Qualificazioni Challenger Challenger, Copertina

Challenger Quanzhou: Tris azzurro centra la qualificazione

19/03/2017 10:16 100 commenti
Matteo Berrettini classe 1996
Matteo Berrettini classe 1996

Hanno superato le qualificazioni Lorenzo Sonego, Matteo Berrettini e Andrea Pellegrino.

Sonego, numero 311 Atp, sarà protagonista di un derby tricolore al primo turno con Thomas Fabbiano numero 161 Atp e sesta testa di serie, mentre il 20enne romano sfiderà lo spagnolo Enrique Lopez-Perez, numero 172 del ranking mondiale e 8 del seeding, e il 19enne di Bisceglie, numero 475 Atp, affronterà l’australiano Christopher O’Connell, numero 236 Atp.

Main Draw
(1) Sugita, Yuichi JPN vs Ivashka, Ilya BLR
Milojevic, Nikola SRB vs (Q) Hurkacz, Hubert POL
Velotti, Agustin ARG vs Moriya, Hiroki JPN
Munar, Jaume ESP vs (7) Ignatik, Uladzimir BLR

(3) Vanni, Luca ITA vs Karatsev, Aslan RUS
(WC) Zhang, Zhizhen CHN vs Diez, Steven CAN
Nedovyesov, Aleksandr KAZ vs (WC) Xia, Zihao CHN
(Q) Sonego, Lorenzo ITA vs (6) Fabbiano, Thomas ITA

(5) Marterer, Maximilian GER vs Matosevic, Marinko AUS
O’Connell, Christopher AUS vs (Q) Pellegrino, Andrea ITA
(PR) Bhambri, Yuki IND vs Ito, Tatsuma JPN
Uchiyama, Yasutaka JPN vs (4) Kavcic, Blaz SLO

(8) Lopez-Perez, Enrique ESP vs (Q) Berrettini, Matteo ITA
(WC) Bai, Yan CHN vs Sousa, Pedro POR
Napolitano, Stefano ITA vs Wu, Di CHN
(WC) Te, Rigele CHN vs (2) Lee, Duckhee KOR



CHN Challenger Quanzhou | Cemento | $50.000
3TQ [4] Matteo Berrettini ITA vs Yang o Lee (7)

CH Quanzhou
Matteo Berrettini [4]
7
6
Tsung-Hua Yang
6
4
Vincitore: M. BERRETTINI

01:37:24
7 Aces 3
0 Double Faults 4
69% 1st Serve % 62%
33/46 (72%) 1st Serve Points Won 34/48 (71%)
16/21 (76%) 2nd Serve Points Won 14/30 (47%)
2/3 (67%) Break Points Saved 2/4 (50%)
11 Service Games Played 11
14/48 (29%) 1st Return Points Won 13/46 (28%)
16/30 (53%) 2nd Return Points Won 5/21 (24%)
2/4 (50%) Break Points Won 1/3 (33%)
11 Return Games Played 11
49/67 (73%) Total Service Points Won 48/78 (62%)
30/78 (38%) Total Return Points Won 18/67 (27%)
79/145 (54%) Total Points Won 66/145 (46%)





CH Quanzhou
Lorenzo Sonego [1]
6
6
Roman Safiullin [6]
3
4
Vincitore: L. SONEGO

01:26:34
6 Aces 1
1 Double Faults 0
72% 1st Serve % 68%
28/48 (58%) 1st Serve Points Won 19/38 (50%)
10/19 (53%) 2nd Serve Points Won 5/18 (28%)
5/9 (56%) Break Points Saved 6/12 (50%)
10 Service Games Played 9
19/38 (50%) 1st Return Points Won 20/48 (42%)
13/18 (72%) 2nd Return Points Won 9/19 (47%)
6/12 (50%) Break Points Won 4/9 (44%)
9 Return Games Played 10
38/67 (57%) Total Service Points Won 24/56 (43%)
32/56 (57%) Total Return Points Won 29/67 (43%)
70/123 (57%) Total Points Won 53/123 (43%)



2TQ Sonego ITA – Wang TPE (0-0) ore 03:00

CH Quanzhou
Lorenzo Sonego [1]
7
6
Jimmy Wang
6
2
Vincitore: L. SONEGO




3TQ Sekiguchi JPN – Pellegrino ITA (0-0) 2 incontro dalle ore 03:00

CH Quanzhou
Shuichi Sekiguchi [2]
2
6
Andrea Pellegrino [8]
6
7
Vincitore: A. PELLEGRINO

01:34:38
2 Aces 4
1 Double Faults 4
55% 1st Serve % 56%
25/36 (69%) 1st Serve Points Won 32/40 (80%)
11/29 (38%) 2nd Serve Points Won 13/31 (42%)
3/7 (43%) Break Points Saved 2/4 (50%)
10 Service Games Played 10
8/40 (20%) 1st Return Points Won 11/36 (31%)
18/31 (58%) 2nd Return Points Won 18/29 (62%)
2/4 (50%) Break Points Won 4/7 (57%)
10 Return Games Played 10
36/65 (55%) Total Service Points Won 45/71 (63%)
26/71 (37%) Total Return Points Won 29/65 (45%)
62/136 (46%) Total Points Won 74/136 (54%)


TAG: , , , ,

100 commenti. Lasciane uno!

biglebowsky 19-03-2017 23:49

Scritto da carcossso

Scritto da biglebowski
@ carcossso (#1794053)
Qua c’è una verità assoluta di cui prendere nota: la sola statistica che bisogna guardare nei giochi di servizio è quella delle percentuali di game vinti.

Io l’ unica statistica che guardo è quella della percentuale dei match vinti. E questa sì che da verità universali, e mi dice che berrettini è ventesimo nella race della next generation mentre pellegrino non è neanche in classifica visto che ha perso con cani e porci ha inizio anno, poi se invece diciamo che pellegrino è il nostro giovane più promettente per non so quali fantomatiche statistiche avrà ragione koko.
e mi dispiace dire queste cose perchè io ammiro veramente tanto pellegrino, ma dire che al momento è superiore a berrettini vuol dire non vederci bene

ti davo ragione, su tutti i fronti.

100
Il Violinista del Titanic (Guest) 19-03-2017 21:55

Scritto da Stefan Navratil
@ Koko (#1794022)
Vista tutta la partita, ci sono più volè, tocchi e soluzioni eleganti in questa oretta che in due anni di tennis di Djokovic (e tanti altri… e detto con tutto il rispetto).

Non ho visto il video ma non faccio fatica a crederti 🙂

99
Il Violinista del Titanic (Guest) 19-03-2017 21:22

Scritto da Koko

Scritto da Il Violinista del Titanic

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Se mette la pallina dove vuole soprattutto a rete, mi segno il nome: è da qualche lustro che non abbiamo un braccio educato che sappia volleare come si deve…

Beh ha vinto il campionato mondiale della sua categoria!
https://www.youtube.com/watch?v=_mwSALZoJUY

Grazie per la segnalazione, Koko. Speriamo di vederlo nel Tennis che conta entro… una quindicina d’anni; gli italiani, si sa, hanno bisogno di tempo 😉

PS: Per me non ha senso di esistere l’attività Under Internazionale; motivo per cui non me ne occupo. Ma capisco che per gli addetti ai lavori è fonte di sussistenza, per cui ne giustifico il loro interesse. Non capisco invece che interesse possa avere questa attività ‘minore’ per i non addetti ai lavori. Se qualcuno volesse spiegarmelo…

98
Stefan Navratil (Guest) 19-03-2017 20:08

@ Koko (#1794022)

Vista tutta la partita, ci sono più volè, tocchi e soluzioni eleganti in questa oretta che in due anni di tennis di Djokovic (e tanti altri… e detto con tutto il rispetto). Naturamente il tennis non è solo questo ma speriamo che cresca nel modo giusto, davvero una bella mano!

