Il torneo di Roma 2 Challenger, Copertina

Challenger Roma 2: Risultati Live Day 5. Marco Cecchinato in semifinale. Fuori al secondo turno Viola e Di Meo

02/10/2015 14:24 51 commenti
Risultati dal Roma due Ponti
Risultati dal Roma due Ponti

Questi i risultati con il Live dettagliato dal torneo challenger di Roma 2 (€42,500 H, terra).

Marco Cecchinato approda in semifinale dove sfiderà ora Filip Krajinovic, classe 1992, n.98 ATP.

Fuori al secondo turno Matteo Viola e Giulio Di Meo.




ITA Secondo Turno – Quarti di Finale


Campo CENTRALE – Ora italiana: 12:00 (ora locale: 12:00 pm)
1. [6] Inigo Cervantes ESP vs [4] Marco Cecchinato ITA

CH Rome 2
Inigo Cervantes [6]
1
4
Marco Cecchinato [4]
6
6
Vincitore: M. CECCHINATO

01:10:43
1 Aces 3
1 Double Faults 1
52% 1st Serve % 70%
12/24 (50%) 1st Serve Points Won 32/38 (84%)
13/22 (59%) 2nd Serve Points Won 9/16 (56%)
2/5 (40%) Break Points Saved 2/2 (100%)
8 Service Games Played 9
6/38 (16%) 1st Return Points Won 12/24 (50%)
7/16 (44%) 2nd Return Points Won 9/22 (41%)
0/2 (0%) Break Points Won 3/5 (60%)
9 Return Games Played 8
25/46 (54%) Total Service Points Won 41/54 (76%)
13/54 (24%) Total Return Points Won 21/46 (46%)
38/100 (38%) Total Points Won 62/100 (62%)

103 Ranking 89
25 Age 23
Irun, Guipuzcoa, Spain Birthplace Palermo, Italy
Javea, Spain Residence Palermo, Italy
6’0″ (182 cm) Height 6’1″ (185 cm)
172 lbs (78 kg) Weight 171 lbs (77 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
2009 Turned Pro 2010
0/1 Year to Date Win/Loss 0/4
0 Year to Date Titles 0
0 Career Titles 0
$422,619 Career Prize Money $339,144




2. [1] Federico Delbonis ARG vs [8] Albert Montanes ESP

CH Rome 2
Federico Delbonis [1]
7
6
Albert Montanes [8]
5
1
Vincitore: F. DELBONIS

3. Inigo Cervantes ESP / Mark Vervoort NED vs [3] Ilija Bozoljac SRB / Flavio Cipolla ITA (non prima ore: 15:00)




Campo B – Ora italiana: 10:30 (ora locale: 10:30 am)
1. [1] Federico Delbonis ARG vs [WC] Giulio Di Meo ITA

CH Rome 2
Federico Delbonis [1]
6
6
Giulio Di Meo
2
0
Vincitore: F. DELBONIS

00:56:05
2 Aces 0
1 Double Faults 5
54% 1st Serve % 40%
15/20 (75%) 1st Serve Points Won 6/18 (33%)
12/17 (71%) 2nd Serve Points Won 11/27 (41%)
0/1 (0%) Break Points Saved 2/8 (25%)
7 Service Games Played 7
12/18 (67%) 1st Return Points Won 5/20 (25%)
16/27 (59%) 2nd Return Points Won 5/17 (29%)
6/8 (75%) Break Points Won 1/1 (100%)
7 Return Games Played 7
27/37 (73%) Total Service Points Won 17/45 (38%)
28/45 (62%) Total Return Points Won 10/37 (27%)
55/82 (67%) Total Points Won 27/82 (33%)

67 Ranking No Rank
24 Age 33
Azul, Argentina Birthplace N/A
Azul, Argentina Residence N/A
6’3″ (190 cm) Height N/A
194 lbs (88 kg) Weight N/A
Left-Handed Plays N/A
2007 Turned Pro N/A
16/19 Year to Date Win/Loss 0/0
0 Year to Date Titles 0
1 Career Titles 0
$1,631,272 Career Prize Money $16,818




2. [5] Filip Krajinovic SRB vs Thiemo de Bakker NED (non prima ore: 12:00)

