Nadal va fuori ATP, Copertina

Masters 1000 Roma: Stan Wawrinka elimina Rafael Nadal ed approda in semifinale. Lo svizzero nel primo set ha anche annullato 4 set point consecutivi allo spagnolo

15/05/2015 23:54 61 commenti
Stan Wawrinka classe 1985, n.9 del mondo
Stan Wawrinka classe 1985, n.9 del mondo

Stan Wawrinka per la prima volta in carriera batte Rafael Nadal sulla terra rossa ed approda alle semifinali del torneo Masters 1000 di Roma.

Lo svizzero si è imposto sull’ex n.1 del mondo, con il risultato di 76 (7) 62 dopo 2 ore e 6 minuti di partita.

Domani sfiderà in semifinale Roger Federer.

Da segnalare che Stan nel primo parziale sotto per 3 a 4 e servizio per Nadal, ha piazzato il controbreak nell’ottavo gioco.
Nel tiebreak lo spagnolo avanti per 6 a 2, mancava ben quattro palle set consecutive, con lo svizzero che invece alla seconda opportunità chiudeva la frazione per 9 punti a 7.

Nel secondo set Wawrinka si portava sul 5 a 1, grazie ai break nel terzo ed al quinto gioco e dopo aver annullato sul 4 a 1, ben tre palle break.
Sul 5 a 2 Stan serviva per il match e dopo aver annullato un’altra palla break (con un servizio vincente), chiudeva set e match per 6 a 2, alla prima palla match a disposizione.

La partita punto per punto

ATP Rome
Stan Wawrinka [8]
7
6
Rafael Nadal [4]
6
2
Vincitore: S. WAWRINKA

S. Wawrinka SUI – R. Nadal ESP
1 Aces 1
2 Double Faults 0
57% 1st Serve % 70%
30/47 (64%) 1st Serve Points Won 35/52 (67%)
20/35 (57%) 2nd Serve Points Won 8/22 (36%)
7/9 (78%) Break Points Saved 3/7 (43%)
10 Service Games Played 10
17/52 (33%) 1st Return Points Won 17/47 (36%)
14/22 (64%) 2nd Return Points Won 15/35 (43%)
4/7 (57%) Break Points Won 2/9 (22%)
10 Return Games Played 10
50/82 (61%) Total Service Points Won 43/74 (58%)
31/74 (42%) Total Return Points Won 32/82 (39%)
81/156 (52%) Total Points Won 75/156 (48%)


TAG: , , , , ,

61 commenti. Lasciane uno!

fabrizio 16-05-2015 19:11

Scritto da massimo
Ciao fabrizio sono appassionato oltre che gioco a buon livello a tennis ti ringrazio per la stima spero che leggerai ancira i miei pronostici !! Vediamo cosa succederà a parigi io penso che nadal con nole siano nettamente favoriti ma dei due dico ancora rafa se hai visto la partita wawrinca ha dato il 110 per cento appena calava nadal lo passava e tieni conto che si giocava di sera e la palla arritata dello spagnolo girava meno e rimbalzava piu bassa mentre nel caldo di Parigi ci daranno condizioni ideali per lui poi vedremo grazie ci sentiamo per Parigi!ah sono simpatizzante per nole..

Vedremo continuo a pensare che il vero Rafa non ci sarà quantomeno quest’anno e credo che Nole che io non ho mai troppo amato vincerà a Parigi anche perché obiettivamente lo merita, in questo momento sembra dominare come nemmeno il Federer ante Nadal è riuscito a fare

61
massimo (Guest) 16-05-2015 18:03

Ciao fabrizio sono appassionato oltre che gioco a buon livello a tennis ti ringrazio per la stima spero che leggerai ancira i miei pronostici 😮 !! Vediamo cosa succederà a parigi io penso che nadal con nole siano nettamente favoriti ma dei due dico ancora rafa se hai visto la partita wawrinca ha dato il 110 per cento appena calava nadal lo passava e tieni conto che si giocava di sera e la palla arritata dello spagnolo girava meno e rimbalzava piu bassa mentre nel caldo di Parigi ci daranno condizioni ideali per lui poi vedremo grazie ci sentiamo per Parigi!ah sono simpatizzante per nole..

60
Marioooo (Guest) 16-05-2015 17:21

Ragazzi Nadal è finito,game over

59
fabrizio 16-05-2015 15:46

Scritto da massimo
@ Alberto Bonimba (#1344658)
e invece si che è possibile .. l avete vista la partita ? Waw per vincere ha dovuto tirare di tutto per due set appena rallentava il braccio veniva passato … e poi si è giocato di sera cosa che non ha favorito Rafa ma a Parigi si gioca sotto il caldo e si gioca 3 su 5 , i suoi avversari per batterlo devono giocare 2 ore al massimo tirando di tutto senza cali … possibile ?? non penso solo Nole versione Montecarlo può farcela non questo .. di altri non ne parliamo neanche

Massimo è da qualche giorno che leggo i tuoi interessanti commenti soprattutto quando hai azzeccato diversi pronostici, non so se sei tifoso di Rafa o Roger, Nole o un appassionato di questo splendido gioco, io seguo e tifo Rafa dal lontano 2003 è scontato dirti le immense gioie regalate dal maiorchino, ma quando parli del Nadal che con il caldo oppure dopo le tre ore di gioco diventa imbattibile purtroppo secondo me parli di un Rafa che non c’è più, proprio quelli che erano le sue armi principali, la resistenza, il fisico e sottolineo poi la cosa più importante la sua forza mentale sono oggi non dico la sua debolezza ma comunque non più la sua forza.
Guarda ieri contro lo svizzero nel primo set sempre avanti perde per due volte un break di vantaggio, arriva al tie 6-2 avanti e perde il set cosa impensabile per il Rafa di una volta. Ma mettiamo pure che il Rafa di una volta per distrazione magari perdeva il primo set che è durato più di una ora, sulla terra avrebbe vinto comunque al terzo perché sarebbe venuta fuori la sua incredibile tenuta alla distanza invece ha preso 6-2 pur combattendo.
Quello che voglio dirti Massimo che a malincuore il Rafa che a fine maggio 3 su 5 in Francia cresceva tanto da divenire imbattibile oggi non c’è piu,oggi abbiamo un tennista che nonostante metta il massimo impegno quando si alza il livello dei propri avversari deve cedere, quindi un buon tennista ma non un Campione come era in passato.
Da suo tifoso gli concedo obiettivamente al massimo il 10% di poter vincere in Francia ma solo per il nome che porta non per reali capacità attuali.

