Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Roger Federer: il tennis ha un disperato bisogno del campione svizzero

03/01/2017 08:35 18 commenti
Roger Federer classe 1981, ex n.1 del mondo
Roger Federer classe 1981, ex n.1 del mondo

Finalmente di ritorno nel circuito ATP dopo il lungo stop, lo svizzero Roger Federer punta forte sul 2017 fra propositi di continuare ancora almeno altri 2/3 anni e il desiderio immediato di risalire nel ranking: primo appuntamento del nuovo anno la Hopman Cup, storico appuntamento/esibizione di inizio stagione che ogni anno accoglie fior fiori di campioni.

In coppia con Belinda Bencic il recordman di vittorie Slam assaporerà nuovamente il campo tornando a fare quello cui sembra non poter assolutamente rinunciare: se Federer ha un disperato bisogno di tennis, anche il circuito, i tifosi, proprio il tennis in generale però hanno bisogno di Re Roger.
La stella più splendente degli anni 2000 ha già infiammato il pubblico, il suo pubblico e lo ha fatto semplicemente con un allenamento: per una semplice sessione di training alla Perth Arena, gli organizzatori hanno aperto le porte dello stadio per lasciare entrare 8000 tifosi letteralmente in estasi.

L’ATP vive un momento di ricambio generazionale decisivo: con Federer nel 2016 a mezzo servizio, Djokovic distratto e Nadal diviso fra infortuni e ritardi di condizione, il più lesto di tutti ad approfittare per dare il via a un nuovo regno è stato lo scozzese Andy Murray, mentre i più giovani hanno faticato ad affermarsi, eccetto Kyrgios e Zverev che sì sono saliti in classifica ma sono chiamati in questo 2017 al vero banco di prova.
Difficilmente capiterà un’epoca tennistica così ricca di campioni come quella che stiamo vivendo dal 2000, anni di pura gioia tennistica per gli occhi con immagini e ricordi impressi nella mente e che difficilmente noi appassionati potremo dimenticare: i Fab4 hanno innalzato incredibilmente il livello medio del tennis e gran parte di tale merito va proprio a Roger Federer, forse il più prezioso fra questi diamanti di primissimo valore.
La speranza non può che essere quindi che lo svizzero goda ancora di ottima salute così da essere motivato per cercare di portare ancora a casa trofei importanti e soprattutto per deliziare i nostri ormai raffinati palati tennistici da questi campioni così bene abituati.


Alessandro Orecchio


TAG: ,

18 commenti. Lasciane uno!

Paolo (Guest) 03-01-2017 23:19

@ chrolli (#1744057)

Ah finalmente uno che ragiona. Concordo in pieno con te

18
chrolli 03-01-2017 20:01

Si va beh…che noia però,sempre il solito ritornello.
Sono un grandissimo estimatore di Roger,penso che risultati alla mano,lui e Laver siano i candidati al titolo di numero uno di sempre…ma dire che Federer sia indispensabile per il tennis è una castroneria.Così come lo è dire che sia il giocatore che ha espresso il miglior tennis di sempre.Cioè…guardatevi alcune partite di McEnroe!!Federer è la sintesi perfetta del tennis moderno ma non è Dio e il tennis sopravvivrà anche alla sua “dipartita”.Di quel Roger è rimasto poco o nulla,rispetto la sua scelta di continuare ma non per questo IO avrei preferito un ritiro più”dignitoso”.

17
Luis (Guest) 03-01-2017 19:20

@ radar (#1743844)

Non posso che quotare e aggiungo signorilità in campo e fuori. Che Dio ce lo conservi a lungo.

