La situazione aggiornata ATP, Copertina, Entry List

ATP Amburgo: La situazione aggiornata Md e Qualificazioni. Sonego entra nel Md. Berrettini dà forfait nel main Draw. Sinner e Mager nelle quali

18/09/2020 18:30 80 commenti
Fabio Fognini classe 1987, n.12 ATP
Fabio Fognini classe 1987, n.12 ATP

(Clicca per vedere l'entry list)
Hamburg (ATP) Inizio torneo: 21/09/2020 | Ultimo agg.: 18/09/2020 21:47

Main Draw (cut off: 31 - Data entry list: 17/09/20 - Special Exempts: 0/0)

  • 5. Medvedev
  • 6. Tsitsipas
  • 8. Berrettini
  • 9. Monfils
  • 10. Goffin
  • 11. Fognini
  • 12. Bautista Agut
  • 13. Schwartzman
  • 14. Rublev
  • 14. Anderson
  • 17. Shapovalov
  • 18. Garin
  • 20. Auger-Aliassime
  • 21. Isner
  • 22. Paire
  • 23. Lajovic
  • 24. Fritz
  • 25. Carreno Busta
  • 26. de Minaur
  • 27. Basilashvili
  • 28. Evans
  • 29. Hurkacz
  • 31. Nishikori
  •  

Alternates

  • 1. Krajinovic (32)
  • 2. Coric (33)
  • 3. Struff (34)
  • 4. Pella (35)
  • 5. Ruud (36)
  • 6. Mannarino (38)
  • 7. Opelka (39)
  • 8. Ramos-Vinolas (41)
  • 9. Humbert (42)
  • 10. Millman (43)
  • 11. Edmund (44)
  • 12. Sonego (46)
  • 13. Kecmanovic (47)
  • 14. Nishioka (48)*pr
  • 15. Gasquet (50)
  • 16. Bublik (51)
  • 17. Verdasco (52)
  • 18. Andujar (53)
  • 19. Simon (54)
  • 20. Sandgren (55)
  •  

(Clicca per vedere l'entry list)
Hamburg Q (ATP) Inizio torneo: 19/09/2020 | Ultimo agg.: 18/09/2020 21:48

Main Draw (cut off: 47 - Data entry list: 17/09/20 - Special Exempts: 0/0)

  • 16. Khachanov
  • 32. Coric
  • 35. Opelka
  • 36. Pella
  • 37. Ruud
  • 39. Mannarino
  • 41. Ramos-Vinolas
  • 42. Humbert
  • 43. Millman
  • 44. Edmund
  • 45. Querrey
  • 46. Sonego
  • 47. Kecmanovic
  •  
  •  

Alternates

  • 1. Sandgren (48)
  • 2. Nishioka (49)
  • 3. Gasquet (51)
  • 4. Simon (52)
  • 5. Bedene (53)
  • 6. Bublik (54)
  • 7. Verdasco (55)
  • 8. Lopez (57)
  • 9. Paul (58)
  • 10. Cuevas (61)
  • 11. Londero (62)
  • 12. Thompson (63)
  • 13. Berankis (65)
  • 14. Fucsovics (66)
  • 15. Vesely (67)
  • 16. Sousa (68)
  • 17. Herbert (69)
  • 18. Albot (70)
  • 19. Ymer (71)
  • 20. Sinner (74)
  • 21. Delbonis (79)
  • 22. Mager (80)
  • 23. Barrere (93)
  • 24. Giron (96)*pr


TAG: ,

80 commenti. Lasciane uno!

Ranuccio Tomassoni (Guest) 21-09-2020 13:29

@ Steffifan (#2604341)

Se vuoi possiamo anche proseguire ancora un po’ con questa conversazione, tanto mi sa che non diamo veramente fastidio a nessuno.

Nel caso cha capiti a Merano ti consiglio di passare al tennis club Merano, tra il centro e l’ippodromo (BTW all’ippodromo si mangia bene “da Dante” a due passi dal tennis, praticamente dietro ai campi c’è una scorciatoia che porta li), è veramente una bella struttura con un bel campo centrale immerso in un giardino, ed è uno dei più antichi d’Italia. Fondato nel 1884, mi pare il terzo dopo quello di Bordighera che risale al 1878 ed il secondo a Torino del 1880.

Anche se in verità fu ovviamente fondato ancora nell’impero asburgico, quando Merano era meta di ricchi nobili russi ed industriali provenienti dal nord per riprendersi dall’aria cattiva delle città industrializzate. Il treno arrivava a Merano fin da San Pietroburgo, Merano era il balcone dell’impero rivolto al sud, certo non l’unico, anche Riva del Garda e l’adriatico ancora erano asburgiche, ma Merano anche per via del microclima particolare era piena di ville che ancora esistono. Alcune si possono visitare, ad esempio villa Freischütz, la trovi anche su internet e ti consiglio una visita se ti interessa vedere cose anteguerra, prendendo appuntamento si può visitare anche il secondo piano, altrimenti al primo piano c’è una specie di museo.

Il termine Südtirol risale proprio a questo periodo iniziale del turismo, non era un termine ufficiale come non avrebbe senso parlare di nord o sud Corsica, ma veniva scritto sulle cartoline e sulle pubblicità dagli albergatori per richiamare il sole ed il bel tempo, associati con il sud. A livello amministrativo del Tirolo non aveva nessun senso. Il termine Alto Adige invece risale alle guerre napoleoniche.

Il rilievo del Ragnarok (ma ci sono varie interpretazioni sul significato di quel rilievo) a castel Tirolo lo puoi vedere anche sul sito del museo di castel Tirolo, l’indirizzo è

schlosstirol . it

lo si può trovare tra le immagini del portale della cappella.

Interessante anche il museo della sinagoga, la chiesa evangelica, gli affreschi lungo la passeggiata, i giardini di Trautmannsdorf. Un posto particolare dove mangiare è il “Saxifraga Stubn” poco sopra la città, ci si arriva facendo una breve camminata lungo la passeggiata Tappeiner, c’è anche un Saxifraga al centro precisamente al Kurhaus ma è altra cosa. Consigliabile il Merano Wine festival. A Scena (Schenna in tedesco) c’è un bel lido e anche dei bei campi da tennis. A Marlengo un centro tennis di van Der Meer, nella vicina val Passiria uno spa resort che si chiama Quellenhof e che ha anche dei bei campi da tennis. La lista di cose da fare o vedere in zona sarebbe lunga ma mi fermo qui. Va beh, aggiungo che se ti piace il whisky allora forse potresti programmare una visita a Glorenza, che si trova a circa un ora di macchina da Merano. Li si trova l’unica distilleria di whisky single malt italiana (si chiama Puni), ma a Glorenza si è quasi in Svizzera, in un borgo medievale, dove si mangia bene al “Flurin”, hanno anche delle camere.
Va beh basta dai, però si hai ragione conosco abbastanza bene l’area tra Monaco di Baviera e Rovereto e tra il lago di costanza e Salisburgo e la storia di quei posti, perché per buona parte dell’anno sono li, o in Sardegna.

80
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ranuccio Tomassoni (Guest) 21-09-2020 13:27

in tema di Merano e tennis

79
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Steffifan 20-09-2020 14:36

@ Ranuccio Tomassoni (#2604007)

Troppo bella ed affascinante questa conversazione Ranuccio, potrei stare delle ore a leggerti! 🙂
E mi sembra di capire che tu abbia delle conoscenze specifiche molto approfondite dell’area in questione (le mie sono molto più generiche), per cui ho imparato un sacco di cose interessanti!
Mi affascina troppo l’ipotesi di antiche tracce linguistiche etrusche rimaste nei dialetti alto – atesini, di reminiscenze di miti nordici nelle iconografie…quando andrò a Castel Tirolo lo cercherò quel rilievo.
E riaprirò anche qualche libro di filologia germanica impolverato su qualche scaffale della libreria.

E mi piace troppo l’ipotesi dei feroci Avari e Alani come antenati dei pusteresi; questo spiegherebbe il perché Jannik è un tale guerriero! 😀

Sì, forse qualcuno forse si sarà annoiato a leggere le nostre dissertazioni linguistiche…ma come dici, ormai siamo rimasti soli, credo.
Buona domenica!

78
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ranuccio Tomassoni (Guest) 20-09-2020 01:45

@ Steffifan (#2603643)

D’accordo su tutta la linea.

Hai ragione anche sulle tracce linguistiche. Ad esempio in val Venosta c’è una leggera traccia celtica (direi minima), perché nella parte alta fino agli inizi del 1900 si parlava il retoromano, come in parti dell’Engadina/Svizzera orientale.