97
Laver (Guest) 19-03-2017 20:08

Scritto da Gabriele da Firenze

Scritto da Il Violinista del Titanic

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Se mette la pallina dove vuole soprattutto a rete, mi segno il nome: è da qualche lustro che non abbiamo un braccio educato che sappia volleare come si deve…

‘Volleare’ è stupenda…

Ma il termine volleare si è sempre usato, penso di averlosentito già negli anni 80

96
carcossso (Guest) 19-03-2017 20:06

Scritto da biglebowski
@ carcossso (#1794053)
Qua c’è una verità assoluta di cui prendere nota: la sola statistica che bisogna guardare nei giochi di servizio è quella delle percentuali di game vinti.

Io l’ unica statistica che guardo è quella della percentuale dei match vinti. E questa sì che da verità universali, e mi dice che berrettini è ventesimo nella race della next generation mentre pellegrino non è neanche in classifica visto che ha perso con cani e porci ha inizio anno, poi se invece diciamo che pellegrino è il nostro giovane più promettente per non so quali fantomatiche statistiche avrà ragione koko.
e mi dispiace dire queste cose perchè io ammiro veramente tanto pellegrino, ma dire che al momento è superiore a berrettini vuol dire non vederci bene

95
biglebowski (Guest) 19-03-2017 19:30

@ carcossso (#1794053)

Qua c’è una verità assoluta di cui prendere nota: la sola statistica che bisogna guardare nei giochi di servizio è quella delle percentuali di game vinti.

94
carcossso (Guest) 19-03-2017 18:59

Scritto da Koko

Scritto da carcossso

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Non ci capisci una mazza bomber. Berrettini servizio meno decisivo dell’ anno scorso? Non sai di cosa parli

Chi non segue (o parenti ed amici in genere) esprimono giudizi affrettati come te!I parenti mistificano anche le parole (meno devastante non meno decisivo per una difesa non richiesta) Qui si parla di statistiche indiscutibili non di fesserie aleatorie.

Sei tu quello che parla guardando le statistiche senza guardare le partite. Avere un servizio più devastante non vuol dire averlo meno decisivo. Raonic negli ultimi due anni ha ridotto il numero degli ace ma la percentuale dei game vinti al servizio è cresciuta come berrettini sta facendo. Il ragazzo sa benissimo quando forzare col servizio e sa quando non è necessario, ed è un salto di qualità questo, non un passo indietro… ah ma le statistiche…

93
carcossso (Guest) 19-03-2017 18:55

Scritto da Koko

Scritto da carcossso

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Tra l’ altro sonego ha dimostrato di fare match pari contro sousa, ossia un top 50. I limiti di sonego sono nella continuità non certo in qualità tecnice-tattiche. Per pellegrino idem. Ma berrettini sta un livello sopra

Pellegrino ha battuto il n 3 Argentino su terra per tua conoscenza. Sonego l’ho visto spesso impegnato solo contro max top 200 e la volta che ha affrontato gente forte mi è apparso geometrico ma con poche risorse tecniche da variazioni efficaci(mano semiquadra).

Ma pensa un po’. Peccato che non c’ entra niente. A me pellegrino piace ma il suo problema rimane ( per adesso, è un 97 può crescere ) l’ incostanza, può vincere contro zeballos come perdere con giocatori fuori le prime 500 posizioni. Su sonego ti ho già risposto. Ma a me è fatto ridere la tua considerazione su berrettini che non so quante volte hai visto giocare quest’ anno.

92
Sciaky (Guest) 19-03-2017 18:53

Qualcuno mi sa dire se qualche partita si riesce a vedere in live streaming e dove? Grazie

91
Figologo (Guest) 19-03-2017 18:35

Io trovo gli ultimi messaggi di Koko molto condivisibili.

90
Gabriele da Firenze 19-03-2017 18:29

Scritto da Il Violinista del Titanic

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Se mette la pallina dove vuole soprattutto a rete, mi segno il nome: è da qualche lustro che non abbiamo un braccio educato che sappia volleare come si deve…

‘Volleare’ è stupenda… 🙂

89
Koko (Guest) 19-03-2017 18:05

@ Santopadre(dei forum) (#1793915)

James Joyce poteva riuscirci quindi non disperare!

88
Koko (Guest) 19-03-2017 17:51

Scritto da carcossso

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Tra l’ altro sonego ha dimostrato di fare match pari contro sousa, ossia un top 50. I limiti di sonego sono nella continuità non certo in qualità tecnice-tattiche. Per pellegrino idem. Ma berrettini sta un livello sopra

Pellegrino ha battuto il n 3 Argentino su terra per tua conoscenza. Sonego l’ho visto spesso impegnato solo contro max top 200 e la volta che ha affrontato gente forte mi è apparso geometrico ma con poche risorse tecniche da variazioni efficaci(mano semiquadra).

87
carcossso (Guest) 19-03-2017 17:47

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Tra l’ altro sonego ha dimostrato di fare match pari contro sousa, ossia un top 50. I limiti di sonego sono nella continuità non certo in qualità tecnice-tattiche. Per pellegrino idem. Ma berrettini sta un livello sopra

86
Koko (Guest) 19-03-2017 17:46

Scritto da carcossso

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Non ci capisci una mazza bomber. Berrettini servizio meno decisivo dell’ anno scorso? Non sai di cosa parli

Chi non segue (o parenti ed amici in genere) esprimono giudizi affrettati come te!I parenti mistificano anche le parole (meno devastante non meno decisivo per una difesa non richiesta) 😆 Qui si parla di statistiche indiscutibili non di fesserie aleatorie.

85
Koko (Guest) 19-03-2017 17:45

@ Santopadre(dei forum) (#1793859)

Basterebbe introdurre il sistema ELO anche nel tennis!

84
carcossso (Guest) 19-03-2017 17:44

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Non ci capisci una mazza bomber. Berrettini servizio meno decisivo dell’ anno scorso? Non sai di cosa parli

83
Koko (Guest) 19-03-2017 17:38

@ Santopadre(dei forum) (#1793768)

Infatti ho rimpianto per Berrettini il non aver fatto il futurone di Trento preferendo prematuramente le quali Cinesi. I futures grandi a mio avviso vanno fatti in prevalenza fino a che la classifica non si avvicina almeno ai 250 ATP con tanti 0 coperti. Imbarcarsi in una serie di WC challengers per uscine entro i primi due turni è assolutamente dannoso! Una sfilza di 0 o pochissimi punti non rendono mentre anche una semi futures se copre spot senza punti fa fare balzi notevoli in classifica. Arrivo a concludere che alcuni dei nostri giovani sono al palo da tempo intorno ai 300 ATP per scarsa furbizia nella programmazione e sopravvalutazione delle proprie capacità.

82
Koko (Guest) 19-03-2017 17:29

Scritto da Il Violinista del Titanic

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Se mette la pallina dove vuole soprattutto a rete, mi segno il nome: è da qualche lustro che non abbiamo un braccio educato che sappia volleare come si deve…

Beh ha vinto il campionato mondiale della sua categoria!
https://www.youtube.com/watch?v=_mwSALZoJUY

81
Santopadre(dei forum) (Guest) 19-03-2017 17:13

Scritto da gisva

Scritto da Santopadre(dei forum)

Scritto da pibla
Molto bravi!
Per il resto, come dice Makko, i challengers davano un po’ troppi punti, tanto che spesso li giocavanogiocatori molto forti, invece quelli forti devono giocare ATP e lasciare i challengers agli altri.

