Francesca Schiavone non si ritira e spera in futuro di lavorare con i tennisti italiani

29/09/2016 14:21 44 commenti
Francesca Schiavone classe 1980, ha vinto il Roland Garros nel 2010
Francesca Schiavone classe 1980, ha vinto il Roland Garros nel 2010

Francesca Schiavone non si ritira e continuerà a giocare per almeno il 2017.

“Amo il tennis e giocare mi diverte molto. Sono contenta di giocare a tennis, anche ora. È dura, e a volte vanno prese delle decisioni sulla propria carriera. Io ho deciso di continuare a giocare. Ringrazio Dio per permettermi di giocare a questo livello ed in salute.
Quando sei top 10, il livello e il denaro sono diversi così come i servizi e la soddisfazione. Quando la tua classifica scende e sei fuori dalla top 100 tutto cambia nella vita. Tutto il sistema a cambiare e non sei più speciale come lo eri in precedenza”
.

Il forfait a Rio: “Ovviamente le cose cambiano. Quando sei giovane puoi volare dagli Stati Uniti alla Cina e viceversa senza pensarci molto. Viaggiare era meno complicato ma ora a 36 anni si prendono decisioni diverse per riposare, allenarsi ed essere freschi in competizione. Si impara a lavorare in un ambiente calmo e divertendosi, cosa che sto facendo.”

Il futuro: “Spero un giorno di lavorare per il mio Paese e i suoi tennisti. Voglio lavorare con loro e aiutarli. Sarebbe grandioso restituire ciò che imparato, perché è stato veramente un regalo.”


TAG: , ,

44 commenti. Lasciane uno!

Sandro G. 30-09-2016 12:17

Scritto da Mao Tennis
@ Sandro G. (#1704895)
Ciao Sandro! Visto che la nomini, sto provando da un po di tempo a sapere che fine avesse fatto la Burnett.. hai qualche informazione in merito? Grazie, e scusate l’intromissione nell’articolo dedicato a Schiavone!

no no figurati e lecito chiedere … mah purtroppo non so dirti molto in merito alla Burnett, io sapevo che era ritornata a gareggiare almeno in tornei minori.. anche se non ci avevo fatto caso alla sua assenza.. io l’ho nominata solo per fare un’esempio .. magari si è infortunata di nuovo non so 🙄 forse qualcun’altro ti saprà dire piu me.. ciao

44
Mao Tennis (Guest) 30-09-2016 12:04

@ Sandro G. (#1704895)

Ciao Sandro! Visto che la nomini, sto provando da un po di tempo a sapere che fine avesse fatto la Burnett.. hai qualche informazione in merito? Grazie, e scusate l’intromissione nell’articolo dedicato a Schiavone!

43
luigi (Guest) 30-09-2016 11:04

Scritto da Yes2.0

Scritto da fabious
Mah si diverte a vincere una partita su 10 e ad uscire al primo turno
con avversarie oltre la posizione n. 100

Sei molto impreparato, e ti consiglio di verificare quello che dici, onde evitare di dare sfoggio pubblicamente della tua ignoranza. Quest’anno la Schiavone ha vinto più partite di quante ne abbia perse, e tra le altre cose ha vinto anche un titolo.
La prossima volta da un’occhiata al sito della WTA o anche alla sola wikipedia.

😈

42
luigi (Guest) 30-09-2016 11:02

@ Luigi44 (#1704734)

io direi fonte di guadagno OTTIMA considerato che ai premi ufficiali devi aggiungere i contratti con gli sponsor e i “rimborsi” federali

41
luigi (Guest) 30-09-2016 11:00

@ fabious (#1704723)

che voto avevi in matematica? :mrgreen:

40
claudius (Guest) 30-09-2016 07:22

Scritto da Sandro G.

