Circuito Challenger Challenger, Copertina

Challenger Zhuhai: I risultati dei quarti di finale. Thomas Fabbiano conquista le semifinali. Esce di scena Luca Vanni (Video)

10/03/2017 08:10 29 commenti
Thomas Fabbiano classe 1989
Thomas Fabbiano classe 1989

Thomas Fabbiano approda in semifinale nel torneo challenger di Zhuhai.
L’azzurro, numero 161 del ranking mondiale e settima testa di serie, ha eliminato nei quarti di finale per 62 61, in un’ora ed 8 minuti di gioco, il cinese Ze Zhang, numero 171 del ranking mondiale.

Domani Fabbiano affronterà in semifinale il bielorusso Uladzimir Ignatik, numero 163 Atp, che ha battuto per 64 64 il nostro Luca Vanni.


[7] Thomas Fabbiano ITA vs Ze Zhang CHN

CH Zhuhai
Thomas Fabbiano [7]
6
6
Ze Zhang
2
1
Vincitore: T. FABBIANO

01:08:25
2 Aces 4
0 Double Faults 5
63% 1st Serve % 66%
22/31 (71%) 1st Serve Points Won 24/47 (51%)
11/18 (61%) 2nd Serve Points Won 9/24 (38%)
5/5 (100%) Break Points Saved 7/12 (58%)
7 Service Games Played 8
23/47 (49%) 1st Return Points Won 9/31 (29%)
15/24 (63%) 2nd Return Points Won 7/18 (39%)
5/12 (42%) Break Points Won 0/5 (0%)
8 Return Games Played 7
33/49 (67%) Total Service Points Won 33/71 (46%)
38/71 (54%) Total Return Points Won 16/49 (33%)
71/120 (59%) Total Points Won 49/120 (41%)

161 Ranking 171
27 Age 26
Grottaglie, Italy Birthplace Nanjing, China
Rome, Italy Residence Nanjing, China
5’8″ (172 cm) Height 6’2″ (187 cm)
154 lbs (70 kg) Weight 183 lbs (83 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
2005 Turned Pro 2005
0/1 Year to Date Win/Loss 0/0
0 Year to Date Titles 0
0 Career Titles 0
$666,739 Career Prize Money $699,877



[8] Uladzimir Ignatik BLR vs [4] Luca Vanni ITA

CH Zhuhai
Uladzimir Ignatik [8]
6
6
Luca Vanni [4]
4
4
Vincitore: U. IGNATIK

01:25:18
12 Aces 5
2 Double Faults 0
62% 1st Serve % 58%
30/34 (88%) 1st Serve Points Won 33/40 (83%)
13/21 (62%) 2nd Serve Points Won 10/29 (34%)
2/2 (100%) Break Points Saved 8/10 (80%)
10 Service Games Played 10
7/40 (18%) 1st Return Points Won 4/34 (12%)
19/29 (66%) 2nd Return Points Won 8/21 (38%)
2/10 (20%) Break Points Won 0/2 (0%)
10 Return Games Played 10
43/55 (78%) Total Service Points Won 43/69 (62%)
26/69 (38%) Total Return Points Won 12/55 (22%)
69/124 (56%) Total Points Won 55/124 (44%)

163 Ranking 139
26 Age 31
Minsk, Belarus Birthplace Castel del Piano, Italy
Belarus, Slovakia Residence Foiano della Chiana, Italy
6’0″ (182 cm) Height 6’6″ (198 cm)
181 lbs (82 kg) Weight 207 lbs (94 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
2007 Turned Pro N/A
0/0 Year to Date Win/Loss 0/1
0 Year to Date Titles 0
0 Career Titles 0
$460,170 Career Prize Money $528,482



CHN Challenger Zhuhai CH | Cemento | $50.000 – Quarti di Finale


Court 1 – Ora italiana: 03:00 (ora locale: 10:00 am)
1. Agustin Velotti ARG vs [PR] Yuki Bhambri IND

CH Zhuhai
Agustin Velotti
15
1
1
Yuki Bhambri
40
6
2
Vincitore: Y. BHAMBRI per ritiro