58
OriginalGiulio (Guest) 16-05-2015 15:43

Scritto da LUCA
FACCIO SOLO UN PICCOLO APPELLO AI VERI TIFOSI DI RAFA….
RAGAZZI NON VI ILLUDETE PERCHÉ RAFA QUEST’ANNO IL ROLAND GARROS NON LO VINCERÀ MAI NON HAI A MIO AVVISO NEMMENO 1% DI POSSIBILITÀ DI VINCERLO, MA SOPRATTUTTO NON VI ILLUDETE IN UNA RIPRESA DI UN GIOCATORE CHE ORAMAI HA COMPLETAMENTE MOLLATO MENTALMENTE, ANZI QUELLA È LA PRIMA COSA AD AVER ABBANDONATO IL NOSTO AMATO BENIAMINO.
BISOGNA ESSERE SINCERE ED OBBIETTIVI NELLA VITA E DIRE LE COSE COME STANNO ANCHE SE FANNO MOLTO MALE, MA È GIUSTO COSÌ!

Non sono affatto d’accordo,la questione mentale è conseguenza e non causa e Rafa è in un momento di difficile transizione in cui perderà molte partite e il RG2015 ma non penso sia arrivata ancora la sua fine. Deve ritrovare il modo di far viaggiare la palla e essere più aggressivo perché ormai da due metri fuori del campo non fa più partita con i migliori,ne riparleremo a settembre.

57
LUCA (Guest) 16-05-2015 14:32

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

Ne riparliamo dopo Parigi vedrai che li Rafa vincerà poi sono d’accordo che per il resto della stagione possa non ottenere grandi risultati

Guarda massimo non credo proprio questo Nadal possa arrivare più lontano dei quarti soprattutto con il ranking che ha ottenuto prima di Parigi, è un Nadal completamente spento MENTALMENTE che ha TANTA MA TANTA TANTA PAURA….E…..
La paura ha mille volti. La paura è insicurezza, dubbio, incertezza, ansia, inquietudine, turbamento, sgomento e molto altro. La paura è figlia e madre del dolore: come è da lui generata, così lo genera. La paura è il circolo vizioso che sta alla base di ogni pensiero riguardante il futuro. La paura è l’antenato dell’azione. Poca o troppa paura rendono l’azione vana, perché priva di sostanza. Non si può fuggire dalla paura, perché la paura privata di una mèta diviene terrore.

il tuo ragionamento sulla paura non fa una piega .. però siccome Nadal ora può avere sicuramente insicurezze e sfiducia visto i risultati il campo amico e l’atmosfera di Parigi dove in dieci anni ha perso una partita e vinto tante battaglie possa regalargli quella tranquillità e fiducia che gli permetterà do poter esprimere il suo miglior tennis e se sarà così come ha dimostrato in passato lo porterà alla vittoria. Non credi ?

Beh guarda anche a Roma Montecarlo e Madrid rafa ha vinto tantissimi tornei, se non erro 7 Montecarlo 7 Roma e 4 Madrid e nonostante questo il suo stato mentale continua a vacillare e far notare quelle fragilità che lui in carriera non aveva mai dimostrato, sicuramente più che l aver vinto 9 volte, il fatto di aver perso solo 1 partita può fargli scattare quel qualcosa che al momento a mio avviso ha abbandonato nel suo profondo inconscio…la speranza è quella, ma sempre con le dovute quantità anche per non incappare in delusioni amare, ed è per questo che io sinceramente non ci credo ad un Nadal vincente a Parigi.

anche gli avversari di Nadal a Parigi soffrono mentalmente contro di lui credimi io seguo Nadal da sempre e anche quando vinceva gli altri tornei non ha mai giocato bene come a Parigi li riesce a esprimere sempre il suo massimo potenziale , e poi ricordati che col sole e col caldo i suo colpi hanno più effetto , la palla rimbalza più alta e ha più rotazione , per gli atri è dura tirare vincenti di continuo per 3 set… vedrai che non ti deluderà , solo Nole può batterlo e se lo farà onore al serbo

Guarda massimo anche io lo seguo praticamente da sempre, ma l’enorme involuzione di rafa a mio avviso soprattutto inaspettata è stato dal punto di vista MENTALE, lo si vede avere paura, tremare quasi col braccio sbagliare nei punti importanti ed è questo che mi preoccupa tantissimo, perché a mio avviso paradossalmente a livello fisico sta più che bene e lo ha dimostrato ieri sera che ha fatto recuperi vecchio stile, ma non riesce più a concretizzare quello che una volta faceva con estrema convinzione. A mio avviso luna cura ci può essere, intraprendere la strada di inserire nel suo staff un nuovo coach, ma che sappia lavorare principalmente sotto il punto di vista mentale e psicologico, uno che gli dia una scossa, è perché no uno tipo, mcenroe, agassi, lendl che hanno vissuto questi momenti e sanno indirizzarlo in un eventuale soluzione, cosa gli può dire lo zio che di tennis giocato ad alti livelli non ha visto nemmeno l ombra, anche perché si tratterebbe di implementare come ha fatto nole, cioè tenerli entrambi e non mandare via lo zio. Strada che però a quanto pare lui non vuole intraprendere, ma lasciare quasi al destino quel che ne sarà del suo futuro, ed è proprio questa scelta a mio avviso che può segnare la sua non volontà di continuare e perciò io sono sempre più convinto di un ritiro molto ma molto vicino.

sono d’accordo con te io proverei a cambiare allenatore per provare a dare una scossa emotiva a Rafa , sembra non avere più quella “fame” che aveva prima .. bravo vedo che sei competente però Parigi rimane sempre Parigi vedrai Luca che per 2 settimane tornerà il Rafa di un tempo magari solo a tratti ma visto la sua superiorità potrebbe bastare anche un rafa al 70 80 % per vincere vedi l’anno scorso ha giocato bene solo in semifinale e finale e ha vinto , prima non aveva fatto granchè e anche l’anno scorso prima sul rosso aveva faticato vedo molte analogie con il 2014 … il problema per Rafa caro luca è dopo Parigi potrebbe effettivamente avere un calo psicofisico notevole considerando erba e cemento superfici poco amiche per me rafa dal prossimo anno farà bene a concentrarsi solo sui tornei in rosso

