Interviste Livetennis Copertina, Generica, WTA

Corinna Dentoni: “Oggi sono più completa e consapevole dei miei mezzi.” La tennista di Pietrasanta si racconta ai lettori di livetennis.

27/07/2017 15:01 37 commenti
Corinna Dentoni classe 1989, best ranking n.132 WTA
Corinna Dentoni classe 1989, best ranking n.132 WTA

“Il rimpianto è un tipo di dolore molto particolare; di fronte a esso siamo impotenti. È come una finestra che si apre di sua iniziativa: la stanza diventa gelida e noi non possiamo fare altro che rabbrividire. Ma ogni volta si apre sempre un po’ meno, finché non arriva il giorno in cui ci chiediamo che fine abbia fatto.”

Così scrive Arthur Golden nel suo capolavoro “Memorie di una Geisha”, non a caso uno dei libri preferiti da Corinna Dentoni. Una ragazza di cui ci hanno colpito la profondità, la solarità interiore e la capacità di non sostare nei rimpianti, che pure attraversano alcune sue risposte, chiudendo piano piano la porta ad essi. Forse perché, ed è sempre Golden a suggerircelo: “Una mente preoccupata dal dubbio non può concentrarsi sul cammino verso la vittoria”. E Corinna, lo leggerete, ha ancora tanta voglia di vincere.

Allora Corinna, iniziamo la nostra intervista con la consueta presentazione. A te la parola:

Ho iniziato a giocare all’età di 7 anni, casualmente: un’amica di famiglia, diventata maestra di tennis, aveva bisogno di bambini per fare numero e ha spinto i miei genitori a portarmi al suo Circolo, a Marina di Carrara. Ho sempre fatto molti sport tra cui karate, ginnastica artistica e ritmica, pallavolo e nuoto, ma il tennis è stato quello che mi ha appassionata decisamente di più! Fin da subito ero molto brava e vincevo tornei contro avversarie più grandi di me. Avevo un gioco molto regolare e poco incisivo che poi con il passare degli anni sono riuscita a migliorare: ora sono diventata una giocatrice più di attacco che di difesa. Non ho mai avuto un modello cui ispirarmi ma mi è sempre piaciuta moltissimo Kim Clijsters e dopo di lei Maria Sharapova. Attualmente sono al Tennis Club di Milano.



Ogni settimana si giocano, a livello professionistico tra WTA e ITF, anche 20 e più tornei nel mondo con centinaia di ragazze impegnate a giocare, talvolta, nel caldo torrido o a temperature rigide. Incontri che si interrompono per pioggia, tornei che si fermano per metà delle giocatrici al primo turno con una sconfitta. Eppure si va avanti. Cosa spinge una giocatrice di tennis a reggere tutto questo stress?

Credo che il tennis sia uno sport molto stressante perché esalta estremamente l’individualismo, con tutto il carico di tensione che ne consegue, ma come in tutte le cose nella vita se si ha la passione non è difficile superare gli ostacoli. Essendo una persona estremamente competitiva ho sempre trovato stimolante allenarmi e competere, alzare sempre di più il mio valore tennistico e avvicinarmi il più possibile ai miei obiettivi. Passione e competizione ti spingono ad accettare il resto.



Nelle foto che posti sui social, spesso lo scenario è il mare:

Vivendo in Versilia ho sempre amato il mare, da piccolina con la mia famiglia passavo giornate intere sulla spiaggia e ancora adesso, appena ho del tempo libero, colgo l’occasione per una bella nuotata o per una gita in barca.



Di recente abbiamo recensito qui su livetennis un bel libro di Marco Mazzoni e Marcella Marcone dal titolo “Racchette e abitudini” in cui si parla, tra l’altro, dei rituali e delle scaramanzie dei giocatori. A te cosa capita di fare in campo o prima di un incontro?

Sono una persona molto metodica, ogni mattina prima di un match seguo una routine, a partire dalla colazione, all’allenamento pre-match, spuntino o pranzo e post partita, seguire uno schema mi dà sicurezza in campo.



Cosa ti colpisce di più in un tennista? Il gioco, la personalità, la bellezza la simpatia, la cultura o l’intelligenza?