Pibla come ho risposto a Makko il mio discorso è tra challenger e futures . Spiego in parte sotto.
@ska
Avevo scritto un libro ma mi si è cancellato mentre lo inviavo, riassumo.
Sul discorso economico tutte le migliorie ben vengano, anche se io sarei per battere altre strade credo più efficaci ma sono opinioni e in quanto tale opinabili ma sul discorso dei punti l’atp deve fare il proprio interesse rispetto all’itf, doveva mantenere le forze almeno inalterate, così invece ha fatto diventare più forti i futures rispetto a prima. Per un giocatore che arriva spesso in fondo ai challenger alla fine dell’anno tutto si bilancerà e non cambierà più o meno niente ma per i giocatori diciamo dai 200 in su cambia molto perchè l’esempio che ho fatto su Sonego da 31 punti atp in meno al ragazzo sulla base di 13 risultati, infatti Lorenzo ha ben cinque 0 in classifica. Pensa su 18 risultati quanti punti in meno possono essere e a quei livelli fa una grande differenza. il giocatore invece che li fa nei futures avrà gli stessi punti dell’anno prima.
Questo obbliga i giocatori secondo me a fare un ragionamento importante sulla programmazione e spero che chi di dovere abbia ben chiari questi cambiamenti che ci sono stati, perchè la linea dell’anno scorso 90/95 % challenger per tutti non può andar bene. Per ogni giocatore, a maggior ragione quest’anno, bisognerà fare un discorso diverso, non possono essere tutti uguali, non lo sono.
Questo aspettando che l’atp ponga rimedio se mai lo farà… alla fine ho scritto un libro lo stesso .
@ Il Violinista del Titanic
ahahhaah hai ragione non credo vincerò mai un premio Nobel per la letteratura ma a mia discolpa in quelle 12 righe c’erano 6 righe di parentesi, il punto lo potevo mettere poco dopo aver chiuso quella ma non ne potevo mettere molti di più, amo più le virgole . Hai ragione scrivo tanto ma è che sono un “anziano” di internet e vengo dai forum dove i “papielli”(in omaggio ad Olimar)come i miei e anche ben più lunghi, erano all’ordine del giorno.
Cercherò di mettere qualche punto in più ma tranquillo che ormai scrivo raramente e la maggior parte delle volte quando sono posseduto da strane entità, quindi don’t worry .
In quanto a Santopadre ero/sono un suo tifoso, prima come giocatore, ora come allenatore del Berretto. Non sono lui ma sono onorato di portare il suo cognome come nick in giro per il web ormai da 15 anni .

Tutto interessantissimo, anche se io penso che la classifica oltre i 200 conti poco. Ci se la costruisce in tanti modi, a volte basta aver capitale e trovare i tornei giusti. Ma si comincia ad essere professionisti veri quando si è nei 200 e si arriva in fondo ai challenger. Seguo i livelli inferiori sperando di vedere talenti in grado di salire. Di chi arriva nei 200 facendo il ragioniere mi interessa il giusto.

Per diventare professionisti ed entrare nei 200 bisogna farli però i punti 😉 , non è questione di fare i ragionieri ma se a maggio sei 290 invece che 220 ti cambia che andrai a Mestre invece che a Parigi, a giugno a Milano invece che a Londra e ad agosto a Manerbio invece che a New York, mentre a gennaio starai a guardare la televisione e nella settimane in cui non ci sono i challenger in Italia dove ti danno magari la wild card, dovrai fare delle quali spesso molto dure con 3 turni competitivi per 3 punti o quando va bene 5, invece di entrare diretto in tabellone con continuità e continuare a salire durante l’intero arco della stagione. E se vedi che la classifica non sale ti comincia a salire un macigno sulle spalle che poi è duro da togliere.

Se arrivi in fondo ai challenger con continuità come detto naturalmente il discorso non conta ma se non sei un crack questi conti li devi fare, fanno parte del diventare professionista e del cercare di migliorarsi giorno dopo giorno, anche il programmarsi e il gestirsi fa parte degli step che ti fanno crescere più o meno in fretta a seconda di come li gestisci. Il tutto viene dopo il lato tecnico naturalmente ma se non sei un fenomeno devi mettere in conto anche questo e diventare il ragionier Fantozzi per qualche ora ogni tanto all’anno se non vuoi rimanere “impantanato” troppo a lungo 😉 . Anche perchè come sanno giocare a tennis alcuni dei nostri, lo sanno fare anche tanti altri ragazzi nel mondo e spesso la differenza tra l’essere a Parigi o a Mestre la fanno i dettagli.

80
gisva 19-03-2017 16:18

Scritto da Santopadre(dei forum)

Scritto da pibla
Molto bravi!
Per il resto, come dice Makko, i challengers davano un po’ troppi punti, tanto che spesso li giocavanogiocatori molto forti, invece quelli forti devono giocare ATP e lasciare i challengers agli altri.

Pibla come ho risposto a Makko il mio discorso è tra challenger e futures . Spiego in parte sotto.
@ska
Avevo scritto un libro ma mi si è cancellato mentre lo inviavo, riassumo.
Sul discorso economico tutte le migliorie ben vengano, anche se io sarei per battere altre strade credo più efficaci ma sono opinioni e in quanto tale opinabili ma sul discorso dei punti l’atp deve fare il proprio interesse rispetto all’itf, doveva mantenere le forze almeno inalterate, così invece ha fatto diventare più forti i futures rispetto a prima. Per un giocatore che arriva spesso in fondo ai challenger alla fine dell’anno tutto si bilancerà e non cambierà più o meno niente ma per i giocatori diciamo dai 200 in su cambia molto perchè l’esempio che ho fatto su Sonego da 31 punti atp in meno al ragazzo sulla base di 13 risultati, infatti Lorenzo ha ben cinque 0 in classifica. Pensa su 18 risultati quanti punti in meno possono essere e a quei livelli fa una grande differenza. il giocatore invece che li fa nei futures avrà gli stessi punti dell’anno prima.
Questo obbliga i giocatori secondo me a fare un ragionamento importante sulla programmazione e spero che chi di dovere abbia ben chiari questi cambiamenti che ci sono stati, perchè la linea dell’anno scorso 90/95 % challenger per tutti non può andar bene. Per ogni giocatore, a maggior ragione quest’anno, bisognerà fare un discorso diverso, non possono essere tutti uguali, non lo sono.
Questo aspettando che l’atp ponga rimedio se mai lo farà… alla fine ho scritto un libro lo stesso .
@ Il Violinista del Titanic
ahahhaah hai ragione non credo vincerò mai un premio Nobel per la letteratura ma a mia discolpa in quelle 12 righe c’erano 6 righe di parentesi, il punto lo potevo mettere poco dopo aver chiuso quella ma non ne potevo mettere molti di più, amo più le virgole . Hai ragione scrivo tanto ma è che sono un “anziano” di internet e vengo dai forum dove i “papielli”(in omaggio ad Olimar)come i miei e anche ben più lunghi, erano all’ordine del giorno.
Cercherò di mettere qualche punto in più ma tranquillo che ormai scrivo raramente e la maggior parte delle volte quando sono posseduto da strane entità, quindi don’t worry .
In quanto a Santopadre ero/sono un suo tifoso, prima come giocatore, ora come allenatore del Berretto. Non sono lui ma sono onorato di portare il suo cognome come nick in giro per il web ormai da 15 anni .

Tutto interessantissimo, anche se io penso che la classifica oltre i 200 conti poco. Ci se la costruisce in tanti modi, a volte basta aver capitale e trovare i tornei giusti. Ma si comincia ad essere professionisti veri quando si è nei 200 e si arriva in fondo ai challenger. Seguo i livelli inferiori sperando di vedere talenti in grado di salire. Di chi arriva nei 200 facendo il ragioniere mi interessa il giusto.

