Camila gioca un gran match con la n.2 del mondo Copertina, WTA

Wimbledon: Camila Giorgi gioca un grande match ma cede in tre set a Garbine Muguruza (di M.Mazzoni)

27/06/2016 19:09 63 commenti

Brava Camila Giorgi. E’ discretamente amaro commentare una sconfitta quando il tennis prodotto da “Cami” sul centrale di Wimbledon è stato di qualità ed intensità assolute, capace di regalarci grandi emozioni e spettacolo. E’ stata, senza mezzi termini, “la Giorgi che tutti vorremmo”, capace di produrre il miglior tennis contro le grandi giocatrici, imponendolo senza forzare ogni palla, prendendosi rischi e non follie tecniche. Purtroppo non è bastato per superare Garbine Muguruza, finalista ai Championships 2015 e fresca vincitrice a Roland Garros. Ha sicuramente pagato il primo set, in cui ha stentato a prendere ritmo al servizio, ma va detto che Garbine era partita molto forte, capace di approfittare di ogni minima incertezza e degli errori dell’azzurra. Muguruza alla fine ha vinto con merito, chirurgica nel prendersi le occasioni al momento giusto, ma non possiamo non esultare per l’aver ritrovato questo buon livello di Giorgi, da tempo un po’ appannata. Si sapeva che sarebbe stata una partita non facile: è la n.2 del mondo, e giocare a specchio contro una più potente e più abituata a vincere è forse la peggior condizione possibile; però Garbine ti propone una palla pesante e pulita, su cui anche Camila può sprigionare potenza, angolo, tutto il suo vigore atletico ed esuberanza tecnica. E così è andata. Abbiamo vissuto una grande partita, divertente, intensa, con serie di bei colpi e soluzioni offensive, a tutto campo. La differenza è venuta tutta nel primo set, nella combinazione servizio Giorgi vs risposta Muguruza. A Parigi 2016 ed anche Wimbledon 2015 l’iberica ha costruito le sue fortune con un rendimento clamoroso alla risposta, oltre il 60% sulle seconde palle delle avversarie; e servendo sempre benissimo nei momenti caldi. Questo è stato anche oggi il fattore principale, insieme alla sua bravura nel prendersi il punto in pochi delicati frangenti, quelli che fanno enorme differenza.

Era prevedibile una grande prestazione di Muguruza, meno da parte di Giorgi, e questo è molto positivo. Camila ha servito decentemente, ma doveva tenere una percentuale di prime superiore per scoraggiare la forza in risposta della rivale; ha invece giocato molto bene alla risposta, nonostante quella posizione così avanzata vs. le bordate di Garbine. La nota più positiva è stata certamente il rendimento del dritto di Camila, poche volte nel recente passato così potente e preciso, leggermente più arrotato e quasi mai lungo e totalmente fuori controllo; brava anche nel “tenerlo” nella fasi difensive, segno che è stata capace di pensare e gestire, non solo sparare a tutta. Ed in generale Giorgi ha sparacchiato pochissimo, è stata brava a spingere anche in progressione su 3-4 colpi, e non tirare immediatamente la pallata a chiudere. Da inizio secondo set non si può rimproverare molto a “Cami”, solo l’augurio di continuare con questo livello tecnico e intensità. Di sicuro l’erba è la superficie migliore per il suo gioco, ma speriamo che questa ottima prestazione sia una base su cui ripartire, che le dia fiducia. Ecco la cronaca della partita.

 

Ore 15.33 di Londra, si inizia con Giorgi alla battuta. Lancio di palla altissimo, impatto violento, come suo solito l’azzurra picchia subito, a tutta. Entra la prima, vince il primo 15 del match. Seguono due seconde, e due punti per Muguruza. E’ il film della carriera di Camila, molto dipendente dal rendimento della prima palla di servizio, ancor più contro una temibile “picchiatrice” come Garibine. Dopo un breve scambio un bel rovescio cross regala alla iberica la prima palla break. Trova la prima Giorgi, che cancella la chance con un dritto cross perfetto in avanzamento. Arriva una seconda palla break, ed è brava l’italiana ad aprire l’angolo e far correre la rivale, portandola all’errore. Quello che non deve mai concedere è una palla non così lunga al centro, perché da quella posizione e con i piedi ben messi, la spinta di Muguruza diventa incontenibile per tutte. Proprio due colpi tirati con grande aderenza e sicurezza concedono alla terza chance il break alla iberica. 1-0 Muguruza. Reazione rabbiosa di Camila, che tira due schiaffoni violentissimi con i piedi sulla riga di fondo, salendo 0-30. Si fa trovare impreparata dall’uscita dal servizio Garbine, concede due palle break sul 15-40. Cancella la prima col servizio, ma spedisce out un dritto a chiudere, 1 pari. Terzo gioco, tennis di grande ritmo, strappi violenti e nessuna esitazione, ma altalenante. Si va ai vantaggi. Muguruza trova un rovescio cross stretto e velocissimo, imprendibile. La vale una palla break, che però sciupa forzando un dritto lungo. Brava qua Camila a tenere, senza indietreggiare e senza forzare troppo. La prima però latita, e senza va in sofferenza. C’è lotta, salva altre tre palle break, sempre spingendo con decisione ma con palle leggermente più cariche e meno prossime alle righe. Camila “sciupa” una bella prima al centro colpendo malamente un rovescio anomalo, e Garbine alla quinta chance ottiene il break. 2-1 Muguruza. Sul momento favorevole, la n.2 del mondo gioca un game perfetto al servizio, ingiocabile, salendo 3-1. Non si disunisce Giorgi, il dritto oggi sembra molto preciso, perfetto per muovere la rivale tra botte poco lavorate e cross più maligni. La prima non l’assiste al meglio, ma tiene il servizio, 3-2. Muguruza ha preso ritmo con la prima, e tende a giocare al centro, per non dare angolo a Camila. La risposta dell’azzurra non fa così male, tanto che Garbine può spingere a tutta da una posizione piuttosto centrale, la “piazzola” dove è molto potente e precisa. Bravissima inoltre la spagnola nello scendere sulle ginocchia e trovare un timing di impatto e precisione devastanti, come sul rovescio all’uscita dal servizio che le vale il 4-2. Muguruza continua a spingere, molto solida, salendo 0-30. Giorgi non demorde, e se possibile intensifica ancor più la velocità dei suoi piedi, a coprire il campo e scaricare grandi colpi. Sale 30 pari, ma sbaglia di poco un’accelerazione “che ci stava”, concedendo la chance del 2-5. La prima non entra… la seconda è aggredita dal rovescio poderoso dell’iberica, per una pallata nei piedi dell’italiana, ingestibile. Altro break, 5-2 Muguruza, che con un paio di Ace si procura tre set point. Trasforma il secondo, dopo uno scambio molto duro in spinta totale. 6-2 Muguruza, score forse troppo netto per il tennis visto sul centrale, ma il confronto servizio-risposta ha scavato il solco tra le due.

