Notizie dal Mondo ATP, Copertina

Caso Moore: Le reazioni. Djokovic “dovremmo ottenere una fetta più grande dei prize money perché possiamo dimostrare che i match maschili attirano più spettatori rispetto a quelli femminili”

21/03/2016 11:41 59 commenti
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo

Arrivano le prime dichiarazione sul Caso Moore, Direttore del torneo di Indian Weels, che non è stato molto diplomatico tra le differenze (secondo lui) del tennis maschile e femminile.

Novak Djokovic: Sicuramente non è stato politicamente corretto ed ho ho un enorme rispetto per la WTA ed il suo entourage che hanno dedicato nel corso degli anni per ottenere una eguaglianza nei montepremi.
Però dovremmo ottenere una fetta più grande dei prize money perché possiamo dimostrare che i match maschili attirano più spettatori rispetto a quelli femminili. Se ci sono statistiche e dati disponibili per verificare chi riesca ad attirare più attenzione, più spettatori, chi venda più biglietti”.

Serena Williams: “Ovviamente nessuna donna dovrebbe stare in ginocchio ringraziando per cose del genere, è una frase decisamente offensiva.
Non posso dire quante persone ogni giorno non guardano il tennis se non ci sono io o mia sorella. Perciò non penso che questo sia un’affermazione esatta.”

Sergiy Stakhovsky: “Non sapevo che Moore si stesse candidando alla presidenza ATP. Pensavo avessimo eletto Kermode per altri 3 anni!”

Patrick McEnroe: “Secondo me si dovrebbe dimettere… sono arrabbiato.”

Victoria Azarenka: “Perchè devi fare commenti sessisti? Sembra uno scherzo? A chi interessa? Sei una persona molto triste se ti comporti in questo modo”.


TAG: , , , ,

59 commenti. Lasciane uno!

Shuzo (Guest) 22-03-2016 14:17

Non ho ancora letto che cosa di così grave abbia detto Moore.
Al di là di tutto, se Moore ha detto qualcosa di offensivo, è giusto che se ne assuma le responsabilità.
Però a questo punto mi permetto di fare un po’ l’avvocato del diavolo. Quante volte, anche in televisione, sento uscire fuori da bocche di donne frasi ingiuriose nei confronti del genere maschile! Nei confronti di costoro non ho mai sentito prendere posizione. D’accordo sarà pure colpa degli uomini che consentono certi atteggiamenti senza protestare, ma francamente trovo inaccettabile che un uomo, quando parla del genere femminile, deve stare sempre attento a pesare le parole, mentre le donne possono dire ciò che vogliono! A questo punto mi sembra assolutamente legittimo parlare di discriminazioni alla rovescia!
Non voglio sostenere che Moore non debba andare incontro alle conseguenze delle sue asserzioni, dico solo che ci sono tante donne che meriterebbero querela per come si esprimono verso gli uomini, eppure la fanno sempre franca.

59
IvanLendl (Guest) 22-03-2016 14:06

ha ragione nel merito economico. quello che non si è reso conto che qui c’è anche un problema di politica, che l’ha travolto.

58
Ghigno 22-03-2016 01:50

Ma poì tutta questa parità di prize money non c’è. È sempre a favore dei maschietti. Si negli slam sono uguali peró nei tornei un pó più minori ad esempio appunto IW guadagnano di più gli uomini. Il bello negli slam gli uomini giocano tre su cinque mentre le donne giocano due su tre, prendono gli stessi soldi, mentre dove giocano gli stessi set guadagnano di più gli uomini quindì non piangete. Perché secondo me in realtà la parita dei sessi fino ad uno certo punto c’è

57
emilio (Guest) 22-03-2016 00:49

Per me l,Atp e noioso da morire.la finale di IW l,ho vista solo 4 games…poi anche negli slam non e che tutti i tennisti giocano 5 set…fino alla finale sia maschile sia feminile si puo arrivare giocando solo 3 set…perche dovrebbe prendere di piu il maschio?

56
pinkfloyd 21-03-2016 23:09

@ Almas (#1553072)

Buona notte.

55
Almas (Guest) 21-03-2016 22:49

@ pinkfloyd (#1553053)

Va bene sei caustico ma poco intuitivo; il discorso sul calcio era solo per rispondere ad un altro utente e sull”imprenditore erano solo esempi semplificati per dire che è palese che la differenza tra uomini e donne nel tennis è evidente e non è un discorso maschilista perché magari domani la gente si annoia di vedere Nole a vincere o Federer si ritira e le donne fanno piu audience, ma solo per dare i giusti meriti e trovo sia puerile negarlo. Buona serata a te

54
pinkfloyd 21-03-2016 22:08

@ Almas (#1553037)

Hai scritto che “i guadagni dei calciatori sono 10 volte quelli delle calciatrici” e ti ho risposto.
Non penso di essere stato scortese, al massimo caustico.
Poi penso non si possano fare discorsi sugli “imprenditori”, il discorso è molto più ampio e non c’è nessun “imprenditore” che paga le giocatrici e i giocatori, sono loro che si guadagnano i loro introiti a seconda dei turni superati nei tornei.

