La risposta dell'ITF Copertina, Generica

La risposta dell’ITF a Tomás Buchhass

29/11/2014 13:19 4 commenti
La <strong>ITF</strong> ha diramato un comunicato in risposta alla lettera firmata da <strong>Tomás Buchhass</strong>
La ITF ha diramato un comunicato in risposta alla lettera firmata da Tomás Buchhass

La ITF ha diramato un comunicato in risposta alla lettera firmata da Tomás Buchhass, tennista argentino, per mezzo della quale il giocatore si era lamentato delle pessime condizioni in cui si fosse disputato il torneo Future del Cile. Segue la replica integrale da parte del massimo organismo tennistico mondiale.

“Egregio Tomás,

La ringraziamo per la lettera, data 24 novembre, che ci è stata recapitata.

Possiamo comprendere la sua frustrazione, ma è altrettanto chiaro come i suoi commenti siano stati fatti in buona fede, ed è giusto che ritenga di presentare la questione alla nostra attenzione. Cercherò personalmente di raccogliere informazioni al fine di risolvere i problemi che ha incontrato, tuttavia la mia priorità è, nei limiti del possibile, agire affinché le condizioni di gioco del torneo di questa settimana possano migliorare.

In breve tempo, spero di riuscire a mettermi in contatto con un rappresentante della Federazione di Tennis del Cile a cui esporre la questione. Una volta che ciò sarà avvenuto, parlerò con il Supervisore, ed a tal proposito la invito a raggiungerlo personalmente per ulteriori aggiornamenti.

Saluti, Jackie Nesbitt.”

Di fatto, la ITF non ha menzionato alcun tipo di intervento diretto, assicurando però che avrebbe preso delle misure e si sarebbe informata sulle reali condizioni del torneo che si disputa in Cile. La risposta non sembra fornire soluzioni definitive, bensì parrebbe riporre scarsa considerazione in ciascuno dei punti sollevati dal ventiduenne argentino. La ITF ha dichiarato di essersi assunta le proprie responsabilità ma si è avuta l’impressione che, almeno momentaneamente, intenda soprattutto riparare la disastrosa situazione in Cile.


Edoardo Gamacchio


Fonte: Punto de Break


TAG: , ,

4 commenti

manuel (Guest) 29-11-2014 18:39

Scritto da Gabriele da Ragusa
@ Figologo (#1220188)
Eh già…però è un problema serio a mio avviso. Bisognerebbe davvero fare qualcosa

infatti,il problema di quei campi è solo della mancanzza di accuratezza,se no sarebbero,a mio avviso davvero in una posizione molto avantaggiante.

4
Gabriele da Ragusa 29-11-2014 17:44

@ Figologo (#1220188)

Eh già…però è un problema serio a mio avviso. Bisognerebbe davvero fare qualcosa

3
Figologo (Guest) 29-11-2014 16:49

Scritto da Gabriele da Ragusa
Eh certo…dei montepremi ridicoli, della mancanza quasi totale di ospitalità e degli altri spunti forniti nn sembra curarsi nessuno. Temo la situazione nn cambierebbe nemmeno se a lamentarsi fosse il n. 300 atp invece che il 1400. L’unica secondo me è che a farsi carico fosse qualcuno tra i giocatori ben in vista, che abbia successo ma che sia davvero venuto dal basso. Penso a Tipsarevic che in articolo mise in evidenza il problema o lo stesso Janowicz. Simon potrebbe avere anche la personalità per fare qualcosa, altrimenti la vedo dura.

Ricordo che si lamentò anche Schiattoschi.

2
Gabriele da Ragusa 29-11-2014 14:25

Eh certo…dei montepremi ridicoli, della mancanza quasi totale di ospitalità e degli altri spunti forniti nn sembra curarsi nessuno. Temo la situazione nn cambierebbe nemmeno se a lamentarsi fosse il n. 300 atp invece che il 1400. L’unica secondo me è che a farsi carico fosse qualcuno tra i giocatori ben in vista, che abbia successo ma che sia davvero venuto dal basso. Penso a Tipsarevic che in articolo mise in evidenza il problema o lo stesso Janowicz. Simon potrebbe avere anche la personalità per fare qualcosa, altrimenti la vedo dura.

1

Lascia un commento