2. [1] Evgeny Donskoy RUS vs Joris De Loore BEL

CH Zhuhai
Evgeny Donskoy [1]
6
6
Joris De Loore
3
4
Vincitore: E. DONSKOY

3. [1] Antonio Sancic CRO / Franko Skugor CRO vs Ruan Roelofse RSA / Chu-Huan Yi TPE

CH Zhuhai
Antonio Sancic / Franko Skugor [1]
3
5
Ruan Roelofse / Chu-Huan Yi
6
7
Vincitori: ROELOFSE / YI

4. [3] Mao-Xin Gong CHN / Ze Zhang CHN vs Thomas Fabbiano ITA / Luca Vanni ITA (non prima ore: 09:00)

CH Zhuhai
Mao-Xin Gong / Ze Zhang [3]
4
6
10
Thomas Fabbiano / Luca Vanni
6
3
5
Vincitori: GONG / ZHANG




TAG: , , ,

29 commenti. Lasciane uno!

Ken_Rosewall 10-03-2017 16:44

@ Figologo (#1787700)

Mi piace e concordo!

29
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 10-03-2017 16:43

Scritto da Figologo
Secondo me, salvo casi particolari, ognuno vale la classifica che ha.
E ogni tennista dispone di un potenziale non emerso che, in combinazione con dati particolari (scelta dei tornei, es.) potrebbe portarlo a raggiungere un livello superiore, non quantificabile con precisione e oltre il quale il tennista non può andare.
Restiamo su Vanni per approfondire la mia modesta teoria.
Al netto di infortuni, di picchi e cali di forma, di fortune e sfortune, Vanni ha avuto un segmento annuale lineare, dall’inizio della scorsa stagione, che lo porta ad occupare una “giusta” 135esima piazza.
Può Vanni ambire a una classifica superiore? Di certo possiamo dire di sì, considerando che a un livello superiore è già arrivato.
Possiamo quantificare con precisione questo livello superiore?
Ovviamente no, possiamo solo fare delle stime.
E allora se appare ragionevole sostenere la convinzione che un atleta può raggiungere una posizione già raggiunta in un recente passato, mi sembra del tutto fantasioso azzardare cifre quali “i 50 al mondo” di cui parla Shuzo.
Su quali dati può essere effettuata una stima di questo tipo, oltre che su sensazioni del tutto personali e non improbabili.
Più facile ragionare al contrario e, pur non avendo anche qui una controprova, fino almeno al termine della carriera di Vanni, spingersi al punto di sostenere con una certa ragionevolezza che Vanni non vale la top 15, potendo qui addurre una serie di dati (confronto con altri giocatori, media punti, analisi dei picchi di forma, studio dei punteggi ottenuti in carriera su segmenti medio-brevi).
Insomma, le certezze sulla classifica di un atleta si hanno quando si fa il consuntivo a fine carriera. Senza alibi, perché quelli che “Tizio top 38 best ranking sarebbe potuto arrivare tranquillamente in top ten” mi fanno solo ridere.
Tutto questo, memore di chi sosteneva con certezza sconcertante che “Vanni non sarebbe mai entrati nei 300”. Un altro di quegli estremi ridicoli.
Discorso ancora diverso è quello circa l’analisi degli elementi che possono permettere a un atleta di raggiungere posizioni migliori e colmare il margine.
Rimanendo su Vanni, azzardo tre elementi sul medio periodo:
1) integrità fisica 2) rendimento medio alto al servizio 3) programmazione oculata.
Questo post è per Pierre e per tutti coloro che, nonostante i miei difetti, mi leggono volentieri e amano ragionare.

