Francesca Schiavone: “Siamo atlete ma lo sport è anche verità”

16/03/2015 08:45 49 commenti
Francesca Schiavone classe 1980, n.70 del mondo
Francesca Schiavone classe 1980, n.70 del mondo

Francesca Schiavone è stata ospite della Gazzetta dello Sport ed ha parlato nuovamente dell’episodio arbitrale che l’ha coinvolta nel match contro Lin Zhu ad Indian Wells.

Dichiara Francesca:Arrabbiata? Un po’. Amo questo sport e quando succedono queste cose ci resto molto male”.

“Era un momento delicato, eravamo a un set point, il pubblico applaudiva e l’arbitro si è distratto dal punto”.

“Ho contestato, anche perché tutto era accaduto praticamente sotto la sedia. Ho chiesto a lei di ammettere quello che era successo; niente. Siamo atlete ma lo sport è anche verità e lei non lo ha riconosciuto.


TAG: , ,

49 commenti. Lasciane uno!

Patoschi (Guest) 16-03-2015 22:42

Finale a Roma, una ventina di anni fa. Becker serve e fa ace, la palla viene chiamata out. Sampras non fa nemmeno scendere l’arbitro dalla sedia, cambia subito campo, assegnando automaticamente il punto al suo avversario. D’altronde Sampras era Sampras, la cinesina in questione, come ha detto qualcuno, è solo una “poveretta”.

49
Sandro G. 16-03-2015 19:52

ragazzi però se alla Schiavone chiedono di poterla intervistare per poi farle domande in merito ad Inian Wells -la Zhu e la palla incriminata … lei cosa deve fare? ovvio risponde no :roll: poi è normale che il tutto abbia una risonanza mediatica noi stessi lo stiamo facendo ora…quindi non facciamo quelli che prima han applaudito Francesca per aver diffuso il suo pensiero di lealtà sportiva per poi ora darle contro perché sta esagerando con la protesta anche se lei non sta facendo niente per alimentare le cose… viene tutto da se… e lo dimostra il fatto che a distanza di giorni dal fattaccio ci sono ancora articoli nuovi sull’accaduto di parte di moltissime altre pagine tennistiche … quelle diciamo arrivate fuori tempo :lol: voi sapete come la penso in merito : io sono convinto che quel game l’avrebbe infine poi vinto Francesca… è una sensazione che ho avvertito già mentre succedeva il mal torto…. e per questo sono ancora adirato :evil: che poi il risultato non sarebbe cambiato beh questo non possiamo saperlo al 100%… alla fine la cinese avrebbe vinto lo stesso? puo essere … ma è anche probabile che la partita sarebbe poi girata in positivo per noi…. ripeto non possiamo sapere …. poi sinceramente a me sto torneo non è mai piaciuto quindi son contento di voltare subito pagina… ea guardar l’andamento dei match vinti direi che tanto cmq non saremmo andati lontano… senza offesa per lei ovvio :wink: saluti a tuti!

48
Omar Camporese 16-03-2015 18:13

Il mio punto di vista è che sono rimasto deluso dalla partita, non per quell’episodio sicuramente discutibile, ma per come si è evoluto tutto il match.
Francesca aveva la partita saldamente fra le mani e se l’è fatta sfuggire venendo prim di tutto a mancare lei stessa in campo.
Che volete, è poco piu’ che una ragazzina.
Ha sbagliato a non ammettere la verità, ma lo sport è pieno di persone che approfittano di ogni circostanza per portarsi 5 centimetri avanti…
Di sicuro Francesca non ha perso la partita per quell’episodio, per cui non mi sembra un avvenimento poi tanto importante…

47
Angie (Guest) 16-03-2015 17:53

@ titamocari (#1292396)

La tua frase finale: “Magari sbaglio” mi sembra la cosa più sensata che hai scritto. Cari saluti. :mrgreen:

46
simona (Guest) 16-03-2015 17:29

Scritto da pinkfloyd

Scritto da simona
dal sito della WTA
“While her Indian Wells debut may have come to a halt at the hands of Sara Errani on Saturday afternoon, Zhu Lin is unlikely to be feeling too down about life as she packs her bags and sets off for Miami.” Già: ce la ritroviamo a Miami.. già ci mancava

Ma non ho capito, ma la vuoi eliminare fisicamente?
Avete deciso di fargliela pagare? Fammi capire. In mafia’s style?
Perché ha rubato un punto su una partita di 3 set?
Ma la Schiavo doveva mangiarsela, altroché. Orsù.
Thisissport, certo

Stavo commentando nell’ottica di un comportamento scorretto confrontato con uno corretto quale sarebbe stato ammettere di averlo perso quel punto. E poi poteva godersi la vittoria della partita ed un radioso futuro. Adesso, invece, ha fatto una figura da infame. E dispiace perché nel tennis si gioca uno contro uno e l’azionaccia si vede

45
titamocari (Guest) 16-03-2015 15:47

io volevo solo dire una cosa.
Al posto della cinese io avrei dato il punto alla Schiavone, senza ombra di dubbio.
In una partita di calcio, avessi che ne so colpito con la mano e l’arbitro non avesse visto, non so se avrei ammesso la cosa. Giocando in una squadra, non so se avrei la forza di ammettere una cosa del genere che ne so facendo perdere tutta la squadra (magari sapendo che alcuni compagni la penserebbero diversamente). Sicuramente ci discuterei per far si che siano d’accordo con me, così la volta dopo potrei prendere la decisione di ammettere l’errore pensando di rappresentare il volere di tutta la squadra. Sono stato chiaro? Mah speriamo.
Per tutto quanto sopra ritengo quanto fatto dalla cinese più grave della mano de Dios di Diego Armando Maradona. Magari sbaglio….