L’ITF e la Wta e l’Atp hanno deciso per questa parità negli Slam (al massimo nei Mandatory), evidentemente è una loro decisione, il giocatore e la giocatrice hanno a disposizione lo stesso montepremi, chi è più bravo vince la fetta migliore.
La giocatrice non ruba nulla al maschietto, che prenderà al massimo gli stessi soldi.
Non è 40 a 60, è la stessa possibilità per chiunque.

Se si vuol tornare indietro, morale della favola, anche per chi è preoccupato per questo “femminismo” cannibale, per me non c’è problema.
Al massimo si tornerà indietro, le donne avranno a disposizione montepremi minori, ma sopravviveranno lo stesso. Questo è sicuro.
Così come è stato fino al 2006…e magari se ci fanno vedere un po’ di “spettacolo” un po’ tutti e un po’ tutte, forse è meglio per tutti :smile:

53
Luca Martin (Guest) 21-03-2016 21:54

Percentualmente le quote di mercato del Tennis maschile subissano quelle femminili. Però nello Sport Moderno vige la regola di cercare di appianare gli opposti e creare una sorta di plateau.
Prendiamo anche il Mondiale di Calcio Uomini. Lì si presentano squadre di veri e propri pellegrini. Se si dovesse fare un discorso meritocratico ci sarebbero tutte le Europee, più il Brasile e l’Argentina. Stop. Probabilmente nessun’altra squadra (eccezionalmente spuntano qua è là qualche nazionale decente, ma mooolto raramente).
La stessa cosa nel Torneo di Rugby delle 6 Nazioni. Se fosse per motivi meritocratici, l’Italia dovrebbe essere esclusa.
Per cui il discorso di Djokovic va un po’ contro le tendenze di ecumenicità dello Sport, sempre esistite, ma particolarmente sentite negli ultimi decenni.

52
Almas (Guest) 21-03-2016 21:41

@ pinkfloyd (#1553023)

Veramente non sono stato io ad accostare calcio e tennis, cmq semplificando si intende che un imprenditore ha 2 dipendenti che uno gli fa guadagnare 100 ed uno 40 è giusto abbiamo lo stesso stipendio? Poi se vuoi commentare gentilmente meglio ancora

51
Miiiii (Guest) 21-03-2016 21:26

@ Goergestuttalavita (#1553020)

??? (ma l’hai capito il senso del mio commento? :shock: :shock: :mrgreen: :mrgreen: )

50
I love tennis (Guest) 21-03-2016 21:16

@ Ale73 (#1553021)

Commento perfetto.Ci siamo americanizzati anche in questo purtroppo.

49
pinkfloyd 21-03-2016 21:12

@ Almas (#1553012)

Cosa c’entri il calcio maschile e il calcio femminile col tennis maschile e femminile lo sai solo tu.
Va bene che ognuno dice la sua…ma non eccedete…
Dubito anche che le “calciatrici” guadagnino qualcosa, ove ci fosse un campionato (per come è adesso è un campionato “invisibile”).
Ma davvero stai paragonando uno sport sconosciuto con uno che ha avuto o ha una Navratilova, una Evert, una Graf, una Williams ecc, conosciute in tutto il mondo tanto quanto omologhi rappresentanti maschili?
Il calcio femminile (in quanto sport di squadra e di rilevanza irrisoria) è imparagonabile con alcuno sport (tra quelli più importanti, se proprio vuoi mettere pure quelli di squadra).

Potresti mettere a confronto anche la Formula1 maschile e femminile, visto che ci sei… :smile:

48
Ale73 (Guest) 21-03-2016 21:09

Io penso che il discorso si ponga soprattutto in riferimento agli slam, durante i quali agli uomini viene richiesto lo sforzo di cimentarsi tre su cinque, in condizioni climatiche spesso difficili, mentre alle donne viene richiesto sempre e comunque il due su tre. A quel punto la parità di montepremi è un’assurdità. E’ come se un lavoratore lavorasse 3 ore e prendesse lo stesso stipendio del collega che lavoro il doppio. Si uniformi tutto al tre su cinque e così la parità di montepremi sarebbe giustificata. Il discorso invece della diversa partecipazione del pubblico nei tornei combined, che giustificherebbe la diversa retribuzione tra uomini e donne, non mi convince.
In ogni caso il femminismo in Occidente è riuscito a fare il lavaggio del cervello un po’ a tutti, e anche qualcosa di semplice buon senso può essere tacciata di maschilismo. Siamo a questo punto.