Scritto da quandosmetterogervendolatv

Scritto da pallettaro
@ Carl (#1704824)
Adoro Francesca Schiavone, come tennista e tennis mi ha sempre incantato.
Ma come allenatrice ce la vedo poco.
E’ passionale, umorale, istintiva. Un pochino fuori, anche, diciamolo.
Tutti difetti per chi deve allenare dei ragazzi.
Non sa nemmeno spiegarsi.
Nelle interviste che le ho sentito fare non si è mai capito granché.
Sempre metafore o concetti sensitivi che hanno poco fondamento ma che portano all’applauso di chi si trova costretto ad applaudire il campione.
Nelle spiegazioni tecniche poi, tabula rasa.
Lei è un talento.
I talenti sono quasi sempre dei pessimi allenatori.
Francesca è stata la più grande tennista italiana di tutti i tempi. Quindi figurarsi se posso parlarne male, ma come allenatrice mi metterei le mani nei capelli.

Scusa, le interviste della Schiavone che ho sentito (invito gli altri partecipanti ad ascoltarne qualcuna), esprimono intelligenza e concetti che vanno ben al di là delle semplici dichiarazioni rituali. Nel tennis c’è ben altro che una pallina che rimpallata di qua e di là dalla rete.
E questo la Francesca l’ha sempre detto e spiegato… se qualcuno non lo capisce, non è colpa dell’ oratore.
Tenacia , passione capacità di sognare (e di far sognare), sono tutt’altro che limiti.

stavo per dire la stessa cosa… mi hai preceduto ed hai detto tutto giusto… per me lei è una delle tenniste piu mature e qualificate nel parlare… trovo strano quando sento dire che c’è chi non riesce a comprenderla quando parla… lei è una delle poche che rilascia interviste tutte diverse quindi non a stampo, e mai banali …che non cerca mai scuse ma anzi ancor oggi dice che lei ha sempre da imparare… io la seguo anche per il suo saper parlare… poi boh non so gli altri ma di sicuro la preferisco ad una Errani – nel parlare e non solo.. per dire .. cordialmente!

Condivido che ha una grande capacita di esprimersi, evito pero’ di fare confronti ridicoli con altre tenniste, perche’ trovo poco corretto confrontarla con atlete solo per il motivo
che non rientrano tra le nostre preferite.
Mi trovo daccordo sul fatto che Francesca, che adoro, e’ troppo umorale per quel tipo d’impegno….ma perche’ no….si puo sempre tentare…. 😉

39
tinapica (Guest) 30-09-2016 02:40

@ magilla (#1704762)

Perché, forse è buona cosa fare riferimenti ad altre tenniste? Qual’è il senso se non cercare consolazione? Però che consolazione si possa trovare nelle “disgrazie” altrui io proprio non lo so.

38
Luca96 29-09-2016 23:13

Grande Francesca che ci regala un altro anno del suo tennis e adesso spero che Roberta la segui a ruota. Forza ragazze 😉

37
l Occhio di Sauron 29-09-2016 21:01

Vabbè ma se c’è Kimiko Date.. te sei ancora una ragazzina!

Forza e dacci dentro!

36
Sandro G. 29-09-2016 20:58

Scritto da quandosmetterogervendolatv

Scritto da pallettaro
@ Carl (#1704824)
Adoro Francesca Schiavone, come tennista e tennis mi ha sempre incantato.
Ma come allenatrice ce la vedo poco.
E’ passionale, umorale, istintiva. Un pochino fuori, anche, diciamolo.
Tutti difetti per chi deve allenare dei ragazzi.
Non sa nemmeno spiegarsi.
Nelle interviste che le ho sentito fare non si è mai capito granché.
Sempre metafore o concetti sensitivi che hanno poco fondamento ma che portano all’applauso di chi si trova costretto ad applaudire il campione.
Nelle spiegazioni tecniche poi, tabula rasa.
Lei è un talento.
I talenti sono quasi sempre dei pessimi allenatori.
Francesca è stata la più grande tennista italiana di tutti i tempi. Quindi figurarsi se posso parlarne male, ma come allenatrice mi metterei le mani nei capelli.