Posso solo che augurarmi tutto questo per Parigi, anche se io personalmente credo invece che dal punto di vista mentale dopo Parigi abbia molte ma molte meno pressioni proprio perché sa che sia lui in primis che i tifosi e la stampa non si aspettano chissà che cosa sulle superfici in erba e cemento, quindi può giocare più spensierato e tranquillo anche perché poi c’è il fatto che non ha alcun punto da difendere altro fattore che gli toglie pressioni e ansie. Stiamo sempre lì dipende lui come ci arriva, se dovesse vincere miracolosamente a Parigi allora si possono aprire scenari interessanti, ma se dovesse perdere soprattutto prematuramente, credo che sprofonderà ancora di più negli abissi della sua insicurezza e incertezza. Comunque io credo che Parigi sia uno spartiacque che ci dirà che cosa ne sarà di Nadal, in positivo o in negativo. Le analogie non ci sono tanto dal 2014 considerato che prima di Parigi l’anno scorso comunque vinse Madrid e arrivo in finale a Roma e finale agli australian open questo anno invece si presenta con 0 titoli ma soprattutto appena una finale, tralaltro giocata in un modo davvero vergognoso e sicuramente non persa per demeriti. Quindi questo 2015 a mio avviso è ben diverso.

56
massimo (Guest) 16-05-2015 14:20

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

Ne riparliamo dopo Parigi vedrai che li Rafa vincerà poi sono d’accordo che per il resto della stagione possa non ottenere grandi risultati

Guarda massimo non credo proprio questo Nadal possa arrivare più lontano dei quarti soprattutto con il ranking che ha ottenuto prima di Parigi, è un Nadal completamente spento MENTALMENTE che ha TANTA MA TANTA TANTA PAURA….E…..
La paura ha mille volti. La paura è insicurezza, dubbio, incertezza, ansia, inquietudine, turbamento, sgomento e molto altro. La paura è figlia e madre del dolore: come è da lui generata, così lo genera. La paura è il circolo vizioso che sta alla base di ogni pensiero riguardante il futuro. La paura è l’antenato dell’azione. Poca o troppa paura rendono l’azione vana, perché priva di sostanza. Non si può fuggire dalla paura, perché la paura privata di una mèta diviene terrore.

il tuo ragionamento sulla paura non fa una piega .. però siccome Nadal ora può avere sicuramente insicurezze e sfiducia visto i risultati il campo amico e l’atmosfera di Parigi dove in dieci anni ha perso una partita e vinto tante battaglie possa regalargli quella tranquillità e fiducia che gli permetterà do poter esprimere il suo miglior tennis e se sarà così come ha dimostrato in passato lo porterà alla vittoria. Non credi ?

Beh guarda anche a Roma Montecarlo e Madrid rafa ha vinto tantissimi tornei, se non erro 7 Montecarlo 7 Roma e 4 Madrid e nonostante questo il suo stato mentale continua a vacillare e far notare quelle fragilità che lui in carriera non aveva mai dimostrato, sicuramente più che l aver vinto 9 volte, il fatto di aver perso solo 1 partita può fargli scattare quel qualcosa che al momento a mio avviso ha abbandonato nel suo profondo inconscio…la speranza è quella, ma sempre con le dovute quantità anche per non incappare in delusioni amare, ed è per questo che io sinceramente non ci credo ad un Nadal vincente a Parigi.

anche gli avversari di Nadal a Parigi soffrono mentalmente contro di lui credimi io seguo Nadal da sempre e anche quando vinceva gli altri tornei non ha mai giocato bene come a Parigi li riesce a esprimere sempre il suo massimo potenziale , e poi ricordati che col sole e col caldo i suo colpi hanno più effetto , la palla rimbalza più alta e ha più rotazione , per gli atri è dura tirare vincenti di continuo per 3 set… vedrai che non ti deluderà , solo Nole può batterlo e se lo farà onore al serbo

Guarda massimo anche io lo seguo praticamente da sempre, ma l’enorme involuzione di rafa a mio avviso soprattutto inaspettata è stato dal punto di vista MENTALE, lo si vede avere paura, tremare quasi col braccio sbagliare nei punti importanti ed è questo che mi preoccupa tantissimo, perché a mio avviso paradossalmente a livello fisico sta più che bene e lo ha dimostrato ieri sera che ha fatto recuperi vecchio stile, ma non riesce più a concretizzare quello che una volta faceva con estrema convinzione. A mio avviso luna cura ci può essere, intraprendere la strada di inserire nel suo staff un nuovo coach, ma che sappia lavorare principalmente sotto il punto di vista mentale e psicologico, uno che gli dia una scossa, è perché no uno tipo, mcenroe, agassi, lendl che hanno vissuto questi momenti e sanno indirizzarlo in un eventuale soluzione, cosa gli può dire lo zio che di tennis giocato ad alti livelli non ha visto nemmeno l ombra, anche perché si tratterebbe di implementare come ha fatto nole, cioè tenerli entrambi e non mandare via lo zio. Strada che però a quanto pare lui non vuole intraprendere, ma lasciare quasi al destino quel che ne sarà del suo futuro, ed è proprio questa scelta a mio avviso che può segnare la sua non volontà di continuare e perciò io sono sempre più convinto di un ritiro molto ma molto vicino.

sono d’accordo con te io proverei a cambiare allenatore per provare a dare una scossa emotiva a Rafa , sembra non avere più quella “fame” che aveva prima .. bravo vedo che sei competente 😆 però Parigi rimane sempre Parigi vedrai Luca che per 2 settimane tornerà il Rafa di un tempo magari solo a tratti ma visto la sua superiorità potrebbe bastare anche un rafa al 70 80 % per vincere vedi l’anno scorso ha giocato bene solo in semifinale e finale e ha vinto , prima non aveva fatto granchè e anche l’anno scorso prima sul rosso aveva faticato vedo molte analogie con il 2014 … il problema per Rafa caro luca è dopo Parigi potrebbe effettivamente avere un calo psicofisico notevole considerando erba e cemento superfici poco amiche per me rafa dal prossimo anno farà bene a concentrarsi solo sui tornei in rosso