Secondo set. Giorgi alla battuta, ed inizia molto male. Due doppi falli, un dritto cross vola via, tirato con troppa fretta. 15-40, scatta già l’allarme, un break in avvio potrebbe esserle fatale. Cancella la prima chance, ma non entra la prima da sinistra… rischio terribile, ma si salva Camila, e tiene il servizio portandosi avanti 1-0. Con una progressione micidiale si mangia il campo in avanzamento, precisa e molto attenta. Sale 0-30 l’italiana, sei punti consecutivi vinti (miglior striscia nel match). Muguruza si prende tutto il tempo, beccandosi anche un warning, ma lo sfrutta alla grande servendo mazzate imprendibili. 1 pari. Si gioca il momento migliore del match dal punto di vista tecnico. Camila arriva benissimo sulla palla, in grande anticipo, e scarica grandi drive, da ogni posizione; risponde Garbine, con un paio di accelerazioni formidabili. C’è spettacolo, e più vincenti che errori a differenza del primo set. Giorgi tiene un buon turno di servizio, salendo 2-1. L’iberica intuisce che l’italiana è in un ottimo momento, alza non solo la qualità dei suoi colpi ma anche i decibel dei suoi “Vamos”, a far sentire la sua presenza in campo. Camila nel quarto game risponde molto bene, sempre in campo, anche abbastanza profondo, e c’è lotta. Si va ai vantaggi. La battuta assiste Garbine proprio quando ne aveva bisogno, 2 pari. Continua il buon momento dell’azzurra, con qualche prima in più ed una notevole sicurezza col dritto, incluso uno schiaffo al volo davvero “agassiano” che le vale il punto del 3-2, ed altri dritti in avanzamento spettacolari per qualità, precisione, coraggio, il tutto senza la sensazione del “o la va o la spacca” che troppe volte le è costato carissimo. Però Muguruza c’è, è molto attenta, tanto che ogni volte che Camila gioca un gran colpo, segue una prima di servizio, o un drive potente e preciso, a respingere l’assalto. 3 pari. Sale la tensione, ma Giorgi non cede, giocando un tennis molto continuo e preciso. Altro buonissimo game alla battuta, in discreto controllo, salendo 4-3. Invece sembra la campionessa di Parigi a sentire un minimo di tensione, con un doppio fallo in apertura. Ci prova Camila in risposta, ma le esce di un soffio, sarebbe stato 0-30. Ma arriva il 15-30, e nemmeno entra la prima all’iberica, che però tira una seconda molto liftata, difficile da gestire. Purtroppo l’italiana gestisce male la risposta sul 30 pari, ed un altra seconda porta il game alla rivale. Era una piccola chance, un varco in cui provare ad entrare, ma Muguruza è stata brava a gestire il momento. 4 pari. Il tennis di Camila scorre via facile, sostenuta dalla qualità del dritto e della sua velocità in campo. Vivace, centrata, molto sicura, tiene ancora il servizio, 5-4, ora tutta la pressione è sull’iberica. Inizia male, con un doppio fallo, ma si rifà con un dritto lungo linea di grande rischio, bellissimo. 30 pari, Giorgi a due punti dal secondo set. La prima non entra più… e la risposta di Camila è violenta, tra i piedi. 30-40, palla break e soprattutto set point Giorgi. Si scambia, ed è bravissima la spagnola a tenere, a difendere il centro del campo e far correre l’italiana, che presa in contro piede sbaglia. Altro scambio duro, un rovescio di Giorgi muore in rete. Col servizio si salva Garbine, 5 pari. Muguruza intuisce il momento, e scarica enorme potenza con la risposta, Camila va sotto 0-30. La 15-30 e non entra la prima, ma è bravissima a reggere la risposta, ed aprire il campo con quel dritto cross che oggi funziona benissimo. Muguruza tira un’altra risposta da campionessa, che le vale una delicatissima palla break. Niente prima per Camila, che serve una grande seconda e poi in contro balzo di rovescio trova un angolo da cineteca, letteralmente togliendosi la palla tra i piedi e quasi colpendo l’erba tanto la palla era bassa. Chapeau. Livello di gioco molto alto in questo momento, da parte di entrambe, molto brave a gestire le difficoltà e la qualità del tennis della rivale. 6-5 Giorgi. Muguruza “serve”, e Camila “risponde”. Si aggrappa a tutto, strappando un 15-30 e poi un 30-40 di tutta grinta e cuore. Secondo set point, e la prima non entra. Entra invece in campo la Giorgi con i piedi, comanda lo scambio e con un contropiede mortale manda il tilt il recupero della spagnola. 7-5 Giorgi, un parziale giocato benissimo, tecnicamente superbo, e certificato da +7 punti nel set.