Scusa, le interviste della Schiavone che ho sentito (invito gli altri partecipanti ad ascoltarne qualcuna), esprimono intelligenza e concetti che vanno ben al di là delle semplici dichiarazioni rituali. Nel tennis c’è ben altro che una pallina che rimpallata di qua e di là dalla rete.
E questo la Francesca l’ha sempre detto e spiegato… se qualcuno non lo capisce, non è colpa dell’ oratore.
Tenacia , passione capacità di sognare (e di far sognare), sono tutt’altro che limiti.

stavo per dire la stessa cosa… mi hai preceduto ed hai detto tutto giusto… per me lei è una delle tenniste piu mature e qualificate nel parlare… trovo strano quando sento dire che c’è chi non riesce a comprenderla quando parla… lei è una delle poche che rilascia interviste tutte diverse quindi non a stampo, e mai banali …che non cerca mai scuse ma anzi ancor oggi dice che lei ha sempre da imparare… io la seguo anche per il suo saper parlare… poi boh non so gli altri ma di sicuro la preferisco ad una Errani – nel parlare e non solo.. per dire .. cordialmente!

35
Sandro G. 29-09-2016 20:54

Scritto da Luigi44
@ Sandro G. (#1704748)
La mia critica costruttiva è questa: il tennis femminile italiano a livello giovanile (diciamo tra i 14 e i 20-21 anni) avrebbe tanto bisogno di lei. Una ragazza come la Paolini, o la Bilardo, o la Brescia probabilmente riuscirebbe, seguita da Francesca, a fare quel salto di qualità che ancora non riesce a fare. Per me, che la stimo molto e che mi ha dato una delle più grandi gioie sportive della mia vita, sarebbe una soddisfazione immensa se riuscisse a fare una cosa del genere. Lei è stata il passato, il recente passato, ma può essere il presente e il futuro del nostro tennis femminile regalando la sua esperienza ad altre ragazze promettenti!

Scritto da Fabblack
@ Sandro G. (#1704748)
Credo volesse fare la capitana di Fed Cup ma mi sembra che per il 2017 non se ne parli ed allora continua a giocare.

Scritto da Carl

Scritto da Luigi44
@ Sandro G. (#1704748)
La mia critica costruttiva è questa: il tennis femminile italiano a livello giovanile (diciamo tra i 14 e i 20-21 anni) avrebbe tanto bisogno di lei. Una ragazza come la Paolini, o la Bilardo, o la Brescia probabilmente riuscirebbe, seguita da Francesca, a fare quel salto di qualità che ancora non riesce a fare. Per me, che la stimo molto e che mi ha dato una delle più grandi gioie sportive della mia vita, sarebbe una soddisfazione immensa se riuscisse a fare una cosa del genere. Lei è stata il passato, il recente passato, ma può essere il presente e il futuro del nostro tennis femminile regalando la sua esperienza ad altre ragazze promettenti!

Sì e no.
Sì, il tennis italiano avrebbe bisogno di lei e dei suoi insegnamenti.
No, non per quella fascia d’età. La Schiavone (secondo me, solo un’opinione, sia chiaro) è perfetta per insegnare il tennis a maschi e femmine, indistintamente, in età inferiore, nel periodo di vera formazione anche fisica, fino ai 12-14 anni, in gruppi o classi che dir si voglia.
Sa certamente farsi rispettare, i piccoli discoli righeranno diritto ed accetteranno di buon grado la sua autorità, la sua competenza, i suoi duri ma proficui insegnamenti, l’accetteranno senza discutere come modello esemplare.
Dopo basta, i (pochi) migliori elementi da quell’età in poi hanno bisogno di assistenza ed insegnamenti personalizzati e dedicati, di qualcuno che capisca i singoli pregi e difetti e si metta, con intelligenza ed umiltà, a correggerli senza snaturare le caratteristiche individuali, senza cercare di farne un clone di se stesso. In questa fase la Schiavone non ce la vedo più.
Ma sicuramente mi sbaglio.