La zona è stata “germanizzata” su pressioni della chiesa (mi pare a partire dal 1700 circa) per timore che il protestantesimo svizzero (la maggioranza dei retoromani in Svizzera sono protestanti, anche se non tutti) potesse prendere piede anche in altre zone adiacenti. Questo vale anche per parti del Vorarlberg, nella zona più occidentale dell’Austria, dove erano rimaste isole linguistiche retoromane. Bene la lingua retoromana discende dal latino volgare della zona chiamata appunto Raetia. In questo latino volgare sono rimaste tracce della popolazione celtica locale che in alcuni luoghi viveva affianco alla popolazione retica, anticamente di matrice illirica o anche etrusca (ad esempio nell’alfabeto di Bolzano-Sanzeno che mostra chiaramente un influenza etrusca, solo che con la discesa dei celti nella pianura padana il contatto diretto tra popolazioni alpine ed estruschi era ostacolato), non si sa per certo e ci sono contrasti su questo. Nella zona dolomitica dove si parla il ladino, che anche esso è un discendente del latino volgare non ci sono queste tracce celtiche.
Un altra teoria fantasiosa che forse potrebbe interessarti è che il dialetto della val Sarentino che è abbastanza particolare possa conservare tracce del gotico del periodo di Teodorico (quello di Ravenna) perché alcuni goti alla fine della dominazione si sarebbero rifugiati in questa valle a nord di Bolzano sul finire della guerra mossa dall’impero romano d’oriente ai goti. La ritengo una cosa abbastanza improbabile, ma qualche minimo fondo di verità forse c’è.
Invece è veritiero che gran parte dell’arco alpino meridionale è stato popolato (la densità di popolazione nelle valli alpine in antichità era molto bassa e dopo la fine dell’impero probabilmente era scesa ulteriormente) da germani venuti dal sud, ovvero Longobardi ed affini, una strana germanizzazione proveniente dall’odierna Italia del territorio alpino originariamente retoromano. Ci sono però eccezioni, dove anche a sud del Brennero il popolamento delle valli alpine è avvenuto con popolazioni porvenienti dall’odierna Baviera e Boemia (fino a Merano però pare prevalere l’origine longobarda), ed in Val Pusteria la popolazione proveniva in parte dall’est, Avari o Alani mi pare. Non ricordo ma effettivamente si nota una differenza. La val Venosta era sotto influsso dei franchi. Addirittura il nome Tirolo potrebbe derivare da una combinazione di Tyr e Odal (come la runa), ovvero “terra di Tyr” il corrispondente germanico a Marte, appunto per una radice gotica. Ma francamente pare improbabile, visto che anche i goti erano cristiani ormai, è più probabile che nella radice ci sia la parola terra in forma di latino volgare. Però su di un portone a castel Tirolo (sopra Merano) c’e un rilievo che pare raffigurare una scena del Ragnarok, con il lupo Fenrir della mitologia norrena che divora Odino. A Try talvolta raffigurato come aquila rossa (appunto il simbolo del Tirolo) gli morsica una mano. Ancora più vaga sembra una discendenza collegata al Tirreno, etruschi, Tiro in Libano …very far fetched

Spero di non aver infastidito nessuno con questa digressione grafomane, ma mi pare che qui ormai siamo rimasti solo noi due a commentare, quindi non ci dovrebbero essere problemi.

77
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Steffifan
Isla de incanta (Guest) 19-09-2020 17:46

Jannik parla un italiano sicuramente migliore di tanti nostri parlamentari e di tanti altri italiani di altre regioni!

76
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Steffifan 19-09-2020 17:27

@ Ranuccio Tomassoni (#2603606)

Sì, Matteo da quando sta con Ajla è migliorato tanto anche nella pronuncia (ha addirittura quasi perso quella modo un pò strascicato che hanno i romani che parlano inglese).
Jannik fidanzato con un’italiana…non lo so, io lo vedo più con una ragazza straniera, ma staremo a vedere! 😉

Sul fatto che il dialetto tirolese sia una vera e propria lingua non c’è dubbio.
Una lingua che anche grazie all’isolamento delle montagne ha conservato tracce linguistiche di tanti popoli che nel corso della storia hanno attraversato quei valichi (ricordo da vecchi studi tanti vocaboli che avevano radici di origine celtica).
Immagino esista anche una tradizione letteraria in lingua tirolese, magari non vastissima.

Sulle nostre classifiche linguistiche hai ragione; molto dipende dai parametri che si applicano nella valutazione, e probabilmente alla fine l’elemento più importante nel caso di Jannik è come dici la scioltezza nell’espressione parlata.

E immagino sarai d’accordo con me sul fatto che il nostro giocatore col peggior inglese parlato sia Fognini (e pure con l’inglese scritto ogni tanto sui social qualche sfondone lo fa)! 😀

75
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Steffifan 19-09-2020 16:50

Scritto da Giulio Napoli
@ Steffifan (#2602404)
Fai bene, è un’ottimo libro

Scusa se te lo faccio notare, ma quando si termina una frase scritta si mette il punto. 😉

74
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ranuccio Tomassoni (Guest) 19-09-2020 16:48

@ Steffifan (#2603229)

Si è vera questa cosa del “nothing”, non è molto grave però, lo dice spesso Fognini. Ottimo l’inglese di Berrettini, beh ora che sta con Ajla Tomljanovic è anche normale che sia così.

Musetti invece ha studiato, bravo! Il suo inglese è un po’ scolastico ma buono e migliorerà molto perché poggia su basi scolastiche relativamente solide. L’anno scorso non parlava così bene.

Non la ricordo bene l’intervista con Stach, sono due video e sono passati mesi da quando l’ho ascoltata, ma mi pare che tu abbia ragione, ad un certo punto parlano del cappellino, se ricordo bene.

Hai sicuramente ragione sul fatto che Sinner in italiano errori di grammatica del tipo che hai descritto, continuerà a farli ancora per parecchio tempo. Questo potrebbe cambiare solo se si mette con una ragazza italiana, o se diventa talmente forte che il suo management gli mette un coach linguistico che lo corregge continuamente.

Generalmente in Germania però l’inglese non è un gran che, anche tra i giovani. Ovvero dipende, i giovani che viaggiano ovviamente lo parlano bene, ma per gli altri non è come nei paesi piccoli dove le serie tv ed i film non vengono doppiati, quindi Scandinavia, Grecia etc.

Rispetto a questi piccoli paesi la situazione in Germania è più simile a quella italiana e francese, anche se naturalmente per la maggiore vicinanza linguistica tra inglese e tedesco un po’ di inglese lo masticano quasi tutti, anche se spesso con accenti molto forti e poco gradevoli e manca gran parte del vocabolario inglese che è di derivazione francese o latina anche se non la totalità perché anche in tedesco ci sono parole con etimologia di quel tipo, solo che in inglese sono molte di più, quasi la metà del totale anche se non tutte in uso continuo. In certe situazioni non è poi tanto migliore a quella italiana, con questo ovviamente non voglio dire che in Italia c’è più gente che sa parlare l’inglese, far from it… semplicemente vorrei rimarcare la grande differenza in capacità linguistiche nell’inglese tra Germania e Scandinavia, Olanda ed alcuni paesi slavi.

Se proprio vuoi la mia classifica sulle capacità linguistiche di Sinner eccotela, in base alla sua facilità di espressione che secondo me è quello che conta

1 dialetto tirolese della val Pusteria
2 inglese
3 Italiano
4 tedesco standard (Hochdeutsch)

La differenza che passa tra dialetto tirolese e tedesco standard è più o meno come tra tedesco ed olandese, o quella che un italiano che non parla il portoghese può notare tra italiano e portoghese. Si può fare lo stesso ragionamento per italiano/spagnolo forse pure italiano/rumeno, quindi maggiore di quello che passa tra italiano e catalano, la differenza è notevole dunque, se ci fosse una letteratura consistente o uno stato bavarese o tirolese, al giorno d’oggi sarebbero considerate due lingue.
Giusto per far capire che non si tratta di due o tre parole che suonano strane all’interno di una frase, cambia proprio tutto, compresa la sintassi, rimangono solo le radici delle parole.

Se invece vogliamo vedere quel che uscirebbe fuori da un esame dopo un breve periodo di studio potresti anche avere quasi ragione tu. Dipende un po’ dal tipo di esame orale o scritto e dalla difficoltà di questo. A seconda delle variabili l’ordine sarebbe
1 dialetto tirolese (ma qui esami scritti non se ne possono fare)
2 tedesco standard (ma più o meno ex aequo con l’italiano, perché se in italiano ha problemi di grammatica, invece in tedesco probabilmente è rimasto fermo alla prima media come ortografia e resto del bagaglio linguistico formale)
3 Italiano
4 inglese, ma in una situazione gioviale l’inglese sale al secondo posto a pari merito con l’italiano, è solo quando deve stare molto attento a cosa dire che il suo inglese diventa un po’ meno fluido, quindi interviste formali o conferenze stampa.

73
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Steffifan 19-09-2020 14:01

Scritto da Ranuccio Tomassoni

Scritto da Steffifan
Essendo la linguistica la mia materia (quella germanica in particolare), provo a fare un pò di chiarezza sull’argomento.
La lingua madre di Jannik è il dialetto della Val Pusteria, che è uno dei molteplici dialetti delle valli altoatesine, ognuno con le sue varianti specifiche.
Quella è la lingua che ha parlato fin dall’infanzia, in famiglia, con gli amichetti, coi paesani, ecc… (io che parlo un’ottimo tedesco, ho sentito un paio di interviste di Jannik in dialetto al TG Alto Adige ed ho capito a fatica un 50%).
Ha raccontato in un intervista di aver frequentato elementari e medie alla scuola tedesca, opzione preferita dalle famiglie germanofone della regione (per i parlanti italiano c’è la scuola italiana).
Lì Jannik ha imparato il tedesco “standard”, che ovviamente parla benissimo essendo la lingua-radice del suo dialetto, ma comunque non è la sua madrelingua. In questa scuola l’italiano era insegnato come lingua “secondaria” diciamo così, e immagino che a parte le ore di lezione Jannik lo parlasse poco e niente fuori da scuola, e sicuramente non in modo fluente.
Poi la superiori (mi pare fosse ragioneria, che non ha ancora finito) le ha fatte alla scuola italiana, più o meno in concomitanza con l’arrivo a Bordighera.
Lì all’inizio, per stessa ammissione sua e di Piatti, ha avuto un pò di problemi a parlare italiano, ma facendo “full immersion” è ovviamente migliorato moltissimo.
Adesso credo parli un’ottimo italiano, il discorso è abbastanza sciolto ed ha un discreto vocabolario, ma ancora si sentono alcuni calchi linguistici dal pusterese/tedesco (tipo quando dice: “con” tredici anni sono andato a Bordighera e non “a” tredici anni, perché traduce in italiano la preposizione tedesca).
E ogni tanto si sente qualche divertente inflessione ligure!
A questo punto, alla fatidica domanda: ma Jannik è italiano o no? io risponderei che:
– linguisticamente sicuramente non lo è d’appartenenza;
– culturalmente direi che oggi si mescolano la componente germanico/tirolese d’origine e quella italiana “d’elezione”, dal momento che ha scelto fin da piccolo di crescere ed allenarsi nella italianissima Bordighera, (dove però allo stesso tempo circolano persone di ogni parte del mondo, motivo per cui Jannik parla anche un inglese molto buono).
In conclusione, io credo che quando lui dice di sentirsi italiano sia sincero. Perché è stata una sua scelta, e una parte significativa del suo percorso di vita. Avrebbe potuto allenarsi in Austria, ma non lo ha fatto.
Dopodiché mi sembra ormai evidente che il ragazzo abbia già una dimensione internazionale notevole (e non parlo solo di popolarità, ma soprattutto di mentalità), per cui nel suo caso “cittadino del mondo” potrebbe essere forse la risposta definitiva!

