Squalificata Copertina, Generica

Da San Pietroburgo: Tereza Martincova è stata squalificata per un abuso verbale nei confronti nel Giudice di Sedia. “In ogni caso, è colpa mia, e per me una grande lezione per il futuro.”

29/01/2017 23:44 7 commenti

Sicuramente curiosa la vicenda di Tereza Martincova squalificata durante il secondo turno nelle qualificazioni del torneo WTA Premier di San Pietroburgo.

Nel suo match contro la Mertens sul 5 pari del terzo set, 30 pari, la ceca ha avuto una discussione con l’arbitro ed ha detto, in ceco, a Michaella Krajicek, che la stava seguendo e comprende il ceco, se per favore poteva dare un cazzotto al giudice di sedia.
Per sua sfortuna uno dei giudici di linea era ceco e, con poca partigianeria, ha riferito la frase al giudice di sedia, con conseguente squalifica immediata!

Dichiara la ceca:E’ stata una correzione del Giudice di Sedia su una palla che era stata chiamata fuori alla Mertens (era la terza volta che cambiava decisione in suo favore) ma lei ha corretto la chiamata e mi sono arrabbiata.
L’intera situazione mi dispiace, perché dopo tutto stavo giocando una buona partita. Ero molto esausta e ho avuto anche dei crampi. Non ricordo cosa esattamente io abbia detto.

E’ stata una situazione tranquilla, tranne per quelle due affermazioni. In ogni caso, è colpa mia, e per me una grande lezione per il futuro. Mi dispiace molto, ma la squalifica immediata pensavo di non meritarla”.

La Martincova è sicuramente una giocatrice eccentrica e dopo questo episodio sarà sicuramente più attenta nel contenere le proprie emozioni. Un Grazie a Carl

La partita punto per punto

WTA St. Petersburg
Elise Mertens [4]
30
4
6
5
Tereza Martincova
30
6
4
5
Vincitore: E. MERTENS by Default

7 commenti

Luciano.N94 30-01-2017 15:57

Scritto da Sandrone
Giusto atteggiamento, tutti possono andare fuori di testa quandi si è sotto pressione, ma le parole che ha usato sono apprezzabili e segno che farà tesoro del suo errore.
A differenza della nostra Viviani che dal suo sbaglio agli AO non imparerà probabilmente nulla.

Hai confuso le giocatrci mi sà,la Viviani è una vittima che è stata squalificata da un torneo senza aver fatto nulla di diverlo di quanto fatto dalle sue colleghe juonior e senior,ha avuto solamente la sfortuna di aver colpito un racchettapalle,colpendolo lentamente,tra l’altro.La Marticova invece è solamente una che si crede forte,ma di forte ha solo la maleducazione.

7
Mats 30-01-2017 11:03

Finalmente qualcuno che si prende le proprie responsabilità per quello che fa/dice in campo

6
pablox (Guest) 30-01-2017 08:55

@ livio (#1759473)

Ci sono sempre quelli che vogliono fare i superiori…che ci vogliamo fare…

5
Sottile 30-01-2017 07:57

Per la seconda volta consecutiva la Martens vince un match per ritiro/squalifica dell’avversaria. Quando la finirà di avere questa fortuna? 👿
Giusta comunque la decisione nei confronti della Ceca maleducata….

4
abracadabra (Guest) 30-01-2017 07:18

@ livio (#1759473)

Già che c’eri potevi dire che l’esterofilia galoppante che rende veramente “Cechi” 😆

3
livio (Guest) 29-01-2017 23:42

Scritto da Sandrone
Giusto atteggiamento, tutti possono andare fuori di testa quandi si è sotto pressione, ma le parole che ha usato sono apprezzabili e segno che farà tesoro del suo errore.
A differenza della nostra Viviani che dal suo sbaglio agli AO non imparerà probabilmente nulla.

Commento assolutamente delirante.
La Viviani è la vittima nella faccenda, non ha fatto assolutamente nulla come si è visto chiaramente dal video, ed è stata sottoposta ad una situazione traumatizzante per una ragazzina che assolutamente non meritava e che si porterà dietro per un bel po’. Qui si parla di un’istigazione a violenza contro li giudice, e la si difende… viviamo veramente in un mondo a rovescio! O è l’esterofilia galoppante che rende veramente ciechi….

2
Sandrone (Guest) 29-01-2017 21:08

Giusto atteggiamento, tutti possono andare fuori di testa quandi si è sotto pressione, ma le parole che ha usato sono apprezzabili e segno che farà tesoro del suo errore.
A differenza della nostra Viviani che dal suo sbaglio agli AO non imparerà probabilmente nulla.

1