Terzo set. Giorgi alla battuta, che sulla scia del momento positivo muove il punteggio con estrema facilità, sempre velocissima e sicura. 1-0 Giorgi. Garbine è visibilmente tesa, lo sguardo fisso, si prende moltissimo tempo tra un punto e l’altro. Il servizio va a singhiozzo, concede qualcosa col rovescio, ma tiene il servizio, 1 pari. Terzo gioco, improvviso arriva un buco per l’azzurra. Doppio fallo (non ne commetteva uno da molto), quel dritto che l’aveva sostenuta termina malamente in rete. 0-30. Muguruza si difende con le unghie, e Camila spara in rete un rovescio in corsa. 0-40, tre palle break delicatissime. La prima non entra più, ma Giorgi spara con forza palle violente ma centrali, nemmeno lunghissime. Muguruza regala un drive appena lungo sulla terza, si salva l’italiana, ma arriva una quarta chance, dopo una progressione maestosa di Garbine. Rischia sulla seconda, un kick molto vigoroso sorprende l’iberica. La tensione torna a tutta, e tornano gli errori, insieme alla lotta, su ogni palla. Il secondo doppio fallo del game le costa la quinta palla break, che annulla governando bene la diagonale del rovescio, con colpi abbastanza lavorati per i suoi standard. Perde quindi un rovescio (banale) in scambio, sesta palla break… E’ quella “buona”: Muguruza soffre e tiene, un dritto dell’italiana muore in rete, colpito troppo arretrato. Break, 2-1 Muguruza, che adesso ritrova potenza ed efficacia, spingendo a tutta, su tutti i colpi, incluso un tocco delicato sotto rete assai educato. Ma Camila non demorde, da 40-0 arriva ai vantaggi. Garbine si aggrappa alle certezze, servizio e dritto, scappando 3-1. Giorgi soffre, lotta, ma commette anche qualche errore, arrivando a 30-40. Annulla la palla break di forza, servizio e dritto, e si porta 2-3, in scia. Muguruza veleggia sicura, sale 4-2 senza tremare. E nemmeno “Cami” trema o si perde d’animo, spinge e si butta avanti a prendersi il punto di forza. Ormai si gioca sui turni di servizio dell’iberica, sempre con un buonissimo livello ed intensità, ma Muguruza non trema, e va a servire per il match sul 5-4. L’italiana prova l’ultimo assalto, rischia alla risposta, ma il servizio della rivale non perdona. 40-0, tre match point. Basta il primo, 6-4 Muguruza. Vince Garbine, ma applausi a Camila Giorgi, capace di giocare alla pari con la futura n.1 del tennis rosa. Brava, bravissima “Cami”.

 

Marco Mazzoni

@marcomazz




La partita punto per punto

GS Wimbledon
C. Giorgi
2
7
4
G. Muguruza [2]
6
5
6
Vincitore: G. Muguruza

C. Giorgi ITA - G. Muguruza ESP
1 Aces 7
8 Doubles Faults 6
29 Winners 30
42 Unforced Errors 30
13/14 (93%) Net PointITAs Won 11/16 (69%)
58% 1st Serves In 57%
42/70 (60%) 1st Serve Points Won 39/54 (72%)
27/50 (54%) 2nd Serve Points Won 23/41 (56%)
15/19 (79%) Break Points Saved 2/4 (50%)
56/95 (59%) 1st Return Pts Won 78/120 (65%)
18/41 (44%) 2nd Return Pts Won 23/50 (46%)
2/4 (50%) Break Points Won 4/19 (21%)
69/120 (57%) Total Service Pts Won 62/95 (65%)
33/95 (35%) Total Return Pts Won 51/120 (43%)
102/215 (47%) Total Points Won 113/215 (53%)
152 mins Duration 152 mins
169 kph / 105 mph Avg. 1st Serve Speed 169 kph / 105 mph
153 kph / 95 mph Avg. 2nd Serve Speed 150 kph / 93 mph
183 kph / 114 mph Fastest Serve 182 kph / 113 mph

67 Ranking 2
24 Age 22
Macerata, Italy Birthplace Caracas, Venezuela
France Residence Geneva, Switzerland
5′ 6″ (1.68 m) Height 6′ (1.82 m)
119 lbs. (54 kg) Weight 161 lbs. (73 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
Pro Turned Pro Pro (2011)
14/14 Year to Date Win/Loss 22/10
0 Year to Date Titles 1
1 Career Titles 3
$1,924,301 Career Prize Money $8,798,067


TAG: , , ,

63 commenti. Lasciane uno!

