutti i costi,specialmente se ottenuti nel modo più facile possibile.Invece un vero tennista con sacrosante ambizioni di giocare il prima possibile ai tornei importanti e che hanno fatto la storia del tennis,opta senza pensarci ad entrare nel tennis vero degli ATP,attraverso le qualificazioni,che spesso sono disputate dagli stessi avversari che incontrerebbe in un qualsiasi challenger,e in più otterrebbe enormi vantaggi nell’approcciare il vero tennis,innanzitutto in esperienza fondamentale,che gli tornerà utile molto prima di quanto si pensi.Altrimenti si creeranno inevitabilmente dei nuovi Lorenzi,con il solito sistema di partecipare ai challenger ad oltranza,e quando capiterà loro di partecipare ad un ATP importante,o addirittura ad uno Slam,non sapranno che pesci pigliare e come superare gli inevitabili momenti di difficoltà in partita,contro avversari più forti e magari pure più giovani.

Lorenzi non saprebbe che pesci pigliare in un Atp? Spero che tu stia scherzando, parliamo di un giocatore che ha vinto un Atp 250 e fatto altre finali (mi sembra 2) oltre che recentemente terzo turno agli Us Open dove ha tolto un set a Murray. Dimmi se questo è non saper che pesci pigliare anche contro i migliori.

15
Koko (Guest) 02-05-2017 15:03

In un mondo parallelo ideale programmazione raccomandabile: Berrettini rimane in Cina e fa i tornei di Quinzi facendo minimo quarti! Quinzi in Italia a fare i tornei di Berrettini compreso Francavilla e fronteggiando il Portoghese con più tifo a favore da Marchigiano del linguacciuto Giannessi= due 21-enni a Parigi quali e Giannessi che continua a remare in tornei a nord di Roma come piace a lui!

14
Koko (Guest) 02-05-2017 14:46

L’errore è stato semmai non adare a Trento coprendo uno 0 con un indoor finale perchè vincendo quel futurone a lui adatto nella settimana in cui fu eliminato nelle quali del prematuro torneo outdoor in Cina ad oggi sarebbe a Parigi quali. In Cina si andava infatti non per incontrare fantomatici tennisti forti e fare esperienza (li vanno mestieranti e giovani medio/forti come Quinzi ed Halys) ma in definitiva solo per i punti! Quindi tanto valeva incassare subito un gruzzolo di punti importante a casa nei mesi prima dei 2 slam prima di partire.

13
Tifoso degli italiani (Guest) 02-05-2017 14:33

@ Marco 55 (#1830851)

@ DelPo fan (#1830864)

C’è sempre il challenger di Vicenza la settimana dopo, il livello sarà più alto ma neanche lì ci saranno top100…

12
Koko (Guest) 02-05-2017 14:31

Scritto da DelPo fan
Comunque neanche stavolta sono molto convinto della programmazione di Matteo, non era meglio andare a fare punti a Mestre e per gli ATP aspettare la stagione sul duro?

Si ma se vede Caruso e Bellotti entrare abbastanza facilmente in 250 main draw con quali da un livello inferiore al suo è comprensibile che ci provi anche lui! Il 21-enne che deve testarsi con i forti un minimo più ambizioso è anche giusto che lo sia. Anche ad entrare a Wimbledon quali se mai hai incontrato i forti in un torneo forte si potrebbe sentire il salto.

11
faslevin (Guest) 02-05-2017 14:12

Berettini, sino a questo momento ha portato a casa tanti punti dimostrando di essere a buon punto sul veloce. Vediamo se si qualifica.

10
mirko.dllm (Guest) 02-05-2017 13:27

Certo che siete proprio fissati con i challenger,e con i punti da fare a tutti i costi,specialmente se ottenuti nel modo più facile possibile.Invece un vero tennista con sacrosante ambizioni di giocare il prima possibile ai tornei importanti e che hanno fatto la storia del tennis,opta senza pensarci ad entrare nel tennis vero degli ATP,attraverso le qualificazioni,che spesso sono disputate dagli stessi avversari che incontrerebbe in un qualsiasi challenger,e in più otterrebbe enormi vantaggi nell’approcciare il vero tennis,innanzitutto in esperienza fondamentale,che gli tornerà utile molto prima di quanto si pensi.Altrimenti si creeranno inevitabilmente dei nuovi Lorenzi,con il solito sistema di partecipare ai challenger ad oltranza,e quando capiterà loro di partecipare ad un ATP importante,o addirittura ad uno Slam,non sapranno che pesci pigliare e come superare gli inevitabili momenti di difficoltà in partita,contro avversari più forti e magari pure più giovani.

9
DelPo fan (Guest) 02-05-2017 13:03

Comunque neanche stavolta sono molto convinto della programmazione di Matteo, non era meglio andare a fare punti a Mestre e per gli ATP aspettare la stagione sul duro?

8
DelPo fan (Guest) 02-05-2017 12:58

Scritto da DelPo fan

Scritto da Nic92
Perché c’è Zverev??

Non si sarà iscritto in tempo al main draw.

È Zverev Mischa comunque.

7
DelPo fan (Guest) 02-05-2017 12:57

Scritto da Nic92
Perché c’è Zverev??

Non si sarà iscritto in tempo al main draw.

6
Marco 55 (Guest) 02-05-2017 12:52

Scelta non felice di Berrettini.
È la settimana delle qualifiche al R.G., se avesse scelto il challenger di Mestre in contemporanea sarebbe stato testa di serie alta con buone possibilità di vincere il torneo e prendersi 80 punti!

5
Antonio (Guest) 02-05-2017 12:39

Come mai questa differenza di entry?

4
Nic92 (Guest) 02-05-2017 12:36

Perché c’è Zverev??

3
Tony71 (Guest) 02-05-2017 12:19

@ Campa (#1830799)

Secondo dopo Roma

2
Campa (Guest) 02-05-2017 11:45

il primo atp di Matteo Berrettini ! 🙂

1