47
Goergestuttalavita (Guest) 21-03-2016 20:58

@ Miiiii (#1553004)

Guadagna anche molto di più del N° 1 del mondo di curling.Che scoperta !!!
Dipende dalla popolarità dello sport è ovvio. C’è anche chi è passato per esempio dal tennis al tennis tavolo come il tedesco Bastian Steger; e con molte più soddisfazioni anche in termini economici. I primi cento del tennis tavolo sono meglio pagati dei tennisti con un ranking inferiore al 50 perchè in paesi come la germania è uno sport molto seguito e i top player fanno tournèè anche in Asia assai remunerative. In medio oriente c’è molta curiosità perchè i tennisti di casa con i pongisti alla Federer se la giocano e quasi sempre vincono mentre nel tennis non c’è storia

Scritto da Miiiii

Scritto da _Carlo
A me piace più il tennis femminile, ma se alla maggioranza delle persone piace di più quello maschile è giusto e sacrosanto che i maschi guadagnino di più !!
Mettiamo che ci sia uno sport tipo il pattinaggio artistico in cui le donne fanno molto più audience… Qualcuno si sognerebbe mai di pretendere che gli uomini guadagnino lo stesso che le donne per una stupida ridicola questione di “parità di genere” ??
P.S.: Sono d’accordissimo col commento che parla della melma buonista che ci sta ricoprendo tutti… Felice che il grande Nole Djokovic ne sia ancora immune !! Gli confermo tutta la mia stima umana e sportiva…

Sono un cattivista meritocratico, ma preferisco la melma buonista al pensiero unico dominante che “il mercato ha sempre ragione”, pensiero – questo sì – che ci sta sommergendo tutti senza che neanche ce ne rendiamo conto. Non entro troppo nel merito, ma una cosa la voglio dire: tutti voi che state con Moore non osate lamentarvi (mai più, se l’avete fatto in passato) del fatto che un giocatore di calcio di serie C italiano (numero 100.000 del mondo) guadagna più di un top 100 (mondiale) del tennis, perché – secondo lo stesso pensiero unico – ad una partita di calcio di serie C ci sono più spettatori che ad un incontro di un buon challenger, come chiunque può facilmente verificare.

46
Almas (Guest) 21-03-2016 20:46

@ Miiiii (<a href="#comment-1553004"@ Miiiii (#1553004)

Hai fatto l esempio più lampante accostando il tennis al calcio di come sia ingiusto qs sistema, infatti i guadagnii dei calciatori di stessa categoria di quello femminile son almeno 10 volte superiori

45
Miiiii (Guest) 21-03-2016 20:30

Scritto da _Carlo
A me piace più il tennis femminile, ma se alla maggioranza delle persone piace di più quello maschile è giusto e sacrosanto che i maschi guadagnino di più !!
Mettiamo che ci sia uno sport tipo il pattinaggio artistico in cui le donne fanno molto più audience… Qualcuno si sognerebbe mai di pretendere che gli uomini guadagnino lo stesso che le donne per una stupida ridicola questione di “parità di genere” ??
P.S.: Sono d’accordissimo col commento che parla della melma buonista che ci sta ricoprendo tutti… Felice che il grande Nole Djokovic ne sia ancora immune !! Gli confermo tutta la mia stima umana e sportiva…

Sono un cattivista meritocratico, ma preferisco la melma buonista al pensiero unico dominante che “il mercato ha sempre ragione”, pensiero – questo sì – che ci sta sommergendo tutti senza che neanche ce ne rendiamo conto. Non entro troppo nel merito, ma una cosa la voglio dire: tutti voi che state con Moore non osate lamentarvi (mai più, se l’avete fatto in passato) del fatto che un giocatore di calcio di serie C italiano (numero 100.000 del mondo) guadagna più di un top 100 (mondiale) del tennis, perché – secondo lo stesso pensiero unico – ad una partita di calcio di serie C ci sono più spettatori che ad un incontro di un buon challenger, come chiunque può facilmente verificare.

44
Army 21-03-2016 20:06

@ ale85 (#1552805)

Si ma tu puoi ben capire che io al bar posso dirlo se lo penso…Ma se sono direttore di un torneo combined, come mi viene in testa di dire una cosa simile? Addirittura di dire che due tenniste sono belle quindi c’è speranza, sottolineando come a contare sia solo l’aspetto estetico…Io credo che Moore abbia vita brevissima alla guida di un simile torneo dopo queste dichiarazioni…Dopo il Berlusconi americano(Trump) ecco il Tavecchio americano… :roll:

43
I love tennis (Guest) 21-03-2016 19:14

Oggettivamente il tennis femminile ha la fortuna al momento che la Williams è in calo e dunque ogni partita è aperta ad un esito diverso,e c’è anche più battaglia tra le giocatrici,ma se Federer e Nadal giocassero ancora le finali Slam contro,non ci sarebbe storia come qualità e cachet.Djokovic,mi dispiace dirlo,ma non attirerà mai più pubblico di loro due.

