Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Kristina Mladenovic: “Il nostro gioco è diverso rispetto al maschile, colpiamo la pallina con meno forza, offrendo un grande spettacolo”

11/03/2017 08:46 43 commenti
Kristina Mladenovic nella foto
Kristina Mladenovic nella foto

Kristina Mladenovic ha parlato del circuito maschile e femminile e delle sue differenze.

“Non credo e non trovo il tennis maschile più interessante di quello femminile, anche se i diritti televisivi per il circuito maschile sono molto più costosi. Penso infatti che ai veri estimatori di questa disciplina piaccia molto anche il tennis femminile”.

“Il nostro gioco è diverso rispetto al maschile, colpiamo la pallina con meno forza, offrendo un grande spettacolo. Le tenniste devono essere fonte di motivazione per le ragazzine. Non viene dato molto risalto alle giocatrici, quindi non godiamo di grande visibilità.
Lo stesso non accade con Serena Williams e nel circuito maschile con i Fab Four”.


TAG: ,

43 commenti. Lasciane uno!

Losvizzero 12-03-2017 18:31

@ pinkfloyd (#1788456)

certo, stiamo dicendo praticamente le stesse cose 😉 Sono imparagonabili, ognuno ha i suoi gusti, se uno critica spero almeno che sappia di cosa sta parlando 🙄

43
pinkfloyd 11-03-2017 20:59

@ Losvizzero (#1788433)

Pallettari è un’altra cosa, non si ammazzano di randellate ed ace.
Al massimo fanno scambi lunghi e sostenuti, ma lunghi e spesso noiosi che finiscono spesso con un errore da parte di qualcuno.
E capita anche tra i primi della classe, nel tennis maschile di oggi farcito di molto atletismo e corsa.
Poi ci sono le eccezioni ma sempre meno, direi.

Il problema però non è non apprezzare o meno, il problema è non guardare e blaterare a prescindere, solo perché quello è maschile e quell’altro è femminile.
Ti puoi guardare tutte le partite maschili che vuoi, pure quelle dei circoli, ma questo non autorizza nessuno a giudicare il tennis femminile senza nemmeno guardarlo o guardandolo già col naso storto.

Poi non puoi mischiare maschi con femmine, hanno due sessi diversi, ognuno con le proprie caratteristiche, mi pare chiara la differenza tra maschio e femmina.

Se non ti piace il femminile finisce lì, non ti piace e non lo guardi, ma se insisti vuol dire che c’è dell’altro.
C’è tutto un mondo che guarda il tennis, sia maschile che femminile, da sempre, se vuoi far credere che chi guarda il femminile è deficiente, è un altro conto 🙂
(ed è un discorso generale, non riferito a te in maniera specifica, discorso tranquillo eh, un classico dibattito da forum, va 🙂 ).

42
Losvizzero 11-03-2017 20:03

@ pinkfloyd (#1788411)

E’ sbagliato denigrare a prescindere o fare commenti sessisti a prescindere, sono 2 cose totalmente diverse e ovviamente imparagonabili perchè le donne sono inferiori a livello fisico ma anche come tecnica. Ce ne può essere qualcuna che gioca bene ma parliamo di casi più unici che rari…un rovesco di waw gasquet almagro, una forza bruta di delpo una classe di roger mancano proprio è difficile strabuzzare gli occhi per il tennis femminile. C’è che preferisce vedere 2 pallettari maschi che si ammazzano di randellate e ace che vedere 2 tenniste che non tengono un servizio. Poi se uno gli piace comunque..il mondo è bello perchè è vario.

41
emilio (Guest) 11-03-2017 19:57

non riesco mai a vedere una partita di tennis maschile…giuro,ci provo sempre ma non ci riesco.mi annoia da morire.per me le ragazze sono molto piu spettacolare.

40
Safin68 (Guest) 11-03-2017 19:32

@ Luca Martin (#1788178)

In realtà la polemica la fa Mladenovic dicendo che il tennis femminile è più interessante del maschile …è lei che paragona A me personalmente piace il tennis in generale

39
Giuseppespartano (Guest) 11-03-2017 19:09

Io personalmente adoro il tennis maschile. Per me non c’è paragone nelle emozioni che mi da una partita tra due uomini rispetto a due donne.
Ognuno ha le sue preferenze ed è giusto che sia così. 🙂

38
pinkfloyd 11-03-2017 18:43

@ Losvizzero (#1788357)

E’ diverso, l’ha detto lei stessa.
Ma questo è assodato e scontato, visto che parliamo di uomini e di donne.
E qualche differenza c’è tra uomo e donna. Fino a prova contraria.
A iniziare dalla forza fisica.