16
andi (Guest) 03-01-2017 19:11

@ Marco (#1743866)

io se devo guardare qualcuno giocare al 1 posto c’è brown poi certo preferisco federer a zverev di gran lunga

15
Paolo (Guest) 03-01-2017 16:50

@ stefani de franco (#1743968)

e allora? Non si discute Federer ma secondo voi fino a quando deve durare, questo è uno sport che ha bisogno di un cambio generazionale e al più presto perchè altrimenti l’interesse andrà scemando sempre più. Voi invece ancora ancorati al passato con le fette di prosciutto sugli occhi e chissà che apocalisse prevedete se Federer dovesse decidere di smettere, io veramente non comprendo questo atteggiamente al limite della follia collettiva

14
stefani de franco (Guest) 03-01-2017 15:18

@ giuliano da viareggio (#1743896<
roger ovviamente

13
stefani de franco (Guest) 03-01-2017 15:17

@ Paolo (#1743845)

sicuramente il tennis ha bisogno di nuovi campioni, ma Roger era ed e’ non solo un campione e’ un TALENTO TALENTO chi nasce per il tennis come MARADONA per il calcio.
sciapo’ al nostro king il suo tennis e’ eleganza armonia danzaaaa classe sinceramente ancora non vedo giovani talentuosi…
saluti

12
Marco (Guest) 03-01-2017 15:09

Scritto da giuliano da viareggio

Scritto da Marco
Dovendo scegliere, andreste a vedere una partita di Zverev o di Roger?

Del fratello di zverev casomai!

Touchez

11
Marco (Guest) 03-01-2017 15:08
10
Giuseppespartano (Guest) 03-01-2017 13:39

Il diamante più prezioso. Già sono d’accordo.

9
Lazzu 03-01-2017 12:45

Io lo vedo bene.
Con la forma di ieri, che sicuramente migliorerá, e un buon sorteggio può fare bene gia agli AO.
Spero che riesca a togliersi ancora qualche soddisfazione negli ultimi anni di carriera, sarebbe un sogno per lui e per noi

8
giuliano da viareggio (Guest) 03-01-2017 12:37

Scritto da Marco
Dovendo scegliere, andreste a vedere una partita di Zverev o di Roger?

Del fratello di zverev casomai!

7
Luca Martin (Guest) 03-01-2017 11:45

Un Tennis così si è mai visto? Leggero e potente nello stesso tempo, elegante ma sostanzioso al contempo.
L’eleganza dei gesti di Bjorn Borg per me era qualcosa di trascendente, però Roger ha avuto un gioco più d’attacco e questo, unito al rovescio monomane, lo rende l’interprete di un tennis coordinato e armonico senza precedenti.

6
Paolo (Guest) 03-01-2017 11:21

Non c’e’ stato ne prima e non ci sara mai piu nel tennis un giocatore che abbia giocato a tennis come Roger Federer semplicemente il piu grande talento tennistico di tutti i tempi. Ma anche il piu grande passa ma il tennis rimane e continua con nomi nuovi questa e la vita bisogna solo ringraziare Dio che ci a dato Roger e tutti gli altri grandi campioni ammirati in tutta la storia del tennis e credo e spero ne arrivino altri anche se mai nessuno sara come Re Roger grazie di tutto.

5
Marco (Guest) 03-01-2017 11:04

Dovendo scegliere, andreste a vedere una partita di Zverev o di Roger?

4
andi (Guest) 03-01-2017 10:39

Scritto da Paolo
Il tennis ha bisogno di una totale rigenerazione e rinnovamento altro che svizzero. C’è bisogno di nuovi campioni possibilmente giovani in modo da garantire un certo periodo di interesse intorno a questo sport. È ora di finirla di guardare al passato, ogni era ha avuto il suo campione ma ha tutto c’è un limite

lo credo anch’io e spero che quest anno i giovani possano fare qualcosa di importante

3
Paolo (Guest) 03-01-2017 09:25

Il tennis ha bisogno di una totale rigenerazione e rinnovamento altro che svizzero. C’è bisogno di nuovi campioni possibilmente giovani in modo da garantire un certo periodo di interesse intorno a questo sport. È ora di finirla di guardare al passato, ogni era ha avuto il suo campione ma ha tutto c’è un limite

2
radar 03-01-2017 09:18

Come lui nessuno.
È un privilegio averlo potuto ammirare (e poterlo ancora fare 🙂 ) nel suo tennis fluido e senza sforzo, come se tutto fosse facile e semplice, così naturale.
Questa è la sensazione che si prova, di assaporare qualcosa di unico e irripetibile.
Infinito campione!

1