55
LUCA (Guest) 16-05-2015 13:48

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

Ne riparliamo dopo Parigi vedrai che li Rafa vincerà poi sono d’accordo che per il resto della stagione possa non ottenere grandi risultati

Guarda massimo non credo proprio questo Nadal possa arrivare più lontano dei quarti soprattutto con il ranking che ha ottenuto prima di Parigi, è un Nadal completamente spento MENTALMENTE che ha TANTA MA TANTA TANTA PAURA….E…..
La paura ha mille volti. La paura è insicurezza, dubbio, incertezza, ansia, inquietudine, turbamento, sgomento e molto altro. La paura è figlia e madre del dolore: come è da lui generata, così lo genera. La paura è il circolo vizioso che sta alla base di ogni pensiero riguardante il futuro. La paura è l’antenato dell’azione. Poca o troppa paura rendono l’azione vana, perché priva di sostanza. Non si può fuggire dalla paura, perché la paura privata di una mèta diviene terrore.

il tuo ragionamento sulla paura non fa una piega .. però siccome Nadal ora può avere sicuramente insicurezze e sfiducia visto i risultati il campo amico e l’atmosfera di Parigi dove in dieci anni ha perso una partita e vinto tante battaglie possa regalargli quella tranquillità e fiducia che gli permetterà do poter esprimere il suo miglior tennis e se sarà così come ha dimostrato in passato lo porterà alla vittoria. Non credi ?

Beh guarda anche a Roma Montecarlo e Madrid rafa ha vinto tantissimi tornei, se non erro 7 Montecarlo 7 Roma e 4 Madrid e nonostante questo il suo stato mentale continua a vacillare e far notare quelle fragilità che lui in carriera non aveva mai dimostrato, sicuramente più che l aver vinto 9 volte, il fatto di aver perso solo 1 partita può fargli scattare quel qualcosa che al momento a mio avviso ha abbandonato nel suo profondo inconscio…la speranza è quella, ma sempre con le dovute quantità anche per non incappare in delusioni amare, ed è per questo che io sinceramente non ci credo ad un Nadal vincente a Parigi.

anche gli avversari di Nadal a Parigi soffrono mentalmente contro di lui credimi io seguo Nadal da sempre e anche quando vinceva gli altri tornei non ha mai giocato bene come a Parigi li riesce a esprimere sempre il suo massimo potenziale , e poi ricordati che col sole e col caldo i suo colpi hanno più effetto , la palla rimbalza più alta e ha più rotazione , per gli atri è dura tirare vincenti di continuo per 3 set… vedrai che non ti deluderà , solo Nole può batterlo e se lo farà onore al serbo

Guarda massimo anche io lo seguo praticamente da sempre, ma l’enorme involuzione di rafa a mio avviso soprattutto inaspettata è stato dal punto di vista MENTALE, lo si vede avere paura, tremare quasi col braccio sbagliare nei punti importanti ed è questo che mi preoccupa tantissimo, perché a mio avviso paradossalmente a livello fisico sta più che bene e lo ha dimostrato ieri sera che ha fatto recuperi vecchio stile, ma non riesce più a concretizzare quello che una volta faceva con estrema convinzione. A mio avviso luna cura ci può essere, intraprendere la strada di inserire nel suo staff un nuovo coach, ma che sappia lavorare principalmente sotto il punto di vista mentale e psicologico, uno che gli dia una scossa, è perché no uno tipo, mcenroe, agassi, lendl che hanno vissuto questi momenti e sanno indirizzarlo in un eventuale soluzione, cosa gli può dire lo zio che di tennis giocato ad alti livelli non ha visto nemmeno l ombra, anche perché si tratterebbe di implementare come ha fatto nole, cioè tenerli entrambi e non mandare via lo zio. Strada che però a quanto pare lui non vuole intraprendere, ma lasciare quasi al destino quel che ne sarà del suo futuro, ed è proprio questa scelta a mio avviso che può segnare la sua non volontà di continuare e perciò io sono sempre più convinto di un ritiro molto ma molto vicino.

54
Kaiser (Guest) 16-05-2015 12:58

Nadal non è più il Nadal di prima perché parlano i fatti però non è da sminuire la grandissima prestazione di Stan
Io per il RG non sarei così sicuro che vinca djokovic, credo in qualche sorpresa

53
massimo (Guest) 16-05-2015 12:58

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

Ne riparliamo dopo Parigi vedrai che li Rafa vincerà poi sono d’accordo che per il resto della stagione possa non ottenere grandi risultati

Guarda massimo non credo proprio questo Nadal possa arrivare più lontano dei quarti soprattutto con il ranking che ha ottenuto prima di Parigi, è un Nadal completamente spento MENTALMENTE che ha TANTA MA TANTA TANTA PAURA….E…..
La paura ha mille volti. La paura è insicurezza, dubbio, incertezza, ansia, inquietudine, turbamento, sgomento e molto altro. La paura è figlia e madre del dolore: come è da lui generata, così lo genera. La paura è il circolo vizioso che sta alla base di ogni pensiero riguardante il futuro. La paura è l’antenato dell’azione. Poca o troppa paura rendono l’azione vana, perché priva di sostanza. Non si può fuggire dalla paura, perché la paura privata di una mèta diviene terrore.

il tuo ragionamento sulla paura non fa una piega .. però siccome Nadal ora può avere sicuramente insicurezze e sfiducia visto i risultati il campo amico e l’atmosfera di Parigi dove in dieci anni ha perso una partita e vinto tante battaglie possa regalargli quella tranquillità e fiducia che gli permetterà do poter esprimere il suo miglior tennis e se sarà così come ha dimostrato in passato lo porterà alla vittoria. Non credi ?