CH Rome 2
Filip Krajinovic [5]
6
6
Thiemo De Bakker
1
3
Vincitore: F. KRAJINOVIC

3. [3] Dusan Lajovic SRB vs Pere Riba ESP

CH Rome 2
Dusan Lajovic [3]
4
6
6
Pere Riba
6
3
2
Vincitore: D. LAJOVIC

4. [4] Tomasz Bednarek POL / Mateusz Kowalczyk POL vs Riccardo Ghedin ITA / Uladzimir Ignatik BLR (non prima ore: 15:30)

CH Rome 2
Tomasz Bednarek / Mateusz Kowalczyk [4]
6
6
Riccardo Ghedin / Uladzimir Ignatik
2
4
Vincitori: BEDNAREK / KOWALCZYK




Campo A – Ora italiana: 10:30 (ora locale: 10:30 am)
1. [3] Dusan Lajovic SRB vs Matteo Viola ITA

CH Rome 2
Dusan Lajovic [3]
6
6
Matteo Viola
2
0
Vincitore: D. LAJOVIC

00:45:33
2 Aces 1
2 Double Faults 4
56% 1st Serve % 65%
15/19 (79%) 1st Serve Points Won 14/28 (50%)
10/15 (67%) 2nd Serve Points Won 2/15 (13%)
1/2 (50%) Break Points Saved 3/9 (33%)
7 Service Games Played 7
14/28 (50%) 1st Return Points Won 4/19 (21%)
13/15 (87%) 2nd Return Points Won 5/15 (33%)
6/9 (67%) Break Points Won 1/2 (50%)
7 Return Games Played 7
25/34 (74%) Total Service Points Won 16/43 (37%)
27/43 (63%) Total Return Points Won 9/34 (26%)
52/77 (68%) Total Points Won 25/77 (32%)

85 Ranking 296
25 Age 28
Belgrade, Serbia Birthplace Mestre-Venice, Italy
Stara Pazova, Serbia Residence Marghera-Venice, Italy
6’0″ (182 cm) Height 6’2″ (187 cm)
172 lbs (78 kg) Weight 176 lbs (80 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
2007 Turned Pro 2004
15/18 Year to Date Win/Loss 0/0
0 Year to Date Titles 0
0 Career Titles 0
$1,163,145 Career Prize Money $512,884




Campo 18 – Ora italiana: 10:30 (ora locale: 10:30 am)
1. [PR] Javier Marti ESP vs [8] Albert Montanes ESP

CH Rome 2
Javier Marti
6
6
3
Albert Montanes [8]
4
7
6
Vincitore: A. MONTANES




Campo 19 – Ora italiana: 10:30 (ora locale: 10:30 am)
1. Pere Riba ESP vs Uladzimir Ignatik BLR

CH Rome 2
Pere Riba
2
6
6
Uladzimir Ignatik
6
1
3
Vincitore: P. RIBA





TAG: , ,

51 commenti. Lasciane uno!

fabio (Guest) 03-10-2015 11:27

Scritto da Koko

Scritto da fabio

Scritto da Koko

Scritto da Guido

Scritto da tomax

Scritto da nere

Scritto da fabio
Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

SF 80 F 77 W 73

tutti questi risultati sevono per i main draw di gennaio e febbraio
sapete la sua programmazione da qui a fine stagione

Cecchinato finisce la stagione con i prossimi due challenger in Marocco. Anche se visto come sta andando bene a Roma secondo me rinuncia pure ad andarci in Marocco. Ma con la classifica che ha raggiunto fino ad aprile credo che possa giocare solo tornei Atp.

Fossi in lui sulle ali della buona forma cercherei una semi o due anche a fine stagione in sudamerica. Estenderebbe la possibilità di giocarsi le carte negli ATP maggiori anche al post estate.Se l’approccio al circuito maggiore fosse leggermente stentato con troppi primi turni rischia di dover correre a tamponare punti proprio quando si è più stanchi a fine stagione.