parlo in generale..Francesca penso io che solo negli ultimi tempi l’è venuta voglia di intraprendere il ruolo di coach in futuro… lei ha detto in una intervista tempo fa che si è ritrovata di colpo ad analizzare le mosse e i colpi delle sue avversarie e di chiunque incontrasse su un campo da tennis, immagino quando va ad allenarsi… e questo le ha fatto capire che forse lei aveva appreso così tanto dal tennis che era arrivato il momento di donare agli altri cio che aveva imparato… ha pensato ad una accademia tutta sua ne ha parlato non so in quante interviste.. credo però che pur avendo guadagnato tanto questo progetto non possa ancora metterlo in pratica.. ragion per cui ora lei dice che le andrebbe bene lavorare in qualche struttura, sarebbe piu giusto farlo con la Federazione.. vuole però esserne sicura quindi per ora continua a godersi ancora un po il circuito WTA – per quanto riguarda il discorso Fed Cup ho la sensazione che lei voglia abdicare a favore della Pennetta… lei tante volte si è fatta da parte per favorire le sue colleghe…penso sia così anche stavolta… sul discorso riguardante la fascia d’età che lei potrebbe allenare io dico (tutti) … anche i grandi io c’è la vedo ad allenare per dire : una Burnett o Barbieri per dire… ha le qualità tecniche per farlo ha competenza… per me lei puo tutto sono sicuro che diventerà un’ottima coach e chissà che non ci possa regalare una piccola futura campionessa di tennis 😉 glielo auguro!

34
proio 29-09-2016 20:51

@ quandosmetterogervendolatv (#1704860)

Certo, ma se devi comunicare con un ragazzino di 12 anni, è bene che i concetti siano quanto più intellegibili possibile. E non mi sembra Francesca una semplificatrice, il che non è il massimo, soprattutto per uno sport che di semplice non ha nulla.

33
Mats 29-09-2016 19:17

Grande Francesca. Una vera appassionata dello sport che si diverte a competere a qualsiasi livello.

32
proio 29-09-2016 19:17

Scritto da pallettaro
@ Carl (#1704824)
Adoro Francesca Schiavone, come tennista e tennis mi ha sempre incantato.
Ma come allenatrice ce la vedo poco.
E’ passionale, umorale, istintiva. Un pochino fuori, anche, diciamolo.
Tutti difetti per chi deve allenare dei ragazzi.
Non sa nemmeno spiegarsi.
Nelle interviste che le ho sentito fare non si è mai capito granché.
Sempre metafore o concetti sensitivi che hanno poco fondamento ma che portano all’applauso di chi si trova costretto ad applaudire il campione.
Nelle spiegazioni tecniche poi, tabula rasa.
Lei è un talento.
I talenti sono quasi sempre dei pessimi allenatori.
Francesca è stata la più grande tennista italiana di tutti i tempi. Quindi figurarsi se posso parlarne male, ma come allenatrice mi metterei le mani nei capelli.

La penso come te. Francesca è contorta, come contorto è il suo tennis, che trova ordine solo quando il talento prende il sopravvento sulla testa e sul corpo.
E queste sue caratteristiche secondo me non la rendono adeguata all’allenamento dei giovani. D’altro canto, la vedrei bene come allenatrice di Fed Cup. Lì la trasmissione tecnica serve a poco. Serve più che altro trasmettere grinta, fuoco e agonismo. Il che mi sembra sia perfettamente in grado di farlo.
Poi magari lei ci smentirà, come ha sempre fatto in carriera.

