Circuito Challenger Challenger, Copertina

Challenger Tashkent: Fuori al secondo turno Thomas Fabbiano e Matteo Berrettini (Video)

11/10/2017 11:20 118 commenti
Thomas Fabbiano classe 1989, n.76 ATP
Thomas Fabbiano classe 1989, n.76 ATP

Semaforo rosso per Thomas Fabbiano e Matteo Berrettini nel secondo turno del torneo challenger di Tashkent.
Il 28enne pugliese di San Giorgio Ionico, numero 76 Atp, è stato sconfitto per 63 36 62 dall’egiziano Mohamed Safwat, numero 249 del ranking mondiale. Il 21enne Next Gen romano, numero 126 del ranking mondiale e sesta testa di serie, ha invece ceduto per 63 76(3) al ceco Vaclav Safranek, numero 209 Atp.



UZB Challenger Tashkent | Cemento | $150.000


2T Safwat EGY – Fabbiano ITA (0-0) ore 07:30
CH Tashkent
Mohamed Safwat
6
3
6
Thomas Fabbiano [2]
3
6
2
Vincitore: M. SAFWAT

01:50:38
6 Aces 2
0 Double Faults 3
66% 1st Serve % 58%
35/51 (69%) 1st Serve Points Won 33/52 (63%)
17/26 (65%) 2nd Serve Points Won 21/37 (57%)
3/5 (60%) Break Points Saved 8/12 (67%)
13 Service Games Played 13
19/52 (37%) 1st Return Points Won 16/51 (31%)
16/37 (43%) 2nd Return Points Won 9/26 (35%)
4/12 (33%) Break Points Won 2/5 (40%)
13 Return Games Played 13
52/77 (68%) Total Service Points Won 54/89 (61%)
35/89 (39%) Total Return Points Won 25/77 (32%)
87/166 (52%) Total Points Won 79/166 (48%)

Safwat EGY – Fabbiano ITA
241. Singles ranking 76.
19. 9. 1990 Birthdate 26. 5. 1989
right Plays right



In caso di vittoria sfiderà ai quarti di finale
[7] Yuki Bhambri IND vs Kamil Majchrzak POL
CH Tashkent
Yuki Bhambri [7]
4
6
4
Kamil Majchrzak
6
1
6
Vincitore: K. MAJCHRZAK











UZB Challenger Tashkent | Cemento | $150.000


2T Safranek CZE – Berrettini ITA (0-0) 2 incontro dalle ore 08:00
CH Tashkent
Vaclav Safranek
6
7
Matteo Berrettini [6]
4
6
Vincitore: V. SAFRANEK

01:16:44
4 Aces 16
1 Double Faults 3
62% 1st Serve % 69%
36/45 (80%) 1st Serve Points Won 34/43 (79%)
18/28 (64%) 2nd Serve Points Won 12/19 (63%)
3/3 (100%) Break Points Saved 0/1 (0%)
11 Service Games Played 11
9/43 (21%) 1st Return Points Won 9/45 (20%)
7/19 (37%) 2nd Return Points Won 10/28 (36%)
1/1 (100%) Break Points Won 0/3 (0%)
11 Return Games Played 11
54/73 (74%) Total Service Points Won 46/62 (74%)
16/62 (26%) Total Return Points Won 19/73 (26%)
70/135 (52%) Total Points Won 65/135 (48%)

Safranek CZE – Berrettini ITA
209. Singles ranking 126.
20. 5. 1994 Birthdate 12. 4. 1996
right Plays right



In caso di vittoria sfiderà ai quarti di finale
[4] Guillermo Garcia-Lopez ESP vs [Q] Denys Molchanov UKR
CH Tashkent
Guillermo Garcia-Lopez [4]
7
6
Denys Molchanov
5
1
Vincitore: G. GARCIA-LOPEZ


TAG: , , ,

118 commenti. Lasciane uno!

Ermanno (Guest) 11-10-2017 23:54

@ V.D. (#1968789)

Come sempre quando in Italia si fa qualche cosa di buono per il tennis, c’è sempre qualcuno pronto a spalare m…… Complimenti. Solo un suggerimento, informati di quale è il momte premi e quali gli sponsor, e poi ritorna a guardare i futures da 10000 dollari.