Di un tennista mi colpiscono la personalità, la grinta e la determinazione che ci mette per imporre il proprio gioco e provare a vincere. Ma anche l’occhio vuole la sua parte 🙂



Qual è una tipologia di tue colleghe che non sopporti? Senza fare nomi.…

Non mi piace chi è scorretto in campo e ha un atteggiamento strafottente.



In generale pensi che nel tennis gli atleti siano più maturi che in altri sport, tipo il calcio, proprio perché temprati da allenamenti, fatica, continui spostamenti, tornei tutto l’anno?

No, credo che tutti gli sportivi abbiamo qualcosa in più rispetto agli altri perché siamo abituati a faticare e a fare sacrifici per conquistare una posizione sempre migliore nella classifica. Negli sport di squadra forse è un pochino più semplice perché se non sei in forma ci sono i tuoi compagni ad aiutarti ma comunque lo sport in generale, dal mio punto di vista, ti dà una marcia in più nella vita.



Ti è mai venuto in mente di mollare tutto? Della serie: adesso parto per…?

Assolutamente si…ahahah! Ci ho pensato tantissime volte ma alla fine, sono qui, con la racchetta in mano e la voglia di continuare a giocare.



Ho notato una differenza nell’uso di Instagram tra giocatrici WTA e ITF. Le prime postano di più foto e video riguardanti il tennis: tornei, allenamenti, colpi vincenti. Le seconde, invece, postano quasi sempre momenti che le ritraggono nel tempo libero: pub, discoteche, casa, quasi come se volessero scrollarsi di dosso il tennis. Che spiegazione dai a questo?

Le top hanno un profilo gestito da esperti e quindi la loro immagine deve essere basata solo sulla loro professione anche per una questione di sponsor e guadagni: le altre, purtroppo, non avendo questa possibilità sono più libere nella gestione della loro immagine sui social.



Molte tenniste mi hanno detto che solo in campo si sentono loro stesse, sono felici e ringraziano il tennis per tutto quanto ha dato loro. Tu concordi, sei felice in campo?

Ho sempre amato giocare a tennis, ovviamente ci sono stati e ci saranno alti e bassi, ho anche provato a smettere per tre mesi ma alla fine il cuore mi ha sempre riportata sul campo e credo che anche il mio futuro sia in questo sport.



E invece quali sono i momenti nella vita di una tennista in cui maggiormente incombe la solitudine? Ci si sente soli in campo, prima di un match, dopo una sconfitta? Qual è la tua esperienza?

Come dicevo prima il tennis è uno sport molto individualista ma anche da solitari, si gioca da soli, si viaggia spesso soli, bisogna essere predisposti a questa vita. Quando si passa attraverso periodi negativi, dove le sconfitte sono più frequenti, è normale sentirsi un po’ tristi ma se riesci a fermarti un attimo e pensare alla fortuna che hai di giocare, di essere dentro questo mondo e viaggiare conoscendo tanti paesi così diversi… tutto passa e la voglia di ricominciare torna in un attimo!



Veniamo alla tua situazione attuale. Sei ferma da marzo. Che cosa è successo e quando conti di rientrare?

Sono ferma da marzo perché ho deciso di giocare competizioni a squadre all’estero e tornei open: purtroppo il tennis è uno sport molto costoso e non avendo sponsor sono obbligata a rinunciare per ora ai tornei ITF per poter guadagnare qualcosina. Ma appena ne avrò la possibilità riprenderò. Tranquilli 😉



Best ranking 132 nel 2009. Oggi saresti la n. 5 italiana con questa classifica. Cosa è successo poi che non è andato per il verso giusto?

Purtroppo la vita è fatta di momenti e coincidenze da cogliere al volo; io non sono stata brava a rimanere concentrata nel momento in cui potevo fare il vero salto, mi sono lasciata travolgere dalle situazioni negative che mi circondavano, adesso, con l’esperienza mi comporterei decisamente in una maniera differente. Dagli errori bisogna imparare e, siccome sono certa di aver capito la lezione, spero di riavere l’opportunità per riscattarmi.



Il tennis femminile brucia meno però le tenniste over 25. Ci sono 30enni in grande spolvero: dalla Schiavone alla Vesnina, dalla Kuz a Venus, dalla Lucic alla Strycova. C’è tutto il tempo per migliorarti ed ottenere dei grandi risultati. Ci credi, lotti per questo?