La gente non capisce che i giocatori in costruzione(e Cecchinato lo è ancora, nel tennis moderno la costruzione cntinua fino a 25 anni e oltre) hanno bisogno di fare una lunga preparazione invernale per migliorarsi tecnicamente fisicamente e tatticamente. Ceck deve crescere tantissimo come adattabilità al veloce, ed è il primo ad esserne consapevole.
Dopo questo torneo, farà forse uno o due challenger in Marocco, e poi chiuderà la stagione per allenarsi duramente sul cemento.
Accorciare le aperture, consolidare ancora il rovescio, avvicinarsi al campo in risposta e nello scambio, rinforzare il servizio piatto e slice, migliorare la tecnica di spostamento sul duro e cercare di prendere ancora un po’ di massa muscolare, per diventare più potente senza perdere nella velocità di spostamento… sono cose che richiedono tempo, su cui non si può lavorare che in minima parte durante i tornei.
Lui, Brandi e Piatti, che soprintende a tutto il progetto, lo sanno benissimo, e mireranno al miglioramento del livello di gioco, più che a effimeri guadagni di classifica, come vorrebbero gli ingenui e inesperti utenti di questo sito che spesso si atteggiano a scienziati della programmazione…

Credo poco a ciò che affermi: allora con chi gli sta dietro così internazionalistico non infilava una sfilza ininterrotta di challenger meramente Italici e terraioli! Dato che va molto bene in quello non penso che un paio di tornei in extremis modifichi il suo destino nella preparazione sopratturro terraiola.

L’obiettivo principale della stagione era quello di entrare fra i top 100, anche per poter entrare nei tabelloni Slam e poter così dare tranquillità economica al progetto. Lo staff di Cecchinato è di livello, ma la professionalità la devi pagare.

Adesso Marco non difende nulla fino ad aprile, ha la certezza di giocare Melbourne e tanti Atp 250 in main draw, e potrà programmarsi in modo più ambizioso, giocando senza troppe pressioni.

E comunque quest’anno ha fatto sia la trasferta australiana a inizio anno, sia la trasferta americana estiva. Ha fatto pochi punti sul veloce, ma ha accumulato esperienza preziosa, mica ha giocato solo sulla terra.

51
Presidente (Guest) 03-10-2015 10:09

Marco continua x la tua strada! Finisci presto la stagione e lavora duro ( come hai sempre fatto) per migliorare sul duro ( minori aperture e più in campo sulle risposte) . Il lavoro paga ( vedi rovescio ancora da migliorare….) e vedrai quanta gente salirà sul tuo carro!,

50
Gianfranco (Guest) 03-10-2015 02:05

@ fabio (#1462634)

Quindi non giocherà le ATP Challenger finals ?

49
Koko (Guest) 02-10-2015 23:09

Scritto da fabio

Scritto da Koko

Scritto da Guido

Scritto da tomax

Scritto da nere

Scritto da fabio
Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

SF 80 F 77 W 73

tutti questi risultati sevono per i main draw di gennaio e febbraio
sapete la sua programmazione da qui a fine stagione

Cecchinato finisce la stagione con i prossimi due challenger in Marocco. Anche se visto come sta andando bene a Roma secondo me rinuncia pure ad andarci in Marocco. Ma con la classifica che ha raggiunto fino ad aprile credo che possa giocare solo tornei Atp.

Fossi in lui sulle ali della buona forma cercherei una semi o due anche a fine stagione in sudamerica. Estenderebbe la possibilità di giocarsi le carte negli ATP maggiori anche al post estate.Se l’approccio al circuito maggiore fosse leggermente stentato con troppi primi turni rischia di dover correre a tamponare punti proprio quando si è più stanchi a fine stagione.

La gente non capisce che i giocatori in costruzione(e Cecchinato lo è ancora, nel tennis moderno la costruzione cntinua fino a 25 anni e oltre) hanno bisogno di fare una lunga preparazione invernale per migliorarsi tecnicamente fisicamente e tatticamente. Ceck deve crescere tantissimo come adattabilità al veloce, ed è il primo ad esserne consapevole.
Dopo questo torneo, farà forse uno o due challenger in Marocco, e poi chiuderà la stagione per allenarsi duramente sul cemento.
Accorciare le aperture, consolidare ancora il rovescio, avvicinarsi al campo in risposta e nello scambio, rinforzare il servizio piatto e slice, migliorare la tecnica di spostamento sul duro e cercare di prendere ancora un po’ di massa muscolare, per diventare più potente senza perdere nella velocità di spostamento… sono cose che richiedono tempo, su cui non si può lavorare che in minima parte durante i tornei.
Lui, Brandi e Piatti, che soprintende a tutto il progetto, lo sanno benissimo, e mireranno al miglioramento del livello di gioco, più che a effimeri guadagni di classifica, come vorrebbero gli ingenui e inesperti utenti di questo sito che spesso si atteggiano a scienziati della programmazione…

Credo poco a ciò che affermi: allora con chi gli sta dietro così internazionalistico non infilava una sfilza ininterrotta di challenger meramente Italici e terraioli! Dato che va molto bene in quello non penso che un paio di tornei in extremis modifichi il suo destino nella preparazione sopratturro terraiola.