79
Il Violinista del Titanic (Guest) 19-03-2017 15:50

Scritto da Koko
In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

Se mette la pallina dove vuole soprattutto a rete, mi segno il nome: è da qualche lustro che non abbiamo un braccio educato che sappia volleare come si deve…

78
W il campa (Guest) 19-03-2017 14:49

Scritto da Rudy
Scusate il piccolo OT….però tutto sto parlare di punti mi fa pensare quando Donati pagherà la cambiale di Caltanissetta e sprofonderà in classifica….devo dire che mi dispiace parecchio

Se non ne vince mezza e si spacca sempre c’è poco da fare

77
Koko (Guest) 19-03-2017 14:38

In base alle statistiche il nostro giocatore più interessante è Pellegrino! Il servizio sembra messo a posto e fisicamente è anche più armonico dei suoi colleghi. Tecnicamente se lima alcuni difetti (in particolare l’eccesso di colpi incrociati di dritto) ha un tennis di un certo valore internazionale. Berrettini quest’anno mi appare meno devastante al servizio e alla risposta mostra una certa debolezza strutturale. Sonego è un gran lottatore ma lo puoi fare efficacemente entro certi livelli e non so come reagirebbe il suo tennis al confronto con top 150 ATP in palla e concentrati.
Il giocatore di successo deve avere una capacità di tennis “innata” a livelli adeguati. Faccio l’esempio del giovanissimo Nardi che pur con una potenza relativa per il fisico ancora infante mette la pallina dove vuole da fondo e soprattutto a rete. Il talento innato deve emergere da subito. Giocatori più costruiti o costruiti male non riescono nemmeno a fare la più brutta volee di Nardi anche a 21 anni!

76
Figologo2 (Guest) 19-03-2017 13:32

Berrettini ha un gran tabellone, se vuole essere il crack immediato che dite.

Uno tra Kavcic e Bhambri soccomberà nello spazio di due turni.

Lopez Perez come primo turno è oro,dato il tabellone visto nel suo complesso. Duckhee ha perso un paio di partite così, ultimamente. Insomma, c’è lo spiraglio…

75
Circo (Guest) 19-03-2017 13:15

Grazie della disamina Santopadre (dei forum). Quindi meglio un quarto, semifinale future vicino e più sicuro che quali challenger in giro per il mondo. Per non parlare dei 25000 o 25000 + h. In effetti nella wta i 15000 danno molti meno punti, 2/3 se non ricordo male e i 60000, danno punti nelle quali anche per i singoli turni, non so per i soldi… 🙂

74
Rudy (Guest) 19-03-2017 13:01

Scusate il piccolo OT….però tutto sto parlare di punti mi fa pensare quando Donati pagherà la cambiale di Caltanissetta e sprofonderà in classifica….devo dire che mi dispiace parecchio

73
sadario 19-03-2017 12:55

@ Santopadre(dei forum) (#1793924)

Il discorso lo abbiamo capito… io resto dell’idea ke la soluzione dovrebbe essere abbassare i punti futures, nn riaumentare quelli challenger. Altrimenti, se si rialzano i punti challenger allora anke quelli degli atp dovrebbero aumentare.

72
W il campa (Guest) 19-03-2017 12:47

Scritto da Santopadre(dei forum)
Faccio l’ultimo esempio di un giocatore monotono che l’anno scorso superava 18 volte le quali e 1 turno nel main draw nei tornei da 42.000 euro+h o l’equivalente in dollari.
Facendo così alla fine dell’anno avrebbe totalizzato 234 punti atp.
Quest’anno facendo la stessa cosa totalizzerebbe 162 punti atp.
Sono ben 72 punti in meno, un’enormità.
I punti dei futures invece rimangono inalterati e questo giocoforza cambia il rapporto di forza ad una certa classifica tra challenger e futures e penso io anche alcune valutazioni su come programmarsi se si vuole raggiungere una certa classifica per entrare nei tornei.
Passo e chiudo perchè ho scritto troppo e non voglio annoiarvi, buona domenica a tutti

Grazie Vincenzo, è importante che su livetennis vi siano anche ex tennisti e allenatori

71
Santopadre(dei forum) (Guest) 19-03-2017 12:35

Faccio l’ultimo esempio di un giocatore monotono :mrgreen: che l’anno scorso superava 18 volte le quali e 1 turno nel main draw nei tornei da 42.000 euro+h o l’equivalente in dollari.

Facendo così alla fine dell’anno avrebbe totalizzato 234 punti atp.

Quest’anno facendo la stessa cosa totalizzerebbe 162 punti atp.

Sono ben 72 punti in meno, un’enormità.

I punti dei futures invece rimangono inalterati e questo giocoforza cambia il rapporto di forza ad una certa classifica tra challenger e futures e penso io anche alcune valutazioni su come programmarsi se si vuole raggiungere una certa classifica per entrare nei tornei.

Passo e chiudo perchè ho scritto troppo e non voglio annoiarvi, buona domenica a tutti 😉

70
LiveTennis.it Staff 19-03-2017 12:21

@ Daniele Inches (#1793906)

Con il ranking Live di domani arrivano anche i punti delle quali 😉
Un abbraccio.

69
Santopadre(dei forum) (Guest) 19-03-2017 12:21

Scritto da pibla
Molto bravi!
Per il resto, come dice Makko, i challengers davano un po’ troppi punti, tanto che spesso li giocavanogiocatori molto forti, invece quelli forti devono giocare ATP e lasciare i challengers agli altri.

Pibla come ho risposto a Makko il mio discorso è tra challenger e futures 😉 . Spiego in parte sotto.

@ska

Avevo scritto un libro ma mi si è cancellato mentre lo inviavo, riassumo.

Sul discorso economico tutte le migliorie ben vengano, anche se io sarei per battere altre strade credo più efficaci ma sono opinioni e in quanto tale opinabili ma sul discorso dei punti l’atp deve fare il proprio interesse rispetto all’itf, doveva mantenere le forze almeno inalterate, così invece ha fatto diventare più forti i futures rispetto a prima. Per un giocatore che arriva spesso in fondo ai challenger alla fine dell’anno tutto si bilancerà e non cambierà più o meno niente ma per i giocatori diciamo dai 200 in su cambia molto perchè l’esempio che ho fatto su Sonego da 31 punti atp in meno al ragazzo sulla base di 13 risultati, infatti Lorenzo ha ben cinque 0 in classifica. Pensa su 18 risultati quanti punti in meno possono essere e a quei livelli fa una grande differenza. il giocatore invece che li fa nei futures avrà gli stessi punti dell’anno prima.

Questo obbliga i giocatori secondo me a fare un ragionamento importante sulla programmazione e spero che chi di dovere abbia ben chiari questi cambiamenti che ci sono stati, perchè la linea dell’anno scorso 90/95 % challenger per tutti non può andar bene. Per ogni giocatore, a maggior ragione quest’anno, bisognerà fare un discorso diverso, non possono essere tutti uguali, non lo sono.

Questo aspettando che l’atp ponga rimedio se mai lo farà… alla fine ho scritto un libro lo stesso 😆 .

@ Il Violinista del Titanic

ahahhaah hai ragione non credo vincerò mai un premio Nobel per la letteratura ma a mia discolpa in quelle 12 righe c’erano 6 righe di parentesi, il punto lo potevo mettere poco dopo aver chiuso quella ma non ne potevo mettere molti di più, amo più le virgole 😆 . Hai ragione scrivo tanto ma è che sono un “anziano” di internet e vengo dai forum dove i “papielli”(in omaggio ad Olimar)come i miei e anche ben più lunghi, erano all’ordine del giorno.