118
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
stefan (Guest) 11-10-2017 22:52

@ becu rules (#1968843)

Condivido in pieno, basta con le troppe aspettative.
È cresciuto tantissimo in un anno, come si può pensare che oggi possa fare più di quello che ha fatto?
Nel tennis a questi livelli si vince e si può anche perdere, non mi sembra una sconfitta possa vanificare tutto quello che di buono ha fatto sinora

117
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Sato (Guest) 11-10-2017 22:34

A 22 anni non ne ha più per quest’anno? Ma non diciamo sciocchezze. Se Berrettini ha qualcosa in più dei suoi compatrioti challenger-dipendenti è ora che lo dimostri a livello atp.

116
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Mattia (Guest) 11-10-2017 21:51

@ Koko (#1968660)

Buonasera koko , finalmente ti ho trovato !!!!
Mi spiace che tu non abbia avuto tempo per vedere la partita di Donati , mi sarebbe piaciuto sentire cosa ne pensavi .
Purtroppo eri impegnato, sarà per la prossima volta ….

115
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Potoandavi (Guest) 11-10-2017 21:45

Scritto da Lucabigon

Scritto da il vero tennis
Male fabbiano, molto male, ha dimostrato di non essere ancora un giocatore vero .E’ RIMASTO INVISCHIATO nella mediocrità dei challenger, il ragazzo anche se sta intorno al 70 esimo posto mondiale ha dimostarto oggi di non avere fatto alcun salto di qualità e appena gioca i challenger non dimostra data la sua classifica alcuna superiorità mentale… anzì da adito nella sua pochezza di vincenti e nei soventi errori non forzati come oggi ad un avversario mediocre di crederci e scemando sul fine partita come un 200 esimo qualunque, mi ha confermato tutto ciò. Il fabbiano programmato è una cosa che mi piace poco…e sorridò poichè non è il federer campione.

Come sempre, alla larga da chi come te in questo caso giudica un giocatore da un singolo incontro o torneo. Anzichè vedere i lati positivi e cioè tutta la serie di buoni risultati che hanno permesso a Fabbiano di arrivare alla posizione ATP che occupa attualmente si enfatizzano le sconfitte esagerandone la portata e arrivando, addirittura, a sostenere che Fabbiano non sia un giocatore VERO, che sia rimasto un giocatore da challenger nonostante la classifica. Addirittura c’è chi arriva a mettere in dubbio pure i fatti oggettivi e cioè che il movimento maschile in generale sia in crescita (come attestato dalle classifiche) per il solo fatto che il nostro n° 3 abbia perso oggi contro Safwat. Che dire? Tipico dell’utente italico medio e di questo sito. Continuate così…non è sport per voi, ma mi chiedo quale sia lo sport per voi visto che dal divano pensate che sia tutto facile e e che si debba vincere sempre e comunque specie con quelli dietro in classifica pena l’esporsi ai vostri trancianti giudizi senza appello.
Mi chiedo: dove eravate quando Fabbiano batteva Stakhovsky, Mahut, Jordan Thompson e Medvedev?

Ineccepibile, bravo!

114
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
becu rules (Guest) 11-10-2017 20:47

Scritto da Lucabigon

Scritto da Ghisallo
Berrettini = Cecchinato. Non è giudicabile a livello ATP uno che fa solo challenger. Con la classifica che ha potrebbe fare gli ATP, ma lui preferisce racimolare punticini in serie B. Così non cresce di livello, cresce solo la sua classifica, comunque falsata. Vedremo se l’anno prossimo cambierà programmazione.

Credo ci siano giocatori che vengono programmati per giocare challenger finchè non hanno la classifica per entrare direttamente negli ATP e non credo sia sbagliato. Continuando così, presto giocherà solo ATP. Le potenzialità di Berrettini (che ha 21 anni e fa punti su tutte le superfici) mi sembrano ben maggiori rispetto a quelle di Cecchinato. O no?

