Notizie dal Mondo Copertina, Generica

La squalifica di Arsan Arashov e la doppia versione sul Meldonium

16/04/2017 11:38 10 commenti
Arsan Arashov classe 2000
Arsan Arashov classe 2000

Dopo mesi, ci si era scontati di quella sostanza che nel 2016 era diventata famosa per il caso Sharapova. Adesso, il Meldonium ha mietuto una vittima molto più giovane della siberiana, così come dalla minore risonanza mediatica. Trattasi, precisamente, del diciassette Arsan Arashov, il quale ha appreso della sanzione infertagli dalla ITF quando si trovava a Montecarlo (dove ha per altro avuto modo di farsi immortalare al fianco di Novak Djokovic ed Andy Murray).

Il giovane kazako è stato squalificato per due anni, essendo risultato positivo ad un test antidoping svolto nel luglio scorso (mentre era impegnato nel torneo ITF di Gandía).

Venuto a conoscenza della sentenza, Arashov ha subito indirizzato all’ITF una lettera scritta di proprio pugno nel tentativo di difendere la propria posizione: “Da qualche tempo, ho problemi di salute. Mi sono sentito debole e sono andato dal dottore, che mi ha dato una ricetta con i nomi delle medicine necessarie. Pensavo che il Meldonium non ci fosse, ma non sapevo. Se mai esistesse una possibilità che io non venga squalificato, ne sarei davvero grato e, d’ora in avanti, farò più attenzione quando dovrò prendere dei farmaci per qualsiasi tipo di cura”, si legge.

Questa versione dei fatti differisce molto da quanto il kazako avesse dichiarato il 10 febbraio 2017, quando precedentemente chiamato a fornire spiegazioni. Arashov, infatti, aveva negato in maniera esplicita di aver assunto il Meldonium, sostenendo che le bottigliette d’acqua presenti nel luogo nel test antidoping potessero essere state contaminate proprio con tale sostanza.

La realtà è che vi siano grandi discrepanze tra quanto scritto nella lettera alla ITF e le spiegazioni fornite mesi dopo.

Trascorso il 10 febbraio, ad ogni modo, la squalifica di due anni è stata confermata. Arashov, dunque, dovrà scontare ventiquattro mesi di inattività forzata, conteggiati a partire dal 30 settembre 2016.


Edoardo Gamacchio


TAG:

10 commenti. Lasciane uno!

Varco74 (Guest) 16-04-2017 22:57

Alle Olimpiadi di Londra del 2012, mentre il corrotto mondo sportivo russo (come si e` scoperto successivamente con il famoso rapporto Mc Laren) metteva mano ai peggiori imbrogli per nascondere il doping di stato, Maria Sharapova era portabandiera della delegazione del suo paese: e c’e` ancora chi si domanda perche`, prima di Rio 2016, hanno squalificato proprio lei …

10
Varco74 (Guest) 16-04-2017 21:36

Scritto da Luca

Scritto da Varco74
Sbattere in prima pagina casi insignificanti come questo (il ragazzo in pratica non ha neanche cominciato a giocare non essendo mai entrato nemmeno nei primi 500) serve solo ad alimentare il linciaggio nei confronti dell’innominabile; serve solo a far credere che altri tennisti siano stati squalificati causa meldonium; ma e`un’inganno, solo una e` stata squalificata, solo una non e`stata, di proposito, avvertita; solo una e` stata scelta per dare l’esempio (come dice quel pagliaccio che presiede l’ITF) …

Ma ragazzi ma due gambe vi mandano davvero così in pappa?
Ma come fai a dire una cosa del genere?
C’è stato un processo, dove penso siano andati a verificare la comunicazione a sharapova, non è che si va per sentito dire come qui.
Altri sono stati squalificati, decine e decine trovati positivi, alcuni sono stati assolti solo perché avevano una quantità talmente piccola che poteva essere il residuo di dicembre.
È stato detto chiaro e tondo che sharapova aveva nel sangue una quantità diverse volte superiore e per questo non è stata “perdonata” come altri.
Quindi era innegabile che avesse assunto la sostanza a gennaio, quando era illegale.
Non mi sembra difficile da capire.
E poi scomoda a chi? Agli USA? Sharapova nel circuito non era più pericolosa di una azarenka o una kerber, e serena l’ha battuta e ribattuta per 15 anni.
Non penso fosse un personaggio scomodo per altri atleti.
L’esempio, come ovviamente tu non sei riuscito a cogliere, perso a guardare le gambe di Maria, è che Maria nonostante fosse una delle più influenti è stata trovata positiva e punita di conseguenza, non che le è stata data una pena senza motivo per fare da spaventapasseri.