42
Mamo (Guest) 21-03-2016 19:01

Scritto da Scrotal
quali sono gli sport popolari dove le donne guadagnano quanto gli uomini? il tennis. PUNTO… allora se anche qui gli uomini che portano più gente hanno qualcosa da dire non vedo come si possa accusarli di sessismo, visto che OVUNQUE funziona in modo diverso. sostengo Djoker…

:mrgreen:

41
Rovescio Lungolinea (Guest) 21-03-2016 18:59

Scritto da Kriss69forever
Discorso commercialmente ineccepibile, umanamente inaccettabile, sportivamente devastante. Gli uomini portano più soldi, ma rompere la parità vorrebbe dire un passo indietro sui principi, ed il tennis femminile progressivamente morirebbe (chi si dedica più ad uno sport professionistico anima e corpo sapendo che solo le prime 40-50 del mondo guadagnano?).

Discorso commercialmente ineccepibile = OK

Discorso umanamente inaccettabile = perché? Inaccettabile è che in uno spettacolo io che faccio meno spettatori di te (per qualsiasi motivo) debba guadagnare quanto te.

Discorso sportivamente devastante = Perché? E’ giusto che un ragazzo più “bravo” di una ragazza debba smettere per fare giocare lei che deve guadagnare… bla bla bla … anche se nessuno dovesse andare a vederla?

E’ questa la vera barbarie, continuare a creare aspettative non meritocratiche.

Ma va là che il mondo inizia a risentirne.

40
Rovescio Lungolinea (Guest) 21-03-2016 18:53

Scritto da _Carlo
A me piace più il tennis femminile, ma se alla maggioranza delle persone piace di più quello maschile è giusto e sacrosanto che i maschi guadagnino di più !!
Mettiamo che ci sia uno sport tipo il pattinaggio artistico in cui le donne fanno molto più audience… Qualcuno si sognerebbe mai di pretendere che gli uomini guadagnino lo stesso che le donne per una stupida ridicola questione di “parità di genere” ??
P.S.: Sono d’accordissimo col commento che parla della melma buonista che ci sta ricoprendo tutti… Felice che il grande Nole Djokovic ne sia ancora immune !! Gli confermo tutta la mia stima umana e sportiva…

Quoto

39
biglebowski (Guest) 21-03-2016 18:46

credo che il tennis sia UNO e maschile e femminile possano fungere da traino reciproco in particolare negli eventi combined; match maschili e femminili spesso si alternano offrendo spettacolo diversi ma ugualmente anche se diversamente apprezzati.

una certa Na Li, ad esempio, ha sdoganato il tennis in un paese immenso e forse ha qualcosa a che vedere se djokovic, oggi, ottiene dagli sponsor cifre più alte; le williams sister hanno introdotto il tennis in una comunità che lo conosceva poco; evert, navratilova, b.j. king, graf, henin e altre hanno contribuito alla diffusione tanto quanto i colleghi maschi; in italia addirittura è stato il movimento femminile ad essere trainante in questi ultimi anni.

la trovo onestamente una polemica pretestuosa, un po’ arrogante ed inutile.

buon tennis!

38
pallettaro (Guest) 21-03-2016 18:23

@ Kriss69forever (#1552818)

Commercialmente ineccepibile???????????????????
Lo sai Nadal quanto ha preso nel 2015 per andare al Queens? 1 milione di euro. Il prize money conta quasi nulla per uno come lui.
Vogliono prendersi l’uno e l’altro, ma anche aumentare il prize money no, proprio no.

37
pinkfloyd 21-03-2016 18:21

@ monnix1 (#1552920)

E fai bene :smile: :wink:

36
monnix1 (Guest) 21-03-2016 18:08

@ pinkfloyd (#1552918)

ma certo, i nostri sono solo pareri personali, ognuno è libero di pensarla come vuole; ATP e WTA liberissimi di decidere come meglio credono.
Per quanto mi riguarda spero di vedere un bello spettacolo maschile a Montecarlo, con la speranza di rivedere il Re giocare! :lol:

35
pinkfloyd 21-03-2016 17:56

@ monnix1 (#1552914)

Si si, lo vedo anch’io dalla tv che alcuni tornei sono più seguiti e alcuni meno.
Ma qui si parla di tornei Slam o Mandatory (non so se tutti) dove vige questa parità di montepremi. Tornei combined.
I tornei minori sono un altro discorso, ci sono quelli maschili e quelli femminili e sono separati, tranne qualche eccezione, forse.

Qui si mette in dubbio questa parità di “salario” in tornei grossi, che ormai vige da tempo (se non sbaglio il primo fu un Wimbledon del 2006 o 2007 a presentare questa “novità”).
I maschi fanno da traino, può darsi, ma il tennis è l’unico sport nel quale ci si ricorda di McEnroe come di Navratilova allo stesso modo, non è il calcio né la pallavolo né niente, è uno sport individuale ed è sempre stato così. Visto come un tutt’uno, un insieme di uomini e donne. Un unico circuito.
Poi chiaro che il maschile possa essere più seguito, a livello televisivo o globale certo, ma, per riempire gli stadi, anche tra i maschi non è che ci sia tutto questo pienone nei primi turni, dipende da caso a caso.

