Italiane Copertina, WTA

Classifica WTA Italiane: Roberta Vinci fuori dalla top ten. Sara Errani dalla top 30

12/09/2016 09:29 40 commenti
Roberta Vinci classe 1983, n.15 del mondo
Roberta Vinci classe 1983, n.15 del mondo

Questa la classifica di questa settimana delle italiane del ranking WTA.

Classifica Wta Entry System Singolo (12-09-2016)

15
Best: 7
-7
Roberta Vinci
ITA, 18-02-1983
2595
Punti
24
Tornei
36
Best: 5
-8
Sara Errani
ITA, 29-04-1987
1470
Punti
26
Tornei
77
Best: 30
-10
Camila Giorgi
ITA, 30-12-1991
860
Punti
23
Tornei
94
Best: 4
3
Francesca Schiavone
ITA, 23-06-1980
681
Punti
19
Tornei
147
Best: 33
-17
Karin Knapp
ITA, 28-06-1987
398
Punti
15
Tornei
264
Best: 264
43
Jessica Pieri
ITA, 24-04-1997
177
Punti
18
Tornei
272
Best: 213
--
0
Anastasia Grymalska
ITA, 12-07-1990
163
Punti
20
Tornei
275
Best: 253
-1
Martina Caregaro
ITA, 19-05-1992
162
Punti
26
Tornei
280
Best: 280
23
Jasmine Paolini
ITA, 04-01-1996
158
Punti
17
Tornei
318
Best: 318
5
Cristiana Ferrando
ITA, 10-08-1995
129
Punti
23
Tornei
358
Best: 358
40
Martina Di Giuseppe
ITA, 10-02-1991
103
Punti
25
Tornei
384
Best: 132
7
Corinna Dentoni
ITA, 30-07-1989
95
Punti
16
Tornei
388
Best: 336
196
Martina Trevisan
ITA, 03-11-1993
93
Punti
12
Tornei
396
Best: 214
6
Giulia Gatto-Monticone
ITA, 18-11-1987
91
Punti
15
Tornei
411
Best: 55
18
Alberta Brianti
ITA, 05-04-1980
85
Punti
23
Tornei
417
Best: 257
67
Claudia Giovine
ITA, 18-07-1990
83
Punti
16
Tornei
420
Best: 121
-58
Nastassja Burnett
ITA, 20-02-1992
82
Punti
16
Tornei
433
Best: 170
-11
Gioia Barbieri
ITA, 09-07-1991
78
Punti
12
Tornei
434
Best: 318
10
Angelica Moratelli
ITA, 17-08-1994
78
Punti
15
Tornei
450
Best: 319
-5
Alice Matteucci
ITA, 29-09-1995
73
Punti
21
Tornei
468
Best: 354
-35
Georgia Brescia
ITA, 08-02-1996
66
Punti
17
Tornei
516
Best: 516
58
Deborah Chiesa
ITA, 13-06-1996
56
Punti
16
Tornei
523
Best: 503
-16
Camilla Scala
ITA, 09-07-1994
55
Punti
15
Tornei
530
Best: 456
-8
Camilla Rosatello
ITA, 28-05-1995
53
Punti
12
Tornei
576
Best: 462
-3
Bianca Turati
ITA, 17-06-1997
43
Punti
13
Tornei
588
Best: 361
22
Alice Balducci
ITA, 11-09-1986
42
Punti
15
Tornei
612
Best: 612
23
Martina Colmegna
ITA, 10-12-1996
37
Punti
11
Tornei
625
Best: 219
-2
Anna Remondina
ITA, 01-06-1989
36
Punti
15
Tornei
694
Best: 405
53
Alice Savoretti
ITA, 17-06-1992
27
Punti
12
Tornei
695
Best: 540
2
Martina Spigarelli
ITA, 12-05-1992
27
Punti
13
Tornei
718
Best: 718
184
Lucia Bronzetti
ITA, 10-12-1998
24
Punti
7
Tornei
722
Best: 675
--
0
Federica Arcidiacono
ITA, 14-04-1993
24
Punti
14
Tornei
787
Best: 747
3
Miriana Tona
ITA, 09-01-1995
19
Punti
13
Tornei
802
Best: 802
54
Giorgia Marchetti
ITA, 21-01-1995
18
Punti
7
Tornei
818
Best: 467
-34
Stefania Rubini
ITA, 05-12-1992
17
Punti
5
Tornei
835
Best: 818
--
0
Federica Bilardo
ITA, 06-07-1999
16
Punti
5
Tornei
844
Best: 824
-20
Anna Turati
ITA, 17-06-1997
16
Punti
8
Tornei
859
Best: 859
146
Natasha Piludu
ITA, 08-06-1995
15
Punti
7
Tornei
862
Best: 837
2
Lucrezia Stefanini
ITA, 15-05-1998
15
Punti
9
Tornei
882
Best: 871
4
Federica Prati
ITA, 03-01-1996
14
Punti
9
Tornei
888
Best: 855
30
Claudia Coppola
ITA, 04-12-1994
13
Punti
9
Tornei
909
Best: 294
-77
Gaia Sanesi
ITA, 01-04-1992
12
Punti
8
Tornei
965
Best: 938
5
Beatrice Torelli
ITA, 04-09-1997
10
Punti
4
Tornei
978
Best: 978
29
Marianna Natali
ITA, 20-06-1991
10
Punti
8
Tornei
993
Best: 793
-4
Tatiana Pieri
ITA, 29-03-1999
9
Punti
3
Tornei
1020
Best: 1016
-4
Alessandra Gisonna
ITA, 24-08-1996
9
Punti
9
Tornei
1035
Best: 401
--
0
Valentine Confalonieri
ITA, 27-04-1992
8
Punti
4
Tornei
1038
Best: 808
30
Beatrice Lombardo
ITA, 15-02-1996
8
Punti
5
Tornei
1070
Best: 1070
34
Verena Meliss
ITA, 21-07-1997
7
Punti
6
Tornei
1070
Best: 999
83
Anna Procacci
ITA, 26-02-1997
7
Punti
6
Tornei
1107
Best: 1103
-3
Maria Masini
ITA, 28-01-1994
6
Punti
5
Tornei
1107
Best: 994
27
Francesca Sella
ITA, 23-03-1994
6
Punti
5
Tornei
1118
Best: 951
-36
Jasmin Ladurner
ITA, 14-06-1991
6
Punti
6
Tornei
1128
Best: 666
-3
Giulia Pairone
ITA, 21-01-1996
5
Punti
3
Tornei
1170
Best: 308
11
Federica Di Sarra
ITA, 16-05-1990
4
Punti
3
Tornei
1196
Best: 722
-43
Verena Hofer
ITA, 02-09-1997
4
Punti
4
Tornei
1239
Best: 858
7
Francesca Fusinato
ITA, 17-06-1994
3
Punti
3
Tornei
1239
Best: 837
-34
Ludmilla Samsonova
ITA, 11-11-1998
3
Punti
3
Tornei

