Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Boris Becker su Novak Djokovic: “Federer e Nadal lo obbligavano a mantenere alto il livello. I veri rivali erano Rafa e Roger, Andy era solo il numero 4 della contesa”

23/11/2016 17:53 33 commenti
Becker e Djokovic nella foto
Becker e Djokovic nella foto

In occasione del suo 49esimo compleanno Boris Becker, coach di Novak Djokovic ha parlato della situazione dell’attuale n.2 del mondo.

“È colpa di Roger Federer. Lui e Rafa Nadal quest’anno non prendono parte alle maggiori competizioni, e questo comporta un calo di motivazione da parte di Novak.
Federer e Nadal lo obbligavano a mantenere alto il livello. I veri rivali erano Rafa e Roger, Andy era solo il numero 4 della contesa”.


TAG: ,

33 commenti. Lasciane uno!

brizz 24-11-2016 13:52

boris è un simpaticone 🙁

33
Ciccio (Guest) 24-11-2016 13:22

La scusa che djokovic a perso dove era stremato in un torneo che è arrivato in finale troppo facilmente , rispetto a Murray , e poi cosa centra nadal e federer che facevano un campionato a parte senza obbligare al serbo uno sforzo in più , anche Becker mi sembra arrivato al capolinea .

32
annalisa (Guest) 24-11-2016 09:15

E’ molto difficile leggere queste dichiarazioni di Beker e non fare dietrologia. Comunque se così fosse ….. Roger commentatore sportivo, Rafa allenatore sportivo e Nole ex sportivo???

31
lallo (Guest) 24-11-2016 08:59

Sabato con Nishikori ha giocato a livello altissimo. Domenica era totalmente svaccato…. cosa c’entrano Nadal e Federer???

30
Luca da Sondrio (Guest) 24-11-2016 08:07

Da qualche anno il corpo e l’aspetto di Boris Becker evidenziano molto bene i terribili effetti della birra e dei crauti sul fisico degli esseri umani. Le sue parole ne evidenziano i devastanti effetti sul cervello.

29
Lorena (Guest) 24-11-2016 04:19

Amico … totalmente incompetenti / nessun rispetto !! Il mondo intero guarda il tennis !! Quest’anno ha voluto vincere il GOLDEN SLAN (Olimpiadi 4GS +) sarebbe storia! Vuoi saperne di più motivazione: senza i suoi migliori avversari noti (che divenne clienti). Pensava che avrebbe fatto un dominio pieno e assoluto, ma ha dimenticato Murray e Becker hanno dimenticato umiltà, se mai avuto. ABS
🙄

28
alexalex 24-11-2016 00:48

Be, è vero!

27
Nevskij (Guest) 24-11-2016 00:32

Scritto da Figologo
Io ancora mi domando come si possa solo pensare di intavolare il malato immaginario con gli altri tre.
Per me i “fab” sono terre, non four.

Per me il fab è uno. Quando si ritirerà spegnero la tv

26
Gabriele da Ragusa 23-11-2016 23:17

Sportiivita’ e simpatia portatemi via..

25
Gigetto (Guest) 23-11-2016 22:50

Eccetto caro Becker, infatti tutte le volte che Djokovic gioca una finale contro uno che in classifica e’ dal n.4 in poi …perde, vedasi Wawrinka ak Roland Garros. Allora e’ proprio un pirlotto

24
Figologo (Guest) 23-11-2016 22:47

Three

23
Figologo (Guest) 23-11-2016 22:47

Io ancora mi domando come si possa solo pensare di intavolare il malato immaginario con gli altri tre.

Per me i “fab” sono terre, non four.

22
pastrocchio 23-11-2016 22:24

dichiarazione antipatica ma è difficile dargli torto

21
GIALAPPA SBANDY REMIX 23-11-2016 22:01

Ad ogni modo, in prospettiva, visto che i primi della classifica sono su da anni ormai, e si trovano attorno ai 30 anni, non c’è stato un ricambio serio di qualità.
Quindi, prevedo una confusione di n.1 tipo ai tempi di Rios – Safin – Kafelnikov – Muster dove il n.1 resisteva qualche settimana.
Prima che arrivi di nuovo qualcuno che furoreggia, ma dovrebbe già entrare nei 50 a 18 anni, non a 23, altrimenti poi difficile restare su per anni.
Si Murray, che Nadal, che Djokovic che Federer, a 20 anni stvano già preparando l’assalto alla vetta, non erano fuori dai 100.

20
Boris (Guest) 23-11-2016 21:58

Ma Boris è un italiano sotto mentite spoglie?
Solo in Italia si usa giustificare le sconfitte addossando la colpa agli altri…

19
GIALAPPA SBANDY REMIX 23-11-2016 21:54

Scritto da controcorrente
Certo non molto diplomatico, però è difficile dargli completamente torto. Nel mio piccolo, la sensazione che Murray per diventare n. 1 abbia avuto bisogno anche, se non soprattutto, del calo o dei problemi degli altri 3 l’ho avuta pure io!

Bèh, è così un po’ per tutti, allora. Federer ha avuto bisogno del calo di Sampras ( ops … dimenticavo … un avversario di Becker … ), altrimenti come faceva a vincere tutti quei Wimledon ? ( a sua volta Sampras ha approfittato del calo di Edberg, Becker e Stich ). Djokovi del calo di Federer e Nadal.
E’ così un po’ per tutti. Quinzi approfitterà del calo di Murray ?