44
frittella (Guest) 16-03-2015 15:12

il gesto della cinese non è stato onesto.
ci sono vari livelli di disonestà, anche doparsi, scommettere e perdere apposta ecc per esempio e sono anche peggio secondo me, quindi eviterei di crocifiggere la cinese, penso che quel “guarda che siamo in diretta tv” di francesca sia la pena maggiore.
come a far capire che stava facendo una figura di m+++a mondiale.

43
ginglegel 16-03-2015 14:56

più che altro la zhu ha perso una grossa occasione per fare una gran bella figura.
quella se la sarebbero ricordata tutti, e a lungo.

per come è andata, è una delle tante fregature che purtroppo fanno parte dello sport, e tranne che qualche appassionato di tennis in Italia non se la ricorderà nessuno

42
pinkfloyd 16-03-2015 14:33

Scritto da simona
dal sito della WTA
“While her Indian Wells debut may have come to a halt at the hands of Sara Errani on Saturday afternoon, Zhu Lin is unlikely to be feeling too down about life as she packs her bags and sets off for Miami.” Già: ce la ritroviamo a Miami.. già ci mancava

Ma non ho capito, ma la vuoi eliminare fisicamente? :lol: :lol:
Avete deciso di fargliela pagare? Fammi capire. In mafia’s style? :lol: :lol:
Perché ha rubato un punto su una partita di 3 set?
Ma la Schiavo doveva mangiarsela, altroché. Orsù.

Thisissport, certo :wink:

41
marco (Guest) 16-03-2015 14:31

Scritto da mats

Scritto da marco

Scritto da mats
il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

Una persona integra trova ambedue i casi sconvenienti. E altri ancora, ovvio. Non è che se citi la grande rapina al treno allora diventa permesso barare al tennis.
E poi la bara ha 21 anni, non 18. Francesca a caldo ha detto 18, succede, non cambia niente, ma dal gennaio 1994 sono 21.

Decisamente, non hai capito il concetto. Trovo ridicolo scandalizzarsi per una giovincella che imbroglia, quando atleti molto piu’ rappresentativi di lei fanno anche di peggio. Non significa giustificare la cinese, significa stigmatizzare gli altri atleti che danno un esempio negativo.

OK, forse ho interpretato letteralmente la tua domanda retorica, sorry.

40
Mats (Guest) 16-03-2015 14:29

@ gbuttit (#1292295)

Concordo. Penso che ce la siamo presi tanto perchè il fatto è accaduto alla Schiavone. Nel caso Kerber-Hantuchova o nei tanti altri casi di anti-sportività non siamo scesi in massa a sostenere chi aveva subito la beffa

39
simona (Guest) 16-03-2015 14:21

dal sito della WTA
“While her Indian Wells debut may have come to a halt at the hands of Sara Errani on Saturday afternoon, Zhu Lin is unlikely to be feeling too down about life as she packs her bags and sets off for Miami.” Già: ce la ritroviamo a Miami.. già ci mancava

38
forzaschiavo (Guest) 16-03-2015 14:05

Scritto da marco
Quanto ammiro questa ragazza! Ho rispetto e ammirazione per tutte, quasi tutte, praticamente tutte. Ma se c’era un solo slam per un’italiana, sono così contento che l’abbia vinto proprio lei…

anche io, ma vorrei uno slam per ogni nostra ragazza, poichè in Italia è più difficile che altrove emergere, la cultura dello sport è di bassissimo livello, a cominciare dalle scuole. Forza ragazze italiane:

37
simona (Guest) 16-03-2015 13:59

Sul sito della WTA stamane compare un bellissimo articolo “Getting to know Zhu Lin” dove si fa riferimento al fatto che questo capolavoro di onestà ha battuto una ex campione Slam….. Una sorta di premio alla fulgida carriera appena iniziata.

