Notizie dal Mondo Copertina, Generica

L’ITF cambia il regolamento dal prossimo gennaio. Nessun giocatore potrà giocare per due paesi diversi in Coppa Davis e Fed Cup

05/11/2014 08:40 6 commenti
Aljaz Bedene classe 1989, n.145 ATP
Aljaz Bedene classe 1989, n.145 ATP

L’ITF dal prossimo 01 gennaio cambierà il regolamento attualmente in vigore e proibirà ad un atleta che ha vestito i panni di una nazione di partecipare a competizioni di squadra con un’altra casacca.

Deluse quindi le speranze anche di Aljaz Bedene che aveva richiesto la cittadinanza britannica proprio per giocare in Coppa Davis.
Bedene poteva essere una risorsa importante, in particolare per il buon rendimento su terra rossa.

Ma il cambiamento delle regole, votata in assemblea della Federazione Internazionale di Tennis nella giornata di ieri, sbarra le porte a Bedene che ha già giocato in Coppa Davis per la Slovenia ed ora questa norma gli impedirà di rappresentare il suo paese di adozione.


TAG: , , , , , ,

6 commenti

matteo (Guest) 05-11-2014 15:33

@ max (#1207450)

Sul primo concetto sono d’accordo con te, d’altronde la norma riguarda chi ha già giocato con la propria squadra e non anche gli altri.
Sul secondo concetto non sono molti quelli che cambiano nazionalità per matrimonio, negli ultimi anni ricordo molti che hanno modificato il cognome per questo motivo ma non la nazionalità. Personalmente non trovo eccessivamente severa la modifica anche se sul caso della doppia nazionalità ci si può riflettere. Io poi sono anche contrario a chi come la azarenka si sveglia l’anno prima delle olimpiadi e vuole giocare in fed cup per avere le presenze necessarie per disputare il torneo olimpico; fossi l’allenatore non la convocherei perché trovo scorretto questo comportamento che in molti hanno (anche se tolta la azarenka, la bielorussia in fed cup è nulla e quindi se ti dà la disponibilità la devi convocare). Attualmente questa regola mi pare dica che devi disputare almeno 3 match con la tua nazionale nell’anno antecedente le olimpiadi o tra lo stesso e l’anno olimpico. Io cambierei in una presenza minima ogni anno da quello post-olimpico a quello delle olimpiade successiva; in questo modo si garantisce una presenza “continua” del giocatore nella propria nazionale per tutto il quadriennio olimpico

6
max (Guest) 05-11-2014 10:23

Scritto da matteo
Sono d’accordo, così forse questa compravendita delle nazionalità finisce

Beh ma se i giocatori oggetto di compravendita non hanno giocato in precedenza in coppa davis per la nazione di origine non cambia nulla: per esempio i vari Golubev, Kukushkin, Korolev non mi risulta che abbiamo mai difeso i colori della Russia in davis.
Detto questo, questa nuova regola mi sembra troppo severa: ci sono giocatori/giocatrici che cambiano nazionalità per matrimonio, perchè possiedono una doppia nazionalità, o per altri motivi del tutto leciti: non mi sembra giusto privargli della possibilità di giocare in davis/fed cup e olimpiadi.

5
matteo (Guest) 05-11-2014 09:51

Sono d’accordo, così forse questa compravendita delle nazionalità finisce

4
lallo (Guest) 05-11-2014 09:26

Regolamento giusto.

3
LiveTennis.it Staff 05-11-2014 09:05

@ pincopallino (#1207412)

Bedene avrà una risposta per la cittadinanza il prossimo febbraio…..

2
pincopallino (Guest) 05-11-2014 09:01

Sicuri che il regolamento sia retroattivo? Non e’ che gli atleti da oggi non possano giocare per piu’ paesi? In questo caso Bedene potrebbe optare per l’Inghilterra.

1

Lascia un commento