Nadal e la sconfitta a Doha Copertina, Generica

Nadal cade contro Berrer: campanello d’allarme?

08/01/2015 09:23 33 commenti
Rafael Nadal classe 1986, n.3 del mondo
Rafael Nadal classe 1986, n.3 del mondo

Ha steccato al suo rientro, al suo primo match ufficiale della stagione e subito sono scattati i soliti interrogativi che sempre compaiono quando Rafa Nadal rientra nel circuito da uno dei suoi infortuni seriali e balbetta (giustamente) nelle prime partite: cosa succede a Nadal? Il suo fisico è definitivamente compromesso? Tornerà mai quella macchina invincibile di prima? Quanto è vicino questa volta il suo ritiro? Poca importa se si tratti di un ritorno da un’operazione di appendicite o si scenda in campo per la prima volta dopo 6 mesi in cui hai combattuto con un ginocchio di cristallo: il bello (o il brutto per i detrattori) di Nadal è questo, l’alone di mistero che caratterizza i suoi infortuni scatena ridde di voci e supposizioni che alle prime difficoltà non possono far altro che esplodere ulteriormente. I giudizi su Nadal e sul suo tennis, mancano spesso di imparzialità, inutile girarci attorno: o lo si osanna o lo si aspetta troppe volte cadere per scatenarsi nel formulare le tesi più disparate.

Ciò che è successo a Doha al primo turno contro il tedesco Berrer, al classico match della vita da raccontare ai propri figli o nipoti, per un occhio critico ma equo non può che risultare comprensibile: fin quando il fisico dello spagnolo ha retto, fin quando i carichi di una preparazione atletica ovviamente compromessa non si sono fatti sentire, Nadal ha dominato il suo avversario, con un 6/1 nel primo set che lasciava presagire una rapida conclusione. Ma il tennis è sport dove la benzina conta più di altre discipline, soprattutto quando il tuo tipo di gioco richiede un dispendio energetico notevole. Lentamente il veterano tedesco ha preso coraggio, Nadal ha cominciato a sbagliare e perdere di profondità nei colpi e l’epilogo inatteso non è stato poi così sorprendente, sebbene il teutonico abbia fornito all’avversario più di un’occasione per raddrizzare il match. Se è vero che quando a perdere è un super campione, uno che abbiamo imparato a reputare invincibile, con le sensazioni in merito che inevitabilmente si ampliano, è pur vero che le situazioni che si sviluppano sui campi da gioco devono essere analizzate con il piglio più obiettivo possibile: ci sono dinamiche nel caso di Nadal che sono importanti e possono relativizzare a mio avviso una sconfitta come quella subita contro Berrer.

Le congetture sul fisico di Nadal si sprecano e i continui infortuni che capitano al maiorchino non fanno altro che rendere palese il fatto che lo spagnolo abbia un corpo decisamente al limite, un limite che nella sua straordinaria carriera è stato bravissimo a superare ma che ora non può che ricadere sullo stato logorato del suo corpo e della sua muscolatura, che appare quanto mai fragile e di cristallo. Inutili e fuori luogo anche i paragoni con altri tennisti: i campioni hanno tutti fisicità diverse e la capacità di esprimere al meglio il proprio talento passa inesorabilmente anche dalla struttura fisica datagli in dono da madre natura e sulla quale nel corso di una carriera si è lavorato. Assisteremo così a un Roger Federer esempio di longevità fisica invidiabile, di diversi anni più grande dello spagnolo ma perfettamente in salute a differenza dell’acerrimo più giovane rivale, in un paragone però improponibile che manca di fondamenta credibili e per questo valutabili.
Non si scopre certo l’acqua calda a mio avviso affermando che Nadal non resterà ancora a lungo nel circuito e le sue dichiarazioni in merito, non troppo sibilline a dire il vero, non fanno altro che acuire tali sensazioni: recentemente ad esempio, Rafa ha affermato di non guardare poi così tanto al primato nel ranking, reputato non così importante e sicuramente non uno dei suoi obiettivi primari. Immaginare pertanto un centellinare sempre più progressivo di apparizioni nella stagione selezionando gli appuntamenti clou per preservare il più possibile il fisico è una libera associazione di idee basata su inutili congetture o nasconde una verità?