48
Koko (Guest) 02-10-2015 23:00

Scritto da antonino
@ Koko (#1462415)
@ Koko (#1462415)
Ma sei un troll? Livello semi- challengerino ? Con Delbonis, Gimeno Traver, e gli altri di questo torneo al due ponti? In questo blog anche io ho scritto che al Cek manca qualcosa per essere competitivo negli ATP e quando stava per vincere con Nieminen in primavera, per come si fece sotto lo criticai ma adesso veramente in questo blog si sta superando la soglia. Sapete quanti giocatori U 23 ci sono prima di lui nei top 100 ? Sono 8 quindi virtualmente è il numero 9 al mondo U 23. Ma di che parlate.. meglio tacere.

Semi di challengerino è oggettivo scusa! Infatti mica ha battuto i forti del challenger ma solo i Cervantes! Se fa fuori gli Slavi o Delbonis già il discorso cambierebbe. Mi limito alla mera oggettività ma qui viene interpretata come vena polemica!

47
Fil (Guest) 02-10-2015 21:40

@ fabio (#1462634)

Condivido appieno la tua analisi in particolare sul fatto che il Ceck sia ancora un giocatore in costruzione, e, aggiungo, con AMPISSIMI margini di miglioramento come ha fatto con il rovescio. Quindi è inutile porre limiti o barriere che non hanno senso. E’ come dire che Fognini non entrerà mai perchè ha 28 anni tra i primi 5 del mondo. Come si può dire una cosa del genere. Pennetta docet. Dopo il Ceck ricordo che c’e il nulla cosmico, come del resto in campo femminile anche con la Giorgi anche lei sempre oltremodo tartassata. Poi infine andando a spulciare nel profilo ATP di Fognini, sezione history rankings, sorpresa delle sorprese, ho visto che nella settimana del suo 23esimo compleanno, Fogna stazionava in 92esima posizione anche se ad onor del vero tre mesi prima faceva best ranking alla n. 54. Quindi possiamo dire che il ceck si è oggi allineato, partendo però da molto lontano perchè entra tra i professionisti a 18 anni senza avere fatto carriera junior, mentre Fogna a 16 anni è gia con i pro dopo aver fatto carriera junior.

46
Alex81 02-10-2015 21:34

Marco sta veramente facendo benissimo, è il mio pupillo, la storia che non diventerà mai un campione mi fa irritare non poco, da inizio anno ad oggi è migliorato in modo esponenziale, il rovescio è diventato di una solidità quasi pari al dritto, il servizio è incisivo, la solidità mentale sarebbe da prestare a Fognini, la parentesi US Open non l’ha fatto per nulla sfigurare facendogli strappare un set al Fish nato e morto sportivamente su quei campi, eppure lo criticate, tenetevi Quinzi e Gaio che ad oggi sono poco, ma assieme a Donati questo è il futuro del tennis italiano e criticarlo è solo un sistema per aiutarlo a crescere. Forza Ceck io sempre e comunque con te!!!

45
Nevskij (Guest) 02-10-2015 21:12

Scritto da Fil
@ Nevskij (#1462061)
ci puoi dare qualche “chicca” o impressione sulla partita di oggi, in particolare un commento sul rovescio come colpo

Scusa, ho letto solo ora. Ho visto Ceck quattro volte quest’anno, contro Donati a Napoli, Pavlasek al Garden, Lajovic al Foro e Bedene a Todi. Quindi la prima impressione è che posso esultare perché dopo 4 sconfitte pensavo di portargli sfiga :). Le sensazioni positive riguardano due aspetti. Il primo è il carattere dove si vede molto il lavoro di Piatti e Brandi. Ceck in sostanza evita ora di complicarsi la vita da solo (dopo aver fallito due set point nel primo con Bedene ha continuato a parlarsi addosso per tutta la seconda partita ovviamente persa). Oggi è un giocatore che scende in campo tranquillo e convinto dei propri mezzi. Vedremo se manterrà la stessa calma nei 250. L’altro aspetto è il rovescio che nn è più colpo solo difensivo. A mio avviso esagera ancora nel top in uscita, ma la palla ora viaggia profonda. Cervantes ha vinto pochissimi scambi sulla diagonale più favorevole. Poi Ceck gioca molto bene la palla corta e questo gli consente di variare gli scambi. Io attendo con curiosità la terra sudamericana perché il gruppone degli specialisti, da Almagro a Delbonis nn è più così lontano. E a tanti non specialisti del rosso Ceck può far venire il mal di testa. Sperando di non essere troppo ottimista 🙂