Molti non guardano nemmeno il tennis femminile ma devono denigrarlo a prescindere.
Oppure lo guardano per 10 minuti e basta.
E non basta, questo, per avere un parere oggettivo.
Basta il parere degli appassionati di tutti il mondo e quelli ci sono, da sempre. Fino a prova contraria.

Vedo anch’io tante partite maschili nelle quali si stecca e si fanno errori grossolani, ma non dirò mai che c’è un livello complessivamente mediocre.

Si guardano le partite maschili come fossero la bibbia, coi paraocchi, anzi senza occhi, che giochi il n°500 o il n°1 sono tutte belle ed entusiasmanti e di livello eccelso…si…

37
Carl 11-03-2017 17:57

Scritto da Dennis

Scritto da Mirko P.
Questa volta gliel’appoggio…la penso esattamente come lei, infatti seguo quasi esclusivamente la wta…non ho capito l’ultima frase della williams e dei fab four però

Nell’intervista in inglese io ho capito che il riferimento a serena e Fabio four sia che siano gli unici punti di riferimento per le ragazzine che si avvicinano al tennis, e servirebbero altri tennisti così. La traduzione sembra un filo diversa in quel punto

Dove l’hai trovata?
Credevo che quella a cui si riferisce l’articolo fosse quella apparsa (in francese) su Paris-Match il giorno della donna, con altre 4 atlete francesi, ma è profondamente diversa, dev’essere un’altra.

36
SalvoCG 11-03-2017 16:58

Scritto da antonios
9 commenti sugli attuali 22 sono impregnati di maschilismo, alcuni degni di discorsi tra maschi delle medie mentre fumano le prime sigarette al bagno. È un problema sociale che non riguarda solo lo sport. Io vivo a Roma e un quotidiano nazionale ha di recente fatto un titolo indecente e sessista sulla Sindaca, al di là delle legittime critiche. Il linguaggio esprime il pensiero e molti utenti quando leggono un’intervista di una tennista, specie se bella, dalla Bouchard alla Mladenovic, non riescono a trattenere o la battuta a sfondo sessuale o la critica feroce. Anche le sconfitte nette di una tennista sono descritte in modo diverso. Espressioni come “asfaltata”, “piallata”, intrise di aggressività, non sono usate così di frequente nel tennis maschile. Non credo nel femminismo, nelle quote rosa, nella cavalleria. Credo nel rispetto verso l’altro e indubbiamente i maschi nel tennis e fuori sono più rispettati. Cosa ha detto di così sacrilego la Mladenovic? La pallina viaggia o no più lentamente? E gli incontri di tennis femminile sono o no più imprevedibili non fosse altro per la minore influenza del servizio, Pliskove e Williams a parte? Poi ha detto che le giocatrici affermate devono essere un esempio e motivare le ragazzine. È una bestemmia? Una cavolata detta da una donna? E i diritti televisivi? È un dato di fatto che siano più alti nel tennis maschile così come lo sono per Juve e Roma rispetto al Sassuolo. E i diritti televisivi vengono calcolati per bacino di utenza non per bontà del gioco. Kiki non mi sta simpaticissima ma ha il pregio di parlare senza nascondersi. Ma per qualcuno dovrebbe avere il burka, non quello talebano ma quello invisibile e per questo più insidioso costruito da chi non sa andare oltre una gonnellina svolazzante ed è terrorizzato dal fatto che una donna abbia un pensiero e lo esprima. Cistui incominciasse a chiedersene il perché…

Nient’altro da aggiungere…!