Per me Rafa si riprenderà da questa sconfitta con Berrer, un semplice incidente di percorso nell’avvicinamento alla prima prova Slam dell’anno, poco importa se ci si arriverà con un solo match ufficiale, tanto il lavoro svolto in modo certosino nell’ombra lontano dai riflettori dei tornei può pagare ugualmente, se non in maniera maggiore. Altra cosa è ipotizzare che lo spagnolo ritorni al suo apice tennistico o un suo aggancio al record di Slam vinti dallo svizzero Federer: Rafa probabilmente non tornerà più al suo optimum tennistico, per svariate motivazioni ma soprattutto per l’incedere dell’età e per le scorie lasciate in dote dai vari acciacchi. Chi dice il contrario o è un fan sfegatato dello spagnolo o un inguaribile ottimista: punterà forte sul Roland Garros e cercherà di difendersi negli altri, in passato vinti o stravinti, cercando di piazzare quella zampata tipica dei top player, riuscendo a stupire magari ulteriormente il mondo del tennis con vittorie che lentamente sembrano sempre più un miraggio. D’altronde appare evidente che il suo obiettivo principale sia tenere a bada il fisico e i meccanismi così complessi che lo riguardano, per continuare a lottare, per continuare ad assecondare il suo DNA sportivo vincendo.


Alessandro Orecchio


TAG: , ,

33 commenti. Lasciane uno!

Beh (Guest) 09-01-2015 01:05

@ il luminare (#1235781)

Sarà difficile, ma io lo spero, sarebbe un altro bel colpaccio dopo quello del Roland Garros dove tutti, soprattutto i detrattori federiani, credevano che Nadal perdesse.

33
Beh (Guest) 09-01-2015 01:01

@ Vamos Rafaaa 2000 (#1235830)

Se vince gli Australian Open perché non dovrebbe fare come il 2013? Il Roland Garros è ancora fattibile per lui, per cui vincerebbe 2 slam, proprio come il 2013 (perché Wimbledon è difficile, Us Open in dubbio forse anche di partecipazione, quindi….).

32
Vamos Rafaaa 2000 (Guest) 08-01-2015 21:38

Concordo.. Io credo e spero che Rafa possa fare la stessa cosa come nel 2013.. Ne dubito ma io credo troppo in lui.. E gli Australian Open può vincerli visto anche gli altri non al meglio

31
alexalex 08-01-2015 21:18

Scritto da Kokki
E comunque Rafa è in finale del doppio, quindi qualche partita la sta giocando

Infatti! meno male! Peccato che non lo facciano vedere! Il fatto che abbia giocato anche il doppio dimostra che è il primo a sapere di aver bisogno di rodaggio! Se Berrer martedì, dopo il 6-1, avesse buttato via la partita alla Fognini, magari staremmo parlando di tutt’altro! Invece ha cominciato a giocare a braccio sciolto e a collezionare righe e si è motivato, e un Nadal a corto di fiducia si è irrigididito e non ha più trovato un angolo…

30
alexalex 08-01-2015 21:10

Scritto da il luminare
nadal vincerà gli australian open in finale su djokovic

Dici poco…

29
il luminare (Guest) 08-01-2015 20:51

nadal vincerà gli australian open in finale su djokovic

28
Kokki 08-01-2015 20:16

@ manuel (#1235747)

Se escludiamo che quello è il numero 200 e passa del mondo e il primo set allora? Rosicchierebbe ben poco, l’anno scorso finale ha fatto mentre Novak non ha giocato nessun torneo.. E poi tanto con Nishi o Raonic non vince

27
fabrizio 08-01-2015 20:01

@ Kokki (#1235754)

Vuol dire che magari vincerà il Master finalmente…. di doppio :lol:

Scherzo ovviamente Rafa è il nostro eroe e lo sarà spero per molto :wink:

26
Kokki 08-01-2015 19:37

E comunque Rafa è in finale del doppio, quindi qualche partita la sta giocando :smile:

25
manuel (Guest) 08-01-2015 19:25

dopo i match giocati fino a oggi
- federer rischia ma vince,bravo a ribaltare il match,ma con fatica.
se contiamo gli ultimi 2 set 6-4 6-3 federer. voto 8
complimenti pure a milmman,un italiano avrebbe perso 6-0 6-0 lui ha lottato.
- nole perfetto fino ai quarti e poi ? sparito dal campo.
inizio anno perfetto rovinato davvero dal match di oggi,ma credo capiti una sconfitta del genere,sarà una sconfitta passegera o no ? voto torneo 7++

- rafa ? un 2015 davvero iniziato male,gli manca carattere tutto,l avevo visto male anche ad abu dhabi,ma pensavo che dopo il match perso 6-2 6-0 con murray si sarebbe rifatto,nn è stato cosi. cosa farà ora ?
-wawrinka ,esordio positivo il suo,ma senza voto domani lo potremo giudicare,ma bravo con coric. si rifarà sorpresa ?

-ferrer bravo,bel esordio.

e a melbuorne,vedremo ma intanto siamo messi cosi !
p.s . x il numero 1 federer puo rosicchiare qualcosa a nole.