Beh guarda anche a Roma Montecarlo e Madrid rafa ha vinto tantissimi tornei, se non erro 7 Montecarlo 7 Roma e 4 Madrid e nonostante questo il suo stato mentale continua a vacillare e far notare quelle fragilità che lui in carriera non aveva mai dimostrato, sicuramente più che l aver vinto 9 volte, il fatto di aver perso solo 1 partita può fargli scattare quel qualcosa che al momento a mio avviso ha abbandonato nel suo profondo inconscio…la speranza è quella, ma sempre con le dovute quantità anche per non incappare in delusioni amare, ed è per questo che io sinceramente non ci credo ad un Nadal vincente a Parigi.

anche gli avversari di Nadal a Parigi soffrono mentalmente contro di lui credimi io seguo Nadal da sempre e anche quando vinceva gli altri tornei non ha mai giocato bene come a Parigi li riesce a esprimere sempre il suo massimo potenziale , e poi ricordati che col sole e col caldo i suo colpi hanno più effetto , la palla rimbalza più alta e ha più rotazione , per gli atri è dura tirare vincenti di continuo per 3 set… vedrai che non ti deluderà , solo Nole può batterlo e se lo farà onore al serbo

52
RogerRoger 16-05-2015 12:43

Scritto da kas
Calma e gesso, io tifo per Roger ma aspettiamo il RG… inoltre sono convinto che se Raffaele saprà gestirsi bene in avvio 2016, senza andare a scorticarsi articolazioni e muscoli sul cemento dopo gli AO, il RG 2016 se lo pappa ancora lui. Salvo accidenti o variabili deprecabili, ovviamente.

si tutto parzialmente condivisibile ma non tieni conto di cose banali e concrete…. quest’anno è durissima, quasi impossibile vincere il RG …il che vorrebbe dire perdere almeno 1500 punti…. fuori dai top10. In più dici tu dovrebbe risparmiarsi sulla stagione del cemento, quindi in buona sostanza con che ranking dovrebbe presentarsi al RG 2016? Tu dici che può papparselo nel 2016 ancora lui ,ma se becca le teste di serie già al suo primo turno dopo il bye ( cosa probabilissima se dovesse attestarsi su questi risultati disastrosi in qualsiasi torneo) io dico invece che rischia di andare a casa al primo turno, seriamente.

51
LUCA (Guest) 16-05-2015 12:41

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

Ne riparliamo dopo Parigi vedrai che li Rafa vincerà poi sono d’accordo che per il resto della stagione possa non ottenere grandi risultati

Guarda massimo non credo proprio questo Nadal possa arrivare più lontano dei quarti soprattutto con il ranking che ha ottenuto prima di Parigi, è un Nadal completamente spento MENTALMENTE che ha TANTA MA TANTA TANTA PAURA….E…..
La paura ha mille volti. La paura è insicurezza, dubbio, incertezza, ansia, inquietudine, turbamento, sgomento e molto altro. La paura è figlia e madre del dolore: come è da lui generata, così lo genera. La paura è il circolo vizioso che sta alla base di ogni pensiero riguardante il futuro. La paura è l’antenato dell’azione. Poca o troppa paura rendono l’azione vana, perché priva di sostanza. Non si può fuggire dalla paura, perché la paura privata di una mèta diviene terrore.

il tuo ragionamento sulla paura non fa una piega .. però siccome Nadal ora può avere sicuramente insicurezze e sfiducia visto i risultati il campo amico e l’atmosfera di Parigi dove in dieci anni ha perso una partita e vinto tante battaglie possa regalargli quella tranquillità e fiducia che gli permetterà do poter esprimere il suo miglior tennis e se sarà così come ha dimostrato in passato lo porterà alla vittoria. Non credi ?

Beh guarda anche a Roma Montecarlo e Madrid rafa ha vinto tantissimi tornei, se non erro 7 Montecarlo 7 Roma e 4 Madrid e nonostante questo il suo stato mentale continua a vacillare e far notare quelle fragilità che lui in carriera non aveva mai dimostrato, sicuramente più che l aver vinto 9 volte, il fatto di aver perso solo 1 partita può fargli scattare quel qualcosa che al momento a mio avviso ha abbandonato nel suo profondo inconscio…la speranza è quella, ma sempre con le dovute quantità anche per non incappare in delusioni amare, ed è per questo che io sinceramente non ci credo ad un Nadal vincente a Parigi.

50
massimo (Guest) 16-05-2015 12:17

Scritto da LUCA

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

Ne riparliamo dopo Parigi vedrai che li Rafa vincerà poi sono d’accordo che per il resto della stagione possa non ottenere grandi risultati

Guarda massimo non credo proprio questo Nadal possa arrivare più lontano dei quarti soprattutto con il ranking che ha ottenuto prima di Parigi, è un Nadal completamente spento MENTALMENTE che ha TANTA MA TANTA TANTA PAURA….E…..
La paura ha mille volti. La paura è insicurezza, dubbio, incertezza, ansia, inquietudine, turbamento, sgomento e molto altro. La paura è figlia e madre del dolore: come è da lui generata, così lo genera. La paura è il circolo vizioso che sta alla base di ogni pensiero riguardante il futuro. La paura è l’antenato dell’azione. Poca o troppa paura rendono l’azione vana, perché priva di sostanza. Non si può fuggire dalla paura, perché la paura privata di una mèta diviene terrore.

il tuo ragionamento sulla paura non fa una piega .. però siccome Nadal ora può avere sicuramente insicurezze e sfiducia visto i risultati il campo amico e l’atmosfera di Parigi dove in dieci anni ha perso una partita e vinto tante battaglie possa regalargli quella tranquillità e fiducia che gli permetterà do poter esprimere il suo miglior tennis e se sarà così come ha dimostrato in passato lo porterà alla vittoria. Non credi ?

49
LUCA (Guest) 16-05-2015 11:37

Scritto da massimo

Scritto da LUCA

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

Ne riparliamo dopo Parigi vedrai che li Rafa vincerà poi sono d’accordo che per il resto della stagione possa non ottenere grandi risultati

Guarda massimo non credo proprio questo Nadal possa arrivare più lontano dei quarti soprattutto con il ranking che ha ottenuto prima di Parigi, è un Nadal completamente spento MENTALMENTE che ha TANTA MA TANTA TANTA PAURA….E…..

La paura ha mille volti. La paura è insicurezza, dubbio, incertezza, ansia, inquietudine, turbamento, sgomento e molto altro. La paura è figlia e madre del dolore: come è da lui generata, così lo genera. La paura è il circolo vizioso che sta alla base di ogni pensiero riguardante il futuro. La paura è l’antenato dell’azione. Poca o troppa paura rendono l’azione vana, perché priva di sostanza. Non si può fuggire dalla paura, perché la paura privata di una mèta diviene terrore.

