Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Caroline Garcia: “E’ un periodo molto difficile per me, sicuramente il più complicato della mia carriera”

18/04/2017 07:24 14 commenti
Caroline Garcia nella foto
Caroline Garcia nella foto

Non è un segreto che Caroline Garcia sia un periodo piuttosto triste, al di là dei risultati ottenuti sul campo. La giocatrice francese, in brutti rapporti con la Federazione, ha commentato: “E’ un periodo molto difficile per me, sicuramente il più complicato della mia carriera. E’ un momento stressante, posso dire di aver imparato la lezione, anche se in un altro modo rispetto al previsto”.

Ricordiamo che Caroline non sarà al via nell’incontro di Fed Cup contro la Spagna a causa di un problema fisico.


Lorenzo Carini


TAG:

14 commenti. Lasciane uno!

antonios 19-04-2017 00:23

Scritto da Giovanni

Scritto da antonios

Scritto da Giovanni

Scritto da lallo

Scritto da Hai49
E’ una testa un pò calda in un certo senso ricorda un pò la Errani degli ultimi tempi. La rottura del sodalizio molto produttivo con la Mladenovic, non è da tutte vincere il Roland Garros anche se nel doppio, i successi anche se non le vittorie di kristina in rapporto alle sue eliminazioni ai primi turni hanno condizionato questa parte della stagione. Forse la componente latina del suo sangue le ha fatto credere di essere indispensabile e autosufficiente in tutto, può comunque tornare sui suoi passi è giovane ma ha già compromesso molto, inoltre in Fed non ha valutato bene neanche il progresso continuo in seno alla nazionale francese di Dodin e la seconda giovinezza di Parmentier.
Peccato che il suo atteggiamento ha portato a distruggere un doppio che avrebbe avuto molte possibilità di successo e che personalmente tifavo anche più di Makarova Vesnina che ho sempre apprezzato.

caroline è introversa altro che testa calda. E una caratteristica degli introversi è che se fanno una stupidata poi non ne vengono fuori facilmente. E infatti sta pagando (anche in termini di risultati personali) un avvitarsi negativo delle relazioni con le connazionali (che peraltro non mi pare s’impegnino per rasserenare l’ambiente).

Infatti, personalmente trovo di una tristezza unica da parte di Mladenovic, Cornet e Parmentier ribattere sui social, e lo dico da estimatore del gioco di Kiki.

“Tristezza unica” mi sembra un po’ un giudizio affrettato e tranciante come purtroppo se ne leggono molti qui. Mi pare fin troppo ovvio sottolineare come dall’esterno si conosca solo la superficie dei fatti: potrebbe esserci dell’altro se 3 giocatrici di età, storie e percorsi diversi abbiano preso questa posizione netta, particolarmente Kiki che è stata compagna di doppio della Garcia. Qualcuno si lancia anche nell’analisi psicologica del comportamento degli introversi manco fosse Jung che ci ha scritto un tomo di 400 pagine sull’argomento. Credo che la questione vada anche vista ricordandoci che oltre ad essere tenniste sono ragazze normali e nelle relazioni personali possono reagire alla stregua di chiunque, anche lanciando uno sberleffo su twitter.