24
Kokki 08-01-2015 18:25

Ma è l’outfit che porta sfiga capperi, non l’avevate ancora capito? Menomale che all’Ao lo cambia

23
fabrizio 08-01-2015 17:51

@ alexalex (#1235602)

Che dire Alex bisogna aspettare e vedere cosa succede e soprattutto SPERARE che il fenomeno risorga, comunque sul rendimento di Rafa ne riparliamo quando iniziano gli open da adesso in poi ogni previsione può essere giusta o sbagliata, intanto in questi giorni ci gustiamo Roger, Del Potro e per quanto mi riguarda il rientro di Camila la prossima settimana.

22
Raul Ramirez (Guest) 08-01-2015 15:45

Io spero tanto che questo crollo fisico non nasconda motivi che noi non sappiamo….vedremo…

21
Tweener (Guest) 08-01-2015 15:22

Dopo 6 mesi di stop e di allenamenti non è una questione di fuori forma e il fatto che non giochi nessun torneo prima dell’ A.O. è una conferma.
Secondo me dopo i vari infortuni subiti il suo fisico non riesce più ad essere prestante come un tempo.
Niente di paragonabile a Federer che non si è mai rotto niente,ma ha fatto una stagione fuori tono per dei fastidi alla schiena.
Federer è riuscito a cambiare il suo stile di gioco per evitare che questi problemi si ripresentino.
Dubito che Nadal riesca fare altrettanto….

20
alexalex 08-01-2015 13:32

Secondo me c’è un’eccessiva attesa su questo giocatore, forse dovuta alla memoria del rientro nel 2013. Secondo me bisognerebbe ricordare che nel 2013 attese pazientemente la stagione su terra e di essere competitivo prima di rimettere piede in campo. Stavolta non lo ha fatto, forse perché non aveva l’esigenza di attendere la terra per non forzare il ginocchio, o perché non si sente così male da saltare un altro slam. Premesso che il 2013 non si ripeterà, e che secondo me ha solo bisogno di partite per ritrovarsi, comincerò a dubitare sulla possibilità di rivedere un grande Nadal se lo vedrò concludere la stagione su terra senza neppure un trofeo. Se così sarà mancherà davvero poco al suo ritiro, suppongo!

19
Shuzo (Guest) 08-01-2015 13:01

Confesso che non avrei mai creduto che Nadal potesse arrivare a 29 anni ad essere ancora un potenziale vincitore di titoli dello Slam. In questo senso merita solo che i più vivi complimenti. Forse quest’anno avrà un calo, sarebbe pienamente logico, forse ci stupirà ancora. Io penso semplicemente che come “UOMO” sia ancora più straordinario che come campione.

18
El rebaton (Guest) 08-01-2015 13:00

Scritto da pallettaro
Parlare di problemi fisici dopo un lungo stop è ridicolo.Parliamo di scarsa confidenza, a dimostrazione, se ce ne fosse bisogno, che il buon Rafa è un campione costruito. Dotato di grandi mezzi fisici, portato alla fatica, alla corsa e all’abnegazione ha meno tecnica e meno mano di altri top player. Molto chiaro.Quello che è meno chiaro è l’andamento molto altalenante delle sue prestazioni, cosa molto strana per un top player

Sante parole.

17
forzarafa (Guest) 08-01-2015 12:14

Scritto da alexalex

Scritto da Piero

Scritto da almas
Spiace per Rafa ma io non sono sorpreso. Non è forte come Nole o Roger e quindi se cè un calo fisico difficilmente riesce a portare a casa il match anche con Berrer Coric Brown ecc

discorso che lascia il tempo che trova,Federer nell’estate 2013 dove il fisico non lo aiutava ha fatto figure di palta con cani….

Confermo! La storia che senza il fisico non può vincere solo Nadal è superata! Ormai senza una condizione atletica ottimale anche il giocatore di maggior tecnica, come Federer, può far poco.

Condivido in pieno :wink:

16
Grace (Guest) 08-01-2015 12:02

sarei interessata a sapere cosa ne pensa marco mazzoni

15
Dario (Guest) 08-01-2015 11:32

Mi permetto sommessamente di far notare che è da Wimbledon scorso che fa ridere..

14
mamo (Guest) 08-01-2015 11:02

ormai è pronto per il circuito master di pelota-fronton delle Baleari….