35
pablox 11-03-2017 16:35

Scritto da antonios
9 commenti sugli attuali 22 sono impregnati di maschilismo, alcuni degni di discorsi tra maschi delle medie mentre fumano le prime sigarette al bagno. È un problema sociale che non riguarda solo lo sport. Io vivo a Roma e un quotidiano nazionale ha di recente fatto un titolo indecente e sessista sulla Sindaca, al di là delle legittime critiche. Il linguaggio esprime il pensiero e molti utenti quando leggono un’intervista di una tennista, specie se bella, dalla Bouchard alla Mladenovic, non riescono a trattenere o la battuta a sfondo sessuale o la critica feroce. Anche le sconfitte nette di una tennista sono descritte in modo diverso. Espressioni come “asfaltata”, “piallata”, intrise di aggressività, non sono usate così di frequente nel tennis maschile. Non credo nel femminismo, nelle quote rosa, nella cavalleria. Credo nel rispetto verso l’altro e indubbiamente i maschi nel tennis e fuori sono più rispettati. Cosa ha detto di così sacrilego la Mladenovic? La pallina viaggia o no più lentamente? E gli incontri di tennis femminile sono o no più imprevedibili non fosse altro per la minore influenza del servizio, Pliskove e Williams a parte? Poi ha detto che le giocatrici affermate devono essere un esempio e motivare le ragazzine. È una bestemmia? Una cavolata detta da una donna? E i diritti televisivi? È un dato di fatto che siano più alti nel tennis maschile così come lo sono per Juve e Roma rispetto al Sassuolo. E i diritti televisivi vengono calcolati per bacino di utenza non per bontà del gioco. Kiki non mi sta simpaticissima ma ha il pregio di parlare senza nascondersi. Ma per qualcuno dovrebbe avere il burka, non quello talebano ma quello invisibile e per questo più insidioso costruito da chi non sa andare oltre una gonnellina svolazzante ed è terrorizzato dal fatto che una donna abbia un pensiero e lo esprima. Costui incominciasse a chiedersene il perché…

Pensiero assolutamente da condividere: purtroppo questo discorso andrebbe allargato a molti altri campi. Tra l’altro, se a qualcuno non interessa il tennis femminile…non lo guardo e non lo commenta, che magari ci fa anche una figura migliore 😛

34
Losvizzero 11-03-2017 16:11

Scritto da antonios
9 commenti sugli attuali 22 sono impregnati di maschilismo, alcuni degni di discorsi tra maschi delle medie mentre fumano le prime sigarette al bagno. È un problema sociale che non riguarda solo lo sport. Io vivo a Roma e un quotidiano nazionale ha di recente fatto un titolo indecente e sessista sulla Sindaca, al di là delle legittime critiche. Il linguaggio esprime il pensiero e molti utenti quando leggono un’intervista di una tennista, specie se bella, dalla Bouchard alla Mladenovic, non riescono a trattenere o la battuta a sfondo sessuale o la critica feroce. Anche le sconfitte nette di una tennista sono descritte in modo diverso. Espressioni come “asfaltata”, “piallata”, intrise di aggressività, non sono usate così di frequente nel tennis maschile. Non credo nel femminismo, nelle quote rosa, nella cavalleria. Credo nel rispetto verso l’altro e indubbiamente i maschi nel tennis e fuori sono più rispettati. Cosa ha detto di così sacrilego la Mladenovic? La pallina viaggia o no più lentamente? E gli incontri di tennis femminile sono o no più imprevedibili non fosse altro per la minore influenza del servizio, Pliskove e Williams a parte? Poi ha detto che le giocatrici affermate devono essere un esempio e motivare le ragazzine. È una bestemmia? Una cavolata detta da una donna? E i diritti televisivi? È un dato di fatto che siano più alti nel tennis maschile così come lo sono per Juve e Roma rispetto al Sassuolo. E i diritti televisivi vengono calcolati per bacino di utenza non per bontà del gioco. Kiki non mi sta simpaticissima ma ha il pregio di parlare senza nascondersi. Ma per qualcuno dovrebbe avere il burka, non quello talebano ma quello invisibile e per questo più insidioso costruito da chi non sa andare oltre una gonnellina svolazzante ed è terrorizzato dal fatto che una donna abbia un pensiero e lo esprima. Cistui incominciasse a chiedersene il perché…

Tutte cose giuste ma non si può proprio sentire “colpiamo con meno forza e offriamo un grande spettacolo” è un controsenso unico. Certe cose bisogna avere l’accortezza e l’educazione di non dirle a voce alta o non scriverle, ma si pensano comunque sappilo. Tira di più Schiavone – Navarro o Bouchard – Ivanovic? Il tennis femminile è palesemente inferiore al maschile, ogni 4 tiri una steccata o una palla che ci mette 10 minuti a scendere….su! Ognuno porta acqua al proprio mulino e una tennista non potrà mai denigrare la sua categoria ma è un mondo totalmente diverso il loro.