36
pinkfloyd 16-03-2015 13:57

Scritto da gbuttit
Non c’é dubbio che l’arbitro abbia commesso un errore clamoroso e che la cinese sia stata poco sportiva (ed il fatto che non sia certo l’unico atleta ad aver avuto comportamenti poco sportivi non é sia una vera gustificazione), però se ne pala tanto ed in toni così duri solo perchè é stata danneggiata una giocatrice italiana, ha detto bene pinkfloyd, se si deve fare una crociata a favore della sportività bisogna farla sempre, non solo quando conviene…
Eppure ho letto spesso commenti di gente che spera nel forfait dell’ avversario dell’italiano di turno o quantomeno che l’avversario al turno precedente faccia una maratona di 6 ore e giunga affaticato… gente che regolarmente trova odioso l’avversario, e lo trova tanto più odioso tanto più mette in difficoltà il loro preferito… senza contare chi proprio insulta l’avversario… invece ora improvvisamente tutti per lo sport pulito, senza sotterfugi nè inganni…
Sarei proprio curioso di leggere i commenti in un caso analogo in cui l’italiano/a sia il giocatore poco sportivo, immagino già le giustificazioni: “ha sbagliato, ma avrebbe vinto lo stesso”, “ma tanto lo fanno tutti, doveva essere il più fesso” e cose di questo tipo…
E sono abbastanza sicuro che se invece fosse così sportivo da restituire il punto qualcuno avrebbe comunque trovato il modo di criticarlo… del resto quando la Halep al master sportivamente ha battuto la Ivanovic non eliminando Serena mi sembra che siano state molto più le critiche che gli elogi, però, ripeto, oggi invece tutti sportivi al massimo…

E, infatti, perfetto, se allarghiamo il campo alla nostra presunta sportività di fruitori di tennis, penso che la “sportività” in generale, non abbia nemmeno ragione di esistere, proprio per tutto quello che hai scritto tu.
Noi stessi fruitori di tennis o di sport in generale, talvolta non sappiamo nemmeno dov’è di casa, la sportività.
E tanti che “inneggiano” alla Schiavone (ma sarebbe valso per chiunque) poi, nel loro piccolo, sono (o possono essere) i migliori antisportivi.

Comunque la Schiavo ha fatto bene, lo ribasco, la sua “rivolta” è stata giusta e anche simpatica, volendo.
Però si va avanti, sennò l’attenzione passa su altro, come si è anche visto qui, e quel suo messaggio rischia di essere solo autoreferenziale ed estemporaeo di quel momento e della sua partita…e solo quello.

35
Vince 16-03-2015 13:38

Abbiamo visto dirigenti affermati, ritirare la squadra che stava perdendo, solo perchè si era spento un riflettore.
Ma ci rendiamo conto? :smile:

Ma a quanto pare la cinese è il capro espiatorio perfetto, per potere ergersi a paladini dello sport pulito.
A parti invertite…chissà quante giustificazioni all’insano gesto, avremmo letto.

34
Federerino 16-03-2015 13:35

Scritto da Vince

Scritto da Federerino

Scritto da Federerino

Scritto da Vince

Scritto da mats
il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

e non è mica l’unico tra l’altro
Praticamente ogni settimana vediamo dei simulatori che ottengono vantaggi attraverso un comportamento disonesto, l’eccezione è quando qualcuno si comporta in modo sportivo, mentre la regola è quella di prendersi il vantaggio e starsene zitti.
E i tifosi delle squadre beneficiate dall’errore arbitrale, sono sempre contentissimi e non hanno alcuna denuncia da fare.
Poi quando invece subiscono un torto, magicamente “scoprono” la cultura sportiva.
La ragazza cinese ha indubbiamente sbagliato, ma accanirsi ora contro di lei, come se fosse l’unica sportiva al mondo, ad essersi comportata male, mi pare veramente eccessivo.
Nella sua lunga carriera, Francesca avrà visto certamente altri episodi simili a questo, se non addirittura peggiori.

L’accanirsi contro di lei viene da due cose:
1 un ‘etica sportiva che nel tennis non è tanto rara anzi… quasi scontata… un pò tipo battere da sotto a tradimento (alla Chang), non è proprio eticamente corretto, è l’ambiente del tennis è uno dei più puliti nello sport professionistico, non paragonabile al calcio.
2 l’averlo fatto davanti a tutti, dove praticamente tutti hanno visto, e chiunque in tv ha visto il replay immeditamente… replay che non lascia alcun dubbio per ovvie ragioni; nel calcio “almeno” se ti tuffi, la maggior parte di volte non si capisce neanche dopo 100 replay, e ingannare l’arbitro è moooolto meno palese che non in questa situazione.
Questo discorso non per difendere i calciatori che simulano, sia chiaro, ma di sicuro (secondo me) aggrava il gesto della cinese…

Altra cosa FONDAMENTALE da considerare, e non è una mia opinione ma un DATO DI FATTO è che un calciatore nel momento in cui si tuffa, non può ovviamente alzarsi e dire “no, non mi ha toccato”… cioè lo scopo del simulare è proprio ottenere un rigore… ci siamo? E’ proprio l’idea di base che è un ladrocinio…
Invece la cinese non ha fatto carambolare di proposito la palla nel suo campo… ha sbagliato un colpo involontariamente… non c’era premeditazione nel suo gesto… si è ritrovata con la “fortuna” che l’arbitro non ha visto… ed è qui la cosa orrenda… doveva parlare e basta… non ha simulato come fa un calciatore…

Va bene allora torniamo pure a Buffon…o ai giocatori del Lione, che ieri sera non hanno ammesso che la palla del Marsiglia aveva superato la linea di porta, pur avendolo visto chiaramente.
L’esempio delle simulazioni è stato fatto, solo per dire, che l’antisportività è molto più diffusa, di quello che si vuole far credere.