Phoedrus (Guest) 28-06-2016 14:37

Scritto da pinkfloyd

Scritto da pablox
Ah il Piano B…me lo ero scordato
Poteste rinfrescarmi la memoria e spiegarmi il piano B, della Errani, della Keys, della Kvitova, della Kerber e della Muguruza stessa?
Cito solo queste ma potrei andare avanti a lungo…

La differenza è che Camila è Camila e molte di queste sono campionesse Slam. Quindi imparagonabili (almeno per ora o affidandoci ad un futuro estremamente ottimista per la nostra).
Ognuna di queste gioca in modo diverso e, comunque, se la Giorgi vincesse qualcosa con il suo gioco, nessuno direbbe niente.
La differenza tra vincere (e diventare campionessa vera) e giocare il proprio gioco è talvolta molto marcata.
La Giorgi deve ancora sbocciare, deve ancora entrare tra le prime 30, deve fare ancora tanta strada.
Di sicuro è una ragazza esplosiva che può fornire prestazioni esaltanti, ma il tennis è uno sport ben più complesso, lo sappiamo bene.
Guardiamo ancora avanti con ottimismo, nel tennis si possono scalare vette e vincere Slam e tante altre cose…ma dipende solo dalla giocatrice, non da congiunzioni astrali o miracoli estemporanei.

Sbocciare?

Dopo tutti questi anni mi sa che c’e’ piu’ da appassire.
Certo Flavia ha avuto i migliori risultati over 30, come anche Roberta. Ma nel panorama tennistico sono tra le poche eccezioni.

63
Fighter 90 28-06-2016 12:22

@ pinkfloyd (#1631726)

Infatti fare una bella partita con la Muguruza è un ottimo segnale, ma che non si può utilizzare come valore assoluto.
Faccio un esempio la Schmiedlova che sta vivendo una stagione difficile, al primo turno del RG, ha portato al terzo la Muguruza, forse la partita più sofferta della spagnola, poi andando avanti nel torneo, è decisamente salita di livello, trionfando in finale contro Serena.
Con questo voglio dire che della partita di ieri si deve senz’altro prendere gli aspetti positivi, che ci sono stati, ma non si può dire che quella fosse la migliore Muguruza, ancora poco abituata ai movimenti sull’ erba e ancora sicuramente destabilizzata dal successo slam, con annessa nuova pressione, in quanto ormai top player di alto livello.
A Birmingham e ad Eastbourne Camila non ha affrontato Garbine, ma due top 50, ed ha perso in due set in entrambi i casi.
La classifica magari nel suo caso forse non rappresenta esattamente la realtà, ma non è molto dissimile dal rendimento mostrato dalla Giorgi quest’anno; se non ci si migliora tecnicamente, tatticamente e più in generale in tutti gli aspetti del gioco, è difficile progredire in classifica.

62
Milo (Guest) 28-06-2016 11:43

Personalmente è più l’amarezza che la soddisfazione per la buona prestazione :cry:
Sarei contento se questa fosse la dimostrazione che Camila è tornata, ma è tutto inutile se poi la volta dopo non riesce a battere una Watson qualunque [e lo dico da suo tifoso]

61
pinkfloyd 28-06-2016 11:35

Scritto da pablox
Ah il Piano B…me lo ero scordato
Poteste rinfrescarmi la memoria e spiegarmi il piano B, della Errani, della Keys, della Kvitova, della Kerber e della Muguruza stessa?
Cito solo queste ma potrei andare avanti a lungo…

La differenza è che Camila è Camila e molte di queste sono campionesse Slam. Quindi imparagonabili (almeno per ora o affidandoci ad un futuro estremamente ottimista per la nostra).
Ognuna di queste gioca in modo diverso e, comunque, se la Giorgi vincesse qualcosa con il suo gioco, nessuno direbbe niente.
La differenza tra vincere (e diventare campionessa vera) e giocare il proprio gioco è talvolta molto marcata.
La Giorgi deve ancora sbocciare, deve ancora entrare tra le prime 30, deve fare ancora tanta strada.
Di sicuro è una ragazza esplosiva che può fornire prestazioni esaltanti, ma il tennis è uno sport ben più complesso, lo sappiamo bene.
Guardiamo ancora avanti con ottimismo, nel tennis si possono scalare vette e vincere Slam e tante altre cose…ma dipende solo dalla giocatrice, non da congiunzioni astrali o miracoli estemporanei.

60
Phoedrus (Guest) 28-06-2016 10:57

Scritto da I LOVE BOBO
Camila il prossimo anno esce dalle 200

Esagerato

59
Buongiorno (Guest) 28-06-2016 10:53

Finalmente una grande partita ! Il problema è riuscire a giocare così anche con giocatrici di livello inferiore alla Muguruza. Spesso Camila soffre palle …troppo morbide. Se riesce a mantenere questo livello può ritornare nei 30 entro la fine dell’anno.

58
rino (Guest) 28-06-2016 10:26

@ pablox (#1631649)

tutti diciamo forza camila, io per primo, però voglio vederla vincere,
lo sport è questo. ho rivista ieri notte la partita,e continuo a pensare che la giorgi ha assoluta necessità di una guida, diciamo , più attenta.

57
monica (Guest) 28-06-2016 10:21

Camila molto brava.

