Il torneo di Beinasco Copertina, WTA

ITF Beinasco: Brilla la stella di Jessica Pieri che elimina la Rus “Il sogno? – Diventare una giocatrice professionista, poi il livello si vedrà, stagione dopo stagione”.

25/02/2016 16:11 7 commenti
Jessica Pieri classe 1997, n.494 WTA
Jessica Pieri classe 1997, n.494 WTA

Prova del nove ampiamente superata da Jessica Pieri, nuovo volto del giovane tennis azzurro che si sta mettendo in luce nel 25.000 $ ITF di Beinasco, SGE Women’s International Tournament, giunto alla sua terza edizione. Dopo la bella e fragorosa vittoria di ieri, a livello di ottavi di finale, contro l’ex numero 7 del mondo Patty Schnyder, oggi si è ripetuta nei quarti contro l’olandese Arantxa Rus, già top 100 e dotata di buona esperienza su scala internazionale.

Jessica, toscana classe 1997 allenata come la sorella Tatiana dal padre Ivano, ha vinto con un netto e doppio 6-1 volando in semifinale: “Oggi ho giocato bene – ha detto a caldo – ma la grande partita l’ho disputata ieri, sia a livello fisico che mentale. Sono al primo torneo dell’anno, dopo tanta preparazione invernale ed avevo proprio voglia di verificare sul campo i progressi fatti, quindi di far bene”. Sta andando al di là delle aspettative. Quali le sue per questa stagione?: “Parlare di classifica è sempre difficile, direi comunque entrare nelle top 300. In ogni caso trovare quella continuità che è fondamentale per crescere. Il 2015 è stato un anno importante sotto questo aspetto poichè ho giocato con costanza, sia a livello di 10.000 e 25.000 $ che di tornei under 18, vedi Santa Croce e Bonfiglio. Lo scorso anno ero già venuta a Beinasco ma senza grossi risultati, come peraltro negli altri 25.000 $ cui avevo preso parte”. Il sogno?: “Diventare una giocatrice professionista – prosegue – poi il livello si vedrà, stagione dopo stagione”. Intanto Jessica continua a lavorare: “Sul servizio e sul gioco di volo”. Nel secondo già si distingue, sia con lo “schiaffo” che con la volèe classica, non così consueta nella sfera del tennis femminile: “Amo imporre il mio gioco e devo migliorare nella fase difensiva. Prediligo le superfici veloci ma anche sulla terra mi difendo”.

Domani troverà sulla sua strada la qualificata slovacca Vivien Juhaszova, che con un periodico 7-5 ha fermato la corsa della macedone Lina Gjorcheska, recuperando nel secondo set da uno svantaggio di 1-4. La prima qualificata per le semifinali nella parte bassa del tabellone è invece la bulgara Isabella Shinikova che ha stoppato con lo score di 6-1 7-5 la corsa della belga Deborah Kerfs, altra tennista che proveniva dal draw preliminare. Primo set da rullo compressore, come quelli messi in mostra negli ottavi di finale contro la turca Soylu, numero 2 della contesa; seconda frazione con più errori ma alla fine chiusa con buona autorità. Aspetta la vincente del confronto programmato alle 18, sul campo 2 dell’US Tennis Beinasco, circolo organizzatore, tra la tennista di casa, Giulia Gatto Monticone e la rumena Cristina Dinu, terza favorita ai nastri di partenza.


TAG: , ,

7 commenti

Fabio adora Maria Kirilenko (Guest) 26-02-2016 00:26

brava e bella Jessica!gioca sempre in spinta, stile Giorgi ma con più raziocinio…insomma in bocca al lupo a questa ragazza!

7
pablo (Guest) 25-02-2016 23:50

Molto brava e coi piedi per terra. Continua così Jessica! :smile:

6
becu rules (Guest) 25-02-2016 19:40

Due vittorie di fila contro due tenniste blasonate e di grandissima esperienza (e comunque anche al presente davanti a lei nel ranking, la Rus anche di parecchio), una vittoria in lotta e l’altra in scioltezza estrema danno l’idea che la ragazza sia tosta soprattutto come attitudine mentale, che nel tennis ancor prima della tecnica è l’arma che ti permette di poter salire in alto. Presto per fare pronostici mirabolanti ma ho pochi dubbi che Jessica sia il miglior prospetto del nostro tennis femminile e senza contrattempi la scalata di 200 posizioni in classifica già nell’anno in corso non credo sia fuori dalla portata.

5
Luca96 25-02-2016 19:27

Bravissima Jessica,veramente complimenti e continua così che la strada è quella giusta ;)

4
Gabriele (Guest) 25-02-2016 19:00

Adoro questa ragazza, mi piace come gioca e mi piace la sua mentalità. Speriamo in bene.

3
diegus 25-02-2016 18:08

Incomincio sempre più ad affezionarmi a questa giocatrice.
Io devo trovare un’erede di Flavia… :razz:

P.s. Piedi per terra che la strada è lunga.

2
Gaz (Guest) 25-02-2016 16:38

Secondo me quest’anno deve consolidarsi con i 25k con un certa percentuale di vittorie irrobustendosi fisicamente, alternandosi con qualche 10.000 per scaricare,per tenere la forma e per guadagnare qualche punto in piu’ e allora a fine anno sarebbe gia’ entro le 250.

l’avversaria di domani Juhaszova mi sembra fosse sotto 5-1 anche nel primo,insomma tenacia ma anche demerito altrui.

La Shinikova(altra semifinalista) a che e’ la giocatrice ad aver vinto piu’ Itf nel 2015(8)
viene da una serie di 33 vittorie 1 sconfitta(contro una 16enne russa)nei 1OK ma nei 25k aveva una seria lunga e abbastanza negativa prima di questo torneo.

1

Lascia un commento