@ Steffifan (#2601500)
Bravo!
Praticamente tutto quel che hai scritto è corretto.
L’unica cosa che non è precisissima è che il tedesco standard (hochdeutsch) non lo parla proprio benissimo.
Cerco di essere più preciso, lo capisce benissimo, perché oltre alla scuola -dove in Alto Adige ancora si parla tedesco standard (alle scuole tedesche, alle scuole italiane ovviamente si parla italiano e non di rado con dizione corretta, Lilli Gruber ad esempio che è Altoatesina parla in dizione corretta, ovvero l’italiano della vecchia rai, con vocali toniche esatte), mentre in Austria parlano spesso in dialetto anche a scuola e in alcune situazioni persino all’università- conta tantissimo che fino a 13 anni tutti i media che ha consumato: tv, radio, audio libri erano in tedesco standard.
Questo perché in Alto Adige vengono trasmesse in chiaro le TV pubbliche di Germania (ZDF, ARD, BR, 3sat, ARTE), Austria ORF e Svizzera (SRF & RSI), un fattore che probabilmente ha influito anche nella scelta del padre di portarlo a giocare a tennis, perché sono più di 20 anni che si vedono tutti gli slam in chiaro su più canali.
Il tedesco standard lo sa parlare ed anche senza grossi problemi, lo puoi sentire in una serie di due interviste fatte al torneo di Vienna da Matthias Stach (commentatore di Eurosport Germania) “Stachi trifft”
Die Anfänge von Jannik Sinner | Stachi trifft | myTennis
ed anche l’altra puntata
Jannik Sinner Privat | Stachi trifft | myTennis
Le trovi su youtube (sempre su YouTube ti consiglio anche la puntata dove per 10 minuti Federer spiega a Matthias Stach ogni minimo dettaglio della sua racchetta ed incordatura, Roger Federer about his Rackets | Stachi meets | myTennis).
Ma pur sapendo parlare il tedesco standard sono orami più di 5 anni che non lo parla praticamente mai, e quindi non si sente a suo agio.
Nelle interviste (anche in Austria) se può preferisce parlare in dialetto.
Il problema è che il suo dialetto è molto stretto, mentre normalmente anche parlando in dialetto le persone cercano di parlare in un modo moderato con un “dialetto annacquato”, per farsi capire abbastanza bene anche da chi parla un altro dialetto, o da chi non è continuamente a contatto con molti dialetti e quindi non ha problemi.
In Alto Adige ci sono almeno una dozzina di dialetti ancora vivi e almeno sei tipi di dialetto differenti, alcuni dei quali non sono perfettamente “intercomunicanti”, ad esempio una persona dell’alta val Pusteria come Sinner se deve parlare con uno dell’alta val Venosta (o anche della val Venosta centrale come Marion Viertler), potrebbe avere problemi le prime volte, poi dopo un po’ di tempo si tende a passare ad una forma di dialetto più neutrale, specie se si vive entrambi in città (Bolzano o Merano), col tempo si capisce anche il significato delle parole specifiche di un dialetto se uno le utilizza ancora, ma questo ormai è il caso solo per gente anziana, o per chi da tempo non vive più in zona, un po’ il caso di Sinner.
Il suo inglese ha una base e pronuncia già buona (anche Musetti), con il tempo penso sarà ottimo, dicamo tra 3 o 4 anni già.
Questo in parte è dovuto al fatto che l’inglese è un misto tra una lingua germanica (tipo le lingue frisoni che ancora esistono al confine tra Germania e Paesi Bassi) e una lingua romanza (il francese portato dai normanni conquistatori mille anni fa) con susseguente (e in parte minore anche precedente) influenza del Latino e del greco.
In pratica per ogni cosa c’è una parola di origine latina ed una di origine germanica, solo per le cose più quotidiane e le parole che fanno da collante all’interno della frase prevale l’origine germanica.
Questo spiega perché tanti giovani in Alto Adige parlano bene l’inglese, non è perché a scuola fanno un ottimo lavoro, sono semplicemente facilitati dalla base bilingue (e dall’essere circondati da media inglesi da quando esiste internet che per loro linguisticamente esodo facilmente accessibili sfruttando le loro conoscenze delle due lingue base che compongono l’inglese), e in specialmodo chi cresce a stretto contatto con le due lingue tedesco ed italiano, un po’ è anche il caso di Sinner da quando si è trasferito in Liguria.
I ragazzi che invece crescono solo con una delle due lingue non sono così avvantaggiati nel parlare l’inglese.
Ovviamente questo non significa che senza studiare possano parlare un inglese senza alcun errore, anzi spesso succede che di alcuni errori non hanno proprio la consapevolezza, ma parlano la lingua senza difficoltà, in modo naturale.
Ora come ora Sinner parla più facilmente in inglese che in tedesco standard, parla l’inglese con una facilità quasi simile alla quale parla il dialetto della val Pusteria.
Dopo queste due lingue viene l’italiano, perché è la lingua che utilizza più frequentemente e dalla quale è circondato permanentemente.
Per ultimo viene il tedesco standard, ma volendo (e gli converrà farlo appena vince qualcosa di serio, per massimizzare gli introiti da parte di sponsor) nel giro di pochi mesi potrà parlare in modo sciolto anche in tedesco standard.
Per Federer vale un discorso simile, anche lui normalmente non parlerebbe quasi mai in tedesco standard, ma nel suo ruolo si è abituato a parlarlo spesso e lo parla molto bene, con una inflessione svizzera molto piccola, cosa che non è normale perché anche molti politici o imprenditori svizzeri hanno un fortissimo accento svizzero.

Grazie Ranuccio per il tuo interessantissimo commento che mi ha dato ulteriori spunti di riflessione!
L’intervista di Stach che citi credo di averla sentita (è quella in cui alla fine gli chiede perché porta sempre il cappellino in campo, giusto)?
Il suo tedesco era pulito, corretto, “neutro” direi, nel senso che utilizza verbi e strutture frasali abbastanza generiche e semplificate rispetto al discorso che sta facendo, (più simili a come potrei fare io da italiana non madrelingua parlante tedesco); alcune aveva delle brevi esitazioni, come chi deve pensarci su un secondo per cercare il termine (e questo potrebbe essere come dici tu per il fatto che non ha parlato molto tedesco ultimamente, o perché stava facendo un’intervista e giustamente era preoccupato di esprimersi correttamente).

Però, differentemente da te, continuo a pensare che per ora il suo tedesco sia migliore dell’italiano.
Mi spiego; il suo italiano può sembrare più fluido all’ascolto perché lo ha praticato sicuramente di più negli ultimi anni, ma è molto più povero in grammatica e in sintassi, per il semplice fatto che lo ha approfondito meno a livello di studio scolastico, secondo me.
Tanti calchi dal tedesco, errori di genere (tipo una volta che l’ho sentito dire una cosa tipo: i “miei” emozioni non li esprimo, ma sono molto “forti”), per dire… 😀
E temo che queste lacune non le colmerà mai del tutto, ma potrà correggersi parecchio con la pratica e ascoltando.

L’inglese come avevo già scritto è buono, come succede in genere a tutti i giovani europei dell’area germanico/scandinava, per i motivi che hai molto ben descritto, ma comunque per ora ancora un gradino al di sotto dell’italiano, per fluidità e vocabolario.

Per cui secondo me, la classifica delle sue lingue migliori al momento è;
– dialetto pusterese
– tedesco
– italiano
– inglese
Attendo obiezioni, ovviamente! 🙂

Rispetto all’inglese di Musetti, l’ho sentito anche io ieri nell’intervista post-match e sono rimasta piacevolmente sorpresa dal livello discreto – buono di Lorenzo!
Però mi veniva da ridere quando all’inizio della frase gli è capitato un paio di volte di dire: “Nothing…”, come il nostro modo colloquiale: “Niente…volevo dire…”, che però in inglese non ha alcun senso, perché è tradotto pari pari dall’italiano! 😀 (e pure Berrettini lo dice spesso).

72
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ranuccio Tomassoni (Guest) 19-09-2020 10:59

Scritto da Steffifan
Essendo la linguistica la mia materia (quella germanica in particolare), provo a fare un pò di chiarezza sull’argomento.
La lingua madre di Jannik è il dialetto della Val Pusteria, che è uno dei molteplici dialetti delle valli altoatesine, ognuno con le sue varianti specifiche.
Quella è la lingua che ha parlato fin dall’infanzia, in famiglia, con gli amichetti, coi paesani, ecc… (io che parlo un’ottimo tedesco, ho sentito un paio di interviste di Jannik in dialetto al TG Alto Adige ed ho capito a fatica un 50%).
Ha raccontato in un intervista di aver frequentato elementari e medie alla scuola tedesca, opzione preferita dalle famiglie germanofone della regione (per i parlanti italiano c’è la scuola italiana).
Lì Jannik ha imparato il tedesco “standard”, che ovviamente parla benissimo essendo la lingua-radice del suo dialetto, ma comunque non è la sua madrelingua. In questa scuola l’italiano era insegnato come lingua “secondaria” diciamo così, e immagino che a parte le ore di lezione Jannik lo parlasse poco e niente fuori da scuola, e sicuramente non in modo fluente.
Poi la superiori (mi pare fosse ragioneria, che non ha ancora finito) le ha fatte alla scuola italiana, più o meno in concomitanza con l’arrivo a Bordighera.
Lì all’inizio, per stessa ammissione sua e di Piatti, ha avuto un pò di problemi a parlare italiano, ma facendo “full immersion” è ovviamente migliorato moltissimo.
Adesso credo parli un’ottimo italiano, il discorso è abbastanza sciolto ed ha un discreto vocabolario, ma ancora si sentono alcuni calchi linguistici dal pusterese/tedesco (tipo quando dice: “con” tredici anni sono andato a Bordighera e non “a” tredici anni, perché traduce in italiano la preposizione tedesca).
E ogni tanto si sente qualche divertente inflessione ligure!
A questo punto, alla fatidica domanda: ma Jannik è italiano o no? io risponderei che:
– linguisticamente sicuramente non lo è d’appartenenza;
– culturalmente direi che oggi si mescolano la componente germanico/tirolese d’origine e quella italiana “d’elezione”, dal momento che ha scelto fin da piccolo di crescere ed allenarsi nella italianissima Bordighera, (dove però allo stesso tempo circolano persone di ogni parte del mondo, motivo per cui Jannik parla anche un inglese molto buono).
In conclusione, io credo che quando lui dice di sentirsi italiano sia sincero. Perché è stata una sua scelta, e una parte significativa del suo percorso di vita. Avrebbe potuto allenarsi in Austria, ma non lo ha fatto.
Dopodiché mi sembra ormai evidente che il ragazzo abbia già una dimensione internazionale notevole (e non parlo solo di popolarità, ma soprattutto di mentalità), per cui nel suo caso “cittadino del mondo” potrebbe essere forse la risposta definitiva!

