Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Serena Williams ripartirà dal Roland Garros?

20/04/2016 08:10 5 commenti
Serena Williams classe 1981, n.1 del mondo
Serena Williams classe 1981, n.1 del mondo

Le aspiranti numero 1 sono tante, tutte agguerrite e intenzionate ad accaparrarsi un trono e una corona ambita da qualunque tennista negli ultimi 15 anni, anni in cui Serena Williams ha esercitato un vero e proprio dominio (salvo brevi interregni), lasciando le briciole nei tornei più importanti a tutte le altre. Adesso che il trono vacilla come non mai e Serena ha accusato più di una battuta d’arresto il tutto ha assunto toni ancora più esasperati, con una vera e propria caccia alle streghe e congetture varie che prevedono pronti ritiri, cadute fragorose e assenza di nuove affermazioni Slam.

Il sacrilegio è iniziato nella New York addobbata a celebrare il Grande Slam di Serena, per mano di Roberta Vinci, esaltata dalla folla che non poteva non ammirare nell’occasione i suoi colpi ad effetto, una tennista dal tennis sopraffino che in quella partita si è fatta carico sulle proprie spalle di tutti quei moti di rivalsa che per anni hanno infruttuosamente accompagnato le avversarie della più piccola e più forte delle sorelle Williams.
La Kerber a inizio anno ha infranto un nuovo sogno di Serena, salvaguardando la memoria tedesca della Graf e nel prosieguo della stagione, ci ha pensato la Azarenka a mettere a tacere le ambizioni della Williams nella trasferta americana Indian Wells-Miami: la terra rossa che si appresta a vivere il suo momento clou sarà quindi il crocevia più importante della stagione di Serena. Una nuova battuta d’arresto a Parigi metterebbe infatti davvero in dubbio il suo numero 1 mentre un’affermazione potrebbe rilanciarla, ricacciando tutte le inseguitrici a debita distanza.
Paradossalmente, mentre per alcuni la terra battuta è la superficie in cui Serena in carriera ha fatto più fatica, io credo che proprio in tale campo di gioco la Williams possa oggi contare ancora un notevole vantaggio rispetto alle avversarie e possa quindi provare a rilanciare la sua rincorsa a nuovi record Slam.

Mentre su cemento outdoor o sull’erba di Wimbledon non mancano valide alternative alla statunitense, non vedo tenniste forti a tal punto da poter mettere in dubbio le sue più che giustificate ambizioni parigine. La Azarenka tornata a far sfracelli non mi sembra poterla impensierire sul rosso, la Sharapova è temporaneamente fuori, la Kerber spesso non trova il giusto feeling, la Radwanska subisce troppo il gioco delle avversarie e la nouvelle vague incarnata alla perfezione dalla Muguruza è ancora troppo incostante.
Personalmente faccio il tifo per Serena, il tennis in questo 2016 ha ancora bisogno di lei: con 3/4 Major ancora da disputare e una nuova Olimpiade da affrontare, una Williams in crisi o in caduta libera non farebbe per nulla bene a ciò che più di ogni altra cosa qualsiasi tifoso o appassionato ama e deve preservare…il tennis.


Alessandro Orecchio


TAG:

5 commenti

Il Biscottone spagnolo (Guest) 20-04-2016 15:37

Io di vere aspiranti al numero 1 ne vedo due, Azarenka e Muguruza, quest’ultima sulla terra la vedo meglio della bielorussa, soprattutto in futuro. Vedremo :smile:

5
pastaldente 20-04-2016 15:27

non sono per niente d’accordo con l’articolo. dagli us open in poi la Wta ha finalmente ripreso un pò di ossigeno! Pennetta che vince agli Us Open, la Radwanska al masters, la Kerber che vince uno slam finalmente, il ritorno di Vika, e tante altre belle sorprese che prima non c’erano!
Per me l’allontanamento della dittatrice Williams ha reso la wta più imprevedibile e appassionante, e spero sia cosi almeno per buona parte dell’anno!

4
CM (Guest) 20-04-2016 11:13

Ma Serena a Madrid non gioca?

3
Evolution 20-04-2016 11:00

Se la Azarenka fisicamente e mentalmente sarà quella vista nei 2 tornei in Usa farà bene anche sulla terra.

2
Emanuele 20-04-2016 09:43

In effetti al Roland Garros può vincere chiunque. Non vedo una favorita chiara vista l’assenza di Masha

1

Lascia un commento