44
Marco (Guest) 02-10-2015 20:43

Scritto da francesco.m
Come si arriva al circolo da piazza navona? Domani mattina dovrei riuscire a passare per poi prendere il treno alle 14

Taxi… Lungotevere fino a belle arti, poi a destra per andare a prendere corso Francia

43
JANS73 02-10-2015 20:38

perche sul sito nn mettono lorenzi

42
fabio (Guest) 02-10-2015 20:10

Scritto da Koko

Scritto da Guido

Scritto da tomax

Scritto da nere

Scritto da fabio
Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

SF 80 F 77 W 73

tutti questi risultati sevono per i main draw di gennaio e febbraio
sapete la sua programmazione da qui a fine stagione

Cecchinato finisce la stagione con i prossimi due challenger in Marocco. Anche se visto come sta andando bene a Roma secondo me rinuncia pure ad andarci in Marocco. Ma con la classifica che ha raggiunto fino ad aprile credo che possa giocare solo tornei Atp.

Fossi in lui sulle ali della buona forma cercherei una semi o due anche a fine stagione in sudamerica. Estenderebbe la possibilità di giocarsi le carte negli ATP maggiori anche al post estate.Se l’approccio al circuito maggiore fosse leggermente stentato con troppi primi turni rischia di dover correre a tamponare punti proprio quando si è più stanchi a fine stagione.

La gente non capisce che i giocatori in costruzione(e Cecchinato lo è ancora, nel tennis moderno la costruzione cntinua fino a 25 anni e oltre) hanno bisogno di fare una lunga preparazione invernale per migliorarsi tecnicamente fisicamente e tatticamente. Ceck deve crescere tantissimo come adattabilità al veloce, ed è il primo ad esserne consapevole.

Dopo questo torneo, farà forse uno o due challenger in Marocco, e poi chiuderà la stagione per allenarsi duramente sul cemento.

Accorciare le aperture, consolidare ancora il rovescio, avvicinarsi al campo in risposta e nello scambio, rinforzare il servizio piatto e slice, migliorare la tecnica di spostamento sul duro e cercare di prendere ancora un po’ di massa muscolare, per diventare più potente senza perdere nella velocità di spostamento… sono cose che richiedono tempo, su cui non si può lavorare che in minima parte durante i tornei.

Lui, Brandi e Piatti, che soprintende a tutto il progetto, lo sanno benissimo, e mireranno al miglioramento del livello di gioco, più che a effimeri guadagni di classifica, come vorrebbero gli ingenui e inesperti utenti di questo sito che spesso si atteggiano a scienziati della programmazione… 🙄

41
antonino (Guest) 02-10-2015 19:53

@ Koko (#1462415)

@ Koko (#1462415)

Ma sei un troll? Livello semi- challengerino ? Con Delbonis, Gimeno Traver, e gli altri di questo torneo al due ponti? In questo blog anche io ho scritto che al Cek manca qualcosa per essere competitivo negli ATP e quando stava per vincere con Nieminen in primavera, per come si fece sotto lo criticai ma adesso veramente in questo blog si sta superando la soglia. Sapete quanti giocatori U 23 ci sono prima di lui nei top 100 ? Sono 8 quindi virtualmente è il numero 9 al mondo U 23. Ma di che parlate.. meglio tacere.

40
becu rules (Guest) 02-10-2015 19:44

Scritto da secondoset
Cecchinato ha ancora 23 anni ed è riuscito a chiudere l’anno ampiamente entro i primi 100.
Ritengo che pur non facendo intravedere qualità da top 20 sia comunque già oggi un giocatore che vale ampiamente la classifica che occupa sulla terra.
Se riuscirà davvero a salire a livello Atp, potrà ambire ad una classifica ancora migliore.
Ma per l’età che ha e, tenuto conto che molti tennisti italiani (vedi Lorenzi) raggiungono il loro apice abbastanza tardi, forse non abbiamo trovato il campione che tutti noi speriamo presto di vedere, ma certamente siamo in presenza di un top 100 per almeno 7-8 anni.
Non male!