Dopo il 7 marzo 2016 hanno “improvvisamente” scoperto (dopo anni di monitoraggio) di non sapere quanto il meldonium rimaneva nel sangue degli atleti ed hanno messo la sordina sgonfiando completamente il caso: immagino che questo a te non dica niente …

PS: un consiglio, lascia stare le gambe delle tenniste e scrivi post meno lunghi, e` piu` facile che li legga non solo chi viene chiamato in causa

9
Varco74 (Guest) 16-04-2017 21:15

Al netto della squalifica dell’innominabile bisogna ammettere che, nel tennis, la proibizione del meldonium ha prodotto fondamentali passi avanti nella lotta al doping, tant’evvero che ora hanno beccato anche il famoso Arashov: ESTICAZZI! (direbbero a 610) …

8
Luca (Guest) 16-04-2017 20:47

Scritto da Varco74
Sbattere in prima pagina casi insignificanti come questo (il ragazzo in pratica non ha neanche cominciato a giocare non essendo mai entrato nemmeno nei primi 500) serve solo ad alimentare il linciaggio nei confronti dell’innominabile; serve solo a far credere che altri tennisti siano stati squalificati causa meldonium; ma e`un’inganno, solo una e` stata squalificata, solo una non e`stata, di proposito, avvertita; solo una e` stata scelta per dare l’esempio (come dice quel pagliaccio che presiede l’ITF) …

Ma ragazzi ma due gambe vi mandano davvero così in pappa?
Ma come fai a dire una cosa del genere?
C’è stato un processo, dove penso siano andati a verificare la comunicazione a sharapova, non è che si va per sentito dire come qui.
Altri sono stati squalificati, decine e decine trovati positivi, alcuni sono stati assolti solo perché avevano una quantità talmente piccola che poteva essere il residuo di dicembre.
È stato detto chiaro e tondo che sharapova aveva nel sangue una quantità diverse volte superiore e per questo non è stata “perdonata” come altri.
Quindi era innegabile che avesse assunto la sostanza a gennaio, quando era illegale.
Non mi sembra difficile da capire.
E poi scomoda a chi? Agli USA? Sharapova nel circuito non era più pericolosa di una azarenka o una kerber, e serena l’ha battuta e ribattuta per 15 anni.
Non penso fosse un personaggio scomodo per altri atleti.
L’esempio, come ovviamente tu non sei riuscito a cogliere, perso a guardare le gambe di Maria, è che Maria nonostante fosse una delle più influenti è stata trovata positiva e punita di conseguenza, non che le è stata data una pena senza motivo per fare da spaventapasseri.

7
Carl 16-04-2017 20:05

24 mesi di sospensione per essere stato trovato positivo sei mesi dopo che la sostanza è stata vietata, e dopo che era esploso il caso clamoroso.

18 mesi (in prima istanza) per aver fallito il test dopo 10 giorni dal divieto.

Non ci vedo una gran difformità.

6
sander (Guest) 16-04-2017 19:31

Ma chi gliel’ha scritta la lettera all’ITF i Fratelli Grimm?

Si vede che ha 17 anni, e’ ancora fresco di letture fiabesche…

Preoccupante l’tente varco 74 che sembra vedere le streghe dappertutto, mi ricorda quel film “Tu la conosci Claudia ” di Aldo Giovanni e Giacomo dove Aldo stava impazzendo perche’ vedeva Giovanni dappertutto…ricordatevi che la Sharapova e’ una tennista di trent’anni, tra qualche anno smettera’…la lotta al doping dovra’ continuare….dire che e’ una notizia di secondo piano non esiste….questo ragazzo e’ un giocatore della nuova generazione, fossi in Quinzi, Pellegrino,Berrettini sarei incaz..to come una biscia a pensare che certi tennisti assumono sostanze proibite comportandosi in modo sleale verso gli altri colleghi tennisti…
ricoratevi anche se la Sharapova ha il bel visino e’ bionda e siete i suoi super fans che il mondo non gira intorno a lei e che ci sono problematiche sul doping molto importanti come questa notizia dimostra….

5
Varco74 (Guest) 16-04-2017 16:56

Sbattere in prima pagina casi insignificanti come questo (il ragazzo in pratica non ha neanche cominciato a giocare non essendo mai entrato nemmeno nei primi 500) serve solo ad alimentare il linciaggio nei confronti dell’innominabile; serve solo a far credere che altri tennisti siano stati squalificati causa meldonium; ma e`un’inganno, solo una e` stata squalificata, solo una non e`stata, di proposito, avvertita; solo una e` stata scelta per dare l’esempio (come dice quel pagliaccio che presiede l’ITF) …

4
Bibi (Guest) 16-04-2017 16:19

Squalifica ineccepibile, l’ignoranza non è una scusante, mai. Semmai è il condono dell’altro caso che è scandaloso

3
Gigetto (Guest) 16-04-2017 14:43

2 pesi e 2 misure

2
Kriss69forever 16-04-2017 13:49

Menzogne su menzogne, come nel caso Sharapova. 2 anni e zitto.

1