E io torno all’etica sportiva che ha sempre contraddistinto il tennis e non il calcio… prima non ho scritto tutto il mio pensiero quando ho parlato della battuta da sotto alla Chang… c’era da sottolineare il fatto che battute da sotto… non se ne vedono!!
Così come non si vede spesso (e se si vede non è un bel gesto), un tennista che da sotto rete soffia per spingere la palla di un lob oltre la riga… (ovviamente è solo un gesto, non può avere effetto, ma è brutto a vedersi)… e possiamo farne mille di esempi sull’etica agonistica… il tennis è sempre stato più pulito, e non è stata solo apparenza…
In più resta lo sputtanamento in diretta del replay dai… nel calcio ripeto, una simulazine fra 8-10 gambe ha un senso che qui non c’è

33
Vince 16-03-2015 13:25

Abbiamo visto persino un mondiale di calcio vinto grazie a un gol segnato con la mano.
E son passati ormai quasi 30 anni.
Un altro ancora 20 anni prima, assegnato grazie a un gol-non gol.

Sembra che alcuni si siano accorti solo l’altra sera dell’esistenza di certe cose nello sport.
Poi se vogliamo credere che la giovane cinese sia la più cattiva dell’universo, solo perchè la danneggiata è un’italiana…è un altro discorso.

32
gbuttit 16-03-2015 13:17

Non c’é dubbio che l’arbitro abbia commesso un errore clamoroso e che la cinese sia stata poco sportiva (ed il fatto che non sia certo l’unico atleta ad aver avuto comportamenti poco sportivi non é sia una vera gustificazione), però se ne pala tanto ed in toni così duri solo perchè é stata danneggiata una giocatrice italiana, ha detto bene pinkfloyd, se si deve fare una crociata a favore della sportività bisogna farla sempre, non solo quando conviene…
Eppure ho letto spesso commenti di gente che spera nel forfait dell’ avversario dell’italiano di turno o quantomeno che l’avversario al turno precedente faccia una maratona di 6 ore e giunga affaticato… gente che regolarmente trova odioso l’avversario, e lo trova tanto più odioso tanto più mette in difficoltà il loro preferito… senza contare chi proprio insulta l’avversario… invece ora improvvisamente tutti per lo sport pulito, senza sotterfugi nè inganni…
Sarei proprio curioso di leggere i commenti in un caso analogo in cui l’italiano/a sia il giocatore poco sportivo, immagino già le giustificazioni: “ha sbagliato, ma avrebbe vinto lo stesso”, “ma tanto lo fanno tutti, doveva essere il più fesso” e cose di questo tipo…
E sono abbastanza sicuro che se invece fosse così sportivo da restituire il punto qualcuno avrebbe comunque trovato il modo di criticarlo… del resto quando la Halep al master sportivamente ha battuto la Ivanovic non eliminando Serena mi sembra che siano state molto più le critiche che gli elogi, però, ripeto, oggi invece tutti sportivi al massimo…

31
Vince 16-03-2015 13:14

Scritto da Federerino

Scritto da Federerino

Scritto da Vince

Scritto da mats
il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

e non è mica l’unico tra l’altro
Praticamente ogni settimana vediamo dei simulatori che ottengono vantaggi attraverso un comportamento disonesto, l’eccezione è quando qualcuno si comporta in modo sportivo, mentre la regola è quella di prendersi il vantaggio e starsene zitti.
E i tifosi delle squadre beneficiate dall’errore arbitrale, sono sempre contentissimi e non hanno alcuna denuncia da fare.
Poi quando invece subiscono un torto, magicamente “scoprono” la cultura sportiva.
La ragazza cinese ha indubbiamente sbagliato, ma accanirsi ora contro di lei, come se fosse l’unica sportiva al mondo, ad essersi comportata male, mi pare veramente eccessivo.
Nella sua lunga carriera, Francesca avrà visto certamente altri episodi simili a questo, se non addirittura peggiori.

L’accanirsi contro di lei viene da due cose:
1 un ‘etica sportiva che nel tennis non è tanto rara anzi… quasi scontata… un pò tipo battere da sotto a tradimento (alla Chang), non è proprio eticamente corretto, è l’ambiente del tennis è uno dei più puliti nello sport professionistico, non paragonabile al calcio.
2 l’averlo fatto davanti a tutti, dove praticamente tutti hanno visto, e chiunque in tv ha visto il replay immeditamente… replay che non lascia alcun dubbio per ovvie ragioni; nel calcio “almeno” se ti tuffi, la maggior parte di volte non si capisce neanche dopo 100 replay, e ingannare l’arbitro è moooolto meno palese che non in questa situazione.
Questo discorso non per difendere i calciatori che simulano, sia chiaro, ma di sicuro (secondo me) aggrava il gesto della cinese…

Altra cosa FONDAMENTALE da considerare, e non è una mia opinione ma un DATO DI FATTO è che un calciatore nel momento in cui si tuffa, non può ovviamente alzarsi e dire “no, non mi ha toccato”… cioè lo scopo del simulare è proprio ottenere un rigore… ci siamo? E’ proprio l’idea di base che è un ladrocinio…
Invece la cinese non ha fatto carambolare di proposito la palla nel suo campo… ha sbagliato un colpo involontariamente… non c’era premeditazione nel suo gesto… si è ritrovata con la “fortuna” che l’arbitro non ha visto… ed è qui la cosa orrenda… doveva parlare e basta… non ha simulato come fa un calciatore…

Va bene allora torniamo pure a Buffon…o ai giocatori del Lione, che ieri sera non hanno ammesso che la palla del Marsiglia aveva superato la linea di porta, pur avendolo visto chiaramente.

