Mondo Junior Copertina, Generica, Junior

Junior e TE: aspettando Wimbledon e la European Summer Cup

26/06/2016 08:55 3 commenti
Ludmilla Samsonova, classe 1999
Ludmilla Samsonova, classe 1999

La settimana che precede Wimbledon Junior, al via giovedì prossimo con le qualificazioni non ha portato grandi sorprese tra gli italiani presenti nei tornei Junior. I migliori nostri sono in Inghilterra e disputeranno in questa settimana in torneo di Roehampton sull’erba, in preparazione per Wimbledon. Nel terzo slam stagionale scenderanno in campo tra le ragazze Tatiana Pieri (nel tabellone principale), Liudmila Samsonova, Lucrezia Stefanini e Federica Bilardo (nelle qualificazioni) e tra i ragazzi per ora sono ammessi alle qualificazioni Corrado Summaria e Enrico Dalla Valle, ma ci sono buone possibilità di entrare anche per Riccardo Balzarani (numero 2 delle alternates). Più difficile ma non imposibile che entri anche Andrea Guerrieri (fuori di 6 posti).

Nel G2 in programma in Germania, eliminato al primo turno Jacopo Berrettini, che però si è rifatto in doppio dove ha vinto il torneo in coppia con il lituano Vrzesinski, mentre molto sfortunata Monica Cappelletti, che si è dovuta ritirare al secondo turno dopo aver superato nel primo la testa di serie numero 1. Nel G5 in Danimarca, secondo turno per Elena De Santis e primo turno per Gianluca Quinzi e Edoardo Graziani.
Molti invece gli italiani impegnati nel circuito Tennis Europe. A livello di under 16 si è disputato a Mestre un torneo di categoria 3, che è stato vinto da Alessio Savoldi che ha battuto in finale Riccardo Tavilla tra i ragazzi, mentre Linda Alessi è arrivata in finale tra le ragazze.
Negli altri tornei under 16 segnaliamo la buona prova di Alessio De Michelis e Alessia Tagliente nell’importante grado 1 di Avignone in Francia, hanno raggiunto entrambi i quarti di finale.

I nostri migliori under 14, finito l’esame di terza media, saranno impegnati in questi giorni nei gironi eliminatori della European Summer Cup, una sorta di campionato europeo a squadre. Sia le ragazze che i ragazzi partono tra le squadre favorite anche se non sono state particolarmente fortunate con il sorteggio. Le ragazze, Melania Delai, Federica Sacco e Lisa Pigato (capitano Matteo Evani) sono state inserite nel girone C di Brema in Germania e se la dovranno vedere con Russia (favorita assieme a noi per la vittoria finale nel girone), Germania, Austria, Bielorussia, Croazia, Danimarca e Norvegia.
I ragazzi, Lorenzo Rottoli, Lorenzo Musetti e Fausto Tabacco (capitano Massimo Valeri), sono nel girone C di Murcia (in Spagna) e se la dovranno vedere con i padroni di casa della Spagna, Bulgaria, Lettonia, Ungheria, Olanda, Norvegia e Romania.

La formula prevede che le prime due di ognuno dei quattro gironi poi si affronteranno nella fase finale prevista dal 1 al 3 luglio a Loano per le ragazze e a Murcia in Spagna per i ragazzi. Obiettivo di questa fase eliminatorie è quindi quello di arrivare in finale. Gli under 16 e gli under 18 disputeranno la Summer Cup tra la fine di luglio e l’inizio di agosto.


Paolo Angella


TAG:

3 commenti

Luca_nl 26-06-2016 17:35

Scritto da Mauro
Sempre ottimo e puntualissimo il tuo articolo sui nostri giovani, Paolo. Sarebbe da discutere l’effettvo valore di queste competizioni a squadre, soprattutto quelle under 16 e under 18 …..

Non so se intendi che per under16 ed under18 sarebbero quasi inutili 🙄

Certo in un ottica votata a vincere subito ed il prima possibile tra i professionisti, forse (anche se io ritengo di no) sono anche inutili.

Ma lo spirito di queste manifestazioni e riunire ed far incontrare ragazzi/e di diverse nazionalità per 3 giorni prima nel girone di eliminazione e poi le migliori otto squadre altri 3 giorni nella fase finale, in un ottica di scambio interculturale, attraverso il tennis.

Tutte le squadre giocano lo stesso numero di match, in quanto vengono stabilite tutte le posizioni dalla 1^ sino all’ottava.

La squadra che vince la manifestazione non è detto che abbia i giocatori più forti, ma è prevista anche una classifica player che prescinde dal risultato di squadra, ad esempio quando partecipò la Muguruza, nonostante la Spagna non vinse la Coppa la Muguruza arrivò prima.

Poi in termini di punti “ranking junior” danno poco, meno di un G2.

E’ anche vero che spesso tra gli under18 non sono presenti tutti i migliori, in quanto i piccoli fenomeni verso i 16/17 anni già partecipano ai tornei professionistici, infatti anche la Muguruza arrivò prima da under17 ma ancora 16enne essendo nata a fine anno.

Ma questo non toglie che non è affatto facile vincere il trofeo, o arrivare primi nella classifica player.

Poi è vero che in genere in queste manifestazioni emergono le seconde linee più che i futuri/e top10.

Ma come si vede dall’articolo di Paolo negli Slam abbiamo difficoltà non solo ad arrivare in fondo, ma anche ad entrare nel main draw, quindi se possiamo ben figurare in una manifestazione europea, a che pro rinunciarci 🙄

Nel settore femminile, dal 1975 (anno d’inizio sotto la Federazione Europea) sono state disputate 57 edizioni tra under18 ed under20 (dal 1991 incorporata nella Under18), l’Italia ha vinto solo 7 volte.

3
Luca_nl 26-06-2016 16:55

Redazione la Samsonova è del 1998 anche se nata a Novembre, quindi ha ancora 17 anni.

2
Mauro (Guest) 26-06-2016 12:23

Sempre ottimo e puntualissimo il tuo articolo sui nostri giovani, Paolo. Sarebbe da discutere l’effettvo valore di queste competizioni a squadre, soprattutto quelle under 16 e under 18 …..

1