TAG: , , ,

40 commenti. Lasciane uno!

cercasifuturiroger (Guest) 13-09-2016 00:16

Scritto da Marcus91

Scritto da tommaso

Scritto da Marcus91

Scritto da Carl

Scritto da tommaso
Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50″.
Contenti loro…

Vista la rielezione certa di Binaghi, almeno per il prossimo ciclo Olimpico, le possibilità di riconciliazione sono meno che nulle.
Il problema non è certo la disputa contrattuale, che comunque si risolve con una sentenza o un compromesso, e si dimentica.
Il problema sono le dichiarazioni ufficiali dei dirigenti FIT, e quelle non si sanano in nessun modo, non si possono dimenticare.
Unico spiraglio di soluzione fantatennistica è che Flavia Penetta diventi capitana di Fed Cup, e come la sua omologa Mauresmo si erga a difesa delle tenniste, inclusa la Giorgi, anche in opposizione con la federazione: con una Pennetta a fare da schermo frapponendosi tra FIT e Giorgi un rientro in Fed Cup non sarebbe impossibile.
Ma è tutta fantasia, nella realtà io già vedo unica rappresentante italiana a Tokyo la Schiavone, in quanto mi sembra più facile che Francesca tra 4 anni sia ancora tra le prime 200 piuttosto che qualsiasi altra italiana possa essere tra le prime 56, nel caso specifico della Giorgi anche ammesso e non concesso che possa essere in quel range non sarà eleggibile non avendo le partecipazioni in Fed Cup richieste.

Ricordo che la separazione è stata consensuale e le dichiarazioni, alcune non proprio diplomatiche, sono venute dopo. Inoltre la Giorgi non è così “felice di giocare in Fed, quindi sono discorsi vani…
Per rispondere a Tommaso quando la Giorgi stava sotto la Fit era in top 50 da quando ha rotto tutti i raporti con la Federazione è uscita fino al 77 WTA.
E io non sono un estimatore di Binaghi & Co.