L’età media di un giocatore negli ultimi anni si è alzata, forse perché la preparazione fisica che facciamo ci aiuta a mantenerci più in forma. Anche se gli anni passano, io credo ancora in me stessa, fisicamente sto bene e sono molto più matura rispetto a quando ero 132 del mondo, sono una tennista più completa sul campo e più consapevole dei mie mezzi.



C’è un errore che ti rimproveri nella tua carriera tennistica?

Si, di non aver creduto abbastanza in me stessa ed essermi fatta influenzare da persone negative che mi dicevano che non valevo abbastanza.



Sei allenata da Luca Ottavi e Alessandro Buson, giusto? Com’è il tuo rapporto con loro e quale pensi debbano essere le qualità principali di un coach?

Mi alleno da tanti anni con Alessandro Buson, preparatore atletico, e da un paio di anni con Luca Ottavi come coach: mi trovo molto bene con loro, sono allenatori competenti e con una grande voglia di migliorarsi e aiutare me a migliorare, abbiamo un bellissimo rapporto anche fuori dal campo e questo aiuta nei momenti di difficoltà. Un coach deve credere, e sottolineo deve, nel proprio allievo, avere stima in se stesso per trasmettere sicurezza al giocatore e avere tanta passione e voglia di mettersi in gioco.



Hai vinto finora 4 tornei in singolare e 5 in doppio. Come cambia l’approccio psicologico in gara nelle due discipline?

Il doppio l’ho sempre vissuto con più spensieratezza, diciamo che l’ho sempre visto come il momento di divertimento del torneo, ho sempre compagne con cui avevo un grande feeling anche fuori dal campo.



Ti sei affacciata spesso in WTA e ti auguriamo di tornare a farlo presto. Cosa cambia nei due circuiti ITF e WTA in termini di organizzazione, approccio alla gara, rapporti tra colleghe?

Tra ITF e WTA la differenza è molto grande, i tornei WTA sono organizzatissimi, niente è casuale a partire dalla transportation, per arrivare ai campi di allenamento e ai fisioterapisti. L’ospitalità è elevata ed anche l’approccio tra giocatori è differente! Sono tutti più professionali e concentrati sui propri obiettivi. Nessuno perde tempo e spreca energie se non per il tennis.



C’è una tennista, al momento del sorteggio, che tu proprio non vorresti mai incontrare…e perché?

Non c’è nessuna tennista che non vorrei mai incontrare, diciamo che prediligo avversarie con un gioco di spinta e mi piacciono meno le classiche spagnole però sono abituata a giocare con qualsiasi tipo di avversaria e non mi preoccupa incontrare nessuna.



Jovana Jaksic, che trovo ti somigli, e Sophia Shapatava, prima di una gara in Cina si sono riscaldate al ritmo de “La Vida Loca” improvvisando un balletto che poi hanno postato in rete ed è diventato virale. Tu hai mai fatto cose così stravaganti?

Durante i tornei sono sempre stata molto seria, sono il tipo che non sgarra mai 🙂 poi nel tempo libero ho fatto tante cose stravaganti, la mia specialità è partire senza prenotare e senza meta, mi è capitato più volte di andare in stazione, prendere il treno che più mi ispirava e passare una giornata in una città o in una spiaggia che non conoscevo.



E’ possibile l’amicizia tra tenniste e tu chi hai come migliori amiche?

Ho molte amiche nel circuito, soprattutto straniere, al giorno d’oggi grazie ai social network è facile tenersi in contatto. La mia migliore amica è un’ex tennista, Alessandra Di Batte, adesso gioca solamente la competizione a squadre per il tennis Livorno; la vedo una volta ogni quattro mesi ma sono 20 anni che ci conosciamo e qualsiasi cosa succeda è la prima persona che chiamo.



“Corri dietro ai tuoi sogni, anche se non li raggiungi almeno dimagrisci”…così recita la tua pagina facebook. Una frase molto simpatica. Quanto sono importanti per te la leggerezza, il divertimento e in un gruppo tu che ruolo reciti?

Cerco di vivere con “leggerezza”, ho imparato col tempo che preoccuparsi di tutto e tutti non serve a niente, non si può controllare tutto quello che ci circonda, bisogna guardare se stessi, lavorare per migliorarsi e raccogliere quello che si è seminato, sono molto solare e mi piace godere dei momenti in compagnia della mia famiglia e degli amici.