@ Steffifan (#2601500)

Bravo!
Praticamente tutto quel che hai scritto è corretto.
L’unica cosa che non è precisissima è che il tedesco standard (hochdeutsch) non lo parla proprio benissimo.
Cerco di essere più preciso, lo capisce benissimo, perché oltre alla scuola -dove in Alto Adige ancora si parla tedesco standard (alle scuole tedesche, alle scuole italiane ovviamente si parla italiano e non di rado con dizione corretta, Lilli Gruber ad esempio che è Altoatesina parla in dizione corretta, ovvero l’italiano della vecchia rai, con vocali toniche esatte), mentre in Austria parlano spesso in dialetto anche a scuola e in alcune situazioni persino all’università- conta tantissimo che fino a 13 anni tutti i media che ha consumato: tv, radio, audio libri erano in tedesco standard.

Questo perché in Alto Adige vengono trasmesse in chiaro le TV pubbliche di Germania (ZDF, ARD, BR, 3sat, ARTE), Austria ORF e Svizzera (SRF & RSI), un fattore che probabilmente ha influito anche nella scelta del padre di portarlo a giocare a tennis, perché sono più di 20 anni che si vedono tutti gli slam in chiaro su più canali.

Il tedesco standard lo sa parlare ed anche senza grossi problemi, lo puoi sentire in una serie di due interviste fatte al torneo di Vienna da Matthias Stach (commentatore di Eurosport Germania) “Stachi trifft”

Die Anfänge von Jannik Sinner | Stachi trifft | myTennis
ed anche l’altra puntata
Jannik Sinner Privat | Stachi trifft | myTennis

Le trovi su youtube (sempre su YouTube ti consiglio anche la puntata dove per 10 minuti Federer spiega a Matthias Stach ogni minimo dettaglio della sua racchetta ed incordatura, Roger Federer about his Rackets | Stachi meets | myTennis).

Ma pur sapendo parlare il tedesco standard sono orami più di 5 anni che non lo parla praticamente mai, e quindi non si sente a suo agio.
Nelle interviste (anche in Austria) se può preferisce parlare in dialetto.

Il problema è che il suo dialetto è molto stretto, mentre normalmente anche parlando in dialetto le persone cercano di parlare in un modo moderato con un “dialetto annacquato”, per farsi capire abbastanza bene anche da chi parla un altro dialetto, o da chi non è continuamente a contatto con molti dialetti e quindi non ha problemi.

In Alto Adige ci sono almeno una dozzina di dialetti ancora vivi e almeno sei tipi di dialetto differenti, alcuni dei quali non sono perfettamente “intercomunicanti”, ad esempio una persona dell’alta val Pusteria come Sinner se deve parlare con uno dell’alta val Venosta (o anche della val Venosta centrale come Marion Viertler), potrebbe avere problemi le prime volte, poi dopo un po’ di tempo si tende a passare ad una forma di dialetto più neutrale, specie se si vive entrambi in città (Bolzano o Merano), col tempo si capisce anche il significato delle parole specifiche di un dialetto se uno le utilizza ancora, ma questo ormai è il caso solo per gente anziana, o per chi da tempo non vive più in zona, un po’ il caso di Sinner.

Il suo inglese ha una base e pronuncia già buona (anche Musetti), con il tempo penso sarà ottimo, dicamo tra 3 o 4 anni già.
Questo in parte è dovuto al fatto che l’inglese è un misto tra una lingua germanica (tipo le lingue frisoni che ancora esistono al confine tra Germania e Paesi Bassi) e una lingua romanza (il francese portato dai normanni conquistatori mille anni fa) con susseguente (e in parte minore anche precedente) influenza del Latino e del greco.
In pratica per ogni cosa c’è una parola di origine latina ed una di origine germanica, solo per le cose più quotidiane e le parole che fanno da collante all’interno della frase prevale l’origine germanica.
Questo spiega perché tanti giovani in Alto Adige parlano bene l’inglese, non è perché a scuola fanno un ottimo lavoro, sono semplicemente facilitati dalla base bilingue (e dall’essere circondati da media inglesi da quando esiste internet che per loro linguisticamente esodo facilmente accessibili sfruttando le loro conoscenze delle due lingue base che compongono l’inglese), e in specialmodo chi cresce a stretto contatto con le due lingue tedesco ed italiano, un po’ è anche il caso di Sinner da quando si è trasferito in Liguria.
I ragazzi che invece crescono solo con una delle due lingue non sono così avvantaggiati nel parlare l’inglese.
Ovviamente questo non significa che senza studiare possano parlare un inglese senza alcun errore, anzi spesso succede che di alcuni errori non hanno proprio la consapevolezza, ma parlano la lingua senza difficoltà, in modo naturale.
Ora come ora Sinner parla più facilmente in inglese che in tedesco standard, parla l’inglese con una facilità quasi simile alla quale parla il dialetto della val Pusteria.
Dopo queste due lingue viene l’italiano, perché è la lingua che utilizza più frequentemente e dalla quale è circondato permanentemente.
Per ultimo viene il tedesco standard, ma volendo (e gli converrà farlo appena vince qualcosa di serio, per massimizzare gli introiti da parte di sponsor) nel giro di pochi mesi potrà parlare in modo sciolto anche in tedesco standard.
Per Federer vale un discorso simile, anche lui normalmente non parlerebbe quasi mai in tedesco standard, ma nel suo ruolo si è abituato a parlarlo spesso e lo parla molto bene, con una inflessione svizzera molto piccola, cosa che non è normale perché anche molti politici o imprenditori svizzeri hanno un fortissimo accento svizzero.

71
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Steffifan
Giulio Napoli 19-09-2020 01:48

@ Steffifan (#2602404)

Fai bene, è un’ottimo libro

70
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Goffry (Guest) 18-09-2020 23:54

Che affermazione è che il Giappone è il paese più razzista al mondo. Chi afferma questo certamente lo è e credo che questi commenti non dovrebbero essere accettati

69
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
V.D. 18-09-2020 20:58

Scritto da Steffifan
Essendo la linguistica la mia materia (quella germanica in particolare), provo a fare un pò di chiarezza sull’argomento.
La lingua madre di Jannik è il dialetto della Val Pusteria, che è uno dei molteplici dialetti delle valli altoatesine, ognuno con le sue varianti specifiche.
Quella è la lingua che ha parlato fin dall’infanzia, in famiglia, con gli amichetti, coi paesani, ecc… (io che parlo un’ottimo tedesco, ho sentito un paio di interviste di Jannik in dialetto al TG Alto Adige ed ho capito a fatica un 50%).
Ha raccontato in un intervista di aver frequentato elementari e medie alla scuola tedesca, opzione preferita dalle famiglie germanofone della regione (per i parlanti italiano c’è la scuola italiana).
Lì Jannik ha imparato il tedesco “standard”, che ovviamente parla benissimo essendo la lingua-radice del suo dialetto, ma comunque non è la sua madrelingua. In questa scuola l’italiano era insegnato come lingua “secondaria” diciamo così, e immagino che a parte le ore di lezione Jannik lo parlasse poco e niente fuori da scuola, e sicuramente non in modo fluente.
Poi la superiori (mi pare fosse ragioneria, che non ha ancora finito) le ha fatte alla scuola italiana, più o meno in concomitanza con l’arrivo a Bordighera.
Lì all’inizio, per stessa ammissione sua e di Piatti, ha avuto un pò di problemi a parlare italiano, ma facendo “full immersion” è ovviamente migliorato moltissimo.
Adesso credo parli un’ottimo italiano, il discorso è abbastanza sciolto ed ha un discreto vocabolario, ma ancora si sentono alcuni calchi linguistici dal pusterese/tedesco (tipo quando dice: “con” tredici anni sono andato a Bordighera e non “a” tredici anni, perché traduce in italiano la preposizione tedesca).
E ogni tanto si sente qualche divertente inflessione ligure!
A questo punto, alla fatidica domanda: ma Jannik è italiano o no? io risponderei che:
– linguisticamente sicuramente non lo è d’appartenenza;
– culturalmente direi che oggi si mescolano la componente germanico/tirolese d’origine e quella italiana “d’elezione”, dal momento che ha scelto fin da piccolo di crescere ed allenarsi nella italianissima Bordighera, (dove però allo stesso tempo circolano persone di ogni parte del mondo, motivo per cui Jannik parla anche un inglese molto buono).
In conclusione, io credo che quando lui dice di sentirsi italiano sia sincero. Perché è stata una sua scelta, e una parte significativa del suo percorso di vita. Avrebbe potuto allenarsi in Austria, ma non lo ha fatto.
Dopodiché mi sembra ormai evidente che il ragazzo abbia già una dimensione internazionale notevole (e non parlo solo di popolarità, ma soprattutto di mentalità), per cui nel suo caso “cittadino del mondo” potrebbe essere forse la risposta definitiva!