18
GIALAPPA SBANDY REMIX 23-11-2016 21:52

Se avesse giocato in questo periodo, il Boris avrebbe fatto 4 Grandi Slam consecutivi, n.1 del mondo per 15 anni consecutivi !
Con tutto il rispetto per i giocatori attuali, ma una volta doveva giocare contro Lendl, Edberg, McEnroe, Wilander, Cash, Forget, Noah, Leconte, Connors, Courier, Chang, Stich, Rafter, CAMPORESE e chi più ne ha più ne metta. Scusate infatti se ne dimentico una dozzina.
Poi è ovvio che nessuno di questi potesse aver vinto la metà dei titoli dello Slam di Federer, no ?
Andiamo però solo a vedere le finali di Lendl al Master di fine anno o a Flushing Meadows !

17
il luminare è stato sempre disponibile, tranne alcuni periodi xchè essendo bloccato s’innervosiva, non riesce a conoscere gente nuova x strada, indipendentemente dalla veste (Guest) 23-11-2016 21:13

il discorso può essere giusto ma dopo la batosta di domenica gli conviene mantenere il livello alto anche contro murray

16
IMPERIALISM 23-11-2016 21:07

Questa dichiarazione da fastidio a me che sono un fan sfegatato di Nole, figuriamoci a chi lo detesta!
Queste sono solo barzellette per nascondere la verità che è inimagginabile a noi comuni mortali!

15
Almas (Guest) 23-11-2016 21:02

Ho avuto anchio qs sensazione ma non può essere una scusa per giustificare le sconfitte, se poi aggiungiamo problemi familiari e troppo clamore è normale che sia calata la motivazione. Al master con Nishi mi ha dato l impressione che stesse tornando poi un finale mi è sembrato inconsistente e deconcentrato, credo che l anno prossimo vedremo se ritornerà a giocare da Nole, visto che a differenza di Rara ha il fisico integro ed è molto più giovane di Roger, sarebbe un peccato perdere un protagonista così ancora potenzialmente vincente ancora per tanto tempo

14
Nadaliano 23-11-2016 20:36

Tutto vero, alla fine Murray ha portato qualcosa di già visto, che però un tempo non bastava per essere n°1.

13
veggente90 23-11-2016 19:52

N1 becker!

12
proio 23-11-2016 19:09

Strano ma vero: per una volta Becker ha detto una cosa sensata.

11
aldo (Guest) 23-11-2016 19:04

Ah ecco, perde perchè gli avversari non sono all’altezza del suo talento e del suo blasone…. ma va’ a scuà il mar

10
Much (Guest) 23-11-2016 18:47

Solito commento imbarazzante e offensivo di Becker. Dicendo delle ovvietà cerca di ottenere visibilità, ma probabilmente la verità è più complessa e personale. Novak ha avuto meno stimo dopo il Roland Garros, certo, ma poi si è distratto pure da solo. Più che umano, ovviamente, dopo quattro anni al comando …

9
Ken_Rosewall 23-11-2016 18:27

Per giustificare un finale di stagione deludente del suo assistito, la mente brillante di Becker mi offre un’ennesima occasione di disistima nei suoi confronti!
Bravo Boris! 😈

8
kawaversys65 (Guest) 23-11-2016 18:25

Il problema é che per rimanere al vertice per tanto tempo é necessario avere continue motivazioni e fisico al 100%.
Dopo 4 anni e passa al vertice é normale avere dei cali.Penso che Nole, dopo un pò di riposo da n. 2, tornerà ad avere nuovi stimoli per ritornare in vetta !!! Per adesso godiamioci Murray !!!!

7
donato (Guest) 23-11-2016 18:24

i numeri del 2014 e 2015 parlano chiaro
federer 7 vittorie
wawrinka 2 vittorie pesantissime in due slam
nadal 0
murray 1

pertanto a rigor di logica avrebbe dovuto menzionare fra i più pericolosi avversari l’altro svizzero
probabilmente il giudizio del coach sassone è stato condizionato dall’intera storia della loro rivalità

6
Bibi (Guest) 23-11-2016 18:02

Magari indelicato verso Andy, ma sotto sotto è una cosa che pensiamo tutti.

5
didiu (Guest) 23-11-2016 18:01

Djokovic l’anno scorso è stato senza avversari, principalmente per il fatto che Nadal e Murray hanno avuto una stagione estremamente negativa.

4
Roberto (Guest) 23-11-2016 18:01

Questa è la sacrosanta verità. M il dramma è che senza le motivazioni, manca la cattiveria giusta che fa passare ogni sconfitta in modo indolore..
Di questo passo si rischia il ritiro anticipato, anche perché né Roger né rafa torneranno più al loro livello..

3
giuly97top10 23-11-2016 17:58

Sincero come sempre, anche quando è scomodo. Boris anche da coach è un latrimonio per il tennis.

2
controcorrente (Guest) 23-11-2016 17:57

Certo non molto diplomatico, però è difficile dargli completamente torto. Nel mio piccolo, la sensazione che Murray per diventare n. 1 abbia avuto bisogno anche, se non soprattutto, del calo o dei problemi degli altri 3 l’ho avuta pure io!

1