Quando la Giorgi NON STAVA sotto la Fit ha fatto ottavi a Wimbledon. In campo ci vanno i giocatori, non i dirigenti.

E’ stato un exploit, sotto la Fit era molto più regolare e intorno alla top 30/40…

Aveva fatto ottavi anche a US Open 2013, poi vabbè c’è gente che non può fare a meno di idolatrare Binaghi.

40
tinapica (Guest) 12-09-2016 23:39

@ andreandre (#1692727)

Esimia tessera n.1 della curva Vinci, dissento…Che ci importa (arrogante come sono mi esprimo anche per lei…) delle finali a o b? Importa che (prenda esempio da Federer) guarisca bene e non esca dalle teste di serie dei quattro tornei maggiori per una ultima stagione degna della campionessa che è. Il mio sogno è a Church Rd…se ci arriva con la forma fisica di Flushing Meadows 2015…nulla è precluso ;o)

39
Carl 12-09-2016 21:04

Guardo sempre con attenzione e curiosità anche l’ELO rating, specie dopo un momento importante come l’ultimo slam dell’anno.
Come dovrebbe essere noto, il rating ELO tiene conto del valore della avversarie per pesare i risultati, e mentre il ranking WTA dà la fotografia della storia, il rating ELO è utile per formulare pronostici su partite futura, la differenza di rating ELO è molto più puntuale che non quella di ranking, che per i pronostici come noto vale quasi niente.

Fatta questa precisazione, inutile per i più attenti, la situazione odierna dell’ELO per le italiane è la seguente:

https:. //tenniseloranking.blogspot.it/2016/09/womens-elo-rankings-12092016.html

29 Roberta Vinci 1587 rating ELO 6 posizioni guadagnate 28 rating guadagnato
43 Sara Errani 1543 -5 -12
57 Camila Giorgi 1525 -7 -7
77 Karin Knapp 1501 -6 -9
115 F. Schiavone 1468 -3 -5

A titolo di raffronto:

1 Serena Williams 1873 0 6
2 Angie Kerber 1810 1 36
..
96 L. Arruabarrena 1486 -15 -10
..
129 AK Schmiedlova 1452 -3 -7
..
162 Olga Govortsova 1398 0 0 (ultima presa in considerazione)

Ci sono quasi 300 punti tra la #1 e la nostra migliore, solo 86 tra Vinci e Knapp.

Il metodo non è perfetto, ma assolutamente imparziale ed utile per i pronostici, le differenze di rating si traducono direttamente in probabilità di vincita nello scontro diretto, di solito molto prossime alle quote iniziali dei bookmakers.
Oggi la vittoria Kerber vs Vinci verrebbe data al 78%, Errani vs Giorgi 53%, Schiavone vs Govorstova 60%

38
Marcus91 12-09-2016 20:51

Scritto da tommaso

Scritto da Marcus91

Scritto da Carl

Scritto da tommaso
Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50″.
Contenti loro…

Vista la rielezione certa di Binaghi, almeno per il prossimo ciclo Olimpico, le possibilità di riconciliazione sono meno che nulle.
Il problema non è certo la disputa contrattuale, che comunque si risolve con una sentenza o un compromesso, e si dimentica.
Il problema sono le dichiarazioni ufficiali dei dirigenti FIT, e quelle non si sanano in nessun modo, non si possono dimenticare.
Unico spiraglio di soluzione fantatennistica è che Flavia Penetta diventi capitana di Fed Cup, e come la sua omologa Mauresmo si erga a difesa delle tenniste, inclusa la Giorgi, anche in opposizione con la federazione: con una Pennetta a fare da schermo frapponendosi tra FIT e Giorgi un rientro in Fed Cup non sarebbe impossibile.
Ma è tutta fantasia, nella realtà io già vedo unica rappresentante italiana a Tokyo la Schiavone, in quanto mi sembra più facile che Francesca tra 4 anni sia ancora tra le prime 200 piuttosto che qualsiasi altra italiana possa essere tra le prime 56, nel caso specifico della Giorgi anche ammesso e non concesso che possa essere in quel range non sarà eleggibile non avendo le partecipazioni in Fed Cup richieste.