Che bel post , non una virgola fuori posto
Anche secondo me Shuzo si e’ un po’ sovra- eccitato perche’ e’ vero che ci sono i Robert, Lorenzi, Estrella Burgos , Muller , Karlovic a dimostrare che NON e’ mai tardi ma questa non e’ la regola.
Per stare su Vanni se il fisico lo sostiene alla Karlovic ( diciamo ) potrebbe avere una punta dentro i 100 ( d altronde dista solo 2 vittorie challenger da quel traguardo )
chi gli impedisce di fare prima che gli scada la cambiale di Segovia un’ altra doppietta tipo Brescia- Andria?
Pero’ in termini comparativi dobbiamo riconoscere che lo stesso discorso si puo’ fare con quasi tutti i 100-200 ( lo stesso Ignatik che oggi lo ha battuto con un doppio 6/4 ad esempio ) e dove mettiamo i giovani emergenti che spazzano i vecchietti e i mestieranti senza alcun rispetto generazionale?
condividiamo tutti un punto inamovibile : ” ognuno ha la classifica che merita” poi e’ chiaro che Fognini 50 mondo non lo osanniamo come Lorenzi con classifica equipollente perche’ qui emerge il rapporto con le potenzialita’ ( tennistiche ) che sono un attimo diverse , pero’ poi subentra anche il fattore psicologico- nervoso e qui si riparte con altre valutazioni in merito.
Proprio perche’ individuale il tennis e’ uno sport davvero spietato , c’ e’ una razionalita’ ” relativa” che non ci consente analisi matematiche per cui anche i numeri che diamo sono cosi’ un po’ sparati in particolare quelli di :
Fognini top 5 ( proprio non riesco a leggerlo)
Tutti gli italiani tra 100- 300 a seconda di quando vincono 2 partite di fila top 50-60
🙂

28
Marcus91 10-03-2017 16:42

Scritto da Figologo
Secondo me, salvo casi particolari, ognuno vale la classifica che ha.
E ogni tennista dispone di un potenziale non emerso che, in combinazione con dati particolari (scelta dei tornei, es.) potrebbe portarlo a raggiungere un livello superiore, non quantificabile con precisione e oltre il quale il tennista non può andare.
Restiamo su Vanni per approfondire la mia modesta teoria.
Al netto di infortuni, di picchi e cali di forma, di fortune e sfortune, Vanni ha avuto un segmento annuale lineare, dall’inizio della scorsa stagione, che lo porta ad occupare una “giusta” 135esima piazza.
Può Vanni ambire a una classifica superiore? Di certo possiamo dire di sì, considerando che a un livello superiore è già arrivato.
Possiamo quantificare con precisione questo livello superiore?
Ovviamente no, possiamo solo fare delle stime.
E allora se appare ragionevole sostenere la convinzione che un atleta può raggiungere una posizione già raggiunta in un recente passato, mi sembra del tutto fantasioso azzardare cifre quali “i 50 al mondo” di cui parla Shuzo.
Su quali dati può essere effettuata una stima di questo tipo, oltre che su sensazioni del tutto personali e non improbabili.
Più facile ragionare al contrario e, pur non avendo anche qui una controprova, fino almeno al termine della carriera di Vanni, spingersi al punto di sostenere con una certa ragionevolezza che Vanni non vale la top 15, potendo qui addurre una serie di dati (confronto con altri giocatori, media punti, analisi dei picchi di forma, studio dei punteggi ottenuti in carriera su segmenti medio-brevi).
Insomma, le certezze sulla classifica di un atleta si hanno quando si fa il consuntivo a fine carriera. Senza alibi, perché quelli che “Tizio top 38 best ranking sarebbe potuto arrivare tranquillamente in top ten” mi fanno solo ridere.
Tutto questo, memore di chi sosteneva con certezza sconcertante che “Vanni non sarebbe mai entrati nei 300”. Un altro di quegli estremi ridicoli.
Discorso ancora diverso è quello circa l’analisi degli elementi che possono permettere a un atleta di raggiungere posizioni migliori e colmare il margine.
Rimanendo su Vanni, azzardo tre elementi sul medio periodo:
1) integrità fisica 2) rendimento medio alto al servizio 3) programmazione oculata.
Questo post è per Pierre e per tutti coloro che, nonostante i miei difetti, mi leggono volentieri e amano ragionare.

Quoto assolutamente Figologo!

27
Figologo (Guest) 10-03-2017 16:08

Secondo me, salvo casi particolari, ognuno vale la classifica che ha.

E ogni tennista dispone di un potenziale non emerso che, in combinazione con dati particolari (scelta dei tornei, es.) potrebbe portarlo a raggiungere un livello superiore, non quantificabile con precisione e oltre il quale il tennista non può andare.

Restiamo su Vanni per approfondire la mia modesta teoria.