Assolutamente condivido,e mi pare che qualche quali estiva ATP abbia pure provato a farla…inoltre questa settimana l’alternativa era il 1.000 cinese dove forse (dico forse) manco aveva la classifica per entrare nelle quali, secondo me ha fatto benissimo a tentare Tashkent che era ed un torneo con punti e montepremi pesanti (vicino ad un 250) ed un campo di concorrenza non di primissima scelta. Poi ha perso, peccato, ma forse oggi avrebbe perso anche a Ortisei o a Timbuctù. Però oggi vedo tanti tanti commenti negativi, comprensibili ma esagerati. Ricordiamo che questo ragazzo 1 anno fa esatto (metà ottobre 2016) stava numero 723 – settecentovenitre per da meglio l’idea e comunque mai entrato in top 500 – in classifica….e che ca****, non sono mica tutti Federer

113
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
V.D. 11-10-2017 19:07

Scritto da Ermanno
@ V.D. (#1968446)
Mi permetto di dissentire nonostante le osservazioni siano espresse con competenza e intelligenza. Matteo ha 22 anni ed è molto motivato e in fase crescente. Cosa significa a Ottobre “non ne ha più”. Se non ci sono problemi fisici ha 100 ragioni per continuare. Una di queste é sicuramente la possibilità di partecipare alla Next Gen di Milano, una vetrina di eccezionale importanza per un giovane tennista e una occasione irripetibile per Berrettini. Ma quale top ten potrebbe rinunciare al master se sta bene fisicamente perché “non ne ha più”? Ora se è stanco e ci può stare si riposi qualche giorno e poi si impegni allenandosi per quella che potrebbe essere l’occasione di lancio per una grande carriera tennistica.

Caro amico io dissento invece dal tuo giudizio sulla next gen che a mio avviso non è una vetrina di eccezionale importanza ma solo una vetrina della finzione tennistica; si giocano set da 4 giochi, senza i vantaggi sul 40-40, il let non è esiste più (se ho compreso bene), non ci sono punti d’assegnare, se va bene li faranno giocare con palline di gomma e i premi li pagheranno con buoni sconto della esselunga. La federazione italiana, punta nell’orgoglio per non avere più l’esclusiva delle minchiate, ci ha calato il carico delle prequalifche e tu la consideri una vetrina eccezionale? Bisognerebbe portare sugli spalti sagome cartonate di spettatori altro che andare a vederla.

112
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
V.D. 11-10-2017 18:29

Scritto da makko

Scritto da V.D.
Cari amici tifosi di Berrettini, il ragazzo per quest’anno credo non ne abbia più. Io come tutti voi vorrei vedere Matteo entro fine anno nei primi 100, nel MD degli australian, nei tornei atp, nei master 1000 e pure al master di Londra. Vorrei vederlo giocare ogni settimana, ogni giorno ma a che serve? La stagione di Matteo ci insegna che ha vissuto due buonissimi momenti: fine febbraio-inizio aprile con l’itf in svizzera vinto e con la finale cinese; luglio-agosto con la vittoria di San Benedetto e finale e semifinale a Portoroz e Segovia. In entrambi i periodi veniva da lunga astinenza da tornei e da buoni periodi di allenamento. Il tennis moderno non consente più di giocare da febbraio a novembre sempre ad alti livelli, richiede preparazione ai tornei adeguate. Questo vale per i grandi campioni e per i campioni in erba. Dopo la sconfitta con Robert, Rianna e Santopadre l’avevano giustamente fermato, era lampante pure per un profano che Matteo non ne avesse più a livello fisico-mentale. Che senso ha avuto farlo rientrare così presto?
Leggo sempre di più il parere che Santopadre (in realtà quello che conta è Rianna tra i due) non sia all’altezza di allenare il giocatore. Quali sono i compiti di un coach? Secondo me: 1)migliorare tecnicamente l’assistito;
2)prepararlo fisicamente e mentalmente in maniera adeguata;
3)programmarne la stagione nel modo più congeniale.
Il dritto vincente di Matteo è migliorato tantissimo, la facilità di scambio da fondo campo altrettanto, il servizio talvolta pecca di continuità ma sta migliorando. Fisicamente Matteo ha fatto passi da gigante quest’anno. Un solo infortunio per overdose di tennis nelle prequalifiche a Roma, per il resto mai un problema. Mentalmente Matteo è fortissimo, sempre concentrato, mai una parola fuori posto, una protesta, sempre pronto a ribaltare la situazione (vedi il tie break a Portoroz già perso e poi vittoria finale) e a crescere nei punti importanti.
Ma è a livello di programmazione Santopadre (ma anche qui ritengo maggiori le responsabilità di Rianna) ha sbagliato tutto. Non ha saputo dire di no a Binaghi e Palmieri a Roma in maggio, a Genova in settembre, a Milano per la Next Gen. e intende far giocare Matteo fino a novembre inoltrato con la chimera di un ingresso stabile nei 100 entro gennaio. Ma dire di no alla Fit significa dire di no al proprio capo, quello che ti paga lo stipendio e decide se tu possa o non possa andare avanti nel lavoro. E Rianna questo lo sa bene. Allora tra il meglio per il ragazzo e il proprio tornaconto personale sceglie quest’ultimo e dice si a ogni nefandezza del proprio capo e del suo giannizzero.
Un coach esente da vincoli padronali fermerebbe adesso Matteo, gli farebbe al massimo giocare un torneo indoor intervallando e staccando per un attimo la preparazione e poi via a giocare le qualificazioni degli australian open. Da qui a fine stagione Matteo più di una sessantina di punti e una ventina di posizioni nel ranking non può perdere. Se continua a giocare perderà punti, ranking, sicurezza nei propri mezzi e tempo per allenarsi.
Sono contento di essere riuscito a rimanere sintetico