Cercherò di mettere qualche punto in più ma tranquillo che ormai scrivo raramente e la maggior parte delle volte quando sono posseduto :mrgreen: da strane entità, quindi don’t worry 😛 .

In quanto a Santopadre ero/sono un suo tifoso, prima come giocatore, ora come allenatore del Berretto. Non sono lui ma sono onorato di portare il suo cognome come nick in giro per il web ormai da 15 anni 😉 .

68
Luca96 19-03-2017 12:20

Bravi ragazzi! Berettini e Pellegrino se la giocabo anche se oggettivamente sono sfavoriti 😉

67
e-team (Guest) 19-03-2017 12:13

@ pibla (#1793904)

66
ealesia (Guest) 19-03-2017 12:12

Situazione interessante,sono curioso di vedere il comportamento dei nostri giocatori da qui in avanti,i tornei asiatici sono meno competitivi degli altri,i giocatori giapponesi e cinesi non valgono le classifiche che hanno,sfruttano come i nostri tanti tornei in casa loro e si costruiscono classifiche bugiarde…per il resto vedremo…

65
Daniele Inches (Guest) 19-03-2017 12:06

Come mai a nessuno dei nostri 3 azzurri qualificati sono stati attribuiti i 3 punti per la qualifica al tabellone principale, sul sito in cui tengono le classifiche atp aggiornate in tempo reale?

64
pibla (Guest) 19-03-2017 12:01

Grazie a Santopadre che ha messo in evidenza questa modifica nei punteggi dei challengers.

63
pibla (Guest) 19-03-2017 11:55

Molto bravi!

Per il resto, come dice Makko, i challengers davano un po’ troppi punti, tanto che spesso li giocavanogiocatori molto forti, invece quelli forti devono giocare ATP e lasciare i challengers agli altri.

62
marco65 (Guest) 19-03-2017 11:53

SUGITA
HURKACZ
MORIYA
IGNATIK
VANNI
DIEZ
NEDOVYEZOV
SONEGO
MARTERER
PELLEGRINO
BHAMBRI
KAVCIC
BERRETTINI
BAI
NAPOLITANO
LEE

61
Il Violinista del Titanic (Guest) 19-03-2017 11:37

Scritto da Santopadre(dei forum)
Io non me ne ero accorto fino a febbraio inoltrato, immagino ne avevate già parlato qua e per carità è buono per i giocatori che sono in main draw il fatto che abbiano messo l’obbligo di ospitalità nei tornei di montepremi inferiore dei challenger(per i giocatori sicuramente è ottimo, anche se probabilmente qualche torneo sparirà e diminuiranno “i posti di lavoro”, purtroppo non si riesce a fare un ragionamento di aumenti legato alla globalità del movimento tennis partendo dal vertice e distribuendo verso il basso ma si chiedono miracoli a chi già fa miracoli per organizzare un challenger o un futures ma questo è un altro discorso… in Europa ad aprile 3 tornei challenger, di cui 2 da noi, se andasse in crisi il nostro sistema di challenger per i giocatori europei sarebbero cavoli amari) ma sui punti forse dovevano fare un pensiero un pò diverso, in pratica hanno aumentato in maniera enorme i tornei di categoria inferiore che ora sono tutti i 43mila euro+h, i 50mila dollari+h, i 64mila euro senza h e i 75mila dollari senza h e questi danno tutti 3 punti solo a chi si qualifica e 6(o 7 nei 75mila e 64mila) punti a chi passa un turno nel main draw. Oltre alla diminuizione dei punti per gli altri turni. A fine anno tutto si bilancerà, calerà la media punti per essere in una certa posizione(sta già calando) ma dovrebbero cambiare anche alcuni altri ragionamenti.
Molti si chiedono perchè alcuni nostri giocatori continuano a giocare futures, beh mi sembra evidente che fino a quando non entri diretto in main draw fare trasferte lunghe e costose del genere merita sempre di meno(se non se tra quelli che hanno aiuti dalla federazione) e quindi come è giusto che sia cercano di fare punti nei futures fino a quando non entrano diretti nei challenger nei mesi in cui aumentano i tornei o almeno alternano la cosa, perchè non si può girare per continenti 365 giorni l’anno a quel livello di classifica. Senza contare che per me era già insensato non farlo almeno fino a quando non hai la classifica per entrare nelle quali degli slam.
Quest’anno con questo cambiamento nel sistema dei punti, l’alternanza sarà probabilmente ancora più importante… speriamo che qualcuno al vertice se ne accorga, fino a quando hai la wild card nel main draw ok, fare ogni tanto delle quali challenger ok ma escludere completamente i futures fino a quando non hai la classifica che ti permetta di farlo è una boiata pazzesca. E credo che da quest’anno lo sia ancora di più.
Pellegrino è nel main draw, bravo, forza ragazzi.

Onestamente ho fatto un po’ di fatica a seguirti. Ti prego: metti qualche punto in più nelle tue frasi. Il primo punto lo hai messo dopo ben 202 parole, ovvero 12 righe !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Penso tu abbia battuto un record su questo Forum. Nemmeno un premio Nobel per la Letteratura riuscirebbe a
farsi capire chiaramente con espressioni così ………………….
…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….. lunghe. Tutti i lettori – eccetto il Figologo che non bada alla forma, e/o eccetto chi la forma neppure sa cosa sia – te ne saranno grati. L’argomento che hai tirato in ballo, sembra molto interessante, anche se non sono sicuro di averlo capito del tutto: un po’ per miei limiti di comprensione, un po’ per tuoi limiti di espressione. Comunque, anche solo per il nick che hai scelto – ammesso che tu non sia quello vero 😉 – sei un grande.

60
Ci provo anch’io (Guest) 19-03-2017 11:21

@ Santopadre(dei forum) (#1793843)

Sarà interessante a fine anno fare dei confronti tra pari classifica e pari punti sui montepremi da anno ad anno.

59
sadario 19-03-2017 11:13

Bravi i nostri ragazzi! Ora speriamo ke qualcuno riesca a fare strada nel main draw, perché le possibilità ci sono.
Interessante il discorso sul rapporto challenger/futures… personalmente sn d’accordo con la riduzione dei punti challenger, ma credo anke io ke andavano adeguati anke quelli dei futures. L’assegnazione dei punti in base variabile in base alle teste di serie o ai cutout invece nn la trovo così semplice , e ritengo meglio uno standard in base al montepremi come adesso.

Volevo kiedere, dopo questa tournet in asia i nostri ke programmazione hanno? Proporrei alla redazione una sorta di rubrica in cui segnare la programmazione degli italiani che in qlk modo si riesce a sapere, sarebbe interessante

58
Paolo (Guest) 19-03-2017 11:06

Veramente bravissimi soprattutto Lollo con due incontri nella stessa mattinata

57
aureliriccardo 19-03-2017 11:03

grandi ragazzi!

56
Danbar (Guest) 19-03-2017 10:54

Ottimo sonego

55
Jim Courier (Guest) 19-03-2017 10:51

E’ un ragazzo da osservare…vediamo quando iniziano i challenger in Italia.

Scritto da Tifoso degli italiani
Bravo Pellegrino, ottima qualificazione!
Speriamo ora negli altri due azzurri!

54
David90 (Guest) 19-03-2017 10:36

Ragazzi ma quando esce l’entry list per Roma? La classifica da tenere conto è quella di domani giusto?

53
ASHTONEATON 19-03-2017 10:31

Bravi ragazzi, splendida qualificazione!