33
cataflic (Guest) 11-03-2017 15:40

Scritto da antonios
9 commenti sugli attuali 22 sono impregnati di maschilismo, alcuni degni di discorsi tra maschi delle medie mentre fumano le prime sigarette al bagno. È un problema sociale che non riguarda solo lo sport. Io vivo a Roma e un quotidiano nazionale ha di recente fatto un titolo indecente e sessista sulla Sindaca, al di là delle legittime critiche. Il linguaggio esprime il pensiero e molti utenti quando leggono un’intervista di una tennista, specie se bella, dalla Bouchard alla Mladenovic, non riescono a trattenere o la battuta a sfondo sessuale o la critica feroce. Anche le sconfitte nette di una tennista sono descritte in modo diverso. Espressioni come “asfaltata”, “piallata”, intrise di aggressività, non sono usate così di frequente nel tennis maschile. Non credo nel femminismo, nelle quote rosa, nella cavalleria. Credo nel rispetto verso l’altro e indubbiamente i maschi nel tennis e fuori sono più rispettati. Cosa ha detto di così sacrilego la Mladenovic? La pallina viaggia o no più lentamente? E gli incontri di tennis femminile sono o no più imprevedibili non fosse altro per la minore influenza del servizio, Pliskove e Williams a parte? Poi ha detto che le giocatrici affermate devono essere un esempio e motivare le ragazzine. È una bestemmia? Una cavolata detta da una donna? E i diritti televisivi? È un dato di fatto che siano più alti nel tennis maschile così come lo sono per Juve e Roma rispetto al Sassuolo. E i diritti televisivi vengono calcolati per bacino di utenza non per bontà del gioco. Kiki non mi sta simpaticissima ma ha il pregio di parlare senza nascondersi. Ma per qualcuno dovrebbe avere il burka, non quello talebano ma quello invisibile e per questo più insidioso costruito da chi non sa andare oltre una gonnellina svolazzante ed è terrorizzato dal fatto che una donna abbia un pensiero e lo esprima. Cistui incominciasse a chiedersene il perché…

Mi sembra che da qualche tempo il tennis maschile si sia involuto perchè propone sempre gli stessi schemi, a favore di una consistenza che premia sopra tutto.
In questo assomiglia più oggi al tennis femminile rispetto a 15 anni fa, solo un po’ più veloce e potente.
Le donne giocano benissimo, ma sono ancora più tetragone nella gestione del campo dalla linea di servizio in sù….se sono in ritardo su uno schiaffo si vedono cose non bellissime.
Detto questo il tennis femminile deve ringraziare i personaggi come la Mladenovic perchè sono queste, un po’ fuori dalle righe, che fanno discutere ed appassionare.

32
Andrea (Guest) 11-03-2017 15:39

A leggere alcuni commenti comunque, pare che il tennis sia quello sport in cui chi tira più forte vince, o comunque è il migliore. Per fortuna, per grandissima fortuna, non è così.

31
Dennis (Guest) 11-03-2017 14:27

Scritto da Mirko P.
Questa volta gliel’appoggio…la penso esattamente come lei, infatti seguo quasi esclusivamente la wta…non ho capito l’ultima frase della williams e dei fab four però

Nell’intervista in inglese io ho capito che il riferimento a serena e Fabio four sia che siano gli unici punti di riferimento per le ragazzine che si avvicinano al tennis, e servirebbero altri tennisti così. La traduzione sembra un filo diversa in quel punto

30
vaidanihantu 11-03-2017 14:05

Scritto da antonios
9 commenti sugli attuali 22 sono impregnati di maschilismo, alcuni degni di discorsi tra maschi delle medie mentre fumano le prime sigarette al bagno. È un problema sociale che non riguarda solo lo sport. Io vivo a Roma e un quotidiano nazionale ha di recente fatto un titolo indecente e sessista sulla Sindaca, al di là delle legittime critiche. Il linguaggio esprime il pensiero e molti utenti quando leggono un’intervista di una tennista, specie se bella, dalla Bouchard alla Mladenovic, non riescono a trattenere o la battuta a sfondo sessuale o la critica feroce. Anche le sconfitte nette di una tennista sono descritte in modo diverso. Espressioni come “asfaltata”, “piallata”, intrise di aggressività, non sono usate così di frequente nel tennis maschile. Non credo nel femminismo, nelle quote rosa, nella cavalleria. Credo nel rispetto verso l’altro e indubbiamente i maschi nel tennis e fuori sono più rispettati. Cosa ha detto di così sacrilego la Mladenovic? La pallina viaggia o no più lentamente? E gli incontri di tennis femminile sono o no più imprevedibili non fosse altro per la minore influenza del servizio, Pliskove e Williams a parte? Poi ha detto che le giocatrici affermate devono essere un esempio e motivare le ragazzine. È una bestemmia? Una cavolata detta da una donna? E i diritti televisivi? È un dato di fatto che siano più alti nel tennis maschile così come lo sono per Juve e Roma rispetto al Sassuolo. E i diritti televisivi vengono calcolati per bacino di utenza non per bontà del gioco. Kiki non mi sta simpaticissima ma ha il pregio di parlare senza nascondersi. Ma per qualcuno dovrebbe avere il burka, non quello talebano ma quello invisibile e per questo più insidioso costruito da chi non sa andare oltre una gonnellina svolazzante ed è terrorizzato dal fatto che una donna abbia un pensiero e lo esprima. Cistui incominciasse a chiedersene il perché…