Condivido totalmente. Sembra negli ultimi 2/3 mesi aver fatto un notevole salto in fatto di consapevolezza, oltre che aver migliorato alcuni fondamentali (vedi rovescio). Ora ha la classifica per cominciare a bazzicare stabilmente o quasi gli ATP 250 e sulla terra dovrebbe avere raggiunto un livello che gli consenta di vincere finalmente partite a livello maggiore. Ammetto che era piuttosto contrario alla sua programmazione un po’ conservativa, giocando milioni di challenger su terra, da formichina, temevo anzi che giocando così tanto potesse pagarne lo scotto andando verso fine stagione, invece sembra addirittura in progressione. Sicuramente atleta serio e meticoloso, spero che raggiunto il risultato prefisso, adesso ‘osi’ alzare l’asticella la prossima stagione con una programmazione ambiziosa.

39
Nevskij (Guest) 02-10-2015 19:18

Scritto da secondoset
Cecchinato ha ancora 23 anni ed è riuscito a chiudere l’anno ampiamente entro i primi 100.
Ritengo che pur non facendo intravedere qualità da top 20 sia comunque già oggi un giocatore che vale ampiamente la classifica che occupa sulla terra.
Se riuscirà davvero a salire a livello Atp, potrà ambire ad una classifica ancora migliore.
Ma per l’età che ha e, tenuto conto che molti tennisti italiani (vedi Lorenzi) raggiungono il loro apice abbastanza tardi, forse non abbiamo trovato il campione che tutti noi speriamo presto di vedere, ma certamente siamo in presenza di un top 100 per almeno 7-8 anni.
Non male!

La vicenda di Cecchinato ricorda un po’ quella di Furlan, un altro che ha avuto zero carriera da junior mentre altri (vedi Gaudenzi) vincevano gli us open. Come Ceck zero rovescio a inizio carriera, come Ceck solo ed esclusivamente rosso, come Ceck un fisico che nn rubava l’occhio. Sapete come è finita. L’Italia trovò un un top 20 valido su tutte le superfici e un alfiere di Davis. E questo grazie soprattutto a uno spirito di sacrificio enorme e a una gran voglia di lottare ed emergere. Come Ceck. Io che a inizio anno pronosticavo, unico fra tanti, l’ingresso in top 100, ora devo rivedere anche alcune mie valutazioni. Ho sempre pensato che meglio del 45-50 nn potesse mai fare. Ma è giusto? Marco ha 23 anni, è 80, gioca già a livello 250, sta battendo giocatori importanti, ha testa e fame. Perché non può diventare un top 20? Già, come Furlan…

38
ceck for ever (Guest) 02-10-2015 19:01

ho letto molte critiche sul Ceck …. non è all’altezza, non andrà mai lontano, non è un giocatore da ATP ..ecc..
Nella classifica live solo 8 giocatori sono più giovani tra quelli che lo precedono. Vero, forse non diventerà mai il numero 1, forse non entrerà mai nei 10 … ma perchè snobbarlo fino a questo punto?

37
fabio (Guest) 02-10-2015 18:57

Bravo il Cecchinato

36
Koko (Guest) 02-10-2015 18:15

Scritto da Guido

Scritto da tomax

Scritto da nere

Scritto da fabio
Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

SF 80 F 77 W 73

tutti questi risultati sevono per i main draw di gennaio e febbraio
sapete la sua programmazione da qui a fine stagione

Cecchinato finisce la stagione con i prossimi due challenger in Marocco. Anche se visto come sta andando bene a Roma secondo me rinuncia pure ad andarci in Marocco. Ma con la classifica che ha raggiunto fino ad aprile credo che possa giocare solo tornei Atp.

Fossi in lui sulle ali della buona forma cercherei una semi o due anche a fine stagione in sudamerica. Estenderebbe la possibilità di giocarsi le carte negli ATP maggiori anche al post estate.Se l’approccio al circuito maggiore fosse leggermente stentato con troppi primi turni rischia di dover correre a tamponare punti proprio quando si è più stanchi a fine stagione.

35
secondoset (Guest) 02-10-2015 18:09

Cecchinato ha ancora 23 anni ed è riuscito a chiudere l’anno ampiamente entro i primi 100.
Ritengo che pur non facendo intravedere qualità da top 20 sia comunque già oggi un giocatore che vale ampiamente la classifica che occupa sulla terra.
Se riuscirà davvero a salire a livello Atp, potrà ambire ad una classifica ancora migliore.
Ma per l’età che ha e, tenuto conto che molti tennisti italiani (vedi Lorenzi) raggiungono il loro apice abbastanza tardi, forse non abbiamo trovato il campione che tutti noi speriamo presto di vedere, ma certamente siamo in presenza di un top 100 per almeno 7-8 anni.
Non male!