Al netto di infortuni, di picchi e cali di forma, di fortune e sfortune, Vanni ha avuto un segmento annuale lineare, dall’inizio della scorsa stagione, che lo porta ad occupare una “giusta” 135esima piazza.

Può Vanni ambire a una classifica superiore? Di certo possiamo dire di sì, considerando che a un livello superiore è già arrivato.
Possiamo quantificare con precisione questo livello superiore?
Ovviamente no, possiamo solo fare delle stime.
E allora se appare ragionevole sostenere la convinzione che un atleta può raggiungere una posizione già raggiunta in un recente passato, mi sembra del tutto fantasioso azzardare cifre quali “i 50 al mondo” di cui parla Shuzo.

Su quali dati può essere effettuata una stima di questo tipo, oltre che su sensazioni del tutto personali e non improbabili.

Più facile ragionare al contrario e, pur non avendo anche qui una controprova, fino almeno al termine della carriera di Vanni, spingersi al punto di sostenere con una certa ragionevolezza che Vanni non vale la top 15, potendo qui addurre una serie di dati (confronto con altri giocatori, media punti, analisi dei picchi di forma, studio dei punteggi ottenuti in carriera su segmenti medio-brevi).

Insomma, le certezze sulla classifica di un atleta si hanno quando si fa il consuntivo a fine carriera. Senza alibi, perché quelli che “Tizio top 38 best ranking sarebbe potuto arrivare tranquillamente in top ten” mi fanno solo ridere.

Tutto questo, memore di chi sosteneva con certezza sconcertante che “Vanni non sarebbe mai entrati nei 300”. Un altro di quegli estremi ridicoli.

Discorso ancora diverso è quello circa l’analisi degli elementi che possono permettere a un atleta di raggiungere posizioni migliori e colmare il margine.
Rimanendo su Vanni, azzardo tre elementi sul medio periodo:
1) integrità fisica 2) rendimento medio alto al servizio 3) programmazione oculata.

Questo post è per Pierre e per tutti coloro che, nonostante i miei difetti, mi leggono volentieri e amano ragionare.

26
fulvio (Guest) 10-03-2017 15:49

@ pibla (#1787450)

Non so se hai visto la partita di Velotti contro Napolitano. Velotti ha chiesto 2 medical time out, e dopo una mini sceneggiata atta giustificare tali interventi, ha fatto delle rincorse che nessun atleta, anche soltanto leggermente menomato avrebbe potuto sostenere. Chi parla è stato un ex atleta, che ha convissuto per anni con dolorini di ogni genere, e ti garantisco che nemmeno superman avrebbe potuto fare ciò che ha fatto Velotti. Se poi segui il tennis, saprai che il giocatore in questione non è nuovo a queste imprese, e questo spiega la frustrazione di Napolitano a fine match. Viva lo sport e la sportività!!!!

25
Shuzo (Guest) 10-03-2017 14:44

Rincuora la vittoria di Fabbiano ma sconforta la sconfitta di Vanni!
Luca ha il tennis per arrivare come minimo tra i top 50, tuttavia non appena trova la forma, c’è sempre qualcosa che lo ferma (un infortunio, la stagione agonistica finita, un impegno preso con la Federazione Svizzera che ha voluto rispettare per correttezza e lealtà) e poi fatica a ritrovare la forma!
Mi auguro che nel proseguo della stagione riesca a tornare in forma e a vincere a livello di ATP Tour.

24
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 10-03-2017 14:34

Scritto da LiveTennis.it Staff
@ Pierre herme the Picasso of pastry (#1787607)
Centre Court – Ora italiana: 03:00 (ora locale: 10:00 am)
1. Ruan Roelofse [flag cc=RSA] / Chu-Huan Yi [flag cc=TPE] vs [3] Mao-Xin Gong [flag cc=CHN] / Ze Zhang [flag cc=CHN]
2. [1] Evgeny Donskoy [flag cc=RUS] vs [PR] Yuki Bhambri [flag cc=IND]
3. [8] Uladzimir Ignatik [flag cc=BLR] vs [7] Thomas Fabbiano [flag cc=ITA]
Ecco carissimo

Mamma mia !
Che veloci che siete
Ottimo , grazie magari se riesco mando un ‘ intervista con Vanni e il Fab