Puoi vivere per una settimana la vita di un personaggio famoso: chi scegli?

Angela Merkel, la donna più potente del mondo.



C’è un sogno ricorrente che fai?

Mi capita molto spesso di sognare la mia famiglia, i miei nipoti soprattutto.



Nel libro di Mazzoni che ti ho citato prima si parla anche di tennisti che si rivolgono ad uno psicoanalista, non ad un mental coach, evidentemente per affrontare qualcosa di più profondo. Tu cosa ne pensi?

Non ho mai avuto esperienze con psicoanalisti; anni fa ho seguito un percorso con uno psicologo sportivo che ho trovato molto utile sia sul campo da tennis che nella vita in generale.



“Quel che mi piace è Pietrasanta, bellissima cittadina, con piazza unica, una cattedrale da grande città, e, sfondo, le Alpi Apuane. E che paese all’intorno”. Così Giosuè Carducci descrive il tuo paese natale. Che rapporto hai con Pietrasanta e con le tue terre in genere:

Sono nata a Pietrasanta ma ho sempre vissuto a Marina di Carrara, la Toscana secondo me è una delle regioni più belle d’Italia, a livello paesaggistico, culinario e culturale. Suggerirei di visitare le cave di Carrara perché sono uno scenario unico al mondo.



Tu sei considerata una delle tenniste italiane più belle in assoluto: come vivi questo giudizio, ti infastidisce o ti fa piacere e che rapporto hai con la bellezza? Con quali abiti ti senti più a tuo agio?

Grazie, sono lusingata di ricevere tanti complimenti e ovviamente mi fa molto piacere, nonostante sia una ragazza molto semplice, acqua e sapone, mi piace curare la mia immagine, seguire la moda e fare shopping ( scarpe e borse in particolare ). Adoro i tacchi alti, ma amando la vita di mare, bikini e flip flops sono il mio stile.



Il film e il libro da te preferiti in assoluto?

Mi piacciono i film di guerra e le storie vere, quindi direi “American Sniper” (2014) di Clint Eastwood, “Fury” (2014) di David Ayer e “Beautiful Mind” (2001) di Ron Howard. Per quanto riguarda i libri sono orientata sui romanzi o i gialli, consiglierei “Memorie di una Geisha” di Arthur Golden e il libro scritto da mio fratello Bruno, “Michael J.Port”



E il genere musicale?

Canzoni italiane anni ’80 e musica latina americana.



Il desiderio più grande da realizzare nel tennis:

Il mio desiderio più grande sarebbe avere la possibilità di rigiocare una stagione senza dover arrangiarmi con competizioni a squadre e tornei open, dedicarmi al 100% alla mia attività da professionista.



Ed i 3 desideri da realizzare nella vita:

Non ho niente da desiderare, ritengo di essere una persona molto fortunata, ho la salute, una famiglia stupenda e faccio della mia passione il mio lavoro. L’unico desiderio per il futuro è diventare mamma e dedicare la mia vita ai miei figli e magari aprire un’accademia di tennis.

Fin qui Corinna, una ragazza anche molto professionale nel mantenere gli impegni: ci manda le risposte nei tempi concordati e per altro legge con attenzione livetennis fra un allenamento e l’altro. Ogni intervista ha un “detto” e un “non detto”, ciascuno con un suo titolo ed un suo sviluppo narrativo; il titolo che daremo al “non detto” di Corinna, non potrà che essere “La mia rinascita” intesa come desiderio di avere una seconda occasione, di riprovarci ed attaccare i propri limiti per poi giocare una partita con il destino, nella quale siamo certi che questa volta non fallirà il match point.
“Nascere non basta. È per rinascere che siamo nati. Ogni giorno” Pablo Neruda


Antonio De Filippo


TAG: , ,

37 commenti. Lasciane uno!

MarcoP 28-07-2017 16:01

Scritto da Marcomp

Scritto da MarcoP

Scritto da virescit
Vi hanno colpito solarità, profondità e capacità di non sostare nei rimpianti? Io avrei detto altro ma degustibus…

Mai capito l’aggettivo “solare”, di moda da alcuni anni.

dài un’occhiata al vocabolario o cerca su google….