Sergio incontrato per caso molto molto simpatico.
tifo da morire per questa famiglia, originale , fuori dagli schemi.

Camila sul centrale molto graziosa.

56
Giuli (Guest) 28-06-2016 08:05

2settimane in ferie!

55
pablox 28-06-2016 06:57

Ah il Piano B…me lo ero scordato
Poteste rinfrescarmi la memoria e spiegarmi il piano B, della Errani, della Keys, della Kvitova, della Kerber e della Muguruza stessa?
Cito solo queste ma potrei andare avanti a lungo…

54
pablox 28-06-2016 06:51

Io credo che molti giudizi che sono state espressi finora sulla Giorgi siano stati ingenerosi e non abbiano tenuto conto che la Giorgi, fino ad ora, è stata molto sfortunata quest’anno.
Tutte le critiche si basano, essenzialmente, sul calo nel ranking.
se andiamo a vedere questo è spiegabile matematicamente in modo molto semplice. Aveva da difendere il terzo turno ad Ao e Wimbledon. Ha preso la n1 e la n2 del seeding . risultato 240 punti persi in classifica,
Si è infortunata a Madrid, dovendo rinunciare a quel torneo, Roma (era iscritta e fino a prova contraria avrebbe partecipato) Strasburgo e si è presentata non in forma a Parigi (unico momento fortunato con un sorteggio molto facile al primo turno) NOn ha potuto difendere i 280 punti di Hertogenbosch, e vista ieri non avrebbe avuta grandi difficoltà a confermarli.
E non considero nemmeno i 2 tornei successivi dove comunque era convalescente.
Se facciamo 2 conti 240 + 280 fanno 520 punti (in realtà almeno 520 punti( persi cioè quelli che determinano il crollo in classifica.
Ora i peggio è alle spalle e penso che la Camila intervistata ieri a Sky, che è sembrata rilassata e per nulla rattristata dalla sconfitta, ma ne abbia compreso il valore (cosa che non tutti mi pare abbiano fatto, mi rattristo per loro, certi discorsi che ho letto sono paradossali, come se perdere 6-1 6-2 da una qualsiasi e giocare il match che ha giocato ieri la Giorgi fossero la stessa cosa)
per quanto mi rigarda dico solo :
Forza Cami!

53
Antonios (Guest) 28-06-2016 01:45

Scritto da radar
2 h e 32 min di lotta serrata contro la nr.2 del mondo e nr.1 in pectore: neanche i più ottimisti ed esagitati potevano prevedere tanto.

Ahahah, amico mio sei disattento. Non mi piace l’autocitazione, né sono un esagitato ma in fase di commento avevo scritto che sarebbero andate al terzo set e che prevedevo un incontro tirato :)

52
Fil (Guest) 28-06-2016 00:23

Oggi la Giorgi ha giocato bene, ma c’è un però. Può sembrare assurdo dirlo, o ancora peggio semplicistico, ma oggi ha perso banalmente perchè sulla seconda di servizio della Muguruza, come al solito si piazzava incomprensibilmente un metro dentro il campo è sbagliava in risposta. E’ incredibile ma è così

51
tommaso (Guest) 28-06-2016 00:17

Scritto da Il Biscottone spagnolo

Scritto da Luca96
Non sono questa le partite che deve vincere Camila ma ben altre…bravissima ad aver tenuto duro e aver portato al terzo set la n.2 del mondo,finalista uscente e vincitrice Slam. Ora queste sensazioni positive portiamole nei prossimi tornei e ritornerà nelle zone di classifica più consone al suo valore

si era detto che dopo le sconfitte su terra, sarebbe arrivata la sua amata erba, poi dopo le sconfitte sull’erba, sarebbe arrivato Wimbledon, adesso le partite da vincere sono altre? Di fronte non aveva ne la Kvitova ne Serena, le uniche due contro cui dovrebbe perdere. Se vuole puntare in alto sono queste le partite che deve vincere, fare una finale International è un po’ poco per le ambizioni di Sergio Giorgi. Se vuole vincere Wimbledon bisogna batterle tutte.

No, basta batterne 7. E di solito, su 128 giocatrici ai nastri di partenza, ci riesce una sola. Solitamente è Serena. Oppure, come nell’ultimo Slam giocato… la Muguruza!

50
tommaso (Guest) 28-06-2016 00:15

@ I LOVE BOBO (#1631606)

Meglio dai, pensa che ora dell’inverno per qualcuno doveva uscire dalle 300!!!

49
radar 27-06-2016 23:57

2 h e 32 min di lotta serrata contro la nr.2 del mondo e nr.1 in pectore: neanche i più ottimisti ed esagitati potevano prevedere tanto.

48
Andika (Guest) 27-06-2016 23:18

Le belle sconfitte nel tennis spesso sono peggiori delle sconfitte nette. La Giorgi rimane quella che è , nel bene e nel male . Solo che continua a scendere in classifica. Aspettiamo qualche vittoria , speriamo presto , e il riavvicinarsi al suo massimo, intorno al 30.

47
Giuseppe (Guest) 27-06-2016 22:47

Scritto da tommaso
Ooooh finalmente! Eccoli! Troppo buonismo oggi, meno male che c’è ancora chi ci tiene a farci sapere che è colpa dell’allenatore e che è una vergogna aver perso 6-4 al terzo sul centrale con la numero 2 del mondo e finalista un anno fa!