L’esempio delle simulazioni è stato fatto, solo per dire, che l’antisportività è molto più diffusa, di quello che si vuole far credere.

30
Federerino 16-03-2015 13:04

Scritto da Federerino

Scritto da Vince

Scritto da mats
il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

e non è mica l’unico tra l’altro
Praticamente ogni settimana vediamo dei simulatori che ottengono vantaggi attraverso un comportamento disonesto, l’eccezione è quando qualcuno si comporta in modo sportivo, mentre la regola è quella di prendersi il vantaggio e starsene zitti.
E i tifosi delle squadre beneficiate dall’errore arbitrale, sono sempre contentissimi e non hanno alcuna denuncia da fare.
Poi quando invece subiscono un torto, magicamente “scoprono” la cultura sportiva.
La ragazza cinese ha indubbiamente sbagliato, ma accanirsi ora contro di lei, come se fosse l’unica sportiva al mondo, ad essersi comportata male, mi pare veramente eccessivo.
Nella sua lunga carriera, Francesca avrà visto certamente altri episodi simili a questo, se non addirittura peggiori.

L’accanirsi contro di lei viene da due cose:
1 un ‘etica sportiva che nel tennis non è tanto rara anzi… quasi scontata… un pò tipo battere da sotto a tradimento (alla Chang), non è proprio eticamente corretto, è l’ambiente del tennis è uno dei più puliti nello sport professionistico, non paragonabile al calcio.
2 l’averlo fatto davanti a tutti, dove praticamente tutti hanno visto, e chiunque in tv ha visto il replay immeditamente… replay che non lascia alcun dubbio per ovvie ragioni; nel calcio “almeno” se ti tuffi, la maggior parte di volte non si capisce neanche dopo 100 replay, e ingannare l’arbitro è moooolto meno palese che non in questa situazione.
Questo discorso non per difendere i calciatori che simulano, sia chiaro, ma di sicuro (secondo me) aggrava il gesto della cinese…

Altra cosa FONDAMENTALE da considerare, e non è una mia opinione ma un DATO DI FATTO è che un calciatore nel momento in cui si tuffa, non può ovviamente alzarsi e dire “no, non mi ha toccato”… cioè lo scopo del simulare è proprio ottenere un rigore… ci siamo? E’ proprio l’idea di base che è un ladrocinio…

Invece la cinese non ha fatto carambolare di proposito la palla nel suo campo… ha sbagliato un colpo involontariamente… non c’era premeditazione nel suo gesto… si è ritrovata con la “fortuna” che l’arbitro non ha visto… ed è qui la cosa orrenda… doveva parlare e basta… non ha simulato come fa un calciatore…

29
biglebowsky (Guest) 16-03-2015 13:02

anche secondo me è un po’ eccessiva l’esposizione di questo evidente errore. come detto dall’altra parte, ma in questo contesto è più pertinente:

il comportamento che un professionista è tenuto assumere in campo quando si verificano episodi “arbitrali” a lui favorevoli non è soggetto ad alcun regolamento, ma ognuno decide come comportarsi.
non concedono un rigore contro la mia squadra ma io so di aver colpito volontariamente con la mano per evitare un gol, ho commesso infrazione di passi e ne sono usciti due punti per la mia squadra che l’arbitro ha convalidato, ho trattenuto con le gambe il bomber di pallanuoto che cerca di trarre vantaggio dalla sua posizione facendogli tirare fuori etc etc etc.
che cosa si deve fare in questi casi se non accettare la decisione arbitrale, certo che in un altra circostanza avverrà il contrario e nessuno si priverà del suo vantaggio?
se c’è un arbitro la sua decisione è il Vangelo, in ogni caso, anche per rispetto del suo ruolo. che l’arbitro sbagli fa parte del gioco, purtroppo, qualche volta avverrà a favore, qualche altra a sfavore.
deve essere una scelta che un atleta fa per sempre, a favore o contro, e non può tornare indietro e riproporsi il problema per ogni singola circostanza.
deve solo pensare a giocare il punto successivo, nel mondo dello sport professionistico non c’è alternativa.

28
proio 16-03-2015 12:56

Io proprio non capisco come si faccia a criticare questa Signora che è Francesca Schiavone. Sempre grande Franci!
#thisissport

27
Federerino 16-03-2015 12:53

Scritto da Vince

Scritto da mats
il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

e non è mica l’unico tra l’altro
Praticamente ogni settimana vediamo dei simulatori che ottengono vantaggi attraverso un comportamento disonesto, l’eccezione è quando qualcuno si comporta in modo sportivo, mentre la regola è quella di prendersi il vantaggio e starsene zitti.
E i tifosi delle squadre beneficiate dall’errore arbitrale, sono sempre contentissimi e non hanno alcuna denuncia da fare.
Poi quando invece subiscono un torto, magicamente “scoprono” la cultura sportiva.
La ragazza cinese ha indubbiamente sbagliato, ma accanirsi ora contro di lei, come se fosse l’unica sportiva al mondo, ad essersi comportata male, mi pare veramente eccessivo.
Nella sua lunga carriera, Francesca avrà visto certamente altri episodi simili a questo, se non addirittura peggiori.