Lo leggo stasera se non riesco a prendere sonno che domani mi sveglio presto

68
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: CippyXVII
-1: Stefanosepsin
lesser (Guest) 18-09-2020 20:30

sonego e fognini devono fare di più qui,ora su terra devono far vedere che sono ben rientrati dopo questo stop,certo fabio dopo operazioni varie????comunque non ha perso male a roma.sonego lo vedo un po’ impacciato da quando ha vinto il campionato italiano m’aspettavo di più.

67
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Effeddielle (Guest) 18-09-2020 20:22

Entrati due alternate..evidentemente anche Caruso nn se la sentiva..forse dopo 6 mesi di inattività devono andarci piano e nn fare tornei tutte le settimane..altrimenti sono scelte un po’ strane, sempre al netto di condizione fisica.
WC a Hanfmann e Kachanov

66
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
luchador 18-09-2020 19:41

Scritto da Antonio

Scritto da gene61
trovo la polemica sulla presunta “italianità” di Sinner una cosa molto sciocca e anacronistica!
Nessuno mette in discussione la nazionalità di tantissimi atleti Francesi, Inglesi, Tedeschi, Svedesi … che invece sono nati in altri paesi.
Zverev è tedesco, Ymer è svedese, Shapovalov è canadese come Aliassime, Raonic e Pospisil, Wawrinka è svizzero, Alexei Popyrin è australiano come Kyrgios, Dennis Novak è austriaco, Alejandro Davidovich Fokina è spagnolo…
Sinner fino a prova contraria è  nato in una regione ITALIANA e continua a dichiarare di essere ITALIANO!
Quindi penso sia ora di piantarla

ma piantala tu la vicenda di Naomi Osaka non ti ha insegnato niente? non esistono confini e nazionalità tifalo perché ti piace come gioca e stop

Il caso Osaka è molto particolare.
Il Giappone è il Paese in assoluto più razzista al mondo. Quindi non fa testo. Poi il fatto che Naomi parli poco il giapponese non aiuta ( lo capisce ma non lo parla in modo fluido. Anche in Giappone nelle interviste ascolta le domande in giapponese e risponde in inglese ).

I Paesi citati da gene nel suo post sono culturalmente più aperti. E quindi si. Zverev é tedesco, Aliassime&Shapovalov&Andreescu canadesi e via dicendo.
Di Jannik poi nemmeno si discute. Italiano nato in italia da genitori italiani. Ma di cosa stiamo a parlare?

65
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Effeddielle (Guest) 18-09-2020 19:14

Nn capisco xchè mager si è cancellato (a meno di infortuni)..posso capire sinner e travaglia che si sono cancellati perché hanno giocato entrambi oggi, ma lui era in lista alternate con buone chances..queste partite con giocatori a cui lui nn era abituato gli possono servire x tarare il livello in vista anche del RG..cioè se nn le gioca lui ste quali che la stagione sul rosso dura poco ed è dove si esprime al meglio, chi le deve giocare?

64
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Becuzzi_style (Guest) 18-09-2020 18:53

Peccato per Mager…evidentemente si sente stanco in questo periodo

63
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Cri72 (Guest) 18-09-2020 18:39

Eh mager avrebbe bisogno di giocare scelte illogiche

62
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Keope77 (Guest) 18-09-2020 18:39

Nelle quali Caruso fuori di 2 e Cecchinato di 5

61
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
gene61 18-09-2020 18:37

Scritto da Antonio

Scritto da gene61
trovo la polemica sulla presunta “italianità” di Sinner una cosa molto sciocca e anacronistica!
Nessuno mette in discussione la nazionalità di tantissimi atleti Francesi, Inglesi, Tedeschi, Svedesi … che invece sono nati in altri paesi.
Zverev è tedesco, Ymer è svedese, Shapovalov è canadese come Aliassime, Raonic e Pospisil, Wawrinka è svizzero, Alexei Popyrin è australiano come Kyrgios, Dennis Novak è austriaco, Alejandro Davidovich Fokina è spagnolo…
Sinner fino a prova contraria è  nato in una regione ITALIANA e continua a dichiarare di essere ITALIANO!
Quindi penso sia ora di piantarla

ma piantala tu la vicenda di Naomi Osaka non ti ha insegnato niente? non esistono confini e nazionalità tifalo perché ti piace come gioca e stop

Antonio tu fatti c…i tuoi e tifa chi preferisci e non dire a me cosa fare
Grazie

60
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Mario C. 18-09-2020 18:22

Sonego è entrato in MD

59
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Goffry (Guest) 18-09-2020 17:18

@ Steffifan (#2602404)

Cre

58
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Steffifan 18-09-2020 17:02

Scritto da Giulio Napoli
@ Steffifan (#2601500</

Scritto da Steffifan
Essendo la linguistica la mia materia (quella germanica in particolare), provo a fare un pò di chiarezza sull’argomento.
La lingua madre di Jannik è il dialetto della Val Pusteria, che è uno dei molteplici dialetti delle valli altoatesine, ognuno con le sue varianti specifiche.
Quella è la lingua che ha parlato fin dall’infanzia, in famiglia, con gli amichetti, coi paesani, ecc… (io che parlo un’ottimo tedesco, ho sentito un paio di interviste di Jannik in dialetto al TG Alto Adige ed ho capito a fatica un 50%).
Ha raccontato in un intervista di aver frequentato elementari e medie alla scuola tedesca, opzione preferita dalle famiglie germanofone della regione (per i parlanti italiano c’è la scuola italiana).
Lì Jannik ha imparato il tedesco “standard”, che ovviamente parla benissimo essendo la lingua-radice del suo dialetto, ma comunque non è la sua madrelingua. In questa scuola l’italiano era insegnato come lingua “secondaria” diciamo così, e immagino che a parte le ore di lezione Jannik lo parlasse poco e niente fuori da scuola, e sicuramente non in modo fluente.
Poi la superiori (mi pare fosse ragioneria, che non ha ancora finito) le ha fatte alla scuola italiana, più o meno in concomitanza con l’arrivo a Bordighera.
Lì all’inizio, per stessa ammissione sua e di Piatti, ha avuto un pò di problemi a parlare italiano, ma facendo “full immersion” è ovviamente migliorato moltissimo.
Adesso credo parli un’ottimo italiano, il discorso è abbastanza sciolto ed ha un discreto vocabolario, ma ancora si sentono alcuni calchi linguistici dal pusterese/tedesco (tipo quando dice: “con” tredici anni sono andato a Bordighera e non “a” tredici anni, perché traduce in italiano la preposizione tedesca).
E ogni tanto si sente qualche divertente inflessione ligure!
A questo punto, alla fatidica domanda: ma Jannik è italiano o no? io risponderei che:
– linguisticamente sicuramente non lo è d’appartenenza;
– culturalmente direi che oggi si mescolano la componente germanico/tirolese d’origine e quella italiana “d’elezione”, dal momento che ha scelto fin da piccolo di crescere ed allenarsi nella italianissima Bordighera, (dove però allo stesso tempo circolano persone di ogni parte del mondo, motivo per cui Jannik parla anche un inglese molto buono).
In conclusione, io credo che quando lui dice di sentirsi italiano sia sincero. Perché è stata una sua scelta, e una parte significativa del suo percorso di vita. Avrebbe potuto allenarsi in Austria, ma non lo ha fatto.
Dopodiché mi sembra ormai evidente che il ragazzo abbia già una dimensione internazionale notevole (e non parlo solo di popolarità, ma soprattutto di mentalità), per cui nel suo caso “cittadino del mondo” potrebbe essere forse la risposta definitiva!

Sarai anche un linguista ma non scrivi in “un’ottimo” italiano

Bravo criticone, hai avuto il tuo momento “cerchiamo il pelo nell’uovo”!
Adesso ti terrò gli occhi addosso, e alla prima occasione nella quale il T9 ti tradirà, io sarò lì, ci puoi giurare! 😉

Scusa se ti lascio, ma sto finendo di rileggere “La dodicesima notte” di Shakespeare in lingua originale (stasera vado a vederla a teatro).
Buona serata!

57
Replica | Quota | 4
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: il capitano, Faustozazz, Elio, Stefanosepsin
effeddielle (Guest) 18-09-2020 16:46

sinner si e` cancellato dalle quali di AMburgo, sarebbe entrato xche si e` cancellato anche Shapo. Mager fuori di uno dalle quali

56
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Becuzzi_style (Guest) 18-09-2020 16:43

Invece no si è cancellato.
Sonego e Mager fuori di 1 nei rispettivi tabelloni

55
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Becuzzi_style (Guest) 18-09-2020 16:39

Entrato Sinner

54
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Steffifan, il capitano
keope77 (Guest) 18-09-2020 16:31

Berrettini si cancella da Amburgo così come Hurkacz. Dentro Humbert e Millman.
Sonego fuori di 2.
Nelle quali cancellati Humbert, Millman e Khachanov, Sinner fuori di 1.
C’è ancora un posto per uno SE, che può essere preso da chi vince tra Musetti e Koepfer (quest’ultimo libererebbe una WC)

53
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Giulio Napoli 18-09-2020 16:03