Il “giudizio affrettato” in realtà è frutto di due mesi di dichiarazioni aggressive dal punto di vista verbale da parte della Mladenovic in seguito al primo tie perso contro la Svizzera, quindi ti chiedo gentilmente di evitare definizioni del genere con me; io provo semplicemente ribrezzo a vedere questa regolazione dei conti nei vari social a prescindere dal tipo di persona, nazionalità, età e sesso, fa parte della mia sensibilità e niente potrà mai modificare questo mio aspetto, sarà perché in maniera indiretta ho potuto constatare coi miei occhi le ripercussioni psicologiche che possono provocare situazioni di questo tipo. Ormai si è perso il senso della misura e tutti sparano il primo pensiero che gli passa in testa sul web per poi magari mostrarsi incapaci di sottoporsi a un confronto faccia a faccia, infischiandosene di come potrebbero prenderla i destinatari. Hai ragione quando dici che sono ragazze normali come tutte e gli screzi sono normali, specialmente in situazioni di stress a cui le tenniste devono sottostare un giorno sì e l’altro pure, ma le frecciatine su twitter a essere onesti me le aspetto da persone adolescenti, non da persone adulte e con un’identità ben definita. Non dubito del fatto che Mladenovic, Cornet e Parmentier abbiano espresso il loro dissenso alla diretta interessata pure in privato e a mio parere fanno bene a dirlo nelle interviste quando sollecitate (magari con termini adeguati, ma purtroppo le massime di Grice ormai sembrano totalmente abbandonate a se stesse), ribadisco un’ultima volta che non mi piace la fuoriuscita di questi screzi dietro a un computer/cellulare, in questa maniera pure i famosissimi “webeti” possono illuminarci con le loro perle di saggezza creando flame nocivi per tutte loro.
Concludo dicendo che non mi pare che l’utente lallo si sia lasciato andare a chissà quale trattato di psicologia avanzato, ha espresso che per lui le persone introverse hanno quelle caratteristiche e che a suo avviso la Garcia rientra in quella descrizione, quindi pure quell’iperbole non riesco a inquadrarla; a suo (e mio) avviso le tre francesi hanno sbagliato a pronunciare quello che tu definisci sberleffo (in altre circostanze useresti ben altri termini, ma tralasciamo), per te tutto rientra nella goliardia, non si può sapere chi ha ragione; semplicemente, ti invito a non usare la loro stessa carta e riprendere me e altri utenti per aver espresso le nostre opinioni solo perché sei in disaccordo, sopratutto quando possiedono argomentazioni più o meno condivisibili (nel mio primo messaggio mancavano, ma pensavo che si capisse il fulcro del discorso, errore mio).
Comunque da quel che ricordo è già la seconda volta che ti invito a non usare questo velato sarcasmo nei miei confronti; in passato ho detto di apprezzare molto le tue interviste alle tenniste rilasciate in questo sito, a questo punto devo dire che mi piace decisamente meno il tuo modo di approcciarti agli utenti normodotati (troll esclusi quindi) nel momento in cui coinvolgono le tue tenniste preferite. Da come puoi vedere ho aspettato la seconda circostanza per giungere a questa conclusione più altri commenti che non mi sono proprio andati a genio ma che non ho commentato in occasione delle ultime WTA Finals, e poi mi parli di giudizi affrettati…
Preciso sin da ora che in futuro non mi risparmierò ad altri confronti costruttivi, cosa che qui (a mio giudizio) è mancata.

Parto subito dall’unica cosa che non mi è piaciuta del tuo commento: qui non vale la legge del Bronx per cui si dice a qualcuno “quando vedi me cambia strada”, non funziona cosi. Siamo su un civilissimo sito di tennis dove, in uno spazio messo a disposizione degli utenti, ciascuno esprime una propria valutazione delle cose, anche con ironia e sarcasmo che non sono insulti ma il sale della dialettica. Premesso che non scrivo 10 commenti al giorno, perché mi parrebbe un’occupazione militare del sito, ti assicuro che non faccio mai caso al nick dell’interlocutore. Tu mi dici che mi hai già fatto un “richiamo ufficiale”, è questo il senso di ciò che hai scritto, ma io ti assicuro e devi credermi, anche perché non hai alternative nel senso che o ti fidi o ti fidi, che non lo ricordo. Tranne uno o due casi, non conosco chi scrive e non lo etichetto per famiglia di provenienza. Se ho qualcosa da commentare lo faccio a prescindere di chi sia l’utente. Questo perché credo fermamente che nessuno di noi possa esprimere giudizi su persone che non conosce, che siano utenti o tenniste: semmai si giudicano, meglio sarebbe dire, si criticano o apprezzano comportamenti e commenti. Per quanto mi riguarda vale meno di zero se la tennista di cui parlo sia a me simpatica o meno. Ho criticato il comportamento della Schiavone nei confronti di Rebecca Sramkova in Fed Cup ma ho trovato indecenti le dichiarazioni di Palmieri in merito alle Wild Card e quindi ho difeso Francesca. Non ho particolari simpatie per la Giorgi ma credo di averla difesa molto più di altri nella querelle con la Fit. E potrei andare avanti. Nello specifico su 3 giocatrici francesi non è un mistero, parla il mio avatar, che abbia simpatia per la Cornet. Tuttavia Parmentier e Mladenovic non le amo particolarmente anzi…Ma questo non mi impedisce di dire che hanno fatto uno sberleffo come tante loro coetanee, parliamo cmq di ragazze due abbondantemente sotto I trent’anni. E ripeto che definire una “tristezza unica” il loro comportamento come hai fatto tu mi sembra esagerato e tranciante. Non posso dirlo? Mi pare che tu non possa impedirmelo come io non ho nessuna intenzione né possibilità di impedirti di scriverlo. Per quanto riguarda l’introversione della Garcia è una diagnosi così come è stata posta, al punto che da questo Lallo ne fa scaturire una chiave interpretativa. Siccome è il mio campo mi permetto di osservare che prima di poter dire di una persona qualcosa di sensato ci vogliono mesi di colloqui e sedute cliniche. A distanza di migliaia di chilometri, senza aver scambiato mai una parola con la Garcia neanche Freud potrebbe dire qualcosa di credibile, se non proprie proiezioni. Quindi rimanendo al tennis abbiamo una squadra di ragazze che ha fatto blocco e che ha schernito una ex compagna. E la stessa Corner è andata oltre scrivendo più o meno “la Garcia non c’è andiamo oktre”. Mi pare che in Italia sia accaduto molto di più e di peggio. Alla prossima 😉