L’accanirsi contro di lei viene da due cose:
1 un ‘etica sportiva che nel tennis non è tanto rara anzi… quasi scontata… un pò tipo battere da sotto a tradimento (alla Chang), non è proprio eticamente corretto, è l’ambiente del tennis è uno dei più puliti nello sport professionistico, non paragonabile al calcio.

2 l’averlo fatto davanti a tutti, dove praticamente tutti hanno visto, e chiunque in tv ha visto il replay immeditamente… replay che non lascia alcun dubbio per ovvie ragioni; nel calcio “almeno” se ti tuffi, la maggior parte di volte non si capisce neanche dopo 100 replay, e ingannare l’arbitro è moooolto meno palese che non in questa situazione.

Questo discorso non per difendere i calciatori che simulano, sia chiaro, ma di sicuro (secondo me) aggrava il gesto della cinese…

26
Giovanni51 (Guest) 16-03-2015 12:42

Avrebbe perso comunque! Ma ha ragione nella fattispecie!

25
Andri60 (Guest) 16-03-2015 12:24

@ Radames (#1292241)

Caro Radames, come ti capisco.
Io non vado più agli allenamenti dei bambini perché altrimenti divento una belva.

24
Vince 16-03-2015 12:16

Scritto da Radames
allora, io avevo 11 anni e giocavo a calcio nelle giovanili di una squadra di provincia. Venne un allenatore da fuori a farci delle lezioni di tattica (le prime lezioni sull’argomento). Ci spiegava come coprire il campo e come muoversi a seconda dei movimenti dei compagni e dell’avversario. Tra le prime cose che ci spiegò: “appena entrate in area e vi sentite toccare, buttatevi giù: se non vi danno rigore al primo tuffo, ve lo danno al secondo”.
Insomma, ce ne sono cose da cambiare nello sport. Partendo dall’età più precoce.

ma infatti…
quella è una delle prime cose che viene insegnata ai ragazzini, in tutte le scuole calcio
Di cosa ci stupiamo?

Apprezzo chi si batte per l’onestà e la trasparenza nello sport, però si tratta di gocce nel mare.
Anche senza arrivare agli eccessi del doping, che rappresenta l’antisportività all’ennesima potenza, ormai il business impera nello sport professionistico, il risultato da raggiungere con ogni mezzo è diventata una sorta di religione…tant’è che anche i giovanissimi vengono “educati” in un certo modo.

23
pinkfloyd 16-03-2015 12:15

Comunque capitano in misura molto minore, queste cose, ripetto al calcio o altri sport.
Il calcio poi è uno sport fisico e di contatto, dove i difensori si devono difendere e usano ogni mezzo, l’attaccante vuole segnare e darebbe qualsiasi cosa per farlo, l’allenatore “deve” vincere sempre e farebbe carte false per farlo.

Il tennis resta un mondo dignitoso, checchè se ne dica, ogni tanto capita qualcosa di negativo o di non perfettamente consono o sportivo, ma capita, appunto, sono eccezioni.
Prendersela a “morte” (come si suol dire) quando ne siamo coinvolti direttamente, non è nemmeno il massimo, secondo me.

E capita una volta ogni mille, poi, non è certo il tennis lo sport negativo e pieno di ladri e imbroglioni, in generale.
Farne crociate e rimostranze eccessive e mirate, non ne vale nemmeno la pena, secondo me.

22
Radames 16-03-2015 11:53

allora, io avevo 11 anni e giocavo a calcio nelle giovanili di una squadra di provincia. Venne un allenatore da fuori a farci delle lezioni di tattica (le prime lezioni sull’argomento). Ci spiegava come coprire il campo e come muoversi a seconda dei movimenti dei compagni e dell’avversario. Tra le prime cose che ci spiegò: “appena entrate in area e vi sentite toccare, buttatevi giù: se non vi danno rigore al primo tuffo, ve lo danno al secondo”.
Insomma, ce ne sono cose da cambiare nello sport. Partendo dall’età più precoce.

21
pinkfloyd 16-03-2015 11:52

@ Vince (#1292234)

La Schiavone ha fatto benissimo ma avrebbe dovuto farla sempre questa “crociata”.
Non solo quando è capitato a lei. Anche se è naturale comportarsi così, logico.

Avrebbe anche dovuto scriversi addosso “Kerber is not sport” per esempio, allora.
E ogni volta che accadono queste brutte manifestazioni palesemente anti-SPORT.

Quello che dice lei fa troppo riferimento alla sua partita, senza nemmeno allargare il discorso e la visione.

20
mats (Guest) 16-03-2015 11:44

Scritto da marco

Scritto da mats
il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

Una persona integra trova ambedue i casi sconvenienti. E altri ancora, ovvio. Non è che se citi la grande rapina al treno allora diventa permesso barare al tennis.
E poi la bara ha 21 anni, non 18. Francesca a caldo ha detto 18, succede, non cambia niente, ma dal gennaio 1994 sono 21.