Ricordo che la separazione è stata consensuale e le dichiarazioni, alcune non proprio diplomatiche, sono venute dopo. Inoltre la Giorgi non è così “felice di giocare in Fed, quindi sono discorsi vani…
Per rispondere a Tommaso quando la Giorgi stava sotto la Fit era in top 50 da quando ha rotto tutti i raporti con la Federazione è uscita fino al 77 WTA.
E io non sono un estimatore di Binaghi & Co.

Quando la Giorgi NON STAVA sotto la Fit ha fatto ottavi a Wimbledon. In campo ci vanno i giocatori, non i dirigenti.

E’ stato un exploit, sotto la Fit era molto più regolare e intorno alla top 30/40…

37
Marcus91 12-09-2016 20:50

Scritto da carlo

Scritto da Marcus91

Scritto da Carl

Scritto da tommaso
Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50″.
Contenti loro…

Vista la rielezione certa di Binaghi, almeno per il prossimo ciclo Olimpico, le possibilità di riconciliazione sono meno che nulle.
Il problema non è certo la disputa contrattuale, che comunque si risolve con una sentenza o un compromesso, e si dimentica.
Il problema sono le dichiarazioni ufficiali dei dirigenti FIT, e quelle non si sanano in nessun modo, non si possono dimenticare.
Unico spiraglio di soluzione fantatennistica è che Flavia Penetta diventi capitana di Fed Cup, e come la sua omologa Mauresmo si erga a difesa delle tenniste, inclusa la Giorgi, anche in opposizione con la federazione: con una Pennetta a fare da schermo frapponendosi tra FIT e Giorgi un rientro in Fed Cup non sarebbe impossibile.
Ma è tutta fantasia, nella realtà io già vedo unica rappresentante italiana a Tokyo la Schiavone, in quanto mi sembra più facile che Francesca tra 4 anni sia ancora tra le prime 200 piuttosto che qualsiasi altra italiana possa essere tra le prime 56, nel caso specifico della Giorgi anche ammesso e non concesso che possa essere in quel range non sarà eleggibile non avendo le partecipazioni in Fed Cup richieste.

Ricordo che la separazione è stata consensuale e le dichiarazioni, alcune non proprio diplomatiche, sono venute dopo. Inoltre la Giorgi non è così “felice di giocare in Fed, quindi sono discorsi vani…
Per rispondere a Tommaso quando la Giorgi stava sotto la Fit era in top 50 da quando ha rotto tutti i raporti con la Federazione è uscita fino al 77 WTA.
E io non sono un estimatore di Binaghi & Co.

Consensuale? In che film?
C’è una causa in corso. Una separazione consensuale, se sai cosa vuol dire, comporta che non c’è nessuna pendenza o recriminazione reciproca, si mantiene il “good standing”, con una separazione “consensuale” ci si lascia in buoni rapporti con una stretta di mano.
C’è stata, ma lo sanno anche i sassi, una rescissione unilaterale da parte della Giorgi che la FIT non ha ritenuto valida e quindi la accusa di inadempienza contrattuale.
Tocca ora ai giudici stabilire chi ha ragione o torto.
Le dichiarazioni platealmente offensive (usiamo i termini giusti e non l’ipocrisia) sono ancora più gravi proprio perchè avvenute dopo ed assolutamente gratuite.

hai ragione, errore mio, ciò che mi hai fatto presente, peggiora e non di poco la situazione dei Giorgi, hanno loro rotto il rapporto ed allora ci vuole per una “riappacificazione” (se così la si vuol chiamare) chiedere scusa e volare basso senza proclami e dichiarazioni allucinanti…
Le dichiarazioni successive sono state eccessive ma assolutamente non gratuite, e la FIT, nel caso specifico, ha ragione (e mi duole doverlo dire, visto come stanno gestendo il tennis italiano 😯 )
Ti mettono a disposizione strutture, coach, sembrarebbe anche una bella dosa di soldi e te, burattina gestita dal padre, ti incazzi per una convocazione in FED??? Un po di rispetto penso sia dovuto…

36
tommaso (Guest) 12-09-2016 19:29

Scritto da Marcus91

Scritto da Carl

Scritto da tommaso
Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50″.
Contenti loro…