14
Giovanni 18-04-2017 19:48

Scritto da antonios

Scritto da Giovanni

Scritto da lallo

Scritto da Hai49
E’ una testa un pò calda in un certo senso ricorda un pò la Errani degli ultimi tempi. La rottura del sodalizio molto produttivo con la Mladenovic, non è da tutte vincere il Roland Garros anche se nel doppio, i successi anche se non le vittorie di kristina in rapporto alle sue eliminazioni ai primi turni hanno condizionato questa parte della stagione. Forse la componente latina del suo sangue le ha fatto credere di essere indispensabile e autosufficiente in tutto, può comunque tornare sui suoi passi è giovane ma ha già compromesso molto, inoltre in Fed non ha valutato bene neanche il progresso continuo in seno alla nazionale francese di Dodin e la seconda giovinezza di Parmentier.
Peccato che il suo atteggiamento ha portato a distruggere un doppio che avrebbe avuto molte possibilità di successo e che personalmente tifavo anche più di Makarova Vesnina che ho sempre apprezzato.

caroline è introversa altro che testa calda. E una caratteristica degli introversi è che se fanno una stupidata poi non ne vengono fuori facilmente. E infatti sta pagando (anche in termini di risultati personali) un avvitarsi negativo delle relazioni con le connazionali (che peraltro non mi pare s’impegnino per rasserenare l’ambiente).

Infatti, personalmente trovo di una tristezza unica da parte di Mladenovic, Cornet e Parmentier ribattere sui social, e lo dico da estimatore del gioco di Kiki.

“Tristezza unica” mi sembra un po’ un giudizio affrettato e tranciante come purtroppo se ne leggono molti qui. Mi pare fin troppo ovvio sottolineare come dall’esterno si conosca solo la superficie dei fatti: potrebbe esserci dell’altro se 3 giocatrici di età, storie e percorsi diversi abbiano preso questa posizione netta, particolarmente Kiki che è stata compagna di doppio della Garcia. Qualcuno si lancia anche nell’analisi psicologica del comportamento degli introversi manco fosse Jung che ci ha scritto un tomo di 400 pagine sull’argomento. Credo che la questione vada anche vista ricordandoci che oltre ad essere tenniste sono ragazze normali e nelle relazioni personali possono reagire alla stregua di chiunque, anche lanciando uno sberleffo su twitter.