31
quandosmetterogervendolatv (Guest) 29-09-2016 19:15

Scritto da pallettaro
@ Carl (#1704824)
Adoro Francesca Schiavone, come tennista e tennis mi ha sempre incantato.
Ma come allenatrice ce la vedo poco.
E’ passionale, umorale, istintiva. Un pochino fuori, anche, diciamolo.
Tutti difetti per chi deve allenare dei ragazzi.
Non sa nemmeno spiegarsi.
Nelle interviste che le ho sentito fare non si è mai capito granché.
Sempre metafore o concetti sensitivi che hanno poco fondamento ma che portano all’applauso di chi si trova costretto ad applaudire il campione.
Nelle spiegazioni tecniche poi, tabula rasa.
Lei è un talento.
I talenti sono quasi sempre dei pessimi allenatori.
Francesca è stata la più grande tennista italiana di tutti i tempi. Quindi figurarsi se posso parlarne male, ma come allenatrice mi metterei le mani nei capelli.

Scusa, le interviste della Schiavone che ho sentito (invito gli altri partecipanti ad ascoltarne qualcuna), esprimono intelligenza e concetti che vanno ben al di là delle semplici dichiarazioni rituali. Nel tennis c’è ben altro che una pallina che rimpallata di qua e di là dalla rete.
E questo la Francesca l’ha sempre detto e spiegato… se qualcuno non lo capisce, non è colpa dell’ oratore.
Tenacia , passione capacità di sognare (e di far sognare), sono tutt’altro che limiti.

30
pallettaro (Guest) 29-09-2016 18:16

@ Carl (#1704824)

Adoro Francesca Schiavone, come tennista e tennis mi ha sempre incantato.
Ma come allenatrice ce la vedo poco.
E’ passionale, umorale, istintiva. Un pochino fuori, anche, diciamolo.
Tutti difetti per chi deve allenare dei ragazzi.
Non sa nemmeno spiegarsi.
Nelle interviste che le ho sentito fare non si è mai capito granché.
Sempre metafore o concetti sensitivi che hanno poco fondamento ma che portano all’applauso di chi si trova costretto ad applaudire il campione.
Nelle spiegazioni tecniche poi, tabula rasa.
Lei è un talento.
I talenti sono quasi sempre dei pessimi allenatori.
Francesca è stata la più grande tennista italiana di tutti i tempi. Quindi figurarsi se posso parlarne male, ma come allenatrice mi metterei le mani nei capelli.

29
pazzodicamila 29-09-2016 18:11

😀 😀

28
quandosmetterogervendolatv (Guest) 29-09-2016 18:03

Bellissime parole quelle di Francesca dalle quali traspare anche la consapevolezza delle sempre maggiori difficoltà che incontra.
Per questo motivo mi sento di dirle che cominciare una carriera di allenatrice, o comunque passare dal campo agli spalti , anche da subito e conoscendo la sua attenzione e dedizione, non le darà minori soddisfazioni di quelle che ha avuto e di quelle che continuerà ad avere giocando ancora… anzi.
Oltretutto essendo ancora perfettamente integra fisicamente ed integrata nell’ ambiente potrebbe dare da subito moltissimo ed esserne anche ripagata sotto il profilo economico.
Quale delle top players (dotate di senno) non vorrebbe una come lei a guidarla?
Detto questo la scelta è sua, ma se dovessi dare un consiglio… mi sembra di averlo già dato.
Grandissima Francesca mi ascolti?

27
Carl 29-09-2016 17:46

Scritto da Luigi44
@ Sandro G. (#1704748)
La mia critica costruttiva è questa: il tennis femminile italiano a livello giovanile (diciamo tra i 14 e i 20-21 anni) avrebbe tanto bisogno di lei. Una ragazza come la Paolini, o la Bilardo, o la Brescia probabilmente riuscirebbe, seguita da Francesca, a fare quel salto di qualità che ancora non riesce a fare. Per me, che la stimo molto e che mi ha dato una delle più grandi gioie sportive della mia vita, sarebbe una soddisfazione immensa se riuscisse a fare una cosa del genere. Lei è stata il passato, il recente passato, ma può essere il presente e il futuro del nostro tennis femminile regalando la sua esperienza ad altre ragazze promettenti!