Vista la rielezione certa di Binaghi, almeno per il prossimo ciclo Olimpico, le possibilità di riconciliazione sono meno che nulle.
Il problema non è certo la disputa contrattuale, che comunque si risolve con una sentenza o un compromesso, e si dimentica.
Il problema sono le dichiarazioni ufficiali dei dirigenti FIT, e quelle non si sanano in nessun modo, non si possono dimenticare.
Unico spiraglio di soluzione fantatennistica è che Flavia Penetta diventi capitana di Fed Cup, e come la sua omologa Mauresmo si erga a difesa delle tenniste, inclusa la Giorgi, anche in opposizione con la federazione: con una Pennetta a fare da schermo frapponendosi tra FIT e Giorgi un rientro in Fed Cup non sarebbe impossibile.
Ma è tutta fantasia, nella realtà io già vedo unica rappresentante italiana a Tokyo la Schiavone, in quanto mi sembra più facile che Francesca tra 4 anni sia ancora tra le prime 200 piuttosto che qualsiasi altra italiana possa essere tra le prime 56, nel caso specifico della Giorgi anche ammesso e non concesso che possa essere in quel range non sarà eleggibile non avendo le partecipazioni in Fed Cup richieste.

Ricordo che la separazione è stata consensuale e le dichiarazioni, alcune non proprio diplomatiche, sono venute dopo. Inoltre la Giorgi non è così “felice di giocare in Fed, quindi sono discorsi vani…
Per rispondere a Tommaso quando la Giorgi stava sotto la Fit era in top 50 da quando ha rotto tutti i raporti con la Federazione è uscita fino al 77 WTA.
E io non sono un estimatore di Binaghi & Co.

Quando la Giorgi NON STAVA sotto la Fit ha fatto ottavi a Wimbledon. In campo ci vanno i giocatori, non i dirigenti.

35
vecchiogiovi (Guest) 12-09-2016 19:26

Scritto da zap
Lo so che sin qui ha deluso le aspettative, ma la Giorgi è l’unica ad avere un potenziale da esprimere e poter diventare la nostra migliore rappresentante. Mi auguro che per il bene di tutti il dissidio con la FIT si ricomponga.

la FIT farebbe bene a lasciar tranquille le giocatrici, le persone intelligenti sanno prevenire certe situazioni, se la situazione incresciosa si è creata significa che qualcuno (in FIT) dormiva (e intanto intascava comunque soldi).
Camila è un prospetto ancora interessante e per nulla “scaduto”, ma deve darsi una mossa, più aspetta e più peggiora la sua prospettiva. Dovrebbe ormai avere i soldi per aprire un ristorantino specialità asado per il padre e una sartoria per bambole per la madre, coi restanti che si prenda una guida, tra un po’ Francesco Cinà sarà libero, purtroppo ….

34
carlo (Guest) 12-09-2016 16:47

Scritto da Marcus91

Scritto da Carl

Scritto da tommaso
Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50″.
Contenti loro…

Vista la rielezione certa di Binaghi, almeno per il prossimo ciclo Olimpico, le possibilità di riconciliazione sono meno che nulle.
Il problema non è certo la disputa contrattuale, che comunque si risolve con una sentenza o un compromesso, e si dimentica.
Il problema sono le dichiarazioni ufficiali dei dirigenti FIT, e quelle non si sanano in nessun modo, non si possono dimenticare.
Unico spiraglio di soluzione fantatennistica è che Flavia Penetta diventi capitana di Fed Cup, e come la sua omologa Mauresmo si erga a difesa delle tenniste, inclusa la Giorgi, anche in opposizione con la federazione: con una Pennetta a fare da schermo frapponendosi tra FIT e Giorgi un rientro in Fed Cup non sarebbe impossibile.
Ma è tutta fantasia, nella realtà io già vedo unica rappresentante italiana a Tokyo la Schiavone, in quanto mi sembra più facile che Francesca tra 4 anni sia ancora tra le prime 200 piuttosto che qualsiasi altra italiana possa essere tra le prime 56, nel caso specifico della Giorgi anche ammesso e non concesso che possa essere in quel range non sarà eleggibile non avendo le partecipazioni in Fed Cup richieste.

Ricordo che la separazione è stata consensuale e le dichiarazioni, alcune non proprio diplomatiche, sono venute dopo. Inoltre la Giorgi non è così “felice di giocare in Fed, quindi sono discorsi vani…
Per rispondere a Tommaso quando la Giorgi stava sotto la Fit era in top 50 da quando ha rotto tutti i raporti con la Federazione è uscita fino al 77 WTA.
E io non sono un estimatore di Binaghi & Co.