Il “giudizio affrettato” in realtà è frutto di due mesi di dichiarazioni aggressive dal punto di vista verbale da parte della Mladenovic in seguito al primo tie perso contro la Svizzera, quindi ti chiedo gentilmente di evitare definizioni del genere con me; io provo semplicemente ribrezzo a vedere questa regolazione dei conti nei vari social a prescindere dal tipo di persona, nazionalità, età e sesso, fa parte della mia sensibilità e niente potrà mai modificare questo mio aspetto, sarà perché in maniera indiretta ho potuto constatare coi miei occhi le ripercussioni psicologiche che possono provocare situazioni di questo tipo. Ormai si è perso il senso della misura e tutti sparano il primo pensiero che gli passa in testa sul web per poi magari mostrarsi incapaci di sottoporsi a un confronto faccia a faccia, infischiandosene di come potrebbero prenderla i destinatari. Hai ragione quando dici che sono ragazze normali come tutte e gli screzi sono normali, specialmente in situazioni di stress a cui le tenniste devono sottostare un giorno sì e l’altro pure, ma le frecciatine su twitter a essere onesti me le aspetto da persone adolescenti, non da persone adulte e con un’identità ben definita. Non dubito del fatto che Mladenovic, Cornet e Parmentier abbiano espresso il loro dissenso alla diretta interessata pure in privato e a mio parere fanno bene a dirlo nelle interviste quando sollecitate (magari con termini adeguati, ma purtroppo le massime di Grice ormai sembrano totalmente abbandonate a se stesse), ribadisco un’ultima volta che non mi piace la fuoriuscita di questi screzi dietro a un computer/cellulare, in questa maniera pure i famosissimi “webeti” possono illuminarci con le loro perle di saggezza creando flame nocivi per tutte loro.
Concludo dicendo che non mi pare che l’utente lallo si sia lasciato andare a chissà quale trattato di psicologia avanzato, ha espresso che per lui le persone introverse hanno quelle caratteristiche e che a suo avviso la Garcia rientra in quella descrizione, quindi pure quell’iperbole non riesco a inquadrarla; a suo (e mio) avviso le tre francesi hanno sbagliato a pronunciare quello che tu definisci sberleffo (in altre circostanze useresti ben altri termini, ma tralasciamo), per te tutto rientra nella goliardia, non si può sapere chi ha ragione; semplicemente, ti invito a non usare la loro stessa carta e riprendere me e altri utenti per aver espresso le nostre opinioni solo perché sei in disaccordo, sopratutto quando possiedono argomentazioni più o meno condivisibili (nel mio primo messaggio mancavano, ma pensavo che si capisse il fulcro del discorso, errore mio).
Comunque da quel che ricordo è già la seconda volta che ti invito a non usare questo velato sarcasmo nei miei confronti; in passato ho detto di apprezzare molto le tue interviste alle tenniste rilasciate in questo sito, a questo punto devo dire che mi piace decisamente meno il tuo modo di approcciarti agli utenti normodotati (troll esclusi quindi) nel momento in cui coinvolgono le tue tenniste preferite. Da come puoi vedere ho aspettato la seconda circostanza per giungere a questa conclusione più altri commenti che non mi sono proprio andati a genio ma che non ho commentato in occasione delle ultime WTA Finals, e poi mi parli di giudizi affrettati…
Preciso sin da ora che in futuro non mi risparmierò ad altri confronti costruttivi, cosa che qui (a mio giudizio) è mancata.

13
Nico (Guest) 18-04-2017 18:47

Non capisco perché mettere alla gogna queste giocatrici per la fed cup, ma obbiettivamente a chi importa?
Il tennis vero è nel circuito,penso sia naturale che una abbia le sue priorità lì dai

12
antonios 18-04-2017 17:34

Scritto da Carl

Scritto da Shuzo

Scritto da Carl
Dopo che una visita fiscale ha accertato che il malanno accusato dalla Garcia è reale (sciatica), al suo posto è stata convocata la giovane Dodin, che senza cercare scuse ha semplicemente rifiutato la convocazione, stop.
L’armoniosa e forte squadra messa assieme da Mauresmo, che per un pelo non ha vinto la Fed Cup contro la favorita Repubblica Ceca, è stata in pochi mesi completamente sfasciata da Noah e dalla federazione francese.
Complimenti.
Tra questa vicenda e la mancata WC alla Schiavone per Roma (e prima ancora la condanna farlocca alla Giorgi), le federazioni italiana e francese stanno facendo a gara a chi fa ridere di più, purtroppo facendo danni.

Sicuro che le responsabilità siano tutte di Noah e della Federazione Francese? Sicuro che un po’ di responsabilità non siano anche sue e delle altre giocatrici transalpine? Dopotutto quando ci si mette in una situazione difficile, uno deve vedere innanzitutto le responsabilità proprie.
In ogni caso Yannick Noah si è sempre distinto come ottimo capitano, se ha fatto degli sbagli anche lui, non credo che sia tipo da lasciare Caroline nei guai.