48
massimo (Guest) 16-05-2015 11:20

Scritto da LUCA

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

Ne riparliamo dopo Parigi vedrai che li Rafa vincerà poi sono d’accordo che per il resto della stagione possa non ottenere grandi risultati

47
LUCA (Guest) 16-05-2015 10:59

Scritto da chrolli
Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

Il punto è proprio quello non riesco a capire come la gente possa continuare a sostenere che rata su 5 set sia competitivo, quando non riesce a portare a casa partite di due set, cedendo palesemente dal punto di vista sia mentale che fisico. Bah io sono sempre più convinto a fine anno dell’epiligo che ho citato prima.

46
chrolli 16-05-2015 10:50

Ho visto la partita di ieri,onestamente dopo i primi bellissimi cinque giochi,sia Stan che Rafa hanno commesso parecchi errori fino al tie-break.Dal 6-2 Nadal,Stan ha giocato benissimo e vinto il primo set tutto è cambiato.
Ha messo in campo tante prime,cosa che non aveva fatto nel primo set,Rafa è sceso molto dal punto di vista mentale,ma anche atletico.
Sui 3 su 5 non sono poi sicuro che sia ancora così competitivo.Non con questo gioco.Il vero Rafa sapeva passare dalla difesa all’attacco molto bene,ora non ha più la continuità nella profondità dei colpi per farlo,gli scambi sono più brevi e spesso è preso a pallate e deve sperare nell’errore dell’avversario.Secondo me se ieri si fosse giocato a Parigi,Rafa al quinto non ci arrivava.
Stan è stato bravissimo,ma nel secondo set è sembrato fenomenale solo perché Rafa pian piano perdeva d’intensità.A Parigi la vedo dura per lui.Mi dispiace vederlo così,è il più grande fighter che il tennis abbia mai visto.

45
LUCA (Guest) 16-05-2015 10:48

E Vi farò vedere…..sono convinto al 100% sull’eliminazione di Nadal ai quarti al Roland Garros, se si potesse giocare lo farei senza ombra di dubbio.

44
LUCA (Guest) 16-05-2015 10:39

La mente di Nadal lo ha letteralmente abbandonato e piano piano lo farà molto presto anche il fisico… Due fattori che hanno fatto nella sua carriera la differenza sono stati i suoi maggior punti di forza ora sono diventati i suoi più grandi punti deboli. Non voglio commentare il primo set perché si commenta da solo, la partita è finita sul 4-3 servizio Nadal….questo dimostra come un giocatore così forte prima mentalmente non riesce più a trovare quella forza mentale per portare a casa una partita. Dopo tanti anni di luce, il tramonto si avvicina sempre di più, e sono convinto del fatto che per un vincente come rata, se non dovesse riuscire a vincere nulla quest’anno, il suo abbandono al tennis giocato lo avremo alla fine di questo anno. Non credo che un campione come lui abituato a vincere di tutto continui a giocare prendendole da chiunque su tutte le superficie, non ha proprio senso. Per me in quel giorno che finirà lui, con lui finirà il Tennis.

43
andre948 16-05-2015 10:11

Ieri ho visto un gran Nadal (in miglioramento) e un grandissimo Wawrinka(ai livelli di Melbourne 2014). Le condizioni hanno favorito lo svizzero mi pare ovvio. Stasera credo vinca contro Federer se gioca così. Ma in finale di giorno contro Nole è tutta un’altra storia.
Per Parigi il favorito è Djokovic, subito dietro vedo Nadal e Wawrinka. Più indetro ancora: Murray e Nishikori. Occhio anche al tabellone..

42
bad_player (Guest) 16-05-2015 10:06

Uno Stan che non ti aspetti!!
La chiave del match è stato il tie-break che solo l’anno scorso Rafa non avrebbe mai perso.
Per il resto continuo a vederlo molto poco incisivo col dritto.
Manca di profondità e di continuità. Così non va.
Se ha davvero intenzione di difendere Parigi occorre una scossa.
La tenuta atletica è in buona crescita ma quest’anno potrebbe non bastare più.

41
massimo (Guest) 16-05-2015 09:58

@ Alberto Bonimba (#1344658)

e invece si che è possibile .. l avete vista la partita ? Waw per vincere ha dovuto tirare di tutto per due set appena rallentava il braccio veniva passato … e poi si è giocato di sera cosa che non ha favorito Rafa ma a Parigi si gioca sotto il caldo e si gioca 3 su 5 , i suoi avversari per batterlo devono giocare 2 ore al massimo tirando di tutto senza cali … possibile ?? non penso solo Nole versione Montecarlo può farcela non questo .. di altri non ne parliamo neanche

40
marcopiper 16-05-2015 09:44

Ieri sera a Roma ero attorniato da tifosi di Nadal. Dai loro commenti si intuiva lo stupore per le bordate di rovescio e di dritto a spolverare le linee di Stan. Nel secondo set sono ammutoliti!

39
Haas78 (Guest) 16-05-2015 09:42

Merito allo svizzero, ho visto in parte il II set, e piovevano vincenti specie di diritto, magari con lo spagnolo che concretizzava qualcosa nel set di apertura la partita poteva cambiare.
Con un livello così alto Stanislao potrebbe anche pensare di vincere il torneo

38
drummer 16-05-2015 09:22

ho visto poche partite di nadal quest’anno, un gran pedaggio adesso lo paga con i non forzati, è diventato un giocatore normale come errori, e basta già questo per renderlo vulnerabile anche sulla terra.
è ancora molto competitivo, ma fino a quando incontra avversari dai 10 in su.

37
drummer 16-05-2015 09:18

Scritto da LUCA
Caro Rogfed è inutile che insinui cose strane.. PERCHÉ NADAL È FINITO A LIVELLO MENTALE. QUELLO CHE È STATO IL SUO PUNTO DI FORZA PER TUTTA LA SUA CARRIERA ORA LO STA ABBANDONANDO. LO DIMOSTRA IL FATTO DELL’ATTEGIAMENTO CHE HA E DEL FATTO INCEVE CHE CORRE ANCORA COME IL FORSENNATO TIRANDO VINCENTI COME LA PARTITA DI STASERA. NELLP SPORT QUANDO LA TESTA TI ABBANDONA È VERAMENTE FINITA

io scriverei un altro po’ in maiuscolo..

