Il torneo di Basilicanova Copertina, Future

Future Basilicanova: Il Mago Walter spezza l’incantesimo di Pedro Sousa

23/06/2016 19:11 1 commento
Nella foto Walter Trusendi
Nella foto Walter Trusendi

Un sole estivo e una temperatura di 30° hanno accompagnato i quarti di finale del Torneo internazionale ITF maschile (10.000 $ più ospitalità, terra) – Gold Cup “Trofeo Log-Freight” presso il Tc President di Basilicanova. Con queste condizioni climatiche, decisamente diverse rispetto al fresco dei giorni iniziali della manifestazione, sono emersi quei tennisti dai valori assoluti più elevati, capaci di sfruttare la maggiore velocità di palla e una migliore preparazione fisica.

In particolare è spiccato il match tra il portoghese Pedro Sousa, numero 290 delle classifiche mondiali e terza testa di serie del tabellone di singolare, e Walter Trusendi. Entrambi i contendenti hanno calcato palcoscenici più ricchi, in particolare il portoghese, i cui alti e bassi lo hanno portato a raggiungere in carriera il best ranking di numero 199 al mondo nel 2013, poi a sparire dalle classifiche ATP a causa di un grave infortunio, infine compiere una nuova scalata: Sousa nel 2016 ha messo a segno una striscia stagionale pazzesca, composta da ben sei tornei internazionali vinti (cinque a Hammamet e uno la settimana scorsa in Olanda) e cinque finali perse. Il lusitano tuttavia oggi ha gettato alle ortiche un match da mangiarsi le mani, che si ricorderà a lungo. Trusendi è stato bravo, anzi bravissimo a rimanere attaccato alla partita fino alla fine, ma Sousa si è divorato un vantaggio di 75 53, e successivamente di 6 a 5, andando in entrambi i casi a servire per il match ma compiendo errori grossolani: nonostante un match-point e il trattamento medico ricevuto dal massese prima del tie-break, il portoghese ha dilapidato un’occasione d’oro, e Trusendi ha raccolto i frutti della sua tenacia con un rapido 6-0 nel terzo set.

La pattuglia azzurra sarà composta in semifinale pure da Lorenzo Giustino, anch’egli vittorioso di una partita durissima contro lo svedese Markus Eriksson. La testa di serie numero 2 ha impiegato addirittura due ore e trentasette minuti, tanto sono durati due set infiniti, per scrollarsi di dosso lo svedesone, numero 459 al mondo dal tennis esteticamente non eccelso ma dalla frustata di diritto letale. Giustino ha dovuto lottare e soffrire punto su punto. Il punteggio è rimasto in equilibrio fino al tie-break, quando l’azzurro ha preso il largo per vincere con un netto 7-2, ma anche nel secondo set Eriksson non ha alzato bandiera bianca, almeno fino al 3-3, quando il break subìto di fatto ha sancito la resa finale. Non ce l’ha fatta invece Jacopo Stefanini: la wild card toscana è stata sconfitta con il punteggio di 62 61 dall’argentino Hernan Casanova, testa di serie numero 4. Quest’ultimo va avanti nel Future parmense con numeri impressionanti (appena sette games persi in tre partite disputate), mentre Stefanini si consola con il terzo quarto di finale raggiunto consecutivamente in tre settimane dopo Bergamo e Sassuolo, un filotto niente male per un classe 1996 ancora fuori dalle prime mille posizioni nel ranking ATP.
In serata si disputerà l’ultimo quarto di finale tra Miki Jankovic e Riccardo Bonadio. Domani sono in programma le due semifinali e la finale del doppio: l’ingresso sui campi del Tc President di Basilicanova è libero per tutta la durata della manifestazione.


TAG:

1 commento

Darios80 (Guest) 23-06-2016 20:12

Immenso il truso merita di vincere il torneo

1

Lascia un commento