Scritto da lallo
Se Giorgi perde anche queste partite è notte fonda…. Era la sua partita ideale. L’unica che deve festeggiare è Muguruza.. che però dovrà confrontarsi con la sanguinosa sconfitta delle furie rosse contro l’Italia…

Scritto da peppe78
1 ace..uno
per una che tira la prima a 180/190..è ridicolo.
Che spreco di potenziale.
Ci vuole un grande allenatore che le metta a posto il tutto..con suo padre non va da nessuna parte. Spero si svegli presto.

Perde con le scarse e troviamo una scusa, perde con quelle forti e sono troppo forti…Deciditi….intanto va verso la posizione ranking 77.
Lontana anni luce dai proclami suoi, del padre, del fidanzato e dei trombettieri

46
I LOVE BOBO (Guest) 27-06-2016 22:47

Camila il prossimo anno esce dalle 200

45
Giuli (Guest) 27-06-2016 21:49

@ Sergio5912 (#1631492)

A breve è un tuo parere,la partita persa a Majorca contro la Flipkens e le difficoltà incontrate con la Giorgi(CR n80)dimostra l’assenza di un’unica pretendente al trono della Williams.

44
king_scipion66 27-06-2016 21:46

innanzitutto i complimenti a Camila per la bellissima partita fatta…e poi una considerazione tecnica della quale chiedo un parere anche agli esperti del sito….vedendola giocare oggi mi pare di poter dire che Camila non può prescindere dal tipo di gioco che lei adotta, per lei un piano B non può esistere perchè il suo gioco, per caratteristiche soprattutto fisiche, non può basarsi su lunghi scambi, a differenza di giocatrici come la Muguruza meno agili ma più resistenti alla fatica. Anche negli spostamenti, essendo molto leggera, fa enorme fatica a piantarsi per terra e cambiare direzione appunto perchè troppo esile. l’ho osservata attenttamente stasera…se lo scambio si allunga difficilmente puo portarlo a casa. HO SEMPRE CRITICATO QUESTO NELLA GIORGI ma probabilmente, anche criticandolo di sovente, devo dare atto a Sergio che questo è l’unico modo in cui può vincere, fermo restando che debba essere in condizioni, soprattutto mentali, buone.

43
Ivan (Guest) 27-06-2016 21:44

Scritto da tommaso
Leggo un sacco di complimenti a Camila. Scusate, ma di solito siete tutti in ferie? Non è che Camila abbia giocato in maniera tanto diversa dal solito…

:lol: :lol: :lol:

42
Il Biscottone spagnolo (Guest) 27-06-2016 21:42

Scritto da Luca96
Non sono questa le partite che deve vincere Camila ma ben altre…bravissima ad aver tenuto duro e aver portato al terzo set la n.2 del mondo,finalista uscente e vincitrice Slam. Ora queste sensazioni positive portiamole nei prossimi tornei e ritornerà nelle zone di classifica più consone al suo valore

si era detto che dopo le sconfitte su terra, sarebbe arrivata la sua amata erba, poi dopo le sconfitte sull’erba, sarebbe arrivato Wimbledon, adesso le partite da vincere sono altre? Di fronte non aveva ne la Kvitova ne Serena, le uniche due contro cui dovrebbe perdere. Se vuole puntare in alto sono queste le partite che deve vincere, fare una finale International è un po’ poco per le ambizioni di Sergio Giorgi. Se vuole vincere Wimbledon bisogna batterle tutte.

41
tommaso (Guest) 27-06-2016 21:32

Ooooh finalmente! Eccoli! Troppo buonismo oggi, meno male che c’è ancora chi ci tiene a farci sapere che è colpa dell’allenatore e che è una vergogna aver perso 6-4 al terzo sul centrale con la numero 2 del mondo e finalista un anno fa!

Scritto da lallo
Se Giorgi perde anche queste partite è notte fonda…. Era la sua partita ideale. L’unica che deve festeggiare è Muguruza.. che però dovrà confrontarsi con la sanguinosa sconfitta delle furie rosse contro l’Italia…

Scritto da peppe78
1 ace..uno
per una che tira la prima a 180/190..è ridicolo.
Che spreco di potenziale.
Ci vuole un grande allenatore che le metta a posto il tutto..con suo padre non va da nessuna parte. Spero si svegli presto.

40
Luca Martin (Guest) 27-06-2016 21:32

Brava Cami, adesso continua a giocare così…

39
Luca96 27-06-2016 21:14

Non sono questa le partite che deve vincere Camila ma ben altre…bravissima ad aver tenuto duro e aver portato al terzo set la n.2 del mondo,finalista uscente e vincitrice Slam. Ora queste sensazioni positive portiamole nei prossimi tornei e ritornerà nelle zone di classifica più consone al suo valore ;)

38
Miiiii (Guest) 27-06-2016 20:50
37
gism (Guest) 27-06-2016 20:48

Scritto da tommaso
Leggo un sacco di complimenti a Camila. Scusate, ma di solito siete tutti in ferie? Non è che Camila abbia giocato in maniera tanto diversa dal solito…

Non vale la pena di intervenire in un forum pieno di tifosi contro a prescindere
Tifosi che è parola ben diversa da “sportivi”
Confrontarsi con loro è tempo perso

36
Giuli (Guest) 27-06-2016 20:41

@ tommaso (#1631506)

Le tue sono sensazioni non giustificate dai fatti!Solitamente fa una caterva di errori non forzati che oggi ha limitato in maniera notevole!