Consensuale? In che film?
C’è una causa in corso. Una separazione consensuale, se sai cosa vuol dire, comporta che non c’è nessuna pendenza o recriminazione reciproca, si mantiene il “good standing”, con una separazione “consensuale” ci si lascia in buoni rapporti con una stretta di mano.

C’è stata, ma lo sanno anche i sassi, una rescissione unilaterale da parte della Giorgi che la FIT non ha ritenuto valida e quindi la accusa di inadempienza contrattuale.

Tocca ora ai giudici stabilire chi ha ragione o torto.
Le dichiarazioni platealmente offensive (usiamo i termini giusti e non l’ipocrisia) sono ancora più gravi proprio perchè avvenute dopo ed assolutamente gratuite.

33
Maxi (Guest) 12-09-2016 16:28

Scritto da Fabblack
@ Maxi (#1692804)
Forse non lo sai, ma anche da retrocessi, un confronto di Fed Cup si può vincerlo.
Sarà di serie B, ma ci sarà.

Io intendevo il trofeo.

Mi sembra molto prevenuto dire che non possiamo vincere un confronto schierando Errani, Knapp. Grimalska e Pieri. Ok partiremmo da sfavoriti, ma da qui a dire che non possiamo vincere (in senso assoluto) mi sembra molto offensivo verso le nostre tenniste.

32
gbuttit 12-09-2016 15:59

Scritto da tommaso
Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50″.
Contenti loro…

Chi sarebbe la top50?
Forse volevi dire top80… e di questo passo fra non molto top100…

31
Marcus91 12-09-2016 15:39

Scritto da Carl

Scritto da tommaso
Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50″.
Contenti loro…

Vista la rielezione certa di Binaghi, almeno per il prossimo ciclo Olimpico, le possibilità di riconciliazione sono meno che nulle.
Il problema non è certo la disputa contrattuale, che comunque si risolve con una sentenza o un compromesso, e si dimentica.
Il problema sono le dichiarazioni ufficiali dei dirigenti FIT, e quelle non si sanano in nessun modo, non si possono dimenticare.
Unico spiraglio di soluzione fantatennistica è che Flavia Penetta diventi capitana di Fed Cup, e come la sua omologa Mauresmo si erga a difesa delle tenniste, inclusa la Giorgi, anche in opposizione con la federazione: con una Pennetta a fare da schermo frapponendosi tra FIT e Giorgi un rientro in Fed Cup non sarebbe impossibile.
Ma è tutta fantasia, nella realtà io già vedo unica rappresentante italiana a Tokyo la Schiavone, in quanto mi sembra più facile che Francesca tra 4 anni sia ancora tra le prime 200 piuttosto che qualsiasi altra italiana possa essere tra le prime 56, nel caso specifico della Giorgi anche ammesso e non concesso che possa essere in quel range non sarà eleggibile non avendo le partecipazioni in Fed Cup richieste.

Ricordo che la separazione è stata consensuale e le dichiarazioni, alcune non proprio diplomatiche, sono venute dopo. Inoltre la Giorgi non è così “felice di giocare in Fed, quindi sono discorsi vani…
Per rispondere a Tommaso quando la Giorgi stava sotto la Fit era in top 50 da quando ha rotto tutti i raporti con la Federazione è uscita fino al 77 WTA.
E io non sono un estimatore di Binaghi & Co.

30
groucho1971 (Guest) 12-09-2016 15:36

@ Phoedrus (#1692779)

ottima vista…speriamo in lei allora.

29
Fabblack 12-09-2016 15:36

@ Maxi (#1692804)

Forse non lo sai, ma anche da retrocessi, un confronto di Fed Cup si può vincerlo.
Sarà di serie B, ma ci sarà.

28
Maxi (Guest) 12-09-2016 15:04

Scritto da Fabblack
@ Maxi (#1692579)
E questo ti autorizzerebbe a sperare di vincerlo?

Intanto il prossimo anno anche volendo non potremmo vincerlo.
Comunque che altro possiamo fare?
E’ vero che c’è anche Roberta, così rispondo anche a giage1996, non l’ho dimenticata, però intanto dobbiamo sapere qualcosa delle sue condizioni fisiche e adesso, non penso sarebbe convocata.

27
Piw (Guest) 12-09-2016 14:37

Anche io la penso come la fit, meglio le nostre pieri e paolini,che una top 100 ex top 50,con padre annesso.