Condivido tutto al 101 per cento. Solo per integrare l’analisi (hai cercato di essere sintetico) dico che col sovraccarico di maggio al ragazzo è stato fatto correre un grosso rischio inducendolo a giocare con la caviglia già in disordine (eufemismo): stavolta è andata bene con uno stop circoscritto nel tempo e senza conseguenze, a quanto sembra, durature; spero che in futuro uno scempio simile non si ripeta!

Perfetto, hai detto giusto “stavolta è andata bene”.

111
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
V.D. 11-10-2017 18:26

Scritto da Becuzzi_style

Scritto da V.D.

Scritto da Becuzzi_style
@ Massimiliano (#1968334)
la realtà è che ad oggi è un giocatore acerbissimo…che poi noi lo vogliamo trasformare in un futuro campione è un altro discorso…frutto dell’essere tifosi e non obiettivi….io chiaramento parlo di oggi, palle di cristallo non ne ho…
La verità è che ad oggi Matteo è competitivo solo a livello challenger…a livello ATP, contro giocatori di livello, prenderebbe stese epocali…nei chalenger basta attaccare la spina 5 minuti e con determinati giocatori i match li porti a casa…a livello ATp andrebbe sotto la doccia dopo 45 minuti…
Per cui fa benissimo a giocare a livello challenger…quando avrà il tennis per competere a livello superiore dovrà sicuramente rischiare qualcosa in più…ma ad oggi (11 Ottobre 2017) cosa andrebbe a fare?

Un Berrettini al meglio della condizione stese epocali non le prende nemmeno con un top ten, forse contro un paio di giocatori su terra potrebbe perdere male. Del resto è n.120 al mondo non un 3.4 che gioca solo la domenica.

Mi dispiace dissentire, vorrei fosse il contrario, ma ad oggi Berrettini non fa partita pari con nessun top 10….non scherziamo!
A me a volte capita di guardare una partita challenger streaming dei nostri, per poi passare a vedere in TV una partita ATP….a me pare quasi un altro sport…sono proprio 2 livelli distinti.
Anche il servizio di Matteo va testato contro gente di un certo livello….a livello challenger trovi mestieranti che se ti rispondono,il più delle volte te le mattono in mezzo al campo…e Berrettini da li ti spara un dritto che ti indirizza il punto.
Prova a giocare con un Goffin o Carreno Busta e poi ne riparliamo…ora certo a Roma Berrettini non era in condizione, ma Fognini avrebbe vinto in ciabatte e bendato col Berretto…e ad oggi è l’unico test contro giocatori di spessore…
Poi al meglio della condizione che significa?
Per me si dovrebbe parlare di standard di condizione…insomma non è che dobbiamo sperare che sia al 101% e nella settimana magica…insomma andrebbe preso in esame il livello medio del giocatore.
Questa è la mia opinione personale ad oggi.
Faa 1 o 2 o 5 anni non lo so…previsioni non mi piace farne