Pannello solare, posso capirlo.
Di una persona un po’ meno.
Infatti google translator fatica a tradurlo. E gli stranieri che conosco non lo capirebbero.

Va beh, una moda.

37
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Nikolik (Guest) 28-07-2017 14:26

Scritto da FrancescoWTA
ricordo la sua vittoria contro la Garcia a Palermo, giocò un bellissimo match e mise a segno 10 aces. peccato davvero perchè poteva veramente entrare in top100 con un pò di fiducia in più in se stessa e invece rimase per anni nel limbo tra le 150-200 e da li non riuscì a fare il salto di qualità. è da anni che rilascia interviste che lei ci crede ancora ma ormai ne dubito fortemente…comunque le auguro il meglio e posso dire che è stata tra le prime italiane che ho seguito assiduamente e la ricordo sempre con piacere
un saluto anche a nikolik, un vero dentoniano doc. eravamo entrambi lettori su un altro sito di tennis e se ricordi creai anche un forum su corinna quasi un decennio fa ormai…tempi andati ormai che nostalgia

Ciao!
Ricordo benissimo!
In gamba!

36
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
alessandro zijno (Guest) 28-07-2017 10:42

Una cosa che volevo chiedere a Corinna che incontrai a Milano, all’Aspria l’anno scorso in occasione del Challenger maschile, è cosa sta cambiando nei suoi allenamenti. Cioè s può spiegare in che modo sul piano pratico sta provando a colmare il gap di performance tra lei e le top 100. Perché io non vorrei (ma spero di sbagliare) che la ristrettezza economica (mi riferisco all’aspetto sportivo con grande rispetto di chi non può mettere insieme pranzo e cena) possa indurla a risparmiare sulle figure professionali. Dico ad Antonio se può farsi portavoce di questa mia richiesta!!! e aggiungo che oltre ad Open e tornei a squadre Corinna, anche n virtù della sua estetica che colpisce maschietti e feminucce e della sua simpatia e capacità cominicativa potrebbe e dovrebbe assolutamente trovare degli sponsor che possano innalzarla. Sono convinto che alcune ditte potrebbero essere interessate vedendo risultati anche se ha 28 anni. E’ una idea eh. Bssterebbero 100mila euro in totale per garantire due anni al massimo della carica, per poi fare una riflessione sul da farsi. Riuscire ad entrare nelle 100top e starci 3 anni, per ire dai 30 ai 33 significherebbe rientrare dell’investimento con gli interessi, ed aver anche creato un modello moderno(gli investimenti nello sport ci sono semrpe stati, in realtà non si inventa nulla). Oh ma io so visionario eh, e aggiungo che tutto questo potrebbe essere un volano per molte altre.

35
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
FrancescoWTA 28-07-2017 02:25

ricordo la sua vittoria contro la Garcia a Palermo, giocò un bellissimo match e mise a segno 10 aces. peccato davvero perchè poteva veramente entrare in top100 con un pò di fiducia in più in se stessa e invece rimase per anni nel limbo tra le 150-200 e da li non riuscì a fare il salto di qualità. è da anni che rilascia interviste che lei ci crede ancora ma ormai ne dubito fortemente…comunque le auguro il meglio e posso dire che è stata tra le prime italiane che ho seguito assiduamente e la ricordo sempre con piacere 🙂
un saluto anche a nikolik, un vero dentoniano doc. eravamo entrambi lettori su un altro sito di tennis e se ricordi creai anche un forum su corinna quasi un decennio fa ormai…tempi andati ormai che nostalgia 😥

34
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
drummer 28-07-2017 00:09

simpatica e bella, le auguro di tornare nel circuito al più presto

33
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lupen (Guest) 27-07-2017 19:51

Scritto da Sottile
Decisamente la n. 1 in Italia……come bellezza e simpatia!

Direi una TOP TEN !!!!

32
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
lallo (Guest) 27-07-2017 19:39

Scritto da gianpier
era una grandissima promessa, comunque Lorenzi dimostra che non è mai troppo tardi…

per come la vedo io è lenta di gambe, ma in doppio potrebbe\poteva? fare una carrierona. Ma da noi manca la cultura di investire sul doppio.

