Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Alexandr Dolgopolov: “Ho attraversato mesi difficili fra infortuni, operazioni e riposo forzato, ma ora sono felice di essere a questo livello”

21/02/2017 07:06 14 commenti
Dolgopolov nella foto
Dolgopolov nella foto

Alexandr Dolgopolov è tornato a vincere un titolo ATP: il tennista ucraino ha battuto Kei Nishikori nella finale del torneo di Buenos Aires.

Ex numero 13 del mondo nel 2012, Dolgo vuole a tutti i costi entrare in Top-10: “È stata una settimana perfetta, in cui sono finalmente riuscito a battere Kei Nishikori. Ho attraversato mesi difficili fra infortuni, operazioni e riposo forzato, ma ora sono felice di essere a questo livello. Condizioni fisiche permettendo, potrei entrare fra i primi dieci; per riuscirci dovrò continuare a giocare ad alto ritmo”, ha confessato l’ucraino al termine della finale vinta in Argentina.


Lorenzo Carini


TAG: ,

14 commenti. Lasciane uno!

Thetis. 21-02-2017 21:46

Scritto da Luca Martin
Sì, non ha fortunatamente l’Epatite C, ma la Sindrome di Gilbert.
La Sindrome di Gilbert non è grave per chi fa una vita normale, ovvero da non-agonista.
Ma è parecchio invalidante per chi usa il corpo come una ‘Ferrari’.
Infatti già da giovane, gli era stata sconsigliata l’attività sportiva perché per prevenire problemi ulteriori è di fatto controindicato l’esercizio fisico pesante. Come se non bastasse, con questa patologia si deve rigare dritti come treni, in fatto di alimentazione, cosa non facile per un globetrotter come lui.
Chi ha avuto problemi al fegato e segue la medicina in modo complessivo e globale, non solo a livello prettamente biologico, sa anche che una buona funzionalità epatica è collegata ad una attenzione ferma, costante e indivisa. Inoltre chi ha problemi al fegato spesso agisce in modo impulsivo e si affatica subito.
Come nel caso di Dolgopolov, appunto, e in una certa misura anche della Giorgi.

Anche la Giorgi soffre di questa patologia? 😯

14
Marcus91 21-02-2017 16:22

Spero che ce la faccia, è uno dei pochi giocatori veramente tanto tanto telentuosi

13
Luca Martin (Guest) 21-02-2017 15:52

Sì, non ha fortunatamente l’Epatite C, ma la Sindrome di Gilbert.
La Sindrome di Gilbert non è grave per chi fa una vita normale, ovvero da non-agonista.
Ma è parecchio invalidante per chi usa il corpo come una ‘Ferrari’.
Infatti già da giovane, gli era stata sconsigliata l’attività sportiva perché per prevenire problemi ulteriori è di fatto controindicato l’esercizio fisico pesante. Come se non bastasse, con questa patologia si deve rigare dritti come treni, in fatto di alimentazione, cosa non facile per un globetrotter come lui.
Chi ha avuto problemi al fegato e segue la medicina in modo complessivo e globale, non solo a livello prettamente biologico, sa anche che una buona funzionalità epatica è collegata ad una attenzione ferma, costante e indivisa. Inoltre chi ha problemi al fegato spesso agisce in modo impulsivo e si affatica subito.
Come nel caso di Dolgopolov, appunto, e in una certa misura anche della Giorgi.

12
Luca Martin (Guest) 21-02-2017 15:27
11
Losvizzero 21-02-2017 15:22

@ ci provo (#1776900)

Ha la sindrome di Gilbert ma effettivamente non è per questo che negli ultimi 2 anni non ha giocato bene

10
Figologo (Guest) 21-02-2017 14:47

Il mio preferito.

9
ci provo 21-02-2017 14:23

Scritto da Stefano
Giocatore unico, è vero è incostante ma bisogna considerare che ha una patologia non curabile che comporta stanchezza affiticabilita.. Nel tennis moderno si può immaginare quanto lo abbia limitato. Per me è un grandissimo

Non so nulla della sua patologia, comunque mi sembra singolare che lui parli soprattutto di problemi fisici quando, a vederlo giocare, mi sembra che la sua lacuna principale sia di gran lunga l’incapacità di restare concentrato sulla partita e sulle dinamiche della stessa per più di 10, 15 minuti al massimo. E lì temo che non sia questione nè di patologie nè di fisico.

8
Losvizzero 21-02-2017 14:19

Te lo auguro coniglietto!

7
Luca Martin (Guest) 21-02-2017 13:39

Che io sappia Dolgo (che strano nome!) ha enormi problematiche di salute, se è vero come ho letto che ha l’epatite C.
Questa patologia (di nuovo, dalle informazioni che ho) non è più una malattia complessa, micidiale e incurabile, ma al contrario è possibile sanarla anche totalmente.
In Italia la cura è costosissima, ma in altri posti del mondo invece è abbordabilissima.
Spero che Alexander lo sappia!

6
LuchinoVisconti (Guest) 21-02-2017 13:01

Contentissimo per lui che si sia ripreso fisicamente, perchè anche lui ne ha avute di magagne, però quando dico che che sparacchia tutte le palle, quasi ad occhi chiusi che non sa neppure lui dove andranno a finire, la mia non è una battuta.
Guardatevi ad esempio questa foto: :mrgreen:
http://www.tenniscircus.com/circuito-atp/aleksandr-dolgopolov-anarchy-us/

5
Stefano (Guest) 21-02-2017 12:29

Giocatore unico, è vero è incostante ma bisogna considerare che ha una patologia non curabile che comporta stanchezza affiticabilita.. Nel tennis moderno si può immaginare quanto lo abbia limitato. Per me è un grandissimo

4
Phoedrus (Guest) 21-02-2017 11:37

Troppo incostante per arrivare nei top 10.

3
Forsecelafaccioadiventareterzacategoria (Guest) 21-02-2017 07:34

Forza Alexander! Sei un giocatore per cui vale la pena pagare il biglietto, non hai stilisticamente colpi perfetti ma hai un timing sulla palla unico ed una genialità unica.Prossimo step rientrare tra i top 20 e a fine anno avvicinarsi alla top 10 e d entrarci l’anno prossimo.

2
Avide 21-02-2017 07:29

Crediamoci!

1