Circuito Challenger Challenger, Copertina, Generica

Momenti di tensione tra Rublev e Olivo a Mosca

11/06/2015 20:39 7 commenti
Andrey Rublev classe 1997, n.235 ATP
Andrey Rublev classe 1997, n.235 ATP

Ci sono stati momenti di tensione questo pomeriggio nell’incontro tra Renzo Olivo e Andrey Rublev nel secondo turno del torneo challenger di Mosca.

Al termine della partita vinta dal russo in tre set (63 36 64), Olivo non ha stretto la mano al russo ed è dovuto scendere il Giudice di Sedia per fermare Rublev che si stava avvicinando minaccioso verso Olivo.

Probabile che Olivo si sia arrabbiato per i continui incitamenti da parte del giovane russo, già noto per il suo carattere molto particolare.
A Barcellona, infatti, Verdasco si lamentò proprio del comportamento di Andrey, con i suoi continui incitamenti e piccole scenate (secondo Verdasco). Un Grazie a giage1996 e grandepaci


TAG: , , , , ,

7 commenti

fighter90 (Guest) 12-06-2015 10:30

A me piace come gioca ed è un grande talento, anche se è presto per dire dove arriverà, però l’educazione e il rispetto verso il tuo avversario per me è fondamentale.

7
Fra (Guest) 12-06-2015 07:19

Perdere con un ragazzino brucia

6
il bosforo 11-06-2015 23:59

questo farà molta strada altrochè

5
dario (Guest) 11-06-2015 23:37

per favore che qualcuno lo rinchiuda in un collegio a questo invasato.

Gli ho visto fare certe cose fuori dal mondo, su tutte contro Cecchinato a Roma ha tirato una palla addosso a Cecchinato a gioco fermo con Check girato di spalle e a fine match(senza storia) e’ andato nel campo di Cecchinato per andare a controllare il segno della sua palla(fuori nettamente!) chiamata out sul match point. :shock:

4
grandepaci (Guest) 11-06-2015 21:26

grazie a voi redazione

3
Matty857 (Guest) 11-06-2015 20:58

E a quanto pare anche momenti caldi tra Arnaboldi e Pella…

2
Palmeria (Guest) 11-06-2015 20:54

Credo di essere il fan n1 di rublev, la partita l’ho vista quasi tutta..
Rublev non ha quasi mai esultato sugli errori dell’argentino e provocato il rivale, c’è anche da dire che ad ogni suo errore tirava su un monologo, prendendosela col mondo(atteggiamento che verso il terzo set ha migliorato).
A 17 anni deve crescere e con quel dritto scendere più spesso a rete :mrgreen:

1

Lascia un commento