quoto tutto senza spostare una virgola

29
vaidanihantu 11-03-2017 14:03

IO sono un ragazzo e gioco tornei, quindi sono abituato a stare in un circuito maschile e ad allenarmi con maschi. Eppure seguo solo ed esclusivamente il tennis femminile, il maschile lo guardo solo nel caso di coppa davis o di qualche finale slam. Si chiamano gusti e punti di vista. Non andrei mai da qualcuno che segue il maschile a dirgli che sbaglia e che il maschile fa schifo. Io personalmente trovo noiossisma una partita in cui i giocatori tengono sempre il servizio a suon di ace e di servizi vincenti, e allo stesso modo trovo noise le partite tra terraioli che sono infinite e di sfiancamento. Nel femminile non mi annoio (quasi) mai, la qualità è ottima a mio parere e le partite sono sempre aperte. In difesa poi delle giocatrici, le donne si allenano esattamente quanto gli uomini, sudano e faticano, fanno sacrifici e meritano la stessa considerazione. “eh ma gli uomini fanno più sforzi, giocano più a lungo e tirano più forte”. Eh ma dai? Ma secondo questo ragionamento ad esempio le campionesse di nuoto o di atletica non dovrebbero ricevere attenzioni mediatiche e non dovrebbero avere pubblico, dato che sono più lente e meno forzute dei colleghi maschi. E invece è bello così, che entrambi i settori ricevano attenzioni e sarebbe giusto fossere equamente ripagate economicamente, dato che la fatica è proporzionalmente la stessa. A molta gente ancora il femminile non piace, ma Kiki ha ragione, chi ama questo sport trova bello anche il femminile, almeno quello ad altissimi livelli (come io trovo piacevole una partita tra grandi campioni maschi, semplicemente a livelli più bassi non mi esalta, ma ne riconosco sempre la grandezza). Brava Kiki, uscita corretta questa volta (stranamente)

28
all day censored (Guest) 11-03-2017 14:00

Scritto da antonios
9 commenti sugli attuali 22 sono impregnati di maschilismo, alcuni degni di discorsi tra maschi delle medie mentre fumano le prime sigarette al bagno. È un problema sociale che non riguarda solo lo sport. Io vivo a Roma e un quotidiano nazionale ha di recente fatto un titolo indecente e sessista sulla Sindaca, al di là delle legittime critiche. Il linguaggio esprime il pensiero e molti utenti quando leggono un’intervista di una tennista, specie se bella, dalla Bouchard alla Mladenovic, non riescono a trattenere o la battuta a sfondo sessuale o la critica feroce. Anche le sconfitte nette di una tennista sono descritte in modo diverso. Espressioni come “asfaltata”, “piallata”, intrise di aggressività, non sono usate così di frequente nel tennis maschile. Non credo nel femminismo, nelle quote rosa, nella cavalleria. Credo nel rispetto verso l’altro e indubbiamente i maschi nel tennis e fuori sono più rispettati. Cosa ha detto di così sacrilego la Mladenovic? La pallina viaggia o no più lentamente? E gli incontri di tennis femminile sono o no più imprevedibili non fosse altro per la minore influenza del servizio, Pliskove e Williams a parte? Poi ha detto che le giocatrici affermate devono essere un esempio e motivare le ragazzine. È una bestemmia? Una cavolata detta da una donna? E i diritti televisivi? È un dato di fatto che siano più alti nel tennis maschile così come lo sono per Juve e Roma rispetto al Sassuolo. E i diritti televisivi vengono calcolati per bacino di utenza non per bontà del gioco. Kiki non mi sta simpaticissima ma ha il pregio di parlare senza nascondersi. Ma per qualcuno dovrebbe avere il burka, non quello talebano ma quello invisibile e per questo più insidioso costruito da chi non sa andare oltre una gonnellina svolazzante ed è terrorizzato dal fatto che una donna abbia un pensiero e lo esprima. Cistui incominciasse a chiedersene il perché…

Standing ovation!!!