Decisamente, non hai capito il concetto. Trovo ridicolo scandalizzarsi per una giovincella che imbroglia, quando atleti molto piu’ rappresentativi di lei fanno anche di peggio. Non significa giustificare la cinese, significa stigmatizzare gli altri atleti che danno un esempio negativo.

19
Vince 16-03-2015 11:41

Scritto da mats
il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

e non è mica l’unico tra l’altro

Praticamente ogni settimana vediamo dei simulatori che ottengono vantaggi attraverso un comportamento disonesto, l’eccezione è quando qualcuno si comporta in modo sportivo, mentre la regola è quella di prendersi il vantaggio e starsene zitti.
E i tifosi delle squadre beneficiate dall’errore arbitrale, sono sempre contentissimi e non hanno alcuna denuncia da fare.
Poi quando invece subiscono un torto, magicamente “scoprono” la cultura sportiva. :smile:

La ragazza cinese ha indubbiamente sbagliato, ma accanirsi ora contro di lei, come se fosse l’unica sportiva al mondo, ad essersi comportata male, mi pare veramente eccessivo.
Nella sua lunga carriera, Francesca avrà visto certamente altri episodi simili a questo, se non addirittura peggiori.

18
marco (Guest) 16-03-2015 11:29

Scritto da mats
il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

Una persona integra trova ambedue i casi sconvenienti. E altri ancora, ovvio. Non è che se citi la grande rapina al treno allora diventa permesso barare al tennis.

E poi la bara ha 21 anni, non 18. Francesca a caldo ha detto 18, succede, non cambia niente, ma dal gennaio 1994 sono 21.

17
pinkfloyd 16-03-2015 11:27

Si ma adesso la facciamo un po’ troppo lunga…
L’abbiamo capito che è sport e anche la ragazza cinese lo sa, ma sappiamo che nello sport (e nella vita in generale) capita, a volte, e a tutti, di trovarsi palesemente nel torto e di sbagliare.

L’abbiamo stigmatizzato in mille modi, Francesca, fai anche benissimo a metterlo in risalto, ma non farne una crociata, anche quello poi va oltre lo sport, alla lunga, e diventa solo vendetta e desiderio di “sangue”, come si evince anche dai commenti vendicativi e parossistici che si sono letti in questi giorni.

16
stedoni 16-03-2015 11:12

Scritto da Gabriele da Firenze

Scritto da stedoni
Ma si bona! La vogliamo crocifiggere in piazza? In passato fior di campioni cancellavano appositamente il segno della pallina per prendersi il punto. Se si cambia sport e si passa al calcio poi non ne parliamo: goal di mano ai mondiali, attuali allenatori di serie A che hanno rubato rigori per 10 anni con simulazioni in area etc. etc. Bisogna cambiare il sistema SPORT, non prendersela con una giovane poveretta.

Perché chiami ‘poveretta’ una che ha palesemente mentito per rubare un punto?
A casa mia una così si chiama ladra disonesta. Che andrebbe punita dalla Wta.

dalle mie parti “sei una poveretta” significa una sempliciotta, meschina, una che non calcola bene il peso delle proprie azioni. Ma visto che vieni da Firenze, patria di Dante e dell’italiano classico, senz’altro avrai ragione tu! :cool:

15
taverniti89 16-03-2015 11:04

@ mats (#1292211)

qua si parla di tennis ora che c’entra buffon e la juve??se devi parlare di calcio perchè non vai su sportmediaset

14
mats (Guest) 16-03-2015 10:50

il portiere e capitano della nazionale e della squadra in testa al campionato e’ uno che ha deciso un campionato “parando” una palla un metro oltre la linea, e poi ha detto che non l’avrebbe mai ammesso se l’arbitro gliel’avesse chiesto. E ci indigniamo se una 18enne cinese bara e non lo ammette?

13
stedoni 16-03-2015 10:15

Scritto da francescaschiavoneissport
@ stedoni (#1292173)
cioè quindi il concetto è che tanto rubano tutti, continuiamo a rubare e pure se qualcuno ruba va bene ugualmente? Ecco perché nello sport c’è chi ruba, perché c’è chi li giustifica e non si prendono provvedimenti. Il sistema sport? Che significa concretamente? Cominciamo tutti nel nostro piccolo ad essere sportivi e leali.
Ha ragione la Schiavone ad esserci rimasta male, gli sportivi che si comportano come la giocatrice cinese vanno puniti, nessuno dice di crocifiggerli, ma è giusto che vengano sanzionati, altrimenti continueranno a rubare tutti perché questo è l’andazzo. Giovane poveretta? Ma cosa dici… la Zhu è una giovane furba, ma in senso negativo!

Perché a te se ti dicono poveretta lo prendi come un complimento?

12
Gabriele da Firenze 16-03-2015 10:15

Scritto da stedoni
Ma si bona! La vogliamo crocifiggere in piazza? In passato fior di campioni cancellavano appositamente il segno della pallina per prendersi il punto. Se si cambia sport e si passa al calcio poi non ne parliamo: goal di mano ai mondiali, attuali allenatori di serie A che hanno rubato rigori per 10 anni con simulazioni in area etc. etc. Bisogna cambiare il sistema SPORT, non prendersela con una giovane poveretta.