26
Phoedrus (Guest) 12-09-2016 14:31

Scritto da groucho1971
avete notato che NESSUNA delle ragazze ha il best ranking?

Pieri si’.

25
Carl 12-09-2016 14:26

Scritto da andreandre

Scritto da Fabiofogna
E alla fine l’unica che guadagna posizioni tra le “esperte” è la Schiavone… e voi le consigliate il ritiro…

non vuol dire niente, una settimana guadagni, la settimana dopo perdi posizioni. Quello che conta è la posizione in sè (meglio perdere 5 posizioni mentre sei nella top 30 o guadagnare posizioni mentre sei nella fascia 80-90)?

Le posizioni sono, per definizione, relative, quello che conta sono i punti.

24
Carl 12-09-2016 14:26

Scritto da tommaso
Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50″.
Contenti loro…

Vista la rielezione certa di Binaghi, almeno per il prossimo ciclo Olimpico, le possibilità di riconciliazione sono meno che nulle.

Il problema non è certo la disputa contrattuale, che comunque si risolve con una sentenza o un compromesso, e si dimentica.
Il problema sono le dichiarazioni ufficiali dei dirigenti FIT, e quelle non si sanano in nessun modo, non si possono dimenticare.

Unico spiraglio di soluzione fantatennistica è che Flavia Penetta diventi capitana di Fed Cup, e come la sua omologa Mauresmo si erga a difesa delle tenniste, inclusa la Giorgi, anche in opposizione con la federazione: con una Pennetta a fare da schermo frapponendosi tra FIT e Giorgi un rientro in Fed Cup non sarebbe impossibile.

Ma è tutta fantasia, nella realtà io già vedo unica rappresentante italiana a Tokyo la Schiavone, in quanto mi sembra più facile che Francesca tra 4 anni sia ancora tra le prime 200 piuttosto che qualsiasi altra italiana possa essere tra le prime 56, nel caso specifico della Giorgi anche ammesso e non concesso che possa essere in quel range non sarà eleggibile non avendo le partecipazioni in Fed Cup richieste.

23
Pat Cash (Guest) 12-09-2016 14:23

Scritto da groucho1971
avete notato che NESSUNA delle ragazze ha il best ranking?

Nessuna (fra le 1000) a parte Pieri, Paolini, Ferrando, Di Giuseppe, Chiesa, Colmegna, Bronzetti, Marchetti, Piludu e Natali 🙄

22
andreandre 12-09-2016 14:10

Scritto da Fabiofogna
E alla fine l’unica che guadagna posizioni tra le “esperte” è la Schiavone… e voi le consigliate il ritiro…

non vuol dire niente, una settimana guadagni, la settimana dopo perdi posizioni. Quello che conta è la posizione in sè (meglio perdere 5 posizioni mentre sei nella top 30 o guadagnare posizioni mentre sei nella fascia 80-90)?

21
tommaso (Guest) 12-09-2016 13:54

Non credo che il dissidio possa ricomporsi perché in federazione, mi dicono, c’è chi preferisce “il nulla a una top50”.

Contenti loro…

20
fabious (Guest) 12-09-2016 13:47

Solo Roby e Sara mantengono un buon livello, delle altre non parlo x me non hanno prospettive, tra le giovani qualcosa si muove ma non faccio nomi x evitare di menare gramo.

19
groucho1971 (Guest) 12-09-2016 13:39

avete notato che NESSUNA delle ragazze ha il best ranking?

18
andreandre 12-09-2016 13:36

Prevedibile l’uscita dalla top 10 di Roberta..ma comunque chiuderebbe l’anno in top 20 sarebbe un ottimo risultato. L’obiettivo ora è guarire in fretta e qualificarsi almeno per il Master B.Matematicamente ci sarebbero residue speranze per qualificarsi al Master di Singapore, ma il distacco dall’ottava nella classifica Race è di quasi 900 punti

17
zap (Guest) 12-09-2016 13:31

Lo so che sin qui ha deluso le aspettative, ma la Giorgi è l’unica ad avere un potenziale da esprimere e poter diventare la nostra migliore rappresentante. Mi auguro che per il bene di tutti il dissidio con la FIT si ricomponga.