27
antonios 11-03-2017 13:37

9 commenti sugli attuali 22 sono impregnati di maschilismo, alcuni degni di discorsi tra maschi delle medie mentre fumano le prime sigarette al bagno. È un problema sociale che non riguarda solo lo sport. Io vivo a Roma e un quotidiano nazionale ha di recente fatto un titolo indecente e sessista sulla Sindaca, al di là delle legittime critiche. Il linguaggio esprime il pensiero e molti utenti quando leggono un’intervista di una tennista, specie se bella, dalla Bouchard alla Mladenovic, non riescono a trattenere o la battuta a sfondo sessuale o la critica feroce. Anche le sconfitte nette di una tennista sono descritte in modo diverso. Espressioni come “asfaltata”, “piallata”, intrise di aggressività, non sono usate così di frequente nel tennis maschile. Non credo nel femminismo, nelle quote rosa, nella cavalleria. Credo nel rispetto verso l’altro e indubbiamente i maschi nel tennis e fuori sono più rispettati. Cosa ha detto di così sacrilego la Mladenovic? La pallina viaggia o no più lentamente? E gli incontri di tennis femminile sono o no più imprevedibili non fosse altro per la minore influenza del servizio, Pliskove e Williams a parte? Poi ha detto che le giocatrici affermate devono essere un esempio e motivare le ragazzine. È una bestemmia? Una cavolata detta da una donna? E i diritti televisivi? È un dato di fatto che siano più alti nel tennis maschile così come lo sono per Juve e Roma rispetto al Sassuolo. E i diritti televisivi vengono calcolati per bacino di utenza non per bontà del gioco. Kiki non mi sta simpaticissima ma ha il pregio di parlare senza nascondersi. Ma per qualcuno dovrebbe avere il burka, non quello talebano ma quello invisibile e per questo più insidioso costruito da chi non sa andare oltre una gonnellina svolazzante ed è terrorizzato dal fatto che una donna abbia un pensiero e lo esprima. Cistui incominciasse a chiedersene il perché…

26
Carl 11-03-2017 13:29

Tante tenniste, e per ultima Kasatkina, hanno tranquillamente dichiarato di non guardare le partite di tennis femminile, ma solo quelle maschili.

Cosa guardavano Mladenovic, Bencic, Gavrilova, Kuznetsova, Kasatkina durante il torneo di S. Pietroburgo?
http://www.spox.com/de/tennisnet/grand-slam/australian-open/1701/Bilder/mladenovic-bencic-gavrilova-600.jpg

25
hair49 (Guest) 11-03-2017 13:27

Seguo solo tennis femminile e qualche ultimo set di qualche finale del maschile. Il tennis maschile diventa monotono per la lunghezza degli incontri, per la presenza di tanti colpi ad alto tasso tecnico da parte di entrambi i contendenti che alla fine sembrano colpi normalissimi dovuti, per la poca imprevedibilità in incontri estenuanti anche per chi li vede comodo su un divano. Le donne invece quanto ad imprevedibilità anche troppa, c’è molta estemporaneità, ma anche tecnica in alcune e poi l’emotività la fa da padrona e rende il tutto più umano. E poi riuscite a vedere un incontro maschile fino alla fine tra un 15 e un 20 del ranking?

24
Mickis 11-03-2017 12:49

Il problema delle tenniste di oggi secondo me non è la velocità di palla anzi… molte tirano veramente forte per essere delle donne. Il punto è che la maggior parte delle top100 è carente dal punto di vista tecnico. Molte non sanno nemmeno come si fa una volee e non hanno idea di quale sia il significato della parola “difesa”. Detto questo è normale che poi la maggior parte delle volte escano fuori delle partite poco interessanti.

23
pinkfloyd 11-03-2017 12:29

Scritto da Ci provo anch’io
Una donna corrisponde ad un 2.4 2.3 …se non avessero la gonna non se le filerebbe nessuno, per cui al netto del fattore agonistico che vale per tutti gli sport mi sembra molto maschilista anche il pubblico che hanno.