13
almas (Guest) 08-01-2015 10:56

@ Piero (#1235515)

Non hai torto ma il suo problema era la schiena e cmq era lui che conduceva il gioco fino a quando riusciva a reggere mentre Rafa non ci riesce quasi mai a comandare o a dare l’ idea di farlo

12
guidoyouth (Guest) 08-01-2015 10:54

agli AO giocherà alla grande come sempre

11
alexalex 08-01-2015 10:53

Scritto da Kaiser
Secondo me gli manca semplicemente ritmo…discutibile la scelta di non partecipare ad altri tornei dopo essere stato eliminato da Berrer ma salvo clamorose sorprese, se dovesse passare indenne i primissimi turni diventerebbe sicuramente uno dei favoriti

Questa volta sono d’accordo con te!

10
pallettaro (Guest) 08-01-2015 10:51

Parlare di problemi fisici dopo un lungo stop è ridicolo.
Parliamo di scarsa confidenza, a dimostrazione, se ce ne fosse bisogno, che il buon Rafa è un campione costruito. Dotato di grandi mezzi fisici, portato alla fatica, alla corsa e all’abnegazione ha meno tecnica e meno mano di altri top player. Molto chiaro.
Quello che è meno chiaro è l’andamento molto altalenante delle sue prestazioni, cosa molto strana per un top player

9
alexalex 08-01-2015 10:51

Scritto da Piero

Scritto da almas
Spiace per Rafa ma io non sono sorpreso. Non è forte come Nole o Roger e quindi se cè un calo fisico difficilmente riesce a portare a casa il match anche con Berrer Coric Brown ecc

discorso che lascia il tempo che trova,Federer nell’estate 2013 dove il fisico non lo aiutava ha fatto figure di palta con cani….

Confermo! La storia che senza il fisico non può vincere solo Nadal è superata! Ormai senza una condizione atletica ottimale anche il giocatore di maggior tecnica, come Federer, può far poco.

8
Bonnie75 (Guest) 08-01-2015 10:18

Ma stiamo scherzando? a 28-29 anni il fisico è logorato? Ferrer che ne ha ben più di 30 e un gioco assimilabile a quello di Nadal come dovrebbe essere in carrozzella?
Rimandiamo gli addii di Nadal di qualche anno per favore, le sue dichiarazione sono logicamente scaramantiche……

7
Piero (Guest) 08-01-2015 10:18

Scritto da almas
Spiace per Rafa ma io non sono sorpreso. Non è forte come Nole o Roger e quindi se cè un calo fisico difficilmente riesce a portare a casa il match anche con Berrer Coric Brown ecc

discorso che lascia il tempo che trova,Federer nell’estate 2013 dove il fisico non lo aiutava ha fatto figure di palta con cani….

6
Piero (Guest) 08-01-2015 10:17

a me la cosa che preoccupa è che in questo periodo,considerando i tempi in cui tra luglio e gennaio ha avuto finestre di allenamento,non è migliorato in un aspetto del suo gioco che è sottovalutato ma che adesso è diventato assolutamente fondamentale,e parlo del servizio.
il suo vero,grande problema è l’enorme difficoltà a tenere le battute,per esempio nel mese di dicembre si è allenato continuativamente,perchè non hanno lavorato sul servizio? e se hanno lavorato allora hanno lavorato male,perchè le magagne non solo non sembrano migliorate,anzi.
se non risolve questa cosa per me è destinato a un inesorabile declino,pure brutale,e lo dico da suo grandissimo tifoso

5
almas (Guest) 08-01-2015 10:11

Spiace per Rafa ma io non sono sorpreso. Non è forte come Nole o Roger e quindi se cè un calo fisico difficilmente riesce a portare a casa il match anche con Berrer Coric Brown ecc

4
Kaiser (Guest) 08-01-2015 09:36

Federer ha giocato male per tutto il 2013, un anno intero eppure è tornato alla grandissima…è un articolo prematuro

3
cataflic (Guest) 08-01-2015 09:35

Rafa è un grandissimo campione ed ha una granitica convinzione nei propri mezzi, però è umano e se il fisico non lo segue c’è poco da fare.
Le sue sconfitte sono sempre così e quasi sempre sul veloce…si lotta…poi c’è lo spiraglio dove il campione potrebbe dare la zampata e riprendere giù titandolo per i capelli l’avversario, ma vuoi per la giornata di grazia di quest’ultimo o per la scarsa presenza fisica non riesce a cogliere il momento e perde.
Quando è almeno al 70% questi momenti li porta a casa con tutti tranne con Nole/Murray/Roger.
Tornerà a vincere!
Ma dubito potrà dominare un’intera stagione e quindi il n.1 sarà difficilissimo.

2
Kaiser (Guest) 08-01-2015 09:32

Secondo me gli manca semplicemente ritmo…discutibile la scelta di non partecipare ad altri tornei dopo essere stato eliminato da Berrer ma salvo clamorose sorprese, se dovesse passare indenne i primissimi turni diventerebbe sicuramente uno dei favoriti

1

Lascia un commento