35
Crapa (Guest) 27-06-2016 20:37

Perdere seppur onorevolmente con la numero 2 del mondo è ben poca cosa per chi negli anni, a parole, ha ostentato spocchiosamente la certezza assoluta di vincere questo torneo e diventare la numero 1 del mondo.

34
Palle Smorzate 27-06-2016 20:35

Peccato, ma ci tenevo a dire che la fascetta fermasudore nella foto le dona tantissimo, poi vestita di bianco verginello, mmmmh… Mi rincresce il fatto che hanno deciso di allungare le stanelle svolazzanti, pazienza.

33
lallo (Guest) 27-06-2016 20:34

Se Giorgi perde anche queste partite è notte fonda…. Era la sua partita ideale. L’unica che deve festeggiare è Muguruza.. che però dovrà confrontarsi con la sanguinosa sconfitta delle furie rosse contro l’Italia… :twisted:

32
peppe78 (Guest) 27-06-2016 20:28

1 ace..uno
per una che tira la prima a 180/190..è ridicolo.
Che spreco di potenziale.
Ci vuole un grande allenatore che le metta a posto il tutto..con suo padre non va da nessuna parte. Spero si svegli presto.

31
tommaso (Guest) 27-06-2016 20:27

Leggo un sacco di complimenti a Camila. Scusate, ma di solito siete tutti in ferie? Non è che Camila abbia giocato in maniera tanto diversa dal solito…

30
gism (Guest) 27-06-2016 20:25

Grandissima Camila !!
Posso dire di aver visto una vera partita di tennis con colpi bellissimi da una parte e dall’altra.
Alla faccia di chi magari vince una partita facendo 4 – 5 vincenti e speculando sugli errori delle avversarie.
Chi preferisce vedere quest’ultimo tipo di partite si accomodi.
Io non mi diverto.
Preferisco farmi una passeggiata.

29
Gabriele da Firenze 27-06-2016 20:24

Stamattina in un post ho scritto:o: “oggi la Giorgi contro la Muguruza vince…non so cosa, ma vince…” Ora so cosa ha vinto Camila: una bella sfilza di ottime sensazioni avute dal suo match…come una vola :-)

28
Criss (Guest) 27-06-2016 20:23

Bella ed emozionante partita! Gaffe del commentatore ex-tennista Paolo Bertolucci che non conosce Camila e l’ha chiamata “Gabri” !!! Non conosce i tennisti italiani e gli fanno commentare wimbledon …… Che delusione.

27
Giuli (Guest) 27-06-2016 20:12

Una rondine non fa primavera!Contro un’altra tipologia di avversarie continuerà a perdere perchè le variazioni la mandano facilmente in tilt!

26
Sergio5912 (Guest) 27-06-2016 20:10

È come volevasi dimostrare, basta una partita giocata in maniera sontuosa da Camila, per far sparire i corvi e le Cassandre, che fino ad ieri ironizzavano e pronosticavano una disfatta. Oggi Canila è stata grande, ha tenuto testa, anzi spesso ha messo sotto, la giocatrice che a detta di tutti, è destinata a diventare, a breve, la n* 1, e recente vincitrice del Roland Garros. Grazie Camila, hai regalato oltre 2 ore d’emozioni ai veri tifosi, agli esteti e ai non prevenuti.
Mi auguro che questa prestazione, serva a convincerla che se vuole, può competere ad altissimi livelli. Ora serve continuità. Grande Camila

25
Maury 27-06-2016 20:09

Ha giocato una signora partita, contro secondo me una delle più serie candidate al titolo. Solo brava le si può dire oggi. Giocasse sempre così…..

24
nino88 (Guest) 27-06-2016 20:08

Peccato!
Giocasse sempre così Camila sarebbe almeno top 20!

23
rip (Guest) 27-06-2016 20:08

Bellissima sconfitta, peccato non averla subita in una semifinale (come oggi avrebbe meritato Camila), ma al primo turno. Ci consoliamo con la rivincita nel calcio

22
zap (Guest) 27-06-2016 20:08

Brava Camila spero abbia fatto ricredere i tuoi detrattori..

21
sarita 27-06-2016 20:07

Scritto da pazzodicamila
Mi hai emozionato. Grazie, Cami!

Me too !

20
sarita 27-06-2016 20:06

Una bellissima sconfitta.

Ma sempre a casa…

E vi raccomando illudetevi ancora che sia la volta buona per sbocciare

19
DYLAN1998 27-06-2016 20:03

Grande comunque, mettere in difficoltà la Muguruza non è mai cosa facile. Continuare così ché bisogna tornare nelle posizioni di classifica che meriti!

18
LuchinoVisconti (Guest) 27-06-2016 20:01

Una bella partita con due che giocano un bel tennis.
Peccato non aver vinto ma lo sport a quel livello è anche spettacolo e abbiamo assistito ad un bello spettacolo che spesso (e a volte anche per chi gioca) vale più di una vittoria, sempre che ovviamente non sia fine a se stesso.

17
Alex81 27-06-2016 20:00

Complimenti comunque a Camila, ma…. tutti siamo a Bordeaux battendo gli .. Spagnoli!!!!!!!