Nell’attualità possiamo dire che anche l’ATP non è che stia toccando vette clamorose o goda di salute straordinaria.
E’ un periodo difficile anche per loro, insomma, tutto questo “spettacolo” oggi non c’è.
Quindi diventa una battaglia anacronistica.
Magari in altre epoche il “prodotto” è stato molto migliore, anche tra le femmine, per carità, però alla fine sono davvero battaglie ideologiche, un po’ fuori dal tempo, un po’ di sottile “disprezzo” verso le donne c’è, alla fin fine.

Poi ognuno la vede come vuole, ci sono gli organi preposti, il mio è solo un parere, come credo quello di chiunque.

34
monnix1 (Guest) 21-03-2016 17:31

@ pinkfloyd (#1552848)

solo per precisare…a Basilea ovviamente quando ha giocato Federer non c’era un posto libero, ma anche durante tutti gli altri incontri (a parte il doppio) il palazzetto era all’80%

33
Miky (Guest) 21-03-2016 17:27

L’egocentrismo della williams è scioccante

32
Scrotal (Guest) 21-03-2016 17:21

quali sono gli sport popolari dove le donne guadagnano quanto gli uomini? il tennis. PUNTO… allora se anche qui gli uomini che portano più gente hanno qualcosa da dire non vedo come si possa accusarli di sessismo, visto che OVUNQUE funziona in modo diverso. sostengo Djoker…

31
_Carlo (Guest) 21-03-2016 17:07

A me piace più il tennis femminile, ma se alla maggioranza delle persone piace di più quello maschile è giusto e sacrosanto che i maschi guadagnino di più !!
Mettiamo che ci sia uno sport tipo il pattinaggio artistico in cui le donne fanno molto più audience… Qualcuno si sognerebbe mai di pretendere che gli uomini guadagnino lo stesso che le donne per una stupida ridicola questione di “parità di genere” ??

P.S.: Sono d’accordissimo col commento che parla della melma buonista che ci sta ricoprendo tutti… Felice che il grande Nole Djokovic ne sia ancora immune !! Gli confermo tutta la mia stima umana e sportiva…

30
quandosmetterogervendolatv (Guest) 21-03-2016 16:42

Se c’ è uno sbilanciamento questo è già troppo a favore del maschie e sopratutto dei primi 50 giocatori del ranking (dico un numero approssimativo).
Un federazione se dò lo status di professionista a un giocatore… deve garantirgli un prize money adeguato, altrimenti limiti il numero dei professionisti a una certa soglia ed età e per gli altri se lo voglono facciano circuiti alternativi… mi sembra ingiusto che uno debba attraversare il continente per 1500 euro di premio per il passaggio d un turno.. ne prende di più un imbianchino…. e non è il 300° imbianchino del mondo.

29
pinkfloyd 21-03-2016 15:48

@ monnix1 (#1552843)

Vabbè, se prendi come riferimento Basilea e Federer…è troppo facile :smile:
Allora la Pennetta o un’italiana al primo turno, a Roma, ti riempie lo stadio…

Da quello che vedo io (e facendo riferimento agli Slam e ai tornei importanti) i primi turni non sono pieni né al maschile né al femminile.
A meno che non ci sia l’atleta di casa, possibilmente contro un top 10 magari.

Ma io lo do per buono che (alcune) partite maschili siano più attraenti, ma non c’entra niente con le esternazioni di questo Moore.
Poi ITF e company l’hanno già compiuto questo passo di uniformare i montepremi in questi tornei, dubito torneranno indietro, a prescindere se sia giusto o meno.

28
monnix1 (Guest) 21-03-2016 15:39

concordo con te, se hai il biglietto della finale vedi quello che capita, e in ogni caso sei contento di esserci visto che non penso capiti molte volte di assistere ad una finale di un torneo importante.
io ad esempio ho acquistato un biglietto per Montecarlo 2016(purtroppo non per la finale), non ho idea di chi giocherà quel giorno ma va bene così, se fosse stato un torneo femminile non ci sarei mai andato, trovo che ci sia una disparità di spettacolo incredibile, vuoi per la potenza, per la prestanza atletica ecc.ecc.
avete mai fatto caso a quanto pubblico assiste hai primi turni dei tornei femminili…quasi nessuno!! stessa cosa per i tornei di doppio!!!
l’anno scorso sono andato a vedere gli 1/8 a Basilea, bella giornata..tante partite viste (tra cui Federer) palazzetto pieno di gente…finiti i singoli c’era in programma un incontro di doppio, non ricordo i nomi ma solo quello di J.Murray, il palazzetto di è svuotato completamente, saremo rimasti in 50!