No partita pari io non l’ho scritto carissimo, ho detto che probabilmente non prenderebbe una stesa come hai scritto tu, come a dire che 3-4 turni di servizio per set dovrebbe tenerli anche se di fronte avesse uno come Zverev o Thiem ad esempio. In buone condizioni non significa oltre i propri limiti ma ad un livello tipo Portoroz, ci può stare? Comunque ribadisco, fermo restando che Matteo fino ad ora non ha fatto nulla, deve dimostrare ancora tutto, forse non diventerà mai un giocatore importante, stiamo comunque parlando di uno con la classifica di 120esimo al mondo, ovvero di uno che può dire che solo un centinaio di persone nel mondo in questo momento sono più forti di lui a tennis. Da come ne avevi scritto sembrava parlassi del signor Guidoni del t.c. ambrosiano di Bassano del Grappa.

110
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Buon Rob (Guest) 11-10-2017 17:58

Scritto da pallettaro
@ Buon Rob (#1968588)
Sì, ma come mai Kravchuk, che era un fenomeno, ora è numero 172 al mondo e mi perde dal numero 328 qualsiasi?

Non mi ricordo di aver mai scritto che fosse un “fenomeno”.
Scrissi, se è questo che intendi, che ottenne i suoi migliori risultati oltre i trent’anni.
Che è un dato matematico, e, in quanto tale, difficilmente contestabile, per usare un eufemismo.
Se vuoi ti segnalo anche Sugita. O altri giocatori in “””””età da pensione”””””, che stanno ottenendo B.R tra i primi cento.
Eccezioni “”””cattive””””.

109
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
pallettaro (Guest) 11-10-2017 16:48

@ Koko (#1968660)

Infatti anche io continuo a non capire la scelta.
Tra l’altro come ho evidenziato ieri la palla saltava molto alta invece di schizzare via rapida, prova della lentezza del campo che ha mandato totalmente fuori tempo il rovescio di Berrettini che per viaggiare ha bisogno dell’aiuto del rimbalzo.
Prova ne è anche l’uscita anticipata dal torneo delle teste di serie, come appunto Berrettini, Kravchuk, Bhambri, nonché giocatori da veloce come il numero 185 Basic.
Brest, il prossimo torneo di Matteo mi pare sia indoor.
Le next gen atp finals, fortemente pompate in Italia si disputano indoor. Quindi boh, chi ci capisce è bravo.

108
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
pallettaro (Guest) 11-10-2017 16:21

@ Lucabigon (#1968663)

Oggi ha perso anche Bublik.
Comunque se guardate anche solo oggi le classifiche sono state quasi sempre sovvertite. Berrettini, Bublik, Bhambri, Fabbiano, Kravchuk hanno perso da giocatori con una classifica molto inferiore.
Soprattutto a fine anno, spesso, le classifiche non sono così indicative.

107
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lucabigon 11-10-2017 16:03

Scritto da Ghisallo
Berrettini = Cecchinato. Non è giudicabile a livello ATP uno che fa solo challenger. Con la classifica che ha potrebbe fare gli ATP, ma lui preferisce racimolare punticini in serie B. Così non cresce di livello, cresce solo la sua classifica, comunque falsata. Vedremo se l’anno prossimo cambierà programmazione.

Credo ci siano giocatori che vengono programmati per giocare challenger finchè non hanno la classifica per entrare direttamente negli ATP e non credo sia sbagliato. Continuando così, presto giocherà solo ATP. Le potenzialità di Berrettini (che ha 21 anni e fa punti su tutte le superfici) mi sembrano ben maggiori rispetto a quelle di Cecchinato. O no?

106
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: laver
Lucabigon 11-10-2017 16:00

@ Radames (#1968582)

Parole SANTE!