Mauresmo è stata capace di creare armonia, difendere le “sue” ragazze anche contro la federazione, ed evitare che nascessero attriti tra le giocatrici, esamplare la sua gestione del rifiuto di Cornet a far parte della squadra per l’impegno contro l’Italia a Marsiglia.
Noah non è certo responsabile di aver creato i dissapori interni, ma è colpevole di non essere stato capace di gestirli.
Forse pensava che guidare un gruppo di ragazze fosse facile come gestire un gruppo di maschi, grave errore, è già difficile per un coach gestire il rapporto con la sua giocatrice, gestire un gruppo di ragazze brave, e quindi giustamente ambizione e competitive, è impresa durissima.
E Noah non è stato in capace di schermare il gruppo dall’ingerenza della FFT.
Non ha colpe dirette, ma si è dimostrato, specie nel confronto con Mauresmo, non in grado di gestire il gruppo.

Piccola precisazione, conosco di default l’argomento. La Mauresmo aveva mandato in pasto ai francesi la Cornet nel 2015 a Genova dopo che Alizé, grande estimatrice di Camila, era stata proprio da questa giocatrice presa a pallate. Alizé si presentò in conferenza stampa parlando dell’incontro del giorno dopo con la Errani salvo scoprire la mattina dopo di essere stata sostituita da Kiki. Tecnicamente ineccepibile la scelta ma umanamente discutibile almeno nella modalità. Prima di Marsiglia Alizé nel 2016 aveva vinto Hobart ed agli AO, dove fu eliminata dalla Zhang, incontrò la Mauresmo e le manifestó I suoi dubbi a rispondere alla convocazione. La cosa poi fu superata perché Alizé a San Pietroburgo in allenamento si infortunò seriamente e le fu scoperto un edema vertebrale che rischiò di pregiudicarle la carriera e che la tenne lontana dai tornei per circa tre mesi. Poi I rapporti si ricomposero e la Mauresmo migliorò anche il suo rapporto con la squadra facendo scudo su Kiki e Caroline quando partì la squalifica del doppio, poi revocata, per la storia della maglietta olimpica.

11
antonios 18-04-2017 17:19

Scritto da Giovanni

Scritto da lallo

Scritto da Hai49
E’ una testa un pò calda in un certo senso ricorda un pò la Errani degli ultimi tempi. La rottura del sodalizio molto produttivo con la Mladenovic, non è da tutte vincere il Roland Garros anche se nel doppio, i successi anche se non le vittorie di kristina in rapporto alle sue eliminazioni ai primi turni hanno condizionato questa parte della stagione. Forse la componente latina del suo sangue le ha fatto credere di essere indispensabile e autosufficiente in tutto, può comunque tornare sui suoi passi è giovane ma ha già compromesso molto, inoltre in Fed non ha valutato bene neanche il progresso continuo in seno alla nazionale francese di Dodin e la seconda giovinezza di Parmentier.
Peccato che il suo atteggiamento ha portato a distruggere un doppio che avrebbe avuto molte possibilità di successo e che personalmente tifavo anche più di Makarova Vesnina che ho sempre apprezzato.

caroline è introversa altro che testa calda. E una caratteristica degli introversi è che se fanno una stupidata poi non ne vengono fuori facilmente. E infatti sta pagando (anche in termini di risultati personali) un avvitarsi negativo delle relazioni con le connazionali (che peraltro non mi pare s’impegnino per rasserenare l’ambiente).

Infatti, personalmente trovo di una tristezza unica da parte di Mladenovic, Cornet e Parmentier ribattere sui social, e lo dico da estimatore del gioco di Kiki.

“Tristezza unica” mi sembra un po’ un giudizio affrettato e tranciante come purtroppo se ne leggono molti qui. Mi pare fin troppo ovvio sottolineare come dall’esterno si conosca solo la superficie dei fatti: potrebbe esserci dell’altro se 3 giocatrici di età, storie e percorsi diversi abbiano preso questa posizione netta, particolarmente Kiki che è stata compagna di doppio della Garcia. Qualcuno si lancia anche nell’analisi psicologica del comportamento degli introversi manco fosse Jung che ci ha scritto un tomo di 400 pagine sull’argomento. Credo che la questione vada anche vista ricordandoci che oltre ad essere tenniste sono ragazze normali e nelle relazioni personali possono reagire alla stregua di chiunque, anche lanciando uno sberleffo su twitter.