27
pinkfloyd 21-03-2016 15:08

Scritto da monnix1
parlare il lunedi di quale sia stata la finale migliore e applicare il risultato all’argomento trattato non mi sembra molto giusto, quando io compro un biglietto non ho idea né di chi saranno i finalisti né di quale tra le due finali sarà la più spettacolare.
Detto questo…se prima dell’inizio di un torneo, ovvero quando la maggior parte del pubblico acquista i biglietti, vi regalassero un biglietto per assistere alla finale ma vi dicessero di scegliere tra quella maschile e quella femminile, voi cosa scegliereste?
immagino che su 100 ipotetici biglietti regalati almeno 90 scelgano la finale maschile.
quindi ATP batte nettamente WTA.
in questo sport è più spettacolare vedere giocare gli uomini. E il mio non è un commento sessista! se prendiamo altri sport risponderei al contrario!
in questo caso parlano i numeri.

Dipende anche dalla finale.
Se fosse McEnroe-Edberg sceglierei quella :smile:
Poi il pubblico del tennis va a vedersi il tennis, passa una giornata respirando tennis e palline e tutto quello che c’è lì dentro, secondo me è molto meno esigente di quanto si pensi.
E si fa molte meno paranoie di chi sta davanti alla tv, magari.
Chiaro che una cosa è vedersi Federer e una cosa è vedere altri, ma se uno ha il biglietto per la finale, si vedrà quella che sarà, e così sarà per il femminile.

I numeri di cui parli non sono numeri, i numeri sono, in questo caso, che il direttore del torneo parla di una cosa che a lui non interessa, perché, anche se si abbassa il montepremi femminile, non è che poi aumenti il pubblico nel suo impianto…
Lui magari si può preoccupare se una finale femminile venga snobbata e veda spalti vuoti (e non mi sembra il caso in questi tornei) ma non preoccuparsi degli introti delle giocatrici, perché non gli riguardano affatto.

26
Kriss69forever 21-03-2016 15:04

Discorso commercialmente ineccepibile, umanamente inaccettabile, sportivamente devastante. Gli uomini portano più soldi, ma rompere la parità vorrebbe dire un passo indietro sui principi, ed il tennis femminile progressivamente morirebbe (chi si dedica più ad uno sport professionistico anima e corpo sapendo che solo le prime 40-50 del mondo guadagnano?).

25
marcos (Guest) 21-03-2016 15:02

ci sarà sempre qualcuno più attrattivo di qualcun altro, di anno in anno, di mese in mese, di settimana in settimana. difficile calibrare la fetta giusta di montepremi in base all’appeal. ci son dei primi turni femminili inguardabili, ma capita spesso di assistere ad incontri maschili di pari mediocrità. nel tennis, chi merita maggiormente vince di più e guadagna di più. nel tennis c’è parità di trattamento economico tra uomini e donne. a me pare giusto: non si può misurare un premio in base alla forza fisica, altrimenti sceglieremmo di favorire oggettivamente un gesto piuttosto che un altro. esiste forse un assioma che determina come più gradevole/attrattivo/vendibile un drittone di del potro rispetto ad una demivoléè della vinci? a me può piacere maggiormente il drittone, ad altri la demivoléè. si può per caso dire che i tennisti maschi dovrebbero guadagnare di più perchè, soprattutto nei tre su cinque, stanno in campo di più? se mai valesse questa regola, il mondo fallirebbe per pagare adeguatamente le sette ore e quarantacinque minuti degli operai in fabbrica. ma che dici?? come puoi paragonare i tennisti, ammirati da milioni di persone, con gli operai di una fabbrica, che non compaiono in televisione? e, infatti, impossibile paragonarli: sono coloro che pensano che i premi dei tennisti siano da misurare in base al tempo speso sul campo a paragonare i tennisti agli operai. ai tennisti danno fastidio i combined perchè trainano anche il tennis femminile, senza avere un ritorno economico? bene, lo dicano chiaramente, e spingano per cancellare i combined: così, nelle hall degli alberghi e nelle player lounge ci sarà solamente un branco di puzzoni pronti a scannarsi a suon di servizi e botte da orbi. comunque, fa specie che chi guadagna già fior di milioni stia a guardare quanto guadagnano gli altri. è proprio vero che “non mi basta mai!”