@ Steffifan (#2601500</

Scritto da Steffifan
Essendo la linguistica la mia materia (quella germanica in particolare), provo a fare un pò di chiarezza sull’argomento.
La lingua madre di Jannik è il dialetto della Val Pusteria, che è uno dei molteplici dialetti delle valli altoatesine, ognuno con le sue varianti specifiche.
Quella è la lingua che ha parlato fin dall’infanzia, in famiglia, con gli amichetti, coi paesani, ecc… (io che parlo un’ottimo tedesco, ho sentito un paio di interviste di Jannik in dialetto al TG Alto Adige ed ho capito a fatica un 50%).
Ha raccontato in un intervista di aver frequentato elementari e medie alla scuola tedesca, opzione preferita dalle famiglie germanofone della regione (per i parlanti italiano c’è la scuola italiana).
Lì Jannik ha imparato il tedesco “standard”, che ovviamente parla benissimo essendo la lingua-radice del suo dialetto, ma comunque non è la sua madrelingua. In questa scuola l’italiano era insegnato come lingua “secondaria” diciamo così, e immagino che a parte le ore di lezione Jannik lo parlasse poco e niente fuori da scuola, e sicuramente non in modo fluente.
Poi la superiori (mi pare fosse ragioneria, che non ha ancora finito) le ha fatte alla scuola italiana, più o meno in concomitanza con l’arrivo a Bordighera.
Lì all’inizio, per stessa ammissione sua e di Piatti, ha avuto un pò di problemi a parlare italiano, ma facendo “full immersion” è ovviamente migliorato moltissimo.
Adesso credo parli un’ottimo italiano, il discorso è abbastanza sciolto ed ha un discreto vocabolario, ma ancora si sentono alcuni calchi linguistici dal pusterese/tedesco (tipo quando dice: “con” tredici anni sono andato a Bordighera e non “a” tredici anni, perché traduce in italiano la preposizione tedesca).
E ogni tanto si sente qualche divertente inflessione ligure!
A questo punto, alla fatidica domanda: ma Jannik è italiano o no? io risponderei che:
– linguisticamente sicuramente non lo è d’appartenenza;
– culturalmente direi che oggi si mescolano la componente germanico/tirolese d’origine e quella italiana “d’elezione”, dal momento che ha scelto fin da piccolo di crescere ed allenarsi nella italianissima Bordighera, (dove però allo stesso tempo circolano persone di ogni parte del mondo, motivo per cui Jannik parla anche un inglese molto buono).
In conclusione, io credo che quando lui dice di sentirsi italiano sia sincero. Perché è stata una sua scelta, e una parte significativa del suo percorso di vita. Avrebbe potuto allenarsi in Austria, ma non lo ha fatto.
Dopodiché mi sembra ormai evidente che il ragazzo abbia già una dimensione internazionale notevole (e non parlo solo di popolarità, ma soprattutto di mentalità), per cui nel suo caso “cittadino del mondo” potrebbe essere forse la risposta definitiva!

Sarai anche un linguista ma non scrivi in “un’ottimo” italiano

52
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Gualtiero
-1: Elio, Stefanosepsin
Antonio (Guest) 18-09-2020 12:15

Scritto da gene61
trovo la polemica sulla presunta “italianità” di Sinner una cosa molto sciocca e anacronistica!
Nessuno mette in discussione la nazionalità di tantissimi atleti Francesi, Inglesi, Tedeschi, Svedesi … che invece sono nati in altri paesi.
Zverev è tedesco, Ymer è svedese, Shapovalov è canadese come Aliassime, Raonic e Pospisil, Wawrinka è svizzero, Alexei Popyrin è australiano come Kyrgios, Dennis Novak è austriaco, Alejandro Davidovich Fokina è spagnolo…
Sinner fino a prova contraria è  nato in una regione ITALIANA e continua a dichiarare di essere ITALIANO!
Quindi penso sia ora di piantarla

ma piantala tu la vicenda di Naomi Osaka non ti ha insegnato niente? non esistono confini e nazionalità tifalo perché ti piace come gioca e stop

51
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Antonio (Guest) 18-09-2020 12:14

ma Musetti speriamo giochi le quali di Parigi non importa questo torneo

50
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Luca Napoli
Lillo72 18-09-2020 11:38

Jannik è iscritto quindi potrebbe Musetti non credo

49
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Andrea67 (Guest) 18-09-2020 11:26

E’ previsto un eventuale SE per Sinner o Musetti?

48
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
gene61 18-09-2020 10:13

trovo la polemica sulla presunta “italianità” di Sinner una cosa molto sciocca e anacronistica!
Nessuno mette in discussione la nazionalità di tantissimi atleti Francesi, Inglesi, Tedeschi, Svedesi … che invece sono nati in altri paesi.
Zverev è tedesco, Ymer è svedese, Shapovalov è canadese come Aliassime, Raonic e Pospisil, Wawrinka è svizzero, Alexei Popyrin è australiano come Kyrgios, Dennis Novak è austriaco, Alejandro Davidovich Fokina è spagnolo…
Sinner fino a prova contraria è  nato in una regione ITALIANA e continua a dichiarare di essere ITALIANO!
Quindi penso sia ora di piantarla

47
Replica | Quota | 4
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: il capitano, Petergabriel, Mauriz70, Stefanosepsin
Massimo Gionta (Guest) 18-09-2020 10:13

Scritto da Steffifan
Essendo la linguistica la mia materia (quella germanica in particolare), provo a fare un pò di chiarezza sull’argomento.
La lingua madre di Jannik è il dialetto della Val Pusteria, che è uno dei molteplici dialetti delle valli altoatesine, ognuno con le sue varianti specifiche.
Quella è la lingua che ha parlato fin dall’infanzia, in famiglia, con gli amichetti, coi paesani, ecc… (io che parlo un’ottimo tedesco, ho sentito un paio di interviste di Jannik in dialetto al TG Alto Adige ed ho capito a fatica un 50%).
Ha raccontato in un intervista di aver frequentato elementari e medie alla scuola tedesca, opzione preferita dalle famiglie germanofone della regione (per i parlanti italiano c’è la scuola italiana).
Lì Jannik ha imparato il tedesco “standard”, che ovviamente parla benissimo essendo la lingua-radice del suo dialetto, ma comunque non è la sua madrelingua. In questa scuola l’italiano era insegnato come lingua “secondaria” diciamo così, e immagino che a parte le ore di lezione Jannik lo parlasse poco e niente fuori da scuola, e sicuramente non in modo fluente.
Poi la superiori (mi pare fosse ragioneria, che non ha ancora finito) le ha fatte alla scuola italiana, più o meno in concomitanza con l’arrivo a Bordighera.
Lì all’inizio, per stessa ammissione sua e di Piatti, ha avuto un pò di problemi a parlare italiano, ma facendo “full immersion” è ovviamente migliorato moltissimo.
Adesso credo parli un’ottimo italiano, il discorso è abbastanza sciolto ed ha un discreto vocabolario, ma ancora si sentono alcuni calchi linguistici dal pusterese/tedesco (tipo quando dice: “con” tredici anni sono andato a Bordighera e non “a” tredici anni, perché traduce in italiano la preposizione tedesca).
E ogni tanto si sente qualche divertente inflessione ligure!
A questo punto, alla fatidica domanda: ma Jannik è italiano o no? io risponderei che:
– linguisticamente sicuramente non lo è d’appartenenza;
– culturalmente direi che oggi si mescolano la componente germanico/tirolese d’origine e quella italiana “d’elezione”, dal momento che ha scelto fin da piccolo di crescere ed allenarsi nella italianissima Bordighera, (dove però allo stesso tempo circolano persone di ogni parte del mondo, motivo per cui Jannik parla anche un inglese molto buono).
In conclusione, io credo che quando lui dice di sentirsi italiano sia sincero. Perché è stata una sua scelta, e una parte significativa del suo percorso di vita. Avrebbe potuto allenarsi in Austria, ma non lo ha fatto.
Dopodiché mi sembra ormai evidente che il ragazzo abbia già una dimensione internazionale notevole (e non parlo solo di popolarità, ma soprattutto di mentalità), per cui nel suo caso “cittadino del mondo” potrebbe essere forse la risposta definitiva!

È nato in italia, è italiano non ci sono mezze misure! È un dato di fatto
Se scoppia la guerra deve difendere la patria ahahahhahahah

46
Replica | Quota | 3
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Balthus, Petergabriel, Stefanosepsin
Andrea67 (Guest) 18-09-2020 08:51

Possibili ritiri: Schwartzmann, Shapovalov, Lajovic. Hurkasz, Ruud

45
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Steffifan 18-09-2020 08:37

Essendo la linguistica la mia materia (quella germanica in particolare), provo a fare un pò di chiarezza sull’argomento.

La lingua madre di Jannik è il dialetto della Val Pusteria, che è uno dei molteplici dialetti delle valli altoatesine, ognuno con le sue varianti specifiche.
Quella è la lingua che ha parlato fin dall’infanzia, in famiglia, con gli amichetti, coi paesani, ecc… (io che parlo un’ottimo tedesco, ho sentito un paio di interviste di Jannik in dialetto al TG Alto Adige ed ho capito a fatica un 50%).

Ha raccontato in un intervista di aver frequentato elementari e medie alla scuola tedesca, opzione preferita dalle famiglie germanofone della regione (per i parlanti italiano c’è la scuola italiana).
Lì Jannik ha imparato il tedesco “standard”, che ovviamente parla benissimo essendo la lingua-radice del suo dialetto, ma comunque non è la sua madrelingua. In questa scuola l’italiano era insegnato come lingua “secondaria” diciamo così, e immagino che a parte le ore di lezione Jannik lo parlasse poco e niente fuori da scuola, e sicuramente non in modo fluente.

Poi la superiori (mi pare fosse ragioneria, che non ha ancora finito) le ha fatte alla scuola italiana, più o meno in concomitanza con l’arrivo a Bordighera.
Lì all’inizio, per stessa ammissione sua e di Piatti, ha avuto un pò di problemi a parlare italiano, ma facendo “full immersion” è ovviamente migliorato moltissimo.
Adesso credo parli un’ottimo italiano, il discorso è abbastanza sciolto ed ha un discreto vocabolario, ma ancora si sentono alcuni calchi linguistici dal pusterese/tedesco (tipo quando dice: “con” tredici anni sono andato a Bordighera e non “a” tredici anni, perché traduce in italiano la preposizione tedesca).
E ogni tanto si sente qualche divertente inflessione ligure!

A questo punto, alla fatidica domanda: ma Jannik è italiano o no? io risponderei che:
– linguisticamente sicuramente non lo è d’appartenenza;
– culturalmente direi che oggi si mescolano la componente germanico/tirolese d’origine e quella italiana “d’elezione”, dal momento che ha scelto fin da piccolo di crescere ed allenarsi nella italianissima Bordighera, (dove però allo stesso tempo circolano persone di ogni parte del mondo, motivo per cui Jannik parla anche un inglese molto buono).