16
Nelly (Guest) 27-06-2016 19:59

Scritto da Gabriele da Firenze
Qui ha vinto la Spagna, da un’altra parte ha vinto l’Italia….
(poooo-po-po-po-po-po-po…)

:lol:

15
Gabriele da Firenze 27-06-2016 19:57

Qui ha vinto la Spagna, da un’altra parte ha vinto l’Italia….
(poooo-po-po-po-po-po-po…) :-)

14
Paolo (Guest) 27-06-2016 19:55

Grande Camila meritava il successo, ma comunque brava

13
pazzodicamila 27-06-2016 19:43

Mi hai emozionato. Grazie, Cami!

12
Carl 27-06-2016 19:42

Però che rabbia!

Una eccellente partita contro Serena a Melbourne, persa.
Una grande partita contro Ivanovic ad Indian Wells, persa dopo 2 match poitn al tie break
Oggi una grande partita contro Muguruza, persa al terzo set.

Camila c’è, Camila ci crede, dobbiamo crederci anche noi.
Il ranking piange, ma il gioco c’è, forse la convinzione e l’autostima un po’ meno.
I risultati arriveranno, ma bisogna continuare a lavorare, a testa bassa e fuori dai riflettori, con serietà ed abnegazione, cose che oggetivamente non le sono mai mancate, specie negli ultimi tempi.

Forza Cami, la classifica è bugiardissima, vali tranquillamente le prime 30, ci tornerai.

11
heidi (Guest) 27-06-2016 19:40

Scritto da Hector

Scritto da heidi
Camila Giorgi ha dimostrato di giocarsela alla pari con la futura nr.1 del mondo come fosse una finale. Ma adesso tutti i tecnici da divano e da tastiera saranno pronti a sputar sentenze sulle solite questioni tecniche e il papà incapace e bla bla bla. Tra l altro oggi se c è stato un difetto di Camila è stato quello di alzare un po’ troppo la traiettoria della palla soprattutto col dritto. Ah per chi non se ne fosse accorto la Muguruza che oggi se l è vista brutta, è un altra cilindrata rispetto a Camila che sopperisce con gran ritmo e gioco di gambe.
Cambia nazionalità, Camila, gli italioti federales non ti meritano.

Un giorno raccoglieremo tutte le citazioni di questi cittì e daremo alle stampe un libro. La Muguruza oggi sotto i colpi di Camila ha rischiato di fare la fine della sterlina dopo Brexit.

Tutti sti fenomeni sanno perfettamente come portare una tennista nelle prime 30 al mondo, che è facilissimo, quindi sono in grado di farLe facilmente fare il salto nelle top 5. :lol:

10
tommaso (Guest) 27-06-2016 19:37

Welcome, bandwagoners!

9
Giuseppe 27-06-2016 19:24

Binaghi può tirare un sospiro di sollievo

8
Hector (Guest) 27-06-2016 19:23

Scritto da heidi
Camila Giorgi ha dimostrato di giocarsela alla pari con la futura nr.1 del mondo come fosse una finale. Ma adesso tutti i tecnici da divano e da tastiera saranno pronti a sputar sentenze sulle solite questioni tecniche e il papà incapace e bla bla bla. Tra l altro oggi se c è stato un difetto di Camila è stato quello di alzare un po’ troppo la traiettoria della palla soprattutto col dritto. Ah per chi non se ne fosse accorto la Muguruza che oggi se l è vista brutta, è un altra cilindrata rispetto a Camila che sopperisce con gran ritmo e gioco di gambe.
Cambia nazionalità, Camila, gli italioti federales non ti meritano.

Un giorno raccoglieremo tutte le citazioni di questi cittì e daremo alle stampe un libro. La Muguruza oggi sotto i colpi di Camila ha rischiato di fare la fine della sterlina dopo Brexit.

7
radar 27-06-2016 19:23

Sontuosa Camila.
2 h e 32 min di battaglia splendida: va avanti Garbine, che è cresciuta molto negli ultimi 2 anni ed ha raggiunto una solidità e una familiarità con certi match che Camila non ha.

Ma proprio il non avere troppa familiarità con certi match e con certi palcoscenici stupisce di Camila: capace di scendere sul campo dei campi per antonomasia senza paura e senza timori e senza che le gambe tremino.

Ora bisogna progredire, perché il tennis mostrato è di alto livello ed è un peccato ammirarlo solo una volta ogni morte di vescovo :mrgreen:

6
Giuseppespartano (Guest) 27-06-2016 19:23

Wow che partita :-) brava

5
heidi (Guest) 27-06-2016 19:18

Camila Giorgi ha dimostrato di giocarsela alla pari con la futura nr.1 del mondo come fosse una finale. Ma adesso tutti i tecnici da divano e da tastiera saranno pronti a sputar sentenze sulle solite questioni tecniche e il papà incapace e bla bla bla. Tra l altro oggi se c è stato un difetto di Camila è stato quello di alzare un po’ troppo la traiettoria della palla soprattutto col dritto. Ah per chi non se ne fosse accorto la Muguruza che oggi se l è vista brutta, è un altra cilindrata rispetto a Camila che sopperisce con gran ritmo e gioco di gambe.
Cambia nazionalità, Camila, gli italioti federales non ti meritano.

4
Luca_nl 27-06-2016 19:17

Brava Camila.

3
Kekkuzz 27-06-2016 19:13

Negli ultimi due set ha giocato male solo l’ultimo game… Peccato, perchè si sentiva odore di impresa!

2
turbo…lenza (Guest) 27-06-2016 19:12

gran bella partita.

1

Lascia un commento