Sì e no.
Sì, il tennis italiano avrebbe bisogno di lei e dei suoi insegnamenti.

No, non per quella fascia d’età. La Schiavone (secondo me, solo un’opinione, sia chiaro) è perfetta per insegnare il tennis a maschi e femmine, indistintamente, in età inferiore, nel periodo di vera formazione anche fisica, fino ai 12-14 anni, in gruppi o classi che dir si voglia.
Sa certamente farsi rispettare, i piccoli discoli righeranno diritto ed accetteranno di buon grado la sua autorità, la sua competenza, i suoi duri ma proficui insegnamenti, l’accetteranno senza discutere come modello esemplare.

Dopo basta, i (pochi) migliori elementi da quell’età in poi hanno bisogno di assistenza ed insegnamenti personalizzati e dedicati, di qualcuno che capisca i singoli pregi e difetti e si metta, con intelligenza ed umiltà, a correggerli senza snaturare le caratteristiche individuali, senza cercare di farne un clone di se stesso. In questa fase la Schiavone non ce la vedo più.

Ma sicuramente mi sbaglio.

26
Fabblack 29-09-2016 17:19

@ magilla (#1704762)

C’è poco da fare ironia.
Come dice il poeta: “tu l’hai detto”.
Non ci riuscite proprio ad aspettare che ci sia l’articolo alla fine della sua stagione 🙄 .

25
Fabblack 29-09-2016 17:17

@ Sandro G. (#1704748)

Credo volesse fare la capitana di Fed Cup ma mi sembra che per il 2017 non se ne parli ed allora continua a giocare.

24
arnaldo (Guest) 29-09-2016 17:10

Ma ci mancherebbe altro che si ritira…..ma cazzarola…..ma cosa dite ???? Giochera’ fino a 50 anni la Franci……

23
Amantetennis (Guest) 29-09-2016 16:55

Mi fa molto piacere. 😛

Ora spero in una decisione analoga da parte della mia Roby!! 😀

22
Marco (Guest) 29-09-2016 16:54

Molto felice. Francesca è un esempio ed è un bene che continui. Ad ogni modo deve essere contenta lei.

21
Carl 29-09-2016 16:51

Scritto da fabious
@ Carl (#1704706)
si nelle quali

La WC al Roland Garros, se fosse necessaria, è garantita.

20
Luigi44 (Guest) 29-09-2016 16:10

@ Sandro G. (#1704748)

La mia critica costruttiva è questa: il tennis femminile italiano a livello giovanile (diciamo tra i 14 e i 20-21 anni) avrebbe tanto bisogno di lei. Una ragazza come la Paolini, o la Bilardo, o la Brescia probabilmente riuscirebbe, seguita da Francesca, a fare quel salto di qualità che ancora non riesce a fare. Per me, che la stimo molto e che mi ha dato una delle più grandi gioie sportive della mia vita, sarebbe una soddisfazione immensa se riuscisse a fare una cosa del genere. Lei è stata il passato, il recente passato, ma può essere il presente e il futuro del nostro tennis femminile regalando la sua esperienza ad altre ragazze promettenti!

19
magilla (Guest) 29-09-2016 15:58

Scritto da Yes2.0

Scritto da LuchinoVisconti
Lei fa benissimo a non ritirarsi: quest’anno ha già vinto circa 250.000$, mica noccioline.
Peccato per noi che dobbiamo sempre sentir parlare dei suoi scarsi risultati, non essendo più in grado di fare due partite di seguito.
Su 15 tornei disputati, in 11 ha perso al primo o secondo turno, in tre è stata sconfitta dalla n.133,53,83 e in quello che ha vinto la migliore che ha incontrato era n.81.

