Curiosità ATP, Copertina, Generica, WTA

Italiani: La classifica per Regioni

02/01/2015 09:05 17 commenti
Stefano Pescosolido classe 1971, best ranking n.42 ATP
Stefano Pescosolido classe 1971, best ranking n.42 ATP

Ritorna il nostro affezionato lettore Il Nat che ha preso in esame tutte le regioni italiane e quanto esse hanno contribuito a portare tennisti/tenniste nella top 100 all time nell’epoca moderna, ovvero uomini dal 1973 e donne dalla fine degli anni 70 a oggi.

Ho preso in esame i luoghi di nascita e non la eventuale crescita tennistica.

Ho preso in esame tutti/e i/le top 100 col proprio best ranking e in base alla seguente tabella di punteggi ho stilato queste classifiche:

01/10 ATP/WTA 10 PT.
11/20 ATP/WTA 9 PT.
21/30 ATP/WTA 8 PT.
31/40 ATP/WTA 7 PT.
41/50 ATP/WTA 6 PT.
51/60 ATP/WTA 5 PT.
61/70 ATP/WTA 4 PT.
71/80 ATP/WTA 3 PT.
81/90 ATP/WTA 2 PT.
91/100 ATP/WTA 1 PT.

Oltre 40 di tennis italiano maschile ai raggi X.



CLASSIFICA MASCHILE PER REGIONI:

1- Lazio 38 pt. (Panatta A+C, Zugarelli, Pistolesi, Pescosolido, Santopadre, Cipolla)
2- Emilia Romagna 36 pt.
3- Toscana 31 pt.
4- Piemonte 16 pt. (Caratti ed Ocleppo)
5- Liguria 15 pt. (Sanguinetti, Fognini)
6- Campania 12 pt. (Starace e Nargiso)
7- Veneto 10 pt. (Furlan e Galvani)
7- Friuli 10 pt.(solo Barazzutti)
9- Trentino A.A. 9 pt. (solo Seppi)
10.Umbria 8 pt. (Cancellotti)
11-Puglia 7 pt. (Pozzi)
12-Lombardia 5 pt. (Colombo)
13-Sicilia 4 pt. (Di Mauro)
14-Marche 3 pt. (Narducci)

Interessante notare il nulla, o quasi, dato al nostro tennis dalla molto estesa e ricca lombardia (il solo Simone Colombo in 35 anni…..).
Il lazio ha 24 dei 38 punti complessivi portati dalla famiglia Panatta e da Zugarelli, ormai preistoria.
Il sud? Le isole? Presenti con le sole puglia, campania e sicilia (4 tennisti in 40 anni).
Laurence Tieleman, nato a Bruxelles, (3 pt.) e Martin Mulligan nato negli Usa (6 pt.) da aggiungere nella lista dei top 100, ma nati all’estero.



CLASSIFICA FEMMINILE PER REGIONI:

1- Emilia Romagna 66 pt.
2- Lombardia 41 pt.
3- Lazio 19 pt.
3- Puglia 19 pt. (Vinci, Pennetta)
5- Veneto 14 pt. (Camerin e Garbin)
6- Marche 13 pt.(Giorgi e Pizzichini)
7- Campania 8 pt. (Grande)
8- Trentino A.A. 7 pt. (Knapp)
8- Liguria 7 pt. (Ferrando)
8- Abruzzo 7 pt. (Piccolini)
8- Toscana 7 pt. (Grossi e Lapi)

Simmonds (Londra) 8 pt,, Caverzasio (Ginevra) 7 pt., Oprandi (Jagestorf) 6 pt.(BR da italiana), Baudone (Rocour, Belgio) 3 pt. da aggiungere nella top 100 ma nate all’estero.

La parte del leone la fa ancora l’emilia romagna, con la lombardia seconda(incredibile la differenza di quanto prodotto tra il maschile ed il femminile). Per la toscana discorso inverso.
Di molto staccate le altre ragioni, con il nostro sud rappresentato dalle solite puglia e campania…un pò pochino in circa 40 di tennis! Per il grande Piemonte ed il Friuli nessuna tennista tra le top 100…



CLASSIFICA GENERALE PER REGIONI:

1- Emilia Romagna 102 pt.
2- Lazio 57 pt.
3- Lombardia 46 pt.
4- Toscana 38 pt.
5- Puglia 26 pt.
6- Veneto 24 pt.
7- Liguria 22 pt.
8- Campania 20 pt.
9- Marche 16 pt.
9- Piemonte 16 pt.
9- Trentino 16 pt.
12-Friuli 10 pt.
13-Umbria 8 pt.
14-Abruzzo 7 pt.
15-Sicilia 4 pt.


TAG: ,

17 commenti. Lasciane uno!

cercasifuturiroger (Guest) 03-01-2015 22:51

Certo la Lombardia è una pippa in confronto alle potenzialità economiche di cui dispone….in questo meglio le regioni del centro-sud.

17
riccardo (Guest) 03-01-2015 13:41

forza veneto!

16
Emmebi (Guest) 02-01-2015 19:40

Secondo me è sbagliato il sistema di attribuzione del punteggio nel senso che andrebbero privilegiati gli exploit, così come avviene anche nel circuito professionistico (la differenza in punti tra finale e semifinale >> tra primo e secondo turno).