105
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lucabigon 11-10-2017 15:59

Scritto da il vero tennis
Male fabbiano, molto male, ha dimostrato di non essere ancora un giocatore vero .E’ RIMASTO INVISCHIATO nella mediocrità dei challenger, il ragazzo anche se sta intorno al 70 esimo posto mondiale ha dimostarto oggi di non avere fatto alcun salto di qualità e appena gioca i challenger non dimostra data la sua classifica alcuna superiorità mentale… anzì da adito nella sua pochezza di vincenti e nei soventi errori non forzati come oggi ad un avversario mediocre di crederci e scemando sul fine partita come un 200 esimo qualunque, mi ha confermato tutto ciò. Il fabbiano programmato è una cosa che mi piace poco…e sorridò poichè non è il federer campione.

Come sempre, alla larga da chi come te in questo caso giudica un giocatore da un singolo incontro o torneo. Anzichè vedere i lati positivi e cioè tutta la serie di buoni risultati che hanno permesso a Fabbiano di arrivare alla posizione ATP che occupa attualmente si enfatizzano le sconfitte esagerandone la portata e arrivando, addirittura, a sostenere che Fabbiano non sia un giocatore VERO, che sia rimasto un giocatore da challenger nonostante la classifica. Addirittura c’è chi arriva a mettere in dubbio pure i fatti oggettivi e cioè che il movimento maschile in generale sia in crescita (come attestato dalle classifiche) per il solo fatto che il nostro n° 3 abbia perso oggi contro Safwat. Che dire? Tipico dell’utente italico medio e di questo sito. Continuate così…non è sport per voi, ma mi chiedo quale sia lo sport per voi visto che dal divano pensate che sia tutto facile e e che si debba vincere sempre e comunque specie con quelli dietro in classifica pena l’esporsi ai vostri trancianti giudizi senza appello.
Mi chiedo: dove eravate quando Fabbiano batteva Stakhovsky, Mahut, Jordan Thompson e Medvedev?

104
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Thoreau
mauro59 (Guest) 11-10-2017 15:58

@ pallettaro (#1968417)

Se vi ricordate quello che ho detto ieri al termine dell’incontro di Berrettini è proprio questo. Ma si sa criticare dopo una vittoria è antidemagogico, troppo debole mi era sembrato nella risposta al servizio e troppo poco reattivo all’uscita dal servizio soprattutto sulla seconda.

103
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Koko (Guest) 11-10-2017 15:54

@ Giangi (#1968609)

Ricordo molto anche il suo modo di giocare non temere! Staracismo probabilmente sotto influenza di Rianna non perchè lui fosse simile a Starace tecnicamente con il bekketto vinciano e la conquista della rete! In ogni caso io tendo ad evidenziare semplicemente delle incoerenze nella programmazione ove siano evidenti: si da l’assenzo al torneo esibizione next gen in Italia indoors e invece di internarsi full immersion negli indoors nostrani per prepararsi si viaggia nella steppa dei Tartari in outoors ottobrini ove osano solo gli Spagnoli palleggiosi che ci provano solo perchè incapaci negli indoors e perchè è un challengerone 150k! Tu parli di rapido a cui si fa abituare ma per me un cemento outdoor sabbioso dei Tartari non è abbastanza rapido confrontato all’indoors alpin-seppio-montanaro con la colonna che regge il seggiolone arbitrale! E poi potrebbe essere anche un challeng-slam 100000k ma se li rendi meno ed esci probabilmente subito anche per stanchezza è comunque un errore nella stagione più adatta agli indoors! In un indoors si gioca su 4 colpi al massimo e spendi anche meno come durata del match. Insomma Volandri se sapeva di rendere a S. Marino non è che si faceva pescare in Giappone su cemento indoor perchè il montepremi era di 500k (li impolpava un altro sicuramente più adatto di lui su quel terreno)! Ognuno è giusto che faccia coerentemente ciò per cui è più portato ed efficace!

102
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
pallettaro (Guest) 11-10-2017 15:53

@ Buon Rob (#1968588)

Sì, ma come mai Kravchuk, che era un fenomeno, ora è numero 172 al mondo e mi perde dal numero 328 qualsiasi?

101
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!