23
LiveTennis.it Staff 10-03-2017 14:29

@ Pierre herme the Picasso of pastry (#1787607)

Centre Court – Ora italiana: 03:00 (ora locale: 10:00 am)
1. Ruan Roelofse [flag cc=RSA] / Chu-Huan Yi [flag cc=TPE] vs [3] Mao-Xin Gong [flag cc=CHN] / Ze Zhang [flag cc=CHN]
2. [1] Evgeny Donskoy [flag cc=RUS] vs [PR] Yuki Bhambri [flag cc=IND]
3. [8] Uladzimir Ignatik [flag cc=BLR] vs [7] Thomas Fabbiano [flag cc=ITA]

Ecco carissimo 😉

22
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 10-03-2017 14:24

Mitica Redazione
Appena avete il programma di domani condividetelo , penso di andare con tanto di tricolore a sostenere FAB , la cosa buffa e’ che sono con un amico indiano che invece viene per vedere l’ altra semi con Bambri e il castigatore di Roger, speriamo di vedere 2 belle semi e che vinca….FAB

21
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 10-03-2017 14:22

Scritto da zedarioz

Scritto da Figologo
Fabbiano era favorito ma Zhang l’anno scorso finalista in uno di questi tornei (forse proprio qui, non mi ricordo) ieri aveva battuto Sugita e dunque le preoccupazioni erano giustificate.
Vanni aveva un avversario ostico e in fiducia, chiaramente per tornare nei 100 bisogna fare finali challenger e rullare tutto ciò che sta sotto il 150 al mondo.
I primi due match non era dispiaciuto, quindi si guarda con fiducia alle prossime tappe sperando in un exploit che lo avvicini ai 100.

Penso che più o meno il valore di Vanni sia quello della classifica attuale. Non è in grado di rullare tutti quelli sotto il 150° posto.
Può arrivare nei primi 100 se azzecca un periodo di grande forma alla Cecchinato, ma poi per rimanerci sarebbe durissima, perché è competitivo solo a livello challenger. Però già arrivarci, come soddisfazione personale e come possibilità di entrare nei MD degli slam, sarebbe il coronamento alla sua carriera.

Non dissento da Zedarios

20
Anni80 10-03-2017 13:23

@ Alecon (#1787426)

L’ultimo incontro tra ignatik e Fabbiano l’anno scorso a Napoli al primo turno…Thomas ha visto le streghe ed ha perso…Io l’ho vista dal vivo ed ancora adesso mi chiedo come faccia il suo avversario a navigare da anni tra i 150 e 200?Anche se inconstante è inesauribile e capace di accelerate improvvise, credo meriti almeno la top120.
Io la finale la vedo mooolto ma mooolto lontana, ovviamente me la auguro!!!

19
GianlucaPozziPerSempre (Guest) 10-03-2017 12:45

Peccato Luca !
5 aces in due set sono pochini su questa superficie e per di più per uno alto quasi due metri.
Per entrare nei cento bisogna tornare con il servizio ai livelli di fine 2016…..quelli con cui poteva giocare i propri turni con relativa tranquillità e piazzare la zampata al momento opportuno.

18
zedarioz 10-03-2017 12:38

Scritto da Figologo
Fabbiano era favorito ma Zhang l’anno scorso finalista in uno di questi tornei (forse proprio qui, non mi ricordo) ieri aveva battuto Sugita e dunque le preoccupazioni erano giustificate.
Vanni aveva un avversario ostico e in fiducia, chiaramente per tornare nei 100 bisogna fare finali challenger e rullare tutto ciò che sta sotto il 150 al mondo.
I primi due match non era dispiaciuto, quindi si guarda con fiducia alle prossime tappe sperando in un exploit che lo avvicini ai 100.

Penso che più o meno il valore di Vanni sia quello della classifica attuale. Non è in grado di rullare tutti quelli sotto il 150° posto.
Può arrivare nei primi 100 se azzecca un periodo di grande forma alla Cecchinato, ma poi per rimanerci sarebbe durissima, perché è competitivo solo a livello challenger. Però già arrivarci, come soddisfazione personale e come possibilità di entrare nei MD degli slam, sarebbe il coronamento alla sua carriera.