52
Santopadre(dei forum) (Guest) 19-03-2017 10:28

Scritto da makko
@ Santopadre(dei forum) (#1793843)
Le tue sono argomentazioni valide che sono l’espressione evidente di un viscerale amore per questo sport e quindi le rispetto profondamente ma non le condivido nel merito. Penso che finora l’attribuzione dei punti di un challenger fosse sovrastimata e di molto rispetto alle difficoltà del torneo e che quindi almeno un piccolo ridimensionamento fosse necessario (yousnhi e tipsarevic hanno fatto un balzo in classifica enorme senza vittorie significative, ad esempio). Credo che anche un ridimensionamento del numero dei challenger fosse necessario, in alcune settimane in contemporanea ai tornei Ato ci possono essere anche 4-5 challenger il cui livello non può che essere modesto e che quindi il numero fosse inflazionato con un livello qualitativo basso.

Tu mi fai un confronto tra atp e challenger e posso condividerlo, se fosse per me i punti da distribuire in un torneo andrebbero decisi in base al cut off del torneo o alla classifica delle prime 8 teste di serie, sarebbe un metodo abbastanza semplice che credo renderebbe più giusta l’assegnazione dei punti in base alla difficoltà del torneo.

Io però ti faccio un discorso tra challenger e futures. Ti faccio un altro esempio, Lorenzo Sonego che qua si è qualificato è uno di quei ragazzi che ha giocato solo challenger.

Prendiamo i risultati nel 2016, quei risultati gli hanno portato in dote 162 punti atp. Quest’anno con gli stessi identici risultati Sonego porterebbe a casa 131 punti atp.

Se invece prendiamo un giocatore che ha fatto 162 punti atp nei futures, quest’anno con gli stessi risultati porterebbe a casa gli stessi 162 punti atp.

Penso che concorderai con me che la cosa non ha senso ma purtroppo ormai per quest’anno la situazione è questa ed è per questo che spero che Rianna e soci abbiano ben chiara la situazione e che se per alcuni si può fare un ragionamento in base a ” si ok è pronto per giocare solo dai challenger in su, lui so che farà l’exploit e la classifica la costruirà così, niente futures”, io non sono daccordo, per me devono alternare fino a che non hanno una certa classifica perchè fa parte del processo di crescita ma loro giustamente possono pensarla diversamente e fare questo ragionamento per alcuni perchè hanno l’opportunità di aiutarli ma non possono fare questo ragionamento per tutti, perchè gli aiuti non sono infiniti, perchè in qualche modo bisogna costruirsi una classifica e spero abbiano ben chiara la cosa e la situazione di quest’anno dei punti e di tutto il resto.

è cambiato molto, alcuni potranno fare il salto con ottimi risultati ma non tutti sono uguali e non si può ragionare per tutti nella stessa maniera, sennò si rischia di perdere qualcuno per strada senza aiutarlo a costruire la macchina che un giorno gli servirà per viaggiare da solo, quando Rianna e gli altri seguiranno i nuovi Sonego, Berrettini, Pellegrino ecc. ecc.

51
ska (Guest) 19-03-2017 10:26

@ Santopadre(dei forum) (#1793843)

Io non so cosa abbia guidato il cambiamento.
L’unico target ragionevole mi sembra essere la diminuzione della soglia di sopravvivenza del tennis professionistico.
Una base di tennisti professionisti più ampia non può che fare del bene.
Le modifiche vanno in questo senso ? Così sembra.

Il rapporto tra punti CH e Future secondo me è frutto del compromesso.
L’ATP deve pensare ai professionisti, l’ITF ai non professionisti. Ovvio che esista una discrepanza di valutazioni

50
e-team (Guest) 19-03-2017 10:21

Sonego Fabbiano è una bella partita…..Pellegrino può giocarsela alla pari così come Berrettini…..

49
stefan (Guest) 19-03-2017 10:13

Quando si saprà chi pescano nel tabellone?

48
makko (Guest) 19-03-2017 10:07

@ Santopadre(dei forum) (#1793843)

Le tue sono argomentazioni valide che sono l’espressione evidente di un viscerale amore per questo sport e quindi le rispetto profondamente ma non le condivido nel merito. Penso che finora l’attribuzione dei punti di un challenger fosse sovrastimata e di molto rispetto alle difficoltà del torneo e che quindi almeno un piccolo ridimensionamento fosse necessario (yousnhi e tipsarevic hanno fatto un balzo in classifica enorme senza vittorie significative, ad esempio). Credo che anche un ridimensionamento del numero dei challenger fosse necessario, in alcune settimane in contemporanea ai tornei Ato ci possono essere anche 4-5 challenger il cui livello non può che essere modesto e che quindi il numero fosse inflazionato con un livello qualitativo basso.

47
Arnaldo (Guest) 19-03-2017 09:57

Finalmente!!!!.

46
Santopadre(dei forum) (Guest) 19-03-2017 09:48

Faccio l’ultimo esempio scemo, quest’anno in un torneo così qualificandosi e passando un turno nel main draw fai 9 punti, l’anno scorso ne facevi 13 e per la gran parte dei tornei sarà così. I punti dei futures sono rimasti invece gli stessi.

Fate voi… insomma chi ha fatto la riforma mi sa che si è dimenticato di pensare ad un paio di cose e alla situazione economica del pianeta, perchè non penso credesse che tutti i tornei del mondo avrebbero magicamente aumentato i loro montepremi del 50% più l’aggiunta dell’ospitalità in alcuni casi per mantenere i punti dell’anno scorso.

Ho sempre più il pensiero che chi fa queste riforme viva a fantasilandia o sia perennemente ubriaco. 😛

Viva l’ospitalità nei tornei ma i punti amico mio…

45
Gabriele da Firenze 19-03-2017 09:45

Sonego ha pescato Fabbiano, a Pellegrino è toccato l’australiano O’Connell e a Berretto il più alto nel ranking dopo Fabbiano, lo spagnolo Lopez-Perez.
E stanotte/domattina subito in campo per il primo turno Napolitano, Pellegrino e Berrettini. Lorenzo lo lasciano riposare un giorno in più… 🙂

44
luk (Guest) 19-03-2017 09:38

grandissimi tutti e tre

43
Omarino 19-03-2017 09:38

Sonego super in entrambe le partite,non era per nulla facile. Lorenzo sta dimostrando una continua crescita e giocare sul veloce gli fa solo bene.
Berrettini ha fatto il suo dovero,era una qualificazione fattibile,ora deve andare avanti nel main draw.
Pellegrino bene bene,sono davvero contento,ora non accontentarti.