10
Giovanni 18-04-2017 16:59

Scritto da lallo

Scritto da Hai49
E’ una testa un pò calda in un certo senso ricorda un pò la Errani degli ultimi tempi. La rottura del sodalizio molto produttivo con la Mladenovic, non è da tutte vincere il Roland Garros anche se nel doppio, i successi anche se non le vittorie di kristina in rapporto alle sue eliminazioni ai primi turni hanno condizionato questa parte della stagione. Forse la componente latina del suo sangue le ha fatto credere di essere indispensabile e autosufficiente in tutto, può comunque tornare sui suoi passi è giovane ma ha già compromesso molto, inoltre in Fed non ha valutato bene neanche il progresso continuo in seno alla nazionale francese di Dodin e la seconda giovinezza di Parmentier.
Peccato che il suo atteggiamento ha portato a distruggere un doppio che avrebbe avuto molte possibilità di successo e che personalmente tifavo anche più di Makarova Vesnina che ho sempre apprezzato.

caroline è introversa altro che testa calda. E una caratteristica degli introversi è che se fanno una stupidata poi non ne vengono fuori facilmente. E infatti sta pagando (anche in termini di risultati personali) un avvitarsi negativo delle relazioni con le connazionali (che peraltro non mi pare s’impegnino per rasserenare l’ambiente).

Infatti, personalmente trovo di una tristezza unica da parte di Mladenovic, Cornet e Parmentier ribattere sui social, e lo dico da estimatore del gioco di Kiki.

9
lallo (Guest) 18-04-2017 16:20

Scritto da Hai49
E’ una testa un pò calda in un certo senso ricorda un pò la Errani degli ultimi tempi. La rottura del sodalizio molto produttivo con la Mladenovic, non è da tutte vincere il Roland Garros anche se nel doppio, i successi anche se non le vittorie di kristina in rapporto alle sue eliminazioni ai primi turni hanno condizionato questa parte della stagione. Forse la componente latina del suo sangue le ha fatto credere di essere indispensabile e autosufficiente in tutto, può comunque tornare sui suoi passi è giovane ma ha già compromesso molto, inoltre in Fed non ha valutato bene neanche il progresso continuo in seno alla nazionale francese di Dodin e la seconda giovinezza di Parmentier.
Peccato che il suo atteggiamento ha portato a distruggere un doppio che avrebbe avuto molte possibilità di successo e che personalmente tifavo anche più di Makarova Vesnina che ho sempre apprezzato.

caroline è introversa altro che testa calda. E una caratteristica degli introversi è che se fanno una stupidata poi non ne vengono fuori facilmente. E infatti sta pagando (anche in termini di risultati personali) un avvitarsi negativo delle relazioni con le connazionali (che peraltro non mi pare s’impegnino per rasserenare l’ambiente).

8
Carl 18-04-2017 13:41

Scritto da Shuzo

Scritto da Carl
Dopo che una visita fiscale ha accertato che il malanno accusato dalla Garcia è reale (sciatica), al suo posto è stata convocata la giovane Dodin, che senza cercare scuse ha semplicemente rifiutato la convocazione, stop.
L’armoniosa e forte squadra messa assieme da Mauresmo, che per un pelo non ha vinto la Fed Cup contro la favorita Repubblica Ceca, è stata in pochi mesi completamente sfasciata da Noah e dalla federazione francese.
Complimenti.
Tra questa vicenda e la mancata WC alla Schiavone per Roma (e prima ancora la condanna farlocca alla Giorgi), le federazioni italiana e francese stanno facendo a gara a chi fa ridere di più, purtroppo facendo danni.

Sicuro che le responsabilità siano tutte di Noah e della Federazione Francese? Sicuro che un po’ di responsabilità non siano anche sue e delle altre giocatrici transalpine? Dopotutto quando ci si mette in una situazione difficile, uno deve vedere innanzitutto le responsabilità proprie.
In ogni caso Yannick Noah si è sempre distinto come ottimo capitano, se ha fatto degli sbagli anche lui, non credo che sia tipo da lasciare Caroline nei guai.

Mauresmo è stata capace di creare armonia, difendere le “sue” ragazze anche contro la federazione, ed evitare che nascessero attriti tra le giocatrici, esamplare la sua gestione del rifiuto di Cornet a far parte della squadra per l’impegno contro l’Italia a Marsiglia.