36
Almas (Guest) 16-05-2015 08:45

A me piace Nole ma Stan qd è in serata è probabilmente il miglior giocatore da vedere ; rovescio famtastico, dritto potentissimo, che spettacolo. Rafa non poteva fare nulla, nemmeno nei suoi giorni migliori, forse solo un Nole in forma lo fermerebbe

35
BOMBARDERO 16-05-2015 08:19

Complimenti a stanimal…quando è in condizione è un vero piacere per gli occhi di chi ama questo sport!! Stasera grande semifinale…che vinca il migliore!!!

34
il bosforo 16-05-2015 08:11

non siamo lontani dal ritiro di nadal questo è certo…attualmente è molto lontano dalla sua condizione migliore anche se non è detto che la possa recuperare…non credo in tempo per il roland garros,quest’anno potrebbe essere il turno di novak

33
Raul Ramirez (Guest) 16-05-2015 07:41

1 SETTEMBRE 2014….

32
mamo (Guest) 16-05-2015 06:20

Vamosssssssssss…….

31
ALAN MARK (Guest) 16-05-2015 05:59

Scritto da ROGFED
Io sono stanco di ripeterlo…..Dal 1° Settembre non è più lui

Concordo…io lo anticipavo da un anno, e non è il solo…

30
simona (Guest) 16-05-2015 05:27

e Nadal, che pure non è il mio idolo, mi pare ben lungi dal dover raccattare wc. Ne avessimo noi di Nadal… !

29
simona (Guest) 16-05-2015 05:21

Scritto da Goergestuttalavita
Rafa ormai è come la Schiavone. Fra un pò andrà raccattando WC

“la Schiavone” a Parigi giocherà il suo cinquantanovesimo slam CONSECUTIVO (59)..DOVREMMO PORTARLE UN PO’ DI RISPETTO

28
simona (Guest) 16-05-2015 05:12

A me sembra che Nadal abbia appena vinto Madrid. Ha giocato con uno che non molla niente soprattutto perché che di set e di match point non trasformati ne sa qualcosa. Se non ha problemi al ginocchio continuerà a vincere. Non che ne gioisca in particolare visto che per me “Roger prima di tutto”. Il tempo passa anche per Nadal ma non mi sembra il momento di dire che è finito

27
Tweeners (Guest) 16-05-2015 05:02

Scritto da paolin
Wawrinka vince il torneo. Oggi fenomenale e bellissimo da vedere…basta con sta cosa che se uno perde una partita si deve ritirare…nadal ha giocato 6 tornei fino a desso con una vittoria due finali e due semi perdendo con djoko (2) murray fognini (2) e wawrinka….gente che se gioca al massimo può battere chiunque. Quello che voglio dire è che non mi sembra che i risultati siano così malvagi. Non sarà l’alieno di due tre anni fa ma rimane cmq uno degli specialisti del rosso ancora e può sempre tirare fuori il jolly a parigi. Quanto alla carriera giocherà ancora almeno tre anni…state tranquilli..troppi soldi girano intorno a lui!

Sì,ma se non vince i tornei sul rosso figuriamoci quelli sul veloce indoor! Ultimo anno per Rafa o forse molla definitavamente a Madrid 2016 in casa sua….

26
Ben-Hur (Guest) 16-05-2015 03:57

Partita sensazionale di Wawrinka, ma ho visto un Nadal in grande forma atletica ed in miglioramento.
Già così in partite 3 su 5 perde da pochi, quindi a Parigi se non trova Djokovic nel suo quarto lo vedo probabile semifinalista.
Alle semifinali di Parigi mancano 20 giorni, quindi tutto può ancora succedere e Nadal è ancora uno dei favoriti.

25
Alberto Bonimba (Guest) 16-05-2015 02:09

Scritto da massimo
@ LUCA (#1344617)
Tranquillo che a Parigi vincerà ancora è un torneo che fa storia a se e rafa a parigi si trasforma in positivo vedrai che vincerà anche se ora sembra in difficoltà

Sognare ad occhi aperti…..non e’ possibile.

24
Papero 16-05-2015 01:47

Comunque continuo a pensare che rafa vincerà a Parigi. Sperando, ovviamente, in Nole.

23
Observ (Guest) 16-05-2015 01:32

Scritto da ROGFED
Io sono stanco di ripeterlo…..Dal 1° Settembre non è più lui

…..E perché?
Quando i fans di Nadal se ne renderanno conto?

22
paolin (Guest) 16-05-2015 01:17

Wawrinka vince il torneo. Oggi fenomenale e bellissimo da vedere…basta con sta cosa che se uno perde una partita si deve ritirare…nadal ha giocato 6 tornei fino a desso con una vittoria due finali e due semi perdendo con djoko (2) murray fognini (2) e wawrinka….gente che se gioca al massimo può battere chiunque. Quello che voglio dire è che non mi sembra che i risultati siano così malvagi. Non sarà l’alieno di due tre anni fa ma rimane cmq uno degli specialisti del rosso ancora e può sempre tirare fuori il jolly a parigi. Quanto alla carriera giocherà ancora almeno tre anni…state tranquilli..troppi soldi girano intorno a lui!

21
LUCA (Guest) 16-05-2015 01:10

Caro Rogfed è inutile che insinui cose strane.. PERCHÉ NADAL È FINITO A LIVELLO MENTALE. QUELLO CHE È STATO IL SUO PUNTO DI FORZA PER TUTTA LA SUA CARRIERA ORA LO STA ABBANDONANDO. LO DIMOSTRA IL FATTO DELL’ATTEGIAMENTO CHE HA E DEL FATTO INCEVE CHE CORRE ANCORA COME IL FORSENNATO TIRANDO VINCENTI COME LA PARTITA DI STASERA. NELLP SPORT QUANDO LA TESTA TI ABBANDONA È VERAMENTE FINITA

20
ROGFED (Guest) 16-05-2015 00:57

Io sono stanco di ripeterlo…..Dal 1° Settembre non è più lui

19
radar (Guest) 16-05-2015 00:37

Scritto da kas
Dimenticavo, quando Stan gioca così è difficile salvarsi, forse solo un Nole assatanato riesce a tenerlo a bada. Nadal non ha affatto giocato male, nel sesto gioco le ha provate tutte, ma Stanislao gli ha storto la racchetta quattro o cinque volte. Non so cosa dovrà inventarsi Roger domani, spero proprio che lo sappia lui…

Posso sbagliarmi, ma credo che sia la volta buona x Roger a Roma.
Non doveva neanche venirci…e poi…

18
Goergestuttalavita (Guest) 16-05-2015 00:36

Rafa ormai è come la Schiavone. Fra un pò andrà raccattando WC

17
fisherman (Guest) 16-05-2015 00:31

Stan sontuoso dal recupero dei 4 match points a sfavore del primo in poi…nel secondo poi ha dilagato quasi annichilendo Rafa….
per contro il maiorchino conferma di essere indietro rispetto allo standard e dubito riesca a colmare il gap con quelli da battere,Nole in testa,a Parigi..

