Wimbledon 2016 ATP, Copertina, WTA

Wimbledon in rosa: sarà un affare di famiglia? (con i video di giornata)

05/07/2016 22:16 2 commenti
Serena Williams classe 1981, n.1 del mondo
Serena Williams classe 1981, n.1 del mondo

Quarti di finale completati nel tabellone femminile con una situazione che si sta delineando in maniera decisa e che mantiene vivi i connotati dell’amarcord: in questa nona giornata prevalentemente in rosa (nel singolare maschile solo Berdych è sceso nuovamente in campo e ha conquistato i quarti di finale con Pouille a discapito del connazionale Vesely), le sorelle Williams hanno dichiarato in maniera convinta e convincente al mondo che vogliono l’ennesima finale tutta in famiglia delle loro scintillanti carriere, un atto conclusivo fra sorelle che non capita da diversi anni, per loro troppi.

Gli accoppiamenti delle semi mantiene intatto il loro sogno ma le avversarie sono pronte a tutto pur di impedire questo scenario: nel frattempo le due sorelle viaggiano spedite e sembrano salire di condizione. Serena ha spazzato via senza incontrare particolari resistenze la russa Pavlyuchenkova: un duplice 6/4 con Anastasia tornata a ottimi livelli e che è sembrata appagata nell’incontro odierno. Sulla strada di Serena ci sarà adesso ancora una russa: Elena Vesnina fa un altro passo nel suo incredibile Wimbledon superando una spenta Cibulkova in maniera rapida e indolore, con la slovacca probabilmente distratta dall’imminente matrimonio previsto per questo sabato. O forse ha vinto la stanchezza dopo il match maratona contro la Radwanska.

Venus dal canto suo ha invece dovuto lottare maggiormente per regolare la kazaka Shvedova, una che sull’erba ci sa giocare eccome: soprattutto nel primo set Venus ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per recuperare un break e vincere un tie break giocato punto a punto. Per lei resta intatto il sogno di tornare a vincere una prova del Grande Slam proprio nel torneo che le ha dato maggiori soddisfazioni e che oggi le regala la nona semifinale londinese.

A contenderle la gloria sportiva ci sarà la tedesca Kerber, una che agli Australian Open ha fatto già piangere la sorellona: la teutonica aveva l’ostacolo più difficile in questa giornata, la rumena Simona Halep. Angelique l’ha spuntata in due set ma i parziali tirati hanno evidenziato un sostanziale equilibrio in campo. Anno magico per la Kerber che dopo il primo successo Slam della carriera colto a Melbourne vuole assolutamente ripetersi, scombinando i piani di casa Williams.


Alessandro Orecchio


TAG: ,

2 commenti

Luis (Guest) 06-07-2016 14:12

@ Roberto (#1637152)

Ma che dici? Roberta ha vinto contro Serena una volta solo perché la Williams ha giocato male. Le due sorelle hanno fatto la storia del tennis. In particolare Serena ha dominato come mai nessuna in precedenza. Venus invece solo per via della malattia si è limitata a vincere il triplo degli slams vinti da tutte le nostre tenniste messe insieme. Trai le conclusioni… Se poi sei un super tifoso di Roberta guardati la posizione che occupa nella race che poi è quella in cui ha passato buona parte della sua carriera escludendo l’irripetibile exploit della finale slam.

2
Roberto (Guest) 06-07-2016 08:28

Con tutto il bene che si vuole alle sorellone una finale in famiglia sarebbe una sconfitta x il tennis..15 anni in cui si è livellati verso il basso..dove le ultime vere avversarie erano le belghe henin e cljsters. Il resto onestamente mi sembra molto noioso e omologato. Magari ci fossero più giocatrici in stile roberta vinci!

1

Lascia un commento