24
Marco (Guest) 21-03-2016 14:53

Scritto da isyde
djokovic parla da spettatore privilegiato
i campi si riempiono quando in campo ci sono lui e gli altri due storici big. ( federer, nadal)
esattamente come quando in campo ci sono le big al femminile.
per punizione, a questa affermazione… lo manderei a guardare tre incontri di fila tra roanic e karlovic

Beh.. sempre meglio di un match tra pallettari.. :lol:

23
Losvizzero 21-03-2016 14:52

Moore ha tutta la mia stima :mrgreen:

22
monnix1 (Guest) 21-03-2016 14:50

parlare il lunedi di quale sia stata la finale migliore e applicare il risultato all’argomento trattato non mi sembra molto giusto, quando io compro un biglietto non ho idea né di chi saranno i finalisti né di quale tra le due finali sarà la più spettacolare.
Detto questo…se prima dell’inizio di un torneo, ovvero quando la maggior parte del pubblico acquista i biglietti, vi regalassero un biglietto per assistere alla finale ma vi dicessero di scegliere tra quella maschile e quella femminile, voi cosa scegliereste?
immagino che su 100 ipotetici biglietti regalati almeno 90 scelgano la finale maschile.
quindi ATP batte nettamente WTA.
in questo sport è più spettacolare vedere giocare gli uomini. E il mio non è un commento sessista! se prendiamo altri sport risponderei al contrario!
in questo caso parlano i numeri.

21
ale85 (Guest) 21-03-2016 14:38

Scritto da Army
@ ale85 (#1552755)
si ma se metti a confronto le semifinali femminili e quelle maschili o i quarti di due giorni fa…Beh tutte o quasi le partite femminili hanno saldo fra vincenti e errori positivo mentre quelle maschili no, incluse quelle di Djokovic. Quindi non credo che il livello del tennis maschile sia cosi alto come ci vuole far credere il signor Djokovic o Berdych.

sì su questo hai ragione… infatti non sono d’accordo su quello detto da Nole, poi secondo me il problema è un altro. La maggior parte delle persone, che piaccia o no, non va a vedere le partite di tennis, bensì il personaggio in campo e da questo punto di vista il tennis femminile tolte Sharapova (per doping) e williams (perchè sinceramente si è rotta le scatole), di personaggi non ne ha. Qui non si sta parlando di qualità di tennis ma bensì di personalità che purtroppo il circuito femminile in questo momento non ha. Possiamo stare ore a parlarne ma la verità è questa… tanto che poi Moore si è corretto dicendo che ci sono Muguruza e Bouchard, che oltre ad essere bravine sono anche belle. Peccato che in quanto a risultati siano abbastanza deludenti. Moore, però, ha fatto una dichiarazione importante e cioè che il tennis femminile non viene di certo guardato per la qualità o almeno non solo per quello. Ovvio si può non condividere ma non ha detto una baggianata

20
Miiiiiii (Guest) 21-03-2016 14:35

Suggerisco di suddividere i prize money tra i giocatori solo al termine dei tornei, previo calcolo degli spettatori avuti partita per partita (con l’opportuno diverso peso tra on site, tv, e live streaming), e conseguente distribuzione degli assegni. E’ l’unica soluzione.

19
Army 21-03-2016 14:17

@ ale85 (#1552755)

si ma se metti a confronto le semifinali femminili e quelle maschili o i quarti di due giorni fa…Beh tutte o quasi le partite femminili hanno saldo fra vincenti e errori positivo mentre quelle maschili no, incluse quelle di Djokovic. Quindi non credo che il livello del tennis maschile sia cosi alto come ci vuole far credere il signor Djokovic o Berdych.

18
Sander (Guest) 21-03-2016 13:55

Scritto da CAVELANTE
Caro Djokovic ti ricordo che mentre tu giocavi sul centrale di Montecarlo(SUO TORNEO DI CASA) Roger ha deciso di allenarsi un’oretta su un campo laterale ed Il risultato è stato il deserto completo del centrale quindi un eventuale aumento del prize money lo diamo tutto a Roger? meglio che giochi a tennis va…..

Djokovic in generale mi piace come persona pero’ qui ha parlato come se al centro degli occhi invece delle pupille avesse la sigla del dollaro alla Paperon de Paperoni.
Parlare di avere ancora piu’ soldi lo vedo fuori luogo, dopo la montagna di soldi che i Top hanno gia’, mi piacerebbe piu’ una battaglia a favore del futuro del tennis per le nuove leve che faticano ad affermarsi perche’ si arrabattano con preparatori di minor valore per poterci “stare” con le spese.
Su questo tema, visto che sembra che i tennisti Top hanno una grande voce in capitolo” vedo solo una volonta’ di accrescere solo il proprio “giardino” …anzi pardon….”Parco nazionale”…

17
cosmin (Guest) 21-03-2016 13:47

isyde…
oppure una partita tra isner e mahut.

16
lallo (Guest) 21-03-2016 13:42

Nole ha i cabbasisi. Dice come stanno le cose oggettivamente. Pur sapendo di vivere in un mondo immerso nella melma del politically correct che, immediatamente, si riverserà anche su di lui. Melma che, in generale, ci sta affogando…

15
pallettaro (Guest) 21-03-2016 13:41

@ bao.bab (#1552750)

Sì. Ma l’Atp fa più soldi perché ha ancora Federer e Nadal. Gilles Simon non attira più interesse e soldi di una Vinci. Diverso è Murray o Nishikori (principalmente perché è giapponese) nei confronti di una Kvitova. Usciti dai primi 10, a mio parere, il discorso inizia ad equilibrarsi e quindi non è tanto equo che Carreno Busta prenda di più di una Schiavone.
Sono Nole, Nadal e Federer i padroni del mercato, non certo gli altri.