Perché chiami ‘poveretta’ una che ha palesemente mentito per rubare un punto?
A casa mia una così si chiama ladra disonesta. Che andrebbe punita dalla Wta. :evil:

11
stedoni 16-03-2015 10:12

Scritto da Federerino
Il mio punto di vista (un pò drastico forse) è che dovrebbe essere presa come una scoperta di doping… ovviamente con le dovute differenze di pena, ma è in ogni modo un rubare, e forse fatto anche in modo molto grave… io darei una squalifica anche se non di chissà quanti mesi…
E dato che ho avuto questa brillante idea, mi viene da dire che farei lo stesso nel calcio… basti pensare ai tuffi che fanno vedere il lunedì a striscia… quelli tutti 6 giornate di stop.
Vediamo se si ripulisce il tutto… Anche ai ciclisti: stop a loro a e tutta la squadra… ovviamente non lo faranno mai dati i soldi in giro… ma si risolverebbe tutto, forse senza mai dover mettere in pratica… la paura fa 90

Ecco bravo quando parlavo di rivedere il sistema sport, mi riferivo proprio ad eliminare in primis i milioni in ballo! Ma non so se è più utopico questo o quello di sperare che tutti diventino onesti, fate voi.

10
Vince 16-03-2015 10:09

Diciamo che il tennis con l’introduzione del falco, ha limitato di parecchio gli errori.
Nel calcio siamo molto più indietro, non abbiamo ancora nemmeno il sistema per capire se una palla ha oltrepassato la linea di porta.
Ancora ieri sera un episodio forse decisivo per l’assegnazione del titolo in Francia, con un gol valido non assegnato.

Per il resto, la cultura spoortiva non ce l’hanno tutti quelli che fanno sport.
Per moltissimi prima viene la vittoria e poi la cultura sportiva, succede nel calcio, come nel tennis…non lo scopriamo certo oggi.

9
Federerino 16-03-2015 10:07

Il mio punto di vista (un pò drastico forse) è che dovrebbe essere presa come una scoperta di doping… ovviamente con le dovute differenze di pena, ma è in ogni modo un rubare, e forse fatto anche in modo molto grave… io darei una squalifica anche se non di chissà quanti mesi…
E dato che ho avuto questa brillante idea, mi viene da dire che farei lo stesso nel calcio… basti pensare ai tuffi che fanno vedere il lunedì a striscia… quelli tutti 6 giornate di stop.
Vediamo se si ripulisce il tutto… Anche ai ciclisti: stop a loro a e tutta la squadra… ovviamente non lo faranno mai dati i soldi in giro… ma si risolverebbe tutto, forse senza mai dover mettere in pratica… la paura fa 90

8
Ktulu 16-03-2015 09:58

Scritto da stedoni
Se si cambia sport e si passa al calcio poi non ne parliamo: goal di mano ai mondiali, attuali allenatori di serie A che hanno rubato rigori per 10 anni con simulazioni in area etc. etc. Bisogna cambiare il sistema SPORT, non prendersela con una giovane poveretta.

Appunto, il tennis dovrebbe essere diverso dal calcio.

7
giallo naso (Guest) 16-03-2015 09:43

@ stedoni (#1292173)

basterebbe semplicemente essere onesti

6
francescaschiavoneissport (Guest) 16-03-2015 09:42

@ stedoni (#1292173)

cioè quindi il concetto è che tanto rubano tutti, continuiamo a rubare e pure se qualcuno ruba va bene ugualmente? Ecco perché nello sport c’è chi ruba, perché c’è chi li giustifica e non si prendono provvedimenti. Il sistema sport? Che significa concretamente? Cominciamo tutti nel nostro piccolo ad essere sportivi e leali.
Ha ragione la Schiavone ad esserci rimasta male, gli sportivi che si comportano come la giocatrice cinese vanno puniti, nessuno dice di crocifiggerli, ma è giusto che vengano sanzionati, altrimenti continueranno a rubare tutti perché questo è l’andazzo. Giovane poveretta? Ma cosa dici… la Zhu è una giovane furba, ma in senso negativo!

5
stedoni 16-03-2015 09:29

Ma si bona! La vogliamo crocifiggere in piazza? In passato fior di campioni cancellavano appositamente il segno della pallina per prendersi il punto. Se si cambia sport e si passa al calcio poi non ne parliamo: goal di mano ai mondiali, attuali allenatori di serie A che hanno rubato rigori per 10 anni con simulazioni in area etc. etc. Bisogna cambiare il sistema SPORT, non prendersela con una giovane poveretta.

4
miele67 16-03-2015 09:20

Vai avanti lo stesso mitica! Forza x i prossimi tornei…

3
marco (Guest) 16-03-2015 09:19

Quanto ammiro questa ragazza! Ho rispetto e ammirazione per tutte, quasi tutte, praticamente tutte. Ma se c’era un solo slam per un’italiana, sono così contento che l’abbia vinto proprio lei…

2
Gabriele da Firenze 16-03-2015 08:58

A quella disonesta e antisportiva della cinese rimarrà questo marchio vergognoso a vita…intanto l’Errani l’ha già punita e rimandata a casa :-)

1

Lascia un commento