Non ha senso paragonare il punteggio di una Serena Williams con quello della Kirilenko! Meglio avere un top five che due top 30!

1/5 = 40 pt
6/10 = 31 pt
11/20 = 24 pt
21/30 = 18 pt
31/40 = 13 pt
41/50 = 9 pt
51/60 = 6 pt
61/70 = 4 pt
71/80 = 3 pt
81/90 = 2 pt
91/100 = 1 pt

15
luca (Guest) 02-01-2015 17:09

Cmq il nulla dato dalla Lombardia è clamoroso! e’ anche vero che tanti tennisti e tenniste hanno dovuto andare via dall’Italia x diventare top 100 o meglio: mi vengono in mente gaudenzi sanguinetti pennetta errani….

14
gianniarcieri (Guest) 02-01-2015 16:49

Mulligan e’ nato in Australia . .Un uomo ed un giocatore meraviglioso…..

13
cataflic (Guest) 02-01-2015 16:42

Perfetto, ed ora una domanda: quanti tornei professionistici si giocano in Emilia Romagna, patria del tennis italiano?
Mi viene sù un inkax…. 😆

12
mirko.dllm (Guest) 02-01-2015 16:14

Scritto da Orticoltura
Il luogo di nascita da solo può non essere un giusto criterio per smistare i vari tennisti tra le regioni. Ho amici nati a Torino o Milano perché i genitori lavoravano lì al tempo trasferiti nel mio paese a 2 o 3 anni che di Piemonte o Lombardia non hanno nulla. E non parlo di crescita tennistica, parlo di vita intera da quando hanno l’ippocampo sviluppato.

Orticoltura,il tuo ragionamento è giusto,tanto che l’autore può magari involontariamente averti dato ragione nel caso di Sanguinetti,considerandolo ligure,nonostante sia nato a Viareggio(quindi per luogo di nascita poteva anche considerarlo un prodotto toscano),se non erro.

11
Salvo (Guest) 02-01-2015 15:49

Questa classifica è stata citata da Boschetto su Sky Sport nella telecronaca Murray-Nadal.

10
Runner 02-01-2015 15:25

@ Orticoltura (#1231765)

@ Orticoltura (#1231765)

Concordo

9
Orticoltura 02-01-2015 15:09

Il luogo di nascita da solo può non essere un giusto criterio per smistare i vari tennisti tra le regioni. Ho amici nati a Torino o Milano perché i genitori lavoravano lì al tempo trasferiti nel mio paese a 2 o 3 anni che di Piemonte o Lombardia non hanno nulla. E non parlo di crescita tennistica, parlo di vita intera da quando hanno l’ippocampo sviluppato.

8
groucho (Guest) 02-01-2015 13:57

Interessante statistica, anche se destinata ad essere abbastanza statica nel tempo.
Sarebbe interessante limitare a un decennio l’analisi e considerare anche i top 200 (non andrei oltre) Si avrebbe una base più allargata per valutare il movimento di base dell’ultimo periodo (forse basterebbe anche un quinquennio).
Il tennis è uno sport più adatto ai climi “temperati”, quindi non mi stupisco che il centro Italia la faccia da padrone (nel sud forse c’è un problema di impianti).

7
dieghito (Guest) 02-01-2015 12:25

@ Lobo (#1231717)

Facile

TOSCANA: Bertolucci, Volandri, Bracciali, Lorenzi, Luzzi, Martelli

EMILIA ROMAGNA: Gaudenzi, Camporese, Cane’, Bolelli

6
Lobo (Guest) 02-01-2015 12:03

bella classifica. Perché non completarla mettendo i nomi dei tennisti top 100 anche a quelle regioni che presentano solo il punteggio?
es: nel maschile Lombardia e lazio, nel femminile le prime tre. Sarebbe ancora meglio…

5
mirko.dllm (Guest) 02-01-2015 12:00

Ha ragione l’autore dell’articolo e di questa interessante statistica:vergognoso,secondo me,che la Lombardia,la più ricca regione italiana nella maggior parte degli ultimi decenni,non abbia mai prodotto forti tennisti nel settore maschile.Per me è questo,uno dei sintomi che ci fa capire quanto ha sempre lavorato male la nostra federazione,evidentemente,non coinvolgendo mai nei suoi progetti,quella che è sempre stata la più ricca regione italiana,e quindi quella che,avrebbe dovuto avere,le risorse economiche maggiori,per far crescere,tecnicamente,nei suoi circoli,dei validi tennisti.

4
Luigi (Guest) 02-01-2015 10:22

La mia regione (la Valle d’Aosta) è tristemente fuori per un soffio dalla classifica, visto che la tennista di punta, Nathalie Vierin, è arrivata come BR al 103.
Peccato…
Speriamo che Martina Caregaro continui il suo trend di crescita e riesca a portarci in classifica per la prossima volta.

3
winter18 (Guest) 02-01-2015 09:53

Marty Mulligan era australiano, non statunitense. Per il resto , una classifica simpatica.

2
zorromancino (Guest) 02-01-2015 09:17

Dai redazione correggere Pescosolido è ovviamente nel ranking ATP!

1