In conclusione, io credo che quando lui dice di sentirsi italiano sia sincero. Perché è stata una sua scelta, e una parte significativa del suo percorso di vita. Avrebbe potuto allenarsi in Austria, ma non lo ha fatto.
Dopodiché mi sembra ormai evidente che il ragazzo abbia già una dimensione internazionale notevole (e non parlo solo di popolarità, ma soprattutto di mentalità), per cui nel suo caso “cittadino del mondo” potrebbe essere forse la risposta definitiva! 😀

44
Replica | Quota | 12
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Auger00, Spettatore Incompetente, mariola, gisva, sebaSeppi, il capitano, Djokernole99, Balthus, luchador, V.D., Antonello, Stefanosepsin
Betafasan 18-09-2020 08:23

@ Betafasan (#2601488)

Riferito a Sinner,Musetti e Sonego

43
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Betafasan 18-09-2020 08:22

Ma pensare prima di fare bene a Roma? Io mi riposerei peR il RG, ARRIVA più rilassato e mentalmente carico

42
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: il capitano
Lo smadonnatore di Taggia (Guest) 18-09-2020 07:58

Scritto da Goffry
Non capisco perché l’Italia le wc debbano andare agli italiani ed in Germania non dovrebbero andare ai tedeschi

Giusto.
Ma non dar credito a chi vuole WC a destra e a manca solo perché abbiamo dei giovani promettenti.
Se ne scrivono tante di castronerie.

41
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Devid_vrn (Guest) 17-09-2020 23:37

I nostri giovani portabandiera a Roma stanno facendo un torneo monstre, ma la vedo dura pronosticare un Musetti in semi, visto che, se anche dovesse riuscire a superare lo scoglio degli ottavi, si troverebbe di fronte Nole…più probabile un Sinner a quell’atto del torneo, dove verosimilmente incontrerebbe Nadal!!! Ma non azzardiamoci a pronostici repentini.

40
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
renzopi (Guest) 17-09-2020 19:30

Comunque Jannik aveva ricevuto una wild card per Monaco,poi annullato per la pandemia, quindi non sarebbe strano se la ricevesse ad Amburgo.
In quanto alla simpatia dei tedeschi e austriaci nei confronti di Sinner penso che oltre alla bravura conti anche il fatto che sia sudtirolese.Ilsudtirolo é una zona amatissima dai tedescofoni.
Tutto normale, anch’io ho avuto simpatia per atleti stranieri di origine italiana.

39
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: gene61
gene61 17-09-2020 18:59

Scritto da Alecon
Giusto per curiosità sono andato a controllare a chi gli organizzatori di Amburgo hanno dato le WC l’anno scorso: Molleker, Altmeier e A.Zverev che evidentemente non si era scritto in precedenza. Tre tedeschi e i primi due non mi sembra abbiano ricevuto le WC per meritocrazia, quanto perchè tedeschi.

Bravo giusta precisazione. Si la meritocrazia…! Un par di ….
Siamo sempre esterofili anche quando invece “tutto Il mondo è paese”
Come in tutti i tornei WC ai propri atleti o a quelli di federazioni amiche con le quali ci sono accordi

38
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: il capitano, luchador
Goffry (Guest) 17-09-2020 18:55

Non capisco perché l’Italia le wc debbano andare agli italiani ed in Germania non dovrebbero andare ai tedeschi

37
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 17-09-2020 18:26

Scritto da Tiger

Scritto da Mart
@ Alecon (#2600319)
Che palle sti commenti stupidi! Per i germanici Sinner è italiano e basta! Solo per i provincialotti, beceri e un po’ razzisti, Sinner è altro!!!

Ma guarda che ha fatto un commento tanto tranquillo, non ho ravvisato alcuna tendenza razzista. Piuttosto nel tuo commento c’era della supponenza e un ingiustificato innalzamento dei toni.

Purtroppo che ci vuoi fare, molti non capiscono l’italiano anche se è la loro lingua madre, visto che si parlava di idiomi, oppure ad alcuni piace attaccar briga senza ragione. D’altronde i forum sono così, prendere o lasciare.

36
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Nicki (Guest) 17-09-2020 18:16

Scritto da Lillo72
Purtroppo è dura
Musetti dovrebbe arrivare solo in semi a Roma e sperare in una SE ad Amburgo, ma sempre se iscritto. Altrimenti la SE potrebbe valere per i semifinalisti di Roma in generale.
Quindi Sinner rischia di restare fuori da Amburgo, anche se una wc almeno per le quali è possibile; mentre Musetti ha poche possibilità di partecipare al RG dove ormai wc tutte assegnate e le quali iniziano lunedì prossimo.
Ora è 12esimo alternate, il problema è che sti maledetti francesi anche se si libera un posto tra le wc che scorrono le riassegnano a francesi oltre il millesimo posto….maledetti!!

credo che Musetti sia molto più sereno di tanti tifosi italiani, è perfettamente consapevole di aver perso le quali dell’RG perdendo con Alcaraz. E’ un giusto passaggio per la sua crescita mentale.

35
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Gualtiero 17-09-2020 17:32

Scritto da Lillo72
Purtroppo è dura
Musetti dovrebbe arrivare solo in semi a Roma e sperare in una SE ad Amburgo, ma sempre se iscritto. Altrimenti la SE potrebbe valere per i semifinalisti di Roma in generale.
Quindi Sinner rischia di restare fuori da Amburgo, anche se una wc almeno per le quali è possibile; mentre Musetti ha poche possibilità di partecipare al RG dove ormai wc tutte assegnate e le quali iniziano lunedì prossimo.
Ora è 12esimo alternate, il problema è che sti maledetti francesi anche se si libera un posto tra le wc che scorrono le riassegnano a francesi oltre il millesimo posto….maledetti!!

Bastano i quarti a Roma per lo SE visto che si giocano al sabato.

34
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Mart (Guest) 17-09-2020 17:29

@ Tiger (#2600620)

C’è una parte dei commentatori che vede Sinner come italiano a metà, tipo un certo signor Antonio e altri. E io trovo stucchevole, e spesso vergognoso, questo atteggiamento

33
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Givaldo Barbosa (Guest) 17-09-2020 16:55

@ Lillo72 (#2600635)

32
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lillo72 17-09-2020 16:38

Ad AMBURGO arriva la wc Sinner almeno per le quali…è a -4

31
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lillo72 17-09-2020 16:32

Non sanno più a chi darle, sono arrivate al francese numero 1377 del Ranking…..ci fossero speranze per Musetti?

30
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Sottile
Lillo72 17-09-2020 16:29

ZITTI ZITTI, si è liberata una wc per le quali RG

29
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tiger (Guest) 17-09-2020 16:12

Scritto da Mart
@ Alecon (#2600319)
Che palle sti commenti stupidi! Per i germanici Sinner è italiano e basta! Solo per i provincialotti, beceri e un po’ razzisti, Sinner è altro!!!

Ma guarda che ha fatto un commento tanto tranquillo, non ho ravvisato alcuna tendenza razzista. Piuttosto nel tuo commento c’era della supponenza e un ingiustificato innalzamento dei toni.

28
Replica | Quota | 3
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Gilgamesh, Steffifan, il capitano
Luca Napoli 17-09-2020 16:03

Musetti è destinato ad andare a Parigi (dovrebbe entrare alla fine)

27
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Mart (Guest) 17-09-2020 15:55

@ Alecon (#2600319)

Che palle sti commenti stupidi! Per i germanici Sinner è italiano e basta! Solo per i provincialotti, beceri e un po’ razzisti, Sinner è altro!!!

26
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Spider 99 (Guest) 17-09-2020 15:17

Scritto da Bjorn borg

Scritto da Tomax
Sonego speriamo entri altrimenti non fareinle quali ma chiederei una wc a Forlì.se berrettini fa semi a Roma ,risultato tutt’altro che impossibile,non credo vada

Le wc ai challenger italiani le lascerei solo ai “terribili” under 19, Cobolli, Gigante, Zeppieri, Darderi, Nardi. Sono per fortuna tanti e tutti stanno dimostrando di non sfigurare con giocatori di livello challenger ma non hanno la classifica per farlo con continuita’. Quindi giusto dare sempre a loro queste chance in alternanza ai future. Sonego o si fa le sue quali ad Amburgo o si ferma una settimana che e’ anche meglio.

Bravi concordo in toto.

25
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lillo72 17-09-2020 15:14

per adesso 2/2 wc a tedeschi…ma è logico

24
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lillo72 17-09-2020 15:10

ZVEREV tra l’altro non è iscritto, sicuro si fa invitare

23
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lillo72 17-09-2020 15:04

Purtroppo è dura
Musetti dovrebbe arrivare solo in semi a Roma e sperare in una SE ad Amburgo, ma sempre se iscritto. Altrimenti la SE potrebbe valere per i semifinalisti di Roma in generale.

Quindi Sinner rischia di restare fuori da Amburgo, anche se una wc almeno per le quali è possibile; mentre Musetti ha poche possibilità di partecipare al RG dove ormai wc tutte assegnate e le quali iniziano lunedì prossimo.
Ora è 12esimo alternate, il problema è che sti maledetti francesi anche se si libera un posto tra le wc che scorrono le riassegnano a francesi oltre il millesimo posto….maledetti!!

22
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lillo72 17-09-2020 15:04

Purtroppo è dura
Musetti dovrebbe arrivare solo in semi a Roma e sperare in una SE ad Amburgo, ma sempre se iscritto. Altrimenti la SE potrebbe valere per i semifinalisti di Roma in generale.

Quindi Sinner rischia di restare fuori da Amburgo, anche se una wc almeno per le quali è possibile; mentre Musetti ha poche possibilità di partecipare al RG dove ormai wc tutte assegnate e le quali iniziano lunedì prossimo.
Ora è 12esimo alternate, il problema è che sti maledetti francesi anche se si libera un posto tra le wc che scorrono le riassegnano a francesi oltre il millesimo posto….maledetti!!