Si da il caso che in un torneo di partite consecutive ne abbia vinte 5. Pensa, tra le italiane che navigano il circuito maggiore, tutte queste partite di fila ne hanno vinte in 3.
Pensa, la Giorgi, ad esempio, ne ha vinte al massimo 4.

noooo…..sei pazzo a nominare la giorgi in uno spazio non dedicato a leiiii????…….ora sai i post che si sprecheranno per questo ignobile gesto!!!!! 😈

18
Yes2.0 29-09-2016 15:44

Scritto da LuchinoVisconti
Lei fa benissimo a non ritirarsi: quest’anno ha già vinto circa 250.000$, mica noccioline.
Peccato per noi che dobbiamo sempre sentir parlare dei suoi scarsi risultati, non essendo più in grado di fare due partite di seguito.
Su 15 tornei disputati, in 11 ha perso al primo o secondo turno, in tre è stata sconfitta dalla n.133,53,83 e in quello che ha vinto la migliore che ha incontrato era n.81.

Si da il caso che in un torneo di partite consecutive ne abbia vinte 5. Pensa, tra le italiane che navigano il circuito maggiore, tutte queste partite di fila ne hanno vinte in 3.
Pensa, la Giorgi, ad esempio, ne ha vinte al massimo 4.

17
Yes2.0 29-09-2016 15:42

Scritto da fabious
Mah si diverte a vincere una partita su 10 e ad uscire al primo turno
con avversarie oltre la posizione n. 100

Sei molto impreparato, e ti consiglio di verificare quello che dici, onde evitare di dare sfoggio pubblicamente della tua ignoranza. Quest’anno la Schiavone ha vinto più partite di quante ne abbia perse, e tra le altre cose ha vinto anche un titolo.
La prossima volta da un’occhiata al sito della WTA o anche alla sola wikipedia.

16
forzaschiavo (Guest) 29-09-2016 15:36

@ Marcus91 (#1704715)

Approvo e sottoscrivo!!!

15
Sandro G. 29-09-2016 15:33

la Bartoli se non ricordo male, nella conferenza stampa post partita persa al Roland Garros nel 2013 disse testuali parole : arrivarci a 32 anni ed essere ancora tra le prime 50 al mondo – ci metterei la firma| .. parliamo di una tennista la Schiavone che nel circuito è molto amata come persona e ammirata per l’atleta che lei è.. in molte han detto che lei è di grande ispirazione.. la Suarez Navarro dice che e sua fan :mrgreen: eh se non da fastidio a loro percHé dovrebbe tanto farlo a voi? capisco che alcuni di voi in quanto tifosi dello sport Italiano, siete pieni di aspettative, vorreste avere cio che hanno le altre nazioni : vittorie su vittorie e campionissimi alla Hollie e Benj 😆 mah non sempre le cose vanno come sperato… lei non fa nulla di male nel voler continuare a giocare a tennis… accetta le sconfitte come non ha mai fatto prima.. sorride di piu ed è vero si diverte finalmente ora piu di prima… so che aveva in mente di creare una sua scuola di tennis, mah penso che al momento non possa esaudire questo suo desiderio.. non si è persa d’animo se dice che nel suo futuro lei è pronta ad esser una allenatrice di tennis… tempo al tempo, un giorno si ritirerà per la soddisfazione di chi non la sopporta… per quanto riguarda il suo presente che dire : fatele critiche costruttive senza attaccarla la dove non serve, lasciate stare la parola ritiro eh se potete cercate di non restarci troppo male per le sue sconfitte… tanto lo sapete che lei qualche emozione in stile Slam – 4 ore e tie break che non finiscono mai 😀 puo sempre regalarcene! cordialmente.