14
lallo (Guest) 21-03-2016 13:39

Scritto da Michele
Ma Stakhovsky non può pensare a vincere qualche partita anzichè dimostrare sempre tutta la sua ignoranza?

Stak rappresenta i giocatori ATP. Ovvero l’ATP (almeno così dovrebbe essere). Quindi parla a nome di tutti.

13
pallettaro (Guest) 21-03-2016 13:33

@ ale85 (#1552755)

Giusto. Bravo. E’ stata una partita patetica. Dove la Williams era ferma ed aveva l’atteggiamento di chi non ne aveva voglia. Sul 4-0 del secondo si è accorta che era in campo. A me sembrava ubriaca.

12
Tennisman (Guest) 21-03-2016 13:31

@ CAVELANTE (#1552733)

Senza ombra di dubbio… :)

11
pallettaro (Guest) 21-03-2016 13:28

Non prendessero i cachet per andare ai tornei mi andrebbe anche bene.
Il problema è che prendono cachet già di 1 o 2 milioni di dollari per andare ai tornei. Il fatto che abbiano più spettatori è vero, ma è anche vero che per questa ragione prendono già più soldi di sponsor.
E’ poi tutto da dimostrare che una partita Bautista Agut e Carreno Busta possa avere certamente più seguito di una partita Svitolina Vinci.
Ma Nole? Non ne pigli già abbastanza?

10
Luke (Guest) 21-03-2016 12:58

evvai, un altro cavernicolo! Ho il sospetto abbia origini italiane :P

9
ale85 (Guest) 21-03-2016 12:55

L’Azarenka ha vinto con dieci vincenti… Onore al merito ma parlare di qualità mi sembra eccessivo. La partita di ieri ha visto una sola giocatrice in campo… La Williams non è proprio entrata in partita…

Scritto da Army
Mah…Ieri onestamente la qualità del match femminile è stata più alta, cosi come per i match di tutta la scorsa settimana…Appenase ne andranno Rafa, Roger, chi va a vedere Nole?!?!

8
Army 21-03-2016 12:46

Mah…Ieri onestamente la qualità del match femminile è stata più alta, cosi come per i match di tutta la scorsa settimana…Appenase ne andranno Rafa, Roger, chi va a vedere Nole?!?! :lol:

7
bao.bab (Guest) 21-03-2016 12:36

Penso che la questione debba essere valutata al di fuori delle questioni sessiste. Fino al 2008 gli utili ATP e WTA si equiparavano (60 M $). Dal 2008 l’ATP ha praticamente raddoppiato gli utili (110 M nel 2014) mentre la WTA e’ cresciuta fino a 70 M. La questione quindi dovrebbe far porre delle domande sul perche’ la WTA non sia riuscita a tenere il passo del movimento maschile in questi anni.
Un punto importante puo’ chiaramente esser stata la crisi economica mondiale pero’ ad oggi il problema va necessariamente affrontato. I combined a mio avviso favoriscono il consolidamento di questa situazione.
Il Management WTA dovrebbe avere l’intelligenza e la capacita’ di aumentare l’appeal del prodotto verso gli sponsor perche’ poi il prize money non li paghi certo con il botteghino…
tutto sommato darei ragione a Djokovic, non sulla base di una retorica sessista ma semplicemente perche’ mi sembra corretto che se un’azienda e’ meglio gestita i dividendi debbano andare a chi quella azienda la fa muovere

6
Michele (Guest) 21-03-2016 12:22

Ma Stakhovsky non può pensare a vincere qualche partita anzichè dimostrare sempre tutta la sua ignoranza?

5
ale85 (Guest) 21-03-2016 12:21

Prevedo una squalifica molto ridotta per Masha…infatti ha pensato bene di allenarsi già sulla terra! Ci siamo capiti… e forse Mr Mouratoglu non aveva proprio tutti i torti

4
andi (Guest) 21-03-2016 12:10

Hajhahahahah a djokovic non gli bastano i soldi che ha

3
CAVELANTE 21-03-2016 12:04

Caro Djokovic ti ricordo che mentre tu giocavi sul centrale di Montecarlo(SUO TORNEO DI CASA) Roger ha deciso di allenarsi un’oretta su un campo laterale ed Il risultato è stato il deserto completo del centrale quindi un eventuale aumento del prize money lo diamo tutto a Roger? meglio che giochi a tennis va…..

2
isyde 21-03-2016 11:54

djokovic parla da spettatore privilegiato
i campi si riempiono quando in campo ci sono lui e gli altri due storici big. ( federer, nadal)
esattamente come quando in campo ci sono le big al femminile.
per punizione, a questa affermazione… lo manderei a guardare tre incontri di fila tra roanic e karlovic :mrgreen:

1

Lascia un commento