31
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
lallo (Guest) 27-07-2017 19:37

Scritto da Marcomp
fig., lett. Di persona gioiosa, serena, che comunica calore umano
|| Vate, poeta solare, ispirato al senso di pienezza e serenità della vita….
Mi sembra calzante per lei….

fig.. era sufficiente… :mrgreen:

30
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcomp (Guest) 27-07-2017 19:14

Scritto da Ema80
Bella intervista. Non so voi ma per migliorare i forum di livetennis magari incoraggerei i giocatori ad interagire con commenti tecnici e riguardanti la vita tennistica in modo da non far risaltare solo post di flamer o di presunti esperti che credono ancora di essere nel 1976

Mi piace l’idea! 😎

29
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Corrado (Guest) 27-07-2017 19:13

Seguo Corinna da tanti anni sono un appassionato di tennis e vado ogni anno al Foro Italico Roma ragazza semplice grande atleta e soprattutto grande tennista. Conosco il fratello Bruno un bravo scrittore e fino a tre anni fa non sapevo fosse suo fratello. Corinna ti auguro di ritornare tra le prime 100 forza e in bocca a lupo per i prossimi tornei .

28
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcomp (Guest) 27-07-2017 19:12

fig., lett. Di persona gioiosa, serena, che comunica calore umano
|| Vate, poeta solare, ispirato al senso di pienezza e serenità della vita….
Mi sembra calzante per lei…. 😉

27
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcomp (Guest) 27-07-2017 19:09

Scritto da MarcoP

Scritto da virescit
Vi hanno colpito solarità, profondità e capacità di non sostare nei rimpianti? Io avrei detto altro ma degustibus…

Mai capito l’aggettivo “solare”, di moda da alcuni anni.

dài un’occhiata al vocabolario o cerca su google…. :mrgreen:

26
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ema80 (Guest) 27-07-2017 18:47

Bella intervista. Non so voi ma per migliorare i forum di livetennis magari incoraggerei i giocatori ad interagire con commenti tecnici e riguardanti la vita tennistica in modo da non far risaltare solo post di flamer o di presunti esperti che credono ancora di essere nel 1976

25
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
marius76 (Guest) 27-07-2017 18:33

dentoni =vanni

24
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
gianpier (Guest) 27-07-2017 18:13

era una grandissima promessa, comunque Lorenzi dimostra che non è mai troppo tardi…

23
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Andreas Seppi 27-07-2017 17:49

Corinna vai a fare la tronista a uomini e donne, sfonderesti in popolarità 😎
Scherzo, ti auguro tanta fortuna nel tennis

22
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Sottile 27-07-2017 17:09

Decisamente la n. 1 in Italia……come bellezza e simpatia!

21
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Nikolik (Guest) 27-07-2017 15:45

@ cataflic (#1907830)

Ciao Cataflic, ci sono sempre!
E naturalmente, come vedi, seguo sempre la carriera di Corinna!
Ciao a tutti i dentoniani e,ovviamente, un grande in bocca al lupo a Corinna!

20
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
cataflic (Guest) 27-07-2017 15:01

Una volta c’era un certo Nikolik che era un cultore della materia…dovunque sia finito lo saluto, perchè se per sbaglio apre sto sito finchè c’è Corinna , una guardata in giro la dà. 😉

19
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
tommaso (Guest) 27-07-2017 14:34

bella intervista bella ragazza simpatica

18
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: NexGenItaly
Presidenza a vita (alla galgani) (Guest) 27-07-2017 14:23

Scritto da Luciano.N94
Bell’intervista ad una bella ragazza e persona.

Concordo,buona come il pane e,soprattutto,piedi splendidi

17
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Viviana (Guest) 27-07-2017 14:23

Conosco di persona Cory ed é un tesoro di amica, di persona e nonostante sia bellissima preserva la semplicità della ragazzina versiliese tutta pareo ed infradito. Grandissima atleta! Forza Cory!

16
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: NexGenItaly, drummer
bruno (Guest) 27-07-2017 14:18

Ottimo Cory, forte nel braccio forte nel cuore!

15
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: NexGenItaly
MarcoP 27-07-2017 14:11

Scritto da virescit
Vi hanno colpito solarità, profondità e capacità di non sostare nei rimpianti? Io avrei detto altro ma degustibus…

Mai capito l’aggettivo “solare”, di moda da alcuni anni.