34
Guido (Guest) 02-10-2015 17:27

Scritto da tomax

Scritto da nere

Scritto da fabio
Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

SF 80 F 77 W 73

tutti questi risultati sevono per i main draw di gennaio e febbraio
sapete la sua programmazione da qui a fine stagione

Cecchinato finisce la stagione con i prossimi due challenger in Marocco. Anche se visto come sta andando bene a Roma secondo me rinuncia pure ad andarci in Marocco. Ma con la classifica che ha raggiunto fino ad aprile credo che possa giocare solo tornei Atp.

33
erebus (Guest) 02-10-2015 17:03

Cecchinato non è un giocatore completo come Seppi o talentuoso come Fognini, non ha i colpi potenti di Bolelli ma a forza di challenger, con tanta costanza e sacrificio si sta costruendo una carriera da top 100. Un po come Lorenzi ma Paolo entrò nei 100 alle soglie dei 30 anni, Marco invece a 22 anni e questo dato può essere significativo.

32
green carpet (Guest) 02-10-2015 16:54

Scritto da nere

Scritto da fabio
Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

SF 80 F 77 W 73

Se vince i prossimi 10 challenger può aspirare ad entrare tra i top 30 🙂

31
tomax (Guest) 02-10-2015 16:49

Scritto da nere

Scritto da fabio
Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

SF 80 F 77 W 73

tutti questi risultati sevono per i main draw di gennaio e febbraio
sapete la sua programmazione da qui a fine stagione

30
Ken_Rosewall 02-10-2015 16:18

Scritto da nere
altro che stanco per i troppi tornei giocati. cecchinato oggi a livello atletico era una furia. il modo in cui ha schiantato un ottimo giocatore da challenger come cervantes, 100 atp, dimostra che ormai vale un livello superiore. sono sicuro che l’anno prossimo ci darà delle soddisfazioni anche a livello atp. tra l’altro gli avversari a furia di giocargli sul rovescio l’hanno rafforzato molto anche sul suo unico punto debole. e intanto con oggi entra nei top80!!!

29
circ80 (Guest) 02-10-2015 16:17

@ nere (#1462394)

Ha diversi giocatori dietro che possono passarlo. Una cosa certa però c’è: da lunedì sarà numero 4 d’Italia! (Anche vincendo il suo challenger, Lorenzi non può raggiungere ceck questa settimana)

28
kicks (Guest) 02-10-2015 15:46

@ Koko (#1462415)

pienamente d’accordo. Il compito challenger medio-basso lo assolve impeccabilmente; ma deve ancora lavorare molto per migliorarsi.
l’ho visto nel primo turno di doppio ed era proprio un pesce fuor d’acqua; gli altri tre sembravano dei giganti, mentre era lui quello nettamente + alto in classifica. Penso che sia riuscito a raggiungere il top con i suoi mezzi attuali, ora ogni singolo passettino va conquistato con grande dedizione. Cmq averceli giocatori così lavoratori.

27
gattone (Guest) 02-10-2015 15:46

classifica fasulla per uno che non ha mai vinto un match atp e non sa giocare su cemento

detto questo il ragazzo ci crede, ho letto un’intervista dopo gli us open modestamente ambiziosa, speriamo bene

26
paolo (Guest) 02-10-2015 15:26

C’è ancora da dire che Cecchinato non ha talento e ha una programmazione poco ambiziosa 😀

25
Fil (Guest) 02-10-2015 15:16

@ Nevskij (#1462061)

ci puoi dare qualche “chicca” o impressione sulla partita di oggi, in particolare un commento sul rovescio come colpo

24
Aper (Guest) 02-10-2015 15:08

@ Koko (#1462415)

Straordinario come ancora si metta in discussione un giocatore come Cecchinato , soprattutto se parametrato agli altri giocatori italiani. Come ho detto in epoca non sospetta Cecchinato è un giocatore di una solidità assolutamente non usuale rispetto agli altri e vedo che molti “cosiddetti intenditori” stanno cominciando a capirlo.