Noah non è certo responsabile di aver creato i dissapori interni, ma è colpevole di non essere stato capace di gestirli.
Forse pensava che guidare un gruppo di ragazze fosse facile come gestire un gruppo di maschi, grave errore, è già difficile per un coach gestire il rapporto con la sua giocatrice, gestire un gruppo di ragazze brave, e quindi giustamente ambizione e competitive, è impresa durissima.
E Noah non è stato in capace di schermare il gruppo dall’ingerenza della FFT.

Non ha colpe dirette, ma si è dimostrato, specie nel confronto con Mauresmo, non in grado di gestire il gruppo.

7
Shuzo (Guest) 18-04-2017 12:55

Scritto da Carl
Dopo che una visita fiscale ha accertato che il malanno accusato dalla Garcia è reale (sciatica), al suo posto è stata convocata la giovane Dodin, che senza cercare scuse ha semplicemente rifiutato la convocazione, stop.
L’armoniosa e forte squadra messa assieme da Mauresmo, che per un pelo non ha vinto la Fed Cup contro la favorita Repubblica Ceca, è stata in pochi mesi completamente sfasciata da Noah e dalla federazione francese.
Complimenti.
Tra questa vicenda e la mancata WC alla Schiavone per Roma (e prima ancora la condanna farlocca alla Giorgi), le federazioni italiana e francese stanno facendo a gara a chi fa ridere di più, purtroppo facendo danni.

Sicuro che le responsabilità siano tutte di Noah e della Federazione Francese? Sicuro che un po’ di responsabilità non siano anche sue e delle altre giocatrici transalpine? Dopotutto quando ci si mette in una situazione difficile, uno deve vedere innanzitutto le responsabilità proprie.
In ogni caso Yannick Noah si è sempre distinto come ottimo capitano, se ha fatto degli sbagli anche lui, non credo che sia tipo da lasciare Caroline nei guai.

6
Carl 18-04-2017 10:50

Dopo che una visita fiscale ha accertato che il malanno accusato dalla Garcia è reale (sciatica), al suo posto è stata convocata la giovane Dodin, che senza cercare scuse ha semplicemente rifiutato la convocazione, stop.

L’armoniosa e forte squadra messa assieme da Mauresmo, che per un pelo non ha vinto la Fed Cup contro la favorita Repubblica Ceca, è stata in pochi mesi completamente sfasciata da Noah e dalla federazione francese.
Complimenti.

Tra questa vicenda e la mancata WC alla Schiavone per Roma (e prima ancora la condanna farlocca alla Giorgi), le federazioni italiana e francese stanno facendo a gara a chi fa ridere di più, purtroppo facendo danni.

5
antonios 18-04-2017 10:30

Contemporaneamente al suo comunicato dell’infortunio Kiki Mladenovic, Alize Cornet e Pauline Parmentier hanno twittato ciascuna sul suo profilo “LOL”, che vuol dire più o meno “rido a crepapelle”. Evidentemente le compagne di squadra non credono a questo infortunio e, in ogni caso, sanciscono una rottura con la Garcia avallata evidentemente da Noah. Subito I fan della Garcia, insieme ad alcuni tifosi francesi, hanno replicato in modo a dir poco ironico…della serie “pensate a vincere”.

4
Hai49 (Guest) 18-04-2017 08:38

E’ una testa un pò calda in un certo senso ricorda un pò la Errani degli ultimi tempi. La rottura del sodalizio molto produttivo con la Mladenovic, non è da tutte vincere il Roland Garros anche se nel doppio, i successi anche se non le vittorie di kristina in rapporto alle sue eliminazioni ai primi turni hanno condizionato questa parte della stagione. Forse la componente latina del suo sangue le ha fatto credere di essere indispensabile e autosufficiente in tutto, può comunque tornare sui suoi passi è giovane ma ha già compromesso molto, inoltre in Fed non ha valutato bene neanche il progresso continuo in seno alla nazionale francese di Dodin e la seconda giovinezza di Parmentier.
Peccato che il suo atteggiamento ha portato a distruggere un doppio che avrebbe avuto molte possibilità di successo e che personalmente tifavo anche più di Makarova Vesnina che ho sempre apprezzato.

3
erminio (Guest) 18-04-2017 08:14

@ marypierce (#1817224)

ha rifiutato di giocare il precedente incontro di FED CAP et annunciato che non giocherà per tutto il 2017 (per la FED CAP)…

2
marypierce 18-04-2017 07:56

Ma cosa è successo con la federazione?

1