(Non ho capito l’ultima parte, però)
Le donne giocano a tennis nei tornei ufficiali fin dal 1879…e non portavano nemmeno la gonna 🙂
Una donna corrisponde ad una donna, non a un 2.4 e gioca contro un’altra donna, non contro un maschio.
Siamo nel 2017, va bene tutto ma certe volte si va davvero oltre, eppure anche i talebani si sono estinti.

Non è questione di maschilismo o non, è la realtà, la realtà di questo sport, soprattutto, nato da 2 secoli e nato già come sport praticato da entrambi i sessi.
Se poi lo vogliamo eliminare va bene, ma non saranno certo questi singoli pareri sparuti e fuori dal tempo rispetto a tutto il globo terrestre ad ottenere questo.

E io sono un appassionato di sport e sono maschio (e non sono unico al mondo) ma non derido lo sport femminile, non ho alcun motivo per farlo né sono nessuno per farlo.

(poi basta con queste cose e con queste discussioni, davvero, è svilente. Eppure lo sport dev’essere gioia e unione, allo stato puro, nel suo valore più elevato, non pippe così pretestuose in ogni minuto del giorno).

22
S.Re 10 (Guest) 11-03-2017 12:26

ahhaha tennis femminile spettacolare? ma cos ha bevuto? io seguo solo tennis maschile( non le partite dei vari karlovic isner raonic perchè le reputo troppo noiose) e le partite dell italiane.. il tennif femminile, secondo me, è noiosissimo,mentre quello maschile stupendo

21
alef (Guest) 11-03-2017 12:25

Mah, spettacolo…A parte che forse siamo al punto più basso di questa disciplina con ragazzotte che a parte due o tre hanno un senso tattico prossimo allo zero. Poi è vero, a suo modo è divertente perché molto livellato (verso il basso) e spesso in una partita succede di tutto.

20
pablox 11-03-2017 11:49

Sono d’accordo con Kiki una volta tanto. Il tennis femminile, come molti altri sport, sta crescendo, e si sta avvicinando a quello maschile pur mantenenendo (e per fortuna, secondo me) le proprie caratteristiche: dire che uno sport in quanto praticato dalle ragazze è inferiore è puro maschilismo, alla fine lo sport viene fatto anche per educare e migliorare il fisico,ma anche la mente (mens sana etc) lo sport può e deve essere praticato da tutti, anche i diversamente abili hanno diritto a praticarlo.
Di recente ho visto delle partite di calcio femminile, e devo dire che ci sono stati progressi enormi, un tempo era difficile guardarle, oggi hanno poco da invidiare agli uomini ( a parte i soldi ed il fanatismo)
Così anche nel tennis, un tempo c’erano 4/5 campionesse, e poco altro, oggi le prime 100/150 sanno offrire uno spettacolo decente, poi se uno preferisce gli uomini niente di male, però il tennis femminile ha piena dignità.

19
Ci provo anch’io (Guest) 11-03-2017 11:41

Una donna corrisponde ad un 2.4 2.3 …se non avessero la gonna non se le filerebbe nessuno, per cui al netto del fattore agonistico che vale per tutti gli sport mi sembra molto maschilista anche il pubblico che hanno.

18
pinkfloyd 11-03-2017 11:29

Mladenovic è una tennista (di buon livello per ora) quindi può esprimersi ed ha il diritto di farlo.
Perlomeno lo fa in modo tranquillo e serafico, che è ben diverso dalle isteriche dichiarazioni volutamente eccessive degli Stakhovsky e Simon di turno (e dei tanti che la pensano come loro).
Certo è logico che una donna sia diversa dall’uomo, anche nel giocare a tennis, e, il fatto che colpisca la palla con meno forza, è abbastanza comprensibile. Scontato direi.
Anche se alcune donne riescono a produrre una buona forza e a sviluppare scambi di gioco che possono essere notevoli, a livello di velocità e di intensità.

Per me non dice niente di sensazionale, certo il “grande spettacolo” è relativo e soggettivo e dipende da tante cose e questo vale anche per i maschi.

Il tennis maschile è più veloce (come lo è qualunque sport rispetto al femminile, che sia la pallavolo, la scherma, lo sci ecc) però non significa sia necessariamente più o meno apprezzabile del femminile solo perché più veloce, non è questa una discriminante fondamentale, per me.
Anche perché il maschio ha logicamente caratteristiche fisiche e di forza fisica diverse dalla femmina.