23
Tifoso degli italiani (Guest) 02-10-2015 14:55

Il Ceck non delude mai! 😎

22
nere 02-10-2015 14:51

Scritto da fabio
Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

SF 80 F 77 W 73

21
Andrea not Petkovic 02-10-2015 14:45

Ormai Cecchinato è una garanzia a livello challenger. Bravo!

20
Koko (Guest) 02-10-2015 14:42

Cecchinato domina ormai il livello semi-challengerino ma a mio avviso per un salto di qualità da ATP 250 necessita di un qualcosina di più. Di un guizzo con qualche vincente più frequente, di qualche discesa a rete a chiudere, di aces su gamepoints, di palle corte meno inflazionate e più chirurgiche. Con il salire di livello non tutti perdonerebbero alcune superficialità come i Cervantes.

19
antonino (Guest) 02-10-2015 14:40

Certo che vedere uno come sto Cervantes intorno alla 100 posizione e vedere come gioca, non favorisce di certo la crescita del tennis.

18
fabio (Guest) 02-10-2015 14:38

Proiezione rank per Cecchinato, dopo questa ennesima semi challenger?

17
Nevskij (Guest) 02-10-2015 14:37

Scritto da nere
e come dissi ad inizio torneo l’unico azzurro che aveva possibilità alte di arrivare ai quarti era cecchinato. così è, e c’è ancora qualcuno che lo critica…

Quando l’anno prossimo inizieremo a divertirci nei 250 e 500 sudamericani vedrai quanti saliranno sul carro. Gli orfani di Quinzi sono tutti in fila…

16
nere 02-10-2015 14:26

altro che stanco per i troppi tornei giocati. cecchinato oggi a livello atletico era una furia. il modo in cui ha schiantato un ottimo giocatore da challenger come cervantes, 100 atp, dimostra che ormai vale un livello superiore. sono sicuro che l’anno prossimo ci darà delle soddisfazioni anche a livello atp. tra l’altro gli avversari a furia di giocargli sul rovescio l’hanno rafforzato molto anche sul suo unico punto debole. e intanto con oggi entra nei top80!!!

15
ska (Guest) 02-10-2015 14:25

Ormai il Ceck è una sicurezza

14
Tomoni (Guest) 02-10-2015 14:11

È impressionante come a certi livelli Cecchinato sia un martello. Bravissimo!

13
nere 02-10-2015 13:26

e come dissi ad inizio torneo l’unico azzurro che aveva possibilità alte di arrivare ai quarti era cecchinato. così è, e c’è ancora qualcuno che lo critica… 😥

12
AndryREAX 02-10-2015 13:05

@ Carmelo (#1462304)

Devono ancora iniziare il riscaldamento, Cervantes non è in campo, a quanto mi dice un amico che sta lì. Il livescore qua parte e assegna il servizio a uno dei due sempre prima

11
Carmelo (Guest) 02-10-2015 12:58

Scusate, potreste dirmi come mai non é ancora cominciato il match del ceck??

10
AndryREAX 02-10-2015 12:55

Scritto da Nevskij
Andry fai in modo di farti riconoscere. Voglio vedere il volto di chi mi disse mesi fa che Gaio ha più potenzialità di Cecchinato

Non mettermi in bocca parole non mie :mrgreen: Ho detto che a livello di colpi e di possibilità di singolo exploit, sembra averne di più Gaio del Ceck, che peró a livello di continuitá è di un altro pianeta.

9
francesco.m (Guest) 02-10-2015 12:54

Come si arriva al circolo da piazza navona? Domani mattina dovrei riuscire a passare per poi prendere il treno alle 14

8
Andrea not Petkovic 02-10-2015 12:53

Viola e Di Meo hanno fatto un favore agli organizzatori, almeno hanno perso poco tempo in campo :mrgreen:

7

Che stesa per Viola 😆

6
Nevskij (Guest) 02-10-2015 11:40

Andry fai in modo di farti riconoscere. Voglio vedere il volto di chi mi disse mesi fa che Gaio ha più potenzialità di Cecchinato 🙂 🙂

5
Nevskij (Guest) 02-10-2015 11:32

Alle 12 Ceck? Non piove… Ok, tra 15 minuti al Due Ponti!

4
ale98 (Guest) 02-10-2015 10:46

Quali sono i campi visibili?

3
AndryREAX 02-10-2015 10:42

Per ora non piove.

2
ale98 (Guest) 02-10-2015 10:16

Si gioca o piove?

1