Wimbledon 2016 - Day 2 ATP, Copertina, WTA

Wimbledon: la pioggia, il tetto che si chiude e tanti campioni (con i video di giornata)

29/06/2016 00:15 3 commenti
Andy Murray classe 1987, n.2 del mondo
Andy Murray classe 1987, n.2 del mondo

Giornata di pioggia, programma rivoluzionato, molte partite rinviate a domani e un tetto che si chiude e permette ai migliori impegnati sul centrale di portare a termine i propri impegni: benvenuti a Wimbledon si potrebbe più semplicemente dire e forse la magia di questo torneo, il più prestigioso di un intero calendario, è racchiusa proprio in questa puntuale imprevedibilità.

È stata una giornata dove top player e candidati alla corona sono scesi in campo e sebbene molti incontri non si siano conclusi, sono stati lanciati significativi segnali: Serena Williams a Londra proverà a dimenticare le ultime finali Slam perse e oggi ha messo in piedi il primo mattoncino del proprio progetto regolando in due set la svizzera Sadikovic. Una Serena in rodaggio, che dovrà migliorare il proprio tennis e salire necessariamente di condizione se vorrà fare strada. Dopo di lei è andato in scena il derby britannico e il già campione Murray ha superato l’inesperto Liam Braody in 3 rapidi set. Sempre sul centrale è uscita la sempre più in crisi Wozniacki, superata in 2 dalla russa Kuznetsova: dov’è finita la regina di un tempo Caroline?

Sul numero 1 Stan Wawrinka ha vinto in 4 contro il campione di domani Taylor Fritz: il giovane americano farà strada e anche Stan the man se n’è accorto…bastava un passo falso nel quarto set e la partita poteva finire con un grandissimo risultato a sorpresa. Kyrgios ha vinto la battaglia generazionale contro il ceco Stepanek, vivendo un solo passaggio a vuoto nel terzo set perso al tie break. Fra gli altri, il più bel rovescio del circuito, quello del francese Gasquet, ha superato in 3 set facili il britannico Bedene, la nostra Vinci ha faticato ma rimontato l’americana Riske, Tsonga dissipato alcuni dubbi sul suo stato di salute battendo in 3 lo spagnolo Cervantes, con la piacevole sorpresa Del Potro che ha vinto in 3 contro il francese Robert. Nel caso dell’argentino a sorprendere non è certo la vittoria contro il meno quotato avversario ma il modo in cui sia stata conseguita, con una sicurezza e forza fisica che tutti ci auguravamo.

Se Berdych non ha concluso il suo incontro contro il croato Dodig, la slovacca Cibulkova recente vittoriosa sull’erba inglese ha sconfitto in 2 una coriacea Luci Baroni; sorridono anche l’aussie Millman (in 5 contro Montanes), la Siniakova (in 2 contro la Parmentier), il portoghese Sousa in 5 sul russo Tursunov, la francese Garcia contro la turca Buyukakcay, il serbo Troicki, l’argentino Monaco, la Vandeweghe (attenzione alla statunitense), lo spagnolo Feli Lopez e l’ungherese Babos, mentre escono malamente il canadese Pospisil (battuto dallo spagnolo Ramos Vinolas), la belga Van Uytavanck spazzata via dalla britannica Moore, gli aussie Saville (sconfitto da Novikov) e Thompson (in 3 contro Bautista Agut) e l’austriaca Paszek (contro la Vesnina) un tempo splendida protagonista su questi stessi campi.

Partita del giorno non può che essere il 10/8 al quinto che è servito a Paire per superare il croato Skugor: imprevedibile il francese con le sue giocate sempre al limite dell’irreale piacere per gli occhi ma per andare avanti a tali livelli serve un equilibrio che ancora evidentemente gli manca. In tal senso, forza Benoit.


Alessandro Orecchio


TAG: ,

3 commenti

Antonella (Guest) 29-06-2016 19:11

Video fantastici! Ho sognato di essere a Wimbledon

3
Losvizzero 29-06-2016 15:24

Il più bel rovescio del circuito gasquet direi proprio no. Prima ci sono Waw e Roger ma anche almagro

2
Reax (Guest) 29-06-2016 09:50

Grázie per i video redazione! E per il piacevole Articolo!

1

Lascia un commento