14
fabious (Guest) 29-09-2016 15:32

@ Carl (#1704706)

si nelle quali

13
magilla (Guest) 29-09-2016 15:27

che tesoro importante abbiamo custodito e coccolato per anni…..e possiamo ammirarlo ancora per un altro anno!!!!

io spero che si ritiri a roma con un lungo immenso applauso di presenti e non alla sua ultima partita!

l’italia sportiva e non solo applaude e ringrazia!

12
Fabiofogna 29-09-2016 15:01

@ fabious (#1704723)

Intanto quest’anno ne ha vinte 16 e perse 15(di cui 2 perse per ritiro)…il bilancio è positivo e la tua affermazione non ha fondamento

11
Luigi44 (Guest) 29-09-2016 14:59

Scritto da LuchinoVisconti
Lei fa benissimo a non ritirarsi: quest’anno ha già vinto circa 250.000$, mica noccioline.
Peccato per noi che dobbiamo sempre sentir parlare dei suoi scarsi risultati, non essendo più in grado di fare due partite di seguito.
Su 15 tornei disputati, in 11 ha perso al primo o secondo turno, in tre è stata sconfitta dalla n.133,53,83 e in quello che ha vinto la migliore che ha incontrato era n.81.

Sottintendevo anche questo, in ciò che ho scritto. E’ comunque per lei ancora una buona fonte di guardgno. Io ci metto 5 anni per guadagnare quella cifra, quindi…

10
David90 (Guest) 29-09-2016 14:58

@ fabious (#1704723)

Beh è tra le 100 più forti al mondo. Magari continuasse così.

9
Viva la pallina… (Guest) 29-09-2016 14:58

😯 😯 😯 Non avrà mica problemi economici ????? 🙄 🙄 🙁

8
fabious (Guest) 29-09-2016 14:44

Mah si diverte a vincere una partita su 10 e ad uscire al primo turno
con avversarie oltre la posizione n. 100

7
Pietro Polverini (Guest) 29-09-2016 14:39

Una notizia meravigliosa!

6
LuchinoVisconti (Guest) 29-09-2016 14:38

Lei fa benissimo a non ritirarsi: quest’anno ha già vinto circa 250.000$, mica noccioline.
Peccato per noi che dobbiamo sempre sentir parlare dei suoi scarsi risultati, non essendo più in grado di fare due partite di seguito.
Su 15 tornei disputati, in 11 ha perso al primo o secondo turno, in tre è stata sconfitta dalla n.133,53,83 e in quello che ha vinto la migliore che ha incontrato era n.81.

5
Marcus91 29-09-2016 14:38

Una come la Schiavone, è essenza dello sport, come dovrebbe essere. Adoro le dichiarazioni della Leonessa e per me può giocare anche fino a 50 anni, tanto rimmarrà sempre una grande atleta e una grande persona!

4
Luigi44 (Guest) 29-09-2016 14:36

Mi spiace, non mi convince. Amare il tennis e divertirsi nel giocare non deve per forza avere come diretta conseguenza il fare tornei. Comunque sono scelte di vita, e Francesca è abbastanza matura e intelligente per aver fatto la sua. Per mia parte, mi limiterò a leggere ogni tanto i suoi risultati, senza aspettarmi nulla, come tifoso italiano, sperando soltanto di vederla sempre in salute e, un giorno o l’altro, allenare una grande campionessa italiana

3
Fabio (Guest) 29-09-2016 14:32

Regalaci un altro anno con la tua gioia di giocare.Magari un altro titolo…forza mitica leonessa! !!!!!!

2
Carl 29-09-2016 14:31

Non ho mai dubitato del fatto che avrebbe continuato finché non troverà attività alternative più gratificanti di quello che sta facendo, che è MOLTO gratificante per lei che si diverte ancora a giocare ad alto livello (i tornei WTA sono tutti ad alto livello, a prescindere).

E se non sbaglio ha dato a tutti un appuntamento almeno per il prossimo Roland Garros: lei ci sarà, spero di esserci anch’io!

1