Così come, alcune partite femminili giocate a basso ritmo e con scambi lenti e soporiferi, possono essere benissimo noiose e con poco appeal.

17
maxi2 (Guest) 11-03-2017 11:26

Scritto da M_campione
Che chi ama il tennis apprezza anche quello femminile ci sta. Il resto fa ridere

Esatto.
A me il tennis femminile piace, ma non si può negare che ultimamente il livello sia mediocre e manchino le vere campionesse.

Per il resto, è una barzelletta.
Comunque Kiki ultimamente non passa giorno senza fare dichiarazioni, spesso strampalate. Quanto chiacchera!

16
M_campione 11-03-2017 11:12

Che chi ama il tennis apprezza anche quello femminile ci sta. Il resto fa ridere

15
Luca Martin (Guest) 11-03-2017 11:08

Non capisco questa eterna polemica tra Tennis femminile e quello maschile.
A me piacciono entrambi i Tennis, e anche moltissimo.
L’unica differenza è che quando vedo giocare 2 donne, sono conscio che siano donne, quindi non mi ASPETTO che tirino forte come gli uomini.
NON FACCIO il paragone.
Mi godo quello che c’è e soprattutto non inizio a criticare.
Tra l’altro è evidente che giochino senz’altro MEGLIO di me!
La Continua Critica, tra l’altro, Ci Fa Stare Bene?

14
All day censored (Guest) 11-03-2017 11:06

Si, ma state rilassati. A chi piace la WTA la segue, a chi piace l’ATP lo stesso. Sembra che molti non aspettino altro, da dietro la tastiera, che scagliarsi con enfasi contro chi, altro utente o giocatore/giocatrice, non la pensi come loro! Keep calm and carry on. Alla lunga nuoce alla salute!

13
Fantumazz 11-03-2017 11:06

Sono d’accordo con Kiki.

12
makko (Guest) 11-03-2017 10:13

Auspico che venga accontentata e si eliminino i tornei combined: poi vedremo effettivamente quali siano i gusti del pubblico senza che essi vengano appropriati dalle autoreferenziazioni

11
Weiss (Guest) 11-03-2017 10:12

Ok quindi un Bega Della Tommasina è meglio di Federer Nadal xk i primi tirano più piano

10
Adriano (Guest) 11-03-2017 10:01

M7il tennis femminile di questi tempi è inguardabile . Ci sono solo mezze figure che ruotano intorno aduna vecchia campionessa . La finale degli australian è l’emblema di questa situazione

9
Io tifo per Donati e per Gaio (Guest) 11-03-2017 09:55

Nei tornei di terza e di quarta cat la pallina viene colpita con ancor meno forza, ma non mi sembra che lo spettacolo sia più bello.

8
Figologo (Guest) 11-03-2017 09:54

Grande verità.

I maschi giocano a tennis. Loro giocano uno sport diverso.

7
Marco (Guest) 11-03-2017 09:45

Non sapevo che la Mladenovic fosse brava a raccontare le barzellette..

6
Emanuele 11-03-2017 09:32

Concordo con Kiki

5
quoth (Guest) 11-03-2017 09:26

la Mladenovic ogni volta che apre bocca esce una fesseria

4
Gabriele da Ragusa 11-03-2017 09:23

ahahahahahahahahahhahahahahhahah si poi ti svegli e ti rendi conto di aver detto una c…….ta.

3
Lore_LjubO 11-03-2017 09:14

Sono costretti a far tornare una giocatrice squalificata per doping per rendere il tennis femminile un po’ più appetibile al pubblico e questa ha il coraggio di dire che il tennis femminile è più spettacolare di quello maschile. La verità che nessuno ha il coraggio di dire è che il tennis femminile è al livello più basso e più mediocre che sia stato raggiunto nella storia del tennis. Lo dimostrano i centrali completamente vuoti nei tornei e le uniche volte in cui c’è un pubblico è nei combined e nei grandi slam perchè sono gli unici tornei a cui è rimasto appeal e soprattutto perché ci sono gli uomini a giocare.

Spero di aver reso una volta per tutte l’idea di come stanno le cose.

2
Mirko P. (Guest) 11-03-2017 09:08

Questa volta gliel’appoggio…la penso esattamente come lei, infatti seguo quasi esclusivamente la wta…non ho capito l’ultima frase della williams e dei fab four però

1