Scandalo scommesse Copertina, Generica

Matthew Charles Fox ed il difficile mondo del tennis

09/12/2014 13:40 6 commenti
Matthew Charles Fox classe 1987 ex giocatore e coach
Matthew Charles Fox classe 1987 ex giocatore e coach

Nello scorso ottobre vi avevamo parlato del caso dell’australiano Matthew Charles Fox accusato dalla polizia australiana di aver corrotto due partite del circuito ATP, oltre che di traffico e possesso di cocaina e cannabis.

Tramite l’avvocato Grant Walker il suo assistito si era dichiarato colpevole.

La partita in questione era tra Nick Lindahl e il 18enne Andrew Corbitt, senza classifica ATP, con la vittoria del secondo con il punteggio di 6-2 6-3.
Il secondo, invece, nel challenger di Traralgon (ottobre 2013) tra Sato, n.902 del mondo e Adam Feeney (n386), con il successo del primo per 64 64.

Ora si conoscono le cifre davvero molto esigue: Fox avrebbe guadagnato circa 1.500 dollari con il match di Lindahl e altri 2.800 dollari con il match di Feeney.


TAG: , ,

6 commenti

Original Giulio (Guest) 10-12-2014 00:38

Scritto da groucho
Ma state scherzando? Davvero volete farci credere che chi manovra le scommesse nel tennis sia paragonabile a un ladro di polli?
Quando si danno queste notizie di bassa valenza (eufemismo) almeno corre l’obbligo di prendere posizione e spiegare quali sono i motivi della pubblicazione e esporre un parere. Altrimenti vi dico che ho un nipotino a casa con la varicella mentre nel mondo c’è l’epidemia di ebola!

Primo non è una notizia di bassa valenza perché esprime un trend che sta diventando preoccupante anche nel tennis e secondo chi l’ha detto che è obbligatorio esprimere un parere o argomentare? Le notizie sono notizie e riportarle in modo veritiero è il compito del giornalista,spetta poi al lettore(se ha gli strumenti culturali necessari) farsi un’opinione sulla base di quanto letto,ergo risparmiaci le tue insensate e fastidiose lamentele di chi vuole la pappa pronta!

6
ginglegel 09-12-2014 17:39

Scritto da groucho
Ma state scherzando? Davvero volete farci credere che chi manovra le scommesse nel tennis sia paragonabile a un ladro di polli?

guarda che per partite minori come queste i broker accettano puntate fino a dei limiti bassissimi,
penso che sia quasi impossibile riuscire a scommettere più di 1000 euro su un incontro del tipo Lindhal-Corbitt in un challenger di chissàdove…

e non ci vedo proprio la criminalità accettare grandi scommesse su degli incontri tra semi-sconosciuti.

è come in borsa, se tu vuoi speculare su un azienda quotata nei mercati minori (pink sheets), puoi farlo solo con qualche centinaio di dollari perché la liquidità del titolo (i soldi scambiati) sono pochissimi.
infatti è pieno di piccoli imbroglioni in quei mercati perché sono facili da manipolare, ma il guadagno è molto limitato.

5
pallettaro (Guest) 09-12-2014 15:50

@ groucho (#1224205)

è una notizia, non che si è stabilito che questo tizio corrompe o influisce su TUTTE le partite di tennis. Purtroppo ce ne saranno tanti altri come lui

4
Phoedrus (Guest) 09-12-2014 15:47

Scritto da groucho
Ma state scherzando? Davvero volete farci credere che chi manovra le scommesse nel tennis sia paragonabile a un ladro di polli?
Quando si danno queste notizie di bassa valenza (eufemismo) almeno corre l’obbligo di prendere posizione e spiegare quali sono i motivi della pubblicazione e esporre un parere. Altrimenti vi dico che ho un nipotino a casa con la varicella mentre nel mondo c’è l’epidemia di ebola!

Straquoto.

3
Antony_65 (Guest) 09-12-2014 15:31

Che tristezza …

2
groucho (Guest) 09-12-2014 14:18

Ma state scherzando? Davvero volete farci credere che chi manovra le scommesse nel tennis sia paragonabile a un ladro di polli?
Quando si danno queste notizie di bassa valenza (eufemismo) almeno corre l’obbligo di prendere posizione e spiegare quali sono i motivi della pubblicazione e esporre un parere. Altrimenti vi dico che ho un nipotino a casa con la varicella mentre nel mondo c’è l’epidemia di ebola!

1

Lascia un commento