21
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Becuzzi_style (Guest) 17-09-2020 14:57

Scritto da ragazzodiferro
chance per una wild card per le quali a Musetti?

non penso…Musetti e al limite per poter entrarea Parigi e quindi la prossima settimana probabilmente giocherà le quali del ROlando

20
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
alfredino (Guest) 17-09-2020 14:47

le qualificazioni saranno senza pubblico sabato 19 e domenica 20…
il centrale di capienza 10000 posti sara’ solo per 2300 “fortunati” con i biglietti validi da luglio…forse si potra’ acquistare qualche biglietto giornaliero…
p.s. i fratelli Zverer son di Amburgo…si sentono ancora le urla del direttore del torneo quando hanno perso il primo turno di doppio in meno di 50 minuti a spalti gremiti 🙂

19
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Pennettafan (Guest) 17-09-2020 13:51

Scritto da Bjorn borg

Scritto da Daniele
Wc a muso e sinner se vanno avanti a Roma? Speriamo muso entri al rg in caso

Se vanno avanti fino alle SF c’e’ lo SE….. e dato che hanno battuto 2 top player che uno dei due vada in SF non e’ irrealistico, per quanto per nulla semplice

Per avere lo SE non devi essere iscritto al torneo?
Vista la classifica dubito Musettti si fosse iscritto

18
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Pennettafan (Guest) 17-09-2020 13:48

Scritto da alfredino
“perche’ come alto-atesino non lo sentono cosi distante come un italiano di altre regioni” …
Lieber Alecon dimostri di non conoscere il popolo tedesco…
Abiti in Germania ?Frequenti il circolo di tennis di Rothenbaum?Hai avuto modo di parlarne con Michael Stich?Chi non lo sente lontano la federazione di tennis , il n.c. che gioca la domenica mattina contro il ragionier Filini di turno , la cassiera del Lidl …?
La Wc la avra’ ,se la avra”, perche’ e’ un signor giocatore…i tedeschi procedono per meritocrazia sempre e comunque e non per sentimentalismi vari ,lingua comune compresa.
Mi ricorda la storia del passaporto tedesco del buon Gianluca Mager tanto pubblicizzata sul sito da esperti di diritto internazionale…lo stesso Mager allora sconosciuto ai piu in Germania {prima della finale a Rio de Janeiro )con cui ho parlato l’anno scorso dopo le quali qui ad Hamburg si e’ fatto una grossa risata!

Magari hai ragione tu ma ip dato di fatto è che negli ultimi 15 anni gli unici italiani ad aver avuto qualche wc tra Austria e Germania sono Sinner e Seppi.
Sono supposizioni ma anch’io credo che il fatto di avere anche il tedesco come madrelingua abbia la sua rilevanza

17
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
MarcoP 17-09-2020 13:02

Scritto da Bjorn borg

Scritto da MarcoP
Khachanov nelle quali?

Forse non si era iscritto.

Grazie

16
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 17-09-2020 12:26

Giusto per curiosità sono andato a controllare a chi gli organizzatori di Amburgo hanno dato le WC l’anno scorso: Molleker, Altmeier e A.Zverev che evidentemente non si era scritto in precedenza. Tre tedeschi e i primi due non mi sembra abbiano ricevuto le WC per meritocrazia, quanto perchè tedeschi.

15
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: gene61
Alecon (Guest) 17-09-2020 12:20

Scritto da alfredino
“perche’ come alto-atesino non lo sentono cosi distante come un italiano di altre regioni” …
Lieber Alecon dimostri di non conoscere il popolo tedesco…
Abiti in Germania ?Frequenti il circolo di tennis di Rothenbaum?Hai avuto modo di parlarne con Michael Stich?Chi non lo sente lontano la federazione di tennis , il n.c. che gioca la domenica mattina contro il ragionier Filini di turno , la cassiera del Lidl …?
La Wc la avra’ ,se la avra”, perche’ e’ un signor giocatore…i tedeschi procedono per meritocrazia sempre e comunque e non per sentimentalismi vari ,lingua comune compresa.
Mi ricorda la storia del passaporto tedesco del buon Gianluca Mager tanto pubblicizzata sul sito da esperti di diritto internazionale…lo stesso Mager allora sconosciuto ai piu in Germania {prima della finale a Rio de Janeiro )con cui ho parlato l’anno scorso dopo le quali qui ad Hamburg si e’ fatto una grossa risata!

Condivido alcune delle tue considerazioni sul popolo tedesco, sul fatto però che le WC le diano per meritocrazia, beh, questa sarebbe la prima volta se accadesse. Tendenzialmente le WC si danno ai tennisti di casa e poi ai tennisti di grande valore che potrebbero aiutare a far cassa, ma non so se ad Amburgo ci sarà pubblico.
Sinner parla un ottimo tedesco ovviamente e ha rilasciato diverse interviste in Germania e si è fatto apprezzare non solo tennisticamente, anche perchè è un ragazzo posato e riflessivo, quindi posso supporre che abbiano un occhio di riguardo per lui, ma credo che se abbiano a disposizione una WC e debbano scegliere tra Molleker e Sinner scelgano il primo, talento tedesco che ad Amburgo fece già ottime cose, ma avendone più a disposizione chi lo sa che anche Sinner, qualora ne avesse bisogno, ma speriamo di no, possa esserne beneficiario.

14
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: gene61
zedarioz 17-09-2020 12:12

Scritto da Alecon

Scritto da Daniele
Wc a muso e sinner se vanno avanti a Roma? Speriamo muso entri al rg in caso

Musetti lo escludo, a meno che faccia sfracelli, speriamo, a Roma. Sinner più probabile, non solo perchè più noto, ha fatto anche belle esibizioni in Germania, ma anche perchè come alto-atesino non lo sentono così distante come un italiano di altre regioni.

Aggiungerei che la nike se vuole gli fa avere la wild card anche al master. A parte gli scherzi, se vince domani e poi gioca i quarti sabato magari fa una settimana di preparazione al RG.

13
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
alfredino (Guest) 17-09-2020 11:38

“perche’ come alto-atesino non lo sentono cosi distante come un italiano di altre regioni” …
Lieber Alecon dimostri di non conoscere il popolo tedesco…
Abiti in Germania ?Frequenti il circolo di tennis di Rothenbaum?Hai avuto modo di parlarne con Michael Stich?Chi non lo sente lontano la federazione di tennis , il n.c. che gioca la domenica mattina contro il ragionier Filini di turno , la cassiera del Lidl …?
La Wc la avra’ ,se la avra”, perche’ e’ un signor giocatore…i tedeschi procedono per meritocrazia sempre e comunque e non per sentimentalismi vari ,lingua comune compresa.
Mi ricorda la storia del passaporto tedesco del buon Gianluca Mager tanto pubblicizzata sul sito da esperti di diritto internazionale…lo stesso Mager allora sconosciuto ai piu in Germania {prima della finale a Rio de Janeiro )con cui ho parlato l’anno scorso dopo le quali qui ad Hamburg si e’ fatto una grossa risata!

12
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: MarcoP
Salvo (Guest) 17-09-2020 10:24

Scritto da MarcoP
Khachanov nelle quali?

Il fessacchiotto evidentemente si era dimenticato di iscriversi nel main draw.

11
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: il capitano
Bjorn borg (Guest) 17-09-2020 10:20

Scritto da Daniele
Wc a muso e sinner se vanno avanti a Roma? Speriamo muso entri al rg in caso

Se vanno avanti fino alle SF c’e’ lo SE….. e dato che hanno battuto 2 top player che uno dei due vada in SF non e’ irrealistico, per quanto per nulla semplice

10
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Bjorn borg (Guest) 17-09-2020 10:18

Scritto da MarcoP
Khachanov nelle quali?

Forse non si era iscritto.

9
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: MarcoP, gene61
Bjorn borg (Guest) 17-09-2020 10:17

Scritto da Tomax
Sonego speriamo entri altrimenti non fareinle quali ma chiederei una wc a Forlì.se berrettini fa semi a Roma ,risultato tutt’altro che impossibile,non credo vada

Le wc ai challenger italiani le lascerei solo ai “terribili” under 19, Cobolli, Gigante, Zeppieri, Darderi, Nardi. Sono per fortuna tanti e tutti stanno dimostrando di non sfigurare con giocatori di livello challenger ma non hanno la classifica per farlo con continuita’. Quindi giusto dare sempre a loro queste chance in alternanza ai future. Sonego o si fa le sue quali ad Amburgo o si ferma una settimana che e’ anche meglio.

8
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Napol ti amo
MarcoP 17-09-2020 10:13

Khachanov nelle quali?

7
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ragazzodiferro 17-09-2020 09:50

chance per una wild card per le quali a Musetti?

6
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 17-09-2020 08:55

Scritto da Daniele
Wc a muso e sinner se vanno avanti a Roma? Speriamo muso entri al rg in caso

Musetti lo escludo, a meno che faccia sfracelli, speriamo, a Roma. Sinner più probabile, non solo perchè più noto, ha fatto anche belle esibizioni in Germania, ma anche perchè come alto-atesino non lo sentono così distante come un italiano di altre regioni.

5
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Andrea67 (Guest) 17-09-2020 08:48

@ simposio (#2600299)
Forse stai seguendo un altro torneo:
Berrettini, Fognini, Monfils, Schwartzman, Shapovalov, Rublev, Nishikori, Hurkacz, Krajinovic, Lajovic, Ruud, Humbert, Millman.
Giusto qualcuno…

4
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Luca Napoli
Daniele (Guest) 17-09-2020 08:45

Wc a muso e sinner se vanno avanti a Roma? Speriamo muso entri al rg in caso

3
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: sonia609
simposio (Guest) 17-09-2020 08:32

Non credo ci saranno molte defezioni.
Sembra fatto apposta ma ci sono tutti quelli che sono stati eliminati subito a Roma …e in più quelli che hanno giocato gli Us.Open e saltato Roma. Non so proprio chi potrebbe ritirarsi per fare spazio a Sonego. Forse solo Berrettini se arriva in fondo a Roma

2
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: Luca Napoli
Tomax (Guest) 17-09-2020 07:35

Sonego speriamo entri altrimenti non fareinle quali ma chiederei una wc a Forlì.se berrettini fa semi a Roma ,risultato tutt’altro che impossibile,non credo vada

1
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!