14
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Viva la Vida 27-07-2017 14:08

Se la gioca con la Stefania Chieppa x il titolo di Miss Italia tennis!!!

Auguri x un rientro tra le prime 300 del mondo.

13
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Luca Martin
cataflic (Guest) 27-07-2017 13:53

Corinna è colpevole, colpevolissima! Se fosse riuscita a fare una carriera decente…. l’avremmo vista più spesso…. 😀

12
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Luciano.N94 27-07-2017 13:49

Bell’intervista ad una bella ragazza e persona.

11
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Luca Martin 27-07-2017 13:43

Avrei approfondito riguardo al romanzo di suo fratello Bruno.
Wow…che bello avere un fratello scrittore.
Ecco quello che ho trovato a proposito.

Michael J. Port, medico ed agente dell’ International Investigation Police (IIP), in compagnia del suo mentore, il prof. George Storn, sulle tracce di un efferato assassino di nome Jack Daniel Russen, si troverà coinvolto in uno degli attentati di entità globale, mai orchestrati da una mente criminale, in grado di mettere in ginocchio l’umanità intera e scatenare una nuova Guerra Mondiale.

Ambientato tra le sconfinate spiagge australiane, i sobborghi di una squallida New York e le raffinatezze di una Roma, festeggiante il suo primo presidente donna, una setta dalle origini antichissimi, sorta nell’antica Grecia, riporterà alla luce un’ ancestrale ideologia che ogni uomo riserba dentro se nel suo inconscio più profondo e non potrà negare nella lettura di queste pagine.

Inquietanti omicidi, antiche simbologie e moderne tecniche investigative andranno a costituire un unico mosaico nel quale il lettore, così come il protagonista, dovrà dimostrare acume e spiccate doti critiche.

10
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Giurasampras (Guest) 27-07-2017 13:17

Che profondità

9
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Luca Martin
-1: antonios
Federer.Forever 27-07-2017 13:10

Scritto da virescit
Vi hanno colpito solarità, profondità e capacità di non sostare nei rimpianti? Io avrei detto altro ma degustibus…

😎

8
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Peppo81 (Guest) 27-07-2017 13:07

bellissima intervista, veramente una bella ragazza Corinna e una bella persona.

7
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Shuzo (Guest) 27-07-2017 12:54

Da questa intervista non si può sicuramente dire che la Dentoni difetti in simpatia! Certo, dispiace che sia costretta a non giocare tornei internazionali per giocare competizioni a squadre in quanto deve far quadrare il bilancio. Anche questo è un freno. Capisco che Corinna ha 28 anni e dovrebbe essere in grado di essere autosufficiente, ma resta il fatto che solo una piccolissima parte di giocatrici può permettersi di essere del tutto autosufficiente per come vengono oggi distribuiti i soldi tra tornei ITF e WTA.
In questo senso le federazioni dovrebbero essere capaci di sostenere tutte le giocatrici che hanno potenzialità notevoli e si dimostrano professionali, anche se non sono più giovanissime. Dopotutto anche a 30 anni e più si può dare il meglio di sé. Questo aiuterebbe ad abbassare il rischio di perdere talenti strada facendo, come si è rischiato con la Trevisan.

6
Replica | Quota | 3
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: antonios, Luciano.N94, cris0370
lallo (Guest) 27-07-2017 12:47

Scritto da virescit
Vi hanno colpito solarità, profondità e capacità di non sostare nei rimpianti? Io avrei detto altro ma degustibus…

:mrgreen:

5
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
IlCera (Guest) 27-07-2017 12:45

Forza Corinna. Meravigliosa. Ti auguro di tornare presto ad alto livello, se è questo che vuoi, ma soprattutto di vivere felice, soddisfatta di te e delle tue scelte.

4
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ilsempreverde1
virescit (Guest) 27-07-2017 12:36

Vi hanno colpito solarità, profondità e capacità di non sostare nei rimpianti? Io avrei detto altro ma degustibus…

3
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
nastase (Guest) 27-07-2017 12:19

stupenda, sono felice di vivere in una città vicina alla sua!!!

2
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Radames 27-07-2017 12:15

che meraviglia di ragazza. Bellissima intervista. Sempre le più brutte si sceglie il nostro amico Antonio. 😈

1
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!