16
LUCA (Guest) 16-05-2015 00:30

RAGAZZI MA COSA VOLETE IO HO IL MIO PENSIERO CHE È QUESTO OGNUNO È LIBERO DI PENSARE COME VUOLE. A MIO AVVISO LA CARRIERA DI RAFA È TERMINATA PER TANTI MOTIVO CHE NON STO QUI AD ELENCATE ANCHE PERCHÉ SI SANNO BENISSIMO. VOI PENSATE CIÒ CHE VOLETE!

15
geppy (Guest) 16-05-2015 00:29

E’ da quella finale in Australia nel 2014 che non è più lui, da allora è cominciato il suo declino. A parte il Roland Garros dell’anno scorso del vero Nadal si sono perse le tracce.

14
massimo (Guest) 16-05-2015 00:23

@ LUCA (#1344617)

Tranquillo che a Parigi vincerà ancora è un torneo che fa storia a se e rafa a parigi si trasforma in positivo vedrai che vincerà anche se ora sembra in difficoltà

13
radar (Guest) 16-05-2015 00:22

@ LUCA (#1344617)

Rafa al RG non parte favorito, ma io non sarei sorpreso se alla fine lo vincesse.
Partita di stasera decisa dall’esito del tie-break del primo set: bravo Stan a crederci anche da sotto 6/2.

12
TheDude 16-05-2015 00:22

@ LUCA (#1344617)

Ma perché non potete prenderle con calma le cose, dategli tregua, no che si deve ritirare. Si deve ritirare cosa? Lo saprà lui che vuole fare, per quanto ne sappiamo noi magari l’anno prossimo torna numero 1 🙄

11
mah (Guest) 16-05-2015 00:14

@ LUCA (#1344617)

perche’ gridi? sei allo stadio? stiamo discutendo di tennis? un certo contegno sarebbe apprezzato

10
kas (Guest) 16-05-2015 00:10

Dimenticavo, quando Stan gioca così è difficile salvarsi, forse solo un Nole assatanato riesce a tenerlo a bada. Nadal non ha affatto giocato male, nel sesto gioco le ha provate tutte, ma Stanislao gli ha storto la racchetta quattro o cinque volte. Non so cosa dovrà inventarsi Roger domani, spero proprio che lo sappia lui… :mrgreen:

9
LUCA (Guest) 16-05-2015 00:09

FACCIO SOLO UN PICCOLO APPELLO AI VERI TIFOSI DI RAFA….

RAGAZZI NON VI ILLUDETE PERCHÉ RAFA QUEST’ANNO IL ROLAND GARROS NON LO VINCERÀ MAI NON HAI A MIO AVVISO NEMMENO 1% DI POSSIBILITÀ DI VINCERLO, MA SOPRATTUTTO NON VI ILLUDETE IN UNA RIPRESA DI UN GIOCATORE CHE ORAMAI HA COMPLETAMENTE MOLLATO MENTALMENTE, ANZI QUELLA È LA PRIMA COSA AD AVER ABBANDONATO IL NOSTO AMATO BENIAMINO.

BISOGNA ESSERE SINCERE ED OBBIETTIVI NELLA VITA E DIRE LE COSE COME STANNO ANCHE SE FANNO MOLTO MALE, MA È GIUSTO COSÌ!

8
LuchinoVisconti (Guest) 16-05-2015 00:09

A un certo momento ha fatto persino tenerezza! Quando ha esultato sullo smash sbagliato da Stan e si innervosiva dei vincenti avversari non potendo far altro che sperare che andassero fuori mi sembrava un po’ la Errani. :mrgreen:

7
Ktulu 16-05-2015 00:06

Rafa sta dicendo che ha perso perché è stato sfortunato con i net… Scandaloso, sono senza parole, zero rispetto per stan!! Che piccolo uomo, sempre scuse scuse, ora dà la colpa al nastro…

6
kas (Guest) 16-05-2015 00:04

Calma e gesso, io tifo per Roger ma aspettiamo il RG… inoltre sono convinto che se Raffaele saprà gestirsi bene in avvio 2016, senza andare a scorticarsi articolazioni e muscoli sul cemento dopo gli AO, il RG 2016 se lo pappa ancora lui. Salvo accidenti o variabili deprecabili, ovviamente.

5
Ktulu 16-05-2015 00:00

Che immensa goduria, Nadal annientato da un wawrinka monumentale!!

4
LUCA (Guest) 15-05-2015 23:59

E PENSARE CHE IO AL SECONDO TURNO DI MONTECARLO CHE VIDI GIOCARE NADAL DISSI “E FINITO UN GRANDE GIOCATORE, LA SUA CARRIERA È ARRIVATA AL TERMINE” io sinceramente da tifoso di rafa aspetto solo il momento delle dichiarazioni ufficiali che a mio avviso, nel caso in cui rafa non dovesse vincere nessun torneo quest’anno, cose che credo andrà così anche perché non vedo dove possa vincere, a fine anno appenderà le scarpette al chiodo, anche perché indubbiamente non ha senso continuare più la sua gloriosa carriera. Oramai ha 29 entra nei 30 e stesso lui disse non mi vedo in campo fino a 30 anni. Non mi resta che aspettare quel giorno con molto ma molto rammarico a con l’amore nel cuore nei confronti di un giocatore che mi ha fatto amare questo sport e che per me con lui finirà!

ADDIO CAMPIONE!

3
bumbum (Guest) 15-05-2015 23:59

Grande Stan!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

2
Roger Rose (Guest) 15-05-2015 23:57

Non ci credo

1