17
pibla (Guest) 10-03-2017 10:38

Identico trattamento riservato da Ignatik a Vanni ed a Sonego.

In quanto a Velotti, sarà stato sicuramente antisportivo, ma come vedete stava male davvero. Se non si è ancora capito che ci sono alcuni tipi di infortunio, ovviamente non gravissimi, che lì per lì consentono di giocare ed anche di fare alcuni scatti, probabilmente non si è mai giocato un torneo di tennis in vita propria.

16
Alecon (Guest) 10-03-2017 09:54

Finale a un passo, quasi sicuramente contro un Donskoy in grande forma. Anche per Fabbiano carte in regole per ritornare tra i cento

15
stefanello (Guest) 10-03-2017 09:45

Scritto da kalle4
Peccato per Vanni che poteva rientrare, brutto errore sulla pb dopo aver annullato 2 MP..

quoto
certo che Ignatik non sembra (ho visto solo gli ultimi tre games…) avergli dato molte altre possibilità, servendo a cannone (e Luca al di sotto del potenziale)
Dai, ci rifacciamo a Shenzen
Ora forza Thomas!

14
Mirko91 10-03-2017 09:02

da rivalutare la sconfitta di sonny

13
Figologo (Guest) 10-03-2017 08:56

Fabbiano era favorito ma Zhang l’anno scorso finalista in uno di questi tornei (forse proprio qui, non mi ricordo) ieri aveva battuto Sugita e dunque le preoccupazioni erano giustificate.

Vanni aveva un avversario ostico e in fiducia, chiaramente per tornare nei 100 bisogna fare finali challenger e rullare tutto ciò che sta sotto il 150 al mondo.

I primi due match non era dispiaciuto, quindi si guarda con fiducia alle prossime tappe sperando in un exploit che lo avvicini ai 100.

12
fulvio (Guest) 10-03-2017 08:43

Questa volta Velotti ha preso coscienza delle penose ed antisportive sceneggiate in campo ed ha deciso di ritirarsi. Dovrebbe esserci un obbligo di ritiro nel momento in cui necessiti più volte del medical time out, e dovrebbe esserci una squalifica nel momento in cui, immediatamente finiti i trattamenti, fai scatti consentiti soltanto a chi è nelle condizioni fisiche ottimali. Dovrebbero esaminare i filmati, come nel calcio, e prendere delle decisioni dopo aver visionato gli stessi. Un atleta non può proseguire in una performance atletica se infortunato, a salvaguardia della propria incolumità, e nemmeno può adoperare, in modo vergognosamente antisportivo, dei medical time out, per tentare di invertire l’inerzia di un incontro condizionando l’avversario. Adoperiamo la tecnologia per tutto!!! Forza Stefano, hai ragione, ma impara a reagire anche in campo, l’etica è importantissima nella vita, ma in gara si deve imparare a reagire anche alle provocazioni

11
Antonio (Guest) 10-03-2017 08:39

Dai Thomas continua così…manca poco ormai

10
no_comment (Guest) 10-03-2017 08:35

Anche perché meglio Ignatik che Donskoy 😎 forza Thomas

9
ale98 (Guest) 10-03-2017 08:29

Sbaglio o Fabbiano vinse qui lo scorso anno?

8
Sottile 10-03-2017 07:55

Che peccato Vanni, ha perso l’occasione di giocare il derby 🙁
Bravissimo Fabbiano, ora fai fuori pure il bielorusso e vola dritto in finale 😛

7
kalle4 (Guest) 10-03-2017 07:40

Peccato per Vanni che poteva rientrare, brutto errore sulla pb dopo aver annullato 2 MP..

6
fore…dberg 10-03-2017 07:01

Ottimo Fabbiano.

5
Simone (Guest) 10-03-2017 06:16

Grande Thomas, pronto per la risalita!

4
Marco65 (Guest) 10-03-2017 06:11

Forza Luca !

3
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 10-03-2017 06:08

Mamma mia FAB scatenato
In 2 match ha perso 4 games

2
Coccia (Guest) 10-03-2017 05:58

Bravo Fabbiano hai fatto il job, ora tocca a Vanni.

1