42
Gaetá (Guest) 19-03-2017 09:37

Fabbiano-Sonego
Berrettini-Lopez Perez
Pellegrino-O’Connel

41
Palmeria (Guest) 19-03-2017 09:37

Bravissimi

40
Santopadre(dei forum) (Guest) 19-03-2017 09:37

Scritto da OMAR TURBODRITTO
5 p.ti importanti per la race to milan bravo berrettini

come detto i punti sono solo 3 e saranno solo 3 nella maggiorparte dei challenger di quest’anno purtroppo

39
Santopadre(dei forum) (Guest) 19-03-2017 09:36

Scritto da Paolo03

Scritto da Santopadre(dei forum)
Io non me ne ero accorto fino a febbraio inoltrato, immagino ne avevate già parlato qua e per carità è buono per i giocatori che sono in main draw il fatto che abbiano messo l’obbligo di ospitalità nei tornei di montepremi inferiore dei challenger(per i giocatori sicuramente è ottimo, anche se probabilmente qualche torneo sparirà e diminuiranno “i posti di lavoro”, purtroppo non si riesce a fare un ragionamento di aumenti legato alla globalità del movimento tennis partendo dal vertice e distribuendo verso il basso ma si chiedono miracoli a chi già fa miracoli per organizzare un challenger o un futures ma questo è un altro discorso… in Europa ad aprile 3 tornei challenger, di cui 2 da noi, se andasse in crisi il nostro sistema di challenger per i giocatori europei sarebbero cavoli amari) ma sui punti forse dovevano fare un pensiero un pò diverso, in pratica hanno aumentato in maniera enorme i tornei di categoria inferiore che ora sono tutti i 43mila euro+h, i 50mila dollari+h, i 64mila euro senza h e i 75mila dollari senza h e questi danno tutti 3 punti solo a chi si qualifica e 6(o 7 nei 75mila e 64mila) punti a chi passa un turno nel main draw. Oltre alla diminuizione dei punti per gli altri turni. A fine anno tutto si bilancerà, calerà la media punti per essere in una certa posizione(sta già calando) ma dovrebbero cambiare anche alcuni altri ragionamenti.
Molti si chiedono perchè alcuni nostri giocatori continuano a giocare futures, beh mi sembra evidente che fino a quando non entri diretto in main draw fare trasferte lunghe e costose del genere merita sempre di meno(se non se tra quelli che hanno aiuti dalla federazione) e quindi come è giusto che sia cercano di fare punti nei futures fino a quando non entrano diretti nei challenger nei mesi in cui aumentano i tornei o almeno alternano la cosa, perchè non si può girare per continenti 365 giorni l’anno a quel livello di classifica. Senza contare che per me era già insensato non farlo almeno fino a quando non hai la classifica per entrare nelle quali degli slam.
Quest’anno con questo cambiamento nel sistema dei punti, l’alternanza sarà probabilmente ancora più importante… speriamo che qualcuno al vertice se ne accorga, fino a quando hai la wild card nel main draw ok, fare ogni tanto delle quali challenger ok ma escludere completamente i futures fino a quando non hai la classifica che ti permetta di farlo è una boiata pazzesca. E credo che da quest’anno lo sia ancora di più.
Pellegrino è nel main draw, bravo, forza ragazzi.

Condivido perfettamente il tuo ragionamento ma quel che non capisco è perchè noi lo dovremmo organizzare un challenger e non nazioni come la Francia o la Germania che hanno anche a disposizione più campi. Noi ne abbiamo anche tanto in estate

Non ho scritto che noi dobbiamo organizzare un challenger, ho scritto che se il nostro sistema di challenger andasse in crisi, per i tennisti europei sarebbero cavoli amari 😉 . Tra marzo ed aprile ci sarebbe 2 tornei soli, entrambi in Francia. In questi primi 4 mesi dell’anno sono spariti credo vari tornei in sudamerica, a memoria il challenger in Israele a Raanana, qualche torneo europeo. I punti a disposizione diminuiscono, il che si aggiunge alla riforma delle qualificazioni a 16 posti negli atp che è abbastanza recente e che ha diminuito ancora di più le opportunità. Insomma si complicano sempre di più le cose ed è per questo che alcuni giocatori giocano futures, l’alternativa è star fermi o se si è fortunati da poterselo permettere girare per il mondo tutto l’anno, rischiando anche di non entrare in certi tornei ma a certi livelli di classifica e guadagni è dura. Ormai per fare il giro in Sudamerica a febbraio bisogna essere 170/180 atp almeno e già li si rischia in qualche torneo, un tempo lo facevano anche i 250/270 del mondo. Il problema non è che i 250 non possono fare più quel giro, il problema è che non c’è un’alternativa o che l’alternativa si chiamano qualificazioni per 3 punti atp dall’altra parte del mondo. Ed è per questo che non si possono più snobbare i futures finchè non si ha una classifica decente, perchè non si può pensare di essere sempre aiutati, prima o poi li aiuti finiscono e la classifica bisogna farsela se ci si vuole programmare in libertà tutto l’anno o se si vuole giocare tornei come gli slam. Spero di non vedere più 25mila dollari in Italia dove il primo dei nostri giovani e un pò meno giovani iscritto è il 600 del mondo come la scorsa estate. Bisogna alternare per costruirsi una classifica, a maggior ragione ora con questi cambiamenti.

Tutti dentro, bravi, speriamo riescano ad andare avanti.

38
Paolo03 19-03-2017 09:33

Scritto da OMAR TURBODRITTO
5 p.ti importanti per la race to milan bravo berrettini

Non solo anche per il ranking facendo pochi conti Berrettini dovrebbe salire di 8/9 posizioni

37
cris (Guest) 19-03-2017 09:32

Guadagnano tutti e 3 5 pt?

36
Guido (Guest) 19-03-2017 09:31

Tutti dentro! Bravi!

35
OMAR TURBODRITTO (Guest) 19-03-2017 09:26

5 p.ti importanti per la race to milan bravo berrettini

34
Becuzzi_style (Guest) 19-03-2017 09:24

Che bel risveglio! Bravi in particolare Sonego e Pellegrino…Berrettini obiettivamente aveva la strada spianata, ma cmq vincere non è mai banale.

33
sasuzzo (Guest) 19-03-2017 09:21

Berrettini non eviterebbe un tie break neanche con un quarta categoria.

32
fisherman (Guest) 19-03-2017 09:20

Molto bene..Lorenzo che aveva il compito più arduo contro Safiullin, è riuscito a qualificarsi anche lui è a mio avviso la sua qualificazione ha un peso specifico superiore rispetto a Berrettini e Pellegrino che ,seppur bravi, non avevano giocatori piu di tanto pericolosi da affrontare.

31
cri (Guest) 19-03-2017 09:13

6 italiani in tabellone in un challenger in oriente è un record

30
Alain 19-03-2017 09:11

Bravi ragazzi!

29
stefan (Guest) 19-03-2017 09:03

Bravissimi, soprattutto Sonego aveva due ostacoli mica male.
Ora alla ricerca di punti!

28
Marco65 (Guest) 19-03-2017 08:58

Se Fabbiano becca Berrettini perde di sicuro, equilibrata con Sonego, mentre vincerebbe con Pellegrino

27
Moreno (Guest) 19-03-2017 08:57

Mi sembra che Berrettini abbia perso per strada gli ace nell’ultimo periodo…

26
Mariola (Guest) 19-03-2017 08:53

E adesso speriamo che Fabbiano prenda il quarto qualificato.

25
Domingo (Guest) 19-03-2017 08:51

All in

24
Leconte (Guest) 19-03-2017 08:50

Che bravi…confortante soprattutto la vittoria di pellegrino. Sugli altri due sappiamo che ci si può contare a livello challenger.

23
carcossso (Guest) 19-03-2017 08:50

Bene il 3/3. Ora accoppiamenti piuttosto difficili con un probabilissimo primo turno di uno dei 3 contro fabbiano

22
Marco65 (Guest) 19-03-2017 08:48

Ecco anche Berrettini, 6 italiani nel Maine draw e al 75% uno scontro fratricida al primo turno con Fabbiano

21
cris (Guest) 19-03-2017 08:48

3 su 3 bravissimi…i 3 giovani più promettenti secondo me

20
Gabriele da Firenze 19-03-2017 08:48

ALE’ MATTEO, anche lui nel MD…3 su 3, questa settimana non è per niente male 🙂

19
Lelegenny (Guest) 19-03-2017 08:47

Grande 3su3

18
borg (Guest) 19-03-2017 08:45

Nella partita di sonego 10 break /19 games. Per berrettini /yang il break sembra un miraggio…eppure sonny serve bene….

17
Lucabigon 19-03-2017 08:41

Bene anche Sonego!