16
Fabiofogna 12-09-2016 13:21

E alla fine l’unica che guadagna posizioni tra le “esperte” è la Schiavone… e voi le consigliate il ritiro…

15
Vitriol (Guest) 12-09-2016 13:06

Errani risucchiata nel gruppo delle comprimarie-

14
Carl 12-09-2016 13:02

Scritto da Fabblack
@ Maxi (#1692579)
E questo ti autorizzerebbe a sperare di vincerlo?

Se si agisse con buon senso e visione a lungo termine (lo so, ho detto una bestialità..) non ci si dovrebbe preoccupare di vincere domani, ma di costruire una squadra per il futuro.

Ed in questa ottica è corretto tenere ancora in squadra Errani e Knapp, sbagliatissimo richiamare la Schiavone, per gli altri due posti solo nate dal 92 in poi, Pieri, Caregaro, Paolini o chi si dimostra più in crescita.

Le varie Grimalska, Gatto-Monticone, Dentoni, Di Giuseppe, Giovine non hanno significativi meriti passati, non sono al presente competitive, ma soprattutto non hanno nessuna prospettiva futura, per carità degnissime professioniste che si toglieranno ancora tante soddisfazioni e ne daranno a noi, ma in ottica di squadra nazionale non sono da prendere in considerazione.

13
gianni (Guest) 12-09-2016 12:57

Sinceramente nutrivo molte aspettative su Camila Giorgi, purtroppo sono state disattese. Spero che possa riprendersi e disputare un gran 2017, ma attualmente è una promessa mancata del tennis italiano. Attualmente sia tennisticamente e soprattutto caratterialmente non può competere con le top 20. Camila gioca con il contagocce e la continuità si acquisisce giocando il più possibile, vedi Kerber o Pliskova.

12
drummer 12-09-2016 12:41

Da segnalare anche il gran balzo in avanti della bronzetti

11
Fabblack 12-09-2016 12:04

@ Maxi (#1692579)

Per la verità, nella race Grymalska è ancora davanti alla Pieri di 12 punti, 14 posizioni, 249-263.

10
Gius (Guest) 12-09-2016 11:42

Roberta Vinci se il fisico la sorregge puo’ ancora fare un altro anno a grande livello vista la sua qualita’ x le altre la vedo dura ,a livello qualitativo c’e’ il nulla. Nei maschi va ancora peggio visto che i nostri vecchietti sono sempre quelli che esprimono il miglior tennis(Fognini se avesse avuto la testa di Lorenzi sarebbe stato min da primi 10).

9
fabio (Guest) 12-09-2016 11:22

Normale la Errani ormai è mentalmente fuori dal circuito ,la Vinci è in evidente declino soprattutto fisico,entrAMBE dovrebbero riflettere se continuare o meno

8
biglebowsky (Guest) 12-09-2016 11:00

quindi per ricapitolare:

vinci fuori dalle top 10
errani fuori dalle top 30
giorgi fuori dalle top 50
knapp fuori dalle top 100
la migliore under 23 fuori dalle top 250

un momentaccio!

7
giage1996 12-09-2016 10:46

Scritto da Maxi
Per Roberta adesso + che la classifica, è importante riprendersi fisicamente, per Sara mentalmente.
Incoraggiante vedere Pieri N° 6 italiana, immagino che se ci fosse un impegno di fed cup adesso, le convocate sarebbero Sara, Francesca (forse), Karin, e Pieri appunto.

E la vinci?

6
MD (Guest) 12-09-2016 10:34

Mi spiace sparare sulla Croce Rossa ma il disastro Giorgi, prevedibile e inevitabile, si sta realizzando.
Siamo tutti maggiorenni, ognuno prende le proprie decisioni.
Ma io davvero continuo a non capire.

5
Fabblack 12-09-2016 10:08

@ Maxi (#1692579)

E questo ti autorizzerebbe a sperare di vincerlo?

4
Agostino (Guest) 12-09-2016 10:02

interessante la Pieri…dai cosi

3
Tiepolo (Guest) 12-09-2016 09:59

anche qualche anno fa la Vinci era 15 del mondo, ma non era la prima italiana, era la quarta…. (dietro Schiavone, Errani e Pennetta)

2
Maxi (Guest) 12-09-2016 09:43

Per Roberta adesso + che la classifica, è importante riprendersi fisicamente, per Sara mentalmente.
Incoraggiante vedere Pieri N° 6 italiana, immagino che se ci fosse un impegno di fed cup adesso, le convocate sarebbero Sara, Francesca (forse), Karin, e Pieri appunto.

1