16
borg (Guest) 19-03-2017 08:40

E bravo sonego!

15
Gian50 19-03-2017 08:36

2 su 3 Sonego e pellegrino si qualificano per il main draw ora Berrettini per l’en plein(3 su 3 con tutti quei turni sarebbe carino)

14
Gabriele da Firenze 19-03-2017 08:35

EVVAI LORE, anche lui nel MD dopo aver battuto di seguito Wang e Safiullin…fra chi attende i qualificati (per ora Pellegrino e Lorenzo) c’è anche Fabbiano 🙄
Ora tutti a tifare per Matteo 🙂

13
Marco65 (Guest) 19-03-2017 08:35

Mamma mia che montagne russe, 10 break su 19 games!

12
Appassionatospettatore (Guest) 19-03-2017 08:34

Bravo lollo

11
Marco65 (Guest) 19-03-2017 08:29

Ma stanno giocando sul veloce o sulla sabbia? Tra Sonego e Safiullin , due ottimi giocatori al servizio, se lo strappano a ripetizione e anche Berrettini fatica a tenere il suo facendo pochi aces

10
Gabriele da Firenze 19-03-2017 08:16

Nel secondo set fra Lorenzo e il russo fanno a chi perde più turni di servizio… 😯

9
Paolo03 19-03-2017 08:06

Scritto da Santopadre(dei forum)
Io non me ne ero accorto fino a febbraio inoltrato, immagino ne avevate già parlato qua e per carità è buono per i giocatori che sono in main draw il fatto che abbiano messo l’obbligo di ospitalità nei tornei di montepremi inferiore dei challenger(per i giocatori sicuramente è ottimo, anche se probabilmente qualche torneo sparirà e diminuiranno “i posti di lavoro”, purtroppo non si riesce a fare un ragionamento di aumenti legato alla globalità del movimento tennis partendo dal vertice e distribuendo verso il basso ma si chiedono miracoli a chi già fa miracoli per organizzare un challenger o un futures ma questo è un altro discorso… in Europa ad aprile 3 tornei challenger, di cui 2 da noi, se andasse in crisi il nostro sistema di challenger per i giocatori europei sarebbero cavoli amari) ma sui punti forse dovevano fare un pensiero un pò diverso, in pratica hanno aumentato in maniera enorme i tornei di categoria inferiore che ora sono tutti i 43mila euro+h, i 50mila dollari+h, i 64mila euro senza h e i 75mila dollari senza h e questi danno tutti 3 punti solo a chi si qualifica e 6(o 7 nei 75mila e 64mila) punti a chi passa un turno nel main draw. Oltre alla diminuizione dei punti per gli altri turni. A fine anno tutto si bilancerà, calerà la media punti per essere in una certa posizione(sta già calando) ma dovrebbero cambiare anche alcuni altri ragionamenti.
Molti si chiedono perchè alcuni nostri giocatori continuano a giocare futures, beh mi sembra evidente che fino a quando non entri diretto in main draw fare trasferte lunghe e costose del genere merita sempre di meno(se non se tra quelli che hanno aiuti dalla federazione) e quindi come è giusto che sia cercano di fare punti nei futures fino a quando non entrano diretti nei challenger nei mesi in cui aumentano i tornei o almeno alternano la cosa, perchè non si può girare per continenti 365 giorni l’anno a quel livello di classifica. Senza contare che per me era già insensato non farlo almeno fino a quando non hai la classifica per entrare nelle quali degli slam.
Quest’anno con questo cambiamento nel sistema dei punti, l’alternanza sarà probabilmente ancora più importante… speriamo che qualcuno al vertice se ne accorga, fino a quando hai la wild card nel main draw ok, fare ogni tanto delle quali challenger ok ma escludere completamente i futures fino a quando non hai la classifica che ti permetta di farlo è una boiata pazzesca. E credo che da quest’anno lo sia ancora di più.
Pellegrino è nel main draw, bravo, forza ragazzi.

Condivido perfettamente il tuo ragionamento ma quel che non capisco è perchè noi lo dovremmo organizzare un challenger e non nazioni come la Francia o la Germania che hanno anche a disposizione più campi. Noi ne abbiamo anche tanto in estate

8
Gabriele da Firenze 19-03-2017 08:06

Grande Pelle nel MD…ora forza Lore e Matteo, Lorenzo ha già portato a casa il primo set con Safiullin, Matteo lo chiude adesso col tie brek (con solo due ace nel set)

7
clipo (Guest) 19-03-2017 08:06

un altro set per uno ed è fatta

6
Rodolfo 19-03-2017 07:56

Bravi ragazzi ! Ottimi risultati !

5
clipo (Guest) 19-03-2017 07:41

Che peccato non vederle queste quali. Bbravo Andrea, forza Lorenzo e Matteo

4
Sottile 19-03-2017 07:41

Spero che Berrettini non incontri troppe difficoltà con questo cinese semi-sconosciuto

3
Santopadre(dei forum) (Guest) 19-03-2017 07:07

Io non me ne ero accorto fino a febbraio inoltrato, immagino ne avevate già parlato qua e per carità è buono per i giocatori che sono in main draw il fatto che abbiano messo l’obbligo di ospitalità nei tornei di montepremi inferiore dei challenger(per i giocatori sicuramente è ottimo, anche se probabilmente qualche torneo sparirà e diminuiranno “i posti di lavoro”, purtroppo non si riesce a fare un ragionamento di aumenti legato alla globalità del movimento tennis partendo dal vertice e distribuendo verso il basso ma si chiedono miracoli a chi già fa miracoli per organizzare un challenger o un futures ma questo è un altro discorso… in Europa ad aprile 3 tornei challenger, di cui 2 da noi, se andasse in crisi il nostro sistema di challenger per i giocatori europei sarebbero cavoli amari) ma sui punti forse dovevano fare un pensiero un pò diverso, in pratica hanno aumentato in maniera enorme i tornei di categoria inferiore che ora sono tutti i 43mila euro+h, i 50mila dollari+h, i 64mila euro senza h e i 75mila dollari senza h e questi danno tutti 3 punti solo a chi si qualifica e 6(o 7 nei 75mila e 64mila) punti a chi passa un turno nel main draw. Oltre alla diminuizione dei punti per gli altri turni. A fine anno tutto si bilancerà, calerà la media punti per essere in una certa posizione(sta già calando) ma dovrebbero cambiare anche alcuni altri ragionamenti.

Molti si chiedono perchè alcuni nostri giocatori continuano a giocare futures, beh mi sembra evidente che fino a quando non entri diretto in main draw fare trasferte lunghe e costose del genere merita sempre di meno(se non se tra quelli che hanno aiuti dalla federazione) e quindi come è giusto che sia cercano di fare punti nei futures fino a quando non entrano diretti nei challenger nei mesi in cui aumentano i tornei o almeno alternano la cosa, perchè non si può girare per continenti 365 giorni l’anno a quel livello di classifica. Senza contare che per me era già insensato non farlo almeno fino a quando non hai la classifica per entrare nelle quali degli slam.

Quest’anno con questo cambiamento nel sistema dei punti, l’alternanza sarà probabilmente ancora più importante… speriamo che qualcuno al vertice se ne accorga, fino a quando hai la wild card nel main draw ok, fare ogni tanto delle quali challenger ok ma escludere completamente i futures fino a quando non hai la classifica che ti permetta di farlo è una boiata pazzesca. E credo che da quest’anno lo sia ancora di più.

Pellegrino è nel main draw, bravo, forza ragazzi.

2
Tifoso degli italiani (Guest) 19-03-2017 06:24

Bravo Pellegrino, ottima qualificazione!
Speriamo ora negli altri due azzurri!

1